Autore O'jays   Euro
28,00
Titolo Super bad  
supporto Lp edizione nuovo          stereo  
anno 1971 stampa usa etichetta   trip   codice 3514602

aiuto
 

versione per stampa
Copertina senza codice a barre. Ristampa del 2017, pressoché identica alla molto rara prima tiratura. Originariamente pubblicato nel 1971 dalla Trip negli USA, dove non entrò in classifica, il quinto album, successivo a "The O'Jays in philadelphia" (1970) e precedente "Back stabbers" (1972). "Super bad", il loro unico album per la Little Star (un paio d'anni dopo ristampato dalla Trip), è anche uno dei loro lp più oscuri e rari, l'ultimo loro disco prima di approdare alla Philadelphia International e di inanellare una impressionante sfilza di successi nel corso del decennio, a partire dal successivo 33 giri "Back stabbers". Inciso a Los Angeles e prodotto dal membro della band Bobby Massey (che poco dopo lasciò il gruppo, prima del loro approdo presso la Philadelphia International) e dall'esperto H.B. Barnum, collaboratore di tante star del jazz e del soul, "Super bad" è un lavoro molto più melodico di quanto il titolo e lo artwork di copertina (che raffigura un gruppo di ragazze afroamericane a guisa di gangsters) facciano intendere: la musica è un ibrido soul e funk molto avvolgente e sinuoso, dai toni caldi e romantici e dai ritmi rilassati (una eccezione è rappresentata dall'anthemica "Peace"). Gruppo vocale nato nel '58 a Canton, Ohio, prima con il nome Triumphs, lo cambia quasi subito in Mascots, nome con il quale debuttano nel '61 per la King con la hit "Miracles". Cambiano nome in O'Jays per gratitudine al dj Eddie O'Jay che li introduce alla Wayco. Come O'Jays registrano il loro primo album nel '65 per la Imperial. Nel '67 vanno alla Bell e registrano il loro primo singolo da Top Ten "I'll be sweeter tomorrow". Incidono poi alcuni singoli per la Neptune, prodotti da Gamble & Huff. Massey, uno dei fondatori, lascia il gruppo. Dal '72 in poi incidono per l'etichetta Philadelphia International, prodotti da Gamble & Huff, debuttando con l'album "Back Stabbers", che diventera' un classico del Philly Soul. Durante tutti gli anni '70 incideranno piu' di 30 hits. Il loro album piu' famoso rimane comunque "Ship Ahoy", del '73, contenente la funky hit "For the Love Money", forse la loro canzone piu' politicizzata.    
   
     
altri titoli di O'jays    

Cerca titoli di O'jays nel nostro catalogo


Ascolta il titolo (Super bad ) su Youtube Music o Spotify


Cerca O'jays su


Bandcamp

Youtube

Google

Vimeo

Wikipedia

Allmusic 

Musicbrainz (discografia)

Metacritic                               Rate your music

 

Pitchfork                               

N.M.E.                                    Uncut

 

Onda Rock

SentireAscoltare                  

Rumore (via google)

 

Se hai una webzine e vuoi comparire qui gratuitamente scrivici una mail