Rock Bottom records
Via de' Giraldi 16r
Firenze tel. 055245220
www.rockbottom.it
autore Everly brothers   Euro
14,00
titolo Rip it up  
supporto Lp edizione originale          mono  
anno 1957 stampa uk etichetta   ace   codice 334324

condizioni   [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good  

l' originale stampa inglese, in mono, copertina (con una piccola abrasione sul fronte) lucida senza barcode, label nera con scritte argento e logo Ace Records argentato a sinistra ed in basso, catalogo CH64, scritta "boppin' bob" incisa sul trail off del lato A. Pubblicata nel 1983 dalla Ace nel Regno Unito, questa antologia compla dodici brani tratti dai primi singoli ed albums degli Everly Brothers, originariamente usciti fra il 1958 ed il 1960. Sebbene manchino in scaletta alcune delle loro più grandi hits del periodo quali ''Wake up little susie'', "Bird dog", "Bye bye love" e ''All I have to do is dream'', questo set è un interessante compendio ai loro "Greatest hits" contenenti solo i brani più famosi, in quanto riporta all'attenzione alcuni pezzi meno popolari, a partire dalla title track, di un periodo in cui comunque i due fratelli Everly sfornavano una hit dietro l'altra, proponendo un freschissimo inctrocio di rock'n'roll e moderno pop melodico impreziosito dalle loro splendide armonie vocali. Questa la scaletta: "Rip It Up" (1959), "Leave My Woman Alone" (1958), "Hey Doll Baby" (1958), "Brand New Heartache" (1958), "Problems" (1958), "Be-Bop-A-Lula" (1958), "Poor Jenny" (1959), "This Little Girl Of Mine" (1958), "Claudette" (1958), "Should We Tell Him" (1958), "When Will I Be Loved" (1960), "Keep A Knockin'" (1958). Gli Everly Brothers furono una delle principali influenze, così come i Crickets di Buddy Holly con cui condividevano un approccio solare ed una estrema attenzione per l'aspetto melodico della loro musica, di innumerevoli artisti e gruppi dei 60's, a partire dai Beatles, dagli Hollies o da Simon & Garfunkel, che ripresero dai fratelli Everly, soprattutto, l' innovativa capacità di produrre delle splendide armonie vocali in cui le due parti vocali, apparentemente indissolubilmente legate, erano in realtà anche autonome, ovvero egualmente importanti, senza alcuna distinzione tra canto e controcanto. Nati a Brownie nel Kentucky ed attivi fino dalla fine degli anni '40, insieme ai genitori, in un radioshow a Shenandoah, nello Iowa, Don e Phil Everly furono scoperti in seguito a Knoxville, nel Tennessee da Chet Atkins, vecchio amico di famiglia e rivelati ad un pubblico maggiore, grazie all'interessamento di Roy Acuff e di Wes Rose, da Archie Bleyer, promotore della musica country per la Cadence Records. La loro storia artistica sarà lunga e ricca di successi.    
   
     
   
stampa