Hai cercato:  King Crimson --- Titoli trovati: : 28
 
Pag.: oggetti:
 
ordina per
aiuto su ricerche
Pag.: oggetti:
King Crimson beat (200 gr.)
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1982  panegyric / inner knot 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Ristampa del 2019, in vinile 200 grammi, rimasterizzata dai masters originali con l' approvazione di Robert Fripp, copertina senza barcode pressoche' identica alla prima tiratura del 1982, corredata di inserto con testi ed inner sleeve con la discografia della band, catalogo KCLP9. Pubblicato in inghilterra nel giugno del 1982 dopo ''Discipline'' e prima di "Three of a perfect pair'', giunto al numero 39 delle classifiche inglesi ed al 52 di quelle Usa. L' undicesimo album, registrato con Adrian Belew, Bill Bruford e Tony Levin. Il secondo lavoro della seconda incarnazione del "Re Cremisi", frutto della rinascita dei primi '80, in cui il gruppo sorprende tutti con una celebrazione della ''beat generation", a base di elementi di elettronica, fusion, e esotiche divagazioni; contiene diversi brani splendidi e divenuti parte integrante dei loro live sect, tra questi "Heartbeat", "Waiting Man" e "Neurotica".
Euro
25,00
codice 259878
scheda
King crimson cat food / groon (expanded 10")
10" [edizione] nuovo  stereo  uk  1970  panegyric 
rock 60-70
ep in formato 10", pubblicato nel febbraio del 2020, in occasione del 50esimo anniversario dall' uscita originaria; si tratta di una versione ampliata (con due brani aggiunti) del singolo originariamente uscito su Island nel marzo del 1970 (da cui e' ripresa anche la copertina), ad anticipare di alcuni mesi l' uscita del secondo album "In the wake of poseidon", con la facciata A, l' incisiva "Cat Food", li' poi inclusa, e la interessante, strumentale "GROON", tra rock progressivo ed influenze jazz, ALTRIMENTI INEDITA. In questa versione ai due brani originari si aggiungono due versioni altrimenti inedite di "Cat Food": una registrata dal vivo il 14 settembre del 2019 a Toronto, e l' altra caratterizzata da un mixaggio inedito realizzato nel 2019.
Euro
15,00
codice 2122327
scheda
King Crimson discipline (+1 track)
Lp [edizione] nuovo  stereo  uk  1981  panegyric 
rock 60-70
ristampa del 2018 in vinile 200 grammi, con masterizzazione approvata da Robert Fripp, copertina con parte in rilievo "embossed" sul fronte, pressoche' identica alla prima rara tiratura uscita in Inghilterra su Eg/Polydor; la ristampa, per quanto non indicato sul retrocopertina, include una versione con mix alternativo di "Matte Kudasai". Pubblicato in Inghilterra nel settembre del 1981 dopo ''U.s.a.'' e prima di ''Beat'', giunto al numero 41 delle classifiche Uk ed al numero 45 di quelle Usa. Il decimo album. Registrato con Adrian Belew, Bill Bruford, Tony Levin, e' il primo della seconda incarnazione del re cremisi, che si ricosituisce dopo che nel 1974 era avvenuta l'uscita di scena del gruppo originario. il bizzaro fripp viene meno alla sua promessa di cessazione della vecchia sigla e riesuma la band con questo primo album di una lunga serie, questi nuovi lavori poco hanno a che vedere con le sonorita' classiche progressive e si avventurano in territori di confine tra art rock, sonorita' postmoderne intellettuali e spirituali con grande successo di critica e pubblico, inaspettatamente pero' la groove di questa attesa uscita e' in tono con la scena dell'allora nascente new wave , ed in particolare vicina alle dissonanze metropolitane di Talking Heads, Pere Ubu, Devo, il suono dell'album combina la chitarra futuristica di Adrian Belew con le complesse tessiture di Fripp, mentre Tony Levin suona lo stick bass, strumento assai complesso e solo vicinoo nelle sonorita' al basso tradizionale, mentre la continuita' e' data dal batterista ex-Yes Bill Bruford. Belew ricorda nelle partiture vocali David Byrne , specie nei momenti piu' funk , vedi "Thela Hun Ginjeet", tra i brani contenuti epocali "Elephant Talk," "The Sheltering Sky," e "Indiscipline." Con il passare degli anni la reputazione di questo lavoro e' divenuta altissima e per molti appassionati dei King Crimson si tratta addirittura del loro lp migliore subito dopo '' In The Court of the Crimson King ''.
Euro
30,00
codice 2118128
scheda
King Crimson Discipline (40th ann.)
Lp [edizione] nuovo  stereo  uk  1981  panegyric 
rock 60-70
ristampa del 2022 in vinile 200 grammi, con nuova masterizzazione di Steven Wilson e Robert Fripp, copertina con parte in rilievo "embossed" sul fronte, pressoche' identica alla prima rara tiratura uscita in Inghilterra su Eg/Polydor. Pubblicato in Inghilterra nel settembre del 1981 dopo ''U.s.a.'' e prima di ''Beat'', giunto al numero 41 delle classifiche Uk ed al numero 45 di quelle Usa. Il decimo album. Registrato con Adrian Belew, Bill Bruford, Tony Levin, e' il primo della seconda incarnazione del re cremisi, che si ricosituisce dopo che nel 1974 era avvenuta l'uscita di scena del gruppo originario. il bizzaro fripp viene meno alla sua promessa di cessazione della vecchia sigla e riesuma la band con questo primo album di una lunga serie, questi nuovi lavori poco hanno a che vedere con le sonorita' classiche progressive e si avventurano in territori di confine tra art rock, sonorita' postmoderne intellettuali e spirituali con grande successo di critica e pubblico, inaspettatamente pero' la groove di questa attesa uscita e' in tono con la scena dell'allora nascente new wave , ed in particolare vicina alle dissonanze metropolitane di Talking Heads, Pere Ubu, Devo, il suono dell'album combina la chitarra futuristica di Adrian Belew con le complesse tessiture di Fripp, mentre Tony Levin suona lo stick bass, strumento assai complesso e solo vicinoo nelle sonorita' al basso tradizionale, mentre la continuita' e' data dal batterista ex-Yes Bill Bruford. Belew ricorda nelle partiture vocali David Byrne , specie nei momenti piu' funk , vedi "Thela Hun Ginjeet", tra i brani contenuti epocali "Elephant Talk," "The Sheltering Sky," e "Indiscipline." Con il passare degli anni la reputazione di questo lavoro e' divenuta altissima e per molti appassionati dei King Crimson si tratta addirittura del loro lp migliore subito dopo '' In The Court of the Crimson King ''.
Euro
30,00
codice 2118127
scheda
King Crimson Earthbound (200 g)
LP [edizione] nuovo  stereo  uk  1972  panegyric 
rock 60-70
Ristampa in vinile 200 grammi, rimasterizzata con l' approvazione di Robert Fripp dai masters originali, copertina senza barcode, pressoché identica alla prima rara tiratura su Island. Pubblicato in Inghilterra nel giugno del 1972 dopo ''Islands'' e prima di ''Lark' s tongues in aspic'', non entrato nelle classifiche Uk ne' in quelle Usa. Il quinto album, il loro primo live, registrato durante il secondo tour del 1972 in Usa, quello di ''Islands'', con una formazione che vedeva sul palco oltre a Robert Fripp, Mel Collins al mellotron e sax, Boz Burrell al basso e voce e Ian Wallace alla batteria. Contiene i seguenti brani: "21st century schizoid man" (Willmington, Delaware, 11/2/1972 ), "Peoria" (Peoria, 10/3/1972), "The sailor's tale" (Jacksonville, Florida, 26/2/1972 ), "Eartbound" (Orlando, Florida, 27/2/1972), "Groon" (Willmington, Delaware, 11/2/1972).
Euro
30,00
codice 2117324
scheda
King Crimson Earthbound (A-1U/B-1U)
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1972  island 
  [vinile]  excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
prima rara stampa inglese, copertina nera con scritte argento, cover printer "MacNeill Press Ltd", retrocopertina con logo con grande lettera ''I'' ed indirizzo ''Island Records ltd Basing Street London W11'', etichetta nera con logo rosa in basso (pink "i'') nella sua prima versione, SENZA scalino in rilievo sul bordo esterno, catalogo HELP6, trail off matrix nella versione con "A-1U" e "B-1U" sulle rispettive facciate. Pubblicato in Inghilterra nel giugno del 1972 dopo ''Islands'' e prima di ''Lark' s tongues in aspic'', non entrato nelle classifiche Uk ne' in quelle Usa. Il quinto album, il loro primo live, registrato durante il secondo tour del 1972 in Usa, quello di ''Islands'', con una formazione che vedeva sul palco oltre a Robert Fripp, Mel Collins al mellotron e sax, Boz Burrell al basso e voce e Ian Wallace alla batteria. Contiene i seguenti brani: "21st century schizoid man" (Willmington, Delaware, 11/2/1972 ), "Peoria" (Peoria, 10/3/1972), "The sailor's tale" (Jacksonville, Florida, 26/2/1972 ), "Eartbound" (Orlando, Florida, 27/2/1972), "Groon" (Willmington, Delaware, 11/2/1972).
Euro
100,00
codice 252386
scheda
King Crimson in the court of the crimson king
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1969  island 
  [vinile]  Very good  [copertina]  Very good rock 60-70
prima oramai molto molto rara stampa inglese, copia con qualche segno di invecchiamento su copertina e vinile, copertina apribile pressata da "E.J.Day, London", come indicato all' interno, etichetta liscia "pink i", rosa con ''i'' bianca in basso, nella sua prima versione, con "SIDE ONE" (e "SIDE TWO" a destra, e senza "A" (e "B") dopo il catalogo a sinistra, logo all' interno della copertina in basso con "i" e, sotto di essa, "island records ltd basing street london w11", nella versione con scritte nel trail-off "ILPS 9111 A 2" e "ILPS 9111 B 3". Pubblicato in Inghilterra nell' ottobre del 1969 prima di ''In the wake of poseidon'', giunse al quarto posto delle classifiche uk ed al numero 28 di quelle Usa dove usci' nel dicembre dello stesso anno. Il primo album. Registrato da robert fripp, ian mc donald, greg lake, michael giles, peter sinfield, contiene 5 lunghi brani, tutti entrati nella storia del rock, ''21st century schizoid man'', '' i talk to the wind'', '' epitaph'', '' moonchild'', ''in the court of the crimson king'', e' uno degli albums simbolo della prima stagione del progressive britannico, considerato come uno dei migliori lavori di debutto di sempre, e' basato da un lato sul mellotron e sui sax di ian mcdonald e dall'altro sulla chitarra dal suono postmoderno di robert fripp, il disco, dal clima freddo ed angosciante, metropolitano e metafisico, stabilira' un vero canone con il quale chiunque suoni musica nel decennio successivo e fno all'avvento del punk, dovra' confrontarsi, innumerevoli le invenzioni e le trovate presenti in questo album, gli arrangiamenti sono memori del jazz, l'hard hendrixiano, le melodie beatlesiane, l'avanguardia, la contemporanea il tutto senza soluzione di continuita' e sospeso in un caleidoscopio in quattro dimensioni quasi cubista che cambia continuamente prospettiva ma ruota sempre sullo stesso perno, la enorme competenza strumentale unita ad una creativita' senza freni, sara' l'unico disco a proporre questa formazione, per molti critici il loro punto piu' alto ed inarrivabile, insuperato anche dalle diverse incarnazioni del gruppo stesso, un lavoro epocale che figura di diritto tra i massimi dell' arte del millennio concluso, qualunque musica ascoltiate, non potete esimervi dal confrontare la vostra sensibilita' con questo album.
Euro
325,00
codice 107624
scheda
King Crimson in the court of the crimson king (200 gr. - new mix)
Lp [edizione] nuovo  stereo  uk  1969  panegyric 
rock 60-70
Ristampa in vinile 200 grammi, edizione limitata con nuovo mixaggio del disco, curato da Robert Fripp e Steven Wilson, copertina apribile senza barcode, pressoché identica alla prima molto rara tiratura su Island, catalogo KCLLP1. Pubblicato in Inghilterra nell' ottobre del 1969 prima di ''In the wake of poseidon'', giunse al quarto posto delle classifiche uk ed al numero 28 di quelle Usa dove usci' nel dicembre dello stesso anno. Il primo album. registrato da robert fripp, ian mc donald, greg lake, michael giles, peter sinfield, contiene 5 lunghi brani, tutti entrati nella storia del rock, ''21st century schizoid man'', '' i talk to the wind'', '' epitaph'', '' moonchild'', ''in the court of the crimson king'', e' uno degli albums simbolo della prima stagione del progressive britannico, considerato come uno dei migliori lavori di debutto di sempre, e' basato da un lato sul mellotron e sui sax di ian mcdonald e dall'altro sulla chitarra dal suono postmoderno di robert fripp, il disco, dal clima freddo ed angosciante, metropolitano e metafisico, stabilira' un vero canone con il quale chiunque suoni musica nel decennio successivo e fno all'avvento del punk, dovra' confrontarsi, innumerevoli le invenzioni e le trovate presenti in questo album, gli arrangiamenti sono memori del jazz, l'hard hendrixiano, le melodie beatlesiane, l'avanguardia, la contemporanea il tutto senza soluzione di continuita' e sospeso in un caleidoscopio in quattro dimensioni quasi cubista che cambia continuamente prospettiva ma ruota sempre sullo stesso perno, la enorme competenza strumentale unita ad una creativita' senza freni, sara' l'unico disco a proporre questa formazione, per molti critici il loro punto piu' alto ed inarrivabile, insuperato anche dalle diverse incarnazioni del gruppo stesso, un lavoro epocale che figura di diritto tra i massimi dell' arte del millennio concluso, qualunque musica ascoltiate, non potete esimervi dal confrontare la vostra sensibilita' con questo album.
Euro
30,00
codice 3033425
scheda
King Crimson in the court of the crimson king (200 gr.)
Lp [edizione] nuovo  stereo  uk  1969  panegyric 
rock 60-70
Ristampa in vinile 200 grammi, approvata da Robert Fripp, ottenuta dai masters originali e con l' originario mix del dsco, copertina apribile senza barcode, pressoché identica alla prima molto rara tiratura su Island. Pubblicato in Inghilterra nell' ottobre del 1969 prima di ''In the wake of poseidon'', giunse al quarto posto delle classifiche uk ed al numero 28 di quelle Usa dove usci' nel dicembre dello stesso anno. Il primo album. registrato da robert fripp, ian mc donald, greg lake, michael giles, peter sinfield, contiene 5 lunghi brani, tutti entrati nella storia del rock, ''21st century schizoid man'', '' i talk to the wind'', '' epitaph'', '' moonchild'', ''in the court of the crimson king'', e' uno degli albums simbolo della prima stagione del progressive britannico, considerato come uno dei migliori lavori di debutto di sempre, e' basato da un lato sul mellotron e sui sax di ian mcdonald e dall'altro sulla chitarra dal suono postmoderno di robert fripp, il disco, dal clima freddo ed angosciante, metropolitano e metafisico, stabilira' un vero canone con il quale chiunque suoni musica nel decennio successivo e fno all'avvento del punk, dovra' confrontarsi, innumerevoli le invenzioni e le trovate presenti in questo album, gli arrangiamenti sono memori del jazz, l'hard hendrixiano, le melodie beatlesiane, l'avanguardia, la contemporanea il tutto senza soluzione di continuita' e sospeso in un caleidoscopio in quattro dimensioni quasi cubista che cambia continuamente prospettiva ma ruota sempre sullo stesso perno, la enorme competenza strumentale unita ad una creativita' senza freni, sara' l'unico disco a proporre questa formazione, per molti critici il loro punto piu' alto ed inarrivabile, insuperato anche dalle diverse incarnazioni del gruppo stesso, un lavoro epocale che figura di diritto tra i massimi dell' arte del millennio concluso, qualunque musica ascoltiate, non potete esimervi dal confrontare la vostra sensibilita' con questo album.
Euro
31,00
codice 2123822
scheda
King Crimson in the court of the crimson king (expanded 50th anniversary ed.)
lp2 [edizione] nuovo  stereo  uk  1969  panegyric 
rock 60-70
doppio album in vinile 200 grammi, ristampa del 2019, con un nuovo mix dell' album realizzato per l' occasione da Steven Wilson, AMPLIATA A DOPPIO ALBUM CON IL SECONDO LP CHE CONTIENE TRACCE INEDITE (le cinque tracce dell' album in sette mixaggi alternativi o alternative takes), con copertina senza barcode apribile, pressoché identica alla prima rara tiratura su Island. Pubblicato in Inghilterra nell' ottobre del 1969 prima di ''In the wake of poseidon'', giunse al quarto posto delle classifiche uk ed al numero 28 di quelle Usa dove usci' nel dicembre dello stesso anno. Il primo album. Registrato da robert fripp, ian mc donald, greg lake, michael giles, peter sinfield, contiene 5 lunghi brani, tutti entrati nella storia del rock, ''21st century schizoid man'', '' i talk to the wind'', '' epitaph'', '' moonchild'', ''in the court of the crimson king'', e' uno degli albums simbolo della prima stagione del progressive britannico, considerato come uno dei migliori lavori di debutto di sempre, e' basato da un lato sul mellotron e sui sax di ian mcdonald e dall'altro sulla chitarra dal suono postmoderno di robert fripp, il disco, dal clima freddo ed angosciante, metropolitano e metafisico, stabilira' un vero canone con il quale chiunque suoni musica nel decennio successivo e fno all'avvento del punk, dovra' confrontarsi, innumerevoli le invenzioni e le trovate presenti in questo album, gli arrangiamenti sono memori del jazz, l'hard hendrixiano, le melodie beatlesiane, l'avanguardia, la contemporanea il tutto senza soluzione di continuita' e sospeso in un caleidoscopio in quattro dimensioni quasi cubista che cambia continuamente prospettiva ma ruota sempre sullo stesso perno, la enorme competenza strumentale unita ad una creativita' senza freni, sara' l'unico disco a proporre questa formazione, per molti critici il loro punto piu' alto ed inarrivabile, insuperato anche dalle diverse incarnazioni del gruppo stesso, un lavoro epocale che figura di diritto tra i massimi dell' arte del millennio concluso, qualunque musica ascoltiate, non potete esimervi dal confrontare la vostra sensibilita' con questo album.
Euro
41,00
codice 2125519
scheda
King Crimson In the wake of poseidon
Lp [edizione] nuovo  stereo  uk  1970  panegyric/inner knot 
rock 60-70
bella ristampa in vinile 200 grammi, pressoche' identica alla prima molto rara tiratura su Island, con copertina apribile, rimasterizzata con l' approvazione di Robert Fripp. Pubblicato in inghilterra nel maggio del 1970 dopo ''In the court of the crimson king'' e prima di ''Lizard'', giunto al numero 4 delle classifiche inglesi ed al numero 31 di quelle Usa dove usci' nel settembre dello stesso anno. Il secondo album. Registrato da Robert Fripp con Greg Lake, Mike e Peter Giles, Keith Tippet, Mel Collins, Gordon Haskell, Peter Sinfield, e' un concept album ancor piu' complesso ed arrangiato del primo lavoro, con organico ampliato, fripp getta qui le basi del sound che rendera' il re cremisi tra le piu' amate e considerate ensamble di tutto il progressive mondiale, composto quando il gruppo aveva perso due dei membri originari, ian mc donald e michael giles, con greg lake sul piede di partenza, e' un lavoro composto principalmente da robert fripp, vi si trovano diverse revisitazioni di brani gia' suonati live negli anni passati, quali ''pictures of a city e '' the devil's triangle'', ( quest' ultimo una rivisitazione non accreditata di '' mars bringer of wars'' brano tratto da '' the planets'' di gustav holst, che fu piu' volte suonato live nel 1969 con il titolo di '' mars'' ). prodotto e suonato molto meglio e assai piu' accuratamente del primo lp, nonostante l'abbandono del tastierista ( mc donald ) il suono trainante dell'album non e' la chitarra ma il mellotron, suonato ora da fripp stesso, il disco trova il suo momento massimo in '' cadence and cascade'', uno dei capolavori assoluti del gruppo. un album classico e fondamentale nell'evoluzione del progressive inglese diverso e meno omogeneo del primo lp ma il primo in cui robert fripp sostanzialmente rivendica il gruppo come sua esclusiva proiezione.
Euro
30,00
codice 2126250
scheda
King Crimson In the wake of poseidon
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1970  island 
  [vinile]  excellent  [copertina]  Very good rock 60-70
la prima rara stampa inglese, copia con giusto lievi segni di invecchiamento, copertina apribile textured fronte e retro, liscia all' interno, interno copertina con cover printer "E.J.Day Group London and Bedford", logo copertina (sempre all' interno) con grande lettera '' I '' con indirizzo ''Island Records ltd basing street London w11'', etichetta liscia pink "i" del primo tipo, nella versione con anno pubblicazione a sinistra e con facciate a destra indicate come "SIDE ONE" e "SIDE TWO", rosa con ''i'' bianca in basso, trail off matrix "ILPS 9127 A//1" e "ILPS 9127 B//1". Pubblicato in Inghilterra nel maggio del 1970 dopo ''In the court of the crimson king'' e prima di ''Lizard'', giunto al numero 4 delle classifiche inglesi ed al numero 31 di quelle Usa dove usci' nel settembre dello stesso anno. Il secondo album. Registrato da Robert Fripp con Greg Lake, Mike e Peter Giles, Keith Tippet, Mel Collins, Gordon Haskell, Peter Sinfield, e' un concept album ancor piu' complesso ed arrangiato del primo lavoro. Con un organico ampliato, Fripp getta qui le basi del sound che rendera' il "Re Cremisi" tra le piu' amate e considerate ensamble di tutto il progressive mondiale. Composto quando il gruppo aveva perso due dei membri originari, Ian McDonald e Michael Giles, con Greg Lake sul piede di partenza, e' un lavoro composto principalmente da Robert Fripp, vi si trovano diverse revisitazioni di brani gia' suonati live negli anni passati, quali ''Pictures of a city" e ''The devil's triangle'' (quest' ultima una rivisitazione non accreditata di ''Mars bringer of wars'', brano tratto da ''The planets'' di Gustav Holst, che fu piu' volte suonato live nel 1969 con il titolo di ''Mars''). Prodotto e suonato molto meglio e assai piu' accuratamente del primo lp, nonostante l' abbandono del tastierista McDonald, con il suono trainante dell' album che non e' la chitarra ma il mellotron, suonato ora da Fripp stesso. Il disco trova il suo momento massimo in ''Cadence and cascade'', uno dei capolavori assoluti del gruppo. Un album classico e fondamentale nell' evoluzione del progressive inglese, diverso e meno omogeneo del primo lp, ma il primo lavoro in cui Robert Fripp sostanzialmente rivendica il gruppo come sua esclusiva proiezione.
Euro
250,00
codice 110386
scheda
King Crimson In the wake of poseidon
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1970  island 
  [vinile]  Very good  [copertina]  Very good rock 60-70
la prima rara stampa inglese, copia con qualche segno di invecchiamento sul vinile e moderati sulla copertina, copertina apribile textured fronte e retro, liscia all' interno, interno copertina con cover printer "E.J.Day Group London and Bedford", logo copertina (sempre all' interno) con grande lettera '' I '' con indirizzo ''Island Records ltd basing street London w11'', etichetta liscia pink "i" del primo tipo, nella versione con anno pubblicazione a sinistra e con facciate a destra indicate come "SIDE ONE" e "SIDE TWO", rosa con ''i'' bianca in basso, trail off matrix "ILPS 9127 A//1" e "ILPS 9127 B//1". Pubblicato in Inghilterra nel maggio del 1970 dopo ''In the court of the crimson king'' e prima di ''Lizard'', giunto al numero 4 delle classifiche inglesi ed al numero 31 di quelle Usa dove usci' nel settembre dello stesso anno. Il secondo album. Registrato da Robert Fripp con Greg Lake, Mike e Peter Giles, Keith Tippet, Mel Collins, Gordon Haskell, Peter Sinfield, e' un concept album ancor piu' complesso ed arrangiato del primo lavoro. Con un organico ampliato, Fripp getta qui le basi del sound che rendera' il "Re Cremisi" tra le piu' amate e considerate ensamble di tutto il progressive mondiale. Composto quando il gruppo aveva perso due dei membri originari, Ian McDonald e Michael Giles, con Greg Lake sul piede di partenza, e' un lavoro composto principalmente da Robert Fripp, vi si trovano diverse revisitazioni di brani gia' suonati live negli anni passati, quali ''Pictures of a city" e ''The devil's triangle'' (quest' ultima una rivisitazione non accreditata di ''Mars bringer of wars'', brano tratto da ''The planets'' di Gustav Holst, che fu piu' volte suonato live nel 1969 con il titolo di ''Mars''). Prodotto e suonato molto meglio e assai piu' accuratamente del primo lp, nonostante l' abbandono del tastierista McDonald, con il suono trainante dell' album che non e' la chitarra ma il mellotron, suonato ora da Fripp stesso. Il disco trova il suo momento massimo in ''Cadence and cascade'', uno dei capolavori assoluti del gruppo. Un album classico e fondamentale nell' evoluzione del progressive inglese, diverso e meno omogeneo del primo lp, ma il primo lavoro in cui Robert Fripp sostanzialmente rivendica il gruppo come sua esclusiva proiezione.
Euro
130,00
codice 240441
scheda
King Crimson In the wake of poseidon (new mix 200 g)
Lp [edizione] nuovo  stereo  uk  1970  panegyric 
rock 60-70
Ristampa del 2020 in vinile 200 grammi, edizione limitata con nuovo mixaggio del disco, curato da Robert Fripp e Steven Wilson, catalogo KCLLP2, copertina apribile senza barcode, textured in rilievo sul fronte e sul retro, pressoche' identica alla prima rara tiratura su Island. Pubblicato in Inghilterra nel maggio del 1970 dopo ''In the court of the crimson king'' e prima di ''Lizard'', giunto al numero 4 delle classifiche inglesi ed al numero 31 di quelle Usa dove usci' nel settembre dello stesso anno. Il secondo album. Registrato da Robert Fripp con Greg Lake, Mike e Peter Giles, Keith Tippet, Mel Collins, Gordon Haskell, Peter Sinfield, e' un concept album ancor piu' complesso ed arrangiato del primo lavoro. Con un organico ampliato, Fripp getta qui le basi del sound che rendera' il "Re Cremisi" tra le piu' amate e considerate ensamble di tutto il progressive mondiale. Composto quando il gruppo aveva perso due dei membri originari, Ian McDonald e Michael Giles, con Greg Lake sul piede di partenza, e' un lavoro composto principalmente da Robert Fripp, vi si trovano diverse revisitazioni di brani gia' suonati live negli anni passati, quali ''Pictures of a city" e ''The devil's triangle'' (quest' ultima una rivisitazione non accreditata di ''Mars bringer of wars'', brano tratto da ''The planets'' di Gustav Holst, che fu piu' volte suonato live nel 1969 con il titolo di ''Mars''). Prodotto e suonato molto meglio e assai piu' accuratamente del primo lp, nonostante l' abbandono del tastierista McDonald, con il suono trainante dell' album che non e' la chitarra ma il mellotron, suonato ora da Fripp stesso. Il disco trova il suo momento massimo in ''Cadence and cascade'', uno dei capolavori assoluti del gruppo. Un album classico e fondamentale nell' evoluzione del progressive inglese, diverso e meno omogeneo del primo lp, ma il primo lavoro in cui Robert Fripp sostanzialmente rivendica il gruppo come sua esclusiva proiezione.
Euro
30,00
codice 3033799
scheda
King Crimson Islands
Lp [edizione] nuovo  stereo  UK  1971  panegyric 
rock 60-70
ristampa in vinile 200 grammi, con masterizzazione approvata da Robert Fripp, copertina pressocche' identica alla prima rara tiratura uscita in Inghilterra su Island, senza barcode. Pubblicato in Inghilterra nel dicembre del 1971 dopo ''Lizard'' e prima di ''Earthbound'', giunse al numero 30 delle classifiche Uk ed al 76 di quelle Usa; registrato con mel collins, boz burrel, ian wallace, peter sinfield, e con l'aiuto di keith tippett nel 1971 a londra, con la formazione che produrra' anche il live ''earthbound'', e' disco molto piu' romantico ed autunnale dei precedenti, contiene la magnifica ''formentera lady'', una delle canzoni piu' belle del repertorio, opera da molti considerata imprescindibile nell'evoluzione della musica inglese del decennio, tra i brani, che attingono anche al passato remoto e non sono tutti scritti per l'occasione, ricordiamo ''the letter'' versione rivista e corretta delle celeberrima e fino ad allora inedita '' drop in'' brano risalente al 1969, ''song of the gulls'', addirittura riminiscente del periodo di ''giles, giles and fripp'' quando si chiamava '' suite no. 1'', la beatlesiana ''lady of the roads'', inoltre, l'intervento di chitarra elettrica e mellotron di fripp in '' a sailor's tale'' rimane ancora oggi come uno dei vertici strumentali di tutta la saga crimsoniana. dal punto di vista strumentale, il sax di collins e la batteria di wallace sono sicuramente piu' complementari alla chitarra ed al mellotron di fripp e la splendida voce di paulina lucas contribuisce a rendere ''formentera lady'' un brano giustamente celebrato.
Euro
29,00
codice 3029390
scheda
King Crimson Islands (200 gr. - new mix)
Lp [edizione] nuovo  stereo  uk  1971  panegyric / discipline global music 
rock 60-70
Ristampa del 2020 in vinile 200 grammi, edizione limitata con nuovo mixaggio del disco, curato da Robert Fripp e Steven Wilson, catalogo KCLLP4, copertina senza barcode, pressoche' identica alla prima rara tiratura su Island. Pubblicato in Inghilterra nel dicembre del 1971 dopo ''Lizard'' e prima di ''Earthbound'', giunse al numero 30 delle classifiche Uk ed al 76 di quelle Usa; registrato con mel collins, boz burrel, ian wallace, peter sinfield, e con l'aiuto di keith tippett nel 1971 a londra, con la formazione che produrra' anche il live ''earthbound'', e' disco molto piu' romantico ed autunnale dei precedenti, contiene la magnifica ''formentera lady'', una delle canzoni piu' belle del repertorio, opera da molti considerata imprescindibile nell'evoluzione della musica inglese del decennio, tra i brani, che attingono anche al passato remoto e non sono tutti scritti per l'occasione, ricordiamo ''the letter'' versione rivista e corretta delle celeberrima e fino ad allora inedita '' drop in'' brano risalente al 1969, ''song of the gulls'', addirittura riminiscente del periodo di ''giles, giles and fripp'' quando si chiamava '' suite no. 1'', la beatlesiana ''lady of the roads'', inoltre, l'intervento di chitarra elettrica e mellotron di fripp in '' a sailor's tale'' rimane ancora oggi come uno dei vertici strumentali di tutta la saga crimsoniana. dal punto di vista strumentale, il sax di collins e la batteria di wallace sono sicuramente piu' complementari alla chitarra ed al mellotron di fripp e la splendida voce di paulina lucas contribuisce a rendere ''formentera lady'' un brano giustamente celebrato.
Euro
30,00
codice 2116161
scheda
King Crimson larks' tongues in aspic (alternate version)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1973  Panegyric / discipline global mobile 
rock 60-70
Edizione in vinile 200 grammi, adesivo di presentazione sul cellophane, copertina senza barcode, corredata di inner sleeve, catalogo KCLLP11. Pubblicato nel 2020, questo album, caratterizzato da una copertina che riprende quella dell' edizione americana su Atlantic dell' album "Larks' Tongues in Aspic" (con bordo bianco), ne rappresenta una interessante versione "alternativa", con gli stessi brani di quell' opera (e nello stesso ordine) ma in versioni diverse: due brani ("Book Of Saturday" e "Easy Money") sono presenti in altrettante versioni alternative, registrate nelle stesse sessions dell' album, mentre gli altri quattro brani ("Larks' Tongues In Aspic, Part One", "Exiles", "The Talking Drum" e "Larks' Tongues In Aspic, Part Two") sono presenti in versioni con mix diverso da quello noto. Pubblicato in Inghilterra nel marzo del 1973 dopo ''Earthbound'' e prima di ''Starless and bible black'', giunto al numero 20 delle classifiche Uk ed al numero 61 di quelle Usa. Il quinto album. Uno dei classici punti centrali della carriera del gruppo, celeberrimo per la inclusione della title track ''Larks' tongues in aspic'' che diverra' uno dei brani piu' celebri della band. Qui Robert Fripp aggiunge al consueto e sofisticato equilibrio tra progressive e sperimentazione, arrangiamenti molto rock con uso costante di fuzz e potenti assoli di chitarra. E' l'opera della rifondazione, che vede una line up con all' opera Robert Fripp, John Wetton, Bill Bruford, Jamie Muir ed il violino di David Cross; la musica e' la piu' sperimentale sino ad allora, John Wetton e' il miglior cantante dai tempi di Greg Lake, molto meno jazz del suo predecessore, ed il disco e' un lavoro assai caleidscopico ma potente allo stesso tempo e giustamente incluso nelle opere fondamentali della storia del gruppo.
Euro
30,00
codice 2126043
scheda
King Crimson Larks' tongues in aspic (original stereo mix)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1973  Panegyric / discipline global mobile 
rock 60-70
ristampa in vinile pesante 200 grammi, con masterizzazione approvata da Robert Fripp che ricalca l'originale mix stereo del 1973, copertina pressoche' identica alla prima rara tiratura uscita in Inghilterra su Island, senza barcode e corredata di inserto. Pubblicato nel 2020, questo album, caratterizzato da una copertina che riprende quella dell' edizione americana su Atlantic dell' album "Larks' Tongues in Aspic" (con bordo bianco), ne rappresenta una interessante versione "alternativa", con gli stessi brani di quell' opera (e nello stesso ordine) ma in versioni diverse: due brani ("Book Of Saturday" e "Easy Money") sono presenti in altrettante versioni alternative, registrate nelle stesse sessions dell' album, mentre gli altri quattro brani ("Larks' Tongues In Aspic, Part One", "Exiles", "The Talking Drum" e "Larks' Tongues In Aspic, Part Two") sono presenti in versioni con mix diverso da quello noto. Pubblicato in Inghilterra nel marzo del 1973 dopo ''Earthbound'' e prima di ''Starless and bible black'', giunto al numero 20 delle classifiche Uk ed al numero 61 di quelle Usa. Il quinto album. Uno dei classici punti centrali della carriera del gruppo, celeberrimo per la inclusione della title track ''Larks' tongues in aspic'' che diverra' uno dei brani piu' celebri della band. Qui Robert Fripp aggiunge al consueto e sofisticato equilibrio tra progressive e sperimentazione, arrangiamenti molto rock con uso costante di fuzz e potenti assoli di chitarra. E' l'opera della rifondazione, che vede una line up con all' opera Robert Fripp, John Wetton, Bill Bruford, Jamie Muir ed il violino di David Cross; la musica e' la piu' sperimentale sino ad allora, John Wetton e' il miglior cantante dai tempi di Greg Lake, molto meno jazz del suo predecessore, ed il disco e' un lavoro assai caleidscopico ma potente allo stesso tempo e giustamente incluso nelle opere fondamentali della storia del gruppo.
Euro
31,00
codice 2124931
scheda
King Crimson Lizard
Lp [edizione] originale  stereo  fra  1970  island 
  [vinile]  excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
prima rara stampa francese, copertina apribile, laminata all' esterno, etichetta Island rosa con logo "i" bianco in basso (cambiata gia' nel 1971), catalogo 6405012. Pubblicato in Inghilterra nel dicembre del 1970 dopo ''In the wake of poseidon'' e prima di ''Islands'', giunto al numero 30 delle classifiche Uk e non entrato in quelle Usa. Il terzo album. Registrato da Robert Fripp, Mel Collins, Gordon Haskell, Andy McCulloch, Pete Sinfield, Mark Charig, Robin Miller, Keith Tippet e Jon Anderson. "Lizard" e' l' album dello storico gruppo inglese piu' orientato verso il jazz, con l' influenza di Miles Davis (in particolare dell' album "Sketches of Spain") assai rilevante, inoltre e' anche il loro episodio piu' progressive, fino a quel momento; i brani sono lunghi ed hanno uno sviluppo complesso ed assai arrangiato, con riferimenti alla musica classica, ed anche i testi sono piu' letterari ed ornati, tuttavia l' album e' ancora pregno di quell'atmosfera inquietante e misteriosa che e' presente nei primi due lavori. Jon Anderson degli Yes e' ospite in "Prince Rupert Awakes" (Gordon Haskell non completo' mai la sua parte), e l' album si giova della sua presenza. All' epoca della sua uscita alcuni critici esaltarono "Lizard" per avere trovato una nuova via espressiva che si distacca da quella dei primi due lavori; diversi i brani celeberrimi contenuti in questo vero e proprio monumento al rock degli anni '70, tra questi, la lunga suite ''Lizard'', ''Cirkus'', ''Lady of the dancing water".
Euro
50,00
codice 259209
scheda
King Crimson Lizard (200 gr. - new mix)
Lp [edizione] nuovo  stereo  uk  1970  panegyric 
rock 60-70
Ristampa in vinile 200 grammi, edizione limitata con nuovo mixaggio del disco, curato da Robert Fripp e Steven Wilson, catalogo KCLLP3, copertina apribile senza barcode, pressoche' identica alla prima rara tiratura su Island. Pubblicato in Inghilterra nel dicembre del 1970 dopo ''In the wake of poseidon'' e prima di ''Islands'', giunto al numero 30 delle classifiche Uk e non entrato in quelle Usa. Il terzo album. Registrato da Robert Fripp, Mel Collins, Gordon Haskell, Andy McCulloch, Pete Sinfield, Mark Charig, Robin Miller, Keith Tippet e Jon Anderson. "Lizard" e' l' album dello storico gruppo inglese piu' orientato verso il jazz, con l' influenza di Miles Davis (in particolare dell' album "Sketches of Spain") assai rilevante, inoltre e' anche il loro episodio piu' progressive, fino a quel momento; i brani sono lunghi ed hanno uno sviluppo complesso ed assai arrangiato, con riferimenti alla musica classica, ed anche i testi sono piu' letterari ed ornati, tuttavia l' album e' ancora pregno di quell'atmosfera inquietante e misteriosa che e' presente nei primi due lavori. Jon Anderson degli Yes e' ospite in "Prince Rupert Awakes" (Gordon Haskell non completo' mai la sua parte), e l' album si giova della sua presenza. All' epoca della sua uscita alcuni critici esaltarono "Lizard" per avere trovato una nuova via espressiva che si distacca da quella dei primi due lavori; diversi i brani celeberrimi contenuti in questo vero e proprio monumento al rock degli anni '70, tra questi, la lunga suite ''Lizard'', ''Cirkus'', ''Lady of the dancing water".
Euro
30,00
codice 2120611
scheda
King Crimson starless and bible black (200 gr.)
Lp [edizione] nuovo  stereo  uk  1974  panegyric 
rock 60-70
ristampa in vinile 200 grammi, catalogo KCLP6, con masterizzazione approvata da Robert Fripp, copertina apribile pressoche' identica alla prima rara tiratura uscita in Inghilterra su Island, e corredata di inserto. Pubblicato in Inghilterra nel febbraio del 1974 dopo ''Lark's tongues in aspic'' e prima di ''Red'', giunto al numero 28 delle classifiche Uk ed al numero 64 di quelle Usa. Il sesto album. Registrato nel gennaio del 1974 a Londra, con in formazione John Wetton, David Cross e Bill Bruford, e' il penultimo episodio della prima fase della carriera del re cremisi, il disco e' dominato dalla chitarra di fripp , ed e' tra i piu sperimentali dell'intera produzione, possiede elementi stilistici attinti da tutta la carriera del gruppo che culminano nella lunga suite omonima sul lato B. Starless and Bible Black e' un lavoro ancora piu' potente del suo predecessore , Larks' Tongues in Aspic, pieno di cambi di tempo e riffs di chitarra ma bilanciato da sognanti arrangiamenti di violino e Mellotron , contiene diversi straordinari episodi, tra i quali "The Night Watch," un brano che descrive una tela di Rembrandt , mentre sulla facciata due bellissima '' Fracture'' che illustrano il lato piu' duro e metropolitano del gruppo. decisamente un classico.
Euro
26,00
codice 3028627
scheda
King crimson The power to believe (exp.)
lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2003  panegyric 
rock 60-70
Vinile doppio da 200 grammi, copertina apribile senza codice a barre, con adesivo di presentazione sul cellophane, label custom a colori con artwork diverso su ciascuna delle quattro facciate e con "made in england" lungo il bordo, catalogo KCLPX15. Per la prima volta disponibile in vinile grazie a questa edizione dell' ottobre 2019 ad opera della Panegyric, remixata per l' occasione e rimasterizzata con l' approvazione di Robert Fripp, con undici bonus tracks (i brani "Sus-Tayn-Z I", "Superslow", "Sus-Tayn-Z II" sono outtakes dell' album, le seguenti "Bude", "Happy With What You Have To Be Happy With", "Mie Gakure", "She Shudders", "Eyes Wide Open", "Shoganai", "I Ran" e "Potato Pie" sono gli otto brani del minialbum uscito su cd nel 2002 "Happy With What You Have To Be Happy With"). Originariamente pubblicato solo in cd nel marzo del 2003, giunto al 162esimo posto delle classifiche inglesi ed al numero 150 di quelle americane, il tredicesimo e finora ultimo album in stdio della grande band britannica di Robert Fripp, successivo a "The Construkction of Light" (2000). I King Crimson, qui nella configurazione che accanto a Fripp (chitarra) include i grandi talenti di Adrian Belew (chitarra, voce), Trey Gunn (chitarra) e Pat Mastellotto (batteria), realizzano uno dei loro albums piu' apprezzati da decenni, opera di contrasti, tra brani duri ai limiti dell' heavy ed altri delicati ed atmosferici (molti dei quali gia' eseguiti dal vivo negli anni precedenti, come al solito senza troppe nostalgie per il passato; elemento costante rimane l'atmosfera molto cerebrale, come anche le soluzioni complesse e raffinate, talora spigolose, che i KC già avevano preso a sviluppare a partire dai loro album del 1973/74 in poi. La mostruosa perizia tecnica dei sei musicisti fa il resto.
Euro
42,00
codice 2121720
scheda
King crimson The reconstrukction of light (construkction of light expanded)
Lp2 [edizione] nuovo  stereo  uk  2000  panegyric 
rock 60-70
Vinile doppio da 200 grammi, copertina apribile senza codice a barre, con adesivo di presentazione sul cellophane, catalogo KCLPX14. Per la prima volta disponibile in vinile grazie a questa edizione dell' ottobre 2019 ad opera della Panegyric, remixata per l' occasione, con nuove parti di batteria a cura di Pat Mastellotto, e rimasterizzata con l' approvazione di Robert Fripp, con due bonus tracks (i brani "Mastelotticus SS Blasticus" e "The Deception Of The Thrush", registrati dal vivo rispettivamente a Roma il 24 giugno del 2003 ed a Londra, e tratti dal cd "Live ConstruKction", parte del box "Heaven & Earth" pubblicato nel 2019 (ma il secondo brano era gia' apparso nel cd "Taken from the Level Five" del 2008). Originariamente pubblicato solo in cd nel maggio del 2000, giunto al 129esimo posto delle classifiche inglesi, il dodicesimo album in stdio della grande band britannica di Robert Fripp, successivo a "THRAK" (1995) e precedente "The Power to Believe" (2003). I King Crimson, qui nella configurazione che accanto a Fripp (chitarra e tastiere) include i grandi talenti di Adrian Belew (chitarra, voce), Trey Gunn (basso e chitarra) e Pat Mastellotto (batteria e percussioni), dopo la uscita dal gruppo di Bill Bruford e Tony Levin, realizzano uno dei loro albums piu' controversi, apprezzato da alcuni, bistrattato da altri, opera frutto del lavoro di una line up forse non ancora rodata, non del tutto soddisfacente neppure per lo stesso Robert Fripp (non a caso le sovraincisioni di Mastellotto in questa riedizione); elemento costante rimane l'atmosfera molto cerebrale, come anche le soluzioni complesse e raffinate, talora spigolose, che i KC già avevano preso a sviluppare a partire dai loro album del 1973/74 in poi. La mostruosa perizia tecnica dei sei musicisti fa il resto.
Euro
34,00
codice 2113639
scheda
King Crimson Three of a perfect pair
Lp [edizione] nuovo  stereo  uk  1984  panegyric 
rock 60-70
vinile 200 grammi, ristampa rimasterizzata dai masters originali (approvata da Fripp) pressoché identica alla prima tiratura, corredata di inserto. Pubblicato in Inghilterra nel marzo del 1984 dopo ''Beat'' e prima di ''God save the king'' (solista di Robert Fripp), giunto al numero 30 delle charts inglesi ed al 58 di quelle Usa dove usci' nel luglio dello stesso anno. Il dodicesimo album. Rimarra' l' ultimo lavoro a nome King Crimson fino a ''Vroom'' del dicembre del 1994. Registrato da Robert Fripp, Adrian Belew, Tony Levin e Bill Bruford, e' l'ultimo capitolo della trilogia degli anni '80; all'epoca della sua uscita desto' scalpore tra i fans del gruppo, poiche' il disco suona diversissimo da ogni altro album del periodo ed e' costruito musicalmente sullo stile del precedente ''Beat'', ma con arrangiamenti e trovate musicali mai prima udite. Tutti i brani sono notevoli, ma alcuni davvero degni di nota, '' sleepless'' con il basso micidiale e la voce che ricorda quasi i talking heads piu' paranoici, ma con un climax funky e notturno, i sette minuti strumentali di ''industry'' , le atmosfere irreali di '' model man''. la costruzione dell'opera richiese un grande sforzo creativo alla fine del quale i membri decisero, come da tradizione, di mettere in soffitta la gloriosa sigla per dedicarsi a progetti solisti, un nuovo capitolo non sara' scritto come detto che dopo oltre 10 anni.
Euro
30,00
codice 2117129
scheda
King crimson uncertain times (limited edition 2x10")
10"2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2018  discipline global mobile / panegyric 
rock 60-70
Doppio 10" in edizione limitata, realizzato nel giugno 2018; copertina apribile, senza barcode, adesivo di presentazione sul cellophane, etichette custom a colori; contiene quattro brani registrati dalla storica band inglese dal vivo tra il 2015 ed il 2017, finora inediti in vinile: "Red", registrata in Messico nel 2017 e destinata ad essere inserita nell' album "Live in Mexico", "The Letters", registrata il 28 giugno del 2017 a Chicago e tratta da "Live in Chicago", uscito solo in cd nel 2017, "Cirkus", registrata a Vienna l' 1 dicembre 2016 e tratta da "Live in Vienna", uscito solo in cd nel 2017, infine "Larks' Tongues In Aspic, Part Two", registrata durante il 2015 e tratta dal Cd+Blu-Ray+dvd "Radical Action (To Unseat The Hold Of Monkey Mind)", uscito nel 2016.
Euro
30,00
codice 2110769
scheda

Page: 1 of 2


Pag.: oggetti:
Indice autori contenenti "King Crimson":
King Crimson - 

altri autori contnenti le parole cercate: