Hai cercato:  Marley bob --- Titoli trovati: : 18
  • 1
 
Pag.: oggetti:
 
ordina per
aiuto su ricerche
Pag.: oggetti:
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1973  tuff gong/back to b. 
reggae
Vinile da 180 grammi, copertina liscia apribile, allegato coupon per il download dell'album da internet, ristampa pressoche' identica alla prima tiartura. Pubblicato in Inghilterra nell'ottobre del 1973, giunto al 151esimo posto nella classifica pop USA, l'album ''Burnin''' usci' dopo ''Catch a fire'' (1973) e prima di ''Natty dread'' (1974). Il secondo album della storica formazione giamaicana ad essere pubblicato dalla Island, ''Burnin''' consacro' gli Wailers come star del reggae a livello internazionale, prima che i successivi exploit di Marley lo rendessero una celebrita' ancora piu' grande. L'album usci' in verita' a nome Wailers, in un momento in cui la talentosa formazione era preda di tensioni interne fra i tre principali membri, Marley, che stava monopolizzando l'immagine della band (come mostra la copertina del precedente ''Catch a fire''), Peter Tosh e Bunny Wailer, che se ne andranno dopo questo album lasciando solo Marley al centro della scena. Un disco indubbiamente classico della musica reggae, ''Burnin''' presento' autentici inni come ''Get up, stand up'' e ''I shot the sheriff'', e reinterpretazioni di brani gia' proposti dal gruppo, come le classicissime ''Small axe'' e ''Duppy conqueror''; l'album si caratterizza per i toni piu' accesi ed un approccio piu' politicizzato rispetto al 33 giri precedente, come mostra anche il titolo forte, ''Bruciando''. Questi i brani presenti: ''Get up, stand up'', ''Hallelujah time'', ''I shot the sheriff'', ''Burnin' and lootin''', ''Put it on'', ''Small axe'', ''Pass it on'', ''Duppy conqueror'', ''One foundation'', ''Rasta man chant''.
Euro
27,00
codice 2088748
scheda
Marley bob & the wailers capitol session '73
lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1973  tuff gong / mercury / universal 
reggae
Doppio album in vinile 180 grammi, copertina apribile, adesivo di presentazione sul cellophane. Pubblicato nel settembre 2021, questo album contiene la registrazione recentemente ritrovata di una straordinaria session registrata da Bob Marley con i suoi Wailers ad Hollywood il 24 ottobre 1973, presso la Capitol Records Tower, a porte chiuse, con il produttore Denny Cordell autorizzato ad effettuarne anche le riprese. Negli stessi giorni dell' uscita dell' album "Burnin' ", in un' atmosfera particolarmente rilassata, la storica formazione giamaicana (qui con Marley accompagnato da Peter Tosh, Joe Higgs, Aston Barrett, Carlton Barrett, Earl “Wya” Lindo) esegue i seguenti dodici brani: "You Can’t Blame the Youth", "Slave Driver", "Burnin’ and Lootin’ ", "Rastaman Chant", "Duppy Conqueror", "Midnight Raver", "Put it On", "Stop that Train", "Kinky Reggae", "Stir It Up", "No More Trouble", "Get Up Stand Up".
Euro
33,00
codice 3026984
scheda
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1973  tuff gong / island / back to black 
reggae
Ristampa del 2015 in vinile pesante, copertina pressoche' identica alla originaria tiratura nella sua versione definitiva, con foto in primo piano di Marley sul fronte, e corredata di coupon con codice per il download digitale. Pubblicato in Usa nell' aprile del 1973 dopo ''African herbsman'' e prima di ''Burnin' '', non entrato nelle classifiche Usa ne' in quelle Uk, il terzo album. "Catch a Fire" rappresento', fuori dai confini giamaicani, il debutto su una major per Bob Marley and the Wailers, e divenne nonostatnte le scarse vendite, un successo '' underground'' internazionale nel 1973. Anche se Bob Marley e' il leader indiscusso, il contributo degli altri membri dei Wailers nel disco e' enorme; tutti i brani sono composizioni originali, i testi politici e carichi di metafore e l' opera ha una genuina attitudine rivioluzionaria, con i musicisti che usano la musica per parlare della loro visione del mondo e dei cambiamenti che auspicano. I temi sono quelli dalla poverta' urbana ("Concrete Jungle") o le ingiustizie passate e future ("Slave Driver"), affiancati a poetici brani d'maore e amicizia, quale "Stir It Up." Peter Tosh canta due delle sue composizioni, rivelando il talento che avra' spazio nella carriera solista, ma l'opera e' soprattutto il trionfo di Bob Marley e il vero e proprio debutto internazionale del reggae. Nonostante il gruppo riuscira' in futuro a produrre indimenticabili capitoli, "Catch a Fire" e' considerato a ragione uno dei piu' grandi albums di reggae di ogni tempo ed e' un ascolto assolutamente essenziale per chiunque.
Euro
29,00
codice 2114160
scheda
Lp [edizione] seconda stampa  stereo  ita  1977  island 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent reggae
Seconda stampa italiana dei primi anni '80, pressoche' identica alla prima tiratura del 1977, copertina con sfondo dorato fronte rero, senza barcode, completa di inner sleeve, etichetta blu (piu' chiaro da un lato, piu' scuro dall' altro), con logo colorato con palma in basso, catalogo ILPS19498, timbro Siae del terzo tipo, in uso dal '78/79, con marchio Siae che non ne occupa piu' l' intero cerchio centrale. Uscito nel giugno del 1977, poche settimane prima che gli venisse diagnosticato un melanoma maligno a un alluce che, rifiutta ogni cura anche a causa della sua religione (Rastafarianesimo), lo portera' alla morte quattro anni dopo, "Exodus" chiude nel migliore dei modi un trittico formidabile di celebri albums iniziato con "Natty Dread" e "Rastaman Vibration". Registrato a Londra, dove Marley si era stabilito per qualche tempo dopo l' attentato subito da lui e dalla sua famiglia alcuni mesi prima, "Exodus" e' in effetti considerato uno dei suoi massimi capolavori nonche' una pietra miliare nella storia della musica reggae, addirittura votato dal TIME magazine come migliore album del 20esimo secolo, inserito anche dalla rivista Rolling Stone al 169esimo posto della classifica delgi albums piu' importanti di sempre. Contiene le celeberrime "Exodus", "Jamming", Waiting in vain" e "One Love/People get ready", ma tutti gli episodi del disco rivelano una straordinaria ispirazione ed una ormai definitiva maturita' musicale ed espressiva che rendono fondamentale quest' opera. Il sovrano incontrastato della scena reggae, eroe nazionale della Giamaica e cantore della setta rastafari. Figura culto del rasta rock anche grazie alle sue posizioni a meta' tra religione e filosofia hippie ed ai suoi vari proclami di liberalizzazione della marijuana. Inizio' ad incidere nel 1962. Con Peter Tosh e Bunny Wailer divise le stagioni dello ska e del rocksteady, il passaggio al reggae, gli album registrati con Lee Perry e il passaggio al mercato internazionale. Ha portato il reggae e la Giamaica dei poveri nelle case di tutto il mondo. La sua stella e' brillata sull' America, sull' Europa, sull' Asia e sull' Oceania. E' stato capace di imporre la sua musica al mondo senza doversi piegare ai dettami del pop internazionale, ma mutandone, al contrario, molti dogmi. Nato nel '45 e morto nel 1981, e' ancora oggi un simbolo di riscatto, un mito, in un certo senso un amico intimo e affidabile per milioni di persone.
Euro
26,00
codice 253161
scheda
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1978  tuff gong / island / universal 
reggae
ristampa del 2015, rimasterizzata ed in vinile 180 grammi, copertina pressoche' identica alla prima tiratura. Pubblicato nel 1978, ''Kaya'' e' l'ottavo album di Bob Marley con i suoi Wailers, uscito dopo ''Exodus'' (1977) e prima del secondo live ''Babylon by bus'' (1978). Il successore dell'acclamato ''Exodus'' vede l'inserimento in formazione di una sezione fiati, costituita da due trombe ed un sax, che danno un ulteriore tocco soul all'impianto reggae del disco, incentrato sulle idee e sullo stile di vita rasta. Brani classici come ''Kaya'', la splendida ''Is this love'' e la mistica ''Time will tell'' mantengono l'approccio lirico dei lavori precedenti, che alternano temi politici con quelli sentimentali e mistici. Marley suona qui solare come non mai, come ad esempio in ''Easy skanking'', ma anche relativamente ruvido ed oscuro sopra l'ipnotico dub di ''Sun is shining''. Pochi mesi dopo l'uscita dell'album Bob ritornera' finalmente in Giamaica dopo un esilio volontario durato un anno e mezzo, in seguito all'aggressione con armi da fuoco subita alla fine del 1976 a Kingston, collegata probabilmente alla brutta situazione politica che il paese stava vivendo in quel periodo.
Euro
29,00
codice 2106570
scheda
Marley bob & the wailers legend / the best of bob marley and the wailers (1973-80)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1984  island / back to black 
reggae
ristampa rimasterizzata, copertina non apribile. Pubblicato in Inghilterra nel maggio del 1984, giunto al numero 1 delle classifiche UK ed al numero 54 di quelle USA. Album celebrativo che per la prima volta raccoglie in un unico album alcuni tra i piu' celebri brani di Marley, usciti perolopiu' su singolo dal 1973 al 1980; ecco la lista del materiale incluso: "Is this love" ( Singolo 2/78), "No woman no cry" (nella versione tratta dall' album "Live!" del 12//75), "Could you be loved" (Singolo 5/80), "Three little birds" ( Singolo 8/80), "Buffalo soldier" (Singolo 4/83), "Get up stand up" (Singolo 9/73), "Stir it up" (dall' album "Catch a fire", 4/73), "One love / people get ready" (dall' album "Exodus", 5/77), "I shot the sheriff" (Singolo 2/74), "Waiting in vain" (Singolo 8/77), "Redemption song" (dall' album "Uprising", 6/80), "Satisfy my soul" (Singolo 5/78), "Exodus" (Singolo 6/77), "Jamming" (dall' album "Exodus", 5/77). Sovrano incontrastato della scena reggae, eroe nazionale della Giamaica, cantore della setta rastafari, figura culto del rasta rock anche grazie alle sue posizioni a meta' tra religione e filosofia hippie ed ai suoi vari proclami di liberalizzazione della marijuana. Inizio' ad incidere nel 1962. Con Peter Tosh e Bunny Wailer divise le stagioni dello ska e del rocksteady, il passaggio al reggae, gli album registrati con Lee Perry e il passaggio al mercato internazionale. Ha portato il reggae e la Giamaica dei poveri nelle case di tutto il mondo. La sua stella e' brillata sull' America, sull'Europa, sull'Asia e sull'Oceania. E' stato capace di imporre la sua musica al mondo senza doversi piegare ai dettami del pop internazionale, ma mutandone, al contrario, molti dogmi. Nato nel '45 e morto nel 1981, e' ancora oggi un simbolo di riscatto, un mito, in un certo senso un amico intimo e affidabile per milioni di persone.
Euro
29,00
codice 2113548
scheda
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1975  back to black 
reggae
ristampa rimasterizzata in vinile 180 grammi, con voucher per scaricare l' album in formato MP3, copertina pressocche' identica alla prima tiratura. Pubblicato in Inghilterra nel dicembre del 1975 dopo "Natty Dread" e prima di "Rastaman Vibration", giunto al numero 38 delle classifiche Uk ed al numero 90 di quelle Usa. Il sesto album. Registrato live al Lyceum di Londra nel 1975 rappresenta l'ultimo capitolo del primo Bob Marley , quello alla vigilia del grande successo mondiale. Contiene alcuni tra i grandi calssici di Marley c, tra di essi "Lively up yourself", "No woman no cry", "I shot the sheriff" e "Get up, stand up". Uno dei dischi fondamentali del Reggae classico. Sovrano incontrastato della scena reggae, eroe nazionale della Giamaica, cantore della setta rastafari, figura culto del rasta rock anche grazie alle sue posizioni a meta' tra religione e filosofia hippie ed ai suoi vari proclami di liberalizzazione della marijuana. Inizio' ad incidere nel 1962. Con Peter Tosh e Bunny Wailer divise le stagioni dello ska e del rocksteady, il passaggio al reggae, gli album registrati con Lee Perry e il passaggio al mercato internazionale. Ha portato il reggae e la Giamaica dei poveri nelle case di tutto il mondo. La sua stella e' brillata sull' America, sull'Europa, sull'Asia e sull'Oceania. E' stato capace di imporre la sua musica al mondo senza doversi piegare ai dettami del pop internazionale, ma mutandone, al contrario, molti dogmi. Nato nel '45 e morto nel 1981, e' ancora oggi un simbolo di riscatto, un mito, in un certo senso un amico intimo e affidabile per milioni di persone.
Euro
27,00
codice 2092966
scheda
lp3 [edizione] nuovo  stereo  eu  1975  island 
reggae
Vinile triplo da 180 grammi, copertina apribile in tre. Ristampa del 2016 ad opera della Island, con copertina apribile e due vinili in piu', contenenti molti brani bonus rispetto alla prima tiratura, che usci' su singolo lp. Le tracce bonus di questa ristampa sono inedite o in versioni complete inedite, e contengono registrazioni sia del concerto del 17 luglio che di quello del 18 luglio del 1975; solo dal secondo di questi due concerti furono tratti i brani poi pubblicati sulla versione originaria di ''Live!''. Originariamente pubblicato dalla Island in Gran Bretagna nel dicembre del 1975, dopo "Natty Dread" e prima di "Rastaman Vibration", giunto al numero 38 delle classifiche britanniche ed al numero 90 di quelle USA. Il sesto album, primo dal vivo. Registrato al Lyceum di Londra il 18 luglio del 1975, rappresenta l'ultimo capitolo del primo Bob Marley, quello alla vigilia del grande successo mondiale, ma artisticamente gia' maturo ed in grande forma. Contiene alcuni tra i grandi calssici di Marley, tra di essi "Lively up yourself", "No woman no cry", "I shot the sheriff" e "Get up, stand up". Uno dei dischi fondamentali del reggae classico. Qui di seguito la scaletta della versione deluxe. Brani registrati il 17 luglio del 1975 (registrazioni tutte inedite): ''Trenchtown rock'', ''Burnin' & lootin''', ''Them belly full (but we hungry)'', ''Rebel music (3 o'clock roadblock)'', ''Stir it up'', ''No woman, no cry'', ''Natty dread'', ''Kinky reggae'', ''I shot the sheriff'', ''Get up, stand up''; brani registrati il 18 luglio del 1975: ''Trenchtown rock'', ''Slave driver'' (registrazione inedita), ''Burnin' & lootin''', ''Them belly full (but we hungry)'', ''Rebel music (3 o'clock roadblock)'' (registrazione inedita), ''No woman, no cry'', ''Kinky reggae'', ''Natty dread'' (registrazione inedita), ''Stir it up'' (registrazione inedita), ''Lively up yourself'' (versione completa, inedita in questa forma), ''I shot the sheriff'', ''Get up, stand up'' (versione completa, inedita in questa forma).
Euro
32,00
codice 2101012
scheda
lp3 [edizione] nuovo  stereo  eu  1975  island 
reggae
Vinile triplo da 180 grammi, copertina apribile in tre. Ristampa del 2016 ad opera della Island, con copertina apribile e due vinili in piu', contenenti molti brani bonus rispetto alla prima tiratura, che usci' su singolo lp. Le tracce bonus di questa ristampa sono inedite o in versioni complete inedite, e contengono registrazioni sia del concerto del 17 luglio che di quello del 18 luglio del 1975; solo dal secondo di questi due concerti furono tratti i brani poi pubblicati sulla versione originaria di ''Live!''. Originariamente pubblicato dalla Island in Gran Bretagna nel dicembre del 1975, dopo "Natty Dread" e prima di "Rastaman Vibration", giunto al numero 38 delle classifiche britanniche ed al numero 90 di quelle USA. Il sesto album, primo dal vivo. Registrato al Lyceum di Londra il 18 luglio del 1975, rappresenta l'ultimo capitolo del primo Bob Marley, quello alla vigilia del grande successo mondiale, ma artisticamente gia' maturo ed in grande forma. Contiene alcuni tra i grandi calssici di Marley, tra di essi "Lively up yourself", "No woman no cry", "I shot the sheriff" e "Get up, stand up". Uno dei dischi fondamentali del reggae classico. Qui di seguito la scaletta della versione deluxe. Brani registrati il 17 luglio del 1975 (registrazioni tutte inedite): ''Trenchtown rock'', ''Burnin' & lootin''', ''Them belly full (but we hungry)'', ''Rebel music (3 o'clock roadblock)'', ''Stir it up'', ''No woman, no cry'', ''Natty dread'', ''Kinky reggae'', ''I shot the sheriff'', ''Get up, stand up''; brani registrati il 18 luglio del 1975: ''Trenchtown rock'', ''Slave driver'' (registrazione inedita), ''Burnin' & lootin''', ''Them belly full (but we hungry)'', ''Rebel music (3 o'clock roadblock)'' (registrazione inedita), ''No woman, no cry'', ''Kinky reggae'', ''Natty dread'' (registrazione inedita), ''Stir it up'' (registrazione inedita), ''Lively up yourself'' (versione completa, inedita in questa forma), ''I shot the sheriff'', ''Get up, stand up'' (versione completa, inedita in questa forma).
Euro
32,00
codice 2101014
scheda
Marley bob & the wailers Lively up yourself / lively up yourself
7" [edizione] originale  stereo  ita  1975  island 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent reggae
singolo in formato 7", l' originale rara stampa italiana, copertina con apertura per il disco in alto, etichetta Island "pink rim", multicolore con fascia esterna rosa, foro al centro largo, catalogo WIP 26219, timbro Siae del secondo tipo, in uso tra il 1975 ed il 1978/79, con marchio Siae che ne occupa ancora l' intero cerchio centrale, data sul trail off del lato A "27-7-75". Pubblicato nel luglio del 1975 in Italia (si tratta del primo singolo italiano di Marley!), nuova Zelanda ed Australia, il singolo tratto dall' album "Natty Dread" (maggio 1975), il primo album accreditato a Bob Marley and the Wailers, il suo terzo in assoluto. "Natty Dread" e' generalmente considerato il capolavoro di Bob Marley ed il capolavoro assoluto del reggae di ogni tempo, e da quel disco sono tratti i due brani di questo singolo: "Lively Yourself Up" e l' immortale "No Woman, No Cry".
Euro
20,00
codice 250667
scheda
Marley bob & the wailers rastaman vibration
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1976  tuff gong / island / universal 
reggae
Ristampa del 2015, rimasterizzata ed in vinile 180 grammi, copertina apribile pressoche' identica alla prima tiartura. Pubblicato dalla Island, ''Rastaman vibration'' e' il sesto album di Bob Marely con i suoi Wailers, uscito dopo il disco dal vivo ''Live!'' (1975) e prima del monumentale ''Exodus'' (1977). Dopo la consacrazione avvenuta con ''Natty dread'' nell'anno precedente, Bob Marley e' diventato ormai una figura di primo piano in Giamaica, non solo dal punto di vista musicale. Il cantante e' colpito dalla scomparsa del negus Haile' Sellassie' I e propone qui la celebre ''War'', nella quale adatta il testo di un discorso del defunto imperatore alle melodie ed ai ritmi del reggae. Fra gli altri brani spiccano ''Positive vibration'' e dalla melodica ''Johnny was'', ricca di spunti soul, poi ripresa in chiave punk dagli Stiff Littlle Fingers nel loro primo album. L'album ottiene un grande successo negli Stati Uniti, con il suo mix fra brani politicizzati e mistici e canzoni d'amore, una ricetta che Bob raffina in quegli anni con dischi quali ''Natty dread'', ''Exodus'' e questo stesso ''Rastaman vibration''.
Euro
27,00
codice 2097807
scheda
Marley bob & the wailers redemption song / redemption song (band version)
7" [edizione] originale  stereo  uk  1980  island 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent reggae
singolo in formato 7", l' originale rara stampa inglese, completa dell' originaria copertina in cartoncino lucido (con giusto assai lievi segni di invecchiamentpo), con apertura per il disco in alto, flipback su due lati sul retro e con sagomatura sul retro per l' estrazione del disco, etichetta multicolore con fascia esterna azzurra ("Island blue rim"), con "push out centre" ancora intatto, catalogo WIP6653. Uscito in Uk nell' ottobre 1980, questo singolo contiene sulla facciata A l' acustica "Redemption Song", tratta dall' album "Uprising", e sul retro una imperdibile versione alternativa dello stesso brano, denominata "Redemption Song (Band Version)", suonata con i Wailers. Sovrano incontrastato della scena reggae, eroe nazionale della Giamaica, cantore della setta rastafari, figura culto del rasta rock anche grazie alle sue posizioni a meta' tra religione e filosofia hippie ed ai suoi vari proclami di liberalizzazione della marijuana. Inizio' ad incidere nel 1962. Con Peter Tosh e Bunny Wailer divise le stagioni dello ska e del rocksteady, il passaggio al reggae, gli album registrati con Lee Perry e il passaggio al mercato internazionale. Ha portato il reggae e la Giamaica dei poveri nelle case di tutto il mondo. La sua stella e' brillata sull' America, sull'Europa, sull'Asia e sull'Oceania. E' stato capace di imporre la sua musica al mondo senza doversi piegare ai dettami del pop internazionale, ma mutandone, al contrario, molti dogmi. Nato nel '45 e morto nel 1981, e' ancora oggi un simbolo di riscatto, un mito, in un certo senso un amico intimo e affidabile per milioni di persone.
Euro
20,00
codice 252783
scheda
Marley bob & the wailers redemption song + 2 (Clear vinyl - rsd 2020)
12" [edizione] nuovo  stereo  eu  1980  tuff gong / universal 
reggae
ep in formato 12", EDZIONE LIMITATA IN VINILE CHIARO, REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DELL' AGOSTO 2020, ristampa con copertina pressoche' identica alla prima rara tiratura, del 12" uscito in Uk nell' ottobre 1980 (stampato originariamente in 5000 copie), con la facciata A tratta dall' album "Uprising", e sul retro due inediti: una versione alternativa dello stesso brano, denominata "Redemption Song (Band Version)", presente come b-side anche nella versione in formato 7" del singolo, e una "I Shot The Sherif" registrata dal vivo, tratta dallo storico live "Live! At The Lyceum" del 1975, registrata al Lyceum di Londra il 18 luglio 1975. Sovrano incontrastato della scena reggae, eroe nazionale della Giamaica, cantore della setta rastafari, figura culto del rasta rock anche grazie alle sue posizioni a meta' tra religione e filosofia hippie ed ai suoi vari proclami di liberalizzazione della marijuana. Inizio' ad incidere nel 1962. Con Peter Tosh e Bunny Wailer divise le stagioni dello ska e del rocksteady, il passaggio al reggae, gli album registrati con Lee Perry e il passaggio al mercato internazionale. Ha portato il reggae e la Giamaica dei poveri nelle case di tutto il mondo. La sua stella e' brillata sull' America, sull'Europa, sull'Asia e sull'Oceania. E' stato capace di imporre la sua musica al mondo senza doversi piegare ai dettami del pop internazionale, ma mutandone, al contrario, molti dogmi. Nato nel '45 e morto nel 1981, e' ancora oggi un simbolo di riscatto, un mito, in un certo senso un amico intimo e affidabile per milioni di persone.
Euro
19,00
codice 2101777
scheda
lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1970  trojan 
reggae
Ristampa con copertina pressoche' identica alla prima rarissima tiratura, senza barcode, dello storico album originariamente uscito nel dicembre del 1970 su etichetta Upsetter in Giamaica e su etichetta Trojan in Inghilterra (fu il primo album in assoluto dei Wailers ad essere pubblicato anche fuori dalla Giamaica), il primo accreditato a Bob Marley & the Wailers (il successivo sara' "Soul Revolution" nel 1971), e la prima collaborazione per l' intera durata di un album, dopo alcuni singoli di successo, con il geniale produttore Lee "Scratch" Perry. Un disco chiave nella maturazione artistica del giamaicano Marley ed i suoi Wailers, nonche' di tutta la musica reggae, dove le radici piu' profonde della musica giamaicana, lo ska ed il rocksteady, vengono arricchite di influenze soul con un songwriting sempre piu' maturo (due brani sono di Peter Tosh, gli altri di Marley), in cui si segnalano tra gli altri episodi la classica "Soul Rebel", "Rebels Hop", "It's Alright" e "Reaction". Questa la lista completa dei brani: A1 Soul Rebel A2 Try Me A3 It's Alright A4 No Sympathy A5 My Cup A6 Soul Almighty B1 Rebel's Hop B2 Corner Stone B3 400 Years B4 No Water B5 Reaction B6 My Sympathy.
Euro
18,00
codice 2099801
scheda
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1979  tuff gong / island / universal 
reggae
Ristampa del 2015, rimasterizzata ed in vinile 180 grammi, copertina pressoche' identica alla prima tiartura, e corredata di inner sleeve. Pubblicato in Inghilterra nell' ottobre del 1979 dopo ''Babylon by bus'' e prima di ''Uprising'', giunto al numero 20 delle classifiche Uk ed al numero 70 di quelle Usa. Il nono album. Il piu' politico e sociale album di Marley in assoluto, "Survival" e' un lavoro di straordinaria bellezza ed intensita', incentrato non solo sull' Africa, ma sull'umanita' in generale, con l'avvertenza agli ascoltatori di lottare sempre e comunque contro ogni ingiustizia. Largo l' uso delle tastiere nel disco, vedi "So Much Trouble in the World" o "Zimbabwe,"come le influenze della musica Africana moderna, in particolare Fela Kuti e gli Africa '70. Tra i brani "Top Rankin' ", "Ride Natty Ride", "Zimbabwe", "Africa Unite'' e "Wake Up and Live", per quello che puo' essere considerato una sorta di concept album e certamente da inserirsi nella piu' alta cerchia delle opere fondamentali per contenuto e impatto della intera musica moderna. Ecco la lista completa dei brani, tutti andrebbero infatti citati: "Wake Up And Live", "Africa Unite", "One Drop", "Ride Natty Ride", "Ambush In The Night", "So Much Trouble In The World", "Zimbabwe", "Top Rankin' ", "Babylon System", "Survival".
Euro
30,00
codice 2103433
scheda
Lp [edizione] nuovo  stereo  hol  1980  tuff gong / universal 
reggae
ristampa del 2015 in vinile 180 grammi, copertina pressocche' identica alla prima tiratura, sebbene con copertina liscia e non piu' "textured". Pubblicato in Inghilterra nel giugno del 1980 dopo ''Survival'' , giunto al numero 6 delle classifiche Uk ed al numero 45 di quelle USA. L' undicesimo album, registrato nei Tuff Gong studios di kingstone, Giamaica, con la produzione di Chris Blackwell. "Uprising" sara' l' ultimo lavoro in studio di Bob Marley & the Wailers ad uscire durante la vita del musicista; lavoro dallo spessore artistico e musicale enorme, vede un Marley sempre piu' carismatico alle prese con brani ispiratissimi, caratterizzati da testi spirituali e mistici, in un magistrale reggae non privo di influenze rock, con ritmi fluidi e sincopati, che ne fanno uno dei capolavori del "rasta beat". Bellissima la chitarra di Al Anderson in brani come "Zion Train" o "Redemption Song", un brano straordinariamente profetico e perfetto epitaffio della sua carriera. Lavoro visionario e catartico, con brani entrati nella leggenda come "Coming in from the cold" o "Could You Be Loved"; ancora all' apice della sua storia artistica, Marley soccombera' al cancro a circa un anno dalla realizazione di questo album. Sovrano incontrastato della scena reggae, eroe nazionale della Giamaica, cantore della setta rastafari, figura culto del rasta rock anche grazie alle sue posizioni a meta' tra religione e filosofia hippie ed ai suoi vari proclami di liberalizzazione della marijuana. Inizio' ad incidere nel 1962. Con Peter Tosh e Bunny Wailer divise le stagioni dello ska e del rocksteady, il passaggio al reggae, gli album registrati con Lee Perry e il passaggio al mercato internazionale. Ha portato il reggae e la Giamaica dei poveri nelle case di tutto il mondo. La sua stella e' brillata sull' America, sull'Europa, sull'Asia e sull'Oceania. E' stato capace di imporre la sua musica al mondo senza doversi piegare ai dettami del pop internazionale, ma mutandone, al contrario, molti dogmi. Nato nel '45 e morto nel 1981, e' ancora oggi un simbolo di riscatto, un mito, in un certo senso un amico intimo e affidabile per milioni di persone.
Euro
28,00
codice 2112409
scheda
Marley bob & the wailers Uprising live!
lp3 [edizione] nuovo  stereo  eu  1980  eagle / universal 
reggae
triplo album in vinile 180 grammi, realizzato nel novembre del 2020, in occasione del 75esimo anniversario dalla nascita del grande artista giamaicano, copertina apribile, catalogo 0733179, adesivo di presentazione sul cellophane, inner sleeves. Per la prima volta in vinile, la registrazione del concerto effettuato il 13 giugno del 1980, alla Dortmund Westfalenhalle di Dortmund, Germania, durante quello che purtroppo sara' l' ultimo tour di Marley, in supporto all' album "Uprising" (uscito solo tre giorni prima). Il concerto (di eccellente qualita' sonora) fu filmato e trasmesso dalla tv tedesca, e pubblicato negli anni piu' volte in cd e dvd, ma mai finora in vinile. Oltre ai diciannove brani eseguiti da Bob Marley ed i suoi Wailers, con una scaletta zeppa di immortali classici della musica reggae, anche quattro brani eseguiti dal gruppo di supporto che apri' l' evento, gli I Three, posti nella prima facciata. Questa la lista completa dei brani contenuti: gli I Three eseguono: Precious World / Slave Queen / Steppin' Out Of Babylon / That's The Way Jah Planned It. Marley ed i Wailers eseguono Marley Chant / Natural Mystic / Positive Vibration / Revolution / I Shot The Sheriff / War - No More Trouble / Zimbabwe / Jamming / No Woman, No Cry / Zion Train / Exodus / Redemption Song / Could You Be Loved / We Can Make It Work / Natty Dread / Is This Love / Get Up, Stand Up / Coming In From The Cold / Lively Up Yourself. Sovrano incontrastato della scena reggae, eroe nazionale della Giamaica, cantore della setta rastafari, figura culto del rasta rock anche grazie alle sue posizioni a meta' tra religione e filosofia hippie ed ai suoi vari proclami di liberalizzazione della marijuana. Inizio' ad incidere nel 1962. Con Peter Tosh e Bunny Wailer divise le stagioni dello ska e del rocksteady, il passaggio al reggae, gli album registrati con Lee Perry e il passaggio al mercato internazionale. Ha portato il reggae e la Giamaica dei poveri nelle case di tutto il mondo. La sua stella e' brillata sull' America, sull'Europa, sull'Asia e sull'Oceania. E' stato capace di imporre la sua musica al mondo senza doversi piegare ai dettami del pop internazionale, ma mutandone, al contrario, molti dogmi. Nato nel '45 e morto nel 1981, e' ancora oggi un simbolo di riscatto, un mito, in un certo senso un amico intimo e affidabile per milioni di persone.
Euro
43,00
codice 2100020
scheda
Marley bob & the wailers waiting in vain / roots
7" [edizione] originale  stereo  usa  1977  island 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent reggae
singolo in formato 7", l' originale stampa americana, fornita ancora della originaria copertina neutra bianca ed azzurra della Island, etichetta multicolore con fascia esterna azzurra, con foro al centro largo, nella prima versione con "Island Records Inc." in basso, catalogo IS-092. Pubblicato nell' agosto del 1977, giunto al numero 27 delle classifiche inglesi, il singolo contiene sul lato A "Waiting In Vain", uno dei brani dell' album "Exodus" (giugno 1977), e sul retro l' altrimenti inedita "Roots", splendido espisodio, outtake dalle ssession di "Rastaman Vibration", e piu' tardi inserito nella raccolta "Rebel Music". Il sovrano incontrastato della scena reggae, eroe nazionale della Giamaica e cantore della setta rastafari. Figura culto del rasta rock anche grazie alle sue posizioni a meta' tra religione e filosofia hippie ed ai suoi vari proclami di liberalizzazione della marijuana. Inizio' ad incidere nel 1962. Con Peter Tosh e Bunny Wailer divise le stagioni dello ska e del rocksteady, il passaggio al reggae, gli album registrati con Lee Perry e il passaggio al mercato internazionale. Ha portato il reggae e la Giamaica dei poveri nelle case di tutto il mondo. La sua stella e' brillata sull' America, sull' Europa, sull' Asia e sull' Oceania. E' stato capace di imporre la sua musica al mondo senza doversi piegare ai dettami del pop internazionale, ma mutandone, al contrario, molti dogmi. Nato nel '45 e morto nel 1981, e' ancora oggi un simbolo di riscatto, un mito, in un certo senso un amico intimo e affidabile per milioni di persone.
Euro
14,00
codice 252724
scheda

Page: 1 of 1

  • 1

Pag.: oggetti: