Autore Symarip   Euro
27,00
Titolo Skinhead Moonstomp (red vinyl)  
supporto lp edizione nuovo          stereo  
anno 1970 stampa eu etichetta   burning sounds   codice 2111029

aiuto
 

versione per stampa
ristampa limitata in vinile 180 grammi di colore rosso, copertina pressoche' identica sul fronye alla prima rara tiratura, corredata di esclusiva inner sleeve con note ed arricchita della presenza di una traccia aggiunta, una versione extended della title track, uscita solo su 12"; il leggendario album uscito nel 1970 per la Trojan. L' unico album realizzato a nome Symarip dal gruppo giamaicano ska-reggae guidato da Roy Ellis e noto anche come Bees, Pyramids (da cui l' anagramma Symarip), Seven Letters e Zubaba. Roy Ellis era stato un esponente di spicco della scena ska giamaicana sin dalla meta' degli anni '60, ottenendo i suoi primi successi con la produzione di Laurel Aitken; gia' i suoi Pyramids (autori nel '69 di un omonimo album su etichetta President) erano stati uno dei guppi piu' amati dal numeroso pubblico inglese che in quegli anni segui' l' evoluzione della musica giamaicana, ma ancora di piu' furono seguiti ed amati questi Symarip, che presso la nascente scena skinhead britannica ebbero uno strepitoso successo con il loro storico singolo "Skinhead Moonstomp" e con questo unico loro album, che dallo stesso brano prende il nome, disco capace negli anni di vendere oltre 7 milioni di copie, forte di altri brani-manifesto come "Skinhead Girl" e "Skinhead Jamboree", oltre che di una deliziosa cover della classica "These Boots are Made for Walking". Un vero culto ha alimentato negli anni l' interesse nei confronti di questo disco, anche per l' incredibile copertina che ne ha fato un vero e proprio manifesto del movimento skinhead; anche se giunse per la prima volta in classifica in Uk solo in concomitanza con l' esplosione della nuova scena ska tra la fine degli anni '70 ed i primi anni '80, spingendo il cantante e percussionista Roy Ellis ed il tastierista Monty Naismith a riesumare la vecchia sigla piu' volte nel corso degli anni. Opportuno mettere chiarezza sul contenuto del disco e sulla storia del movimento skinhead, generalmente associato alla seconda scena punk inglese nel suo versante piu' orientato a destra, tanto da corteggiare i movimenti nazionalisti piu' estremi. La scena skinheads e' invece nata nella seconda meta' dei '60, da una sorta di scisma nell' ambito della scena mod, allorche' gli "hard mods" (lo "zoccolo duro", fieramente proletario, della scena) vollero distinguersi dai "peacock mods" (meno violenti e fin troppo interessati alla perfezione del loro costoso look), adottando un nuovo look che prevedeva capelli ancora piu' corti (piu' adatti al lavoro in fabbrica ma anche alle risse...), bretelle, pantaloni arrotolati e scarponi alti sopra la caviglia (anche quelli perfetti per le quotidiane "battaglie"); veri reietti della societa' inglese, svilupparono ulteriormente l' interesse per la musica giamaicana che gia' era stato dei mods, interessati allo ska, al rocksteady ed al primo reggae, oltre che affascinati dalla cultura che li aveva prodotti. Non si trattava all' epoca infatti di un movimento con implicazioni razziste e nazionaliste (sebbene di tanto in tanto gli skinheads prendessero di mira pakistani e sud asiatici) a tal punto che molti di essi facevano parte di associazioni anti-razziste o avevano posizioni politiche schierate a sinistra.    
   
     
altri titoli di Symarip    

Cerca titoli di Symarip nel nostro catalogo


Ascolta il titolo (Skinhead Moonstomp ) su Youtube Music o Spotify


Cerca Symarip su


Bandcamp

Youtube

Google

Vimeo

Wikipedia

Allmusic 

Musicbrainz (discografia)

Metacritic                               Rate your music

 

Pitchfork                               

N.M.E.                                    Uncut

 

Onda Rock

SentireAscoltare                  

Rumore (via google)

 

Se hai una webzine e vuoi comparire qui gratuitamente scrivici una mail