Hai cercato:  Bragg billy --- Titoli trovati: : 7
  • 1
 
Pag.: oggetti:
 
ordina per
aiuto su ricerche
Pag.: oggetti:
Bragg billy Best of Billy Bragg At the Bbc 1983 - 2019 (3lp)
lp3 [edizione] nuovo  stereo  eu  2019  cooking vinyl / bbc 
punk new wave
Triplo album, in vinile 180 grammi, adesivo di presentazione sul cellophane, download card con codice per il download digitale, inner sleeves. Pubblicato nel novembre del 2019, contiene ben 38 brani registrati tra il 1983 ed il 2019 negli studi radiofonici della BBC in glese o anche durante eventi dal vivo, trasmessi anche quelli dalla BBC. Solo alcuni di questi brani sono stati gia' pubblicati ufficialmente. Questa la lista completa dei brani: A1 A New England A2 Fear Is A Man's Best Friend A3 Love Gets Dangerous (John Peel Session - Maida Vale 4, 27th July 1983) A4 Like Soldiers Do A5 The Man In The Iron Mask A6 The Saturday Boy (David Jensen Session - Studio 4, 22nd December 1983) A7 A Lover Sings B1 Between The Wars (John Peel Session - Maida Vale 5, 18th September 1984) B2 A13, Trunk Road To The Sea (Saturday Live - Live Studio 2, 13th October 1984) B3 There Is Power In The Union B4 Days Like These (John Peel Session - Maida Vale 5, 20th August 1985) B5 Scholarship Is The Enemy Of Romance (Janice Long Live - Studio 2, 18th December 1985) B6 Greetings To The New Brunette B7 Ideology B8 The Warmest Room (John Peel Session - Maida Vale 5, 2nd September 1986 ) C1 She's Got A New Spell C2 Valentine's Day Is Over C3 The Short Answer C4 Rotting On Remand (John Peel Session - Maida Vale 4, 30th August 1988) C5 The Few D1 Accident Waiting To Happen D2 Tank Park Salute (John Peel Session - Maida Vale 3, 12th May 1991) D3 Brickbat D4 The Gulf Between Us (John Peel Session - 13th October 1995) D5 Goal Hanger D6 The Boy Done Good E1 From Red To Blue (John Peel Divas Bar Live - 1st May 1997) E2 The Busy Girl Buys Beauty E3 It Says Here (Janice Long live - Paris Theatre, October 1999) E4 Lonesome Traveller (John Peel Session - 8th December 2004) E5 Goodbye, Goodbye (Phill Jupitus Live - 30th March 2007) E6 Way Over Yonder In The Minor Key (Bob Harris Live - 6th May 2012) E7 No-One Knows Nothing Anymore (Latitude Festival Live - 18th July 2014) F1 Levi Stubb's Tears (Glastonbury Festival Live - 26th June 2015) F2 Why We Build The Wall (Tom Robinson Live - Buxton Opera House, 21st January 2017) F3 I Ain't Got No House (Radio 2 Folk Awards Live - 5th April 2017) F4 The Space Race Is Over F5 St. Swithin's Day (Tom Robinson Now Playing 'Billy Bragg' Takeover - 14th July 2019). Cantautore inglese ispirato dal punk come dal folk di protesta di autori quali Woody Guthrie, Billy Bragg muove i primi passi nel gruppo punk Riff Raff alla fine degli anni '70, per poi intraprendere un'attivita' solista nel decennio successivo, quando diventa popolare in Gran Bretagna con le sue canzoni che trattano con spirito critico ed ironia, ma anche umanita', temi politici, sociali e sentimentali. Politicamente molto attivo ed avverso al conservatorismo della Tatcher, Bragg ha spesso coniugato la sua attivita' musicale con quella politica. Fra i suoi album, citiamo il primo ''Brewing up with Billy Bragg'' (1984), ''Talking with the taxman about poetry'' (1986) e ''Don't try this at home'' (1991); successivamente si avvale del contributo di una backing band, rendendo la sua musica leggermente piu' elettrica, come gli Wilco alla fine degli anni '90 e successivamente i suoi Blokes.
Euro
38,00
codice 3023310
scheda
Bragg billy Don't try this at home
12"x2 [edizione] originale  stereo  ger  1991  go! discs 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good punk new wave
Prima rara stampa europea, pressata in Germania, del doppio album (due vinili che girano a 45 giri, per un totale di 16 brani), copertina (in perfette condizioni se non per un piccolo strappetto di circa 1 cm. lungo il bordo destrao, sul fronte) lucida fronte retro con barcode, inner sleeve in carta liscia con testi e disegni in bianco e nero, label custom di colore diverso su ciascuna delle quattro facciate (rispettivamente blu, rosa, viola ed arancio) disegni in bianco sullo sfondo e scritte nere, catalogo 828 283/4 sulla label e 828 279 sulla copertina e sulla costola. Pubblicato nel settembre del 1991 dalla Go! Discs in Gran Bretagna, dove giunse all'ottavo posto in classifica, e dalla Elektra negli USA, dove non enro' in classifica, ''Don't try this at home'' e' il quarto album di Billy Bragg, uscito dopo ''Worker's playtime'' (1988) e prima di ''William Bloke'' (1996), ed e' considerato da molti il suo capolavoro insieme al secondo "Talking With A Taxman About Poetry". Il cantautore inglese si avvale qui di una schiera di ospiti e collaboratori per rimpolpare il proprio sound in chiave rock, fra i quali compaiono Michael Stipe e Peter Buck dei R.E.M., Kirsty MacColl e Johnny Marr ex Smiths (che aiuta nella produzione di un paio di brani). La musica resta comunque incentrata sulla voce e sui testi di Bragg, complessivamente meno taglienti rispetto ai lavori precedenti e piu' contemplativi, incentrati su temi riguardanti le relazioni sentimentali ma inevitabilmente anche politici e storici (''Everywhere'', ad esempio, contiene riferimenti alla condizione di segregazione subita negli USA dai cittadini americani di origini giapponesi durante la seconda guerra mondiale). Cantautore inglese ispirato dal punk come dal folk di protesta di autori quali Woody Guthrie, Billy Bragg muove i primi passi nel gruppo punk Riff Raff alla fine degli anni '70, per poi intraprendere un'attivita' solista nel decennio successivo, quando diventa popolare in Gran Bretagna con le sue canzoni che trattano con spirito critico ed ironia, ma anche umanita', temi politici, sociali e sentimentali. Politicamente molto attivo ed avverso al conservatorismo della Tatcher, Bragg ha spesso coniugato la sua attivita' musicale con quella politica. Fra i suoi album, citiamo il primo ''Brewing up with Billy Bragg'' (1984), ''Talking with the taxman about poetry'' (1986) e ''Don't try this at home'' (1991); successivamente si avvale del contributo di una backing band, rendendo la sua musica leggermente piu' elettrica, come gli Wilco alla fine degli anni '90 e successivamente i suoi Blokes.
Euro
28,00
codice 253766
scheda
Bragg billy Life's a riot with spy to spy +live (rsd 2022)
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1983  cooking vinyl 
punk new wave
edizione per il record store day 2022 in vinile arancio, Titolo completo "Life's a riot with spy vs spy"; ristampa del 2013 in vinile 180 grammi, rimasterizzata, realizzata in occasione del trentennale dall' uscita originaria del disco, con i sette brani dell' originario minialbum sul primo lato e sul secondo gli stessi brani registrati in una bellissima esecuzione live il 5 giugno del 2013 all' Union Chapel di Londra, corredata di inner sleeve e di coupon con codice per scaricare il disco in formato mp3. Il bellissimo primo mini album del "combat folksinger" inglese, gia' autore di una manciata di singoli in piena era punk con i Riff Raff. Registrato in perfetta solitudine con chitarra e voce soltanto, e pubblicato nel giugno del 1983 dalla Go! Discs, rivelo' al mondo il talento e la personalita' straordinari di uno dei personaggi principali di tutta la scena inglese degli anni '80 ed oltre, capace di far rivivere le emozioni della musica dei primi Clash nei suoi pezzi piu' "incazzati" ed impegnati, ma anche di infinita delicatezza quando lascia spazio alla poesia ed ai sentimenti. "A new England" e "The man in the iron mask" spiccano tra i sette brani del disco, che giunse sorprendentemente al 30esimo posto della classifica inglese, e rimarranno infatti tra i suoi classici. Un anno dopo sara' la volta dell' album d'esordio "Brewing Up With Billy Bragg", che allarghera' ulteriormente la fama dell' artista fino al successo del magnifico capolavoro "Talking With the Taxman About Poetry", del 1986. Cantautore inglese ispirato dal punk come dal folk di protesta di autori quali Woody Guthrie, Billy Bragg muove i primi passi nel gruppo punk Riff Raff alla fine degli anni '70, per poi intraprendere un'attivita' solista nel decennio successivo, quando diventa popolare in Gran Bretagna con le sue canzoni che trattano con spirito critico ed ironia, ma anche umanita', temi politici, sociali e sentimentali. Politicamente molto attivo ed avverso al conservatorismo della Tatcher, Bragg ha spesso coniugato la sua attivita' musicale con quella politica. Fra i suoi album, citiamo il primo ''Brewing up with Billy Bragg'' (1984), ''Talking with the taxman about poetry'' (1986) e ''Don't try this at home'' (1991); successivamente si avvale del contributo di una backing band, rendendo la sua musica leggermente piu' elettrica, come gli Wilco alla fine degli anni '90 e successivamente i suoi Blokes.
Euro
32,00
codice 2111070
scheda
Bragg billy Million Things That Never Happened
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2021  cooking vinyl 
punk new wave
Adesivo di presentazione sul cellophane, download card inclusa, inner sleeve con testi, etichetta custom in bianco e nero. Pubblicato nell' ottobre del 2021, a distanza di otto anni dall' ultimo lavoro in proprio in studio ''Tooth & Nail" (2013), il nuovo lavoro del cantautore inglese. Descrizione completa a seguire, Cantautore inglese ispirato dal punk come dal folk di protesta di autori quali Woody Guthrie, Billy Bragg muove i primi passi nel gruppo punk Riff Raff alla fine degli anni '70, per poi intraprendere un'attivita' solista nel decennio successivo, quando diventa popolare in Gran Bretagna con le sue canzoni che trattano con spirito critico ed ironia, ma anche umanita', temi politici, sociali e sentimentali. Politicamente molto attivo ed avverso al conservatorismo della Tatcher, Bragg non ha spesso coniugato la sua attivita' musicale con quella politica. Fra i suoi album, citiamo il primo ''Brewing up with Billy Bragg'' (1984), ''Talking with the taxman about poetry'' (1986) e ''Don't try this at home'' (1991); successivamente si avvale del contributo di una backing band, rendendo la sua musica leggermente piu' elettrica, come gli Wilco alla fine degli anni '90 e successivamente i suoi Blokes.
Euro
29,00
codice 2108401
scheda
Bragg billy Talking with the taxman about poetry (white vinyl)
Lp [edizione] originale  stereo  ger  1986  line 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good punk new wave
Prima stampa europea di pressaggio tedesco, nella versione in vinile bianco su Line Records, copertina (con una larga macchia di umidita' appena visibile sul retro in basso) lucida fronte retro senza barcode, inserto formato 12'' con testi, artwork e foto, label bianca con quadrettatura in grigio, catalogo LILP4.00237. Il magnifico secondo vero album (senza considerare il primo mini "Life's A Riot...."), capolavoro del cantautore inglese gia' autore di un paio di singoli con i Riff Raff. Uscito nel settembre del 1986, e considerato giustamente come uno dei dischi piu' belli degli anni '80, "Talking With The Taxman About Poetry" raggiunge un perfetto equilibrio tra le "combat" songs di protesta dei dischi precedenti, impegnate come sempre sul versante politico e sociale, che lo hanno fatto definire come un incrocio tra i Clash e Woody Guthrie, e purissime e commoventi canzoni d' amore, illuminate da un' ispirazione straordinaria e forse irripetibile, riuscendo in piu' di un' occasione a mettere insieme questi due elementi cosi' difficilmente conciliabili con uno slancio di commovente sincerita' ed intensita' poetica degno del miglior cinema di Ken Loach. Per la prima volta registrato con l' aiuto di contributi "esterni", pochi e misuratissimi (Kristy Mac Coll e Johnny Marr tra gli altri), contiene alcuni indimenticabili capolavori di straordinaria bellezza, come "There is A Power in A Union", la quasi clashiana "Help Save the Youth of America", "The Wormest Room" e soprattutto "Greetings to the New Brunette" e "Levi's Stubbs Tears", che vennero pubblicati anche su singolo contribuendo al successo dell' album, che raggiunse addirittura l' ottavo posto della classifica inglese, incensato dalla critica. Tra i brani anche una cover di "Train Train", tributo ai Count Bishops ed al pub rock inglese che fu certo tra le prime ispirazioni musicali di Bragg. Cantautore inglese ispirato dal punk come dal folk di protesta di autori quali Woody Guthrie, Billy Bragg muove i primi passi nel gruppo punk Riff Raff alla fine degli anni '70, per poi intraprendere un'attivita' solista nel decennio successivo, quando diventa popolare in Gran Bretagna con le sue canzoni che trattano con spirito critico ed ironia, ma anche umanita', temi politici, sociali e sentimentali. Politicamente molto attivo ed avverso al conservatorismo della Tatcher, Bragg ha spesso coniugato la sua attivita' musicale con quella politica. Fra i suoi album, citiamo il primo ''Brewing up with Billy Bragg'' (1984), ''Talking with the taxman about poetry'' (1986) e ''Don't try this at home'' (1991); successivamente si avvale del contributo di una backing band, rendendo la sua musica leggermente piu' elettrica, come gli Wilco alla fine degli anni '90 e successivamente i suoi Blokes.
Euro
20,00
codice 261040
scheda
Bragg billy tooth and nail
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2013  cooking vinyl 
punk new wave
Vinile pesante 180 grammi, inner sleeve lucida con testi, etichette "custom", coupon con codice per scaricare l' album in formato mp3. Pubblicato nel marzo del 2013 dalla Cooking Vinyl, a distanza di cinque anni dall' ultimo lavoro in studio ''Mr love & justice'', prima di "Million Things That Never Happened" (2021), giunto al 13esimo posto delle classifiche inglesi. Prodotto da Joe Henry, questo lavoro di Billy Bragg contiene 12 nuovi brani elettroacustici, tra cui la bella cover di "I Ain't Got No Home" di Woody Guthrie, che si rivelano sin dal primo ascolto ispirati ed intensi, segnati da una vena agrodolce e malinconica, con testi come sempre attenti a temi politici e sociali, visti con occhio critico e raccontati in modo diretto da una voce che come sempre contribuisce in modo determinante a conferirgli una credibilita' ed una profondita' rare, tra influenze folk e quelle del rock ''d'autore'' degli anni '70 (Dylan e Neil Young). Cantautore inglese ispirato dal punk come dal folk di protesta di autori quali Woody Guthrie, Billy Bragg muove i primi passi nel gruppo punk Riff Raff alla fine degli anni '70, per poi intraprendere un'attivita' solista nel decennio successivo, quando diventa popolare in Gran Bretagna con le sue canzoni che trattano con spirito critico ed ironia, ma anche umanita', temi politici, sociali e sentimentali. Politicamente molto attivo ed avverso al conservatorismo della Tatcher, Bragg non ha spesso coniugato la sua attivita' musicale con quella politica. Fra i suoi album, citiamo il primo ''Brewing up with Billy Bragg'' (1984), ''Talking with the taxman about poetry'' (1986) e ''Don't try this at home'' (1991); successivamente si avvale del contributo di una backing band, rendendo la sua musica leggermente piu' elettrica, come gli Wilco alla fine degli anni '90 e successivamente i suoi Blokes.
Euro
25,00
codice 2042939
scheda
Bragg billy you woke up my neighbourhhod + 3
12" [edizione] originale  stereo  uk  1991  go! discs 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Prima rara stampa inglese, etichetta nera con scritte e logo argento, catalogo GODX60. Uscito nell' agosto del 1991, e giunto al 54esimo posto delle classifiche inglesi, nella versione in 12" con quattro brani, il singolo che anticipo' il quarto album di Billy Bragg, "Don't Try This At Home", con la title track, bell' episodio folk rock scritto a quattro mani con Peter Buck dei R.e.m. che vi suona anche mentre l' altro R.e.m. Michael Stipe e' presente alle backing vocals, poi inclusa nell' album, e tre notevoli episodi inediti: l' acustica, delicata "Ontario Quebec and Me", una fairportiana "Bread and Circuses" cantata dalla voce splendida di Natalie Merchant dei 10.000 Maniacs (con Bragg ai cori) e "Heart Like a Wheel" con Cara Tivey al piano ed ai cori. Cantautore inglese ispirato dal punk come dal folk di protesta di autori quali Woody Guthrie, Billy Bragg muove i primi passi nel gruppo punk Riff Raff alla fine degli anni '70, per poi intraprendere un'attivita' solista nel decennio successivo, quando diventa popolare in Gran Bretagna con le sue canzoni che trattano con spirito critico ed ironia, ma anche umanita', temi politici, sociali e sentimentali. Politicamente molto attivo ed avverso al conservatorismo della Tatcher, Bragg ha spesso coniugato la sua attivita' musicale con quella politica. Fra i suoi album, citiamo il primo ''Brewing up with Billy Bragg'' (1984), ''Talking with the taxman about poetry'' (1986) e ''Don't try this at home'' (1991); successivamente si avvale del contributo di una backing band, rendendo la sua musica leggermente piu' elettrica, come gli Wilco alla fine degli anni '90 e successivamente i suoi Blokes.
Euro
18,00
codice 216028
scheda

Page: 1 of 1

  • 1

Pag.: oggetti: