Hai cercato:  Zoviet france (soviet france) --- Titoli trovati: : 4
  • 1
 
Pag.: oggetti:
 
ordina per
aiuto su ricerche
Pag.: oggetti:
Zoviet france (soviet france) Collusion (ltd white vinyl)
LP2 [edizione] nuovo  stereo  ger  1985  vinyl on demand 
punk new wave
Edizione limitata a 300 copie in doppio vinile pesante bianco, pressato nei prestigiosi stabilimenti Pallas in Germania, copertina senza codice a barre, label custom in bianco e nero con artwork diverso su ciascuna delle quattro facciate, catalogo VOD165.11/12. Per la prima volta disponibile in vinile grazie a questa edizione del 2020 ad opera della Vinyl On Demand, la bella raccolta che, originariamente pubblicata nel 1992 solo in cd dalla Grey Area, compila sette brani originariamente editi su compilations di autori vari fra il 1985 ed il 1990, alle quali parteciparono gli Zoviet France (l'ultimo brano, "Fugitive", è qui presente in versione più lunga rispetto a quella originariamente edita). Inizialmente avversi al concetto delle compilations di quel genere, per la mancanza di controllo sul prodotto finale e per una interpetazione di esse come meri oggetti di collezionismo o di consumo, gli Zoviet France cambiarono idea nel 1984, trasformando questa posizione critica in forza propulsiva, adottando un'approccio simile alla creazione di sonorizzazioni e "library music", e stimolando i compilatori delle raccolte ad un approccio più organico e ad una partecipazione meno superficiale. Così il gruppo dette il suo contributo ad una serie di compilations negli anni successivi, raccogliendo infine nel 1992 i frutti di questo lavoro in "Collusion", un interessante compendio alla loro discografia principale. Questa la scaletta: "Ram" (dalla cassetta "Lands end", 1985, inciso nel 1984), "Sprey" (dalla cassetta "Bad alchemy nr 4", 1986, inciso nel 1983), "Le mur mur nu" (dallo lp "Fight!", 1986, inciso nel 1986), "First vigil" (dal cd "A classic guide to no man's land", 1988, inciso nel 1987), "White dusk" (dallo lp "A bead to a small mouth", 1989, inciso nel 1988), "Something this beautiful" (dal cd "mouvements", 1990, inciso nel 1990), "Fugitive" (dal cd "Death of vinyl", dove fu inserito in una versione abbreviata, 1991, inciso nel 1990). Formatisi a Newcastle in Inghilterra intorno al 1980, i Zoviet France sono uno dei principali gruppi della sperimentazione industrial britannica. Autori di una prolifica discografia, sono stati accostati sia alla musica industriale che alla ambient, con il loro originale intreccio di musica concreta, ''falsa'' musica percussiva etnica, elettronica ed integrazione dei difetti degli strumenti di registrazione nella produzione della propria musica; il loro primo album eponimo esce nel 1982, seguito da una serie di lavori in buona parte dal vivo e spesso confezionati in suggestive ed inconsuete copertine. Alcuni membri del gruppo formano i Reformed Faction nel 2005.
Euro
35,00
codice 3513191
scheda
Zoviet france (soviet france) Look into me (ltd reissue)
LP2 [edizione] nuovo  stereo  ger  1990  vinyl on demand 
punk new wave
Edizione limitata a 300 copie, doppio vinile pesante, pressato nei prestigiosi stabilimenti Pallas in Germania, copertina senza codice a barre. Ristampa del 2020 ad opera della Vinyl On Demand, pressoché identica alla rara prima tiratura, ma con i brani distribuiti su tre facciate e con la quarta priva di solchi (originariamente i brani erano distribuiti su quattro facciate di uno lp e del 12" a 45 giri ad esso allegato). Originariamente pubblicato nel 1990 dalla Charrm nel Regno Unito, il sesto album vinilico (escludendo quindi le opere uscite su nastro), successivo a "Shouting at the ground" (1988) e precedente "Just an illusion" (uscito anch'esso nel 1990). Dopo i toni meditativi del precedente album, gli Zoviet France optano qui per una musica più annichilente: i droni ed i loops si fanno più cupi, dissonanti e rabbrividenti, le atmosfere ritornano a farsi ossessive, a cominciare dall'articolato brano di ventiquattro minuti che occupa la prima facciata, "Cair camouflet", e proseguendo con gli episodi succ
Euro
35,00
codice 3513193
scheda
Zoviet france (soviet france) Shouting at the ground (ltd reissue)
LP2 [edizione] nuovo  stereo  ger  1988  vinyl on demand 
punk new wave
Edizione limitata a 300 copie, doppio vinile pesante, pressato nei prestigiosi stabilimenti Pallas in Germania, copertina senza codice a barre. Ristampa del 2020 ad opera della Vinyl On Demand, pressoché identica alla rara prima tiratura. Originariamente pubblicato nel 1988 dalla Red Rhino nel Regno Unito, il quinto album vinilico (escludendo quindi le opere uscite su nastro), successivo a "A flock of rotations" (1987) e precedente "Look into me" (1990). Un'opera che si allontana dalle atmosfere ossessive e dalle dissonanze di molti dei primi lavori del gruppo, "Shouting at the ground" si muove più sul terreno di sonorità circolari ed ipnotizzanti, dilatazioni e bordoni dal sapore quasi ambient ma con una vena più oscura e cosmica, ripresentando talora le suggestioni rituali presenti nell'estetica degli Zoviet France, e campionamenti dal sound occasionalmente low fi. Una delle opere più meditative della loro discografia degli anni '80. Formatisi a Newcastle in Inghilterra intorno al 1980, i Zoviet France sono uno dei principali gruppi della sperimentazione industrial britannica. Autori di una prolifica discografia, sono stati accostati sia alla musica industriale che alla ambient, con il loro originale intreccio di musica concreta, ''falsa'' musica percussiva etnica, elettronica ed integrazione dei difetti degli strumenti di registrazione nella produzione della propria musica; il loro primo album eponimo esce nel 1982, seguito da una serie di lavori in buona parte dal vivo e spesso confezionati in suggestive ed inconsuete copertine. Alcuni membri del gruppo formano i Reformed Faction nel 2005.
Euro
35,00
codice 3513192
scheda
Zoviet france (soviet france) What is not true (ltd)
LP2 [edizione] nuovo  stereo  ger  1993  vinyl on demand 
punk new wave
edizione limitata a 300 copie, doppio vinile pesante, pressato nei prestigiosi stabilimenti Pallas in Germania, inciso su tre facciate (la prima, la terza e la quarta) e con la seconda priva di solchi, copertina senza codice a barre, label custom in bianco e nero con artwork diverso su ciascuna delle quattro facciate, catalogo VOD165.14/15. Per la prima volta disponibile in vinile grazie a questa edizione del 2020 ad opera della Vinyl On Demand, l'album dal vivo originariamente pubblicato nel 1993 solo in cd dalla Charrm nel Regno Unito, dopo l'ottavo in studio "Shadow, thief of the sun" (1991) e prima del nono "Digilogue" (1996). "What is not true" fu registrato in concerto in due date, il 29 marzo del 1993 al Leadmill di Sheffield (il brano "Cyclonic sub alien") ed il 30 marzo successivo allo Old Vic di Nottingham (gli altri due brani, "Public service announcement" e "Not just what to say"): sono performances in cui il gruppo prosegue su quello che era il suo indirizzo prevalente dall'inizio degli anni '90, quello di una musica che prende sì ancora spunto dallo industrial, ma che si allontana da ossessioni e dissonanze per concentrarsi su sonorità dilatate, loops e circolarità minimaliste oscure ed oniriche, influssi di musica cosmica tedesca ed un'atmosfera in cui l'aspetto della ritualità si fa più lento ed a suo modo solenne. Formatisi a Newcastle in Inghilterra intorno al 1980, i Zoviet France sono uno dei principali gruppi della sperimentazione industrial britannica. Autori di una prolifica discografia, sono stati accostati sia alla musica industriale che alla ambient, con il loro originale intreccio di musica concreta, ''falsa'' musica percussiva etnica, elettronica ed integrazione dei difetti degli strumenti di registrazione nella produzione della propria musica; il loro primo album eponimo esce nel 1982, seguito da una serie di lavori in buona parte dal vivo e spesso confezionati in suggestive ed inconsuete copertine. Alcuni membri del gruppo formano i Reformed Faction nel 2005.
Euro
35,00
codice 3025520
scheda

Page: 1 of 1

  • 1

Pag.: oggetti: