Autore Fall   Euro
20,00
Titolo Twenty seven points (clear vinyl)  
supporto lp2 edizione nuovo          stereo  
anno 1995 stampa eu etichetta   demon   codice 2129140

aiuto
 

versione per stampa
Ristampa del 2021, doppio album in vinile trasparente da 140 grammi, la prima ristampa in assoluto in vinile, copertina apribile pressoché identica alla rara prima tiratura, corredata di inner sleeve con artwork. Originariamente pubblicato nell'agosto del 1995 dalla Permanent nel Regno Unito, dove non entrò in classifica, non uscito negli USA, questo doppio album, uscito dopo "Cerebral caustic" (2/1995) e prima di "The light user syndrome" (1996), è una raccolta di registrazioni dal vivo effettuate in varie locazioni fra il 1991 ed il 1995, ma contiene anche due brani in studio inediti. Le imperfezioni e l'imprevedibilità della musica dal vivo ci consegnano una istantanea vivida ed autentica dei Fall dei primi anni '90, attraverso una scaletta apparentemente e forse volutamente caotica, che evidenzia il lato iconoclasta ed anticommerciale della musica della band mancuniana, una sorta di patchwork o di Frankenstein, con pezzi tagliati, errori nelle performances, oscuri intermezzi "spoken word" in studio: "The twenty seven points" suona come l'esatto contrario del tipico album dal vivo celebrativo, e ci riporta all'abrasiva ed iconoclasta estetica dei primi Fall. I Fall, come i Joy Division, si formano a Manchester e sono considerati giustamente tra le più importanti e seminali formazioni di tutti gli anni ottanta. Nel corso degli anni (oltre due decadi abbondanti) il gruppo è diventato il progetto personale del suo fondatore Mark Smith, unico membro fisso in una girandola di formazioni. Nati nell'epoca punk, hanno sempre conservato l'etica del Do It Yourself mantenendo la semplicità strutturale dei brani e le storpiature vocali autodidatte di Mark Smith, ibride melodie che si accostano al post-punk mantenendo un piglio artistico personale e distintivo, realizzazioni che grazie alla alta qualità dei testi, sono riuscite a mantenere costanti nel tempo le attenzioni e le lodi di critica e pubblico. La critica paragonerà Mark Smith ad un Captain Beefheart della new wave, e il progetto Fall agli americani Pere Ubu; senza eccedere in oscurità introspettive né cadere nel romanticismo synth-pop, ma anche lontani dalla sperimentazione più estrema dell'epoca post punk, i caustici brani dei Fall hanno senza dubbio toccato delle corde sensibili nel pubblico anglosassone della loro generazione ed anche di quelle successive.    
   
     
altri titoli di Fall    

Cerca titoli di Fall nel nostro catalogo


Ascolta il titolo (Twenty seven points ) su Youtube Music o Spotify


Cerca Fall su


Bandcamp

Youtube

Google

Vimeo

Wikipedia

Allmusic 

Musicbrainz (discografia)

Metacritic                               Rate your music

 

Pitchfork                               

N.M.E.                                    Uncut

 

Onda Rock

SentireAscoltare                  

Rumore (via google)

 

Se hai una webzine e vuoi comparire qui gratuitamente scrivici una mail