Rock Bottom records
Via de' Giraldi 16r
Firenze tel. 055245220
www.rockbottom.it
autore Everly brothers   Euro
18,00
titolo Collection  
supporto lp2 edizione originale          stereo  
anno 1957 stampa uk etichetta   castle communications   codice 249278

condizioni   [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent  

Prima stampa inglese, vinile doppio, copertina lucida apribile con barcode, label bianca con scritte nere e logo The Collector Series nero in alto, catalogo CCSLP139. Pubblicata nel 1986 dalla Castle Communications in Gran Bretagna, questa raccolta compila ventiquattro classici brani degli Everly Brothers, originariamente usciti su singoli ed album fra il 1957 ed il 1960, il primo periodo discografico del duo americano, quello su Cadence, che frutto' loro i primi hits e due acclamati lp. Mirabili esempi di fusione fra rock'n'roll, pop e radici country folk, che si sarebbero rivelati influenti sulla nuova musica popolare degli anni '60. Questa la scaletta: ''Problems'' (1958), ''When will I be loved'' (1960), ''This little girl of mine'' (1958), ''Be-bop-a-lula'' (1958), ''Leave my woman alone'' (1957), ''Roving gambler'' (1958), ''Lightning express'' (1958), ''Rockin' alone (in an old rocking chair)'' (1958), ''Like strangers'' (1960), ''Wake up little susie'' (1957), ''Devoted to you'' (1958), ''Bird dog'' (1958), ''Rip it up'' (1959), ''Brand new heartache'' (1958), ''Should we tell him'' (1958), ''Keep a knockin''' (1958), ''Put my little shoes away'' (1958), ''Kentucky'' (1958), ''Long time gone'' (1958), ''Down in the willow garden'' (1958), ''Take a message to mary'' (1959), ''Maybe tomorrow'' (1957), ''Since you broke my heart'' (1960), ''Let it be me'' (1960). Gli Everly Brothers furono una delle principali influenze, cosi' come i Crickets di Buddy Holly con cui condividevano un approccio solare ed una estrema attenzione per l'aspetto melodico della loro musica, di innumerevoli artisti e gruppi dei 60's, a partire dai Beatles, dagli Hollies o da Simon & Garfunkel, che ripresero dai fratelli Everly, soprattutto, l' innovativa capacita' di produrre delle splendide armonie vocali in cui le due parti vocali, apparentemente indissolubilmente legate, fossero in realta' anche autonome, ovvero egualmente importanti, senza alcuna distinzione tra canto e controcanto. Nati a Brownie nel Kentucky ed attivi fino dalla fine degli anni '40, insieme ai genitori, in un radioshow a Shenandoah, nello Iowa, Don e Phil Everly furono scoperti in seguito a Knoxville, nel Tennessee da Chet Atkins, vecchio amico di famiglia e rivelati ad un pubblico maggiore, grazie all'interessamento di Roy Acuff e di Wes Rose, da Archie Bleyer, promotore della musica country per la Cadence Records. La loro storia artistica sara' lunga e ricca di successi.    
   
     
   
stampa