Hai cercato:  immessi ultimi 30 giorni --- Titoli trovati: : 959
 
Pag.: oggetti:
 
ordina per
aiuto su ricerche
Pag.: oggetti:
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1988  great jones 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Prima stampa americana, copertina (con cut promozionale in basso a sinistra) lucida fronte retro con barcode, completa di cartolina con artwork in bianco e nero ''discover the curious wonders of 17 pygmies'', label custom, con distribuzione Island indicata in basso, catalogo GJ-6003. Pubblicato nel 1988 dalla Great Jones negli USA, il terzo album, successivo al mini "Hatikva" (1984) ed agli albums "Jedda By The Sea" (1984) e ''Captured in ice'' (1985) e precedente ''13 blackbirds'' (2007). ''Welcome'', lavoro ambizioso che contiene anche elementi di teatro al suo interno, segno' un marcato cambiamento nell' approccio dei 17 Pygmies che, abbandonati gli elementi piu' canonicamente post punk e rock, realizzarono un'opera complessa nella quale trovano spazio a detta della critica influssi di Kurt Weill e di musica klezmer, inseriti pero' in un contesto ammodernato ed in armonia con le suadenti ed atmosferiche sonorita' art rock del gruppo californiano; purtroppo i 17 Pygmies si sciolsero poco dopo questo terzo album, tornando in attivita' a quasi due decenni di distanza, nel nuovo millennio. Uno tra i piu' celebrati gruppi della magnifica scena "trance" di Los Angeles, i 17 Pygmies erano l'alter ego su un versante piu' onirico e sognante dei grandi Savage Republic: nacquero infatti per iniziativa di due Savage Republic: Jackson Del Ray (alias Philip Drucker) e Robert Loveless, in questo disco accompagnati tra gli altri da Greg Grunke e Bradley Laner (entrambi anche in piu' occasioni con i Savage Republic) o Fey Ruza (Food And Shelter), con alla voce in un brano Jack Brewer (Saccharine Trust, Jack Brewer Band) e soprattutto, in gran parte degli episodi, la suadente Louise Bialik, gia' con i Savage Republic nella magnifica "Andalusia" dell' album "Ceremonial" e nei White Glove Test. I 17 Pygmies esprimono la potenza delle suggestioni visionarie dei Savage Republic ma in una dimensione piu' onirica, con influenze mistiche ed orientaleggianti ancora piu' accentuate, suoni wave che si uniscono a personalissime visioni eteree che si abbandonano in sonorita' ombreggiate da una suadente psichedelia eighties. Dopo ''Jedda By The Sea'' (1984), la band pubblichera' nel 1985 il successivo album ''Captured In Ice'', poi altri lavori meno incisivi fino alla fine del decennio, tornando ad incidere degli apprezzatissimi lavori nel nuovo millennio.
Euro
26,00
codice 250376
scheda
A perfect circle Thirteenth step
lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2003  music on vinyl 
indie 2000
Ristampa in doppio lp in vinile 180 grammi per audiofili, con copertina apribile lucida pressocche' identica a quella della prima rara tiratura. Il secondo album, pubblicato nel settembre del 2003, a tre anni dal debutto "Mer De Noms". Gli A Perfect Circle nascono a Los Angeles nel 1996, su iniziativa di Billy Howerdel (collaboratore dei Tool, Nine Inch Nails, David Bowie, Smashing Pumpkins) dopo l'incontro con Maynard James Keenan (gi… frontman dei Tool). Quest'ultimo scopre alcune composizioni inedite dello stesso Howerdel e gli propone di realizzarle e inciderle. Da qui nasce il progetto A Perfect Circle, simile per intensit… e malinconia ai Tool, ma con una componente melodica in pi—. Ai due si uniscono il batterista Josh Freese (Vandals, Devo, Guns N' Roses), la bassista Paz Lenchantin e il chitarrista Troy van Leeuwen. La band prova insieme per parte del 1999, ma non annuncia la formazione della nuova band sino alla loro prima esibizione dal vivo, il 15 agosto del 1999, in occasione di un concerto benefico tenutosi al Viper Room di Los Angeles. Grazie anche al periodo di pausa forzata dai Tool del cantante Keenan, dovuto a problemi con la ex casa discografica, la band riesce a registrare i pezzi l' album di debutto. Mer de Noms. Pubblicato nel 2000 per la Virgin Records verra' premiato con il disco di platino per gli ottimi risultati di vendita, specialmente negli Usa. Il primo singolo estratto dall'album, Judith, presenta molte similitudini con i Tool, ma il resto dell'album si discosta nettamente da questa prima impressione. Dopo la pubblicazione del primo lavoro Paz Lenchantin e Troy van Leeuwen lasciano la band per andare a suonare rispettivamente negli Zwan la nuova band di Billy Corgan ex-Smashing Pumpkins e nei Queens of the Stone Age e saranno sostituiti da Jeordie White (noto anche come Twiggy Ramirez ex Marilyn Manson) e James Iha, gi… chitarrista degli Smashing Pumpkins. Tra le cuoriosita' segnaliamo che per distinguere le sue apparizioni con i Tool da quelle con gli A Perfect Circle, Maynard James Keenan usa con questi ultimi una lunga parrucca per tutte le apparizioni dal vivo, per i video musicali, set fotografici e tutte le occasioni ufficiali in cui si presenta come cantante degli A Perfect Circle. Con i Tool esibisce invece la sua veste normale, cioŠ con i capelli rasati.
Euro
34,00
codice 2105323
scheda
A place to bury strangers Fuzz club sessions
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2019  fuzz club 
indie 2000
edizione limitata in vinile verde trasparente, inner sleeve stondato, copertina ruvida. Lp (che gira a 45 giri) con sei brani live registrati in una sola take al Lovebuzz Studio di Londra il 18 settembre 2018 con versioni di brani tratti da albums ed un inedito "Chrome Shadow". trio di Brooklyn; sempre sull'asse post-punk, noise, shoegaze, con distorsioni, fuzz e riverberi (effetti fabbricati dalla band stessa) che aleggiano fra atmosfere claustrofobiche, spigolose, spesso abrasive, ma anche magnetiche, con partiture vocali piu' in primo piano rispetto al passato; i riferimenti e rimandi si dividono a turno fra Jesus and Mary Chain, Medicine e Joy Division, anche Sister of Mercy e Suicide. Terzetto formatosi a New York ad opera di Oliver Ackermann (ex Skywave), costruttore di congegni di distorsione per chitarre oltreche' musicista, gli A Place To Bury Strangers sono artefici di una rivisitazione di sonorita' anni '80, in cui si incrociano indie pop, shoegazer, post punk, noise e psichedelia, con echi di Cure, Joy Division, Jesus And Mary Chain, Loop e Ride. Il loro primo album eponimo esce nel 2007, seguito da " Exploding head" del 2009.
Euro
27,00
codice 2105015
scheda
A.a. williams Forever blue (ltd)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2020  bella union 
indie 2000
edizione limitata in vinile argento, adesivo su cellophane, copertina apribile. Il disco di debutto della cantante Alex Williams, che qui suona anche chitarra, piano e violoncello. Disco dalle tinte scure e sperimentali con la voce di A.A. Williams che si stratifica su basi tra post rock e new wave con richiami ai Birthday party. A.A. Williams è una cantautrice di stanza a Londra, di formazione classica , suona violoncello e pianoforte, che utilizza per il suo stile personale di musica dalle tinte gotiche capace di fondere influenze rock e metal in uno stile molto personale che l'artista ha ironicamente definito "deaht gospel". Ha pubblicato un ep nel 2018 e l'album di debutto "forever blue" nel 2020.
Euro
29,00
codice 2105535
scheda
Aa.vv. (billy bragg, paul weller, moonflowers, heavenly...) Revolution no. 9 (a tribute to the beatles in aid of cambodia)
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1991  pax 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Good punk new wave
Copia con alcuni segni di usura sulla copertina, prima stampa inglese, copertina semilucida con barcode 5018615300915, inner sleeve con artwork, note e sagomatura sul lato di apertura, label bianca e grigia con scritte nere, logo Pax Records bianco e nero in alto, catalogo PGLP09, scritte "artists 16 john pilchard o" e "transfermation" incise sul trail off del lato A. Pubblicata nel 1991 dalla Pax nel Regno Unito, questa compilation fu realizzata a scopo benefico, per finanziare un programma di aiuto Oxfam alla Cambogia. Vi parteciparono alcuni dei principali protagonisti della scena pop e rock britannica a cavallo fra gli anni '80 e '90, molti dei quali con brani altrimenti inediti (alcuni invece sarebbero stati pubblicati su singoli o lp di lì a poco, o riapparsi anni dopo su antologie). Il concetto dell'album è la proposta in parte di covers dei Beatles, in parte di brani ricollegabili al microcosmo dei Fab Four, ma tutti proposti con un approccio personale da parte degli artisti coinvolti, molto diversi fra loro, da Billy Bragg (qui con un pezzo molto rock'n'roll) a Paul Weller, dagli Heavenly all'enigmatico Frank Sidebottom. Questa la scaletta: Billy Bragg, "Revolution" (poi sull'ep "Accident waiting to happen" del 1992); Pooh Sticks, "True life hero" (poi sul 12" "The world is turning on" del 1992); Driscolls, "She said she said"; The Family Cat, "Across the universe" (poi sul 12" "Steamroller" del 1992); Senseless Things, "I must be in love"; The Moonflowers, "Norwegian wood" (poi sul 12" "A covers EP" del 1992); John Otway, "I am the walrus" (poi sull'album "Under the covers and over the top" del 1992); Loves Young Nightmare, "All too much" (dal 12" "All too much" del 1991); Paul Weller, "Don't let me down" (rimasta a lungo inedita, poi nella raccolta "Fly On The Wall (B Sides & Rarities)" del 2003; The Anyways, "If I needed someone" (dalla cassetta "Love, lies and levitation" del 1991); Heavenly, "It won't be long"; Mega City Four, "A hard days nigh"; Frank Sidebottom, "Flying"; Brilliant Corners, "Drive my car"; The Family, "I'm only sleeping"; Beatle Hans & the Paisley Perverts, "Rain" (dall'album "It's beatle hans" del 1991).
Euro
10,00
codice 333689
scheda
Aa.vv. (blues) Strange Gods Are Coming (The Blues Roots Of The Doors)
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1956  Rock 'n' Blues 
blues rnr coun
copertina lucida, etichetta in bianco e nero con logo rosso e azzurro in alto, catalogo RNBLP505. Pubblicato nel 2015, questo album contiene quattordici brani, altrettante versioni originali di brani interpretati dai Doors nel corso della loro storia, un fantastico viaggio attraverso le fonti ispirative piu' primordiali della musica della grande band di Los Angeles, in linea di massima blues e r'n'b (con la nobilissima intrusione di una "Alabama Song" di Bertolt Brecht e Kurt Weill interpretata da Lotte Lenya). Questa la lista completa dei brani contenuti: A1 Howlin' Wolf – Back Door Man A2 Slim Harpo – I'm A King Bee A3 Muddy Waters – Mannish Boy A4 Bo Diddley – Who Do You Love ? A5 Muddy Waters – Don't Go No Farther A6 Jimmy Reed – Going To New York A7 Muddy Waters – Close To You B1 John Lee Hooker – Crawling King Snake B2 Muddy Waters – Rock Me B3 Barrett Strong – Money (That's What I Want) B4 Richard Berry – Louie, Louie B5 Muddy Waters – Baby, Please Don't Go B6 Howlin' Wolf – Little Red Rooster B7 Lotte Lenya – Alabama Song.
Euro
17,00
codice 3027341
scheda
Aa.vv. (garage usa) Teen jangler blowout! (cool teen clang n' jangle lowdown!)
Lp [edizione] originale  mono  usa  1965  teenage shutdown 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
L' originale stampa americana, copertina con barcode 633637660912 e con note sul retro, che proseguono poi sull'inserto formato A4 ancora allegato, label blu/grigiastro con disegno di ragazzo con palla al piede al centro, catalogo TS6609. Pubblicato nel dicembre del 1998 negli USA, il nono volume della eccellente serie di antologie "Teenage Shutdown", in tutto quindici lp usciti fra il 1998 ed il 2000, curati da Tim Warren della Crypt Records e "Mop Top" Mike Markesich: la serie è caratterizzata per le ottime e dettagliate note biografiche ed introduttive, e per l'apprezzata qualità sonora. E' una serie di compilations che scava a fondo nel foltissimo sottobosco del garage rock americano brulicante intorno a metà anni '60, con una miriade di gruppi che pubblicarono magari solo uno o pochi singoli; come spiegato sulle stesse note di retro copertina, le versioni qui ascoltate sono state registrate direttamente dai 45 giri originali suonati con un impianto ed una puntina mono di alta qualità. In questo nono capitolo della serie ascoltiamo diciassette brani, di scatenato garage punk e r'n'b irruvidito, iniziando con il groove incalzante fra beat e r'n'b di "I'll be in" dei The Answer, da Berkeley, California, poi trasformatisi nei Drongos; il trascinante e pulsante sound dominato da un fantastico organetto dei Jackson Investment Co. (da Lakeland, Florida), fra British invasion e ? & the Mysterians; l'ossessiva "Just won't leave" dei Mad Hatters, da Stamford, Connecticut, risposta eastcoastiana alle innovazioni dei losangelini Seeds; Questa la scaletta: The Answer, "I'll be in" (11/65); The Burgundy Runn, "Stop!" (2/67); Jack and the Beanstalks, "So many times" (5/67); The Jackson Investment Co., "Not this time" (11/67); The Kings Ransom, "Just won't leave" (1966); The Mad Hatters, "Just won't leave" (4/66); The Ju Ju's, "I'm really sorry" (10/66); The Fortune Seekers, "Why I cry" (9/66); The Bees, "Trip to new orleans" (10/66); The Sleepers, "I want a love" (1966); Young Aristocracy, "Don't lie" (2/67); Sir Michael and the Sounds, "Can you" (5/67); Warden and his Fugitives, "The world ain't changed" (8/65); The Jackson Investment Co., "What can I do" (11/67); The Zone 5, "I cannot lie" (3/68); Disillusioned Younger Generation, "Who do you think you're fooling" (1967); The Fab Four, "I'm always doing something wrong" (9/66).
Euro
26,00
codice 333711
scheda
Aa.vv. (garage usa) World ain't round, it's square! (17 paint-peeling garage-punk monsters!!!)
Lp [edizione] originale  mono  usa  1965  teenage shutdown 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
L' originale stampa americana, copertina lucida fronte retro con barcode 633637661018 e con note sul retro, che proseguono poi sull'inserto formato A4 ancora allegato, stampato su entrambi i lati, label gialla con disegno di ragazzo con palla al piede al centro, catalogo TS6610. Pubblicato nel dicembre del 1998 negli USA, il decimo volume della eccellente serie di antologie "Teenage Shutdown", in tutto quindici lp usciti fra il 1998 ed il 2000, curati da Tim Warren della Crypt Records e "Mop Top" Mike Markesich: la serie è caratterizzata per le ottime e dettagliate note biografiche ed introduttive, e per l'apprezzata qualità sonora. E' una serie di compilations che scava a fondo nel foltissimo sottobosco del garage rock americano brulicante intorno a metà anni '60, con una miriade di gruppi che pubblicarono magari solo uno o pochi singoli; come spiegato sulle stesse note di retro copertina, le versioni qui ascoltate sono state registrate direttamente dai 45 giri originali suonati con un impianto ed una puntina mono di alta qualità. In questo decimo capitolo della serie ascoltiamo diciassette brani, di scatenato garage punk e r'n'b irruvidito, che inizia in maniera esplosiva con l'assalto di chitarra fuzz ed organo sostenuto da una sezione ritmica aggressiva e punkeggiante di "I've been thinking" di Paul Bearer & the Hearsemen, da Albany, Oregon (non a caso una band del Nord Ovest degli USA); seguono a ruota gli Shepherd's Heard, dall'Ohio, meno ruvidi nelle melodie ma con un cantante altrettanto selvaggio ed una batteria altrettanto pestona e punk; il cantato da quintessenziale ragazzino cattivo della fantastica "Hate" dei texani Stoics, grande garage punk; lo sgolato r'n'b punkeggiante con organetto alla Seeds / Mysterians di Larry & the Blue Notes, da Fort Worth, Texas; la sgolata e stonata title track, opera dei Savages (appropriatamente battezzati tali...). Un volume fra i più aggressivi e "punk" dell'intera serie Teenage Shutdown! Questa la scaletta: Paul Bearer & the Hearsemen, "I've been thinking" (6/66); Shepherd's Heard, "I know" (5/66); The Stoics, "Hate" (1/67); Larry & the Blue Notes, "In and out" (7/66); The Nomads, "From zero down" (4/67); The Triumphs, "Lovin' cup" (5/67); The Oxfords, "I ain't done wrong" (6/66); The Deepest Blue, "Pretty little thing" (8/66); The Heathens, "Problems" (1967); The Chessmen, "I need you there" (10/65); The Bards, "Alibis" (1966); Dr. Spec's Optical Illusion, "She's the one" (8/67); The Sound Barrier, "Hey hey" (4/67); The Mods, "I give you an inch" (1966); The Savages, "The world ain't round it's square" (3/66); The Wrong Numbers, "I'm gonna go now" (6/67); Destiny's Children, "Fall of the queen" (5/66).
Euro
26,00
codice 333712
scheda
lp [edizione] originale  stereo  uk  1981  albion 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
l' originale stampa inglese della bella raccolta pubblicata dalla Albion nel 1981, copertina lucida senza barcode, etichetta bianca e rosa, catalogo SHAKE1. Contiene 13 brani perlopiu' provenienti da rari singoli ed eps. Ecco la lista completa dei brani contenuti: PETER HOLSAPPLE (ex Rittenhouse Square, Little Diesel e impegnato anche con i DB's) "Big Black Truck" e "Death Garage" (da un ep uscito per la Car Records nel 1978); MITCH EASTER (ex Rittenhouse Square, Little Diesel, Sneakers, poi leader dei Let's Active) "Prying Eyes" e "Law Of Avageres" (assolutamente inedite, deliziosamente marchiate dall' attitudine psych-pop di Easter); gli immensi NEON BOYS con "That's All I Know Right Now" e "Love Comes In Spurts", due brani incisi NEL 1973 (!!!), pubblicati nel 1980 su un raro 7", dal leggendario gruppo di New York, presto divenuti TELEVISION, per qualche tempo con ancora Richard Hell in formazione. 2 gioielli di grezzissimo garage punk che non si capisce se rubati a "Nuggetts" o al "Live at Gbgb' s", di valore storico e musicale immenso; DB's "Black And White" (ecco il gruppo di Holsapple, con un brano dal primo album "Stand for decibels", del 1981); COSMOPOLITANS "Husband Happy" e "Wild Moose Party" (due dei tre frizzanti ed irresistibili episodi di folle power pop dall' unico 7"ep del 1980 della estemporanea band con due cantanti femminili, e con Mitch Easter "regista" dell' operazione); RANDY GUN "I Do" e "I Apologize" (due brani altrimenti inediti dell' ex Necessaries, ottimo power pop con venature glam); RICHARD HELL & THE VOIDOIDS chiude splendidamente la raccolta con "Don't Die" e "Time", due episodi noti ai possessori del raro singolo accreditato a Richard Hell ed i Neon Boys, gia' citato, la prima grezzamente e favolosamente punk, la seconda indimenticabile e commovente ballata poi riregistrata per il secondo album "Destiny Street" (e coverizzata anni dopo dai Minutemen).
Euro
28,00
codice 216782
scheda
Aa.vv. (punk new wave) Great complotto pordenone
Lp [edizione] nuovo  stereo  ita  1980  spittle/goodfellas 
punk new wave
ristampa pressocche' identica alla prima molto rara tiratura, corredata di inner sleeve. Pubblicata nel 1980 dalla Italian Records Service, questa compilation e' una delle piu' affascinanti e rare raccolte che testimoniano la fervente attivita' artistica che stava nascendo in Italia alla fine degli anni settanta: diciotto brani che rappresentano un caleidoscopio di band portavoci della nascente scena post punk e new wave con un suono in linea con gli sviluppi della scena internazionale composto da minimale rock, elettronica e sperimentazione, spesso con riferimenti a gruppi quali Devo, Pere Ubu ed anche ai californiani Chrome. Purtroppo quasi nessuna di queste realta' ha poi prodotto alcunche'. I gruppi inclusi nella raccolta sono Mess, Fhedolts, Sexy Angels, Andy Warhol Banana Technicolor, Mind Invaders, Cancer, Musique Mecanique, Tampax/Hitlerss, W.K.W., Little Chemists e Waalt Diisneey Prod. Tra il 1977 ed il 1985 Pordenone e' stato centro e simbolo di un forte movimento culturale antagonista, denominato Great Complotto: il luogo ''immaginario'' in cui questo movimento non solo musicale si manifesta e' lo Stato di Naon (dal nome latino di Pordenone, Portum Naonis), e lo Stato di Naon non e' altro che la proiezione dello stato d'animo che animava una parte della nuova generazione pordenonese, una nuova ondata che pensava se' stessa come una controparte creativa, moderna e misteriosa di una cittadina borghese, immobile ed ammuffita. Questa la scaletta: Mess, ''Paraguay''; Fhedolts, ''Stimolation''; Sexy Angels, ''Atoms for energy''; Andy Warhol Banana Technicolor, ''I'm in love with my computer''; Mind Invaders, ''Individual therapy''; Cancer, ''000010'', ''000001''; Musique Mechanique, ''Atoms for energy'', ''Good ideas must not fall in the hands of the enemy''; Tampax/Hitlers SS, ''London cartoon concert''; Fhedolts, ''Herating''; Andy Warhol Banana Technicolor, ''The future''; Mess, ''Foolish girls''; WKW, ''Wyatt earp''; Sexy Angels, ''La beat''; Little Chemists, ''FE2CRO''; Waalt Diisney Production, ''Chips dore' (IDY)'', ''(I need) Action''.
Euro
16,00
codice 2105533
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) Brown acid: the tenth trip - vol. 10
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1969  ridingeasy 
rock 60-70
Versione in vinile nero, etichetta custom. Pubblicato nell' aprile 2020, questo e' il decimo volume della serie di compilation ''Brown acid - Heavy Rock From the Underground Comedown'' edite dalla label californiana Ridingeasy, con lo scopo di riportare all'attenzione del pubblico una serie di rari brani e di misconosciuti gruppi dell' underground post psichedelico e hard rock perlopiu' americano fra la fine degli anni '60 e quella degli anni '70. Brani tratti da rarissimi singoli, spesso autoprodotti e venduti per lo piu' in poche centinaia di esemplari. Svanito il sogno psichedelico e pacifista a fine decennio, con l'avvento delle droghe pesanti, la tragedia di Altamont ed il persistere dell'atroce conflitto vietnamita, il rock si fece piu' duro e tormentato, sostituendo le melodie folk rock e le visionarie invenzioni psichedeliche con la potenza e l'aggressivita' dell' hard rock e del protopunk, che influenzarono a loro volta una generazione di musicisti destinati a restare misconosciuti o ricordati solo a livello locale, ma capaci comunque di dare poche prove di selvaggia creativita' all'insegna di una crudezza figlia del garage di poco precedente e dei seminali primi lavori dei Blue Cheer e precorritrice del punk, almeno nello spirito, che fruttarono dirompenti, sporchi e cattivi hard rockers stradaioli; questa la scaletta di questo decimo volume: Sounds Synonymous “Tensions” da Flint, Michigan, dall' unico singolo del 1969 / Ralph Williams and the Wright Brothers “Never Again” da Yreka, California, dall' unico singolo del 1972 / Conception “Babylon” da Louisville, Kentucky, cover del brano dei Blue Cheer, dall' unico singolo del 1969 / Bitter Creek “Plastic Thunder” da Atlanta, Georgia, dall' unico singolo del 1970 / Rubber Memory “All Together” da New Orleans, Louisiana, dall' unico album "Welcome" del 1970 / First State Bank “Mr. Sun” da Dallas, Texas, dal primo di tre singoli, 1970 / Brothers and One “Hard On Me” da New Waterford, Cape Breton, Nova Scotia, dall' unico singolo, uscito nel 1974 dopo un album del 1973 / Frozen Sun “Electric Soul” da Tuscon, Arizona, dal secondo ed ultimo singolo, 1969 / Brood “The Roach” da Birmingham, Alabama, dall' unico singolo del 1969 / Tabernash “Head Collect” basati a Iowa City, Iowa, ma provenienti da Westminster, Colorado, nati dalle ceneri dei Contents Are, dall' unico singolo del 1969.
Euro
24,00
codice 2105248
scheda
Lp [edizione] seconda stampa  stereo  usa  1979  posh boy 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Seconda rara stampa americana del 1986, copertina lucida senza barcode, pressoche' identica alla prima tiratura (ad eccezione di 500 copie promozionali che furono accompagnate da una copertina fatta a mano), label gialla su di una facciata e blu sull'altra, con "small ring" (a differenza della pirma tiratura), catalogo PBS102, vinile che se posto in controluce assume una colorazione ambrata. La splendida e storica raccolta uscita nel 1979, una delle testimonianze fondamentali di tutto il punk rock californiano, ed in particolare della all' epoca nascente scena "beach punk" dell' Orange County, cratterizzata da una forte impronta melodica non priva di influenze 60's ed ovviamente Ramones, unitamente ad una velocita' di esecuzione talora prossima all' hardcore. Contine 15 brani imperdibili, ovvero cinque a testa altrimenti irreperibili su album (ne' in molti casi su singolo) per gli irresistibilmente melodici SIMPLETONES, legati ad altre formazioni storiche come Negative Trend, Klan, Chiefs e Stepmothers ("Kristy Q" / "I have a date" / "Tiger Beat Twist" / "Don't bother me" / "California", quest' ultima nello stesso anno facciata A del loro unico singolo), i folli CROWD (la magnifica "Modern Machine" / "New Crew" / l' inno "Suzy is a Surf Rocker" / l' irresistibile "Living in Madrid" / "Trix are for the Kids"), autori un anno dopo dell' album "A World Apart" e vicini per certi aspetti ai migliori Dickies, ed infine l' ex F-Word RIK L RIK, in cinque brani registrati in realta' con i Negative Trend, durante la sua permanenza in quella grande band, tra cui nuove magnifiche versioni di tre brani del loro unico ep ("Black and red" / "Meathouse" / "I got power" / "Mercenaries" / "Atomic Lawn"), ovvero Iggy & the Stooges in cella di isolamento e sotto sedativo, pura violenza repressa ed autodistruttiva; due di questi brani furono pubblicati su singolo dalla stessa Posh Boy nel 1980, poi dopo un secondo singolo a proprio nome nel 1982 Rik L Rik purtroppo scomparve dalle scene, dopo qualche tempo un album inedito registrato all' inizio degli anni '80 ne rinverdi' la leggenda. Ricomparira' negli anni '90, e sara' con Slaves (autori di un lp nel 1990) ed Electric Frankenstein alla fine del decennio. Morira' purtroppo di cancro il 30 giugno 1990.
Euro
26,00
codice 250374
scheda
Aa.vv. (soundtracks) Return of the living dead ost (+ bonus tracks)
Lp [edizione] nuovo  stereo  jap  1985  happy star sounds 
soundtracks
Ristampa del 2020 ad opera della giapponese Happy Star Sounds, con copertina che riproduce lo artwork della fantomatica stampa malese (!) e con sedici brani, sei in più rispetto alla prima tiratura, che facevano parte della colonna sonora ma che furono lasciati fuori dall'album originario (vedi scaletta più in basso). Pubblicata nel 1985 dalla Big Beat nel Regno Unito e dalla Enigma negli USA, questa è la colonna sonora del film di culto "Return of the living dead" del 1985, una commedia horror a tema zombi e punk diretta da Dan O'Bannon (stimato sceneggiatore di cinema fantascientifico), dalla quale sarebbero scaturiti ben quattro sequel. La notevolissima colonna sonora include brani di Damned, Cramps, Roky Erickson, 45 Grave, T.S.O.L. e Flesh Eaters, fra gli altri, e contribuisce con il suo sound fra punk rock, psychobilly e post punk a rendere questo film un cult nel suo genere, che peraltro introdusse alcune novità nella caratterizzazione cinematografica degli zombi. Questa la scaletta della versione espansa del 2020 su Happy Star Sounds: SIDE 1: 1. T.S.O.L. - Nothing For You 2. Matt Clifford - Trioxin Sequence 1 3. Interlude: Luigi Boccherini - Minuet For String Quartet/Ludwig von Beethoven - Bagatelle In A Minor 4. The Damned - Dead Beat Dance 5. Straw Dogs - Young, Fast Iranians 6. The Flesh Eaters - Eyes Without A Face 7. SSQ - Tonight (We Make Love Until We Die) 8. 45 Grave - Partytime (Single Version) SIDE 2: 1. Interlude: Norbert Schultze - Panzer Rollen In Afrika Vor 2. Matt Clifford - Trioxin Sequence 2 3. Tall Boys - Take A Walk 4. The Cramps - Surfin' Dead 5. SSQ - Trash's Theme 6. Matt Clifford - Trioxin Sequence 3 7. Roky Erickson - Burn The Flames 8. 45 Grave - Partytime (Zombie Version).
Euro
22,00
codice 3513837
scheda
Abstract orchestra Madvillain vol. 2
Lp [edizione] nuovo  stereo  uk  2019  ata 
hip-hop
Label custom rossa e verde con scritte bianche, logo ATA nero ed a colori in alto, catalogo ATA013. Pubblicato nel maggio del 2019 dalla ATA, il terzo album, successivo a "Madvillain vol. 1" (2018). La seconda parte del progetto su Madvillain del gruppo inglese è stata incisa in uno studio di Leeds che impiega apparecchiature analogiche vintage e registra la sua prova dal vivo in studio, ma fa anche un importante uso di tecniche di campionamento, costruendo le proprie interpretazioni di brani del progetto hip hop Madvillain, animato nel primo decennio del XXI secolo da Madlib e MF Doom: l'approccio della Abstract Orchestra fonde jazz per big band ammodernato alle contaminazioni elettriche della fusion, funk sinuoso e rilassato, riferimenti al mondo delle colonne sonore ed hip hop strumentale, strumenti tradizionali suonati e campionamenti. Ne scaturisce una musica assai più elegante e raffinata rispetto agli standard delle basi strumentali dello hip hop, caratterizzata anche da indubbi richiami a sonorità d'altri tempi. Gli Abstract Orchestra sono un gruppo hip hop britannico proveniente da Leeds e guidato da Rob Mitchell, sassofonista degli Haggis Horns; il gruppo, che include esperti strumentisti della scena jazz del Nord dell'Inghilterra, e nella cui musica è evidente appunto anche l'ispirazione del jazz, prende spunto dalle performances dal vivo di The Roots con Jay-Z e dagli arrangiamenti orchestrali della musica di J Dilla firmati da Miguel-Atwood Ferguson. Il gruppo fonde hip hop, jazz, easy listening orchestrale dai toni cinematici e narcotici, arrangiamenti tradizionali e loops, in un amalgama fluido ed avvolgente. Pubblicano nel 2017 il loro primo lp "Dilla", seguito da "Madvillain vol. 1" (2018) e "Madvillain vol 2" (2019), quindi dalla collaborazione con Slum Village "Fantastic 2020" (2020).
Euro
32,00
codice 3513875
scheda
Ac/Dc Dirty deeds done dirt cheap
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1976  columbia 
rock 60-70
Ristampa pressoche' identica alla prima tiratura del 1976, in vinile 180 g, corredata di inner sleeve a colori con note e foto esclusive, non presenti sull'originale, etichetta nera con scritte bianche e logo "AC/DC" in rosso. Il terzo album uscito originariamente su albert nel 1976 in australia, pubblicato dopo "tnt" e prima di "let there be rock", non entrato nelle classifiche australiane e rimasto inedito in usa fino all'uscita di questa edizione nell'aprile del 1981. composto e suonato da bon scott, angus young, malcom young, mark evans, phil rudd, e' l'ultimo dei lavori del primo periodo, quello antecedente al grande successo internazionale, considerato il loro lavoro piu' duro, fu con questo che grazie al tour inglese del 1976 il gruppo ottenne la popolarita' in europa. contiene rispetto alla stampa australiana i brani ''rocker'' studio version e ''problem child'' . Formatisi a Sidney in Australia, gli AC/DC sono uno dei piu' popolari ed influenti gruppi della storia del rock duro. Artefici di un brutale hard rock guidato dagli assalti chitarristici dei fratelli Angus e Malcolm Young, che abbina potenza e divertimento con un'attitudine selvaggia tipica di molto rock australiano, gli AC/DC esordiscono su lp in Australia con ''High voltage'' e ''T.N.T.'' nel 1975, poi compilati in parte nell'album d'esordio internazionale, anch'esso intitolato ''High voltage'' (1976). Seguono lp storici come ''Dirty deeds done dirty cheap'' (1976), ''Let there be rock'' (1977) e ''Highway to hell'' (1979), che fanno entrare il gruppo nella leggenda. La loro popolarita' resta ovviamente alta nei due decenni successivi, anche grazie agli infiammati live show del gruppo, guidati dall'istrionico Angus Young.
Euro
27,00
codice 2105118
scheda
Adderley cannonball somethin' else (+1 track - colored vinyl)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1958  waxtime in color 
jazz
ristampa in vinile 180 grammi, edizione limitata in vinile colorato, rimasterizzata con sistema DMM (Direct Metal Mastering), copertina pressoche' identica sul fronte a quella della prima rara tiratura, con note supplementari sul retro e con una traccia aggiunta, "Allison's Uncle", proveniente dalle stesse sessions dell' album. Il celebre album pubblicato dalla Blue Note nel 1958, inciso nel Rudy Van Gelder Studio di Hackensack, New Jersey, il 9 marzo del 1958 con formazione a cinque composta da Cannonball Adderley (sax alto), Miles Davis (tromba), Hank Jones (pianoforte), Sam Jones (contrabbasso) e Art Blakey (batteria). Julian "Cannonbal" Adderley, uno dei massimi interpreti del sassofono alto, si uni' al gruppo di Miles Davis verso la fine del 1957, dando il suo prezioso contributo a dischi storici come "Milestones" (1958) e "Kind of Blue" (1959), e vedendo ricambiato il contributo in questo album, considerato uno dei massimi capolavori di Adderley, realizzato con una formazione a dir poco stellare, in cui l'eleganza della tromba di Davis e del pianoforte di Jones si integrano magistralmente con il soave sax di Cannoball. La scaletta comprende cinque brani, "Autumn leaves", "Love for sale", "Somethin' else", "One for daddy-o" e "Dancing in the dark".
Euro
17,00
codice 3027404
scheda
Adele 30 (Ltd clear)
Lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2021  columbia 
indie 2000
edizione limitata in vinile doppio trasparetne, adesivo su cellophane. Il nuovo album, il quarto, a distanza di sei anni dal precedente "25" per la popstar internazionale. prodotto da Adele stessa insieme ai suoi storici collaboratori Greg Kurstin, Max Martin, Shellback e Tobias Jesso Jr, ai quali si sono aggiunti Inflo e Ludwig Göransson. In un brano compare il jazzista Erroll Garner. Cantante londinese nata nel 1988, Adele fu indicata dalla stampa inglese come la prossima Amy Winehouse quando nel 2007 comincio' ad emergere dalla scena pop britannica; sebbene entrambe le cantanti avessero solide basi soul, blues ed anche jazz e pop, Adele possiede un proprio distinto stile, espresso con una bella voce da contralto, influenzato da Roberta Flack e da Suzanne Vega come da Jill Scott, e contenente anche elementi folk e cantautorali. Il suo talento, sia interpretativo che compositivo, frutta gia' dal primo album ''19'' (2008) grandi consensi di critica e di pubblico sia in patria che negli Stati Uniti, ampliati con i successivi ''21'' (2011) e ''25'' (2015), entrambi giunti in vetta alle classifiche di mezzo mondo, inclusa quella USA.
Euro
43,00
codice 2105503
scheda
Adolescents brats in battalions
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1987  triple x / nickel and dime 
punk new wave
ristampa in vinile colorato, copertina pressoche' identica alla davvero rara prima tiratura uscita nel 1987 su S.O.S. Records (etichetta subito dopo la pubblicazione di questo disco andata in bancarotta), del secondo eccellente album della band di Orange Country, California, uscito a distanza di circa sei anni dallo storico primo "Adolescents" (uno dei massimi capolavori non solo dell'hardcore statunitense, ma di tutta la storia del punk rock!). Registrato con una line up che accanto ai soliti Rikk Agnew, Steve Soto e Tony Montana vede adesso impegnati Sandy Hanson ed Alfie Agnew, questo disco riusci' nell' intento di non far rimpiangere il suo straordinario predecessore, e sebbene certo non ne eguagli la bellezza ne' la grandissima importanza storica, contiene 13 episodi notevolissimi, tra cui nuove versioni delle tre tracce dell' ep "Welcome to Reality" pubblicato qualche tempo dopo l' album d'esordio nel 1981: davvero impagabile il piacere di risentire "Welcome to reality", "Losing battle" e "Things start moving" finalmente suonate con Rikk Agnew alla chitarra, uscito dal gruppo all' epoca della registrazione di quell' ep. Tutto l' album si mantiene comunque su elevatissimi livelli, come al solito diviso tra episodi brevi e serratissimi, "anthems" che mettono insieme la ferocia dell'hardcore e una personalissima vena "melodica" ed episodi atipici che esaltano le doti di Rikk Agnew (gia' in una delle primissime line up dei Social Distortion, poi autore dopo l' album d'esordio degli Adolescents di un bellissimo album solista, con i Christian Death dell'immenso "Only Theatre of Pain" e con i D.I.). E tra i brani, versioni adrenaliniche di "House of the Rising Sun" e "I Got A Right". Solo un anno dopo questo album la band pubblico' il meno aggressivo "Balboa Fun Zone", ricomparendo saltuariamente anche negli anni a venire.
Euro
26,00
codice 2105016
scheda
African music machine black water gold
lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1972  soul power 
soul funky disco
ristampa pressocche' identica alla prima rara tiratura, copertina apribile, senza codice a barre, etichetta verde con scritte e logo neri, pubblicato per la prima volta nel 2001 questo disco finalmente da' la possibilita di ascoltare le incisioni del gruppo di colore della Louisiana basato a New Orleans, tutti gli otto brani contenuti nei loro unici quattro singoli pubblicati tra il 1972 ed il 1973 e da molti anni rarissimi e costosi, preda dei piu' accaniti collezionisti di funk music. Guidato dal bassista Louis Villory, che scrive o coscrive tutti gli otto brani presenti sul disco, il gruppo era quello che spesso l' etichetta Paula ed alcuni artisti locali utilizzavano per le loro incisioni, lo stesso che contribui' alla riuscita di un piccolo capolavoro come l' album "Free" di Fontella Bass, nel 1972; proprio in quel periodo decisero di uscire allo scoperto con una propria ragione sociale, che raggruppava otto elementi, ed ebbero la possibilita' di incidere una manciata di singoli per l' etichetta Soul Power di Bobby Patterson, produttore e cantante che gia' si era avvalso dei loro servigi, mentre purtroppo un progettato album non vide mai la luce. La trascinante "Black Water Gold" (primo singolo e piccolo hit regionale), il funky soul di "Mr.Brown", "A Girl in France" (curiosa con le sue influenze esotiche), "The Dapp" (sarebbe stata perfetta per un film di blaxpoitation), la divertente "Never Name a Baby (Before It's Born)", la potente "Tropical", la rilassata e vagamente lounge "Making Nassau Fruit Drink" e la interessante "Camel Time", arricchita da una brillante chitarra psichedelica, episodi in gran parte strumentali, rivelano un gruppo di grande qualita' strumentale, dove la sezione ritmica (arricchita dalla presenza di un percussionista) non ha nulla da invidiare a quella dei piu' importanti gruppi funky di quegli anni, i fiati (sax, tromba e qua' e la un flauto) funzionano a meraviglia, cosi' come la chitarra, sovente con il pedale sul "wah wah", ed i frequenti interventi dell' organo. Spinto dall' interesse crescente dei collezionisti, Villery ha recentemente riformato il gruppo, realizzando un riuscito album con una formazione rinnovata.
Euro
19,00
codice 2105017
scheda
Afx (aphex twin) Orphaned deejay selek 2006-2008
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2015  warp 
indie 2000
copertina die-cut con parti lucide ed interno viola, inner sleeve viola, etichetta custom. Collezione, rivisitata dallo stesso Richard d. James (Aphex twin) di brani usciti sotto il moniker Afx, dove viene accentuato il lato più percussivo-acido del grande artista techno. Genio dell'elettronica, Richard D. James aka Aphex Twin, irlandese di Limerick, inizia giovanissimo a comporre musica elettronica (a 14 anni) in solitudine, in Cornovaglia dove vive. La sua musica è sempre stata caratterizzata da esperimenti a cavallo tra la noise elettronica, la dance e l'ambient. I suoi singoli sono spesso accompagnati da video provocatori. Inizia ad incidere nel '91 dopo l'abbandono dell'amico Tom Middleton dell' iniziale progetto Aphex Twins; elimina il plurale ed incide il singolo "Analogue Bubblebath" (Mighty Force). Nel 1992 firma per l'etichetta belga R&S e pubblica il singolo "Digeridoo". Poi esce il suo primo e celebre album "Selected Ambient Works 85-92", una raccolta di materiali registrati a partire dall'adolescenza che mostra il precoce talento del musicista, fanatico della tecnologia che ama modificare strumenti elettronici per ottenere sonorita' inedite. L'album, che appartiene al filone allora nascente della "intelligence techno", costituisce il piu' valido esempio della sua musica ed uno dei migliori esempi di elettronica d'ascolto. In seguito James darà luogo a varii progetti con nomi diversi (AFX, Caustic Window, Poligon Window...) e, influenzato dal minimalismo e dalla "ambient music" incidera' nel '94 l'album dal titolo "Selected Ambient Works vol.2", che sara' di ispirazione per tutta l'elettronica isolazionista. Nel '95, dopo l'antologico "Classics" e l'eclettico "I Care Because You Do", si dedica alla raccolta di materiale registrato negli anni precedenti, destreggiandosi tra "industrial", "trip hop" e "pop"; inoltre e' da ricordare che Philip Glass remixera' il brano "Icct Hedral", contenuto nel singolo "Donkey Rhubarb. Nel '96 esce l'album "Richard D. James" che sperimenta inedite soluzioni ritmiche e pop, inglobando anche elementi tipici del classicismo e dell'avanguardia (Satie). Poi, tra il '97 ed il '99, soprattutto grazie all'ep "Come To Daddy" riscuote diversi consensi grazie anche al video del brano, opera di un giovane Chris Cunningham. Senza alcun dubbio uno dei musicisti piu' influenti della scena elettronica contemporanea.
Euro
18,00
codice 2105152
scheda
Ahora mazda Ahora mazda
lp [edizione] ristampa  stereo  eu  1970  pseudonym 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Ormai rara Ristampa del 1999 in vinile pesante, limitata in 500 copie, copertina senza barcode, pressoche' identica a quella della prima molto rarar tiratura, etichetta custom, catalogo VP99.004. Pubblicato nel maggio del 1970 dalla Catfish in Olanda, e' l'unico album del leggendario gruppo olandese, considerato dalla critica internazionale come uno dei lavori piu' interessanti usciti nell'Europa continentale negli anni '70, un pezzo classico dell' underground, frutto di un mix straordinario di psichedelia, progressive, sperimentazione, con tocchi orientali e imponente utilizzo di flauto, la loro e' una musica che unisce Barret a Frank Zappa passando per il Group 1850 di ''Agemo's trip to mother earth''; le voci sono spesso trattate attraverso l'organo Leslie, il lavoro e' un assoluto masterpiece senza compromessi, ed e' stato definito come ''un classico pezzo di psichedelia''. Sei lunghi brani immersi in un'atmosfera onirica e talora narcotica, talvolta cosmica e fluttuante, con lunghi intrecci fra chitarra elettrica e flauto. Le radici di questo quartetto olandese sono in alcuni gruppi guidati dai frateli Abbink nella seconda meta' degli anni '60, spesso afferenti al jazz; la libera improvvisazione e lo stile eclettico ed aperto all'incrocio fra generi diversi di musicisti quali Soft Machine, John Coltrane e Captain Beefheart furono fra gli ispiratori degli Ahora Mazda, suonando al Fantasio, leggendario club di Amsterdam e luogo di aggregazione degli hippies della citta'.
Euro
30,00
codice 250418
scheda
Alabama shakes Sound & colour (deluxe)
Lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2015  rough trade 
indie 2000
edizione deluxe in vinile colorato misto rosso/nero/rosa con copertina esclusiva apribile con parti in rilievo e 7 bonus tracks rispetto all'originale. Pubblicato nell'aprile 2015, dopo il debutto dell'aprile 2012, "Boys & girls", il secondo album per la band americana. Guidati dalla potente voce della cantante Brittany Howard, il gruppo esprime sempre un soul accattivante, miscela di southern e rhythm blues sulla scia del successo dell'esordio; "Sound & color" amplia le coordinate di riferimento, aprendo a sonorita' meno fedeli alle radici: il frequente uso del falsetto da parte della Howard porta alla mente Prince, mentre si sente l'alchimia sonora del lavoro del produttore, Blake Mills, con suoni dettagliati, intricati, molto piu' curati rispetto alle sonorita' grezze dell'esordio. Un rock contaminato dalla musica black, con cui questa giovane band si evolve con uno stile piu' moderno. Band americana, proveniente da Athens, in Alabama, formata quando la cantante/chitarrista Brittany Howard e il bassista Zach Cockrell erano ancora all'high school. Dopo l'Ep eponimo, uscito nel 2011 e il tour di spalla ai Drive-By Truckers, la band ha guadagnato visibilita' e una serie di positivi consensi anche da artisti de calibro di Robert Plant, David Byrne, Jack White, Adele etc; il debutto full lenght,"Boys & girls", della primavera 2012, successo di critica e di vendite, esprime un sound che si fonda nella tradizione soul (Aretha Franklyn e Otis Redding) con elementi southern rock, ed ulteriori rimandi cha spaziano da Janis Joplin a Billie Holiday, da Kings of Leon a Duke & the King, dai Black Crowes ai Black Keys.
Euro
49,00
codice 2105366
scheda
Albarn damon (blur) The nearer the fountain, more pure the stream flows
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2021  transgressive 
indie 90
copertina ruvida lucida, inner sleeve. A sette anni da "everyday robots" esce il nuovo album solista del frontman dei Blur oltre che voce e mente dei Gorillaz e the good the bad and the ugly. Disco ispirato dai silenzi e paesaggi dell'Islanda, dai suoi scogli e le sue acque, oltre ad alcuni viaggi in Uruguay, Iran, Devon. A detta dell'artista un disco con temi di fragilità, perdita, emergenza e rinascita. Musicalmente intimo, estroso e non immediato, costruito principalmente intorno ad un pianoforte con arrangiamenti elettronici (una minimale drum machine ed una string machine sopratutto) ed inserti di cold jazz.
Euro
31,00
codice 2105283
scheda
Albarn damon (blur) The nearer the fountain, more pure the stream flows (deluxe)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2021  transgressive 
indie 90
edizione deluxe con copertina cartonata apribile in più parti, telata e con foto applicata sul fronte e retro, vinile bianco, 7" bonus con un brano esclusivo, booklet. A sette anni da "everyday robots" esce il nuovo album solista del frontman dei Blur oltre che voce e mente dei Gorillaz e the good the bad and the ugly. Disco ispirato dai silenzi e paesaggi dell'Islanda, dai suoi scogli e le sue acque, oltre ad alcuni viaggi in Uruguay, Iran, Devon. A detta dell'artista un disco con temi di fragilità, perdita, emergenza e rinascita. Musicalmente intimo, estroso e non immediato, costruito principalmente intorno ad un pianoforte con arrangiamenti elettronici (una minimale drum machine ed una string machine sopratutto) ed inserti di cold jazz.
Euro
87,00
codice 2105500
scheda
Albarn damon (blur) The nearer the fountain, more pure the stream flows (deluxe)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2021  transgressive 
indie 90
edizione deluxe con copertina cartonata apribile in più parti, telata e con foto applicata sul fronte e retro, vinile bianco, 7" bonus con un brano esclusivo, booklet. A sette anni da "everyday robots" esce il nuovo album solista del frontman dei Blur oltre che voce e mente dei Gorillaz e the good the bad and the ugly. Disco ispirato dai silenzi e paesaggi dell'Islanda, dai suoi scogli e le sue acque, oltre ad alcuni viaggi in Uruguay, Iran, Devon. A detta dell'artista un disco con temi di fragilità, perdita, emergenza e rinascita. Musicalmente intimo, estroso e non immediato, costruito principalmente intorno ad un pianoforte con arrangiamenti elettronici (una minimale drum machine ed una string machine sopratutto) ed inserti di cold jazz.
Euro
87,00
codice 2105287
scheda

Page: 1 of 39


Pag.: oggetti: