Hai cercato:  D.o.a. --- Titoli trovati: : 17
  • 1
 
Pag.: oggetti:
 
ordina per
aiuto su ricerche
Pag.: oggetti:
D.o.a. 1978 (21 never before released tracks and singles 1978-82
lp2 [edizione] nuovo  stereo  can  1978  sudden death 
punk new wave
doppio album pubblicato nell' aprile del 2019, contiene 21 brani della grande band canadese di Vancouver, dei quali 10 provenienti da rari singoli, eps e compilation, realizzati tra il 1978 ed il 1981, e ben 11 del tutto inediti, provenienti da demos registrati tra il 1979 ed il 1982. La favolosa scena canadese a Toronto e Vancouver produce i suoi primi documenti vinilici, dalla seconda citta' vengono i D.O.A. che nella primavera del 1978 si autoproducono (inizialmente in 500 copie) l' ep d' esordio "Disco Sucks", primo fondamentale tassello delle discografia di una delle punk rock band piu' importanti e longeve che hanno mai calcato le scene, di cui sono presenti i quattro brani "Royal Police", "Woke Up Screaming", poi ripresa due anni dopo nell' album d'esordio del gruppo, la leggendaria "Disco Sucks" e "Nazi Training Camp", esempi travolgenti, grezzi e potenti, di un primitivo punk rock che mette insieme favolosamente influenze californiane ed inglesi (la voce ancora acerba ricorda piu' volte quella di Johnny Rotten/Lydon); gia' i due brani del secondo 7" di pochi mesi successivo, anche questi qui presenti, "The Prisoner" e "13", videro la band imprimere al punk rock quella accelerazione che avrebbe portato alla nascita dell' hardcore; dal terzo 7" uscito tra il 1979 ed il 1980 provengono "World War 3" e "Whatcha Gonna Do?", dalla raccolta "Vancouver Complication" del 1979 il brano "Kill, Kill, This Is Pop", dall' ep "Positively D.o.a." del 1981 il brano "Fucked Up Ronnie". Tutti gli altri brani sono inediti, del tutto o almeno in queste versioni.
Euro
28,00
codice 3022469
scheda
D.o.a. Bloodied but unbowed (the damage to date: 1978 to 1984) 27 tracks version
Lp [edizione] ristampa  stereo  hol  1978  restless 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Ristampa olandese del 1992, copertina lucida fronte retro con barcode 016861-9185-14, inner sleeve con artwork e testi, label blu con parti più chiare, scritte azzurre lungo il bordo ed argento al centro, logo Restless bianco ed azzurro in basso, BIEM/STEMRA a sinistra, catalogo LS9185 1. Pubblicata nel 1992 dalla Restless in Europa, questa è la versione aggiornata, con artwork del fronte copertina quasi identico ma con con in più otto ulteriori brani (posti alla fine della seconda facciata, si tratta dei brani del 12"ep "War on 45", uscito nel 1982), dell'imperdibile raccolta "Bloodied But Unbowed (The Damage To Date: 1978-83)" della grande band canadese di Vancouver guidata da Joey Shithead, originariamente uscita nel febbraio del 1984 su Alternative Tentacles in Gran Bretagna, dove arrivo' al 14esimo posto nella classifica indipendente, e su CD Presents negli USA. Quella versione del 1984 conteneva brani del periodo 1978-83, questa ampliata del 1992 aggiunge a quelli anche gli otto pezzi dell'ep "War on 45", uscito nel 1982, per un totale di ben ventisette brani registrati nel periodo migliore e più influente della lunga storia musicale della band, attiva dal 1977. Gran parte dei brani dei primi due storici album "Something Better Change" (1980) e "Hardcore 81" (1981), da cui proviene la maggior parte dei brani qui compilati, oltre a uno dei brani del leggendario ep "triumph of the Ignoroids" ed al retro di un singolo uscito nel 1983 ("Fuck You"). Furono tra i primi a suonare un punk rock a tal punto furioso e veloce da risultare tra i primi esempi di hardcore della storia, quando ancora la critica non aveva coniato la definizione: si ascolti l' inno immortale "The Prisoner", qui presente nella sua seconda versione del 1980, ma già edita una prima volta nel 1978 (!!!), per rendersi conto dell'importanza storica e del valore musicale di questa band, davvero fondamentale. Questa la scaletta completa: "Fuck you", "Rich bitch", "The prisoner", "Unknown", "Smash the state", "Slumlord", "New age", "I don't give a shit", "Waiting for you", "Whatcha gonna do?", "World war 3", "2 + 2", "The enemy", "Fucked up ronnie", "Woke up screaming", "001 loser's club", "13", "Get out of my life", "D.O.A.", "Liar for hire", "I'm right you're wrong", "America the beautiful", "Let's fuck", "War", "I hate you", "War in the East", "Class war". Storico gruppo canadese di Vancouver formatosi nel 1978, i D.O.A. furono tra i primi a suonare un punk rock a tal punto furioso e veloce da risultare tra i primi esempi di hardcore della storia, quando ancora la critica non aveva coniato la definizione. Fronteggiati da Joey ''Shithead'' Keithley, sono autori di una vasta discografia che si estende oltre l'inizio del nuovo secolo.
Euro
25,00
codice 331371
scheda
D.o.a. Don't turn yer back on desperate...
12"ep [edizione] nuovo  stereo  uk  1984  sudden death 
punk new wave
Titolo completo ''Don't turn yer back on desperate times''. Ristampa pressoché identica alla prima tiratura pubblicata nel dicembre del 1984 dalla Alternative Tentacles in Inghilterra. Questo ep dedicato ai minatori (all'epoca era in corso il grande sciopero dei minatori del 1984/85 in Gran Bretagna) presenta quattro brani incisi per una John Peel session il 3 aprile del 1984: ''General strike'' e ''Race riot'' saranno riproposte nel successivo album ''Let's wreck the party'' (1985), qui pero' in versioni decisamente superiori, ed insieme ad esse troviamo qui l'inedita, serratissima ''A season in hell'' ed una nuova versione di ''Burn it down'', brano che era apparso in una prima veste su singolo nel 1983. Quattro episodi di feroce harcore punk politicizzato, con qualche venatura di hard rock stradaiolo che appare qua e la', anticipando sviluppi futuri nella musca del gruppo. Storico gruppo canadese di Vancouver formatosi nel 1978, i D.O.A. furono tra i primi a suonare un punk rock a tal punto furioso e veloce da risultare tra i primi esempi di hardcore della storia, quando ancora la critica non aveva coniato la definizione. Fronteggiati da Joey ''Shithead'' Keithley, sono autori di una vasta discografia che si estende oltre l'inizio del nuovo secolo.
Euro
25,00
codice 2053229
scheda
D.o.a. fight back (red vinyl)
Lp [edizione] nuovo  stereo  can  2018  sudden death 
punk new wave
edizione limitata in vinile rosso, copertina senza barcode, inserto. Pubblicato nel maggio del 2018, a tre anni di distanza dal precedente "Hard Rain Falling" (2015), sempre per la Sudden Death del cantante e chitarrista del gruppo Joe Keithley, il diciottesimo dello storico gruppo punk canadese, che non ha perso il suo spirito critico al vetriolo nei confronti delle ingiustizie sociali e delle problematiche politiche (dalla violenza della polizia in ''Killer cops'' alla libertà dell'individuo in ''State control''): alcuni critici hanno evocato una sintesi fra punk rock e musica di protesta per questo ''Fight back'' e non a caso. L'urgenza comunicativa, il sound grezzo e graffiante ed il cantato abrasivo di Joey Shithead sono ancora inequivocabilmente punk, come lo è anche l'approccio diretto ed arrabbiato nei loro testi. Fra i brani, una sorprendente cover di ''Wanted man'' di Johnny Cash, in cui un groove alle radici rockabilly viene punkizzato e potenziato. Storico gruppo canadese di Vancouver formatosi nel 1978, i D.O.A. furono tra i primi a suonare un punk rock a tal punto furioso e veloce da risultare tra i primi esempi di hardcore della storia, quando ancora la critica non aveva coniato la definizione. Fronteggiati da Joey ''Shithead'' Keithley, sono autori di una vasta discografia che si estende oltre l'inizio del nuovo secolo.
Euro
27,00
codice 3020574
scheda
D.o.a. hardcore 81 (40th anniversary ltd. ed. + 3 tracks)
Lp [edizione] nuovo  stereo  can  1981  sudden death 
punk new wave
ristampa del 2021, edizione limitata, copertina pressoche' identica alla prima tiratura autoprodotta su Friends, ma con "cornice" nera con in alto l' indicazione dell' edizione limitata ed in basso il contenuto extra esclusivo: tre bonus tracks ("Disco Sucks", dal primo 7"ep del 1978, "The Prisoner", dal secondo 7" del 1978, "Fucked Up Ronnie", singolo del 1981) ed un booklet di 12 pagine. Il fondamentale secondo album dei D.O.A, canadesi di Vancouver attivi dal '77, solo parzialmente contenuto nel "Bloodied But Unbowed" stampato e meta' anni '80. Pubblicato nel marzo del 1981, fu registrato con la medesima formazione del primo storico "Something Better Change" e del 12" "Triumph of the Ignoroids", con Randy Rampage al basso, Chuck Biscuits alla batteria ed alla chitarra, e Dave Gregg e Joey Shithead alle chitarre, ma vide la band in grado di esprimere un sound ancora piu' serrato e potente, enormemente maturato sotto il profilo sia tecnico che compositivo, splendidamente in bilico tra il punk rock da cui erano partiti e quell' hardcore di cui pure erano stati tra gli anticipatori. Un grande classico del punk di tutti i tempi, con una serie davvero impressionante di brani mozzafiato la cui tensione e' spezzata solo da un paio di episodi esilaranti, come la riuscitissima cover di "Communication Breakdown" dei Led Zeppelin, che da' spazio alla vena piu' iconoclasta della band, come sempre piu' sara' negli anni a venire. Una band di grande importanza storica e valore musicale.
Euro
28,00
codice 2105414
scheda
D.o.a. Let's wreck the party
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1985  alternative tentacles 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Good punk new wave
la prima stampa inglese, con copertina (con diversi comunque non gravi segni di invecchiamento) completamente diversa da quella USA, copertina lucida fronte retro senza barcode, nella versione corretta con la figura col cappello sul fronte i cui occhi presentano non solo le pupille rosse, ma anche la sclera, cioe' il bianco dell'occhio, completa di inserto con testi e foto, label bianca con scritte nere su di una facciata, marrone con logo Alternative Tentacles sull'altra, catalogo VIRUS44, scritta ''orlake'' incisa sul trail off di entrambi i lati. Pubblicato nel settembre del 1985 dalla Alternative Tentacles in Gran Bretagna e negli USA, il quarto album, successivo a ''War on 45'' (1982) e precedente ''True (North) strong and free'' (1987). Il disco segna un aggiustamento stilistico da parte della band, che devia dall'originario harcore punk per aprirsi a sonorita' di hard rock anthemico, tuttavia ancora intriso di aggressivita' punk. I ritmi non sono sempre tirati, e la band sembra in qualche modo voler sperimentare dal punto di vista sonoro, pur restando, dal punto di vista dei testi, fedele agli ideali libertari ed antirazzisti del gruppo. Storico gruppo canadese di Vancouver formatosi nel 1978, i D.O.A. furono tra i primi a suonare un punk rock a tal punto furioso e veloce da risultare tra i primi esempi di hardcore della storia, quando ancora la critica non aveva coniato la definizione. Fronteggiati da Joey ''Shithead'' Keithley, sono autori di una vasta discografia che si estende oltre l'inizio del nuovo secolo.
Euro
13,00
codice 256095
scheda
D.o.a. Let's wreck the party (misprint!)
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1985  alternative tentacles 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Nella versione CON L'ERRORE DI STAMPA sul disegno del fronte copertina (l'errore e' negli occhi della figura col cappello: questa versione mostra solo le pupille rosse, ma manca la sclera, cioe' il bianco dell'occhio), la prima stampa inglese, con copertina completamente diversa da quella USA, copertina lucida fronte retro senza barcode, completa di inserto con testi e foto, label bianca con scritte nere su di una facciata, marrone con logo Alternative Tentacles sull'altra, catalogo VIRUS44, scritta ''orlake'' incisa sul trail off di entrambi i lati. Pubblicato nel settembre del 1985 dalla Alternative Tentacles in Gran Bretagna e negli USA, il quarto album, successivo a ''War on 45'' (1982) e precedente ''True (North) strong and free'' (1987). Il disco segna un aggiustamento stilistico da parte della band, che devia dall'originario harcore punk per aprirsi a sonorita' di hard rock anthemico, tuttavia ancora intriso di aggressivita' punk. I ritmi non sono sempre tirati, e la band sembra in qualche modo voler sperimentare dal punto di vista sonoro, pur restando, dal punto di vista dei testi, fedele agli ideali libertari ed antirazzisti del gruppo. Storico gruppo canadese di Vancouver formatosi nel 1978, i D.O.A. furono tra i primi a suonare un punk rock a tal punto furioso e veloce da risultare tra i primi esempi di hardcore della storia, quando ancora la critica non aveva coniato la definizione. Fronteggiati da Joey ''Shithead'' Keithley, sono autori di una vasta discografia che si estende oltre l'inizio del nuovo secolo.
Euro
28,00
codice 251482
scheda
D.o.a. Live free or die
Lp [edizione] originale  stereo  ger  2004  social bomb / sudden death 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Copia ancora incellophanata, l' originale stampa, pressata in esclusiva in vinile dalla tedesca Social Bomb, nella versione in vinile nero, copertina con barcode, inserto con foto e testi, label nera con scritte bianche su di una facciata, con grande logo Social Bomb Records in bianco e nero sull'altra, catalogo SBR-008 / SDR-0056. Pubblicato congiuntamente dalla tedesca Social Bomb e dalla canadese Sudden Death nel 2004, il tredicesimo album, successivo a "Win the battle" (2002) e precedente "Northern avenger" (2008). Il vulcanico cantante e chitarrista Joey Shithead è qui accompagnato da Damned Dan Yaremko (basso, voce, piano) e The Great Baldini (batteria, voce), oltre che da Chris Gestrin (organo, Clavinet), Rod Murray (trombone) e John Korsurd (tromba), in un set di venti brani (di cui quattro covers) di punk rock melodico e politicizzato in senso libertario e pacifista, con una proverbiale attitudine dissacrante e provocatoria. Un disco rabbioso ma anche divertente ed espansivo, a partire dal cantato di Joey, stilisticamente ancorato al punk ma con occasionali deviazioni (ora con lo ska, coadiuvati da una piccola sezione di ottoni, ora con lo hard rock'n'roll più stradaiolo). Interessante la scelta delle covers: "Masters of war" di Bob Dylan, "Eve of destruction" di Barry McGuire (gia' punkizzata molti anni prima dai Dickies), "Bad moon rising" dei CCR e "Marijuana motherfucker" di David Peel, brani legati agli anni '60, ma che i D.O.A. interpretano alla loro punkeggiante maniera. Storico gruppo canadese di Vancouver formatosi nel 1978, i D.O.A. furono tra i primi a suonare un punk rock a tal punto furioso e veloce da risultare tra i primi esempi di hardcore della storia, quando ancora la critica non aveva coniato la definizione. Fronteggiati da Joey ''Shithead'' Keithley, sono autori di una vasta discografia che si estende oltre l'inizio del nuovo secolo.
Euro
23,00
codice 335357
scheda
D.o.a. murder
Lp [edizione] originale  stereo  Hol  1990  restless 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
l' originale stampa europea, pressata in Olanda, copertina (con giusto assai lievi segni di invecchiamento) lucida, etichetta blu scuro con parti grigie, catalogo LS 9413 1; pubblicato nel 1990, tre anni dopo "True (North) Strong and Free" (1987) e poco dopo la collaborazione con Jello Biafra per l' album "Last Scream Of The Missing Neighbors" (1989), e prima di "Talk Minus Action Equals Zero" (1991), il quinto album in studio della immarcescibile punk band canadese attiva dal '77, guidata come sempre da Joe "Shithead" Keighley, qui con John Card alla batteria, ex Personality Crisis ed SNFU. Piu' duro del precedente "True North Strong and Free", il disco evidenzia maggiori contaminazioni "rock" e "metalliche" rispetto ai lavori precedenti, che possano far storcere un po' il naso ai puristi, ma alcuni brani inoltre sono degni dei tempi migliori (la velocissima "Waiting for you" soprattutto). Furono tra i primi a suonare un punk rock a tal punto furioso e veloce da risultare tra i primi esempi di hardcore della storia, quando ancora la critica non aveva coniato la definizione: si ascolti l' inno immortale "The Prisoner", qui presente nella sua seconda versione del 1980, ma già edita una prima volta nel 1978 (!!!), per rendersi conto dell'importanza storica e del valore musicale di questa band, davvero fondamentale. Questa la scaletta completa: "Fuck you", "Rich bitch", "The prisoner", "Unknown", "Smash the state", "Slumlord", "New age", "I don't give a shit", "Waiting for you", "Whatcha gonna do?", "World war 3", "2 + 2", "The enemy", "Fucked up ronnie", "Woke up screaming", "001 loser's club", "13", "Get out of my life", "D.O.A.", "Liar for hire", "I'm right you're wrong", "America the beautiful", "Let's fuck", "War", "I hate you", "War in the East", "Class war". Storico gruppo canadese di Vancouver formatosi nel 1978, i D.O.A. furono tra i primi a suonare un punk rock a tal punto furioso e veloce da risultare tra i primi esempi di hardcore della storia, quando ancora la critica non aveva coniato la definizione. Fronteggiati da Joey ''Shithead'' Keithley, sono autori di una vasta discografia che si estende oltre l'inizio del nuovo secolo.
Euro
20,00
codice 257411
scheda
D.o.a. positively d.o.a.
7"ep [edizione] nuovo  stereo  can  1981  sudden death 
punk new wave
Sottotitolato "No God No Country No Lies", ristampa pressocche' identica alla prima tiratura realizzata dalla Alternative Tentacles nell' ottobre del 1981 per il mercato inglese, copertina ripiegata in due attorno al disco. Il disco che sostanzialmente presento' al pubblico inglese la grande band canadese di vancouver attiva dal '77; contiene "World War III" dal terzo singolo pubblicato in Canada nel 1980, "The Enemy" dal primo album "Something Better Change", pubblicato in Canada nel 1980, "My Old Man's A Bum" (dal secondo album "Hardcore 81", pubblicato in Canada nel 1981) e le tracce all' epoca inedite "Fucked Up Ronnie" e "New Wave Sucks", gia' autrice di una manciata di singoli, ep e due albums pubblicati in Canada e di difficile reperibilita' altrove, canadesi di Vancouver attivi dal '77, solo parzialmente contenuto nel "Bloodied But Unbowed" stampato e meta' anni '80. Randy Rampage al basso, Chuck Biscuits alla batteria ed alla chitarra, e Dave Gregg e Joey Shithead alle chitarre.
Euro
10,00
codice 3013207
scheda
D.o.a. something better change
Lp [edizione] nuovo  stereo  can  1980  sudden death 
punk new wave
Ristampa pressocche' identica all' originale. Il fondamentale primo album dei D.O.A, canadesi di Vancouver attivi dal '77, solo parzialmente contenuto nel "Bloodied But Unbowed" stampato e meta' anni '80. Uscito nel settembre del 1980, e' l' ideale sunto dei primi anni di attivita' della band, la piu' influente di tutta la ricca e vitale scena punk candese, con nuove versioni di alcuni dei brani che gia' arano comparsi in rari singoli o raccolte, come "Woke Up Screaming", "Thirteen", "The Prisoner" o "World War Three", quella "Whatcha Gonna Do?" che era da poco comparsa su singolo e nuovi imperdibili classici. Il suono della band era una sintesi perfetta, ma anche personale, di influenze inglesi ed un' attitudine inevitabilmente legata al punk rock americano, ma alcuni brani gia' rivelano una propensione a ritmi secchi e serratissimi inequivocabilmente "proto hardcore": mirabilmente significative in questa chiave la nuova versione dell' immortale "The Prisoner" (la prima versione risaliva addirittura al 1978!), che va' annoverata tra i classici dell' hardcore punk di tutti i tempi, o "World War 3". Enormi l' importanza storica ed il valore musicale di questa band.
Euro
29,00
codice 2126780
scheda
D.o.a. Something better change (1st mix!)
Lp [edizione] originale  stereo  can  1980  friends 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good punk new wave
La prima stampa canadese, nella introvabile e leggendaria PRIMISSIMA VERSIONE, una delle fantomatiche prime 1000 copie caratterizzate da un missaggio diverso da ogni altro pressaggio, e riconoscibili per le seguenti caratteristiche: sul trail off delle rispettive facciate e' inciso "Who gives a Fuckin' Shit!!!" e "This is your Last Warning!!!" e soprattutto il numero di serie di seguito inciso e' "3736 RE 1 R". Il missaggio di queste prime 1000 copie non convinse del tutto la band, e cosi' ogni altra versione di questo disco e' caratterizzata da un mix dell' album alquanto diverso, la prima di queste avra' ancora il "groove message" inciso sul trail off, ma "RE 2", e progressivamente la stessa numerazione andra' avanti, presto senza piu' il "groove message"; copia completa del raro inserto apribile con foto dei componenti, copertina (ovviamente senza barcode, con moderati segni di invecchiamento, nella originaria versione con l' interno completamente nero, etichetta e' nera e bianca da un lato e bianca e nera dall' altro, catalogo FR003. Il fondamentale primo album dei D.O.A, canadesi di Vancouver attivi dal '77, solo parzialmente contenuto nel "Bloodied But Unbowed" stampato e meta' anni '80. Uscito nel settembre del 1980, e' l' ideale sunto dei primi anni di attivita' della band, la piu' influente di tutta la ricca e vitale scena punk candese, con nuove versioni di alcuni dei brani che gia' arano comparsi in rari singoli o raccolte, come "Woke Up Screaming", "Thirteen", "The Prisoner" o "World War Three", quella "Whatcha Gonna Do?" che era da poco comparsa su singolo e nuovi imperdibili classici. Il suono della band era una sintesi perfetta, ma anche personale, di influenze inglesi ed un' attitudine inevitabilmente legata al punk rock americano, ma alcuni brani gia' rivelano una propensione a ritmi secchi e serratissimi inequivocabilmente "proto hardcore": mirabilmente significative in questa chiave la nuova versione dell' immortale "The Prisoner" (la prima versione risaliva addirittura al 1978!), che va' annoverata tra i classici dell' hardcore punk di tutti i tempi, o "World War 3". Enormi l' importanza storica ed il valore musicale di questa band.
Euro
140,00
codice 238655
scheda
D.o.a. Talk - action = 0 (green translucent vinyl)
Lp [edizione] originale  stereo  can  2010  sudden death 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good punk new wave
Copia ancora incellophanata, ma con una leggera piegatura sull'angolo superiore destro della copertina, prima stampa nella versione in vinile di colore verde semitrasparente, label custom in bianco e nero, catalogo SDR-0088. Pubblicato nel maggio del 2010 dalla Sudden Death, il quindicesimo album (tredicesimo in studio), successivo a "Northern avenger" (2008) e precedente "We come in peace" (2012). Un disco che non va confuso con il praticamente omonimo live del 1991 "Talk minus action equals zero", questo lp fu inciso da Joey Shithead (voce, chitarra) con Floor Tom Jones (batteria, voce, percussioni) e Dirty Dan Sedan (basso, voce, tastiere). L'album si ricollega allo spirito dei primi lavori dei D.O.A., usciti fra la fine degli anni '70 ed i primi '80, con un punk rock intriso di hard stradaiolo e che segue un approccio anthemico ed espansivo allo hardcore, rabbioso ma non oppressivo, e dalle forti prese di posizione nei testi, a partire dall'episodio di apertura "That's why I am an atheist": come al solito Joey non le manda a dire. Fra i brani, troviamo anche un rifacimento di "Royal police" (brano dal loro EP del 1978 "Disco sucks"), qui reintitolata "The R.C.M.P.", ed una cover punk del classico dylaniano "The times they are a-changin'". Storico gruppo canadese di Vancouver formatosi nel 1978, i D.O.A. furono tra i primi a suonare un punk rock a tal punto furioso e veloce da risultare tra i primi esempi di hardcore della storia, quando ancora la critica non aveva coniato la definizione. Fronteggiati da Joey ''Shithead'' Keithley, sono autori di una vasta discografia che si estende oltre l'inizio del nuovo secolo.
Euro
18,00
codice 335358
scheda
D.o.a. triumph of the ignoroids + 1 bonus
7"ep [edizione] nuovo  stereo  ita  1979  lady kinky carrot 
punk new wave
ristampa in vinile colorato, in formato 7" (la prima molto rara tiratura era in formato 12") e con l' aggiunta di una inedita "Utopia", per la prima volta edita in vinile, con la copertina nella originaria veste, in bianco e nero e ripristinata nella sua primissima versione non censurata, originariamente pressata per la vendita durante i concerti in poche centinaia di copie ed oggi rarissima, del disco che nel '79 inauguro' il catalogo della autogestita Friends, dopo i primi due 7" realizzati dalla band per le piccole etichette Sudden Death e Quintessence. La copertina come nella prima versione e' costituita da un foglio di carta leggera in bianco e nero ripiegato attorno al disco, con le parti intime di Margaret Trudeau visibili (gia' moglie del primo ministro canadese, all' epoca della foto baby-sitter di un componente del gruppo), con la scritta "Rod Stewart LET'S FUCK" a destra. La registrazione dei 4 della versione originaria fu effettuata dal vivo il 23 giugno del 1978, in una "Battle of the Bands" in cui i DOA batterono i Pointed Sticks, concittadini di Vancouver, e cattura appieno la potenza della band, che ai tempi delle registrazioni doveva ancora dare alla luce il suo primo ep "Disco Sucks", lontanissima ancora dal punk contaminato di hardcore di cui presto i D.O.A. saranno autori, ma le travolgenti esecuzioni di "Nazi Training Camp", "Want Some Bondage", "Rich Bitch" e "Let's Fuck" (cover di un vecchio hit chiamato originariamente "Let's Dance") spiegano eloquentemente perche' gia' da tempo il gruppo guidasse il folto plotoncino delle punk band canadesi. Un documento storicamente straordinario, e di grande valore anche musicale.
Euro
8,00
codice 3009207
scheda
D.o.a. true (north) strong and free
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1987  Profile / Rock hotel 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good punk new wave
l' originale stampa americana, copertina (con moderati segni di invecchiamento) lucida con barcode, pressata in Canada come tutte le copie americane, completa di inner sleeve con foto e testi, label nera con scritte rosse lungo il bordo in basso ed argento al centro, logo Profile bianco, rosso e nero in alto e logo Rock Hotel Records argentato a destra, catalogo PRO1228. Pubblicato nel marzo del 1987 dalla Profile negli USA, non uscito in Gran Bretagna, il quinto album, successivo a ''Let's wreck the party'' (1985) e precedente ''Murder'' (1990). Qui con Dave Gregg, l'ex Subhumans Brian "Sonny Boy Roy" Goble e l'ex Personality Crises ed SNFU John Card, la band di Joey ''Shithead'' Keithley, grazie all' innesto di vaghe influenze metal, riusci' a rinnovare ancora una volta il proprio gia' ricco sound, preludendo ad una nuova giovinezza del gruppo, confermata dal valore dei lavori successivi. Storico gruppo canadese di Vancouver formatosi nel 1978, i D.O.A. furono tra i primi a suonare un punk rock a tal punto furioso e veloce da risultare tra i primi esempi di hardcore della storia, quando ancora la critica non aveva coniato la definizione. Fronteggiati da Joey ''Shithead'' Keithley, sono autori di una vasta discografia che si estende oltre l'inizio del nuovo secolo.
Euro
18,00
codice 256093
scheda
D.o.a. War on 45 (+7 unreleased demos and booklet)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1982  pasazer 
punk new wave
ristampa del 2023, con copertina senza barcode che riproduce su un lato quella dell' edizione americana e canadese del disco, e sull' altro lato quella (completamente diversa) dell' edizione inglese, arricchita dalla presenza di un bel booklet esclusivo di 12 pagine con foto e note, e soprattutto dalla presenza di ben sette tracce aggiunte, demos registrati, poco prima delle sessions del minialbum, ancora con Chuck Bisquit alla batteria (presto nei Black Flag): "Rent-A-Riot", "Liar For Hire", "Race Riot", "America the Beautiful", "No Way Out", No God, No War" e "I Hate You". Queste tracce sono presenti sul lato B, mentre il lato A contiene le otto tracce della versione nordamericana del minialbum originario "War on 45", con alcuni brani diversi rispetto a quella inglese (sono qui presenti ''Liar for hire'' e ''I'm right you're wrong'', assenti in quella UK, e sono invece assenti ''Unknown'' e ''Rich bitch'', presenti in quella UK). Pubblicato nel novembre del 1982 dalla Alternative Tentacles, il raro terzo album (spesso considerato un mini, contiene comunque otto brani) della storica punk band canadese di Vancouver, attiva dal 1977 e guidata da Joey Shithead. Dopo i due bellissimi e storici albums autoprodotti ("Something Better Change" ed "Hardcore 81", che insieme ai primi eps della band furono tra i primi a testimoniare il passaggio dal punk rock all' hardcore) questo disco consolido' il rapporto con la Alternative Tentacles di Jello Biafra dei Dead Kennedys inaugurato l' anno prima con l' ep "Positively D.O.A.", e permise alla band di allargare non poco la propria fama fuori dai confini nazionali, con un seguito che crescera' negli anni e spingera' il gruppo a rimanere in vita attraverso molti cambiamenti di formazione per decenni ancora. "War on 45" inaugura e conclude la seconda fase della storia del gruppo, realizzato dopo l' abbandono di Randy Rampage e Chuck Biscuits (entrato nei Circle Kerks), sostituiti da una nuova sezione ritmica costituita da Brian "Wimpy Roy" Goble, ex Subhumans, e Greg "Dimwith" Jones, ex Pointed Sticks; il suono e' molto piu' "rock" che nei dischi precedenti, ma altrettanto potente ed incisivo, e certo alcuni degli episodi qui contenuti sono al vertice della loro produzione, come l' anthemica "Liar for Hire" e la abrasiva e cinica "America the Beautiful", ma da ricordare sono anche la bella cover del classico di Edwin Starr "War", l' altrettanto sorprendente reggae di "War in the East", la nuova versione della vecchia "Let's Fuck" e la cover micidiale della favolosa "Class War" dei californiani Dils. Solo nel 1985 la band, dopo una serie di eps e raccolte, giungera' a pubblicare il suo quarto album, il discreto "Let's Wreck the Party", affannosamente intento ad aggiornare le sonorita' del gruppo; il periodo migliore della band si chiude pero' con questo "War on 45", la scena punk rock stava nel frattempo esaurendo le sue ultime spinte creative e si avviava ad un rapido ed irrimediabile declino.
Euro
21,00
codice 3031788
scheda
D.o.a. We come in peace
Lp [edizione] originale  stereo  can  2012  sudden death 
  [vinile]  Very good  [copertina]  Excellent punk new wave
Copia ancora avvolta nel cellophane (aperto), su cui e' apposto adesivo di presentazione del disco, presenti alcuni lievi segni di usura sul vinile, prima stampa, realizzata dalla canadese Sudden Death, copertina a busta con barcode, label custom con foto in bianco e nero su di una facciata e con disegno in bianco e nero sull'altra, catalogo SDR-0099. Pubblicato nel 2012 dalla Sudden Death del cantante e chitarrista del gruppo Joe Keithley, il sedicesimo album, successivo a ''Talk – action = 0'' (2010). Il gruppo canadese, qui accompagnato da numerosi ospiti al microfono, fra cui Jello Biafra, ci offre un altro assalto hardcore punk, dai toni politicizzati ed incentrati su tematiche attuali (vedi ''We occupy'' cantata da Biafra), ma con un approccio che non risulta mai cupo, bensi' carico di entusiasmo; fra i brani trova posto anche una cover di ''Revolution'' dei Beatles. Storico gruppo canadese di Vancouver formatosi nel 1978, i D.O.A. furono tra i primi a suonare un punk rock a tal punto furioso e veloce da risultare tra i primi esempi di hardcore della storia, quando ancora la critica non aveva coniato la definizione. Fronteggiati da Joey ''Shithead'' Keithley, sono autori di una vasta discografia che si estende oltre l'inizio del nuovo secolo.
Euro
14,00
codice 320540
scheda

Page: 1 of 1

  • 1

Pag.: oggetti:
Indice autori contenenti "D.o.a.":
d.o.a. - 

altri autori contnenti le parole cercate: