Hai cercato:  immessi ultimi 15 giorni --- Titoli trovati: : 276
 
Pag.: oggetti:
 
ordina per
aiuto su ricerche
Pag.: oggetti:
Morgan (bluvertigo) Non al denaro non all'amore né al cielo (ltd blu)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2005  sony 
indie 90
edizione limitata in vinile blu, ristampa del 2022, copertina pressoche' identica alla prima rara tiratura, e corredata di inner sleeve. Pubblicato nel 2005, il secondo album solista dell'ex bluvertigo, primo caso in Italia di album composto esclusivamente di covers di un intero disco, in questo caso tutti i brani contenuti nell'album di Fabrizio De André "Non al denaro non all'amore né al cielo", pubblicato nel 1971. L'opera valse all'artista la Targa Tengo nel 2005 come miglior interprete. Morgan, pseudonimo di Marco Castoldi è un cantante, compositore e personaggio televisivo nato a Milano nel 1972, già frontman dei Bluvertigo, gruppo rock italiano degli anni 90 dai quali si distacca parzialmente per intraprendere la carriera solistica nel 2003 con l'album "canzoni dall'appartamento", seguito dall'album tributo a De André "non al denaro non all'amore né al cielo" del 2005 e "Da a ad a" del 2007. Seguono altri albums, partecipazioni a noti programmi televisivi ed un ampio lavoro di composizione per altri cantanti.
Euro
23,00
codice 2126750
scheda
Morricone ennio A fistful of dollars / for a few dollars more (ltd. coloured heavy vinyl)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1964  klimt 
soundtracks
Edizione limitata a 500 copie in vinile pesante di colore rosso scuro. Ristampa del 2021 ad opera della Klimt, pressoché identica alla rara prima tiratura, pressata in Italia, ma con la scaletta tradotta in lingua inglese e con i brani su ciascuna facciata invertiti con l'altra (quindi qui i brani "Per qualche dollaro in più" sono sulla secona facciata e non più sulla prima). Originariamente pubblicato nel 1966 dalla RCA in Italia, questo album contiene brani tratti dalle colonne sonore dei primi due celebrati film western di Sergio Leone, "Per un pugno di dollari" (1964) e "Per qualche dollaro in più" (1965), entrambe composte da Ennio Morricone, e da annoverare fra i suoi primi capolavori musicali: coadiuvato dai talenti di artisti come Alessandro Alessandroni, sopraffino fischiatore, Morricone creò una sonorizzazione originalissima ed al tempo stesso molto caratterizzante, che divenne immediatamente una componente organica ai lungometraggi, nella quale si esprimevano magnificamente tensione, malinconia, umorismo, pathos, così come l'immaginario di un mondo di confine fra Stati Uniti e Messico del XIX secolo, e che sarebbe diventata pietra miliare per tutto il genere passato alla storia come spaghetti western e non solo (vista poi l'influenza di Morricone su registi americani come Tarantino). Questa la scaletta: "Overture of a fistful of dollars", "Almost dead", "Square dance", "The chase", "The result", "Without pity", "For a fistful of dollars", "Sixty seconds to what?", "Ace high", "The watchers are being watched", "The vice of killing", "The musical pocket watch", "The showdown", "Goodbye colonel", "For a few dollars more".
Euro
25,00
codice 3033868
scheda
Muddy waters At newport 1960 (180 g.)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1962  waxtime 
blues rnr coun
ristampa in vinile 180 grammi, rimasterizzata con sistema DMM (Direct Metal Mastering), copertina pressoche' identica sul fronte alla prima rara tiuratura, con note supplementari sul retro. Il terzo lp inciso per la Chess in America, e pubblicato dalla Pye Jazz in Inghilterra, frutto della memorabile partecipazione al Newport Jazz Festival del 3 luglio 1960, dove Muddy Waters si esibi' con una band che, comprendeva tra gli altri un fantastico Otis Spann al piano, che per l'occasione canta "Goodbye Newport Blues" scritta dal poeta afroamericano Langston Hughes, e James Cotton all' armonica. Il disco contiene molti dei classici del repertorio del grande Muddy Waters, in versioni magnifiche. Questa la lista completa dei brani: I Got My Brand On You / I'm Your Hoochie Coochie Man / Baby, Please Don't Go / Soon Forgotten / I Wanna Put A Tiger In Your Tank / I Feel So Good / Got My Mojo Working Part 1 / Got My Mojo Working, Part 2 / Goodbye Newport Blues. Muddy Waters, nome d'arte di McKinley Morganfield, nato a Rolling Fork nel Mississipi il 4 aprile del 1915. Cresce in un ambiente rurale e si avvicina alla "musica del diavolo" dapprima con l'armonica ed in seguito con la chitarra, ispirandosi al leggendario Son House e a Robert Johnson. Nei primi anni '40 viene rintracciato dal musicologo Alan Lomax che gli fa incidere del materiale per la Library Of Congress. In seguito si sposta a Chicago dove ha la fortuna di conoscere bluesman del calibro di Big Bill Broonzy, ' Sonny Boy ' Williamson e Tampa Red e dove, negli anni '50, con i suoi dischi contribuir… a costruire il cosidetto Chicago Sound, un blues elettrico tipicamente urbano che influenzera' tutta la musica, sia nera che bianca, degli anni a venire.
Euro
22,00
codice 2126775
scheda
Nelson willie red headed stranger
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1975  columbia / legacy / sony 
blues rnr coun
ristampa con copertina pressoche' identica alla prima rara tiratura uscita nel 1975 su Columbia. Il primo degli albums incisi per la Columbia dal grande cantautore country blues di Austin Texas, tra le massime figure dell' american music di sempre, prima del successivo "The Sound In Your Mind" (1976); giunto al primo posto delle classifiche country americane ed al 28esimo posto delle classifiche americane "pop", e' non solo uno dei suoi massimi capolavori, ma anche uno dei vertici di tutta la scena americana degli anni '70. Si tratta di un concept album su uno "straniero dalla capigliatura rossa" in fuga per aver ucciso la moglie, la cui storia si dipana nell' arco di una serie di magnifici brani, scarni ed essenziali, profondi ed intensi come la voce di Nelson, qui giunto ad una prova superlativa sia come autore che come interprete. Lontanissimo dagli ammiccamenti di tanta country music, oscuro ed austero, il disco ebbe pero' un grande, inatteso successo, considerato presto uno dei classici della musica americana di sempre. Classe 1933 ma ancora attivissimo ed assai prolifico, Willie Nelson ha dato vita con questo disco ad un' opera certamente da tramandare ai posteri.
Euro
25,00
codice 2126744
scheda
New order Blue monday 1988
12" [edizione] nuovo  stereo  uk  1988  factory / warner 
punk new wave
Singolo in formato 12", ristampa del 2023, copertina senza barcode (con barcode adesivo sul retro) pressoche' identica alla prima tiratura, con inner sleeve nera. Il celeberrimo singolo originariamente uscito nel marzo del 1983, qui nella versione "aggiornata" risalente al marzo del 1988, supervisionata da Quincy Jones. Rispetto alla versione in formato 7", questa versione in formato 12" contiene due versioni remixate ed assai piu' lunghe dei due brani presenti: ''Blue monday 1988'' e "Beach Buggy", che non e' altro che una versione strumentale dello stesso brano, vicine alle sonorita' house. Originariamente pubblicato nel marzo del 1983 dalla Factory in Gran Bretagna, prima del secondo album "Power, Corruption and Lies", in cui non fu peraltro incluso, questo celeberrimo singolo della band di Manchester ex Joy Division, ha rappresentato la decisiva svolta, ancor piu' radicale di quella poi testimoniata dall'album stesso, verso una musica capace di fondere la vecchia impronta "post punk" della band con ritmi ed arrangiamenti assai piu' estroversi ed accessibili, con relativo largo uso dell'elettronica; operazione musicalmente e commercialmente riuscitissima, giacche' il singolo, che raggiunse "soltanto" il nono posto nelle classifiche inglesi (primo pero' in quelle indipendenti, dove rimase inserito per oltre tre anni e mezzo!!!), si e' poi rivelato attraverso gli anni uno dei brani piu' ballati in tutta Europa ed e' considerato a buon titolo tra i brani piu' rappresentativi della musica alternativa degli anni ottanta capace di rigenerarsi in sonorita' elettroniche e dance. I New Order si aprirono con questo singolo ad una nuova audience, provocando cosi' anche pero' una parte di dissenso nei vecchi sostenitori del gruppo ancora legati al fantasma di Ian Curtis e dei Joy Division, pur mantenendone le matrici di fondo il distacco dalle sonorita' degli esordi crescera' negli anni proporzionalmente ai maggiori consensi ottenuti dal pubblico e dalla critica.
Euro
27,00
codice 2126926
scheda
Newsom joanna Have one on me
Lp3 [edizione] nuovo  stereo  usa  2010  drag city 
indie 2000
Cofanetto senza codice a barre, completo di inner sleeves con foto in bianco e nero e di booklet di 8 pagine con foto e testi, etichette nere con scritte bianche sui lati A, C e E, meta' fotografica e meta' con disegno sul B, fotofrafica sul D, solo con disegno sull'F, triplo Lp pubblicato dalla Drag city nel febbraio 2010, dopo "Ys" (06), il terzo album della cantautrice californiana; prodotto dalla stessa Newson, arrangiato da Ryan Francesconi e mixato in parte da Jim O'Rourke, e' lavoro che supera abbondantemente le 2 ore di musica, con la maggior parte dei brani sopra i 6 minuti, con lunghe ballate, dove, oltre alla fedele arpa, compaiono pianoforti, fiati e ogni tanto la batteria. La voce presenta il timbro fanciullesco, arrotondato da falsetti e gorgheggi, che riesce a conferire atmosfere incantate, atemporali, grazie anche ad una musica moderna ed originale ma che si fonda sul country, sul folk appalachiano e sulla musica nera. In evidenza la toccante "No provenance", in cui Francesconi suona il kaval, "Kingfisher" e "Good intentionpaving company". I riferimenti rimandano a Kare Bush, Joni Mitchell, ma anche ai piu' recenti CocoRosie, Devendra Banhart e Bjork. Nata in una piccola cittadina della California, da una famiglia di musicisti, Joanna Newson inizia fin da piccolissima a suonare il pianoforte, per poi imparare quello che diventera' il suo strumento preferito, l'arpa. Appassionata del folk appalachiano e della musica di Ruth Crawfpord Seeger, nel 2002/03 produce 2 Ep's autoprodotti, "Walnut whales" e "Yarn and glue", una copia dei quali giunge nelle mani di Will Oldhan, che ne rimane faverevolmente impressionato da questo mix di folk avanguardistico con musica appalachiana. Si accasa alla Drag city, che realizza il primo album, "The milk-eyed mender" nel 2004; il secondo "Ys" esce 2 anni dopo e vede la partecipazione di van Dyke Parks agli arrangiamenti, Steve Albini alla registrazione e Jim O'Rourke al missaggio. Nel 2010 e' la volta del triplo "Have one on me". Oltre ad essere una compositrice la Newson e' attiva anche del campo della ricerca; isieme a John e Alan Lomax collabora con l'American folksong della Library of Congress degli anni 30
Euro
40,00
codice 2127048
scheda
Nine inch nails Pretty hate machine
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1989  universal 
indie 90
ristampa del primo fondamentale album del progetto Nine Inch Nails, dietro il quale si cela il polistrumentista Trent Reznor originario di San Francisco, California. Questo album dara' vita alla nuova corrente definita "Industrial" che si discosta nettamente dalla precedente avanguardia degli anni ottanta. Campionamenti, sonorita' distorte e potenti, sono la base di questo seminale mix tra elettronica e rock che dara' vita ad un nuova corrente musicale tecno industriale incontro delle sonorita' Ministry/Depeche Mode, capace di ispirare una folta schiera di seguaci musicisti che seguiranno le orme di Trent Reznor, autore di devastanti performance e definito come "leader of the industrial revolution". Nine Inch Nails e' da considerarsi progetto principe tra i fondamentali dei primi anni novanta, figlio della nuova nascente generazione ricca delle contaminazioni degli anni ottanta ma trasudante delle nuove tecnologie che caratterizzeranno la nuova decade.
Euro
31,00
codice 2126914
scheda
Nouvelle vague Bande a part (ltd +bonus)
Lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2006  le label 
indie 2000
ristampa ampliata con 9 bonus tracks per i venti anni del gruppo. Secondo capitolo del curioso e bizzarro progetto del duo composto dai produttori e polistrumentisti francesi Marc Collin e Olivier Libaux, la collaborazione nasce con l'intento di fondere i classici della new wave, principalmente britannica, con raffinati arrangiamenti jazz pop tramite l'ausilio di strumenti acustici, ritmi latini e bossa nova, e con la partecipazione di diversi cantanti, per la maggior parte femminili (Melanie Pain, Gerald Toto, Phoebe Killdeer, Marina, Phoebe Tolmer, Silja). questa volta la scaletta include la bella e delicata versione di "the killing moon" (Echo & the Bunnymen), "ever fallen in love" (Buzzcocks), la strepitosa rivisitazione di "dance with me" (Lords of the New Church), "don't go" (Yazoo), "dancing with myself" (Billy Idol), "heart of glass" (Blondie), "o pamela" (the Wake), "blue monday" (New Order), "human fly" (Cramps), "bela lugosi's dead" (Bauhaus), "escape myself" (the Sound), "let me go" (Heaven 17), "fade to grey" (Visage), "waves" (Blancmange). tutte covers ben fatte e completamente rovesciate ma che indubbiamente riescono a condensare la bellezza delle versioni originali.
Euro
39,00
codice 2127049
scheda
Nouvelle vague Nouvelle vague (ltd 20th)
Lp2 [edizione] nuovo  stereo  ger  2004  kwaidan 
indie 2000
Ristampa limitata ampliata a doppio album con 12 bonus tracks in occasione del ventesimo anniversario, rimasterizzato, copertina apribile. Il primo album, curioso e bizzarro progetto del duo composto dai produttori e polistrumentisti francesi Marc Collin e Olivier Libaux, la collaborazione nasce con l'intento di fondere la new wave inglese con la bossa nova brasiliana!!! tramite l'ausilio di strumenti acustici, ritmi latini e la partecipazione di diverse cantanti femminili, l'esito di questo incontro e' dato dalle 13 covers di pop retro futurista qui raccolte: "love will tear us apart" dei Joy Division, "guns of brixton" dei Clash, "too drunk to fuck" dei Dead Kennedys, "marian" dei Sisters of Mercy, "a forest" dei Cure, "making plans for nigel" degli XTC, "this is not a love song" dei P.I.L., "in a manner of speaking" dei Tuxedomoon, "teenage kicks" degli Undertones, "i melt with you" dei Modern English, "just can't get enough" dei Depeche Mode...
Euro
39,00
codice 2127045
scheda
Nrbq Interstellar: sun ra tribute
10" [edizione] nuovo  stereo  usa  1970  sundazed 
rock 60-70
Vinile 10", copertina senza codice a barre, label marrone rossiccio e marrone scuro, catalogo KS10-01. Pubblicato nel 2003 dalla Sundazed, questo mini lp a 10" contiene quattro brani, per un totale di circa ventiquattro minuti di musica, registrati dal vivo nel 1970 dagli NRBQ; la prima facciata al Ludlow Garage di Cincinnati, Ohio, il 24 gennaio, la seconda alla Folly Farm di Clinton Hollow, New York, l'11 ottobre successivo. La formazione era composta da Joey Spampinato (basso, voce), Tom Staley (batteria), Steve Ferguson (chitarra, voce), Terry Adams (tastiere), Keith Spring (sax tenore), Donn Adams (trombone) e Frank Gadler (voce, campanello). L'ispirazione del visionario jazzista Sun Ra è evidente in queste perfomances, con due brani che sono appunto cover di sue composizioni ("Rocket 9" e "Next stop Mars"), gli altri due formati invece da Donn Adams: il gruppo suona una musica altrettanto ibrida e libertaria, integrando art rock e jazz sperimentale. Questa la scaletta: "Rocket 9", "Venusian Sunset", "Next Stop Mars", "Approach The Planet". Il New Rhythm and Blues Quintet si formo' a Miami nel '67, riuscendo a New York ad ottenere un contratto con la Columbia, per la quale pubblico' nel 1969 un interessantissimo album d'esordio, che restera' il loro piu' sperimentale, tra il rock ed il free jazz di Sun Ra ed Ornette Coleman. Dopo un secondo album registrato con il grande Carl Perkins, accolsero in formazione il chitarrista e cantante Al Anderson, ex Wildweeds ed autore nel '72 anche di un album solista, definendo le coordinate della propria musica con due ottimi lavori per la Kamasutra, tra blues, jazz, soul, R&B, R&R e country: tutti i generi del patrimonio musicale americano messi efficacemente insieme, con un risultato estremamente godibile, ma dietro il quale vi e' una operazione raffinatissima che richiede al gruppo una competenza musicale e strumentale assai rara, ed una sensibilita' che ogni episodio mette efficacemente in rilievo. Nonostante i non esaltanti riscontri commerciali, dopo qualche anno di pausa, variazioni di organico, l' inserimento di una sezione fiati e la creazione di una propria casa discografica, la Red Rooster, distribuita dalla Rounder, gli NRBQ tornarono in pista nel '77, tornando ad incidere con immutata verve.
Euro
23,00
codice 3515705
scheda
O'connor sinead I do not want what i haven't got (180 gr.)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1990  ensign/chrysalis 
punk new wave
Vinile da 180 grammi. Ristampa del 2019 ad opera della Ensign / Chrysalis, pressoché identica alla prima tiratura. Originariamente pubblicato nel marzo del 1990 dalla Ensign / Chrysalis, giunto in vetta alle classifiche di numerosi paesi, inclusi il Regno Unito e gli Stati Uniti, il secondo acclamato album della cantante irlandese, successivo a "The lion and the cobra" (1987) e precedente "Am I not your girl?" (1992). Spinto dalla splendida cover del brano di Prince "Nothing compares 2 U", che rimarrà uno dei vertici artistici della O'Connor, "I don't want what I haven't got" è un'opera personale e catartica, composta da canzoni dai toni intimisti e potentemente emotivi, su temi come il rapporto con i genitori, quello con i figli e le relazioni sentimentali. L'album presenta una forte originalità negli arrangiamenti, allontanandosi con coraggio dal pop più scontato e commerciale, passando da austere e commoventi orchestrazioni ("Feel so different") ad esperimenti di crossover innovativo (l'incontro fra canzone e poesia celtica e groove funk / hip hop minimale in "I am stretched on your grave"), da struggenti e dolcissime ballate (la sopracitata "Nothing compares 2 U") a pezzi cantati a cappella (la title track), anche se non mancano episodi più tradizionalmente pop rock, che evidenziano la versatilità di una cantante in uno dei momenti più alti della sua carriera. L'inconfondibile Sinead O'Connor (1966-2023) è nota per il suo look antitetico rispetto ai cliché della star femminile e per le sue prese di posizione radicali ed esplicite su temi sociali, religiosi e politici, ma anche per una voce potente e carica di tensione emotiva, esemplificata dalla celeberrima ''Nothing compares 2 U''.
Euro
31,00
codice 2126915
scheda
Oasis (what's the story) morning glory
lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1995  big brother 
indie 90
Ristampa in vinile pesante, doppio lp con copertina apribile in 3, pressocche' identica alla prima rara tiratura, , label custom fotografica. Pubblicato dalla Creation in Gran Bretagna, dove giunse al primo posto in classifica, e dalla Epic negli USA, dove arrivo' al quarto posto in classifica, questo e' il secondo album degli Oasis, uscito dopo ''Definitely maybe'' (1994) e prima di ''Be here now'' (1997). Il secondo acclamato album degli Oasis confermo' l'entusiasmo di critica e pubblico suscitato dalle prime uscite e riusci' finalmente a sfondare anche nelle classifiche americane; disco meno rumoroso e tirato rispetto a ''Definitely maybe'', ''Morning glory'' e' un lavoro piu' sfaccettato in cui si alternano potenti rock come ''Hello'' con pop beatlesiani quali ''Roll with it'' e con evocative ballate come la celeberrima ''Wonderwall'', che rinverdisce i fasti della scuola pop inglese. Senza dubbio uno degli album capitali del brit pop. Uno dei gruppi rock piu' famosi degli anni '90, gli Oasis sono fondati a Manchester nel 1992 dai fratelli Liam (voce) e Noel (chitarra) Gallagher. Notati nel 1993 dal perspicace Alan McGee, boss della storica etichetta Creation, che li mise presto sotto contratto, gli Oasis sono diventati uno dei gruppi rock più popolari in assoluto all'alba del ventunesimo secolo, grazie al talento compositivo ed alla capacita' di sfornare hit da classifica a getto continuo dei fratelli Gallagher.
Euro
37,00
codice 2126734
scheda
Obel agnes Citizen of glass
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2016  play it again sam 
indie 2000
copertina apribile con parti in rilievo, vinile 180 grammi, etichette custom. “Citizen of glass” (2016) è il terzo album di Agnes Obel, a tre anni di distanza dal precedente “Aventine” (2013). Il disco, registrato e prodotto dalla stessa musicista e polistrumentista danese a Berlino (negli studi Aventine-Neukölln e BrandNewMusic), ripropone la cifra stilistica dei due lavori precedenti – tra folk- musica da camera, classicisimo-, però gli arrangiamenti, più che mai, raggiungono il giusto equilibrio tra armonie vocali e strumentali. Agnes Caroline Thaarup Obel è una compositrice, cantante e polistrumentista danese, nata nel 1980, residente a Berlino dal 2005. Dopo aver reso disponibile un proprio brano, "Just so", su My Space nel 2009, utilizzato, poi, dalla telekom tedesca per campagna pubblicitaria, viene messa sotto contratto dalla PIAS, che realizza nel 2010, "Philarmonics". La sua musica è una miscela di classica e folk, fortemente influenzata da artisti del calibro di Roy Orbinson, Joni Mitchell e P.J. Harvey, e da compositori francesi come Claude Debussy, Maurice Ravel e Eric Satie.
Euro
21,00
codice 2126802
scheda
Om Advaitic songs
LP2 [edizione] nuovo  stereo  usa  2012  drag city 
indie 2000
Vinile doppio a 45 giri, copertina a busta senza codice a barre, inserto in carta in parte liscia ed in parte lucida, con testi, artwork e crediti, label bianca con scritte nere e disegno in bianco e nero al centro, catalogo DC438, adesivo trasparente con nome gruppo e titolo sul cellophane. Pubblicato nel luglio del 2012 dalla Drag City, il quinto album in studio, successivo a ''God is good'' (2009). ''Advaitic songs'' vede la presenza di alcuni collaboratori accanto ad Al Cisneros ed a Emil Amos, in particolare Robert A.A. Lowe (gia' nei 90 Day Men, Lichens) alla voce, tastiere, tamboura e percussioni, gia' con la band nel precedente album, oltre a Kate Ramsey (voce), Jackie Perez Gratz (violoncello), Jory Fankuchen (violino viola), Lorraine Rath (flauto), fra gli altri. Il disco e' composto da lunghi brani e presenta un sound nel complesso meditativo ed introverso, che si fa piu' potente e dinamico solo in un brano; il loro sound minimale ed oscuro e' qui arricchito da suggestioni mediorientali, e nel complesso il disco ha un suono meno denso e piu' etereo rispetto ai loro lavori del passato. Duo formato intorno al 2004 da Chris Hakius, alla batteria, e Al Cisneros, al basso e alla voce, entrambi ex Sleep, leggendario gruppo stoner/doom degli anni '90, gli Om sono autori di suite ipnotiche ed ossessive con un basso dai suoni distortissimi che e' sia parte ritmica, insieme alla batteria, che componente noise, ruolo comunemente ed altrove destinato alle chitarre elettriche, o al massimo alle tastiere, particolare che rende questa formazione piuttosto originale. i brani, basati come detto su basso, batteria suonata in modo tribale ed un cantato di tipo mantrico, non sono dissimili da quanto gli Sleep hanno mostrato negli album 'dopesmoker' e 'holy mountain'. riferimenti a Melvins, Earth, Sunno))). Il loro primo album ''Variations on a theme'' esce nel 2005; Chris Hakius lascia il gruppo nel 2008, sostituito da Emil Amos (gia' nei Doloreans e nei Grails).
Euro
35,00
codice 2127039
scheda
Outkast Southernplayalisticadillacmuzik
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1994  music on vinyl 
hip-hop
Ristampa in vinile 180 grammi per audiofili, rimasterizzata, copertina pressoche' identica alla prima rara tiratura, del primo seminale album del duo americano, realizzato originariamente nella primavera 1994, prima di "Atliens" (96), giunto alla posizione n.26 del Billboard. Prodotto da Orgainized Noize, quest'album rivela lo stile molto originale di Big Boi e Andre Benjamin (Andre' 3000), con cui tramano rime e ritmiche, fra funk e soul, con malinconiche atmosfere generate da soluzioni gospel a certificare la loro provenienza georgiana. Altra caratteristica sono i bassi molto corposi e sinuosi, spesso suonati da un vero bassista, e da frequenti partiture cantate. Un successo non solo commerciale, ma artistico, dalla languide melodie suadenti, con grandi ganci orecchiabili, che pochi artisti rap hanno mai saputo scrivere. Duo americano con base a East Point (Georgia), composto da Andre" 3000, conosciuto anche come Dre' e da Antwan "Big Boi" Patton, inizialmente con il nome Two Shades Deep, poi mutato in Outkast. la loro musica e' un hip hop duttile e sperimentale, che abbraccia il funk, soul, rock, elettronica, jazz e blue e sono considerati fra le band piu' di successo in ambito hip hop; debuttano nel 94 con "Southernplayalisticaillacmuzik", cui seguono "ATLiens" (96), "Aquemini" (98), "Stankonia" (00), "Speakerboxxx/The love below" (03), "Idlewild" (06) e "7th studio album" (12).
Euro
31,00
codice 2126916
scheda
Oz Fire in the brain
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1983  ethelion 
heavy metal
Ristampa del 2023 ad opera della Ethelion, pressoché identica alla rarissima prima tiratura. Originariamente pubblicato nel 1983 dalla Wave in Svezia, uscito anche negli USA ed in Giappone nel 1984, il secondo album, successivo a "Oz" (1982) e precedente "III warning" (1984). Inciso con una formazione completamente rinnovata con l'eccezione del batterista Mark Ruffneck (aka Pekka Mark), qui affiancato da Ape De Martini (voce), Speedy Foxx (chitarra), Spooky Wolff (chitarra) e Jay C. Blade (basso, ex Sarcofagus), tutti nomi d'arte, "Fire in the brain" è considerato il migliore album degli Oz, ed uno dei migliori lavori heavy metal finlandesi. Un piccolo classico dallo stile molto affine alla migliore NWOBHM, epico, ombroso ma non oppressivo, potente ma essenzialmente melodico, costellato da pirotecnici assoli chitarristici e da incisivi riffs, il tutto nel breve lasso di tempo di soli 28 minuti di durata. Formatisi nel 1977 nella cittadina di Nakkila, gli Oz sono stati il primo gruppo heavy metal finlandese a fare breccia a livello internazionale sia presso la critica che presso il pubblico; fronteggiati dal cantante the Oz (al secolo Eero Hamalainen), debuttarono su album nel 1982, dopo anni di gavetta, con un lavoro eponimo (uscito anche in Svezia ma con il titolo di "Heavy metal heroes / Hey you"), seguito nel 1983 dall'acclamato secondo lp "Fire in the brain", inciso con una formazione quasi completamente rinnovata, di cui solo il batterista Mark Ruffneck era superstite dell'organico che aveva inciso il primo lp. "Fire in the brain" è ricordato come un brillante lp vicino alla migliore NWOBHM. Il gruppo si stabilì in seguito in Svezia, pubblicando "III warning" (1984) e "Decibel storm" (1986), prima di un primo scioglimento, dal quale una formazione rinnovata riemerse nel 1991 con il quinto lp "Roll the dice". Dopo un'altra pluriennale pausa, gli Oz si riformeranno nel 2011 sotto la guida del solito Ruffneck, e riprenderanno a pubblicare nuovi dischi.
Euro
23,00
codice 2126879
scheda
Parker charlie (quintet) Jazz at massey hall (uk cover)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1953  waxtime 
jazz
ristampa limitata, in vinile 180 grammi e rimasterizzata, che riprende la copertina della prima tiratura inglese in formato 10", su Vogue, con sfondo pero' verde scuro e non rosa, dell' album pubblicato originariamente dalla Debut, testimonianza del leggendario concerto tenutosi il 15 maggio del 1953 alla Massey Hall di Toronto, Canada, ad opera di un incredibile quintetto formato da Charlie Parker (sax), Dizzie Gillespie (tromba), Bud Powell (pianoforte), Max Roach (batteria) e Charles Mingus (contrabbasso), uno dei dischi dal vivo piu' famosi della storia del jazz. Il concerto al Massey Hall vide insieme sullo stesso palcoscenico, per la prima ed unica volta, tre dei personaggi fondamentali della corrente be-bop, ossia Parker, Gillespie e Powell, accompagnati da altri due musicisti che faranno storia negli anni a venire, Charles Mingus e Max Roach. La scaletta dell'album comprende sette brani: "Perdido", la travolgente "Salt peanuts" (con le grida di Gillespie che fanno da contrappunto all'esuberante sax di Parker), "All the things you are", "52nd Street Machine", "Wee", "Hot house" e "A night in Tunisia"; Mingus, che fra l'altro produsse il disco, dovette reincidere in studio le parti di contrabbasso, che purtroppo non si sentivano nella registrazione originaria. Splendido!
Euro
22,00
codice 2126964
scheda
Parks Arlo Collapsed in sunbeams (ltd red)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2021  Transgressive 
indie 2000
edizione limitata in vinile rosso 180 grammi, coupon per download, inner sleeve, adesivo su cellophane. Il debutto per la giovane londinese Anaïs Oluwatoyin Estelle Marinho in arte Arlo Parks, di origini francesi nigeriane e ciadane, poetessa e cantautrice in uno stile tra caldo bedroom pop e soul r&b con tocchi di leggero jazz o elettronica downtempo . Un disco che attinge ad episodi e temi intimi dell'adolescenza dell'artista, aperto da una poesia recitata, raccontati con naturalezza dalla dolce voce dell'artista. Il futuro del pop di qualità è questa ragazza.
Euro
17,00
codice 2126803
scheda
Parsons Alan project Eye in the sky (180 gr.)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1982  arista / sony / legacy 
rock 60-70
Ristampa in vinile 180 grammi, rimasterizzata, copertina pressoché identica alla prima tiratura, con parte dorata in rilievo sul fronte. Pubblicato nel maggio del 1982 dopo ''The turn of a friendly card'' e prima di ''Ammonia avenue'', giunto al numero 7 delle classifiche Uk ed al numero 28 di quelle Usa. Il sesto album. Lavoro concept su misteriosi messaggi dal cosmo e su antiche civilta', fu il suo album di maggiore successo. Leggendario personaggio, tecnico del suono straordinario, produttore, arrangiatore, fu alla consolle negli anni '60 agli Abbey Road studios e lavoro' con George Martin per "Abbey Road" dei Beatles e con i Pink Floyd di "Dark side of the moon" (sara' poi anche l' artefice dei suoni di ''Year of the cat'' di Al Stewart). Nel 1976 forma la sua band, di straordinario successo, a base di pop sinfonico con testi mistici e partiture epiche, che influenzeranno moltissimo tutto il pop degli anni '80.
Euro
28,00
codice 2126959
scheda
Perry lee scratch and friends Open the gate (ltd. numbered 180 gr. orange vinyl)
LP3 [edizione] nuovo  stereo  eu  1977  music on vinyl 
reggae
Edizione limitata a 2500 copie numerate sul retro copertina, in vinile da 180 grammi di colore arancio, inner sleeve con foto e note. Ristampa del 2023 ad opera della Music On Vinyl, con artwork che riprende quello della rara prima tiratura, ma non più in formato cofanetto bensì con copertina regolare. Originariamente pubblicata nel 1989 dalla Trojan nel Regno Unito, questa splendida antologia compila brani scaturiti dalla seminale attività condotta da Lee "Scratch" Perry presso il suo studio Black Ark di Kingston negli anni '70, con la quale, collaborando con talenti come Heptones, Upsetters, Junior Murvin, Leroy Sibbles e Congos, fra gli altri, generò alcune delle più belle, innovative e fondamentali pagine della musica reggae e dub di sempre. "Open the gate" fotografa efficacemente il genio di Perry in una delle fasi più ispirate della sua lunghissima carriera, attraverso un set di brani tratti per lo più da 12" e 7" dei tardi anni '70, quasi tutti di difficile ed assai costosa reperibilità nelle loro stampe originali. Questa la scaletta: Anthony Sangie Davis & Lee Perry, "Words"; Devon Irons & Doctor Alimantado, "Vampire"; The Heptones, "Babylon Falling"; The Upsetters, "Babylon Falling Version"; The Hetpones, "Mistry Babylon"; The Upsetters, "Mistry Babylon Version"; Leroy Sibbles, "Garden Of Life"; Carlton Jackson, "History"; Junior Delgado, "Sons Of Slaves"; Watty Burnett, "Open The Gate"; The Diamonds, "Talk About It"; The Upsetters, "Yama-Ky"; Eric Donaldson, "Cherry Oh Baby"; Watty Burnett, "Rainy Night In Portland"; Horace Smart, "Ruffer Ruff", The Upsetters, "Ruffer Dub"; The Congos, "Neckodeemus"; The Twin Roots, "Know Love"; Lee Perry, "City Too Hot", "Bionic Rats"; Junior Murvin, "Bad Weed". L'eccentrico, folle e geniale Lee "Scratch" Perry (1936-2021) è stato il più influente produttore della storia del reggae; la sua storia artistica ne attraversa tutta l'evoluzione, dai suoi primi lavori alla Studio One di Coxsone Dodd (prima talent scout, quindi produttore), passando per la creazione dei Wailers da lui messi in piedi quando Bob Marley era ancora giovanissimo e sconosciuto, componendo, arrangiando e cantando anche però per conto proprio, dando vita ad una discografia ricca ed articolata che è stata fonte di ispirazione per innumerevoli artisti. Fondamentale è stato anche il suo contributo allo sviluppo del dub, nell'ambito del quale ha ideato originalissime tecniche di registrazione e soluzioni sonore.
Euro
27,00
codice 3515699
scheda
Phew Our likeness (ltd. clear vinyl)
Lp [edizione] nuovo  stereo  uk  1992  mute 
punk new wave
Edizione limitata in vinile trasparente, allegato codice per il download digitale dell'album, "made in the UK" sul retro copertina, inner sleeve stampata. Ristampa del 2023 ad opera della Mute, pressoché identica alla rara prima tiratura. Originariamente pubblicato nel 1992 dalla Mute nel Regno Unito, il terzo album solista, successivo a "View" (1987) e precedente "Himitsu no knife" (1995). Inciso in Germania, nello studio di Conny Plank, insieme ad piccolo gruppo di importanti musicisti tedeschi, Jaki Liebezeit (Can), Alexander Hacke (Einsturzende Neubauten), Chrislo Haas (D.A.F., Liaisons Dangereuses) e Thomas Stern (Crime and the City Solution), "Our likeness" è un affascinante ma anche criptico lavoro di art pop fra improvvisazione e composizione strutturata, ricco di contrasti fra melodia e dissonanza, fra melodia e canzone pop e sperimentazione avanguardista; molto importante anche il lavoro sulla voce di Phew, mescola arditamente melodia pop eterea, cabaret, fascinosi ed ombrosi toni da chanteuse ed idiosincrasie sperimentali, supportata da un impianto strumentale difficile da classificare che presenta tratti post punk, no wave, jazz punk ed elettronici, il tutto sorretto e spinto dalle ritmiche infallibilindi Liebezeit. Originaria di Osaka, Hiromi Moritani, in arte Phew, è una delle artiste giapponesi più originali ed avventurose della sua generazione. Affascinata dalla sottocultura punk 77ettina, con la quale entrò in contatto a Londra nello stesso 1977, al suo ritorno in Giappone formò uno dei più interessanti gruppi punk nipponici, gli Aunt Sally, autori di un album eponimo nel 1979, e poi scioltisi di lì a poco. Phew avviò presto la carriera solista, debuttando nel 1980 con il singolo "Urahara", prodotto da Ryuichi Sakamoto, estimatore degli Aunt Sally; nel 1981 uscì il suo primo eponimo album, un affascinante lavoro che armonizzava influssi elettronici, krautrock e post punk, inciso in Germania nello studio di Conny Plank con la sezione ritmica dei Can, Holger Czukay e Jaki Liebezeit, e quest'ultimo prese parte alle lavorazioni anche del terzo album della cantante, "Our likeness" (1992), insieme ad Alexander Hacke (Einsturzende Neubauten) e Chrislo Haas (D.A.F.). In seguito è cofondatrice del supergruppo underground nipponico Novo Tono, insieme a membri dei Boredoms e di altri progetti indipendenti giapponesi, e porta avanti la sua carriera solista con una nutrita discografia, ancora in divenire nei primi decenni del XXI secolo.
Euro
21,00
codice 3515701
scheda
Pineapple thief It leads to this
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2024  kscope 
indie 2000
adesivo su cellophane, Il nuovo album. descrizione della label "Meticolosamente perfezionato nell’arco di 3 anni,concettualmente, è il tentativo di Soord e compagni di comprendere meglio se stessi e il mondo che li circonda. Registrato trasettembre 2020 e luglio 2023, il disco ha preso forma lentamente ma inesorabilmente, mentre la band perfezionava meticolosamente il proprio sound. Spesso riservato, "It Leads To This" da vita aun'esperienza bellissima e cinematografica in ogni brano. Mixato con con audio surround 5.1 e Dolby Atmos" Il loro primo album, "Abducting the Unicorn", è stato pubblicato nel 1999. Nel corso degli anni successivi, la band ha prodotto altri album, tra cui "Variations on a Dream" (2003), "Little Man" (2006) e "Tightly Unwound" (2008), consolidando la loro reputazione come band nell'ambiente del moderno rock progressivo. Nel 2010, The Pineapple Thief ha pubblicato l'album "Someone Here is Missing", che ha ricevuto recensioni positive da parte della critica musicale. L'album ha visto un cambiamento nel suono della band, con un maggior utilizzo di sintetizzatori e di strumenti elettronici. Nel corso degli anni successivi, The Pineapple Thief ha pubblicato altri album acclamati dalla critica, tra cui "Magnolia" (2014), "Your Wilderness" (2016) e "Dissolution" (2018). Nel 2020, la band ha pubblicato "Versions of the Truth", un album che ha visto un'evoluzione ulteriore nel suono della band, con una maggiore presenza di strumenti elettronici e di cori. The Pineapple Thief è considerata una delle band più importanti del rock progressivo britannico, con un sound che mescola elementi di rock, pop, elettronica e jazz. La loro musica è caratterizzata da liriche riflessive e profonde, che esplorano temi come l'alienazione, la solitudine e la ricerca della verità.
Euro
32,00
codice 2126848
scheda
Pineapple thief It leads to this (ltd green)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2024  kscope 
indie 2000
edizione limitata in vinile verde, adesivo su cellophane, Il nuovo album. descrizione della label "Meticolosamente perfezionato nell’arco di 3 anni,concettualmente, è il tentativo di Soord e compagni di comprendere meglio se stessi e il mondo che li circonda. Registrato trasettembre 2020 e luglio 2023, il disco ha preso forma lentamente ma inesorabilmente, mentre la band perfezionava meticolosamente il proprio sound. Spesso riservato, "It Leads To This" da vita aun'esperienza bellissima e cinematografica in ogni brano. Mixato con con audio surround 5.1 e Dolby Atmos" Il loro primo album, "Abducting the Unicorn", è stato pubblicato nel 1999. Nel corso degli anni successivi, la band ha prodotto altri album, tra cui "Variations on a Dream" (2003), "Little Man" (2006) e "Tightly Unwound" (2008), consolidando la loro reputazione come band nell'ambiente del moderno rock progressivo. Nel 2010, The Pineapple Thief ha pubblicato l'album "Someone Here is Missing", che ha ricevuto recensioni positive da parte della critica musicale. L'album ha visto un cambiamento nel suono della band, con un maggior utilizzo di sintetizzatori e di strumenti elettronici. Nel corso degli anni successivi, The Pineapple Thief ha pubblicato altri album acclamati dalla critica, tra cui "Magnolia" (2014), "Your Wilderness" (2016) e "Dissolution" (2018). Nel 2020, la band ha pubblicato "Versions of the Truth", un album che ha visto un'evoluzione ulteriore nel suono della band, con una maggiore presenza di strumenti elettronici e di cori. The Pineapple Thief è considerata una delle band più importanti del rock progressivo britannico, con un sound che mescola elementi di rock, pop, elettronica e jazz. La loro musica è caratterizzata da liriche riflessive e profonde, che esplorano temi come l'alienazione, la solitudine e la ricerca della verità.
Euro
36,00
codice 2126849
scheda
Pink floyd Animals (remastered)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1977  pink floyd records / parlophone 
rock 60-70
bella ristampa rimasterizzata dai master tapes analogici originali, ed in vinile 180 grammi, copertina apribile senza barcode, pressoche' identica a quella della prima rara tiratura uscita in Inghilterra su Harvest, e corredata dell' originaria inner sleeve. Pubblicato in Inghilterra nel Gennaio del 1977 dopo ''Wish You Were Here'' e prima di ''The Wall'', giunto al numero 2 delle classifiche UK ed al numero 3 di quelle americane dove usci' nel Febbraio del 1977. Si tratta di un album meraviglioso, che racchiude lo spirito autunnale e intimista del miglior Waters, vero tour de force nella melanconia e nella follia dell'esistenza, rappresenta gli uomini che assumono, in un mondo postindustriale e devastato, i dati caratteriali di maiali, cani e pecore. Per ragioni misteriose considerato un disco minore, e' invece uno dei capolavori del gruppo, piu' simile come spirito al primissimo periodo senza Barrett, quello del 1968 - 1972, ma composto con arrangiamenti scarni e grande uso di chitarre acustiche, contiene solo 5 lunghi brani, coglie il gruppo, a cominciare dalla copertina, opera di Waters, in un momento di enorme carica emotiva ed artistica. E' opera assolutamente anticommerciale, con testi durissimi e raffinati oltre ogni dire, che da questo punto di vista sopravanzano ogni altro loro albums, e' inoltre di molto superiore nella ricerca e nella sperimentazione ai due lavori precedenti. Uscito nel 1977, dimostra come i ''vecchi dinosauri'' riescano, almeno in questa occasione, a consegnare un' opera che coglie in pieno lo spirito emotivo e nichilista del punk in piena fioritura. Ironicamente, non fu apprezzato dalla critica inglese che, arrancando nel disperato tentativo di dimostrare quanto fosse in sintonia con la nuova rivoluzione musicale del 1977, si affretto' a distruggere, spesso a ragione ma non in questo caso, le realizzazioni dei ''vecchi'' gruppi, Pink Floyd compresi, in questo spirito neoiconoclasta traviso' completamente i contenuti di questo album, e lo stronco' senza pieta', dimostrando ancora una volta i propri limiti cognitivi e culturali oltreche' di soggiacenza alle mode formali del momento.
Euro
28,00
codice 2126928
scheda
Pink floyd Atom heart mother (remastered)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1970  pink floyd records / parlophone 
rock 60-70
bella ristampa rimasterizzata ed in vinile 180 grammi, copertina apribile senza barcode, pressoche' identica a quella della prima rara tiratura uscita in Inghilterra su Harvest. Pubblicato in Inghilterra il 5 ottobre del 1970 dopo ''Ummagumma'' e prima di ''Meddle'', giunto al numero 1 delle classifiche Uk ed al numero 55 di quelle Usa. Il quinto album. Il primo ''quasi concept'' della storia del gruppo, e certamente il loro lavoro piu' vicino al progressive, uno dei piu' complessi ed originali lp's dell'intero catalogo Harvest. Il disco si compone di due diverse parti, una e' la celeberrima suite di 23 minuti dagli arrangiamenti orchestrali ad opera di Ron Geesin, mentre sulla seconda facciata figurano quattro brani e la celeberrima "Alan's Psychedelic Breakfast", Waters scrive la inarrivabile ed incantata "If," mentre Wright la psichedelica "Summer 68", Gilmour compone "Fat Old Sun" e chiude la facciata "Alan's Psychedelic Breakfast", brano di 12 minuti pieno di effetti e lunghe jams acide. certamente una delle icone assolute del rock classico ed uno dei pilastri su cui poggia l'idea stessa della musica rock del decennio.
Euro
28,00
codice 2126929
scheda

Page: 8 of 12


Pag.: oggetti: