Hai cercato:  immessi ultimi 15 giorni --- Titoli trovati: : 418
 
Pag.: oggetti:
 
ordina per
aiuto su ricerche
Pag.: oggetti:
A perfect circle Thirteenth step
lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2003  music on vinyl 
indie 2000
Ristampa in doppio lp in vinile 180 grammi per audiofili, con copertina apribile lucida pressocche' identica a quella della prima rara tiratura. Il secondo album, pubblicato nel settembre del 2003, a tre anni dal debutto "Mer De Noms". Gli A Perfect Circle nascono a Los Angeles nel 1996, su iniziativa di Billy Howerdel (collaboratore dei Tool, Nine Inch Nails, David Bowie, Smashing Pumpkins) dopo l'incontro con Maynard James Keenan (gi… frontman dei Tool). Quest'ultimo scopre alcune composizioni inedite dello stesso Howerdel e gli propone di realizzarle e inciderle. Da qui nasce il progetto A Perfect Circle, simile per intensit… e malinconia ai Tool, ma con una componente melodica in pi—. Ai due si uniscono il batterista Josh Freese (Vandals, Devo, Guns N' Roses), la bassista Paz Lenchantin e il chitarrista Troy van Leeuwen. La band prova insieme per parte del 1999, ma non annuncia la formazione della nuova band sino alla loro prima esibizione dal vivo, il 15 agosto del 1999, in occasione di un concerto benefico tenutosi al Viper Room di Los Angeles. Grazie anche al periodo di pausa forzata dai Tool del cantante Keenan, dovuto a problemi con la ex casa discografica, la band riesce a registrare i pezzi l' album di debutto. Mer de Noms. Pubblicato nel 2000 per la Virgin Records verra' premiato con il disco di platino per gli ottimi risultati di vendita, specialmente negli Usa. Il primo singolo estratto dall'album, Judith, presenta molte similitudini con i Tool, ma il resto dell'album si discosta nettamente da questa prima impressione. Dopo la pubblicazione del primo lavoro Paz Lenchantin e Troy van Leeuwen lasciano la band per andare a suonare rispettivamente negli Zwan la nuova band di Billy Corgan ex-Smashing Pumpkins e nei Queens of the Stone Age e saranno sostituiti da Jeordie White (noto anche come Twiggy Ramirez ex Marilyn Manson) e James Iha, gi… chitarrista degli Smashing Pumpkins. Tra le cuoriosita' segnaliamo che per distinguere le sue apparizioni con i Tool da quelle con gli A Perfect Circle, Maynard James Keenan usa con questi ultimi una lunga parrucca per tutte le apparizioni dal vivo, per i video musicali, set fotografici e tutte le occasioni ufficiali in cui si presenta come cantante degli A Perfect Circle. Con i Tool esibisce invece la sua veste normale, cioŠ con i capelli rasati.
Euro
34,00
codice 2105323
scheda
A.a. williams Forever blue (ltd)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2020  bella union 
indie 2000
edizione limitata in vinile argento, adesivo su cellophane, copertina apribile. Il disco di debutto della cantante Alex Williams, che qui suona anche chitarra, piano e violoncello. Disco dalle tinte scure e sperimentali con la voce di A.A. Williams che si stratifica su basi tra post rock e new wave con richiami ai Birthday party. A.A. Williams è una cantautrice di stanza a Londra, di formazione classica , suona violoncello e pianoforte, che utilizza per il suo stile personale di musica dalle tinte gotiche capace di fondere influenze rock e metal in uno stile molto personale che l'artista ha ironicamente definito "deaht gospel". Ha pubblicato un ep nel 2018 e l'album di debutto "forever blue" nel 2020.
Euro
29,00
codice 2105535
scheda
lp [edizione] originale  stereo  uk  1981  albion 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
l' originale stampa inglese della bella raccolta pubblicata dalla Albion nel 1981, copertina lucida senza barcode, etichetta bianca e rosa, catalogo SHAKE1. Contiene 13 brani perlopiu' provenienti da rari singoli ed eps. Ecco la lista completa dei brani contenuti: PETER HOLSAPPLE (ex Rittenhouse Square, Little Diesel e impegnato anche con i DB's) "Big Black Truck" e "Death Garage" (da un ep uscito per la Car Records nel 1978); MITCH EASTER (ex Rittenhouse Square, Little Diesel, Sneakers, poi leader dei Let's Active) "Prying Eyes" e "Law Of Avageres" (assolutamente inedite, deliziosamente marchiate dall' attitudine psych-pop di Easter); gli immensi NEON BOYS con "That's All I Know Right Now" e "Love Comes In Spurts", due brani incisi NEL 1973 (!!!), pubblicati nel 1980 su un raro 7", dal leggendario gruppo di New York, presto divenuti TELEVISION, per qualche tempo con ancora Richard Hell in formazione. 2 gioielli di grezzissimo garage punk che non si capisce se rubati a "Nuggetts" o al "Live at Gbgb' s", di valore storico e musicale immenso; DB's "Black And White" (ecco il gruppo di Holsapple, con un brano dal primo album "Stand for decibels", del 1981); COSMOPOLITANS "Husband Happy" e "Wild Moose Party" (due dei tre frizzanti ed irresistibili episodi di folle power pop dall' unico 7"ep del 1980 della estemporanea band con due cantanti femminili, e con Mitch Easter "regista" dell' operazione); RANDY GUN "I Do" e "I Apologize" (due brani altrimenti inediti dell' ex Necessaries, ottimo power pop con venature glam); RICHARD HELL & THE VOIDOIDS chiude splendidamente la raccolta con "Don't Die" e "Time", due episodi noti ai possessori del raro singolo accreditato a Richard Hell ed i Neon Boys, gia' citato, la prima grezzamente e favolosamente punk, la seconda indimenticabile e commovente ballata poi riregistrata per il secondo album "Destiny Street" (e coverizzata anni dopo dai Minutemen).
Euro
28,00
codice 216782
scheda
Aa.vv. (punk new wave) Great complotto pordenone
Lp [edizione] nuovo  stereo  ita  1980  spittle/goodfellas 
punk new wave
ristampa pressocche' identica alla prima molto rara tiratura, corredata di inner sleeve. Pubblicata nel 1980 dalla Italian Records Service, questa compilation e' una delle piu' affascinanti e rare raccolte che testimoniano la fervente attivita' artistica che stava nascendo in Italia alla fine degli anni settanta: diciotto brani che rappresentano un caleidoscopio di band portavoci della nascente scena post punk e new wave con un suono in linea con gli sviluppi della scena internazionale composto da minimale rock, elettronica e sperimentazione, spesso con riferimenti a gruppi quali Devo, Pere Ubu ed anche ai californiani Chrome. Purtroppo quasi nessuna di queste realta' ha poi prodotto alcunche'. I gruppi inclusi nella raccolta sono Mess, Fhedolts, Sexy Angels, Andy Warhol Banana Technicolor, Mind Invaders, Cancer, Musique Mecanique, Tampax/Hitlerss, W.K.W., Little Chemists e Waalt Diisneey Prod. Tra il 1977 ed il 1985 Pordenone e' stato centro e simbolo di un forte movimento culturale antagonista, denominato Great Complotto: il luogo ''immaginario'' in cui questo movimento non solo musicale si manifesta e' lo Stato di Naon (dal nome latino di Pordenone, Portum Naonis), e lo Stato di Naon non e' altro che la proiezione dello stato d'animo che animava una parte della nuova generazione pordenonese, una nuova ondata che pensava se' stessa come una controparte creativa, moderna e misteriosa di una cittadina borghese, immobile ed ammuffita. Questa la scaletta: Mess, ''Paraguay''; Fhedolts, ''Stimolation''; Sexy Angels, ''Atoms for energy''; Andy Warhol Banana Technicolor, ''I'm in love with my computer''; Mind Invaders, ''Individual therapy''; Cancer, ''000010'', ''000001''; Musique Mechanique, ''Atoms for energy'', ''Good ideas must not fall in the hands of the enemy''; Tampax/Hitlers SS, ''London cartoon concert''; Fhedolts, ''Herating''; Andy Warhol Banana Technicolor, ''The future''; Mess, ''Foolish girls''; WKW, ''Wyatt earp''; Sexy Angels, ''La beat''; Little Chemists, ''FE2CRO''; Waalt Diisney Production, ''Chips dore' (IDY)'', ''(I need) Action''.
Euro
16,00
codice 2105533
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) Brown acid: the tenth trip - vol. 10
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1969  ridingeasy 
rock 60-70
Versione in vinile nero, etichetta custom. Pubblicato nell' aprile 2020, questo e' il decimo volume della serie di compilation ''Brown acid - Heavy Rock From the Underground Comedown'' edite dalla label californiana Ridingeasy, con lo scopo di riportare all'attenzione del pubblico una serie di rari brani e di misconosciuti gruppi dell' underground post psichedelico e hard rock perlopiu' americano fra la fine degli anni '60 e quella degli anni '70. Brani tratti da rarissimi singoli, spesso autoprodotti e venduti per lo piu' in poche centinaia di esemplari. Svanito il sogno psichedelico e pacifista a fine decennio, con l'avvento delle droghe pesanti, la tragedia di Altamont ed il persistere dell'atroce conflitto vietnamita, il rock si fece piu' duro e tormentato, sostituendo le melodie folk rock e le visionarie invenzioni psichedeliche con la potenza e l'aggressivita' dell' hard rock e del protopunk, che influenzarono a loro volta una generazione di musicisti destinati a restare misconosciuti o ricordati solo a livello locale, ma capaci comunque di dare poche prove di selvaggia creativita' all'insegna di una crudezza figlia del garage di poco precedente e dei seminali primi lavori dei Blue Cheer e precorritrice del punk, almeno nello spirito, che fruttarono dirompenti, sporchi e cattivi hard rockers stradaioli; questa la scaletta di questo decimo volume: Sounds Synonymous “Tensions” da Flint, Michigan, dall' unico singolo del 1969 / Ralph Williams and the Wright Brothers “Never Again” da Yreka, California, dall' unico singolo del 1972 / Conception “Babylon” da Louisville, Kentucky, cover del brano dei Blue Cheer, dall' unico singolo del 1969 / Bitter Creek “Plastic Thunder” da Atlanta, Georgia, dall' unico singolo del 1970 / Rubber Memory “All Together” da New Orleans, Louisiana, dall' unico album "Welcome" del 1970 / First State Bank “Mr. Sun” da Dallas, Texas, dal primo di tre singoli, 1970 / Brothers and One “Hard On Me” da New Waterford, Cape Breton, Nova Scotia, dall' unico singolo, uscito nel 1974 dopo un album del 1973 / Frozen Sun “Electric Soul” da Tuscon, Arizona, dal secondo ed ultimo singolo, 1969 / Brood “The Roach” da Birmingham, Alabama, dall' unico singolo del 1969 / Tabernash “Head Collect” basati a Iowa City, Iowa, ma provenienti da Westminster, Colorado, nati dalle ceneri dei Contents Are, dall' unico singolo del 1969.
Euro
24,00
codice 2105248
scheda
Abstract orchestra Madvillain vol. 2
Lp [edizione] nuovo  stereo  uk  2019  ata 
hip-hop
Label custom rossa e verde con scritte bianche, logo ATA nero ed a colori in alto, catalogo ATA013. Pubblicato nel maggio del 2019 dalla ATA, il terzo album, successivo a "Madvillain vol. 1" (2018). La seconda parte del progetto su Madvillain del gruppo inglese è stata incisa in uno studio di Leeds che impiega apparecchiature analogiche vintage e registra la sua prova dal vivo in studio, ma fa anche un importante uso di tecniche di campionamento, costruendo le proprie interpretazioni di brani del progetto hip hop Madvillain, animato nel primo decennio del XXI secolo da Madlib e MF Doom: l'approccio della Abstract Orchestra fonde jazz per big band ammodernato alle contaminazioni elettriche della fusion, funk sinuoso e rilassato, riferimenti al mondo delle colonne sonore ed hip hop strumentale, strumenti tradizionali suonati e campionamenti. Ne scaturisce una musica assai più elegante e raffinata rispetto agli standard delle basi strumentali dello hip hop, caratterizzata anche da indubbi richiami a sonorità d'altri tempi. Gli Abstract Orchestra sono un gruppo hip hop britannico proveniente da Leeds e guidato da Rob Mitchell, sassofonista degli Haggis Horns; il gruppo, che include esperti strumentisti della scena jazz del Nord dell'Inghilterra, e nella cui musica è evidente appunto anche l'ispirazione del jazz, prende spunto dalle performances dal vivo di The Roots con Jay-Z e dagli arrangiamenti orchestrali della musica di J Dilla firmati da Miguel-Atwood Ferguson. Il gruppo fonde hip hop, jazz, easy listening orchestrale dai toni cinematici e narcotici, arrangiamenti tradizionali e loops, in un amalgama fluido ed avvolgente. Pubblicano nel 2017 il loro primo lp "Dilla", seguito da "Madvillain vol. 1" (2018) e "Madvillain vol 2" (2019), quindi dalla collaborazione con Slum Village "Fantastic 2020" (2020).
Euro
32,00
codice 3513875
scheda
Adele 30 (Ltd clear)
Lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2021  columbia 
indie 2000
edizione limitata in vinile doppio trasparetne, adesivo su cellophane. Il nuovo album, il quarto, a distanza di sei anni dal precedente "25" per la popstar internazionale. prodotto da Adele stessa insieme ai suoi storici collaboratori Greg Kurstin, Max Martin, Shellback e Tobias Jesso Jr, ai quali si sono aggiunti Inflo e Ludwig Göransson. In un brano compare il jazzista Erroll Garner. Cantante londinese nata nel 1988, Adele fu indicata dalla stampa inglese come la prossima Amy Winehouse quando nel 2007 comincio' ad emergere dalla scena pop britannica; sebbene entrambe le cantanti avessero solide basi soul, blues ed anche jazz e pop, Adele possiede un proprio distinto stile, espresso con una bella voce da contralto, influenzato da Roberta Flack e da Suzanne Vega come da Jill Scott, e contenente anche elementi folk e cantautorali. Il suo talento, sia interpretativo che compositivo, frutta gia' dal primo album ''19'' (2008) grandi consensi di critica e di pubblico sia in patria che negli Stati Uniti, ampliati con i successivi ''21'' (2011) e ''25'' (2015), entrambi giunti in vetta alle classifiche di mezzo mondo, inclusa quella USA.
Euro
43,00
codice 2105503
scheda
Alabama shakes Sound & colour (deluxe)
Lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2015  rough trade 
indie 2000
edizione deluxe in vinile colorato misto rosso/nero/rosa con copertina esclusiva apribile con parti in rilievo e 7 bonus tracks rispetto all'originale. Pubblicato nell'aprile 2015, dopo il debutto dell'aprile 2012, "Boys & girls", il secondo album per la band americana. Guidati dalla potente voce della cantante Brittany Howard, il gruppo esprime sempre un soul accattivante, miscela di southern e rhythm blues sulla scia del successo dell'esordio; "Sound & color" amplia le coordinate di riferimento, aprendo a sonorita' meno fedeli alle radici: il frequente uso del falsetto da parte della Howard porta alla mente Prince, mentre si sente l'alchimia sonora del lavoro del produttore, Blake Mills, con suoni dettagliati, intricati, molto piu' curati rispetto alle sonorita' grezze dell'esordio. Un rock contaminato dalla musica black, con cui questa giovane band si evolve con uno stile piu' moderno. Band americana, proveniente da Athens, in Alabama, formata quando la cantante/chitarrista Brittany Howard e il bassista Zach Cockrell erano ancora all'high school. Dopo l'Ep eponimo, uscito nel 2011 e il tour di spalla ai Drive-By Truckers, la band ha guadagnato visibilita' e una serie di positivi consensi anche da artisti de calibro di Robert Plant, David Byrne, Jack White, Adele etc; il debutto full lenght,"Boys & girls", della primavera 2012, successo di critica e di vendite, esprime un sound che si fonda nella tradizione soul (Aretha Franklyn e Otis Redding) con elementi southern rock, ed ulteriori rimandi cha spaziano da Janis Joplin a Billie Holiday, da Kings of Leon a Duke & the King, dai Black Crowes ai Black Keys.
Euro
49,00
codice 2105366
scheda
Albarn damon (blur) The nearer the fountain, more pure the stream flows
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2021  transgressive 
indie 90
copertina ruvida lucida, inner sleeve. A sette anni da "everyday robots" esce il nuovo album solista del frontman dei Blur oltre che voce e mente dei Gorillaz e the good the bad and the ugly. Disco ispirato dai silenzi e paesaggi dell'Islanda, dai suoi scogli e le sue acque, oltre ad alcuni viaggi in Uruguay, Iran, Devon. A detta dell'artista un disco con temi di fragilità, perdita, emergenza e rinascita. Musicalmente intimo, estroso e non immediato, costruito principalmente intorno ad un pianoforte con arrangiamenti elettronici (una minimale drum machine ed una string machine sopratutto) ed inserti di cold jazz.
Euro
31,00
codice 2105283
scheda
Albarn damon (blur) The nearer the fountain, more pure the stream flows (deluxe)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2021  transgressive 
indie 90
edizione deluxe con copertina cartonata apribile in più parti, telata e con foto applicata sul fronte e retro, vinile bianco, 7" bonus con un brano esclusivo, booklet. A sette anni da "everyday robots" esce il nuovo album solista del frontman dei Blur oltre che voce e mente dei Gorillaz e the good the bad and the ugly. Disco ispirato dai silenzi e paesaggi dell'Islanda, dai suoi scogli e le sue acque, oltre ad alcuni viaggi in Uruguay, Iran, Devon. A detta dell'artista un disco con temi di fragilità, perdita, emergenza e rinascita. Musicalmente intimo, estroso e non immediato, costruito principalmente intorno ad un pianoforte con arrangiamenti elettronici (una minimale drum machine ed una string machine sopratutto) ed inserti di cold jazz.
Euro
87,00
codice 2105500
scheda
Albarn damon (blur) The nearer the fountain, more pure the stream flows (deluxe)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2021  transgressive 
indie 90
edizione deluxe con copertina cartonata apribile in più parti, telata e con foto applicata sul fronte e retro, vinile bianco, 7" bonus con un brano esclusivo, booklet. A sette anni da "everyday robots" esce il nuovo album solista del frontman dei Blur oltre che voce e mente dei Gorillaz e the good the bad and the ugly. Disco ispirato dai silenzi e paesaggi dell'Islanda, dai suoi scogli e le sue acque, oltre ad alcuni viaggi in Uruguay, Iran, Devon. A detta dell'artista un disco con temi di fragilità, perdita, emergenza e rinascita. Musicalmente intimo, estroso e non immediato, costruito principalmente intorno ad un pianoforte con arrangiamenti elettronici (una minimale drum machine ed una string machine sopratutto) ed inserti di cold jazz.
Euro
87,00
codice 2105287
scheda
Algiers There is no year (ltd)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2020  matador 
indie 2000
edizione limitata in vinile "cloudy" trasparente, adesivo su cellophane, inner sleeve. "There is no year" (2020), registrato a New York dagli amici di infanzia Franklin James Fisher, Ryan Mahan e Lee Tesche, originari di Atlanta, e dal batterista Matt Tong, è stato prodotto da Randall Dunn: disco dal forte impatto espressivo unendo - ancora una volta - black music e post punk. Algiers, trio (e poi quartetto) americano formatosi nel 2007. La formazione ad oggi è composta da: Franklin James Fisher (voce, chitarra, piano, Rhodes, Wurlitzer, percussioni, violoncello, batteria, sampling), Ryan Mahan (basso, tastiere, Wurlitzer, programming, percussioni, backing vocals), Lee Tesche (chitarra, pianoforte preparato, chitarra preparata, Prophet-5, programming, backing vocals), Matt Tong (batteria dal 2015 ad oggi). La proposta musicale della band è originale e particolare, si propone di fondere insieme industrial, post punk, (punk)blues, gospel. Il primo album del gruppo, dal titolo omonimo, "Algiers", esce nel 2015 ed è apprezzato dalla critica specializzata che considera il quartetto di Atlanta una bella novità del panorama musicale contemporaneo. "The Underside of Power" (2017), lavoro che ripropone con efficacia la formula sonora e cifra stilistica del disco precedente : ancora una volta gli Algiers fanno girare insieme in una girandola (di suoni) impazzita ritmi industrial e vibrazioni gospel, blues. Nel 2020 arriva "There is no year", ennesima convincente prova discografica del gruppo.
Euro
34,00
codice 2105534
scheda
Amyl and the sniffers Comfort to me (ltd red)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2021  rough trade 
indie 2000
edizione limitata in vinile rosso "romer red". copertina apribile. Il secondo album, a due anni dal debutto omonimo. Con la produzione di Dan Luscombe, travolgente punk rock della band australiana capitanata dalla cantante Amyl Taylor. note a seguire. Gli Amyl and the Sniffers, nati nel 2016, sono un gruppo garage punk, rock australiano di stanza a Melbourne, formato dalla vocalist Amy Taylor, dal batterista Bryce Wilson, dal chitarrista Dec Martens e dal bassista Gus Romer. Hanno all'attivo due EP - "Giddy Up" (2016) e "Big Attraction" (2017) - e un album omonimo pubblicato nel 2019.
Euro
31,00
codice 2105252
scheda
Ant Trip Ceremony 24 Hours (180 gr.)
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1968  vinyl lovers 
rock 60-70
ristampa in vinile 180 grammi, copertina senza barcode pressoche' identica alla prima tremendamente rara tiratura su C.R.C.., corredata di esclusiva inner sleeve con note e foto. Il gruppo responsabile per questo unico e decisamente mitico album, ormai venduto esclusivamente tramite asta, nasce su impulso di Steve Detray, uno studente all' Oberlin College dell' Ohio, che forma la prima incarnazione della band, insieme al frtatello, a Logan nell' Utah. Dopo un primo scioglimento il gruppo viene riformato a Oberlin, con Gary Rosen, George Galt, Mark Stein e Steve Williams; la band , dopo aver suonato nell' area per alcuni mesi, incide questo lavoro in due sessions di studio, la prima risale al primo febbraio del 1968 e la seconda al luglio dello stesso anno, e Steve Detray non vi fa piu' parte. Le registrazioni, effettuate su apparecchiature vecchie e poco affidabili, fanno si che il volume della voce sia molto piu' basso di quanto voluto dal gruppo, ed anche lo scarso tempo a disposizione della band per registrare (da qui il titolo "24 Hours") determina un suono in parte diverso da quello che gli Ant Trip Ceremony avrebbero voluto esprimere; anche in questo, pero', risiede il fascino del disco, genuinamente underground, sospeso tra psichedelia, rock westcoastiano, atmosfere delicatamente malinconiche e talora vagamente jazzate, con occasionali influenze orientaleggianti, lavoro di grande fascino assurto non a caso a fama ben piu' grande rispetto a quella di altre stampe private della scena americana dell' epoca. Tra i brani le oramai mitiche ''Pale Shades Of Gray'', ''What's The Matter Now'', ''Four In The Morning'' e ''Riverdawn'', che con il loro raga rock e gli arrangiamenti a base di flauti ed effetti sono considerati tra i piu' riusciti episodi della psichedelia americana piu' underground. Bellissima anche la cover di Eric Andersen ''Violets Of Dawn'' ed assai personale quella di "Hey Joe". Il gruppo si sciolse nel 1969, quando i membri lasciarono il college. Solo 300 copie dell'album furono pressate a scopo promozionale e vennero distribuite, ed in parte vendute o regalate, solo all'interno del campus universitario. Il produttore, David Crosby, era uno studente dell' Oberlin college e non ha niente a che spartire con l' omonimo musicista dei Byrds/CSN&Y.
Euro
18,00
codice 2105406
scheda
Antonius rex Ralefun
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1978  black widow 
rock 60-70
Copertina lucida a busta senza codice a barre, inner sleeve in cartoncino sottile con foto in bianco e nero. Ristampa del 2010 ad opera della Black Widow, pressoche' identica alla prima tiratura del 1978 ma contenente il brano bonus ''Proxima luna'' (inedito del 1980). Originariamente pubblicato nel 1978 dalla Radio in Italia, il terzo album, uscito dopo ''Zora'' (1977) e prima di ''Anno demoni'' (1979). Uno dei dischi relativamente piu' conosciuti degli Antonius Rex, ''Ralefun'' e' un disco dai toni meno cupi ed ostici rispetto agli altri lp del gruppo: molti brani hanno un andamento piu' vicino al rock classico, risultando vicini al prog melodico ed in alcuni casi addolciti dal flauto; ad essi fa da contrappunto il lungo pezzo di chiusura ''Enchanted wood'', rarefatto e misterioso. Oscuro gruppo di culto che mescola sonorita' ed atmosfere gotiche e dark con elementi del rock progressivo e di musica sperimentale, gli Antonius Rex immergono i propri lavori in ambientazioni oscure, con tratti esoterici e riferimenti all'occultismo, che sotto certi aspetti fanno pensare ai lavori che i Current 93 pubblicheranno in seguito, nella seconda meta' degli anni '80. Il gruppo, che nasce intorno al 1974 sulle ceneri dei Jacula, e' guidato dal chitarrista Antonio Bertoccetti e dalla tastierista Doris Norton. Sono autori di rarissimi album usciti in edizione limitata, il primo dei quali e' ''Necque semper arcum tendit rex'' (1974), seguito da ''Zora'' (1977), ''Ralefun'' (1978), ''Anno demoni'' (1979) e ''Praeternatural'' (1980). Il gruppo torna a pubblicare nuovi lavori all'inizio del nuovo secolo.
Euro
23,00
codice 2105407
scheda
Arab strap As days get dark
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2021  rock action 
indie 90
coupon per download, adesivo su cellophane, inner sleeve. copertina senza barcode (su adesivo). Dopo ben 16 anni da "the last romance", ed a cinque dalla reunion, tornano gli Arab Strap con un nuovo album in studio, un disco che cerca nuove strade sonore pur mantenendo ben chiara la via maestra. Prodotto da Paul Savage (già in tre precedenti albums del gruppo). note a seguire Formati a Falkirk nel 1995 da Aidan Moffat e Malcolm Middleton, gli Arab Strap sono stati uno dei piu' importanti e talentuosi gruppi della vivace scena indie rock scozzese di fine secolo. Caratterizzati da ritmi lenti, sonorita' sparse e crepuscolari in cui impiegavano scarne melodie chitarristiche come strumenti elettronici, atmosfere decadenti e testi cantati / narrati con un forte accento scozzese che parlano in modo diretto di sessualita', tradimenti, droghe ed alcol, gli Arab Strap divennero ben presto beniamini della critica britannica, che acclamo' il primo album ''The week never starts round here'' (1996), uscito come quasi tutte le loro pubblicazioni successive sulla cult label di Glasgow Chemikal Underground. Dopo una breve sequenza di album, il gruppo si sciolse nel 2006; Moffat ha portato avanti fra i tardi anni '90 ed i primi anni 2000 anche un altro progetto, Lucky Pierre.
Euro
27,00
codice 2105365
scheda
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2009  domino 
indie 2000
Vinile da 180 grammi, copertina liscia apribile, inserto, inner sleeve , label custom. Pubblicato nell'agosto del 2009 dalla Domino in Gran Bretagna e negli USA, ''Humbug'' e' il terzo album degli Arctic Monkeys, uscito dopo ''Favourite worst nightmare'' (2007). Il gruppo inglese si fa qui produrre dall'americano Josh Homme (Queens Of The Stone Age), per un lavoro guidato da ritmi dinamici che sporadicamente rallentano a sostenere i pochi passaggi rarefatti del disco, a vantaggio di episodi carichi di tensione ritmica ma essenzialmente melodici, oltreche' memori della new wave. Gruppo inglese di Sheffield attivo dal 2002 e cresciuto di popolarita' grazie al passaparola nell'universo dei blog di internet, poi scritturati dalla Domino, gli Arctic Monkeys esplodono gia' con il primo singolo, "I bet you look good on the dancefloor", divenuto un successone, apparso su molte playlist. L'album ''Whatever people say I am, that's what I'm not'' (2006) ha raggiunto il primo posto delle classifiche inglesi, anche grazie all'espressivita' delle liriche, in cui si delineano personaggi e racconti di vita quotidiana di teenagers della working class, che gli estimatori del gruppo paragonano ai testi di Smiths, Felt, Specials e Streets. molto del fascino degli Arctic Monkeys risiede nello stile risoluto del cantante Alex Turner, supportato adeguatamente da una strumentazione ridotta all'osso dalle sonorita' scarne e dinamiche. la musica del gruppo, un indie pop chitarristico/melodico con influssi ska, e' pervasa da un'atmosfera immediata e fresca, come se fosse stata registrata in presa diretta e senza sovra incisioni. Riferimenti a Coral, Strokes.
Euro
29,00
codice 2105375
scheda
Arctic monkeys Suck it and see
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2011  domino 
indie 2000
Vinile 180 grammi, copertina apribile con titolo album scritto in rilievo, completa di coupon per scaricare in formato Mp3 e di inserto lucido con testi e foto in bianco e nero, adesivo sul cellophane, etichetta bianca con scritte nere sul lato 1, bianca con scritte nere sul 2, Lp pubblicato nel giugno 2011 dalla Domino, dopo "Humbug", (09), il quarto album della band inglese. Lavoro prodotto da James Ford (Simian e Simiam Mobile Disco), che si colloca in un contesto di transizione per quanto riguarda il suono della band inglese, oltre che a segnare una sempre piu' leadership di Alex Turner: ai riffs e alle ritmiche dance si interpongono melodie con ritornelli catchy, mescolando le leggerezza pop rock dei primi due album con elementi piu rock tirati quasi stoner, cosi come apparivano nell'ultimo "Hunmug". Gruppo inglese di Sheffield attivo dal 2002 e cresciuto di popolarita' grazie al passaparola nell'universo dei blog di internet, poi scritturati dalla Domino, gli Arctic Monkeys esplodono gia' con il primo singolo, "I bet you look good on the dancefloor", divenuto un successone, apparso su molte playlist. L'album ''Whatever people say I am, that's what I'm not'' (2006) ha raggiunto il primo posto delle classifiche inglesi, anche grazie all'espressivita' delle liriche, in cui si delineano personaggi e racconti di vita quotidiana di teenagers della working class, che gli estimatori del gruppo paragonano ai testi di Smiths, Felt, Specials e Streets. molto del fascino degli Arctic Monkeys risiede nello stile risoluto del cantante Alex Turner, supportato adeguatamente da una strumentazione ridotta all'osso dalle sonorita' scarne e dinamiche. la musica del gruppo, un indie pop chitarristico/melodico con influssi ska, e' pervasa da un'atmosfera immediata e fresca, come se fosse stata registrata in presa diretta e senza sovra incisioni. Riferimenti a Coral, Strokes.
Euro
29,00
codice 2105324
scheda
Ash ra tempel schwingungen (50th anniversary ed.)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1972  mg.art 
rock 60-70
Ristampa del 2021, realizzata in occasione del visino 50esimo anniversario dall' uscita originaria, copertina apribile pressoche' identica alla prima molto rara tiratura, e corredata di inserto informativo che riproduce quello delle copie promozionali del disco. Pubblicato in Germania nel luglio del 1972 dopo ''Ash ra temple'' e prima di ''Seven up'', Non entrato nelle classifiche tedesche. Il secondo album. Registrato con il contributo vocale di john l. degli agitation free, e' l'ultimo episodio a vedere la partecipazione di Wolfgang Muller, considerato unanimemente dalla critica internazionale come uno dei 5 albums di tutti i tempi del rock tedesco, musicalmente si tratta di un mix straordinario di freak out, psychedelia, filosofie orientali ed improvvisazione, lavoro assai piu' strutturato rispetto al'esordio, anche se ancora basato su lunghe improvvisazioni strumentali, anche i testi sono diversi e rispecchiano quanto avvenne nei primi anni ''70, con la filosofia hippie che incitava a lasciare le citta' per rifugiarsi nelle comuni situate nelle campagne , vedi ''flowers must die'', la seconda facciata, completamente strumentale e' composta da un unico brano, quello che da il titolo all'album, strutturato in una suite divisa in due parti, "Suche" e "Liebe" con la prima sezione soffusa e dominata dall'elettronica con una vibrazione cosmica, mentre la seconda vicina nei suoni e nello spirito ai Pink Floyd di Saucerful Of Secrets, con voci celestiali ed ultraterrene e lenti passaggi strumentali . Wolfgang Muller lascio' il gruppo immediatamente dopo la registrazione del disco e gli Ash Ra Tempel inserirono al suo posto Micky Duwe, Steve Schroder e Dietmar Burmeister.
Euro
31,00
codice 2105377
scheda
Ashbury Endless skies (+poster)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1983  high roller 
heavy metal
Ristampa del 2021, rimasterizzata, limitata in 250 copie, copertina senza barcode pressoche' identica alla molto rara e ricercata prima tiratura, e corredata di inserto con foto e testi e di poster a colori apribile. Originariamente pubblicato nel 1983 negli USA dal gruppo stesso, su Ashbury Music, in una tiratura di sole mille copie, il primo ed a lungo unico rarissimo album degli Ashbury, quintetto metal / hard rock di Tucson, Arizona, guidato dai fratelli Randy e Rob Davis. Formati nel 1980, incisero in forma autoprodotta e con un piccolo budget il primo album ''Endless skies'', lavoro rimasto a lungo oggetto di culto di pochi appassionati: un album ben inciso e suonato, che non rientra nel metal piu' ortodosso, ma che e' il frutto di approccio piu' eclettico nel quale convivono classiche sonorita' hard rock melodiche ma non sdolcinate, una certa ombrosa densita' sonora che richiama i Black Sabbath, un feeling talora autunnale ed armonie vocali non aggressive e melodiche, elementi che suggeriscono influenze anche di un gruppo come i Jethro Tull, insieme agli spunti progressive rock presenti in alcuni episodi, come la lunga title track, ed a begli arrangiamenti elettroacustici che fanno capolino qua e la' durante l'ascolto. Un disco da riscoprire, che sembra ancora rivolto agli anni '70 piu' che agli anni '80. Presto il gruppo suscito' l'interesse di una major, che pero' voleva evidenziare le sonorita' acustiche e le armonie vocali del gruppo, a discapito della loro attitudine hard / heavy rock, e l'accordo sfumo'; gli Ashbury si sciolsero quindi verso la fine del 1983. Nel 2010 e' finalmente uscito un nuovo album, ''Something funny going on'', che contiene canzoni scritte nel 1983 e nel 2003.
Euro
29,00
codice 3027482
scheda
Bad nerves Bad nerves (ltd)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2020  suburban records 
indie 2000
edizione "breaking bad" limitata in vinile colorato . Il primo album per la garage-punk inglese, di Londra, registrato agli Abbey road studios, una travolgente scarica di adrenalina concisa in 12 brani per una lunghezza totale intorno alla mezz'ora. Riferimenti che passano dal punk classico Ramones, Buzzcocks e Clash ai più recenti Jay Reatard, Strokes e Libertines il tutto miscelato in un disordinato e sfacciato rock'n'roll punk con dosi di pop contagioso.
Euro
22,00
codice 2105378
scheda
Bag Journey to the center of the monkey skull
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1997  wallbag 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent indie 90
prima rara stampa amaericana, realizzata al solito in poche centinaia di copie in forma semiprivata, copertina neutra nera con artwork applicato tramite fogli incollati sul fronte e sul retro, senza barcode, label nera con scritte bianche, catalogo LOST008. Pubblicato dalla texana Wallbag negli USA, dopo ''Bag of fear'' (1995), questo e' il raro quarto ed ultimo album del trio ultrapsichedelico di Dallas, Texas. ''Journey...'' suona meno sixties ed e' caratterizzato da tinte decisamente piu' oscure e da un suono a tratti vicino a quello dei gruppi "stoner" piu' tendenti alla psichedelia, ma anche al Bevis Frond piu' duro; sulla seconda facciata il gruppo si apre anche al versante piu' rarefatto e fluttuante della psichedelia in un paio di episodi stralunati e pressoche' privi di ritmo, che suggeriscono influssi barrettiani. L'album e' ancora una volta imperdibile per tutti gli amanti della scena americana degli anni '80 piu' fieramente underground. I Bag, composti da da Drew Wallace, David Fitzbag, Chris Merlick e Brad Featherstone, pubblicarono gli album ''Midnight juice'' (1991), "Crazy Stone Head" (1994), "Bag of Fear" (1995), e "Journey to the Center of the Monkey Skull" (1997).
Euro
26,00
codice 250560
scheda
Bambara Stray
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2020  wharf cat 
indie 2000
adesivo su cellophane. Il quarto album del trio americano che miscela sapientemente post-punk con rock noir di matrice Gun Club, Nick Cave. Disco che come il precedente dà più risalto al lato lirico e cantato rispetto agli esordi. I Bambara sono un gruppo di Athens con base a Brooklyn, formato dai gemelli Reid Bateh, voce e Blaze Bateh, chitarra, insieme al bassista William Brookshire. Il debutto su lunga distanza avviene nel 2013 con "dreamviolence" seguito da "swarm" nel 2016 e "Shadow on Everything" del 2017. Dopo numerosi tours come headliners o supporter acts di Liars (dei quali i gemelli Bateh hanno fatto parte come touring band), Metz, Idles ed altri, esce nel 2020 "stray".
Euro
27,00
codice 2105325
scheda
Bartz gary Jazz is dead 6
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  2021  jazz is dead 
jazz
Copertina normale custodita in una sovracopertina formato 12"x10", con sagomature "die cut" sul fronte e sul retro, label rossa con scritte bianche e nere, catalogo JID006LP. Pubblicato nell'aprile del 2021 dalla Jazz Is Dead, che è anche una collana di cui è il sesto volume, questo album è stato inciso ai Linear Labs Studios di Los Angeles, California, da Gary Bartz (sax alto) con Greg Paul (batteria) ed i multistrumentisti Adrian Younge ed Ali Shaheed Muhammad (pianoforte, piano elettrico, basso elettrico, sintetizzatore, mellotron, vibrafono, flauto). Younge e Muhammad sono i curatori del progetto Jazz Is Dead, che ha fruttato diversi album, e che si caratterizza per la presenza in ciascun disco di uno stimato veterano del jazz e per l'impiego di strumenti musicali vintage. Qui la stella dello show è il sassofonista di Baltimora Gary Bartz, jazzista sottovalutato, che fece parte fra il 1962 ed il 1964 del Jazz Workshop di Charles Mingus, nel cui ambito collaboro' con il grande Eric Dolphy. Suono' anche con Abbey Lincoln e con Max Roach negli anni '60, militando poi nei Jazz Messengers di Art Blakey e suonando con McCoy Tyner verso la fine del decennio. Suono' con Miles Davis in ''Live-evil'' (1970) e formo' il suo gruppo, la NTU Troop, attiva nei primi anni '70 con lavori di jazz avventuroso e non commerciale, aperto a piu' stili, dal post bop al jazz rock/funk. "Jazz is dead 6" offre una fusion elettrica fra funk e jazz, con toni ipnotizzanti e grooves mai particolarmente agitati, percorsa da una vena vicina allo spiritual jazz in alcuni episodi, vicina alla fusion più elegante in altri, il tutto con un sound ed un'atmosfera legati a doppio filo con gli anni '70, decennio d'oro per le esplorazioni musicali fra jazz elettrificato, funk, rock e radici africane. Questa la scaletta: "Spiritual ideation", "Visions of love", "Black and brown", "Blue jungles", "Day by day", "Distant modes", "The message", "Soulsea".
Euro
38,00
codice 3513862
scheda
Battered ornaments mantle-piece
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1969  tapestry 
rock 60-70
ristampa limitata in 500 copie come indicato sul retro, copertina cartonata apribile senza barcode, pressoche' identica a quella della prima rarissima tiratura. Uscito in Inghilterra su Harvest nel novembre del 1969, il secondo ed ultimo album della band inglese di Chris Spedding, pubblicato dopo ''Pete Brown's Battered Ornaments'' all' indomani delle forzate ''dimissioni'' di Brown dal gruppo; il ruolo di leader viene assunto a titolo definitivo da Chris Spedding, che produce con la band questo album, considerato uno dei capolavori dell' undrground britannico. Lavoro non di facile ascolto, mix tra progressive, sperimentazione, Canterbury, rock, talvolta zappiano, non riscosse, naturalmente, a causa della sua natura estrema, alcun successo, se non il plauso della critica piu' avant garde. Dopo sopravvenne l'inevitabile scioglimento, con il resto del gruppo che formo' la People's Band (un raro e ricercato album su Ttransatlantic), e Spedding che inizio' una fortunata carriera solistica e di produzione.
Euro
24,00
codice 3027480
scheda

Page: 1 of 17


Pag.: oggetti: