Hai cercato:  Vian boris --- Titoli trovati: : 1
  • 1
 
Pag.: oggetti:
 
ordina per
aiuto su ricerche
Pag.: oggetti:
Vian boris Jazz à saint-germain-des-prés
Lp [edizione] nuovo  stereo  fra  1947  diggers factory / ina 
jazz
Edizione limitata a mille copie numerate sul retro copertina in basso, vinile da 140 grammi, allegata tessera per ol download digitale dell'album, label blu e nera con scritte bianche e logo Ina in alto. Pubblicato nel 2020 dalla Diggers Factory / Ina, questo album documenta attraverso rare registrazioni le performances date da Boris Vian nei cabaret del quartiere parigino di Saint-Germain-Des-Prés, fra il 1947 ed il 1957. Questi brani evidenziano soprattuto il Vian trombettista e jazzista, attraverso un set di squisiti brani che richiamano sia il bop che, alcuni casi, il più fluente jazz prebellico. Questa la scaletta, con date di incisione: "Ah! Si j'avais un franc cinquante", "Basin street blues", "Sweet and be bop", "Rose room", "Time's a-wastin'" (brani registrati il 25 ottobre del 1947 al Tabou, storico locale che all'epoca era un ritrovo per jazzisti e bohémiens); "Interview de Boris Vian à Saint-Germain-des-Prés" (intervista registrata il 2/11/48); "Royal garden blues" (dal vivo al Teatro Edouard VII, 4/7/49); "J'suis snob", "On n'est pas là pour se faire engulfer" (al cabaret de La Fontaine des Quatre-Saisons, 23/2/55); "Pan pan poireux" (registrato a Rue de Rome, Parigi, il 2/2/57). Boris Vian, nato in Francia nel 1920 e morto nel 1959, e' stato uno scrittore, cantautore, trombettista e traduttore francese (tradusse Alfred Elton van Vogt e Raymond Chandler). E' stato anche membro del College de Pataphysique e dirigente del reparto discografico jazzistico della Philips. Autore anche di racconti e canzoni, Vian ha suonato la sua tromba tascabile nel famoso club "Tabou" di Parigi. La sua canzone piu' famosa e' "Le deserteur", dal testo apertamente pacifista; fu scritta durante la guerra d'Indocina. ''Il disertore'' fu tradotta per la prima volta da Luigi Tenco, il quale la intitolo' "Padroni della terra", ma rimase inedita; fu poi ripresa da Ivano Fossati. Fu tradotta inoltre da Bob Dylan ed ispiro' "Masters of war". Le sue canzoni sono state riprese da moltissimi artisti, tra cui Juliette Greco, Nana Mouskouri, Yves Montand, Magali Noel, Henri Salvador e Ivano Fossati. Grande fu il suo amore per il jazz ed esso traspare anche nelle sue opere.
Euro
29,00
codice 3512676
scheda

Page: 1 of 1

  • 1

Pag.: oggetti: