Hai cercato:  Rolling Stones --- Titoli trovati: : 79
 
Pag.: oggetti:
 
ordina per
aiuto su ricerche
Pag.: oggetti:
Rolling stones 7" Singles 1963-1966 (18x7" box + book and poster)
7"BOX [edizione] nuovo  mono  eu  1963  abkco 
rock 60-70
EDIZONE LIMITATA, splendido box di 18 singoli ed ep, formato 7", copertina del box in cartone rigido, con adesivo di presentazione sul cellophane; pubblicato nel giugno 2022, contiene le riproduzioni dei diciotto singoli ed eps realizzati dalla seminale band inglese in Uk ed in Usa fino al 1966, ciascuno corredato di relativa picture sleeve (essendo usciti molti di essi senza alcuna picture disc, le stesse si rifanno talora a quelle di altri paesi), e contiene inoltre un booklet esclusivo di 32 pagine ricco di note e foto, 5 "photo cards" ed un poster. Questi i singoli ed ep's contenuti: “Come On” / “I Want To Be Loved” (giungo 1963), “I Wanna Be Your Man” / “Stoned” (novembre 1963), "The Rolling Stones E.P.", uscito nel gennaio 1964 (“Bye Bye Johnny”, “Money”, “You Better Move On” e “Poison Ivy”), “Not Fade Away” / “Little By Little” (febbraio 1964), “Tell Me” / “I Just Wanna Make Love To You” (giugno 1964), “It’s All Over Now” / “Good Times, Bad Times” (giugno 1964), Five by Five E.P." dell' agosto 1964) (“If You Need Me”, “Empty Heart”, “2120 South Michigan Avenue”, “Confessin' The Blues”, “Around and Around”), "Time Is On My Side” / “Congratulations” (settembre 1964), “Little Red Rooster” / “Off The Hook” (novembre 1964), "Heart Of Stone” / “What A Shame” (dicembre 1964), “The Last Time” / “Play With Fire” (febbraio 1965), "Got Live If You Want It! E.P." del giugno 1965) (“We Want The Stones (Live)”, “Everybody Needs Somebody To Love (Live)”, "Pain In My Heart (Live)”, “Route 66 (Live)”, “I'm Moving On”, “I'm Alright”), “(I Can’t Get No) Satisfaction” / “The Under Assistant West Coast Promotion Man” (giugno 1965), “(I Can’t Get No) Satisfaction)” / “The Spider And The Fly” (agosto 1965), “Get Off Of My Cloud” / “I’m Free” (settembre 1965), “Get Off Of My Cloud / “The Singer Not The Song” (ottobre 1965), “As Tears Go By” / “Gotta Get Away” (dicembre 1965), “19th Nervous Breakdown” / “Sad Day” (febbraio 1966)
Euro
182,00
codice 3029350
scheda
Rolling stones a bigger bang - live on copacabana beach
lp3 [edizione] originale  stereo  eu  2021  rolling stones / mercury / universal 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good rock 60-70
copia ancora incellophanata, ma con piccola ammaccatura della copertina lungo la costola sinistra, sul fronte; triplo album in vinile 180 grammi, copertina apribile, in cartoncino nero all' interno del vano per i dischi, adesivo di presentazione sul cellophane. Pubblicato nel luglio 2021, questo live album contiene l' intero celebre concerto effettuato sulla spiaggia di Copacabana, Rio de Janeiro, Brasile, il 18 febbraio 2006, durante il lungo tour effettuato dopo l' uscita dell' album "A Bigger Bang". Venti brani, tra cui quattro altrimenti inedite in queste versioni: "Tumbling Dice", "Oh No, Not You Again", "This Place is Empty" e "Sympathy For the Devil". Questa la scaletta completa: A1 Intro A2 Jumpin' Jack Flash A3 It's Only Rock 'N' Roll (But I Like It) A4 You Got Me Rocking A5 Tumbling Dice B1 Oh No, Not You Again B2 Wild Horses B3 Rain Fall Down C1 Midnight Rambler C2 Night Time Is The Right Time C3 This Place Is Empty D1 Happy D2 Miss You D3 Rough Justice D4 Get Off Of My Cloud D5 Honky Tonk Women E1 Sympathy For The Devil E2 Start Me Up E3 Brown Sugar F1 You Can't Always Get What You Want F2 (I Can't Get No) Satisfaction.
Euro
38,00
codice 251069
scheda
Rolling Stones Aftermath (1st press stereo!)
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1966  decca 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  excellent rock 60-70
Prima davvero molto rara stampa inglese in stereo (molto piu' rara rispetto a quella mono), copertina (con davvero lievi segni di invecchiamento) laminata sul fronte, nella versione; retrocopertina con in basso le indicazioni "Printed in England by Robert Stace" e "Laminated with Clarifoli". Etichetta "blue unboxed", blu con logo Decca non riquadrato in un rettangolo, con "deep groove", con anno di pubblicazione a sinistra (e non a destra come alcune altre copie ne' in basso come nella seconda stampa di poco successiva), nella versione con titoli scritti in caratteri "sans serif", cosi' come "Mick, Keith, Charlie, Brian & Bill" (tale indicazione e' nella versione in caratteri piccoli che sul lato A e' larga decisamente meno della prima riga di titoli), "N.C.B", "B.I.E.M.", "M.P.C.S." e "Mirage Music" a sinistra su quattro rispettive righe, tax code "KT"stampato a destra. Trail off matrix "2W" e "2W" sulle due facciate. Per molti critici il loro album migliore, uscito in Inghilterra nell'aprile del 1966 , dopo ''Out Of Our Heads'' e prima di ''Their Satanic'', giunse al primo posto delle classifiche UK ed al secondo di quelle USA dove fu pubblicato nel luglio del 1966. Il quarto album. Lavoro di importanza capitale nella carriera del gruppo, fu il primo interamente composto da Jagger-Richard, l'atmosfera e' qui davvero sinistra, ''Stupid Girl'' con i suoi versi misogini, i riferimenti alle droghe in ''Mother's Little Helper'', la vita di strada di ''High And Dry'', si compongono nel puzzle che, mai come in questo lp, dara' l'immagine di ''duri'' alla band londinese, ma c'e' molto di piu', gli arrangiamenti quasi jazz di Brian Jones in ''Under My Thumb'', quelli proto folk elisabettiani di ''Lady Jane'' in cui usa il Dulcimer, gli undici minuti di ''Goin' Home'', durata record per il 1966, i primi vagiti della psychedelia di marca dylaniano-beatlesiana che portera' a ''Paint It Black'', singolo del maggio del 1966, uscito un mese dopo questo lp, ma frutto delle stesse sessions. Un album praticamente perfetto che e' naturalmente, entrato di prepotenza nella storia della musica rock di ogni epoca. Immancabile.
Euro
270,00
codice 253942
scheda
Rolling Stones Aftermath (uk version)
Lp [edizione] ristampa  stereo  eu  1966  decca/abkco 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
copia ancora incellophanata, ristampa del 2003, in vinile 180 grammi e rimasterizzata in dsd (direct stream digital), sistema che dovrebbe restituire la brillantezza dei masters originali, copertina pressoche' identica alla prima rara tiratura uscita in Inghilterra su Decca, etichetta custom, catalogo 882323-1. La versione inglese dell' album, con copertina e lista dei brani diverse dalla versione americana del disco (qui i brani sono "Mothers Little Helper", "Stupid Girl", "Lady Jane", "Under My Thumb", "Doncha Bother Me", "Goin' Home", "Flight 505", "High And Dry", "Out Of Time", "It's Not Easy", "I Am Waiting", "Take It Or Leave It", "Think", "What To Do"). Per molti critici il loro album migliore, uscito in Inghilterra nell'aprile del 1966 , dopo ''Out Of Our Heads'' e prima di ''Their Satanic'', giunse al primo posto delle classifiche UK ed al secondo di quelle USA dove fu pubblicato nel luglio del 1966. Il quarto album. Lavoro di importanza capitale nella carriera del gruppo, fu il primo interamente composto da Jagger-Richard, l'atmosfera e' qui davvero sinistra, ''Stupid Girl'' con i suoi versi misogini, i riferimenti alle droghe in ''Mother's Little Helper'', la vita di strada di ''High And Dry'', si compongono nel puzzle che, mai come in questo lp, dara' l'immagine di ''duri'' alla band londinese, ma c'e' molto di piu', gli arrangiamenti quasi jazz di Brian Jones in ''Under My Thumb'', quelli proto folk elisabettiani di ''Lady Jane'' in cui usa il Dulcimer, gli undici minuti di ''Goin' Home'', durata record per il 1966, i primi vagiti della psychedelia di marca dylaniano-beatlesiana che portera' a ''Paint It Black'', singolo del maggio del 1966, uscito un mese dopo questo lp, ma frutto delle stesse sessions. Un album praticamente perfetto che e' naturalmente, entrato di prepotenza nella storia della musica rock di ogni epoca. Immancabile.
Euro
20,00
codice 254181
scheda
Rolling Stones Aftermath (uk version)
Lp [edizione] ristampa  stereo  eu  1966  decca/abkco 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
copia ancora incellophanata, ristampa del 2021, in vinile 180 grammi, distribuita in Italia nel circuito delle edicole nell' ambito della collana "The Rolling Stones - Vinyl Collection", copertina senza barcode pressoche' identica alla prima rara tiratura uscita in Inghilterra su Decca, etichetta Decca blu con scritte e logo grigi. La versione inglese dell' album, con copertina e lista dei brani diverse dalla versione americana del disco (qui i brani sono "Mothers Little Helper", "Stupid Girl", "Lady Jane", "Under My Thumb", "Doncha Bother Me", "Goin' Home", "Flight 505", "High And Dry", "Out Of Time", "It's Not Easy", "I Am Waiting", "Take It Or Leave It", "Think", "What To Do"). Per molti critici il loro album migliore, uscito in Inghilterra nell'aprile del 1966 , dopo ''Out Of Our Heads'' e prima di ''Between the buttons", giunse al primo posto delle classifiche UK ed al secondo di quelle USA dove fu pubblicato nel luglio del 1966. Il quarto album. Lavoro di importanza capitale nella carriera del gruppo, fu il primo interamente composto da Jagger-Richard, l'atmosfera e' qui davvero sinistra, ''Stupid Girl'' con i suoi versi misogini, i riferimenti alle droghe in ''Mother's Little Helper'', la vita di strada di ''High And Dry'', si compongono nel puzzle che, mai come in questo lp, dara' l'immagine di ''duri'' alla band londinese, ma c'e' molto di piu', gli arrangiamenti quasi jazz di Brian Jones in ''Under My Thumb'', quelli proto folk elisabettiani di ''Lady Jane'' in cui usa il Dulcimer, gli undici minuti di ''Goin' Home'', durata record per il 1966, i primi vagiti della psychedelia di marca dylaniano-beatlesiana che portera' a ''Paint It Black'', singolo del maggio del 1966, uscito un mese dopo questo lp, ma frutto delle stesse sessions. Un album praticamente perfetto che e' naturalmente, entrato di prepotenza nella storia della musica rock di ogni epoca. Immancabile.
Euro
25,00
codice 249523
scheda
Rolling Stones Beggars Banquet (patents pending)
LP [edizione] originale  stereo  uk  1968  Decca 
  [vinile]  excellent  [copertina]  Very good rock 60-70
copia con giusto lievi segni di invecchiamento sulla copertina della prima davvero rara stampa inglese, oramai completamente estinta dal mercato, copertina apribile laminata fronte e retro con sul retro in basso ''Sleeve printed by Garrod and Lofthouse Internationa Limited'' NELLA PRIMISSIMA VERSIONE CON "PATENTS PENDING" (presto questa indicazione fu eliminata nelle copie definitive); etichetta Decca "type 3": blue ''unboxed'' con scritte e logo argento, ''Made in England by the Decca Record co. ltd. London'' in alto, (p) ed anno di uscita in basso e ''Full Frequency Stereophonic Sound '' sopra il foro centrale, matrice al contrario sopra il numero di catalogo, nella versione con caratteri dei titoli nel piu' elegante "Times New Roman" invece che nell' essenziale "Sans Serif", produced By Jimmy Miller" in basso su una riga e non due, "tax code" J/T e non S (in basso), matrici sul trail off dei due lati che si concludono con "-2K". Pubblicato (su Decca in Uk e su London in Usa) nel Dicembre del 1968 dopo ''Their Satanic Majesties Request'' e prima di ''Let It Bleed'', ginto al numero 5 delle clasificjhe USA ed al numero 3 di quelle UK. Il loro settimo album, l'ultimo con Brian Jones, e' uno dei 10 lavori piu' belli di tutti i tempi, prodotto da Jimmy Miller, con la chitarra di Dave Mason dei Traffic, con un sound asciutto e potentissimo, influenzato dalla scoperta (ad opera di Anita Pallenberg e Marianne Faithfull ) del blues del delta e della figura di Robert Johnson, cattura quell' alchimia magica ed inarrivabile che quasi mai e' data nell' esistenza di un artista. Come per i Beatles nel ''White Album'', gli Stones chiudono la stagione psychedelica e gli esperimenti in studio in questo 1968, il loro suono e' concentrato ora sul blues del delta, riletto, riscritto, e magnificato in uno dei lavori come detto piu' riusciti e magici di ogni tempo. "Salt of the Earth" e "No Expectations" sono direttamente discendenti dal suono pre war del Sud degli States con la chitarra slide in grande evidenza, "Jig Saw Puzzle'' e ''Prodigal Son'', iniziano la reinvenzione del blues indolente e direttamente discendente dal folk e dalla psichedelia che verra' approfondito nell'album successivo, anche il rock & roll si trasforma, come in "Street Fighting Man", un brano innovativo anche nel testo e che si occupa dei disordini e degli scontri di piazza del 1968, c'e' "Sympathy for the Devil", uno dei massimi brani della storia della musica rock, che recupera addirittura il sound dell'africa mixandolo con un groove satanico ed oscuro, "Stray Cat Blues" con i suoi pesanti riferimenti sessuali in cui Jagger mette a punto quella che sara' la sua principale ossessione durante la prima meta' degli anni '70.
Euro
265,00
codice 700908
scheda
Rolling Stones Beggars Banquet (uk export for japan + flexi!)
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1968  london 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Bellissima copia della prima, molto rara stampa realizzata nel 1968 in Inghilterra su etichetta London per il mercato giapponese, COPIA COMPLETA DELL' ORIGINARIO RARISSIMO FLEXI con picture sleeve, copia completa anche dei due inserti originari, dell' originaria busta London, ma non dell' introvabile obi. Copertina apribile laminata fronte e retro, con sul retro in basso ''Sleeve printed by Garrod and Lofthouse International Limited''; etichetta London blu ed argento con logo London/ffrr in un box in alto, catalogo PS.539. Pubblicato (su Decca in Uk e su London in Usa) nel Dicembre del 1968 dopo ''Their Satanic Majesties Request'' e prima di ''Let It Bleed'', ginto al numero 5 delle clasificjhe USA ed al numero 3 di quelle UK. Il loro settimo album, l'ultimo con Brian Jones, e' uno dei 10 lavori piu' belli di tutti i tempi, prodotto da Jimmy Miller, con la chitarra di Dave Mason dei Traffic, con un sound asciutto e potentissimo, influenzato dalla scoperta (ad opera di Anita Pallenberg e Marianne Faithfull ) del blues del delta e della figura di Robert Johnson, cattura quell' alchimia magica ed inarrivabile che quasi mai e' data nell' esistenza di un artista. Come per i Beatles nel ''White Album'', gli Stones chiudono la stagione psychedelica e gli esperimenti in studio in questo 1968, il loro suono e' concentrato ora sul blues del delta, riletto, riscritto, e magnificato in uno dei lavori come detto piu' riusciti e magici di ogni tempo. "Salt of the Earth" e "No Expectations" sono direttamente discendenti dal suono pre war del Sud degli States con la chitarra slide in grande evidenza, "Jig Saw Puzzle'' e ''Prodigal Son'', iniziano la reinvenzione del blues indolente e direttamente discendente dal folk e dalla psichedelia che verra' approfondito nell'album successivo, anche il rock & roll si trasforma, come in "Street Fighting Man", un brano innovativo anche nel testo e che si occupa dei disordini e degli scontri di piazza del 1968, c'e' "Sympathy for the Devil", uno dei massimi brani della storia della musica rock, che recupera addirittura il sound dell'africa mixandolo con un groove satanico ed oscuro, "Stray Cat Blues" con i suoi pesanti riferimenti sessuali in cui Jagger mette a punto quella che sara' la sua principale ossessione durante la prima meta' degli anni '70.
Euro
280,00
codice 245655
scheda
Rolling stones Beggars banquet (wc sleeve)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1968  abkco 
rock 60-70
Ristampa rimasterizzata, copertina apribile, nella famosa versione all' epoca dell' uscita del disco censurata, con il w.c. pieno di scritte, rifiutata dalla Decca. Pubblicato (su Decca in Uk e su London in Usa) nel Dicembre del 1968 dopo ''Their Satanic Majesties Request'' e prima di ''Let It Bleed'', ginto al numero 5 delle clasificjhe USA ed al numero 3 di quelle UK. Il loro settimo album, l'ultimo con Brian Jones, e' uno dei 10 lavori piu' belli di tutti i tempi, prodotto da Jimmy Miller, con la chitarra di Dave Mason dei Traffic, con un sound asciutto e potentissimo, influenzato dalla scoperta (ad opera di Anita Pallenberg e Marianne Faithfull ) del blues del delta e della figura di Robert Johnson, cattura quell' alchimia magica ed inarrivabile che quasi mai e' data nell' esistenza di un artista. Come per i Beatles nel ''White Album'', gli Stones chiudono la stagione psychedelica e gli esperimenti in studio in questo 1968, il loro suono e' concentrato ora sul blues del delta, riletto, riscritto, e magnificato in uno dei lavori come detto piu' riusciti e magici di ogni tempo. "Salt of the Earth" e "No Expectations" sono direttamente discendenti dal suono pre war del Sud degli States con la chitarra slide in grande evidenza, "Jig Saw Puzzle'' e ''Prodigal Son'', iniziano la reinvenzione del blues indolente e direttamente discendente dal folk e dalla psichedelia che verra' approfondito nell'album successivo, anche il rock & roll si trasforma, come in "Street Fighting Man", un brano innovativo anche nel testo e che si occupa dei disordini e degli scontri di piazza del 1968, c'e' "Sympathy for the Devil", uno dei massimi brani della storia della musica rock, che recupera addirittura il sound dell'africa mixandolo con un groove satanico ed oscuro, "Stray Cat Blues" con i suoi pesanti riferimenti sessuali in cui Jagger mette a punto quella che sara' la sua principale ossessione durante la prima meta' degli anni '70.
Euro
30,00
codice 2114977
scheda
Rolling stones Beggars banquet (wc sleeve)
Lp [edizione] ristampa  stereo  eu  1968  abkco 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Ristampa del 2003, rimasterizzata, edizione in dsd (direct stream digital) che dovrebbe restituire la brillantezza dei masters originali, copertina apribile, nella famosa versione all' epoca dell' uscita del disco censurata, con il w.c. pieno di scritte, rifiutata dalla Decca, catalogo 882330-1. Pubblicato (su Decca in Uk e su London in Usa) nel Dicembre del 1968 dopo ''Their Satanic Majesties Request'' e prima di ''Let It Bleed'', ginto al numero 5 delle clasificjhe USA ed al numero 3 di quelle UK. Il loro settimo album, l'ultimo con Brian Jones, e' uno dei 10 lavori piu' belli di tutti i tempi, prodotto da Jimmy Miller, con la chitarra di Dave Mason dei Traffic, con un sound asciutto e potentissimo, influenzato dalla scoperta (ad opera di Anita Pallenberg e Marianne Faithfull ) del blues del delta e della figura di Robert Johnson, cattura quell' alchimia magica ed inarrivabile che quasi mai e' data nell' esistenza di un artista. Come per i Beatles nel ''White Album'', gli Stones chiudono la stagione psychedelica e gli esperimenti in studio in questo 1968, il loro suono e' concentrato ora sul blues del delta, riletto, riscritto, e magnificato in uno dei lavori come detto piu' riusciti e magici di ogni tempo. "Salt of the Earth" e "No Expectations" sono direttamente discendenti dal suono pre war del Sud degli States con la chitarra slide in grande evidenza, "Jig Saw Puzzle'' e ''Prodigal Son'', iniziano la reinvenzione del blues indolente e direttamente discendente dal folk e dalla psichedelia che verra' approfondito nell'album successivo, anche il rock & roll si trasforma, come in "Street Fighting Man", un brano innovativo anche nel testo e che si occupa dei disordini e degli scontri di piazza del 1968, c'e' "Sympathy for the Devil", uno dei massimi brani della storia della musica rock, che recupera addirittura il sound dell'africa mixandolo con un groove satanico ed oscuro, "Stray Cat Blues" con i suoi pesanti riferimenti sessuali in cui Jagger mette a punto quella che sara' la sua principale ossessione durante la prima meta' degli anni '70.
Euro
25,00
codice 254274
scheda
Rolling stones big hits (high tide & green grass) uk version
Lp [edizione] ristampa  stereo  eu  1966  abkco / decca 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Bella ristampa del 2010 in vinile 180 grammi, rimasterizzata, copertina apribile pressoche' identica alla prima rara tiratura uscita nel 1966 in Inghilterra su Decca, completa dell' originario inserto apribile in tre parti, etichetta "Decca maroon unboxed", catalogo 018771881711 sulla copertina, 8817-1 sull' etichetta. Pubblicato in Inghilterra nel Novembre del 1966 dopo ''Aftermath'' e prima di ''Between The Buttons'', giunto al quarto posto delle charts inglesi ed al terzo di quelle USA dove venne pubblicato alcuni mesi prima e per la precisione nell'Aprile dello stesso anno con tre brani diversi. Questa raccolta usci' anche in Uk, ma solo sul finire dello stesso anno, con copertina diversa e tre brani cambiati: tutti provenienti da precedenti albums degli Stones, i tre brani in piu' della versione Usa, preziosi inediti su album due dei tre mancanti (uno dei quali, pero', ripreso nella versione americana di "Through the Past Darkly (Big Hits Vol.2)". Gli altri 9 brani, comuni alle due versioni del disco, sono: 6 presenti su predenti albums americani degli Stones, gli altri 3 tratti da singoli ed assenti anche negli albums inglesi sino ad allora usciti. Fondamentale album che racchiude oltre allo splendido libretto a colori, con foto inedite, classici brani usciti per la maggior parte solo su 45 giri dal 1964 al 1966, ovvero racchiusi tra gli albums ''Rolling Stones nø 1'' del 1964 e "Aftermath'' del 1966. Ecco la scaletta con relative note: "(I can't get no) satisfaction" (45 inedito su album pubblicato in UK nel Giugno del 1965), "The last time" (45 inedito su album pubblicato in UK nel Febbraio del 1965), "As tears go by" (45 inedito su album pubblicato in UK nel Dicembre del 1965), "Time is on my side" (45 pubblicato in UK nell' Ottobre del 1964), "It's all over now" (45 inedito su album pubblicato in UK nel Giugno del 1964), "Tell Me", "19th nervous breakdown" (45 inedito su album pubblicato in UK nel Febbraio del 1966), "Heart of stone" (45 pubblicato in UK nel Gennaio del 1965), "Get off of my cloud" (45 inedito su album pubblicato in UK nel Settembre del 1965), "Not fade away" (45 inedito su album pubblicato in UK nel Febbraio del 1964), "Good Times Bad Times", "Play With Fire".
Euro
28,00
codice 254183
scheda
Rolling Stones big hits (high tide & green grass) uk version (rsd 2019)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1966  abkco / decca 
rock 60-70
EDIZIONE LIMITATA, REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DELL' APRILE 2019, ristampa in VINILE VERDE 180 grammi, copertina apribile pressoche' identica alla prima rara tiratura, con l' originario booklet di 6 pagine all' interno. Pubblicato in Inghilterra nel Novembre del 1966 dopo ''Aftermath'' e prima di ''Between The Buttons'', giunto al quarto posto delle charts inglesi ed al terzo di quelle USA dove venne pubblicato alcuni mesi prima e per la precisione nell'Aprile dello stesso anno con copertina diversa e tre brani diversi: tutti provenienti da precedenti albums degli Stones i tre brani in piu' della versione Usa, preziosi inediti su album due dei tre presenti in quella inglese e non in quella americana (uno dei quali, pero', ripreso nella versione americana di "Through the Past Darkly (Big Hits Vol.2)". Gli altri 9 brani, comuni alle due versioni del disco, sono: 6 presenti su predenti albums americani degli Stones, gli altri 3 tratti da singoli ed assenti anche negli albums inglesi sino ad allora usciti. Fondamentale album che racchiude oltre allo splendido libretto a colori, con foto inedite, classici brani usciti per la maggior parte solo su 45 giri dal 1964 al 1966, ovvero racchiusi tra gli albums ''Rolling Stones'' del 1964 e "Aftermath'' del 1966. Ecco la scaletta con relative note di questa versione inglese: "Have you seen your mother baby standing in the shadow?" (45, inedito su album, pubblicato in Uk nel settembre del 1966), "Paint it black" (45 inedito su album, pubblicato in uk nel maggio del 1966), "It's all over now" (45 inedito su album, pubblicato in Uk nel giugno del 1964), "The last time" (45 inedito su album, pubblicato in Uk nel febbraio del 1965), "Heart of stone" (45 pubblicato in Uk nel gennaio del 1965), "Not fade away" (45 inedito su album, pubblicato in Uk nel febbraio del 1964), "Come on" (45 inedito su album, pubblicato in Uk nel giugno del 1963), "I can't get no satisfaction" (45 inedito su album, pubblicato in Uk nel giugno del 1965), "Get off of my cloud" (45 inedito su album, pubblicato in Uk nel settembre del 1965), "As tears go by" (45 inedito su album, pubblicato in Uk nel dicembre del 1965), "19 th nervous breakdown" (45 inedito su album, pubblicato in Uk nel febbraio del 1966), "Lady jane" (45 pubblicato in Uk nel luglio del 1966 ), "Time is on my side" (45 pubblicato in Uk nell' ottobre del 1964), "Little red rooster" (45 inedito su album, pubblicato in Uk nel novembre del 1964).
Euro
33,00
codice 2084576
scheda
Rolling Stones black and blue (half-speed mastered)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1976  rolling stones 
rock 60-70
ristampa del 2020, in vinile 180 grammi e rimasterizzata con sistema half-speed mastering, copertina apribile pressoche' identica alla prima rara tiratura, completa dell' originaria inner sleeve. Pubblicato nel maggio del 1976, dopo ''It's only rock and roll'' e prima di ''Love you live'', giunse al numero 2 delle classifiche Uk ed al numero 1 di quelle Usa. Il quindicesimo album. Primo album senza Mick Taylor ed il primo con Ron Wood, ingaggiato dopo innumerevoli sessions e ripensamenti, il disco e' un asciutto e grintoso ritorno al suono dei primi '70, con un accentuata vena black ed alcune ballate in stile Otis Redding degne della loro fama, splendida ''Fool to cry''. Il suono della chitarra di Wood contribuisce ora ad una maggiore potenza e lascia Keith Richard libero di scatenare la sua creativita'. Tra gli altri brani impossibile non ricordare ''Hot stuff'', ''Cherry oh baby'', ''Memory motel'', ''Crazy mama''; alle registrazioni parteciparono tra gli altri Harvey Mandel, Ry Cooder e Billy Preston.
Euro
30,00
codice 2112270
scheda
Rolling stones blue and lonesome
lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2016  rolling stones / polydor 
rock 60-70
doppio album in vinile 180 grammi, copertina apribile, corredato di inner sleeves, etichetta "custom". Pubblicato nel dicembre del 2016, il nuovo album in studio, a undici anni dal precedente "A Bigger Bang" (2005). Anticipato dal singolo "Just Your Fool", registrato con Eric Clapton ospite alla chitarra in due brani, non si tratta di una raccolta di nuovi brani della sempiterna band, ma, per la prima volta, di un disco di sole covers, che prevedibilmente omaggiano le radici musicali blues degli Stones. Questa la lista dei brani: 1. "Just Your Fool" (Buddy Johnson), 2. "Commit a Crime" (Howlin' Wolf), 3. "Blue and Lonesome" (Memphis Slim), 4. "All of Your Love" (Magic Sam), 4. "I Gotta Go" (Little Walter), 6. "Everybody Knows About My Good Thing" (Miles Grayson Lermon Horton), 7. "Ride 'Em On Down" (Eddie Taylor), 8. "Hate to See You Go" (Little Walter), 9. "Hoo Doo Blues" ( Otis Hicks Jerry West), 10. "Little Rain" (Ewart G.Abner Jr. Jimmy Reed), 11. "Just Like I Treat You" (Willie Dixon), 12. "I Can't Quit You Baby" (Willie Dixon).
Euro
43,00
codice 2103088
scheda
Rolling stones bridges to babylon
lp2 [edizione] ristampa  stereo  eu  1997  polydor /rolling stones 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
copia ancora incellophanata, ristampa del 2021, doppio album in vinile 180 grammi, distribuita in Italia nel circuito delle edicole nell' ambito della collana "The Rolling Stones - Vinyl Collection", copertina senza barcode, pressoche' identica alla prima rara tiratura, completa delle due inner sleeves con testi e foto, etichetta custom. Pubblicato nell' ottobre del 1997 prima di "No security" e dopo "Stripped", giunto al numero 6 delle classifiche inglesi, ed al numero 3 di quelle Usa, il ventisettesimo album, prodotto da Don Was. "Voodoo Lounge" aveva dimostrato che gli Stones potevano invecchiare bene, con un suono classico e rock, ma non certo moderno, con questo "Bridges to Babylon", Mick Jagger cerca di portare i Rolling Stones dentro alla groove dei '90,lavorando in collaborazione con i Dust Brothers (Beck, Beastie Boys) e Danny Saber (Black Grape) che danno al disco un tocco a base di loops di batteria e campionamenti. naturalmente il suono e' quello rock che li accompagna da sempre, ma la produzione di Don Was fa bene al gruppo ed il disco suona bene e soprattutto, non ha quel '' suono da session men'' che talvolta ha afflitto le opere tarde dei musicisti della loro generazione. il gruppo e' in grande spolvero e in piena tempesta adrenalinica, "Anybody Seen My Baby?," "Gunface," , "Might as Well Get Juiced" suonano contemporanei e naturali, ma la chiave di volta dell'opera e' nelle composizioni e negli arrangiamenti, solidi, ben fatti, cinici e grintosi. musicalmente si tratta di un album uniforme e granitico, che presenta la consueta selezione di brani piu' classici "Flip the Switch" , "Low Down" e di ballate "Already Over Me." , vi sono ovviamente i consueti contributi di Keith "You Don't Have to Mean It" , "How Can I Stop", un ottimo album che non deludera' chi segue la saga della band ad ogni appuntamento, come disse Patti Smith '' l'unico motivo per cui non mi sono ancora suicidata e' che cosi' facendo mi sarei persa l'uscita dell' ultimo album dei Rolling Stones''.
Euro
28,00
codice 249725
scheda
Rolling stones bridges to babylon
lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1997  virgin / rolling stones 
rock 60-70
Ristampa del 2020, doppio album in vinile 180 grammi, rimasterizzata dai master tapes originali con sistema "Half-speed remastering" presso gli Abbey Road Studios; copertina pressoche' identica alla prima rara tiratura, completa delle due inner sleeves con testi e foto. Pubblicato nell' ottobre del 1997 prima di "No security" e dopo "Stripped", giunto al numero 6 delle classifiche inglesi, ed al numero 3 di quelle Usa, il ventisettesimo album, prodotto da Don Was. "Voodoo Lounge" aveva dimostrato che gli Stones potevano invecchiare bene, con un suono classico e rock, ma non certo moderno, con questo "Bridges to Babylon", Mick Jagger cerca di portare i Rolling Stones dentro alla groove dei '90,lavorando in collaborazione con i Dust Brothers (Beck, Beastie Boys) e Danny Saber (Black Grape) che danno al disco un tocco a base di loops di batteria e campionamenti. naturalmente il suono e' quello rock che li accompagna da sempre, ma la produzione di Don Was fa bene al gruppo ed il disco suona bene e soprattutto, non ha quel '' suono da session men'' che talvolta ha afflitto le opere tarde dei musicisti della loro generazione. il gruppo e' in grande spolvero e in piena tempesta adrenalinica, "Anybody Seen My Baby?," "Gunface," , "Might as Well Get Juiced" suonano contemporanei e naturali, ma la chiave di volta dell'opera e' nelle composizioni e negli arrangiamenti, solidi, ben fatti, cinici e grintosi. musicalmente si tratta di un album uniforme e granitico, che presenta la consueta selezione di brani piu' classici "Flip the Switch" , "Low Down" e di ballate "Already Over Me." , vi sono ovviamente i consueti contributi di Keith "You Don't Have to Mean It" , "How Can I Stop", un ottimo album che non deludera' chi segue la saga della band ad ogni appuntamento, come disse Patti Smith '' l'unico motivo per cui non mi sono ancora suicidata e' che cosi' facendo mi sarei persa l'uscita dell' ultimo album dei Rolling Stones''.
Euro
37,00
codice 2097632
scheda
Rolling stones bridges to bremen
lp3 [edizione] nuovo  stereo  eu  1998  rolling stones / eagle / universal 
rock 60-70
triplo album in vinile 180 grammi, copertina apribile lucida, in cartoncino scuro all' interno del vano per i dischi, adesivo di presentazione sul cellophane, inner sleeves, etichetta custom. Uscito nel giugno del 2019, questo album contiene, per la prima volta pubblicato a livello ufficiale, e con contenuto remixato e rimasterizzato per l' occasione, l' intero concerto eseguito dalla storica band inglese il 2 settembre del 1998, a conclusione del lungo tour che segui' la pubblicazione dell' album "Bridges to Babylon". Ventidue brani, tra vecchi e nuovi classici, con la band in grande spolvero. Questa la lista completa dei brani: A1 (I Can't Get No) Satisfaction A2 Let's Spend The Night Together A3 Flip The Switch A4 Gimme Shelter B1 Anybody Seen My Baby? B2 Paint It Black B3 Saint Of Me B4 Out Of Control C1 Memory Motel C2 Miss You D1 Thief In The Night D2 Wanna Hold You D3 It's Only Rock'n' Roll (But I Like It) D4 You Got Me Rocking E1 Like A Rolling Stone E2 Sympathy For The Devil E3 Tumbling Dice E4 Honky Tonk Woman F1 Start Me Up F2 Jumpin' Jack Flash F3 You Can't Always Get What You Want F4 Brown Sugar.
Euro
51,00
codice 3022352
scheda
Rolling stones bright lights - big city
lp [edizione] ristampa  stereo  eu  1964  trade mark of quality 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
ristampa private press del 2013, con copertina lucida senza barcode che riprende con alcune modifiche quella originaria, del celebre album non ufficiale uscito originariamente su Trade Mark Of Quality nel 1973, etichetta custom nera e crema, catalogo TAKRL2013-01. Contiene quattordici brani inediti ufficialmente: "Diddley Daddy", "Road Runner", "Bright Lights, Big City", "I Want To Be Loved #2" e "Baby What's Wrong" sono registrate agli IBC Studios di Londra l' 11 marzo del 1963; "Stewed And Keefed (Brian's Blues)", "High-Heel Sneakers", "Tell Me Baby" e "Down In The Bottom" sono registrate ai Chess Studios di Chicago il 10 giugno 1964; "Looking Tired" e' registrata agli RCA Studios di Los Angeles tra il 5 ed il 6 settembre del 1965; "Tumbling Dice #1", "Tumbling Dice #2", "Bluesberry Jam" e "Shake Your Hips" sono registrate al Rialto Theatre di Montreaux tra il 17 ed il 21 maggio 1972.
Euro
24,00
codice 254175
scheda
Rolling Stones december's children
Lp [edizione] ristampa  mono  eu  1965  abkco/london 
  [vinile]  excellent  [copertina]  excellent rock 60-70
copia ancora incellophanata, ristampa del 2021, in mono, rimasterizzata ed in vinile 180 grammi, distribuita in Italia nel circuito delle edicole nell' ambito della collana "The Rolling Stones - Vinyl Collection", copertina senza barcode, con adesivo Siae metallizzato sul retro, copertina pressoche' identica a quella della prima rara tiratura, uscita su London in Usa, etichetta rosso-marrone con logo London "boxed" in alto. Pubblicato in Usa nel novembre del 1965 dopo ''Out Of Our Heads'' e prima di ''Got Live If You Want It'', giunto al numero 4 delle classifiche Usa e non pubblicato all'epoca in Uk. Il quarto album Usa. L'ultimo disco ''americano'' degli Stones vede almeno un 50 per cento dei brani tratti da vari singoli, albums inglesi, outtakes, oltre a una traccia che proviene da un E.P. Inglese del 1964 . molti degli episodi sono straordinarie testimonianze degli anni di Brian Jones, "Get Off of My Cloud", ''As Tears Go By'' , accanto a questi le ultime incursioni nell'originale R&B con le reinterpretazioni da Larry Williams di "She Said Yeah," Chuck Berry "Talkin' About You" e strepitose versioni di "Route 66" e "I'm Moving On." Inizia anche a funzionare l'alleanza compositiva di Jagger-Richards con "I'm Free" e "The Singer Not the Song." da non dimenticare la presenza dell'inedita ( in America ) "You Better Move On" (uscita in Inghilterra su un E.P. del 1964) una delle piu' riuscite ed illuminate covers del primo periodo. ecco la lista del materiale contenuto- She Said Yeah, Talkin' About You, You Better Move On , Look What You've Done, The Singer Not the Song, Route 66, Get Off of My Cloud, I'm Free, As Tears Go By, Gotta Get Away, Blue Turns to Grey , I'm Moving On .
Euro
25,00
codice 249519
scheda
Rolling Stones Dirty Work
Lp [edizione] originale  stereo  hol  1986  rolling stones 
  [vinile]  excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Prima stampa europea, pressata in Olanda, copertina senza barcode nella versione con interno non rosa, corredata di inner sleeve lucida e rigida con note, fumetti e testi, etichetta custom, catalogo CBS86321. Pubblicato nel marzo del 1986 prima di ''Steel wheels'' e dopo ''Undercover of the night'', giunto al numero 4 delle classifiche Uk e Usa. Il ventiduesimo album. Prodotto da Steve Lillywhite, e' un ritorno del gruppo ad una buona forma, che se non supera quella dei giorni migliori, almeno non li fa troppo rimpiangere; album dedicato alla memoria del sesto Stones Ian Stewart, fu registrato con arrangiamenti complessi e brani molto strutturati. Vede la partecipazione tra gli altri di Jimmy Page e Jimmi Cliff, e contiene alcuni brani splendidi, tra di essi ''Harlem shuffle'', ''Back to zero'', ''One hit to the body''.
Euro
23,00
codice 253539
scheda
Rolling Stones Dirty Work
Lp [edizione] ristampa  stereo  eu  1986  rolling stones / universal / polydor 
  [vinile]  excellent  [copertina]  excellent rock 60-70
bella ristampa del 2018, in vinile 180 grammi, proveniente dal monumentale cofanetto in edizione limitata e numerata, "Studio Albums Vinyl Collection 1971-2016", pubblicato nel giugno del 2018, rimasterizzata dai master tapes originali con sistema "Half-speed remastering" presso gli Abbey Road Studios; copertina senza barcode pressoche' identica alla prima tiratura, COMPLETA DELLA ORIGINARIA SOVRACCOPERTINA IN CELLOPHANE ROSA CON ADESIVO CON FUMETTO, e di inner sleeve, catalogo CBS86321. Pubblicato nel marzo del 1986 prima di ''Steel wheels'' e dopo ''Undercover of the night'', giunto al numero 4 delle classifiche Uk e Usa. Il ventiduesimo album. Prodotto da Steve Lillywhite, e' un ritorno del gruppo ad una buona forma, che se non supera quella dei giorni migliori, almeno non li fa troppo rimpiangere; album dedicato alla memoria del sesto Stones Ian Stewart, fu registrato con arrangiamenti complessi e brani molto strutturati. Vede la partecipazione tra gli altri di Jimmy Page e Jimmi Cliff, e contiene alcuni brani splendidi, tra di essi ''Harlem shuffle'', ''Back to zero'', ''One hit to the body''.
Euro
28,00
codice 245226
scheda
Rolling Stones Dirty Work (half-speed mastered)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1986  rolling stones / universal / polydor 
rock 60-70
ristampa del 2020, in vinile 180 grammi, rimasterizzata dai master tapes originali con sistema "Half-speed remastering" presso gli Abbey Road Studios; copertina pressoche' identica alla prima tiratura, con l' originario adesivo di presentazione sul cellophane, corredata di inner sleeve, catalogo CBS86321. Pubblicato nel marzo del 1986 prima di ''Steel wheels'' e dopo ''Undercover of the night'', giunto al numero 4 delle classifiche Uk e Usa. Il ventiduesimo album. Prodotto da Steve Lillywhite, e' un ritorno del gruppo ad una buona forma, che se non supera quella dei giorni migliori, almeno non li fa troppo rimpiangere; album dedicato alla memoria del sesto Stones Ian Stewart, fu registrato con arrangiamenti complessi e brani molto strutturati. Vede la partecipazione tra gli altri di Jimmy Page e Jimmi Cliff, e contiene alcuni brani splendidi, tra di essi ''Harlem shuffle'', ''Back to zero'', ''One hit to the body''.
Euro
29,00
codice 3024191
scheda
Rolling Stones Emotional rescue (half-speed mastered)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1980  rolling stones / universal / polydor 
rock 60-70
ristampa del 2020, in vinile 180 grammi, rimasterizzata dai master tapes originali con sistema "Half-speed remastering" presso gli Abbey Road Studios; copertina pressoche' identica alla prima tiratura, corredata di inner sleeve. Pubblicato in Inghilterra il 23 giugno del 1980 dopo ''Some girls'' e prima di ''Tattoo you'', giunto al numero uno sia delle classifiche inglesi che di quelle americane, il diciottesimo album. Primo album del decennio, "Emotional Rescue" fu accolto benissimo dalla critica Usa e fu un nuovo grandissimo successo di pubblico; a quasi tre anni di distanza dal'album precedente; vide il raggiungimento del primo posto in classifica contemporaneamente sui due lati dell'oceano, tale trionfo non era piu' stato raggiunto dai Rolling Stones dai tempi di ''Goat's head soup'' del 1973. Lavoro dal suono rock e dagli arrangiamenti complessi e molto dinamici, contiene, tra gli altri brani, ''Emotional rescue'', ''Down in the hole'', ''Summer romance'', ''She's so cold''. Registrato in Francia al Pathe Marconi ed in Giamaica al Compass Point Studio con la produzione dei Glimmer Twins, nell'album suonano tra gli altri Nicky Hopkins e Michael Shrieve.
Euro
29,00
codice 3024193
scheda
Rolling stones England' s newest hit makers
Lp [edizione] ristampa  stereo  usa  1964  abkco/london 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
copia ancora incellophanata, ristampa americana del 1986, in vinile vergine, masterizzata digitalmente dai masters originali, catalogo 73751 PS 375, copertina pressoche' identica a quella della prima rara tiratura, uscita su London in Usa, etihetta rossa e nera. Pubblicato in USA nel Maggio del '64, prima di ''12 X 5'', giunto al numero 11 delle classifiche USA ed al numero 1 di quelle UK dove usci' con titolo ''Rolling Stones''. Uscito 2 mesi dopo il primo album inglese ("Rolling Stones"), di cui utilizza la stessa foto di copertina, contiene rispetto a quello "Not Fade Away" in piu' e "Mona (I Need You Baby)" in meno (quest' ultima sara' ripresa in "Now"). Il primo album. Uno dei debutti piu' fulminanti di tutti i tempi e l'essenza stessa del british r'n'b, prodotto da Andrew Loog Oldham, dopo che il gruppo aveva pubblicato tre 45 giri ed un ep, vede 12 brani che, come nello stile del genere, attingono dal repertorio della musica nera americana (Bo Diddley, Jimmy Reed, Rufus Thomas, etc) con un solo originale, ''tell me'', scritta dal duo Jagger/ Richard. Per comprendere l'impatto e l'importanza di questo pilastro della musica rock, bisogna ricordare come gli Stones, vestiti di pelle nera, dagli sguardi assenti e ''cool'', con le chitarre distorte e potenti di Jones / Richard che macinavano riff dopo riff sulla ritmica tagliente di Watts/ Wyman e con la presenza scenica incredibile di Mick Jagger, riuscissero, per la prima volta in assoluto, a mettere a fuoco un genere mai prima ascoltato, che univa il gusto e il carisma del suono che poi diverra' conoscito come BritPop con l' energia e la potenza della musica nera, la loro groove, mutuata da gente come James Brown o Muddy Waters, carica di riferimenti sessuali e di storie di strada, fu per la nascente scena inglese una scarica cosi' forte da definire una sorta di anno zero, il disco e' carico di una atmosfera primordiale e trasmette una tensione veramente altissima, i musicisti sono giovanissimi, concentratissimi e totalmente moderni, questi suoni e queste atmosfere, che reinventano il blues americano in maniera radicale, saranno la base su cui nascera' e crescera' la musica rock stessa.
Euro
28,00
codice 248828
scheda
Rolling stones England' s newest hit makers
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1964  abkco 
rock 60-70
Ristampa pressoche' identica alla prima tiratura del 1964, in vinile pesante, dsd remastered (direct stream digital). Pubblicato in Usa nel Maggio del '64, prima di ''12 X 5'', giunto al numero 11 delle classifiche USA ed al numero 1 di quelle UK dove usci' con titolo ''Rolling Stones''. Uscito 2 mesi dopo il primo album inglese ("Rolling Stones"), di cui utilizza la stessa foto di copertina, contiene rispetto a quello "Not Fade Away" in piu' e "Mona (I Need You Baby)" in meno (quest' ultima sara' ripresa in "Now"). Il primo album. Uno dei debutti piu' fulminanti di tutti i tempi e l'essenza stessa del british r'n'b, prodotto da Andrew Loog Oldham, dopo che il gruppo aveva pubblicato tre 45 giri ed un ep, vede 12 brani che, come nello stile del genere, attingono dal repertorio della musica nera americana (Bo Diddley, Jimmy Reed, Rufus Thomas, etc) con un solo originale, ''tell me'', scritta dal duo Jagger/ Richard. Per comprendere l'impatto e l'importanza di questo pilastro della musica rock, bisogna ricordare come gli Stones, vestiti di pelle nera, dagli sguardi assenti e ''cool'', con le chitarre distorte e potenti di Jones / Richard che macinavano riff dopo riff sulla ritmica tagliente di Watts/ Wyman e con la presenza scenica incredibile di Mick Jagger, riuscissero, per la prima volta in assoluto, a mettere a fuoco un genere mai prima ascoltato, che univa il gusto e il carisma del suono che poi diverra' conoscito come BritPop con l' energia e la potenza della musica nera, la loro groove, mutuata da gente come James Brown o Muddy Waters, carica di riferimenti sessuali e di storie di strada, fu per la nascente scena inglese una scarica cosi' forte da definire una sorta di anno zero, il disco e' carico di una atmosfera primordiale e trasmette una tensione veramente altissima, i musicisti sono giovanissimi, concentratissimi e totalmente moderni, questi suoni e queste atmosfere, che reinventano il blues americano in maniera radicale, saranno la base su cui nascera' e crescera' la musica rock stessa.
Euro
20,00
codice 2084315
scheda
Rolling Stones exile on main street
Lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1972  rolling stones / universal / polydor 
rock 60-70
Ristampa del 2020, doppio album in vinile 180 grammi, rimasterizzata dai master tapes originali con sistema "Half-speed remastering" presso gli Abbey Road Studios; copertina apribile pressoche' identica alla prima rara tiratura (sebbene non piu' "unipak" con apertura per il disco all' interno), completa delle due inner sleeves. Pubblicato in Inghilterra nel luglio del 1972 dopo ''Sticky fingers'' e prima di ''Goat's head soup'', giunto al numero 1 delle classifiche inglesi ed al numero 1 di quelle Usa. L' undicesimo album. Il loro unico doppio in studio, qui gli stones danno una prova molto piu' ''nera'' , confrontandosi con il blues, il soul, la black music dei decenni precedenti, il tutto rivestito da una patina di ruvido sporco rock'n'roll, l'album fu accolto in maniera contrastata dalla critica alla sua uscita, e' generalmente considerato oggi, specialmente in america, come la loro piu' grande opera , parte di questo cambiamento di opinione e' dovuto al fatto che si tratta di un doppio album, difficile da assimilare, con un mix di rock & roll, blues, soul, e country, meno sognante di Let It Bleed e meno pulito di Sticky Fingers , e che presenta la voce di Mick Jagger stranemente in secondo piano, la musica e' costruita su una serie di jams con Keith Richards e Mick Taylor che costruiscono di continuo spettacolari riffs ed assoli, il country e' revisitato con una sensibilita' molto british , vi sono incursioni nel soul ed anche nel gospel. tra i brani ve ne sono di indimenticabili "Rocks Off," "Tumbling Dice," "Torn and Frayed," "Happy," "Let It Loose," "Shine a Light," Sweet Virginia '' ''All down the line ''.
Euro
42,00
codice 2114987
scheda

Page: 1 of 4


Pag.: oggetti:
Indice autori contenenti "Rolling Stones":
Rolling Stones - 

altri autori contnenti le parole cercate: