Hai cercato:  Ultimi arrivi (lista aggiornata ogni giovedi' sera) --- Titoli trovati: : 366
 
Pag.: oggetti:
 
ordina per
aiuto su ricerche
Pag.: oggetti:
Doggett bill prelude to the blues
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1962  columbia 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Good jazz
l' originale stampa americana, in stereo, copertin (con una scritta a pennarello nero sul fronte in alto a destra, una piccola scritta a penna biro sul retro e lievi altri segni di invecchiamento) cartonata, etichetta rossa con logo bianchi e "360 sound 'stereo' ..." in nero in basso, senza frecce, catalogo CS8742, del secondo album su Columbia del pianista ed organista della Pennsylvania. L'album contiene una serie di versioni di alcuni classici del genere come "Blue and sentimental", di Count Basie, "Blue Prelude", di Gordon Jenkins e la grandissima "St. Louis Blues" di W.C. Handy. Inoltre appaiono nel disco alcune composizioni originali di Doggett come "Soda Pop", "All Souls Blues" e "Opus D."; contiene infine "Ham Fat", dove il sax tenore di Benny Nelson risulta in grandissima evidenza. Con Bill Butler alla chitarra e Cliff Davis al sax tenore. William Ballard Doggett impara a suonare il piano fin da bambino, orientandosi verso il jazz. Forma una band nel '38 ed oltre a suonare si dedica alla composizione ed agli arrangiamenti, collaborando con Ink Spots, Erskine Hawkins, Louis Jordan, Lionel Hampton ed Ella Fitzgerald. Dal 1952 si dedichera' quasi esclusivamente all'organo. Nel '56 sbaraglia le classifiche R&B con "Honk Tonk". Rimarra' in auge fino ai primissimi anni '60, protagonista di quella fase favorevole alla musica prettamente strumentale, pubblicando numerosi album che mescolano sonorita' nere a quelle piu' edulcorate e vicine al pop.
Euro
18,00
codice 301318
scheda
Dr. strangely strange heavy petting
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1970  Vertigo 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good rock 60-70
uno dei capolavori del folk progressive britannico, nell' originale primissima introvabile stampa con la "gimmix cover" apribile e sagomata (la copertina, per solito con numerosi segni di invecchiamento, presenta in questo caso solo un piccolo strappetto di circa 2 cm. su una delle due "alette" posteriori), del leggendario secondo album della band inglese, nella primissima versione con etichetta con spirale in bianco e nero, scritta Vertigo non sopra il foro ma in basso, sul lato B, copertina pressata da "Howard Printers", trail off matrix (inciso a macchina e non a mano) "...1Y//1 11 1" e "...2Y//1 11 6", con inner sleeve Vertigo. Di questo disco esistono contraffazioni molto ben fatte che si possono pero' riconoscere perche' tali falsi NON hanno , dentro l' interno copertina neutro dove si inserisce il disco, i bordi interni ripiegati con parti in nero, come invece questa copia. Pubblicato in Inghilterra nel Settembre del 1970 dopo ''Kip of the Serenes '', non entrato nelle classifiche UK. Il secondo album. Prodotto da Joe Boyd e registrato da Ivan Pawle, Tim Goulding, Tim Booth, Dave Mattacks, Johnny Moynthay. Spesso paragonato alla Incredible String Band, il gruppo produsse due tra i piu' leggendari e ricercati lavori di folk progressive della loro epoca; la loro musica aveva un feeling molto free ed improvvisato, carica di una bellezza oscura e fantasmagorica ma allo stesso tempo lysergica e postpsychedelica, con testi visionari e metafisici, il gruppo utilizzava perlopiu' strumentazione acustica, che in questo secondo album, grazie anche alla batteria di Dave Mattacks assume un' attitudine piu' vicina al rock, da segnalare alla chitarra elettrica una delle prime apparizioni di un giovanissimo Gary Moore, all' album collaborano inoltre anche Terry e Gay Woods che furono parte dei Dr. Strangely Strange tra l' Aprile del 1970 e lo scioglimento avvenuto nel Maggio del 1971. Tra i brani la magnifica ''Sign On My Mind''.
Euro
850,00
codice 240515
scheda
Dylan bob empire burlesque
Lp [edizione] originale  stereo  Hol  1985  cbs 
  [vinile]  excellent  [copertina]  excellent rock 60-70
Prima stampa europea, pressata in Olanda, copertina in cartoncino lucido senza barcode completa di inner sleeve con testi, foto e note, etichetta giallo arancio sfumata, catalogo CBS86313. Pubblicato in Usa nel giugno del 1985 prima di "Knocked out loaded" e dopo "Real Live". Giunto al numero 33 delle classifiche Usa ed al numero 11 di quelle Uk. Il 27esimo album. Definito come ''il migliore album di Bob Dylan dall' epoca di Blood on the Tracks , anche se meno interessante di "Desire'' , contiene molti brani davvero splendidi, "Tight Connection to My Heart (Has Anybody Seen My Love?)," "Emotionally Yours" e soprattutto l'ultimo dei suoi capolavori acustici "Dark Eyes" rovinato purtroppo da una produzione ''modernista', ma decisamente fuori luogo, non riesce, solo per questo motivo, a imporsi tra i classici assoluti del musicista, ma e' di sicuro uno dei migliori lavori del suo penultimo periodo.
Euro
18,00
codice 245853
scheda
Dylan bob john wesley harding
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1968  columbia / sony / legacy 
rock 60-70
ristampa del 2017, copertina pressoche' identica a quella della prima rara tiratura uscita in Usa su Columbia. Pubblicato nel gennaio del 1968 prima di "Nashville Skyline" e dopo "Blonde on Blonde". Giunto al numero 2 delle classifiche USA ed al numero 1 di quelle UK dove usci' nel febbraio dello stesso anno. L'ottavo album, il disco che inaugura la stagione "del ritorno alle radici e della riflessione della musica americana", quello che chiude gli anni '60 e segna l' inizio di una nuova fase per Dylan, una importante svolta nello stile, nelle immagini, nei comportamenti, un allontanamento deciso dal rock'n'roll di "Bringing it all back home", "Highway 61 Revisited" e "Blonde on Blonde". Pubblicato nel periodo immediatamente successivo a quello degli esperimenti psychedelici di Beatles e Rolling Stones, e' album dai toni acustici semplici e lineari, lontanissimo dal clima 'cosmico' del periodo, composto per sottrazione invece che per addizione, rigoroso ed essenziale, vede un Dylan dai toni allegorici e una serie di ballate stranite e meravigliosamente cantate, libere dai demoni della rabbia e della amarezza che lo avevano accompagnato. Sara' cosi' recensito da Lilian Roxon nel 1968 sul Morning Herald, "la lunga convalescenza dopo l'incidente, il matrimonio, la nascita di due bambini, la tranquillita' del suo rifugio di campagna, tutto sembra aver concorso a produrre un nuovo Dylan, piu' maturo e moderato, le vecchie tensioni, la rabbia, sembrano scomparse per sempre'. Ed ancora, su Rolling Stone, 'non piu' visioni apocalittiche colme di disperazione ne' ricerche frenetiche di significati nascosti, Dylan si sente se' stesso, sicuro indipendente. Quasi trentenne ha raggiunto un nuovo livello di maturita' e ci consiglia di seguirlo'. Ed ancora, nelle parole di Dylan 'per lo piu' passo il tempo con una ristretta cerchia di amici, leggo poco di quello che succede nel mondo esterno, mi dedico alla lettura di libri di autori sconosciuti, mi chiedo dove vado e perche' corro, e sono parecchio confuso, e penso a cosa so e a cosa do', e a cosa ricevo. E soprattutto mi do' da fare per star meglio e per scrivere della musica migliore e questa e' tutta la mia vita '.
Euro
27,00
codice 3029051
scheda
Echo and the bunnymen Ocean rain (180 g.)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1984  korova / warner 
punk new wave
ristampa del 2021, rimasterizzata ed in vinile 180 grammi, copertina pressoche' identica a quella della prima tiratura, e corredata di inner sleeve. Il quarto album della band di Liverpool, uscito nell'aprile del 1984 e giunto al quarto posto della classifica inglese, ultimo dei quattro episodi che hanno caratterizzato la discografia del gruppo prima di vari scioglimenti e ricostituzioni, riuscendo ad essere tra gli album fondamentali di tutta la musica anglosassone degli anni ottanta. "Ocean Rain" prosegue lungo le coordinate del precedente "Porcupine", ormai lontano dalla urgenza espressiva dei primi lavori della band di Liverpool, e dalle loro atmosfere nervose ed asciutte, pur conservandone la brillantezza compositiva, caratterizzato pero' da arrangiamenti piu' ricchi e ricercati, ai limiti di un perfezionismo formale che solo superficialmente puo' apparire freddo e distaccato. Contiene i singoli 'Silver'', ''Seven Seas'' e la sognante "Killing Moon", tra i brani piu' memorabili di un disco ancora una volta bellissimo, sfuggente e crepuscolare, un mondo incantato dove le linee melodiche mai ovvie della voce di McCulloch, le chitarre ora delicatamente arpeggiate, ora piu' rabbiose e distorte, e gli intrecci delle tastiere di inconfondibile gusto post-punk compongono un panorama sonoro visionario e notturno che non rimane mai uguale, nemmeno all'interno della stessa canzone. Arrangiamenti complessi e stratificati, canzoni continuamente cangianti, che ad ogni successivo ascolto si impreziosiscono di nuovi spessori e rivelano via via particolari quasi subliminali. Gli Echo & The Bunnymen si formano a Liverpool nell'autunno del 1978 da Ian McCulloch voce e chitarra, Will Sergeant chitarra e Les Pattinson basso, chiude la formazione la fantomatica drum machine battezzata Echo. Dopo il primo singolo Pictures On My Wall uscito nel Marzo del 1979 si unira' al gruppo Pete De Freitas dando vita ad una delle piu' belle ed originali formazioni che la new wave anglosassone abbia mai prodotto. Ian McCulloch prima di formare gli Echo & The Bunnymen aveva partecipato al progetto A Shallow Madness insieme a Julian Cope ed al progetto ancor piu' memorabile The Crucial Three, fantomatica formazione che lo vedeva protagonista insieme a Julian Cope e Pete Wylie futuri Teardrop Explodes e Wah! Purtroppo nessuna di queste formazioni giunse alla pubblicazione di singoli od album, rimarra' unica testimonianza della collaborazione di Cope e McCulloch il brano Read It In Books, retro del primo singolo degli Echo & The Bunnymen e presente anche nel rarissimo singolo Do It Clean. Lo stesso Cope omaggia la sua vecchia collaborazione nel suo primo album, infatti con i Teardrop Explodes riprendera' il brano intitolandolo solamente Books.
Euro
32,00
codice 3029055
scheda
Eminem Marshall mathers lp
lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2000  aftermath/interscope 
hip-hop
doppio album in vinile 180 grammi, ristampa su Aftermath/Interscope, copertina pressoche' identica alla prima tiratura, copertina con logo ''parental advisory explicit content'' in basso sul fronte, completa di inserto testi formato 11". Il terzo album, realizzato originariamente dalla Interscope/Aftermath nel maggio 2000, dopo "The Slim Shady" (99), prima di Devil's night" (01), giunto alla posizione n.1 sia in Usa che in Uk (oltre a numerosi altri paesi), vendendo solo nella prima settimana, piu' di un milione e mezzo di copie, divenendo cosi' l'album piu' velocemente venduto da un solo artista nella storia della musica americana. Alla produzione lo stesso Eminem, con 45 King, Bass Brothers e Dr. Dre, Mel-Man, in un lavoro considerato da molti, il suo capolavoro, approcciato con un mood piu' serio rispetto al precedente "Slim Shady", con le liriche rappate in rima che raccontano l'ascesa al successo con attacchi polemici verso chi lo aveva criticato, e il proprio rapporto difficoltoso con la famiglia, la madre in particolare e l'ex moglie. Musicalmente la sua solita scrittura tagliente e' assistita da linee di basso liquide, ritmiche balbuzienti e da effetti sonori evocativi, ricavati da ampi e vari campionamenti. Marshall Bruce Mathers III, nato nel 1972 a Kansas City, Missouri, ma cresciuto a Detroit, attraverso un infanzia problematica, è il più famoso rapper bianco della scena internazionale; conosciuto come Eminem o Slim Shady, ha iniziato a metà anni '90 vendendo circa 80 milioni di dischi, dei quali 30 milioni solo negli Stati Uniti. Particolare il suo stile nel rappare, capace di variare gli stili vocali nella stessa canzone e per il frequente uso di assonanze e di ripetizioni di vocali e consonanti nei versi successivi, con testi che trattano con toni critici, temi quali le proprie difficoltà familiari e il costume del proprio paese.
Euro
37,00
codice 2111252
scheda
Epitaph Outside the law
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1974  billingsgate 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Prima rara stampa USA, copertina cartonata apribile, label nera con scritte bianche su di una facciata, bianca con scritte nere sull'altra, catalogo BG-1009. Pubblicato nel 1974 dalla Membran in Germania e dalla Billingsgate negli USA, il terzo album, successivo a ''Stop, look and listen'' (1972) e precedente "Return to reality" (1979). Inciso agli Omega Studios di Chicago, durante un tour americano di questa band tedesca, con il nuovo batterista Achim Wielert, l'album è stato salutato dalla critica come un ritorno allo hard rock progressive del primo album, ma con maggiori influenze del rock americano; è un lavoro dallo stile più diretto e meno raffinatamente prog rispetto al secondo lp del 1972, con un sound molto fluido, ottime cavalcate chitarristiche, energiche ma essenzialmente melodiche, accostate dal critico Eduardo Rivadavia a Wishbone Ash ("Big city") e Uriah Heep ("Tequila shuffle") come anche al Southern rock ("In your eyes", paragonata agli Allman Brothers; "Woman" invece assomiglia alla verve trascinante dei Lynyrd Skynyrd). Un album forse meno ambizioso artisticamente rispetto ai primi lavori, ma più organizzato e compatto e con melodie azzeccate e senza forzature, adatto al pubblico americano, ma sfortunato nella sua distribuzione a causa del fallimento della piccola label Billingsgate avvenuto di lì a poco. Questo storico gruppo di Dortmund si formo' alla fine degli anni '60 per iniziativa di musicisti britannici e tedeschi, inizialmente con il nome di ''Fagin's Epitaph''. Il gruppo suonava un notevole hard rock progressivo che poteva essere quasi duro come quello dei Sabbath e dei Deep Purple, ma anche sognante ed autunnale come quello dei King Crimson piu' delicati. Incisero il loro primo eponimo album, uscito nel 1971, agli Wessex Studios di Londra, seguito nel 1972 da ''Stop, look and listen'', quindi il batterista Jim McGillvray fu sostituito da Achim Wielert, in possesso di uno stile piu' diretto che contribui' a spostare il sound del gruppo verso un rock meno progressivo. La storia del gruppo prosegui', fra scioglimenti e reunion, con qualche nuovo album, per poi trasformarsi nei Domain nei tardi anni '80.
Euro
50,00
codice 334218
scheda
Etant donnes Unreleased tapes 1977-1979 box 1
LPBOX [edizione] nuovo  stereo  eu  1977  steinklang 
punk new wave
Edizione limitata a 90 copie, cofanetto con superficie testurizzata, scritte in rilievo e senza codice a barre, che contiene tre vinili di colore bianco (una parallela edizione di 30 copie, con cofanetto con superficie di velluto, contiene anche un 7'' ed una maglietta), label di piccole dimesioni di colore nero con scritte bianche, catalogo SK105. Pubblicato nel dicembre del 2015 dalla Steinklang, questo cofanetto e' il primo di una progettata serie di uscite che rendono finalmente disponibili tutte le prime incisioni del gruppo francese fondato nel 1980 a Grenoble dai fratelli Eric e Marc Hurtado, autori sotto la sigla Etant Donnes di rare cassette negli anni '80, e poi di varie pubblicazioni (per lo piu' su cd) nel corso del decennio successivo. Gli Etant Donnes hanno collaborato con gente come Genesis P-Orridge, Lydia Lunch, Alan Vega e Michael Gira. Questo box contiene in tre vinili delle registrazioni effettuate fra il 1977 ed il 1979, tutte inedite fino a questa pubblicazione, e risalenti ad un periodo in cui il gruppo dei fratelli Hurtado era ancora in fase di gestazione: esperimenti oscillanti fra astrattismo e rumorismo industriale che mostrano affinita' con le prime creazioni dei Nurse With Wound e dell'italiano Maurizio Bianchi (M.B.) e che si possono collocare cosi' nell'avanguardia dell'allora nascente movimento industrial radicale. Tutte le tracce sono prive di titolo.
Euro
80,00
codice 3508531
scheda
Etant donnes with michael gira (swans) Offenbarung und untergang by georg trakl
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1999  munster 
punk new wave
Vinile pesante, catalogo MR376. Per la prima volta disponibile in vinile grazie a questa edizione del 2017 ad opera della Munster, l'album frutto della collaborazione degli Etant Donnes con l'artista americano Michael Gira, frontman dei seminali Swans, fra apocalissi rumoriste, poesia decadente e cupa e soprendenti escursioni in sonorita' piu' distese ed intimiste, e dopo il loro scioglimento, avvenuto nel 1997, fondatore degli Angels of Light. Originariamente pubblicato nel 1999 solo in cd dalla Les Disques Du Soleil Et De L'Acier, l'album e' basato su di un componimento del poeta espressionista austriaco Georg Trakl (1887-1914), ''Offenbarung und untergang'' (''Rivelazione e caduta''), tormentato artista morto suicida, preda di una schiacciante depressione alimentata anche dalle atrocita' della prima guerra mondiale a cui aveva personalmente assistito come ufficiale medico. Michael Gira declama e canta, con voce lenta ed alienata, questi brani in lingua tedesca, sostenuto da un impianto musicale sommesso, sparso e desolato, scandito da spettrali percussioni, cupi droni sullo sfondo, la funerea tromba di Mark Cunningham e sensuali interventi vocali di Saba Komossa. Tutti questi componenti vanno a formare insieme un'opera emotivamente potente ed annichilente, cinematica e mortalmente attraente. Gruppo francese fondato nel 1980 a Grenoble dai fratelli Eric e Marc Hurtado, autori sotto la sigla Etant Donnes di rare cassette negli anni '80, e poi di varie pubblicazioni (per lo piu' su cd) nel corso del decennio successivo. Gli Etant Donnes hanno collaborato con gente come Genesis P-Orridge, Lydia Lunch, Alan Vega e Michael Gira, e sono stati autori nei loro primi anni di esperimenti oscillanti fra astrattismo e rumorismo industriale che mostrano affinita' con le prime creazioni dei Nurse With Wound e dell'italiano Maurizio Bianchi (M.B.) e che si possono collocare cosi' nell'avanguardia dell'allora nascente movimento industrial radicale.
Euro
20,00
codice 3510694
scheda
Evora cesaria Mar azul
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1991  sony music / legacy / rca 
world
Ristampa del 2018 ad opera della Sony Music / Legacy / RCA, pressoché identica alla rara prima tiratura. Originariamente pubblicato nel 1991 dalla Lusafrica in Francia, il quarto album, successivo a "Distino de belita" (1990) e precedente "Miss perfumado" (1992). Prima dell'exploit di ''Miss perfumado", la grande cantante capoverdiana riscosse il plauso della scena parigina con questo ''Mar azul", uno splendido lavoro che esprime in modo sublime il lato più malinconico ed etereo della musica della propria terra, attraverso otto brani che raccontano di delusioni e pene amorose seguendo principalmente lo stile della morna. Gli arrangiamenti, acustici e scarni, basati sulle chitarre, talora sull'armonica, il piano o alcuni ottoni che effettuano interventi davvero struggenti, ricamano atmosfere dolenti ma composte, intrise di un ombroso lirismo, accompagnando la voce della Evora, malinconicamente regale. Questa la scaletta: "Mar azul", "Cize", "Estanhandinha". "Cabo verde", "Belga", "Cretcheu di céu", "Cinturao tem mele", "Separacao". La cantante Evora Cesaria (1941-2011) è stata una delle più grandi e celebrate interpreti della canzone popolare capoverdiana, sia in patria che a livello internazionale, contribuendo a diffondere l'interesse per la morna. Attiva per lunghissimo tempo solo a Capo Verde, Evora incise in Europa alcuni album a partire dai tardi anni '80: fu l'inizio della sua consacrazione a stella internazionale, consolidata nei decenni successivi.
Euro
25,00
codice 2111120
scheda
Exploited troops of tomorrow (ltd. red vinyl)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1982  radiation 
punk new wave
ristampa del 2022, edizione limitata in vinile rosso, copertina senza barcode pressoche' identica alla prima rara tiratura. Il secondo album in studio, originariamente su etichetta Secret, della punk band inglese di Birmingham. Uscito nel maggio del 1982, dopo il primo "Punk's Not Dead" e dopo l' album dal vivo "Exploited Live - On Stage", e' l' ultimo disco realizzato dalla formazione originale, e rivela una maturazione notevolissima del gruppo in favore di una sound molto piu' compatto ed articolato che nei dischi precedenti, tra punk settantasettino, oi e hardcore, in brani potentissimi ed anthemici di grande incisivita', che fanno del disco uno dei capolavori della terza ondata punk inglese e di tutta la storia del punk rock inglese. Storica punk band scozzese originaria di Edimburgo, nata nel 1979 per iniziativa di "Big John" Duncan, Wattie Buchan, Dru Stix e Gary McCormick (che aveva militato nella prima embrionale formazione dei Josef K!). Dopo tre 7" autoprodotti e la partecipazione alla storica raccolta "Oi!", il gruppo si spostera' nella capitale dove sotto l'ala protettrice della Secret Records produsse il suo primo adrenalinico album, ''Punk's not dead'', continuando la sua incessante attivita' live, con il front-man Wattie Buchan che indossava magliette con la svastica, insultava il publico e incitava alla violenza, scatenando spesso vere e proprie risse. Dopo aver firmato un contratto con la Secret Records cominceranno ad incidere una serie impressionante di album di studio e dal vivo, singoli ed ep, partecipando pure ad una manciata di raccolte, diradando la loro attivita' solo negli anni '90, decennio nel quale la band publichera' solo un paio di album in studio, una manciata di raccolte e qualche live album. La band, fin dagli inizi, si fece un nome per la velocita' e aggressivita' del suo sound, caratterizzato dai testi spiccatamente anarchici e anti-establishment. Infatti, nei suoi testi, Buchan si scagliava contro l'esercito, dopo la propria esperienza nel servizio militare britannico: in canzoni come Army life, Cop Cars, criticava pesantemente la polizia e non rimanevano esenti da critiche neanche il governo britannico e gli Stati Uniti ma, spesso, lanciava messaggi di tipo anarco-socialista in canzoni oramai divenute famose come I Belive In Anarchy.
Euro
21,00
codice 2111184
scheda
Family fodder Sunday girls (+ singles)
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1980  staubgold 
punk new wave
Ristampa uscita nel 2015, con i dodici brani della prima facciata che corrispondono all' intero contenuto del mini "Sunday Girls" pubblicato nell'aprile del 1980 dalla Parole/Fresh in Gran Bretagna, dove giunse al 26esimo posto nella classifica indipendente, registrato tra il novembre del 1975 ed il novembre del 1979, e la seconda facciata che propone invece sette brani tratti dai rari singoli ed eps del gruppo pubblicati tra il 1979 ed il 1980: "Playing Golf (With My Flesh Crawling)" e "My Baby Takes Valium" sono i due brani del primo singolo (1979, su Parole/Fresh), "Warm" e' la facciata A del secondo singolo (1980, su Parole/Fresh), "Debbie Harry" e "A 'Version' " quelli del terzo singolo (1980, su Fresh), "Tedium" e "The Story So Far" provengono invece da un raro 12" pubblicato nel 1979 dalla Small Wonder a nome Frank Sumatra, in sostanza gli stessi Family Fodder sotto mentite spoglie. Queste le note al minialbum originario: Sin dal titolo un esplicito tributo ai Blondie, il disco si apre e si chiude con due versioni del brano ''Sunday girl'' del gruppo di Debbie Harry, interpretate in modo assolutamente folle; fra le due cover, trovano spazio una decina di episodi, molti dei quali assai brevi (fra uno e due minuti di durata), ed anche una cover di ''No man's land'' del Syd Barrett solista, anch'essa quasi irriconoscibile con i suoi deliri in stile Chrome/Fall e le sue ipnotiche ritmiche dub, su cui cala un manto psichedelico. La musica di ''Sunday girls'' e' inclassificabile, una sorta di intrigantissimo collage sonoro psicotico nel quale trovano spazio influenze di gruppi originali e decisamente alternativi quali Slapp Happy, Raincoats, Pop Group e fors'anche Frank Zappa, mescolate in un calderone sonoro piuttosto ricco di ingredienti, inclusi quelli elettronici. Gruppo di Londra attivo dalla meta' degli anni '70, i Family Fodder avevano esordito con un singolo per la Small Wonder nel '79 sotto il nome di Frank Sumatra and the Mob; sono stati uno dei progetti piu' originali della scena inglese di quegli anni straordinari, capaci di mettere insieme con disinvoltura wave, psichedelia, 60's pop, reggae e sperimentazione, citando non a caso tra le proprie influenze Barrett, i This Heat ed i Kinks. Un gruppo da riscoprire.
Euro
22,00
codice 2111121
scheda
Fay bill Countless branches (deluxe edition)
LP2 [edizione] nuovo  stereo  usa  2020  dead oceans 
rock 60-70
Vinile doppio, allegato codice per il download digitale dell'album, inner sleeve stampate, catalogo DOC211. Questa è l'edizione deluce dell'album, che contiene un vinile bonus con sette brani in più ("Tiny", brano inedito, "Don't let my marigolds die" in una nuova versione dal vivo in studio, "The rooster", brano inedito, "your little face" in una versione acustica, e versioni incise con un gruppo di supporto di "Filled with wonder once again", "How long, how long" e "Love will remain"). Pubblicato nel gennaio del 2020 dalla Dead Oceans, il quinto album solista, successivo a "Who is the sender?" (2015). Inciso con alcuni collaboratori, fra cui il fido chitarrista Ray Russell, suo collaboratore già ai tempi dei primi due splendidi album solisti del 1970 e 1971, l'altro chitarrista Matt Deighton (membro del gruppo acid jazz Mother Earth) ed il bassista Matt Armstrong, "Countless branches" è incentrato sulle belle e liriche note pianistiche e sulla voce gentile e riflessiva di Fay, capace ancor oggi di proporre canzoni profonde, poetiche e struggenti, cariche di riflessioni esistenziali espresse senza presunzione ma con fragile umanità. Cantautore inglese attivo dagli anni '60, influenzato da Dylan ed accostato da alcuni a Nick Drake e Donovan, Bill Fay fu autore di due album usciti su Deram nel 1970 e nel 1971, ''Bill Fay'', melodico e condito da arrangiamenti orchestrali, e ''Time of the last persecution'', più vicino al rock. Seguito da un leale e ristretto culto, non ottenne successo all'epoca ma continuò la sua attività musicale alla fine del decennio ed all'inizio degli anni '80 con il Bill Fay Group, frutto dell'incontro con gli Acme Quartet; incisero una serie di brani fra il 1978 ed il 1982, dai toni meditativi e spirituali e dalle sonorità eclettiche che andavano dal prog alla canzone d'autore alla sperimentazione, rimaste inedite fino alla pubblicazione ad opera della Durtro/Jnana nel 2005, con il titolo di ''Tomorrow tomorrow and tomorrow''.
Euro
30,00
codice 2093460
scheda
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1976  universal 
cantautori
ristampa pressocche' identica alla prima rara tiratura su Cramps, copertina apribile, inner sleeve. Pubblicato in Italia nel 1976 dopo ''Non gettate alcun oggetto dai finestrini'' e prima di ''Diesel''. Il secondo lp. Registrato a Roma e Milano con Walter Calloni, Lucio Fabbri, Patrizio Fariselli, Paolo Tofani, Ares Tavolazzi, Lucio Bardi, Hugh Bullen, Claudio Pascoli, Alberto Camerini, Luca Francesconi. Preceduto dalla publicazione, sempre nel 1976, del singolo ''Musica ribelle'', il suo primo successo, esce questo secondo album, Sugo, che riusci' ad entrare nelle classifiche italiane, al disco collaborano alcuni musicisti degli Area. insieme al successivo 'Diesel'', sara' l'album di maggior successo nonche' uno dei migliori della sua prima produzione, il disco ha un linguaggio assai diverso da quello del cantautoriato classico, i temi sono piu' concreti, la diffusione delle radio private in Italia, in ''la radio'' scritta con Lucio Fabbri che racconta l'esperienza dei d.j. di Radio Milano Centrale, la vita dei ''lavoratori dello spettacolo'' ma vista come ''working class hero'', come in '' sulla strada'' , la concretezza di ''i soldi', ma anche riflessioni sulla fine di un epoca e sul futuro, ''oggi ho imparato a volare', '' voglio'','' la paura del domani'', naturalmente su tutto prevale un clima fortissimamente politicizzato e barricadero, vedi ''la c.i.a. '', ma anche assai sincero e introspettivo, musicalmente il disco e' lontanissimo dal repertorio della musica italiana, e vede un mix anfetaminico di jazz rock, hard, ballate, il tutto pero' suonato con una grinta ed una convinzione che fanno presto intendere che qui la musica non e' finalizzata ai testi, come nella tradizione italica del cantautoriato, ma un tutt'uno di ispirazione veramente rock. ospite fisso ai festival della sinistra extraparlamentare organizzati dalla rivista ''re nudo'', nel quale nella prima edizione del 1974 e' tecnico del suono, finardi diviene il rocker preferito dalla contestazione studentesca italiana, racconta con un linguaggio diretto la vita di Milano, come esempio del clima delle metropoli e delle tensioni sociali e politiche della seconda meta' del decennio, e riesce a confezionare un documento eccezionalmente corrispondente all'epoca nel quale e' stato concepito ed un cardine assoluto della musica italiana di sempre.
Euro
24,00
codice 2093263
scheda
Fleet foxes A very lonely solstice
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2022  anti 
indie 2000
adesivo su cellophane. Album che raccoglie registrazioni effettuate in solitaria da Robin Pecknold in occasione del solstizio di dicembre 2020 pochi giorni dopo che New York ha dichiarato lo stato di emergenza ed inasprito le restrizioni in risposta all'aumento dei casi di COVID-19. Un set voce/chitarra acustica di canzoni preferite dai fan che coprono il repertorio di Fleet Foxes. Formatisi a Seattle nel 2006 su impulso del cantante e chitarrista Robin Pecknold, i Fleet Foxes catturano l'attenzione del produttore Phil Ek (in precedenza al lavoro con Built To Spill e Shins), che produce il loro primo ep ''Sun giant'', uscito su Sub Pop nella primavera del 2008; il primo album eponimo lo segue a pochi mesi di distanza, sempre sulla storica etichetta di Seattle. Sono autori di un indie rock melodico in cui convivono introspezione e contemplazione, influenze folk e del rock anni '70 con quelle piu' moderne del rock alternativo dell'inizio del nuovo secolo.
Euro
29,00
codice 2111278
scheda
Fleetwood mac Mr. wonderful
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1968  music on vinyl 
rock 60-70
Ristampa rimasterizzata per l' occasione, in vinile 180 grammi per audiofili, pressoche' identica alla prima tiratura del 1968 uscita in Inghilterra su Blue Horizon, con copertina apribile, e corredata di esclusiva inner sleeve. Pubblicato in Inghilterra nell'agosto del 1968 dopo ''Fleetwood Mac'' e prima di ''Then Play On'', giunto al numero 10 delle classifiche UK e non entrato nelle charts USA. Il secondo album. In verita' registrato circa un anno prima della sua uscita, nel 1967, in una lunga session di studio (i brani scartati saranno pubblicati nel 1971 su ''Original Fleetwood Mac'' in USa su Sire), e' oramai un lavoro che si puo' definire blues solo nella forma, le chitarre di Peter Green e Jeremy Spencer scavano nell'interiorita' piu' oscura della psychedelia, John McVie e Mike Fleetwood forniscono un tessuto spesso e voodoo che conferisce all'album un aura di straordinaria intensita', al lavoro, prodotto da Mike Vernon, collaborano Christine Perfect, Johnny Almond, Duster Bennett, contiene brani indimenticabili quali ''Stop messin' round'', ''Need your love tonight'', ''Trying so hard to forget''.
Euro
29,00
codice 2111122
scheda
12" [edizione] originale  stereo  Uk  1984  self immolation / some bizzare 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good punk new wave
Prima stampa inglese, copertina (con moderati segni di invecchiamento) lucida senza barcode, etichetta bianca con striscia rossa con scritte nere e bianche, catalogo WOMB FAT 11.12. Accreditato a Foetus Art Terrorism, il 12" pubblicato nell'ottobre 1984, fra gli albums (accreditati a Scraping Foetus Off The Wheel) "Hole" e "Nail"; contenente due lunghi brani: "Calamity crush" e "Catastrophe crunch", che, successivamente, compariranno nella raccolta di rarità e di inediti, "Silk" dell'89, caratterizzati da un suono post punk approcciato con uno stile industriale elettronico. Progetto avviato nel 1980 a Londra dall'australiano Jim Thirlwell, Foetus anima gli incubi del rock alternativo attraverso diverse incarnazioni (come You've Got Foetus On Your Breath e Scraping Foetus Off The Wheel) insieme a band estreme come Coil e Throbbing Gristle: accostato al filone industrial, Foetus include tuttavia vari stili nella sua caustica opera, dal post punk più dissonante ad una versione ossessiva ed abrasiva di synth pop ed alternative dance. Il primo album ''Deaf'' esce nel 1981, seguito da numerosi lp nel corso dei due decenni successivi, quasi sempre caratterizzati dal titolo composto da una sola parola (''Hole'', ''Ache'', ''Rife''...), idea ripresa poi anche dai Jesus Lizard. L'influenza di Foetus è avvertita dalla critica su formazioni industrial più famose come Nine Inch Nails e Ministry.
Euro
13,00
codice 245852
scheda
Foo fighters Saint cecilia ep
12" [edizione] nuovo  stereo  eu  2015  roswell 
indie 90
etichetta custom. Pubblicato nel novembre 2015, dedicato alle vittime dei tragici attentati di Parigi, ep con 5 brani inediti, registrati presso il Saint Cecilia Hotel di Austin, in uno studio improvvisato e che secondo la critica riportano il gruppo verso una scrittura diretta ed incisiva. Formatisi nel 1994 dopo la scomparsa di Kurt Cobain ed il conseguente scioglimento dei Nirvana, i Foo Fighters sono guidati dall'ex batterista del gruppo di Seattle, Dave Grohl, che raccoglie intorno a se' Pat Smear (ex Germs e negli ultimi Nirvana), Nate Mandel e William Goldsmith, entrambi provenienti dai Sunny Day Real Estate; Grohl aveva cominciato a scrivere canzoni gia' durante la sua militanza nei Nirvana. Il primo album del gruppo esce nel 1995 ed ottiene subito un ottimo successo, con il suo crossover fra grunge e punk diretto e meno pesante di quello dei Nirvana. Il gruppo ammorbidisce progressivamente il proprio approccio, inserendo venature pop e mainstream, e nel 1999 firma con la RCA continuando a sfornare singoli ed album di successo all'inizio del nuovo millennio.
Euro
23,00
codice 2111277
scheda
Fowley kim the trip + 3
7" [edizione] nuovo  stereo  eu  1965  cameleon 
rock 60-70
ep in formato 7", ristampa con copertina lucida senza barcode, pressoche' identica alla prima rara tiratura, dell' ep realizzato dalla francese Vogue nel 1967, ben prima del suo primo album "Love is Alive and Well" (ma il compianto Fowley era attivissimo da molti anni con varie denominazioni, vari gruppi piu' o meno fittizi, come compositore e come produttore, tutte attivita' che manterra' negli anni), con quattro brani inediti su album: due brani che erano gia' stati nel 1965 le facciate A di due singoli pubblicati da Fowley nel 1965 su etichetta Corby Records (la notevole "The Trip", una ballata garage psichedelica insieme ipnotica e trascinante che percorre gli stessi territori di certi Seeds, e come loro anticipa splendidamente la musica che dominera' il biennio 1966-67) e su etichetta Living Legend Music Co. (il garage di "Underground Lady", tra Rolling Stones e Music Machine), e due episodi acustici: "Beautiful People" che era stata retro della versione inglese su Island di "The Trip" (nel settembre del 1966) ed una "Curiosity" altrimenti inedita. Attivo sin dalla fine dei '50 come compositore, scopritore di talenti, discografico e produttore a 360 gradi (tutte attivita' che e' impossibile sintetizzare in questa sede), l' americano di Los Angeles Kim Fowley ha pure al suo attivo una interessante discografia a proprio nome che riflette la varieta' dei suoi interessi e l' eccentricita' del personaggio, dal flower-power alle bizarrie piu' imprevedibili, dal rock secco e tagliente al power pop, capace pure intorno alla meta' dei '70 di cogliere l' importanza dei primi fermenti punk. E' morto il 15 gennaio del 2015.
Euro
13,00
codice 3024275
scheda
lp [edizione] originale  stereo  usa  1968  abc 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
prima assai rara stampa americana, copertina cartonata (con foratura promozionale in alto a sinistra), etichetta nera con "A.B.C.Records" riquadrato in alto senza l' anno di realizzazione in basso, scritta in basso lungo la circonferenza che inizia con "A Product of Abc Records..." (come le copie promozionali di questo disco da noi riscontrate, catalogo ABCS-647. Pubblicato in Usa nel 1968 prima di ''Get It On'', il primo album. Gruppo psichedelico tra i maggiori dell' hippie flower power americano, nella loro musica sfaccettata e caleidoscopica trovano largo uso il sitar, percussioni, organetti, assoli distorti, voci incrociate ed effetti acidi; questo loro esordio, considerato a ragione uo dei migliori esempi dell' underground americano del periodo, contiene tra i brani ''Don't Bogart Me'', poi coverizzata dai LITTLE FEAT (nei quali suonera' il batterista dei Fraternity of Man, Richard Hayward), e ''Oh no i don't believe it'', scritta da Frank Zappa. Basata a Los Angeles e gravitante attorno all' orbita di Frank Zappa (il chitarrista solista Elliot Ingber aveva suonato in "Freak Out" e torno' nelle Mothers of Invention anche piu' avanti, dopo anche una partecipazione alla Magic Band di Captain Beefheart per "Strictly Personal"), questa eclettica band e' nota soprattutto per la sua partecipazione alla colonna sonora di "Easy Rider", ma va ricordato anche che durante le sessioni di registrazione del loro secondo album furono gettate le basi per la nascita dei Little Feat: vi parteciparono infatti sia Lowell George, gia' con i Factory da cui tre quinti della band provenivano, sia Bill Payne, allora apprezzato sessionman; assieme al batterista dei Fraternity of Man, Richard Hayward, costituirono il nucleo storico dei Feat. Sempre attivissimo, Ingber collaboro' con i Little Feat nel primo album ed in "Waiting For Columbus", suonando anche nel disco di Michele O'Malley "Saturn Rings" nel '69, nella Peter Ivers Band ed infine nei Juicy Groove nel '78.
Euro
65,00
codice 245877
scheda
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2018  frenchkiss 
indie 2000
coupon per download, inner sleeve, etichette custom. "Rebound" è il quarto disco in studio a nome Eleanor Friedberger. Registrato dalla musicista americana insieme al produttore Clemens Knieper e ispirato dal tempo passato dalla Friedberger in Grecia, segna (forse) l'inizio di uno nuovo percorso musicale, orientato verso il pop (new wave), quello sintetico degli anni ottanta. Il titolo del lavoro - non a caso - riprende quello di una discoteca goth disco anni ottanta greca.Dopo aver fatto parte, fino al 2011, con il fratello Matthew Friedberger del duo americano The Fiery Furnaces e var coniungato l'art pop con la psichedelia e l'elettronica, Eleanor Friedberger comincia una carriera da solista pubblicando - fino a oggi - quattro album in studio : "Last Summer" (2011), "Personal Record" (2013), "New View" (2016) e "Rebound" (2018).
Euro
25,00
codice 2078012
scheda
Fugazi fugazi
lpm [edizione] nuovo  stereo  usa  1988  dischord 
indie 90
ristampa rimasterizzata.. Pubblicato nel dicembre del 1988 dalla Dischord in Gran Bretagna e negli USA, non entrato in classifica sulle due sponde dell'Atlantico, questo mini lp e' la prima uscita discografica del fondamentale gruppo di Washington DC, uscito prima del secondo mini "Margin Walker" (1989). Questo storico mini lp presenta in nuce le caratterische e l'approccio eclettico del gruppo, che fonde hardcore, noise ed accenni psichedelici in un furioso ed energico amalgama sonoro che accompagna testi spesso incentrati su temi sociali (il maschilismo in "Suggestion" o la tossicodipendenza in "Glue man"), riuscendo talvolta ad unire rabbia ed ironia come in "Waiting room". Fondati a Washington nel 1987 da Ian McKaye (ex Minor Threat ed Embrace), Brendan Canty, Joe Lally, a cui presto si aggiunse Guy Picciotto (ex Rites Of Spring ed Insurrection), i Fugazi, con la loro musica eclettica ed innovativa seppur basata sul post hardcore, le liriche focalizzate su problematiche sociali (dalla disparita' fra i sessi alla giustizia ed al potere dei media) in polemica con i punti di vista dominanti nell'establishment americano ed i concerti tenuti in luoghi lontani dalle arene del rock (riformatori, mense, centri sociali) sono divenuti negli anni '90 un punto di riferimento della musica underground. A cio' si aggiunge la volonta' di non legarsi ad alcuna major discografica, continuando a pubblicare i propri dischi con la Dischord, storica etichetta indipendente fondata proprio dal chitarrista Ian McKaye. L'importanza dei Fugazi non si ferma qui perche' la loro musica, dissonante, aggressiva e rabbiosa ma anche eclettica, non scevra di episodi riflessivi e continuamente alla ricerca di nuove possibilita' espressive, ha avuto una profonda influenza sul rock alternativo dell'ultimo decennio del '900; volendo tentare un paragone, si puo' dire che i Fugazi abbiano rappresentato per gli anni '90 americani quello che gli Husker Du sono stati per il decennio precedente.
Euro
23,00
codice 2111254
scheda
Funkadelic funkadelic
Lp [edizione] ristampa  stereo  eu  1970  westbound 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent soul funky disco
Ristampa degli anni '90, copertina (con giusto assai lievi segni di invecchiamento pressoche' identica alla prima molto rara tiratura su Westbound, etichetta multicolore Westbound nella versione con "Made in EEC", catalogo SEW010, versione senza ne' "MPO" ne' "Damont" incisi sul trail off. Il primo storico e straordinario album, pubblicato nel 1970 prima del secondo "Free Your Mind And Your Ass Will Follow", del grandissimo gruppo di colore di Detroit guidato da George Clinton, fodatore e leader indiscusso anche dei Parliament, e geniale precursore di tutto il funky dei 70. Dopo una decina di singoli realizzati per varie etichette a nome Parliaments tra il 1958 (!!!) ed il 1969, legatosi alla neonata etichetta Westbound, Clinton fondo' i Funkadelic con l' intento di produrre nella piu' totale liberta' artistica una musica che fondesse le due "anime" della scena cittadina: il rock duro e selvaggio di Amboy Dukes, Stooges ed Mc5, ed il soul che la Motown ed altre operose etichette locali avevano promosso, e che, in costante evoluzione, si era gia' spinto in territori "cantaminati" e funky. Capaci di rinnovare come nessun gruppo bianco fu piu' capace di fare in quegli anni, e con straordinaria personalita', la magia della stagione psichedelica, influenzati non poco da Hendrix (di cui uno dei due chitarristi, Heddie Hazel, fu presto considerato legittimo erede), registrarono sul finire del '69, con una formazione che includeva Eddie Hazel e Tawl Ross alle chitarre, Bill Nelson al basso, Tiki Fulwood alla batteria e MIckey Atkins all' organo, questo capolavoro immarcescibile, uno dei massimi prodotti della controcultura legata al movimento dei neri americani, contenente sette episodi ("Music For My Mother", "I Bet You" e "I Got a Thing, You Got a Thing, Everybody's Got a Thing" furono editi anche su singolo) irresistibili (a partire dall' iniziale dichiarazione di intenti "Mommy, What's Funkadelic?"), all' insegna della contaminazione e fieramente underground (tale sara' gran parte della musica funky fino alla meta' del decennio). L' anno dopo "Free Your Mind and Your Ass Will Follow" riusci' a bissare in bellezza questo esordio, e contemporaneamente Clinton resuscito' la sigla Parliament (senza pero' piu' la "s" finale) per l' incredibile "Osmium". Insieme ai migliori dischi di Sly & the Family Stone, dischi come questo costituiscono la parte piu' creativa ed influente del rock americano degli annfuni '70, di qualunque colore esso sia. L' autorevole libro "Funk" di Dave Thompson gli assegna un inevitabile 10 di voto.
Euro
26,00
codice 252803
scheda
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1977  real world /caroline/charisma 
rock 60-70
ristampa del 2016, in vinile 180 grammi rimasterizzata con sistema "Half Speed Mastering", corredata di codice per il download digitale, copertina pressoche' identica alla prima tiratura, e corredata di inner sleeve. Pubblicato in Inghilterra prima di ''2'', nel febbbraio del 1977, giunto al numero 7 delle charts inglesi ed al 38 di quelle americane. Il primo album solista dell' ex frontman dei Genesis. Contiene alcuni tra i piu' celebri brani della sua intera carriera solista, come ''Solsbury hill'', ''Muribund the burgermeister'', ''Humdrum'', o ''Here comes the flood'', solo per citarne alcuni. Registrato con Tony Levin, Steve Hunter, Robert Fripp, Larry Fast, Dick Wagner e la London Symphony Orchestra a Toronto e Londra, e' il primo lavoro solista del leader dei Genesis, un album che alla sua uscita sconcerto' ascoltatori e critica, lontanissimo dal sound ''fantasy e progressive pastorale'' dei Genesis, oscuro e piovoso, e vicino per certi versi alle atmosfere malate e metropolitane della prima wave inglese. E' un lavoro che rigenera il talento immane del cantante inglese, decisa presa di posizione, anche estetica, nel periodo aveva capelli a zero e vestiva live con tuta nera, rifiutandosi tra l'altro di suonare qualunque brano dei Genesis. Un disco interessantissimo, con brani splendidi ed originalissimi ed arrangiamenti bizzarri e immaginifici. Sottovalutatissimo.
Euro
25,00
codice 2093463
scheda
Gabriel peter Rated pg
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1984  real world / caroline 
rock 60-70
Vinile da 180 grammi "half-speed remastered", inner sleeve stampata, label custom con scritte rosse e grigie, catalogo PGLPS19. Versione in vinile nero del 2020, della raccolta originariamente pubblicata come picture disc in occasione del Record Store Day del 13 aprile 2019. "Rated PG" compila dieci bellissimi brani realizzati da Peter Gabriel per colonne sonore cinematografiche nell'arco di oltre trent'anni, da "Walk through the fire" (da "Against all odds" del 1984, in Italia conosciuto come "Due vite in gioco") fino a "Everybird" (da "Birds like us", film d'animazione bosniaco del 2017). Un condensato dell'intensa attività nell'ambito delle colonne sonore condotta dal geniale artista britannico, che ha creato quelle di film celeberrimi come "Birdy" e "L'ultima tentazione di cristo"; tuttavia qui si pone l'accento sui suoi contributi sotto forma di singole canzoni, in alcuni casi solo come interprete, e non su quelli più completi appena citati, che sono lasciati fuori da questa antologia. Questa la scaletta completa: "That'll do" (dal film "Babe 2: pig in the city", 1998), "Down to earth" (dal film "Wall-E", 2008), "This is party man" (dal film "Virtuosity", 1995), "The book of love" (dal film "Shall we dance?", 2004), "Taboo" (dal film "Natural born killers", 1994), "Everybird" (dal film "Birds like us", 2017), "Walk through the fire" (dal film "Against all odds", 1984), "Speak (bol)" (dal film "The reluctant fundamentalist", 2012), "Nocturnal" (dal film "Les morsures de l'aube"), "In your eyes" (dal film "Say anything", 1989).
Euro
27,00
codice 2093368
scheda

Page: 6 of 15


Pag.: oggetti: