Autore Replacements   Euro
27,00
Titolo Let it be  
supporto Lp edizione nuovo          stereo  
anno 1984 stampa eu etichetta   twin tone   codice 2112192

aiuto
 

versione per stampa
Ristampa (la prima ristampa in vinile), copertina pressoche' identica a quella della prima rara tiratura, senza barcode. Il terzo magnifico album della grande band di Minneapolis, Minnesota, uscito nell'ottobre del 1984 su Zippo in Gran Bretagna e su Twin Tone negli USA, dopo il primo "Sorry Ma I Forgot To Take Out The Trash" (1981) ed il secondo "Hootenanny" (1983). Ultimo disco realizzato per la locale etichetta Twin Tone prima del passaggio alla potente Sire per la quale pubblicheranno il successivo "Tim", l' album rivela una maturazione esponenziale del gruppo, che sebbene ancora quasi schizofrenico nel suo prendere mille direzioni diverse, lo fa con una personalita' sempre straordinaria, capace sia musicalmente che da un punto di vista compositivo di colpire nel segno sia quando omaggia i suoi trascorsi punk come nell' assalto furioso di "We're Coming Out", nel favoloso trash teen punk di "Tommy Get His Tonsils Out", sia in "mid-tempo" efficacemente chitarristici memorabili come "I Will Dare", "Seen Your Video", ed ancora di piu' in splendide, sorprendenti ballate cariche di struggenti malinconie, come "Androgynous", la bella "Sixteen Blue", ed ancora di piu' la meravigliosa "Unsatisfied", brano letteralmente da brividi nella sua semplicissima ma struggente semplicita', una canzone tra le piu' belle degli anni '80: i REM (Pete Buck e' ospite in un brano) avrebbero dato qualunque cosa per scriverla. Il gruppo appare sempre piu' nelle mani di Paul Westerberg, ma l' apporto del chitarrismo di Bob Stinson e' tuttavia ancora importante, e lo sara' anche nel successivo, ennesimo capolavoro "Tim". Tra di loro una convivenza difficile ma artisticamente molto fruttuosa, che giungera' a compimento inevitabilmente a causa degli eccessi e dell'imprevedibilita' di Stinson, che sara' per questo estromesso dal gruppo, poi destinato ad un progressivo declino, capace ancora di produrre il bellissimo "Pleased to Meet Me" prima di due pallidi album conclusivi; Stinton formera' gli Static Taxi ma morira' a causa dei propri abusi nel '95, il fratello Tommy (bassista) formera' i Bash & Pop e produrra' nel 2004 un disco solista, il batterista Chris Mars sorprendera' con una serie di validi albums solisti (anche pittore di buon successo), ma sara' soprattutto il dispotico leader Paul Westerberg a proseguire il discorso intrapreso con i Replacements: molto belli alcuni dei suoi lavori solisti), discreti quelli realizzati a nome Grandpaboy.    
   
     
altri titoli di Replacements    

Cerca titoli di Replacements nel nostro catalogo


Ascolta il titolo (Let it be ) su Youtube Music o Spotify


Cerca Replacements su


Bandcamp

Youtube

Google

Vimeo

Wikipedia

Allmusic 

Musicbrainz (discografia)

Metacritic                               Rate your music

 

Pitchfork                               

N.M.E.                                    Uncut

 

Onda Rock

SentireAscoltare                  

Rumore (via google)

 

Se hai una webzine e vuoi comparire qui gratuitamente scrivici una mail