Hai cercato:  Cobham billy --- Titoli trovati: : 8
  • 1
 
Pag.: oggetti:
 
ordina per
aiuto su ricerche
Pag.: oggetti:
Lp [edizione] originale  stereo  hol  1979  cbs 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent jazz
Prima stampa europea di pressaggio olandese, copertina senza barcode, inner sleeve grigia sfumata con crediti, label arancione che sfuma in giallo in basso, BIEM/STEMRA in riquadro a destra, catalogo CBS83641. Pubblicato nel 1979 dalla CBS nel Regno Unito e dalla Columbia negli USA, inciso con un folto cast di collaboratori che, accanto a Cobham (batteria, percussioni), vede la presenza di Nathaniel Phillips (basso), Vance Tenort (congas), Bobby Lyle (piano elettrico, sintetizzatore), David Duke (corno francese), Michel McGloiry (chitarra), Catherine Gotthoffer (arpa), Dorothy Ramsen (arpa), Garnett Brown (trombone), Oscar Brashear (tromba), Steve Madaio (tromba, flicorno), Ernie Tack (tuba, trombone basso) ed una sezione orchestrale di archi e legni. "B.C." vede Cobham lanciarsi senza indugio nella disco music e nel funk più ballabile, attraverso una scaletta dai toni leggeri e dalle sonorità accessibili. Episodi, alcuni dei quali cantati, puramente disco come "Oh mendocino" e "What is your fantasy" si alternano con levigati funk orchestrati come la sinuosa "Dana", mentre il jazz fa timidamente capolino fra le righe qua e là. Questa la scaletta: "Oh Mendocino", "Dana", "What Is Your Fantasy", "A Little Travelin' Music", "The Lonely Bull (El Solo Toro)", "I Don't Want To Be Without You", "Bring Up The House Lights", "Vlastar - An Encounter". Considerato uno dei più grandi batteristi della fusion, Billy Cobham si fece notare alla fine degli anni '60 suonando nell'ensemble del pianista Horace Silver e poi nei Dreams, uno dei primi complessi jazz rock, quindi nel 1969 si uni' a Miles Davis, prendendo parte alle incisioni del capolavoro elettrico ''Bitches brew'' (1970) e poi anche in altri importanti lavori elettrici del trombettista, come ''Live-evil'' (1971) e ''A tribute to Jack Johnson'' (1971). Lascia quindi Davis per partecipare con John McLaughlin al progetto Mahavisnu Orchestra, suonando nei primi storici album di questo gruppo, per poi avviare la sua carriera come band leader nel 1973, sempre all'insegna del jazz elettrico e della fusion.
Euro
20,00
codice 335535
scheda
Cobham billy Life and times
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1976  atlantic 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent jazz
la prima stampa americana, copertina con piccolo cut promozionale lungo la costola in basso, con prezzo indicato di "0698" sulla costola ($6.98), nella versione con il catalogo indicato sotto il logo Atlantic in basso a destra sul fronte, label verde in alto e rossa in basso con banda bianca al centro, con piccolo logo W in basso lungo il bordo, catalogo SD18166, copia pressata negli stabilimenti Presswell del New Jersey, con codice in basso sull' etichetta con suffisso "-PR", e fornita ancora della originaria busta interna della Altlantic. Pubblicato nel 1976 dalla Atlantic, uscito dopo ''A funky thide of sings'' (1975) e prima di ''Magic'' (1977), inciso agli Electric Lady Studios di New York con formazione composta da Billy Cobham (batteria, sintetizzatore), John Scofield (chitarra), Dawilli Gonga (tastiere), Doug Rauch (basso), Richard Davis (basso in ''Siesta''), Alan Zavod (organo), Phil Boder (clarinetto basso e flauto), Gene Orloff (violino), Al Brown (viola) e Kermit Moore (violoncello). Un altro viaggio nella fusion, allora al suo apogeo, per il grande batterista che qui da' luogo ad un disco dai tre volti, con un set di brani che si divide fra episodi frenetici ed astratti, altri invece sorretti da una ipnotica e minimale groove funk, ed infine pezzi rarefatti e melodici oltreche' contemplativi. Questa la scaletta: ''Life & times'', ''29'', ''Siesta/Wake up!!!!!'', ''East bay'', ''Earthlings'', ''Song for a friend (part I)'', ''On a naturall high'', ''Song for a friend (part II)''. Considerato uno dei piu' grandi batteristi della fusion, Billy Cobham si fece notare alla fine degli anni '60 suonando nell'ensemble del pianista Horace Silver e poi nei Dreams, uno dei primi complessi jazz rock, quindi nel 1969 si uni' a Miles Davis, prendendo parte alle incisioni del capolavoro elettrico ''Bitches brew'' (1970) e poi anche in altri importanti lavori elettrici del trombettista, come ''Live-evil'' (1971) e ''A tribute to Jack Johnson'' (1971). Lascia quindi Davis per partecipare con John McLaughlin al progetto Mahavisnu Orchestra, suonando nei primi storici album di questo gruppo, per poi avviare la sua carriera come band leader nel 1973, sempre all'insegna del jazz elettrico e della fusion.
Euro
28,00
codice 258225
scheda
Cobham billy Magic
Lp [edizione] originale  stereo  ita  1977  cbs 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent jazz
L' originale stampa italiana, copertina apribile, label gialla e arancio a sfumare, con "Made in Italy By Cbs" in basso, catalogo CBS82277, timbro Siae del secondo tipo, in uso tra il 1975 ed il 1978/79, con marchio Siae che ne occupa ancora l' intero cerchio centrale. Pubblicato dalla Columbia nel 1977, il primo album di Cobham per questa etichetta, successivo a ''Life & times'' (1976, su Atlantic) e precedente ''Simplicity of expression – depth of thought'' (1978). Inciso con una formazione che include, oltre a Cobham, Joachim Kuhn (tastiere, sintetizzatore), Mark Soskin (tastiere, sintetizzatore), Pete Maunu (chitarra), Randy Jackson (basso), Pete Escovedo (timbales, voce), Sheila Escovedo (congas), Alvin Batiste (clarinetto, voce) e Kathleen Kaan (voce), questo lavoro vede il celebrato batterista cimentarsi con una fusion melodica e dinamica, con forte preminenza degli elementi funk e rock. Questa la scaletta: ''On a magic carpet ride'', ''AC/DC'', ''Leaward winds'', ''Puffnstuff'', ''Anteres the star'', ''Magic/(Reflections in the clouds)/(Magic – recapitulation)''. Considerato uno dei piu' grandi batteristi della fusion, Billy Cobham si fece notare alla fine degli anni '60 suonando nell'ensemble del pianista Horace Silver e poi nei Dreams, uno dei primi complessi jazz rock, quindi nel 1969 si uni' a Miles Davis, prendendo parte alle incisioni del capolavoro elettrico ''Bitches brew'' (1970) e poi anche in altri importanti lavori elettrici del trombettista, come ''Live-evil'' (1971) e ''A tribute to Jack Johnson'' (1971). Lascia quindi Davis per partecipare con John McLaughlin al progetto Mahavisnu Orchestra, suonando nei primi storici album di questo gruppo, per poi avviare la sua carriera come band leader nel 1973, sempre all'insegna del jazz elettrico e della fusion.
Euro
28,00
codice 258821
scheda
Cobham billy Power play
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1986  grp 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good jazz
prima stampa americana, copertina (con moderati segni di invecchiamento) semilucida senza barcode, completa di inner sleeve con foto e crediti, label argento con logo GRP amaranto e bianco in alto, catalogo GRP-A-1027. Pubblicato nel 1986 dalla GRP negli USA ed in Europa, inciso agli Atlantic Studios ed alla Review Room di New York da Billy Cobham (batteria, programmazione della drum machine), Dean Brown (chitarra sintetizzatore), Baron Browne (basso), Sa Davis (percussioni), Gerry Etkins (tastiere) ed Onaje Alla Gumbs (tastiere), è un lavoro di fusion molto elettrica e tendente al lato funk e pop, con il fattore jazz molto in secondo piano, presente per lo più nelle parti chitarristiche di Brown. Le ritmiche sono generalmente vivaci e quasi ballabili, sullo stile del funk levigato ed elettronico degli anni '80. Considerato uno dei più grandi batteristi della fusion, Billy Cobham si fece notare alla fine degli anni '60 suonando nell'ensemble del pianista Horace Silver e poi nei Dreams, uno dei primi complessi jazz rock, quindi nel 1969 si uni' a Miles Davis, prendendo parte alle incisioni del capolavoro elettrico ''Bitches brew'' (1970) e poi anche in altri importanti lavori elettrici del trombettista, come ''Live-evil'' (1971) e ''A tribute to Jack Johnson'' (1971). Lascia quindi Davis per partecipare con John McLaughlin al progetto Mahavisnu Orchestra, suonando nei primi storici album di questo gruppo, per poi avviare la sua carriera come band leader nel 1973, sempre all'insegna del jazz elettrico e della fusion.
Euro
20,00
codice 258820
scheda
Cobham billy Shabazz - recorded live in europe
Lp [edizione] originale  stereo  ita  1975  atlantic 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good jazz
prima stampa italiana, copertina (con moderati segni di invecchiamento) flipback su due lati sul retro, label rossa in basso e verde in alto con fascia orizzontale bianca al centro, catalogo W50147, data sul trail off dei due lati 3/7/75, timbro Siae del secondo tipo, in uso tra il 1975 ed il 1978/79, con diametro di circa 15 mm. ed ancora il marchio Siae che ne occupa l' intera parte centrale. Pubblicato nel 1975 dalla Atlantic, questo album fu registrato dal vivo a Montreaux, Svizzera, il 4 luglio del 1974, ed a Londra il 13 luglio dello stesso anno, con formazione composta da John Abercrombie (chitarra), Michael Brecker (sax), Randy Brecker (tromba), Glenn Ferris (trombone), Milcho Leviev (tastiere), Alex Blake (basso) e Billy Cobham (batteria). Il grande batterista, qui poco dopo il suo esordio come leader, si cimenta con un jazz che mette insieme un approccio sperimentale con uno piu' orecchiabile ed accessibile, basandosi su di una fusion elettrica che incorpora elementi funk ma anche free jazz. Questa la scaletta: ''Shabazz'', ''Taurian matador (revisited)'', ''Red baron (revisited)'', ''Tenth pinn''. Considerato uno dei piu' grandi batteristi della fusion, Billy Cobham si fece notare alla fine degli anni '60 suonando nell'ensemble del pianista Horace Silver e poi nei Dreams, uno dei primi complessi jazz rock, quindi nel 1969 si uni' a Miles Davis, prendendo parte alle incisioni del capolavoro elettrico ''Bitches brew'' (1970) e poi anche in altri importanti lavori elettrici del trombettista, come ''Live-evil'' (1971) e ''A tribute to Jack Johnson'' (1971). Lascia quindi Davis per partecipare con John McLaughlin al progetto Mahavisnu Orchestra, suonando nei primi storici album di questo gruppo, per poi avviare la sua carriera come band leader nel 1973, sempre all'insegna del jazz elettrico e della fusion.
Euro
20,00
codice 258819
scheda
Cobham billy Simplicity of expression - depth of thought
Lp [edizione] originale  stereo  hol  1978  cbs 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent jazz
Prima stampa europea di pressaggio olandese, copertina senza barcode e con il retro capovolto, inner sleeve con testi e crediti, label arancione che sfuma in giallo in basso, scritte nere e logo CBS bianco in alto, logo BIEM/STEMRA in riquadro a destra, catalogo CBS82967. Pubblicato nel 1978 dalla CBS nel Regno Unito e dalla Columbia negli USA, inciso con un folto cast di collaboratori che, accanto a Cobham (batteria, percussioni), vede la presenza di Randy Jackson (basso), Mark Soskin (tastiere), Steve Kahn (chitarra), Charles Singleton (chitarra), Pete Maunu (chitarra), Ray Mouton (chitarra), Joachim Kuhn (tastiere), Kamal (voce), Alvin Batiste (clarinetto, legni), Eddie Daniels (sax tenore, legni) ed una sezione di ottoni ed archi, Questo "Simplicity of expression – Depth of thought" vede Cobham lanciarsi senza indugio nel funk, con qualche accenno disco music, attraverso una scaletta dai toni leggeri e dalle sonorità accessibili, dall'andamento ora sinuoso e cullante, ora più dinamico, irrequieto e propulsivo; non mancano in alcuni episodi degli spunti di fusion che intrecciano funk, jazz e musica latina. Questa la scaletta: "Bolinas", "La Guernica", "Pocket Change", "Indigo", "Opelousas", "Early Libra". Considerato uno dei più grandi batteristi della fusion, Billy Cobham si fece notare alla fine degli anni '60 suonando nell'ensemble del pianista Horace Silver e poi nei Dreams, uno dei primi complessi jazz rock, quindi nel 1969 si uni' a Miles Davis, prendendo parte alle incisioni del capolavoro elettrico ''Bitches brew'' (1970) e poi anche in altri importanti lavori elettrici del trombettista, come ''Live-evil'' (1971) e ''A tribute to Jack Johnson'' (1971). Lascia quindi Davis per partecipare con John McLaughlin al progetto Mahavisnu Orchestra, suonando nei primi storici album di questo gruppo, per poi avviare la sua carriera come band leader nel 1973, sempre all'insegna del jazz elettrico e della fusion.
Euro
23,00
codice 335583
scheda
Cobham billy spectrum (180 gr.)
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1973  music on vinyl 
jazz
ristampa del 2018 in vinile 180 grammi per audiofili, copertina apribile presssoche' dentica alla prima tiratura del 1973 su Atlantic. Il primo album solista del grande batterista jazz rock, prima del successivo "Crosswinds" (1974); un disco di culto, pietra miliare di un genere in bilico tra jazz e rock, presto individuato come fusion, registrato con un cast stellare che vedeva impegnati Tommy Bolin, Ray Baretto, Ron Carter, Joe Farrell, Jan Hammer, Jimmy Owens, Leland ''Lee'' Sklar, John Tropea, e' musicalmente uno straordinario spaccato filiforme del crossover tipico del grande percussionista, la musica vede un caleidoscopio di influenze jazz, funky, progressive e soul, dalle atmosfere mistiche e completamente originali. Considerato uno dei piu' grandi batteristi della fusion, Billy Cobham si fece notare alla fine degli anni '60 suonando nell'ensemble del pianista Horace Silver e poi nei Dreams, uno dei primi complessi jazz rock, quindi nel 1969 si uni' a Miles Davis, prendendo parte alle incisioni del capolavoro elettrico ''Bitches brew'' (1970) e poi anche in altri importanti lavori elettrici del trombettista, come ''Live-evil'' (1971) e ''A tribute to Jack Johnson'' (1971). Lascia quindi Davis per partecipare con John McLaughlin al progetto Mahavisnu Orchestra, suonando nei primi storici album di questo gruppo, per poi avviare la sua carriera come band leader nel 1973, sempre all'insegna del jazz elettrico e della fusion.
Euro
31,00
codice 2127086
scheda
Cobham billy Total eclipse
Lp [edizione] originale  stereo  ita  1974  atlantic 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent jazz
Prima stampa italiana, label rossa in basso, verde in alto e con fascia orizzontale bianca al centro, nella prima versione con scritte lungo la circonferenza in basso e non in alto, catalogo K50098, timbro Siae del primo tipo, in uso tra il 1970 ed il 1973, con diametro di circa 13 mm., piu' piccolo dei successivi. Pubblicato nel 1974 dalla Atlantic, il terzo album in studio di Cobham ad uscire per questa etichetta, dopo ''Crosswinds'' (1974) e prima di ''A funky thide of sings'' (1975). Inciso nel 1974 agli Atlantic Studios ed agli Electric Lady Studios di New York, con formazione composta da Billy Cobham (batteria), Randy Brecker (tromba, flicorno), Glenn Ferris (trombone, trombone basso), Michael Brecker (sax tenore, sax soprano, flauto), Sue Evans (marimba), Milcho Leviev (tastiere), Cornell Dupree (chitarra), John Abercrombie (chitarra elettrica), Alex Blake (basso elettrico) e David Earle Johnson (congas). Questo apprezzato lavoro vede il batterista ed il suo gruppo cimentarsi con una dinamica ed esuberante fusion, dai ritmi incalzanti e ora intricati, ora funkeggianti, in cui trovano spazio anche alcuni spunti free. Questa la scaletta: ''Solarization'', ''Lunarputians'', ''Total eclipse'', ''Bandits'', ''Moon germs'', ''The moon ain't made of green cheese'', ''Sea of tranquillity'', ''Last frontier''. Considerato uno dei piu' grandi batteristi della fusion, Billy Cobham si fece notare alla fine degli anni '60 suonando nell'ensemble del pianista Horace Silver e poi nei Dreams, uno dei primi complessi jazz rock, quindi nel 1969 si uni' a Miles Davis, prendendo parte alle incisioni del capolavoro elettrico ''Bitches brew'' (1970) e poi anche in altri importanti lavori elettrici del trombettista, come ''Live-evil'' (1971) e ''A tribute to Jack Johnson'' (1971). Lascia quindi Davis per partecipare con John McLaughlin al progetto Mahavisnu Orchestra, suonando nei primi storici album di questo gruppo, per poi avviare la sua carriera come band leader nel 1973, sempre all'insegna del jazz elettrico e della fusion.
Euro
30,00
codice 258822
scheda

Page: 1 of 1

  • 1

Pag.: oggetti: