Rock Bottom records
Via de' Giraldi 16r
Firenze tel. 055245220
www.rockbottom.it
autore Soundgarden   Euro
20,00
titolo Flower / head injury / toy box  
supporto 12'' edizione originale          stereo  
anno 1989 stampa usa etichetta   sst   codice 253279

condizioni   [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good  

Ep in formato 12", la prima stampa USA, nella versione in vinile ambrato se posto controluce, copertina (con lievi segni di invecchiamento) lucida fronte retro con barcode, nella originaria versione con retro con sfondo azzurro, label nera con scritte gialle e con ''scalino'' a circa 1,2 cm dal foro centrale, con le scritte in giallo tendente all' arancione, e non chiaro come nella ristampa, retrocopertina con note in grigio piu' chiare e assai meglio leggibili che nella successiva tiratura, catalogo SST231. Pubblicato nel maggio del 1989 dalla SST negli USA, questo ep usci' dopo il primo album ''Ultramega OK'' (1988) e prima del secondo ''Louder than love'' (1989). Si tratta dell'ultima uscita del gruppo per la label indie SST, prima del passaggio alla A&M, ed e' anche l'ultimo disco con l'originario bassista Hiro Yamamoto ancora in formazione. Contiene tre brani: ''Flower'' e ''Head injury'' sono tratte dal primo sopracitato album, mentre ''Toy box'' e' un inedito, registrato per altro da Jack Endino. Un classico esempio del sound dei primi anni della band, fortemente influenzato dai Black Sabbath con il suo incedere monolitico e cupo, ma anche dallo hardcore punk. Formatisi a Seattle nel 1984, i Soundgarden di Chris Cornell, divenuto progressivamente leader carismatico della band, sono stati tra i primi esponenti e tra le principali fonti di ispirazione per tutta la scena grunge, suonando una musica che era davvero capace di mettere insieme il miglior hard rock "ossianico" dei '70 con elementi mutuati dal punk e, persino, dal post punk inglese, sin dal primo storico singolo "Nothing to Say", del gennaio del 1987. Attivi su molteplici fronti durante la storia artistica del gruppo (Kim Thayil nei Pigeonhed, ma gia' nel 1980 aveva inciso un singolo con i punk Identity Crisis, Matt Cameron nei Tone Dogs, Chris Cornell e Matt Cameron nei Temple of the Dog, Ben Sheperd ed ancora Matt Cameron negli Hater), i musicisti continuarono ad avere negli anni a venire un posto di rilievo nella scena americana, con Chris Cornell ovviamente solista ed anche negli Audioslave, e Cameron nei Pearl Jam.    
   
     
   
stampa