Hai cercato:  Soundgarden --- Titoli trovati: : 7
  • 1
 
Pag.: oggetti:
 
ordina per
aiuto su ricerche
Pag.: oggetti:
Soundgarden badmotorfinger
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1991  A&M 
punk new wave
Ristampa uguale all'originale, nella versione europea con copertina con il nome del gruppo in rosso, etichetta nera con logos lungo la fascia centrale bianchi, neri e crema. Il terzo album per il gruppo di Seattle guidato da Chris Cornell, uscito nell' ottobre del 1991, registrato dopo l' ingresso in formazione del bassista Ben Sheperd che aveva sostituito l' ex Nirvana Jason Everman, a sua volta entrato nel gruppo per breve tempo per rimpiazzare Hiro Yamamoto. Giunto al 39esimo posto delle classifiche sia statunitensi che inglesi, spinto dai singoli "Jesus Christ Pose", "Rusty Cage" ed "Outshined" (tutti uscito comunque solo in Inghilterra), il disco fu una vera e propria prova generale per la consacrazione al ruolo di superstars che otterrano con lo strepitoso successo di "Superunknown" poco piu' di due anni dopo. E col tempo questo disco si guadagnera' un doppio disco di platino, continuando a vendere attraverso gli anni, riconosciutogli il merito, insieme a "Nevermind" dei Nirvana ed a "Ten" dei Pearl Jam, di aver portato il grunge fuori dai confini ristretti dell' underround. Caratterizzato da un suono potentissimo, a tratti monolitico, assai piu' legato al classico hard rock degli anni '70 degli albums precedenti del gruppo, "Badmotorfinger" e' considerato uno dei capolavori della band, tra le prime a suonare una musica che era davvero capace di mettere insieme il miglior hard rock "ossianico" dei '70 con elementi mutuati dal punk e, persino, dal post punk inglese, ancora vicini alla meta' degli anni '80, contribuendo in maniera determinante a definire i canoni di quello che presto venne chiamato "grunge".
Euro
27,00
codice 2110333
scheda
Soundgarden Bleed your heart out / what's in it for me?
LP2 [edizione] nuovo  stereo  usa  1992  seattle sounds 
punk new wave
Vinile doppio, uno di colore azzurro semitrasparente, l'altro grigio chiaro marmorizzato, ciascuno di essi contenuto in una copertina lucida separata, senza codice a barre, label custom fotografica con artwork diverso su ciascuna delle quattro facciate. Pubblicazione privata, questo doppio album contiene le registrazioni del concerto dato dal gruppo al Camden Underworld di Londra il 12 marzo del 1992. Una qualità sonora buona, anche se inferiore ad un tipico soundboard, rende godibilissimo l'ascolto di questo show. Questa la scaletta: "Searching with my good eyes closed", "Hands all over", "Drawing flies", "Room a thousand years wide", "Gun", "Flower", "Little joe", "Big dumb sex", "Face pollution", "Incessant mace", "Rusty cage", "Outshined", "Mind riot", "Beyond the wheel", "Into the void", "Jesus christ pose". I Soundgarden sono stati tra i primi esponenti e tra le principali fonti di ispirazione di tutta la scena grunge, suonando una musica che era davvero capace di mettere insieme il miglior hard rock "ossianico" dei '70 con elementi mutuati dal punk e, persino, dal post punk inglese, sin dal primo storico singolo "Nothing to Say", del gennaio del 1987. Attivi su molteplici fronti durante la storia artistica del gruppo (Kim Thayil nei Pigeonhed, ma già nell' 80 aveva inciso un singolo con i punks Identity Crisis, Matt Cameron nei Tone Dogs, Chris Cornell e Matt Cameron nei Temple of the Dog, Ben Sheperd ed ancora Matt Cameron negli Hater), i musicisti continuarono ad avere negli anni a venire un posto di rilievo nella scena americana, con Chris Cornell ovviamente solista ed anche negli Audioslave, e Cameron nei Pearl Jam.
Euro
27,00
codice 3512497
scheda
Soundgarden Flower / head injury / toy box
12'' [edizione] originale  stereo  usa  1989  sst 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good punk new wave
Ep in formato 12", la prima stampa USA, nella versione in vinile ambrato se posto controluce, copertina (con lievi segni di invecchiamento) lucida fronte retro con barcode, nella originaria versione con retro con sfondo azzurro, label nera con scritte gialle e con ''scalino'' a circa 1,2 cm dal foro centrale, con le scritte in giallo tendente all' arancione, e non chiaro come nella ristampa, retrocopertina con note in grigio piu' chiare e assai meglio leggibili che nella successiva tiratura, catalogo SST231. Pubblicato nel maggio del 1989 dalla SST negli USA, questo ep usci' dopo il primo album ''Ultramega OK'' (1988) e prima del secondo ''Louder than love'' (1989). Si tratta dell'ultima uscita del gruppo per la label indie SST, prima del passaggio alla A&M, ed e' anche l'ultimo disco con l'originario bassista Hiro Yamamoto ancora in formazione. Contiene tre brani: ''Flower'' e ''Head injury'' sono tratte dal primo sopracitato album, mentre ''Toy box'' e' un inedito, registrato per altro da Jack Endino. Un classico esempio del sound dei primi anni della band, fortemente influenzato dai Black Sabbath con il suo incedere monolitico e cupo, ma anche dallo hardcore punk. Formatisi a Seattle nel 1984, i Soundgarden di Chris Cornell, divenuto progressivamente leader carismatico della band, sono stati tra i primi esponenti e tra le principali fonti di ispirazione per tutta la scena grunge, suonando una musica che era davvero capace di mettere insieme il miglior hard rock "ossianico" dei '70 con elementi mutuati dal punk e, persino, dal post punk inglese, sin dal primo storico singolo "Nothing to Say", del gennaio del 1987. Attivi su molteplici fronti durante la storia artistica del gruppo (Kim Thayil nei Pigeonhed, ma gia' nel 1980 aveva inciso un singolo con i punk Identity Crisis, Matt Cameron nei Tone Dogs, Chris Cornell e Matt Cameron nei Temple of the Dog, Ben Sheperd ed ancora Matt Cameron negli Hater), i musicisti continuarono ad avere negli anni a venire un posto di rilievo nella scena americana, con Chris Cornell ovviamente solista ed anche negli Audioslave, e Cameron nei Pearl Jam.
Euro
20,00
codice 253279
scheda
Soundgarden live from artists den (4lp box)
LPBOX [edizione] nuovo  stereo  eu  2019  universal 
punk new wave
box quadruplo, in vinile 180 grammi, per audiofili, adesivo di presentazione sul cellophane, copertina in cartone rigido con apertura laterale, ogni disco contenuto in una rispettiva copertina interna. A due anni dalla morte di Chris Cornell (maggio 2017), pubblicato nel luglio del 2019, questo atteso live album della storica band di Seattle contiene l' intero concerto eseguito come ultima tappa del tour che segui' l' uscita dell' ultimo album in studio "King Animal", concerto effettuato al Wiltern di Los Angeles il 16 febbraio del 2013 e trasmesso televisivamente in vari paesi nell' ambito della serie Artists Den, una serie televisiva di grande seguito, riservata alla musica dal vivo. La qualita' di registrazione e' straordinaria, cosi' come l' esecuzione della band e la performance canora di Chris Cornell. Questa la scaletta del concerto: A1 Incessant Mace A2 My Wave A3 Been Away Too Long B1 Worse Dreams B2 Jesus Christ Pose B3 Flower B4 Taree C1 Spoonman C2 By Crooked Steps C3 Blind Dogs C4 Rowing D1 Non-State Actor D2 Drawing Flies D3 Hunted Down D4 Black Saturday D5 Bones Of Birds E1 Blow Up The Outside World E2 Fell On Black Days E3 Burden In My Hand F1 A Thousand Days Before F2 Blood On The Valley Floor F3 Rusty Cage F4 New Damage G1 4th Of July G2 Outshined G3 Black Hole Sun H1 Ty Cobb H2 Slaves & Bulldozers H3 Feedbacchanal. I Soundgarden sono stati tra i prime esponenti e tra le principali fonti di ispirazione per tutta la scena grunge, suonando una musica che era davvero capace di mettere insieme il miglior hard rock "ossianico" dei '70 con elementi mutuati dal punk e, persino, dal post punk inglese, sin dal primo storico singolo "Nothing to Say", del gennaio del 1987. Attivi su molteplici fronti durante la storia artistica del gruppo (Kim Thayil nei Pigeonhed, ma gia' nell' 80 aveva inciso un singolo con i punks Identity Crisis, Matt Cameron nei Tone Dogs, Chris Cornell e Matt Cameron nei Temple of the Dog, Ben Sheperd ed ancora Matt Cameron negli Hater), i musicisti continuarono ad avere negli anni a venire un posto di rilievo nella scena americana, con Chris Cornell ovviamente solista ed anche negli Audioslave, e Cameron nei Pearl Jam. il loro terzo full lenght, "Badmotorfinger" del 91, (doppio disco di platino), insieme a "Nevermind" dei Nirvana e "Ten" dei Pearl Jam, sono considerati come gli albums che hanno portato il grunge fuori dai confini ristretti dell'underground. Inoltre e' considerato uno dei capolavori della band, tra le prime a suonare una musica che era davvero capace di mettere insieme il miglior hard rock "ossianico" dei '70 con elementi mutuati dal punk e, persino, dal post punk inglese, ancora vicini alla meta' degli anni '80, contribuendo in maniera determinante a definire i canoni di quello che presto venne chiamato "grunge". Dopo lo scioglimento successivo al quinto album in studio "Down On The Upside" (1996), con Cornell a quel punto impegnato con Audioslave e come solista, il gruppo si sarebbe riformato anni dopo per un ulteriore album, "King Animal" (2012); dopo un ultimo disco solista, "Higher Truth" (2015), Cornell si sarebbe suicidato nel maggio del 2017.
Euro
89,00
codice 3022520
scheda
Soundgarden Screaming life / fopp
12"x2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1987  sub pop 
punk new wave
etichette "custom", inner sleeves, coupon con codice per scaricare il disco in mp3. Uscito nel 2013, questo doppio 12" contiene sul primo disco i sei brani del primo storico minialbum "Screaming Life", a cui si aggiunge pero' il brano "Sub Pop Rock City", originariamente sulla rarissima compilation "Sub Pop 200", e sul secondo disco i quattro brani del secondo 12" "Fopp". Ecco le note relative ai dischi in questione: "Screaming Life": uscito nell' ottobre del 1987 dalla Sub Pop negli USA, dopo il singolo d'esordio e prima del secondo 12" "Fopp". Il gruppo americano realizza qui sei brani di ruvido indie rock chitarristico, che si ispira al rock pesante degli anni '70 (Led Zeppelin, Black Sabbath) ma senza essere derivativo, e mescolando queste influenze con sonorita' talvolta meno potenti e piu' atmosferiche ma anche con una irruenza memore del punk. Prodotto da Jack Endino insieme al gruppo, il disco e' considerato un classico esempio del primo grunge. "Fopp": uscito nell' agosto del 1988 su Sub Pop, dopo il primo 12" "Screaming Life" e prima dell' album "Ultramega Ok", il secondo 12". Contiene quattro brani: due versioni della atipica "Fopp", cover dagli Ohio Players, che innesta su ritmi tipicamente funky gli elementi hard-grunge tipici dei Soundgarden, una "Kingdom of Come" che mette insieme Rock'n'roll chitarristico di stampo southern e grunge, e la bella cover di "Swallow My Pride" degli amici Green River. Formatisi a Seattle nel 1984, i Soundgarden di Chris Cornell, divenuto progressivamente leader carismatico della band, sono stati tra i primi esponenti e tra le principali fonti di ispirazione per tutta la scena grunge, suonando una musica che era davvero capace di mettere insieme il miglior hard rock "ossianico" dei '70 con elementi mutuati dal punk e, persino, dal post punk inglese, sin dal primo storico singolo "Nothing to Say", del gennaio del 1987. Attivi su molteplici fronti durante la storia artistica del gruppo (Kim Thayil nei Pigeonhed, ma g
Euro
32,00
codice 2111916
scheda
Soundgarden Superunknown (180 g)
lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1994  a&m / universal 
punk new wave
Doppio album, ristampa ufficiale rimasterizzata dai nastri analogici originali, in vinile 180 grammi per audiofili, uscita nel maggio del 2014 in occasione del 20ennale dall' uscita originaria del disco, esclusivo booklet di 12 pagine, copertina apribile pressocche' identica alla prima rara tiratura su A&M. Il quarto album per il gruppo americano di Seattle guidato da Chris Cornell. Uscito nel marzo del '94 su A&M in Gran Bretagna e negli USA, a distanza di quasi tre anni dal precedente "Badmotorfinger", fu anticipato dal singolo "Spoonman" (successivamente ne vennero tratti anche "The Day I Tried To Live" e soprattuto la celeberrima e magnifica "Black Hole Sun"), e fu il passo definitivo per la consacrazione al ruolo di superstar della grandissima band di Seattle, giungendo al primo posto della classifica americana ed al quarto di quella inglese. In "Superunknown" la vena quasi heavy dei dischi precedenti si va sovente stemperando in suggestive ballate che danno modo al cantante Chris Cornell di dare sfogo a nuove sfumature delle sue grandi capacita' interpretative, facendone piu' che mai il leader carismatico della band, tra le prime esponenti e tra le principali fonti di ispirazione per tutta la scena grunge, suonando una musica che era davvero capace di mettere insieme il miglior hard rock "ossianico" dei '70 con elementi mutuati dal punk e, persino, dal post punk inglese, sin dal primo storico singolo "Nothing to Say", del gennaio del 1987.
Euro
36,00
codice 2114759
scheda
Soundgarden Ultramega ok (expanded reissue)
lp2 [edizione] nuovo  stereo  usa  1988  sub pop 
punk new wave
Ristampa rimasterizzata del 2017, ampliata a doppio album con un minialbum aggiunto all' lp originario, contenente sei brani dell' album in versioni inedite ("Head Injury", "Beyond The Wheel", "Incessant Mace", "He Didn't", "All Your Lies" e "Incessant Mace - Long"), copertina per l' occasione apribile (con barcode 098787117219), con nome del gruppo in rilievo ed in caratteri metallizzati sul fronte, corredato di inner sleeves. Il primo GRANDISSIMO album della leggendaria band di Seattle, pubblicato nel novembre del 1988 dalla SST in Gran Bretagna e negli USA, dopo un singolo e due ep, costituisce con essi un vero e proprio atto di nascita del genere grunge, insieme con gli esordi dei Mudhoney, rispetto ai quali pero' il gruppo di Chris Cornell aveva una maggiore complessita', mettendo insieme l' hard rock ossianico di Black Sabbath e dei Led Zeppelin piu' oscuri con certe influenze post punk anch' esse tutt' altro che solari (un nome su tutti: i Killing Joke). Il disco ebbe uno straordinario successo a livello indipendente ed immediatamente la band venne messa sotto contratto dalla A& M, che ne fara' delle star. Uno degli esordi piu' importanti degli anni '80, la consacrazione al ruolo di superstars della grandissima band qui caratterizzata da un sound graffiante dove il cantante Chris Cornell riesce a dar sfogo a tutte le sfumature delle sue grandi capacita' interpretative. I Soundgarden sono stati tra i prime esponenti e tra le principali fonti di ispirazione per tutta la scena grunge, suonando una musica che era davvero capace di mettere insieme il miglior hard rock "ossianico" dei '70 con elementi mutuati dal punk e, persino, dal post punk inglese, sin dal primo storico singolo "Nothing to Say", del gennaio del 1987. Attivi su molteplici fronti durante la storia artistica del gruppo (Kim Thayil nei Pigeonhed, ma gia' nell' 80 aveva inciso un singolo con i punks Identity Crisis, Matt Cameron nei Tone Dogs, Chris Cornell e Matt Cameron nei Temple of the Dog, Ben Sheperd ed ancora Matt Cameron negli Hater), i musicisti continuarono ad avere negli anni a venire un posto di rilievo nella scena americana, con Chris Cornell ovviamente solista ed anche negli Audioslave, e Cameron nei Pearl Jam.
Euro
29,00
codice 2104176
scheda

Page: 1 of 1

  • 1

Pag.: oggetti:
Indice autori contenenti "Soundgarden":
Soundgarden - 

altri autori contnenti le parole cercate: