Hai cercato:  dall'anno 70 all'anno 79 --- Titoli trovati: : 7242
 
Pag.: oggetti:
 
ordina per
aiuto su ricerche
Pag.: oggetti:
Aa.vv. (punk new wave) Street level
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1977  ronco 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Prima stampa inglese, copertina lucida fronte retro senza barcode, label gialla con scritte marroni e logo Ronco marrone in alto, catalogo RTL2048. Pubblicata nel 1980 dalla Ronco, questa compilation mette insieme venti ''hits'' ad opera di storiche band punk e post punk americane e britanniche; una introduzione generale a chi volesse accostarsi al movimento musicale scaturito dal punk del '77 e poi ramificatosi in varie direzioni creative con il post punk, come dimostrano i musicisti qui rappresentati, che vanno dal punk vero e proprio dei Sex pistols al power pop dei Blondie, dal post punk cupo dei PIL al synth pop di Gary Numan, con brani in gran parte tratti da storici albums, ed una rara "Banana Splits" dei Dickies tratta da un singolo. Questa la scaletta: Sex Pistols, ''Pretty vacant'' (dal primo album ''Never mind the bollocks...'', 1977); Stranglers, ''No more heroes'' (dal primo album ''No more heroes'', 1977); Pretenders, ''Brass in pocket'' (dall'album ''Pretenders'', 1980); Ian Dury, ''Reasons to be cheerful part III'' (singolo inedito su album, con i Blockheads, 7/79); Skids, ''Circus games'' (dall'album ''The absolute game'', 1980); Buzzcocks, ''Have you ever fallen in love'' (dal secondo album ''Love bites'', 1978); Magazine, ''Sweetheart contract'' (dall'album ''The correzt use of soap'', 1980); Plasmatics, ''Butcher baby'' (dall'album ''New hope for the wretched'', 1980); PIL, ''Public image'' (dal primo album ''First issue'', 1978); Blondie, ''Denis'' (dall'album ''Plastic letters'', 1977); Boomtown Rats, ''Someone's looing at you'' (dall'album ''The fine art of surfacing, 1979); Tom Robinson Band, ''2, 4, 6, 8, motorway'' (dall'album ''Power in the darkness'', 1978); Gary Numan, ''We are glass'' (singolo inedito su album, 5/80); John Foxx, ''Underpass'' (dall'album ''Metamatic'', 1980); Nick Straker Band, ''A wallk in the park'' (dall'album ''A walk in the park'', 1980); XTC, ''Making plans for Nigel'' (dall'album ''Drums and wires'', 1979); Generation X, ''Valley of the dolls'' (dall'album ''Valley of the dolls'', 1979); Members, ''The sound of the suburbs'' (dall'album ''At the Chelsea nightclub'', 1979); Dickies, ''Banana splits'' (singolo inedito su album, 4/79); Jona Lewie, ''You'll always find me in the kitchen at parties'' (dall'album ''On the other hand there's a fist'', 1978).
Euro
20,00
codice 315991
scheda
Aa.vv. (punk new wave) Sumbarine tracks & fool's gold
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1977  chiswick 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good punk new wave
Titolo completo ''Sumbarine tracks & fool's gold (chiswick chartbusters volume one)''. Bella copia con leggeri segni di usura sul lato di apertura della copertina, prima stampa inglese, copertina laminata fronte retro senza barcode, pressata da "Press & Post", inner sleeve, label bianca e grigio/nera con particolari di cartina stradale in alto, scritte rosse lungo il bordo in alto e nere altrove, logo Chiswick rosso e nero in alto, catalogo CH-2. Pubblicata nel 1977 dalla Chiswick, la compilation con dodici brani tratti da rari singoli del periodo 1975/77, gran parte dei quali inediti su album, ed usciti appunto su questa storica etichetta, e ad opera di band di confine fra la scena punk 77ettina e quella immediatamente precedente, dal pub rock al proto punk con forti segni rock'n'roll: gruppi come i 101'ers di Joe Strummer (prima che formasse i Clash), i Gorillas con i loro richiami freakbeat, i rudi Count Bishops con le loro suggestioni garage. Questa la scaletta: 101'ers, ''Keys to your heart'' (6/76, dal loro primo singolo, poi sull'album ''Elgine avenue breakdown''); Count Bishops, ''Teenage letter'' (12/75, dal 7'' ''Speedball'', inedita su album); Gorillas, ''She's my gal'' (8/76, dal terzo singolo, inedito su album); Little Bob Story, ''I'm crying'' (12/76, dal 7''ep ''Little bob story'', anche sul primo album ''High time''); Count Bishops, ''Train train'' (9/76, dal secondo singolo, inedito su album); Gorillas, ''Gorillas got me'' (1/77, b-side del terzo singolo, con suoni smaccatamente 60's garage, inedito su album); Radio Stars, ''Dirty pictures'' (4/77, dal primo singolo, inedito su album, tra power pop e punk); Gorillas, ''Gatecrasher'' (1/77, dal secondo singolo, inedito su album); Rocky Sharpe and the Razors, ''Drip drop'' (11/76, inedito su album); Little Bob Story, ''Baby don't cry'' (12/76, dal 7''ep ''Little bob story'', inedito su album); Count Bishops, ''Route 66'' (11/75, efficace cover del classico brano, dal primo ep ''Speedball'', inedito su album); Rocky Sharpe and the Razors, ''So hard to laugh'' (11/76, inedito su album).
Euro
22,00
codice 317959
scheda
Aa.vv. (punk new wave) The last pogo
Lp [edizione] originale  stereo  can  1979  bomb 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Bella copia con leggerissimi segni di invecchiamento sulla copertina, la prima rara stampa canadese, copertina senza barcode, inner sleeve con foto e note, label bianca con logo Bomb bianco, nero e rosso a sinistra, scritte nere, catalogo 7029. Pubblicato nel 1979 dalla Bomb in Canada, lo storico album colonna sonora del film documentario omonimo, girato da Colin Brunton; ''The last pogo'' venne registrato dal vivo il primo ed il 2 dicembre del 1978 alla Horseshoe Tavern di Toronto, e definito come ''l'ultimo concerto punk'' della citta' canadese, per lo meno riguardo ai gruppi della splendida e ricchissima prima ondata punk e new wave locale. Troviamo qui importanti band canadesi quali gli Scenics, con il loro post punk avanguardista, influenzato da Pere Ubu e Talking Heads , ed i Cardboard Brains, fra punk ed ''art punk''. Questa la scaletta: The Secrets, ''Teenage rampage''; Drastic Measures, ''Flowers''; Cardboard Brains, ''Babies run my world''; Scenics, ''In the Summer'', ''Sunshine world''; The Mods, ''Between four walls''; Everglades, ''Rock'n'roll cliche''; The Secrets, ''Shout''; The Ugly, ''All because of you''; Ishan Band, ''Egzebier''; Carboard Brains, ''Jungles''; Drastic Measures, ''Mr. America''; Everglades, ''I'm in a coma''; The Mods, ''Step out tonight''.
Euro
50,00
codice 316827
scheda
Aa.vv. (punk new wave) The rare stuff
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1977  harvest 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good punk new wave
Bella copia che presenta una piccola lacerazione di circa un centimetro sul lato di apertura della copertina, prima rara stampa inglese, copertina laminata fronte retro senza barcode, label verde con logo Harvest verde scuro in alto, piccolo logo EMI sopra a scritta Harvest a sinistra, scritte verdi lungo il bordo e nere al centro, catalogo SHSM2028. Pubblicata nell' aprile del 1979 dalla Harvest, la pregiata compilation contenente sedici brani tratti da singoli ed ep, con molti brani inediti su album, dedicata dall'etichetta inglese alla scena punk, con canzoni di gruppi quali i grandissimi Saints e Wire, e poi Rich Kids, Flys, Banned (con tutti e quattro i brani dei loro due soli singoli) e gli Shirts, unico gruppo americano presente; molti di questi singoli stavano all'epoca gia' diventando oggetti di collezionismo, pur essendo usciti nel 1977/78. Questa la scaletta: Saints, ''River deep mountain high'' (dall'ep ''One two three four'', 9/77); Wire, ''Dot dash'' (singolo, 6/78, inedito su album); The Banned, ''Him or me'' (singolo, inedito su album, 3/78); The Flys, ''E.C.4'' (); Rich Kids, '''Only arsenic'' (b-side del terzo singolo ''Ghosts of prnces in towers'', inedita su album, 8/78); The Flys, ''Love and a molotov cocktail'' (dall'omonimo 7'', 1/78, brano gia' apparso sul primo 7''ep ''Bunch of five'', uscito su Zama nel 1977, inedito su album); The Banned, ''You dirty rat'' (b-side del singolo ''Him or me'', 3/78, inedito su album); Saints, ''One way street'' (dall'ep ''One two three four'', 9/77, anche sul primo album ''I'm stranded''); The Saints, ''Lipstick on your collar'' (dall'ep ''One two three four'', 9/77); The Saints, ''Demolition girl'' (dall'ep ''One two three four'', 9/77, anche sul primo album ''I'm stranded ); Wire, ''Options R'' (b-side del singolo ''Dot dash'', 6/78, inedito su album); The Flys, ''Can I crash here?'' (dal 7'' ''Love and a molotov cocktail'', 1/78, brano gia' apparso sul primo 7''ep ''Bunch of five'', uscito su Zama nel 1977, inedito su album); The Flys, ''Civilization'' (dall'omonimo 7'', 1/78, inedito su album); The Banned, ''C.P.G.J.'s'' (b-side del primo singolo ''Little girl'', 11/77, inedito su album); The Banned, ''Little girl'' (dal primo singolo, 11/77, inedito su album); The Shirts, ''Cyrinda'' (dal singolo ''Tell me your plans'', 1978, inedito su album).
Euro
24,00
codice 316479
scheda
Aa.vv. (punk new wave) The Roxy London WC2 (Jan - Apr 77)
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1977  emi 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good punk new wave
La prima rara stampa inglese, copertina con qualche segno di invecchiamento, completa di inner sleeve con angoli stondati e sagomatura sul lato dell' apertura per il disco, con foto da un lato e crediti dall' altro, nella versione in cui sul lato dei crediti al centro c'e' un rettangolo rosa (e non bianco), etichetta custom bianca, gialla e rossa, catalogo SHSP 4069, con scritta ''blair's'' incisa sul trail off del lato B. La storica raccolta pubblicata nel 1977, tra i manifesti della scena punk inglese. Il Roxy (nato per volonta' di Andrew Czezowski, Ralf Jedraszczyk e Barry Jones), trovo' la propria base nella Neal Street, in London's Covent ed e' stato il primo punto fermo per tutta la primissima scena punk anglosassone. Il glorioso locale (fondo precedentemente occupato da una piccola gang di teppisti che identificarono il luogo come uno dei piu' malfamati ed insicuri dei sobborghi londinesi), ha avuto infatti il grandissimo pregio, alle soglie dell'esplosione del movimento punk, di esser stato uno dei primissimi luoghi dove bands emergenti potevano liberamente esibirsi, animando cosi' dopo la fine della flowers revolution uno dei movimenti (sotto)culturali piu' importanti della storia musicale (e non solo) di tutto il novecento. Purtroppo il locale avra' vita brevissima e come splendido astro nascente avra' un veloce epilogo che lo portera' ad una inevitabile e gloriosa eternita' ( Roxy 01/01/1977 - 23/04/1977 r.i.p.). Dodici brani magnificamente registrati dal vivo ed altrimenti inediti, di Slaughter and the Dogs, Wire, Adverts, Eater, X Ray Spex, Buzzcocks, Unwanted, Johnny Moped. Dodici testimonianze quasi tutte addirittura al di sopra dei livelli dei rispettivi dischi in studio, un documento davvero imperdibile che rende onore alla prima spontaneamente cruenta ed affascinante scena punk inglese.
Euro
25,00
codice 255301
scheda
Aa.vv. (punk new wave) The Roxy London WC2 (Jan - Apr 77)
Lp [edizione] originale  stereo  fra  1977  emi/pathe marconi 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Good punk new wave
prima stampa francese su EMI / Pathe' Marconi, copertina (con alcuni segni di usura), ovviamente senza barcode, label custom bianca con scritte rosse e con disegno rosso e bianco a sinistra, logo SACEM in alto a sinistra, catalogo 2C068-99206. Il Roxy (nato per volonta' di Andrew Czezowski, Ralf Jedraszczyk e Barry Jones), trovo' la propria base nella Neal Street, in London's Covent ed e' stato il primo punto fermo per tutta la primissima scena punk anglosassone. Il glorioso locale (fondo precedentemente occupato da una piccola gang di teppisti che identificarono il luogo come uno dei piu' malfamati ed insicuri dei sobborghi londinesi), ha avuto infatti il grandissimo pregio, alle soglie dell'esplosione del movimento punk, di esser stato uno dei primissimi luoghi dove bands emergenti potevano liberamente esibirsi, animando cosi' dopo la fine della flowers revolution uno dei movimenti (sotto)culturali piu' importanti della storia musicale (e non solo) di tutto il novecento. Purtroppo il locale avra' vita brevissima e come splendido astro nascente avra' un veloce epilogo che lo portera' ad una inevitabile e gloriosa eternita' ( Roxy 01/01/1977 - 23/04/1977 r.i.p.) Dodici brani magnificamente registrati dal vivo ed altrimenti inediti, di Slaughter and the Dogs, Wire, Adverts, Eater, X Ray Spex, Buzzcocks, Unwanted, Johnny Moped. Dodici testimonianze quasi tutte addirittura al di sopra dei livelli dei rispettivi dischi in studio, un documento davvero imperdibile che rende onore alla prima spontaneamente cruenta ed affascinante scena punk inglese.
Euro
13,00
codice 328890
scheda
Aa.vv. (punk new wave) The Roxy London WC2 (Jan - Apr 77)
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1977  emi 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
La prima rara stampa inglese, completa di inner sleeve con angoli stondati e sagomatura sul lato dell' apertura per il disco, con foto da un lato e crediti dall' altro, nella versione in cui sul lato dei crediti al centro c'e' un rettangolo rosa (e non bianco), etichetta custom bianca, gialla e rossa, catalogo SHSP 4069, con scritta ''blair'' incisa sul trail off del lato B. La storica raccolta pubblicata nel 1977, tra i manifesti della scena punk inglese. Il Roxy (nato per volonta' di Andrew Czezowski, Ralf Jedraszczyk e Barry Jones), trovo' la propria base nella Neal Street, in London's Covent ed e' stato il primo punto fermo per tutta la primissima scena punk anglosassone. Il glorioso locale (fondo precedentemente occupato da una piccola gang di teppisti che identificarono il luogo come uno dei piu' malfamati ed insicuri dei sobborghi londinesi), ha avuto infatti il grandissimo pregio, alle soglie dell'esplosione del movimento punk, di esser stato uno dei primissimi luoghi dove bands emergenti potevano liberamente esibirsi, animando cosi' dopo la fine della flowers revolution uno dei movimenti (sotto)culturali piu' importanti della storia musicale (e non solo) di tutto il novecento. Purtroppo il locale avra' vita brevissima e come splendido astro nascente avra' un veloce epilogo che lo portera' ad una inevitabile e gloriosa eternita' ( Roxy 01/01/1977 - 23/04/1977 r.i.p.). Dodici brani magnificamente registrati dal vivo ed altrimenti inediti, di Slaughter and the Dogs, Wire, Adverts, Eater, X Ray Spex, Buzzcocks, Unwanted, Johnny Moped. Dodici testimonianze quasi tutte addirittura al di sopra dei livelli dei rispettivi dischi in studio, un documento davvero imperdibile che rende onore alla prima spontaneamente cruenta ed affascinante scena punk inglese. Etichetta custom bianca con scritte in lettere rosse, disegno rosso e giallo a sinistra, catalogo SHSP 4069, con scritta ''blair'' incisa sul trail off del lato B, completo dell' originaria inner sleeve sagomata sul lato di apertura, con angoli stondati, con sfondo nero e scritte rosa e disegno in color bianco/nero da una parte, e dall'altra con sfondo rosa e con foto (in negativo rosa/nero) che immortalano giovani anime alcune poi divenute leggendarie ed all'epoca accanite frequentatrici del seminale Roxy, leggendario club che animava la primissima scena punk anglosassone. Copertina senza codice a barre. Il Roxy (nato per volonta' di Andrew Czezowski, Ralf Jedraszczyk e Barry Jones), trovo' la propria base nella Neal Street, in London's Covent ed e' stato il primo punto fermo per tutta la primissima scena punk anglosassone. Il glorioso locale (fondo precedentemente occupato da una piccola gang di teppisti che identificarono il luogo come uno dei piu' malfamati ed insicuri dei sobborghi londinesi), ha avuto infatti il grandissimo pregio, alle soglie dell'esplosione del movimento punk, di esser stato uno dei primissimi luoghi dove bands emergenti potevano liberamente esibirsi, animando cosi' dopo la fine della flowers revolution uno dei movimenti (sotto)culturali piu' importanti della storia musicale (e non solo) di tutto il novecento. Purtroppo il locale avra' vita brevissima e come splendido astro nascente avra' un veloce epilogo che lo portera' ad una inevitabile e gloriosa eternita' ( Roxy 01/01/1977 - 23/04/1977 r.i.p.) Dodici brani magnificamente registrati dal vivo ed altrimenti inediti, di Slaughter and the Dogs, Wire, Adverts, Eater, X Ray Spex, Buzzcocks, Unwanted, Johnny Moped. Dodici testimonianze quasi tutte addirittura al di sopra dei livelli dei rispettivi dischi in studio, un documento davvero imperdibile che rende onore alla prima spontaneamente cruenta ed affascinante scena punk inglese.
Euro
35,00
codice 327838
scheda
Aa.vv. (punk new wave) The Roxy London WC2 (Jan - Apr 77)
Lp [edizione] nuovo  stereo  ita  1977  earmark 
punk new wave
ristampa del 2004, in vinile 180 grammi, copertina pressoche' identica a quella della originaria tiratura, inner sleeve esclusiva con note. Il Roxy (nato per volonta' di Andrew Czezowski, Ralf Jedraszczyk e Barry Jones), trovo' la propria base nella Neal Street, in London's Covent ed e' stato il primo punto fermo per tutta la primissima scena punk anglosassone. Il glorioso locale (fondo precedentemente occupato da una piccola gang di teppisti che identificarono il luogo come uno dei piu' malfamati ed insicuri dei sobborghi londinesi), ha avuto infatti il grandissimo pregio, alle soglie dell'esplosione del movimento punk, di esser stato uno dei primissimi luoghi dove bands emergenti potevano liberamente esibirsi, animando cosi' dopo la fine della flowers revolution uno dei movimenti (sotto)culturali piu' importanti della storia musicale (e non solo) di tutto il novecento. Purtroppo il locale avra' vita brevissima e come splendido astro nascente avra' un veloce epilogo che lo portera' ad una inevitabile e gloriosa eternita' ( Roxy 01/01/1977 - 23/04/1977 r.i.p.) Dodici brani magnificamente registrati dal vivo ed altrimenti inediti, di Slaughter and the Dogs, Wire, Adverts, Eater, X Ray Spex, Buzzcocks, Unwanted, Johnny Moped. Dodici testimonianze quasi tutte addirittura al di sopra dei livelli dei rispettivi dischi in studio, un documento davvero imperdibile che rende onore alla prima spontaneamente cruenta ed affascinante scena punk inglese.
Euro
18,00
codice 2002745
scheda
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1977  iloki 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good punk new wave
Prima ormai rara stampa americana, copertina (con lievi segni di invecchiamento) lucida fronte retro con barcode, label marrone/oro con scritte nere e logo Iloki nero in alto, catalogo IL1011, groove message ''this one's for thebootleggers'' sul lato A. Pubblicata nel 1990 dalla Iloki Records di Los Angeles, questa interessante raccolta compila ben diciannove brani tratti da rari singoli (tranne cinque che sono inediti) di alcuni leggendari gruppi della ricca e vitale scena punk californiana di fine anni '70: troviamo pezzi dei grandissimi Germs di Darby Crash e degli altrettanto importanti Dils (questi ultimi anche con un inedito), definiti come i Clash californiani, e poi gli Eyes (con Charlotte Caffey, poi nelle GoGos, e Don Bonebrake degli X), gli Skulls (con Mark Moreland e Chas Gray, poi negli Wall Of Voodoo), gli Untold Fables (qui ancora con Robert Butler, prima che si unisse alla garage band Miracle Workers), ed altri ancora. Alcuni di questi brani avrebbero dovuto far parte di una raccolta dell'allora neonata What, ma il progetto non si concretizzo'. Il tutto compilato e raccontato da Chris Ashford, boss della piccola ma storicamente rilevante label indipendente What nella California punk di fine anni '70. Questa la scaletta: Germs, ''Forming'', ''Sexboy (live)'' (i brani del loro primo singolo, uscito nel settembre del 1977 su What); The Dils, ''I hate the rich'', ''You're not blank'' (i due brani del loro primo singolo, uscito nel settembre del 1977 su What); Germs, ''Forming (2)'', ''Round 'n round''; The Eyes, ''Don't talk to me'' (da uno split ep a 7'' del 1978 su What), ''Kill your parents'' (inedito); The Skulls, ''Victims'' (da uno split ep a 7'' del 1978 su What), ''On target'' (dalla compilation ''What is it'' del 1982 su What); The Controllers, ''Neutron bomb'' (da uno split ep a 7'' del 1978 su What), ''Killer queers'' (b-side della versione su singolo di ''Neutron bomb'', 1978); The Dils, ''What goes on (live)'' (inedito); Kaos, ''Iron dream'', ''Top secret'', ''Alcoholiday'' (i tre brani del loro unico ep, uscito nel 1980 su What); The Pandoras, ''I didn't cry'' (inedito); The Untold Fables, ''Happy motoring'' (inedito), ''Nobody spoils my fun'' (inedito).
Euro
20,00
codice 253986
scheda
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1977  iloki 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Prima ormai rara stampa americana, copertina lucida fronte retro con barcode, label marrone con scritte nere e logo Iloki nero in alto, catalogo IL1011, groove message ''this one's for thebootleggers'' sul lato A. Pubblicata nel 1990 dalla Iloki Records di Los Angeles, questa interessante raccolta compila ben diciannove brani tratti da rari singoli (tranne cinque che sono inediti) di alcuni leggendari gruppi della ricca e vitale scena punk californiana di fine anni '70: troviamo pezzi dei grandissimi Germs di Darby Crash e degli altrettanto importanti Dils (questi ultimi anche con un inedito), definiti come i Clash californiani, e poi gli Eyes (con Charlotte Caffey, poi nelle GoGos, e Don Bonebrake degli X), gli Skulls (con Mark Moreland e Chas Gray, poi negli Wall Of Voodoo), gli Untold Fables (qui ancora con Robert Butler, prima che si unisse alla garage band Miracle Workers), ed altri ancora. Alcuni di questi brani avrebbero dovuto far parte di una raccolta dell'allora neonata What, ma il progetto non si concretizzo'. Il tutto compilato e raccontato da Chris Ashford, boss della piccola ma storicamente rilevante label indipendente What nella California punk di fine anni '70. Questa la scaletta: Germs, ''Forming'', ''Sexboy (live)'' (i brani del loro primo singolo, uscito nel settembre del 1977 su What); The Dils, ''I hate the rich'', ''You're not blank'' (i due brani del loro primo singolo, uscito nel settembre del 1977 su What); Germs, ''Forming (2)'', ''Round 'n round''; The Eyes, ''Don't talk to me'' (da uno split ep a 7'' del 1978 su What), ''Kill your parents'' (inedito); The Skulls, ''Victims'' (da uno split ep a 7'' del 1978 su What), ''On target'' (dalla compilation ''What is it'' del 1982 su What); The Controllers, ''Neutron bomb'' (da uno split ep a 7'' del 1978 su What), ''Killer queers'' (b-side della versione su singolo di ''Neutron bomb'', 1978); The Dils, ''What goes on (live)'' (inedito); Kaos, ''Iron dream'', ''Top secret'', ''Alcoholiday'' (i tre brani del loro unico ep, uscito nel 1980 su What); The Pandoras, ''I didn't cry'' (inedito); The Untold Fables, ''Happy motoring'' (inedito), ''Nobody spoils my fun'' (inedito).
Euro
25,00
codice 323312
scheda
Aa.vv. (punk new wave) Whispering trees – a compilation of belgian cold wave post punk 79-86
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1979  walhalla 
punk new wave
Edizione limitata a 500 copie in vinile da 180 grammi, completa di inserto, catalogo WR013. Pubblicata nel 2017 dalla Walhalla, questa raccolta compila tredici brani molto rari ed in alcuni casi inediti, che documentano il meglio della scena cold wave e post punk belga della prima meta' degli anni '80, sia attraverso rinomati gruppi di culto quali Siglo XX (da Genk, riusciranno ad ottenere enormi consensi dalla critica europea, acquisendo nel corso della loro parabola un sempre maggior numero di sostenitori, e perseguiranno durante la loro carriera una personalissima dark-wave, influenzata dai Joy Division), De Brassers (una delle piu' importanti band post punk del Belgio, la cui musica metteva insieme la ferocia punk con la cupezza dei Joy Division, questi ultimi influenza riconosciuta sulla band, che eseguiva sovente la cover di ''Shadowplay'' del gruppo di Ian Curtis) e Struggler, che tramite formazioni molto meno conosciute, o in alcuni casi semisconosciute, come 10 Kleine Snobs (qui con un post punk spigoloso e velenoso sul sentiero dei primi Fall), O Veux (molto vicini ai Cure di epoca ''A forest'' con il brano qui incluso) e Rank Z'Heroes. Questa la scaletta: Secret Life, ''Passing day'' (inedito); Siglo XX, ''Dreams of pleasure (live bilzen)'' (inedito); Vibo, ''Clinical death'' (dal 12'' ''One too many'', 1983) ; Die Rote Fabrik, ''Murder'' (dal 12'' ''Incident'', 1986); Nausea, ''No conversation between people'' (dalla compilation di autori vari ''Beat boys'', 1980); Struggler, ''The other side'' (dal mini cd ''Life update+'' uscito nel 1999); Onderbronders, ''Vlaamsche deerne'' (dalla cassetta compilation di autori vari ''Coconadindina'', 1986); Trefoil, ''Tata'' (dalla compilation di autori vari ''Local heroes'', 1985); Rank Z'Heroes, ''The storm'' (dal mini album ''Heartbit'', 1984); O Veux, ''A face a mask'' (dal 7''ep ''Akinai'', 1982); Entree en gare de la ciotat, ''In my arms'' (inedito); De Brassers, ''Geluiden tegen gezag'' (dalla cassetta ''De brassers'', 1979); 10 Kleine Snobs, ''Zomerhit'' (dalla cassetta compilation di autori vari ''Mad in belgium 2'', 1985).
Euro
22,00
codice 2075996
scheda
Aa.vv. (punk nuggets '76/'81) screaming fists volume one
lp [edizione] originale  stereo  fra  1977  anarchy international Productions 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
l' originale ormai molto rara stampa, pressata pare in 500 copie, copertina (con moderati segni di invecchiamento) senza barcode, etichetta gialla con scritte nere, della bella raccolta uscita nel 1996, con 18 brani di notevolissimo livello medio, tratti da rarissimi singoli di punk rock usciti in Inghilterra, Stati Uniti e Canada tra il 1976 ed il 1981, molti dei quali qui presenti per la prima volta dai tempi della originaria pubblicazione. Ecco la lista completa dei brani: la potente e viscerale "Ain't Bin To No Music School" dei NOSEBLEEDS, dall' unico singolo della formazione inglese, 1977); "Trash Can Baby" e "Pay Or Die" (dall' unico favoloso 7"ep, esordio dei LEWD di Detroit (trasferitisi a San Francisco dopo questo ep del 1978); il punk rock supercool di "The Creeper" dei bostoniani UNNATURAL AXE, dal leggendario primo 7" del '78); il glam proto punk di "Monster Au Go-Go" dei SUICIDE COMMANDOS di Minneapolis (dal primo storico ep del 1976!); "Hold My Hand" dei JERKS (dal primo dei due loro 7", 1977); "Annette" e "I Want Head" dei VICTIMS del New Jersey, dal secondo 7" del 1978); "So What? degli inglesi ANTI_NOWHERE LEAGUE, dal primo 7" del 1981); "Kicks In Style" dei grandi inglesi USERS dal secondo 7" del 1978 (gruppo di Londra ispirato al punk rock americano e molto "detroitiani"); "Radio Call Sign" degli inglesi LOCKJAW dal primo singolo del 1978 (nel gruppo Simon Gallup, poi nei Cure!); "I'm A Dullard" e "Out of Order" dall' unico 7" degli SKINNIES di New Orleans, autori di un ottimo pop punk vicino per certi aspetti ai Dickies (1978); "U-Jerks Work For Police" dei canadesi U_Jerks, sorta di primitivo e grezzo art punk, dalla raccolta "Vancouver Complication", 1978); "Kill Kill This Is Pop" dei grandissimi canadesi D.O.A. (sempre dalla stessa raccolta ""Vancouver Complication" del 1978); "Leaders" e "White Lightning" dei bravi canadesi LOWLIFE (dal loro unico 7" del 1979); "So So Alone" degli SPIDERS di Detroit, in bilico tra punk rock e power pop (dal primo di due singoli, 1979).
Euro
20,00
codice 259485
scheda
Aa.vv. (punk nuggets '76/'81) screaming fists volume one
lp [edizione] originale  stereo  fra  1977  anarchy international Productions 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
l' originale ormai molto rara stampa, pressata pare in 500 copie, copertina senza barcode, etichetta gialla con scritte nere, della bella raccolta uscita nel 1996, con 18 brani di notevolissimo livello medio, tratti da rarissimi singoli di punk rock usciti in Inghilterra, Stati Uniti e Canada tra il 1976 ed il 1981, molti dei quali qui presenti per la prima volta dai tempi della originaria pubblicazione. Ecco la lista completa dei brani: la potente e viscerale "Ain't Bin To No Music School" dei NOSEBLEEDS, dall' unico singolo della formazione inglese, 1977); "Trash Can Baby" e "Pay Or Die" (dall' unico favoloso 7"ep, esordio dei LEWD di Detroit (trasferitisi a San Francisco dopo questo ep del 1978); il punk rock supercool di "The Creeper" dei bostoniani UNNATURAL AXE, dal leggendario primo 7" del '78); il glam proto punk di "Monster Au Go-Go" dei SUICIDE COMMANDOS di Minneapolis (dal primo storico ep del 1976!); "Hold My Hand" dei JERKS (dal primo dei due loro 7", 1977); "Annette" e "I Want Head" dei VICTIMS del New Jersey, dal secondo 7" del 1978); "So What? degli inglesi ANTI_NOWHERE LEAGUE, dal primo 7" del 1981); "Kicks In Style" dei grandi inglesi USERS dal secondo 7" del 1978 (gruppo di Londra ispirato al punk rock americano e molto "detroitiani"); "Radio Call Sign" degli inglesi LOCKJAW dal primo singolo del 1978 (nel gruppo Simon Gallup, poi nei Cure!); "I'm A Dullard" e "Out of Order" dall' unico 7" degli SKINNIES di New Orleans, autori di un ottimo pop punk vicino per certi aspetti ai Dickies (1978); "U-Jerks Work For Police" dei canadesi U_Jerks, sorta di primitivo e grezzo art punk, dalla raccolta "Vancouver Complication", 1978); "Kill Kill This Is Pop" dei grandissimi canadesi D.O.A. (sempre dalla stessa raccolta ""Vancouver Complication" del 1978); "Leaders" e "White Lightning" dei bravi canadesi LOWLIFE (dal loro unico 7" del 1979); "So So Alone" degli SPIDERS di Detroit, in bilico tra punk rock e power pop (dal primo di due singoli, 1979).
Euro
27,00
codice 215694
scheda
Aa.vv. (punk nuggets '77/'81) kick your mama's ass
lp [edizione] originale  stereo  usa  1977  reverendo moon 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good punk new wave
l' originale ormai rara stampa, pressata in 500 copie, copertina senza barcode, etichetta bianca con scritte nere, della bella raccolta uscita nel 1997, con 18 brani di notevole livello medio, tratti da rarissimi dischi di punk rock usciti in vari paesi del mondo (Italia compresa!) tra il 1977 ed il 1981, molti dei quali qui presenti per la prima volta dai tempi della originaria pubblicazione. Ecco la lista completa dei brani: R.A.F. (dall' unico album dei grandi danesi SODS, 1979); "The Hell" (un brano a dir poco straordinario, dal secondo 7" degli americani MAD, 1979); "Poliisi Pamputtaa Taas" (dal primo lp del 1978 degli storici finlandesi EPPU NORMAALI); "I Don't Care" (tra i capolavori del grande gruppo belga, i KIDS, dal primo lp del 1978); "Punk Man" (dall' unico 7" degli inglesi di Manchester PREDATOR, 1978); "Intoxication" (il brano migliore dei RANCID X, formazione di Milano, autrice di un singolo ed un album nel '78); "Star In The Streets" (dall' unico ottimo album degli F.U.2, ovvero i gloriosi inglesi Downliners Sect, uscito nel 1978, uscito in Francia, Australia ed Italia); "Wall of Berlin" (dei finnici WIDOWS, dal secondo singolo del '79); "No Solution" (degli storici HITLER SS italiani, dall' ultrararo split ep con i Tampax, uscito nel '79, viscerale e devastato); "Devil" (dei longevi SEXY ANGELS, dall' ep compilation ""Onda 400", uscito nel 1981); "Johnny Johnny" (dall' unico 7" del 1980 del danese JOHNNY CONCRETE); "Ikuinen Rakkaus" (cover in lingua finnica dai Buzzcocks, da parte dei finlandesi RATSIA, dal secondo lp del 1980); "Low Down Kids" (dal secondo 7" dei bravissimi tedeschi RAZORS, 1980); "Tumor Boy" (dei grandi e folli MENTALLY ILL, dal primo singolo del 1979); "Amputee" (dal primo singolo dei californiani ROTTERS, 1978); "Narodna Pjesma" (dai PARAF,uno dei gruppi della storica raccolta yugoslava "Novi Punk Val" uscita nel 1981); "Television Viewer" (dall' unico album degli inglesi VACANTS, 1977); "NRP" (dal primo 7" del 1979 degli svedesi BUGS).
Euro
20,00
codice 215695
scheda
Aa.vv. (punk nuggets '77/'83) killed by death 4
lp [edizione] nuovo  stereo  nor  1977  redrum 
punk new wave
La ristampa, etichetta bianca con scritte e disegni neri, senza codice a barre, del magnifico quarto volume della imprescindibile serie a cui e' dovuta la riscoperta di un patrimonio straordinario di leggendari ed oscurissimi singoli del primo punk rock provenienti da ogni parte del globo, iniziata con il primo volume stampato nel 1989; contiene 17 gemme in molti casi davvero inestimabili, ben difficilmente reperibili altrove a causa della estrema rarita' dei singoli da cui sono tratti. Ecco i brani contenuti: "Stoned To Death" / "Stick To Your Guns" / "I'm Bored" e "A Piece Of Me", ovvero quattro dei cinque brani del mitico primo 7"ep degli ZERO BOYS dell' Indiana, lontani qui ancora dall' hardcore dello storico album "Vicious Circle" e favolosamente punk rock; il punk demenziale di "Sink The Whales (Buy Japanese Goods)" e "Disco Queen" dei simpaticissimi californiani ROTTERS, dal loro secondo 7" del 1979; la tesa e bellissima "Modern Needs" dal secondo 7" del 1980 dei texani REALLY RED; l' ottima "Don't Hide Your Hate" degli Olandesi FILTH, un unico singolo per loro nel '78; la mitica "Alcoholiday" dei californiani KAOS, nati dai ceneri dei leggendari Controllers, dall' unico ep, del 1980; l' hardcore minimale e travolgente di "God Is Dead" dei newyorkesi HEART ATTACK, dall' unico loro 7" del 1981, prima di due 12"; l' abrasiva "EAP" degli svedesi BRULBAJZ, autori di un unico 7"ep nel 1980; la imperdibile "Glad He's Dead" dei grandissimi texani HUNS, entrati nella leggenda con il loro unico 7" del 1979; la tagliente "No Productivity" dei grandi SUBHUMANS canadesi dal loro secondo 7" del 1980; la forsennata "TV Freak" dei megamitici australiani VICTIMS, dal secondo ed ultimo loro 7", del 1978 (dalle ceneri del gruppo nasceranno gli Hoodoo Gurus); "Fuck & Suck" dei belgi MAD VIRGINS, autori di un singolo nel '78; la divertentissima e schizzatissima "I Think I Love You" dei newyorkesi ISM, title track del loro secondo singolo del 1983; ed infine la divertente "Get Your Woofing Dog Off Me" degli inglesi JERKS, dal primo dei tre singoli, realizzato nel 1977 (con citazione finale di "I Wanna Be Your Dog" degli Stooges). Un altro volume imperdibile!
Euro
29,00
codice 2114745
scheda
Aa.vv. (punk nuggets '77/'83) killed by death 4 (green vinyl)
lp [edizione] seconda stampa  stereo  usa  1977  redrum 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Copia ancora incellophanata, e con piccolo adesivo "color vinyl" sul cellophane, seconda stampa, in vinile verde, etichetta bianca con scritte e disegni neri, senza codice a barre, pressoche' identica alla prima tiratura; il magnifico quarto volume della imprescindibile serie a cui e' dovuta la riscoperta di un patrimonio straordinario di leggendari ed oscurissimi singoli del primo punk rock provenienti da ogni parte del globo, iniziata con il primo volume stampato nel 1989; contiene 17 gemme in molti casi davvero inestimabili, ben difficilmente reperibili altrove a causa della estrema rarita' dei singoli da cui sono tratti. Ecco i brani contenuti: "Stoned To Death" / "Stick To Your Guns" / "I'm Bored" e "A Piece Of Me", ovvero quattro dei cinque brani del mitico primo 7"ep degli ZERO BOYS dell' Indiana, lontani qui ancora dall' hardcore dello storico album "Vicious Circle" e favolosamente punk rock; il punk demenziale di "Sink The Whales (Buy Japanese Goods)" e "Disco Queen" dei simpaticissimi californiani ROTTERS, dal loro secondo 7" del 1979; la tesa e bellissima "Modern Needs" dal secondo 7" del 1980 dei texani REALLY RED; l' ottima "Don't Hide Your Hate" degli Olandesi FILTH, un unico singolo per loro nel '78; la mitica "Alcoholiday" dei californiani KAOS, nati dai ceneri dei leggendari Controllers, dall' unico ep, del 1980; l' hardcore minimale e travolgente di "God Is Dead" dei newyorkesi HEART ATTACK, dall' unico loro 7" del 1981, prima di due 12"; l' abrasiva "EAP" degli svedesi BRULBAJZ, autori di un unico 7"ep nel 1980; la imperdibile "Glad He's Dead" dei grandissimi texani HUNS, entrati nella leggenda con il loro unico 7" del 1979; la tagliente "No Productivity" dei grandi SUBHUMANS canadesi dal loro secondo 7" del 1980; la forsennata "TV Freak" dei megamitici australiani VICTIMS, dal secondo ed ultimo loro 7", del 1978 (dalle ceneri del gruppo nasceranno gli Hoodoo Gurus); "Fuck & Suck" dei belgi MAD VIRGINS, autori di un singolo nel '78; la divertentissima e schizzatissima "I Think I Love You" dei newyorkesi ISM, title track del loro secondo singolo del 1983; ed infine la divertente "Get Your Woofing Dog Off Me" degli inglesi JERKS, dal primo dei tre singoli, realizzato nel 1977 (con citazione finale di "I Wanna Be Your Dog" degli Stooges). Un altro volume imperdibile!
Euro
28,00
codice 259476
scheda
Aa.vv. (punk nuggets '77/'83) killed by death 8 1/2
lp [edizione] originale  stereo  us  1977  redrum 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good punk new wave
copia ancora incellophanata, ma con alcune piegature sulla copertina, l' originale rara stampa, copertina nella versione in bianco e nero, senza barcode, etichetta gialla con scritte nere (e non bianca come nella successiva tiratura). Pubblicato nel 1995, il volume "8 1/2", interamente dedicato al punk statunitense, della imprescindibile serie a cui e' dovuta la riscoperta di un patrimonio straordinario di leggendari ed oscurissimi singoli del primo punk rock provenienti da ogni parte del globo, iniziata con il primo volume stampato nel 1989. Contiene 19 gemme in molti casi davvero inestimabili, di 18 gruppi diversi, ben difficilmente reperibili altrove a causa della estrema rarita' dei singoli o delle raccolte da cui sono tratti. Ecco la lista completa dei brani: Toxin III-I Rock I Ran (1982) / Seizure-Frontline (1978) / Cosmetics-Twinkie Madness (1980) / Reactors-L.A. Sleaze (1979) / Haskels-Takin' the City By Storm (1980, tra i brani migliori della raccolta, davvero notevolissimo) / Dow Jones & The Industrials-Can't Stand the Midwest (1980) / Crucified-Let the Kids Play (1977) / Uncalled 4-Grind Her Up (1979) / Snuky Tate-Stage Speech (1979) / Public Disturbance-S & M (83) / Vast Majority-I Wanna Be a Number (1980) / Styphnoids-Mom's a Fake (1980) / Turnbuckles-Super Destroyer Mark II (81) / Shit Dogs-Killer Cain (81) / John Vomit & the Leather Scabs-Punk Rock Star (78) / Latin Dogs-Killed In Jail (83, tra grezzo punk rock ed hardcore) / Insults-Population Zero (79) / Matchheads-Pearl Harbor e Fat Bitch (81).
Euro
24,00
codice 259474
scheda
Aa.vv. (punk nuggets '77/'84) killed by death 3
lp [edizione] nuovo  stereo  ger  1977  redrum 
punk new wave
La ristampa, pressoche' identica alla prima tiratura, copertina senza barcode, etichetta bianca con scritte e disegni neri, del bellissimo terzo volume della imprescindibile serie a cui e' dovuta la riscoperta di un patrimonio straordinario di leggendari ed oscurissimi singoli del primo punk rock provenienti da ogni parte del globo, iniziata con il primo volume stampato nel 1989; contiene 17 gemme in molti casi davvero inestimabili, ben difficilmente reperibili altrove a causa della estrema rarita' dei singoli da cui sono tratti. Ecco i brani contenuti: la immensa "Kill Yourself" dal primo 7" ep del 1978 dei LEWD di Detroit (poi trasferitisi in California ed autori dell' album "American Wino"); l' ottima "51 Percent" dei DEFNICS di Cleveland, Ohio, dall' unico singolo del 1981, puro punk rock dall' attitudine molto "noisy"; il teen punk minimale di "Salted City" dei francesi 84 FLESH, dall' unico loro 7", del 1980, una piacevolissima sorpresa; la poco nota "Mindless Contentment" dei grandi PLUGZ di Tito Larriva, messicani basati a Los Angeles, dal loro primo singolo del 1978, con la voce di Exene Cervenka degli X riconoscibile sul finale; "Doctor TV" e "Kneecappin' " dal secondo 7" del 1980 degli EAT della Florida, caratterizzato da favolose influenze garagey; "This Generation Is On Vacation" dei californiani di Hollywood SHOCK e' semplicemente un inno, brano tra i piu' memorabili di tutto il primo punk americano, dal loro primo favoloso 7" del 1978; essenziale e deragliante "Television Sect" dei danesi SODS, dall' unico singolo, realizzato nel '78 prima di un album l' anno successivo e poi del cambiamento di nome in Sort Sol; "I Was There At The Texas Chainsaw Massacre", molto grezza e noisy, e' tratta dall' unico singolo degli americani, davvero misconosciuti, AMBIENT NOISE; "I Don't Wanna Work", "I'm Useless" e "At The Mall" sono invece tratte dal secondo 7"ep del 1984 dei bostoniani QUEERS, che giungeranno al primo album solo nel 1990, e godranno di un notevolissimo seguito durante tutti gli anni '90, qui molto piu' grezzi e punk, sebbene gia' capaci di quelle memorabili melodie che saranno il loro marchio di fabbrica; molto carina "Oh I Love This Weather" degli oscuri americani EBENEZER & THE BLUDGEONS, dall' unico 7" del 1978; "Headliner" e' il retro dell' unico misconosciuto singolo dei newyorkesi NY NIGGERS, del 1979, eccitante punk rock con influenze detroitiane; "Hot Sody" e' uno dei grezzissimi brani del primo 7" dei californiani SCREAMIN' MEE MEES, anno di grazia 1977, tra Velvet Underground, 60's garage ed attitudine genuinamente punk; bellissima la serrata "NY Ripper" dei newyorkesi VIOLATORS, dall' unico 7" del 1980; infine la magnifica, e davvero sorprendente "Vice Verses", dall' unico singolo, del 1978, del JOHN BERENZY GROUP, lungo brano accostabile per le atmosfere oscure e psicotiche a certi Wipers, comunque straordinariamente personale ed intrigante. Un altro immancabile volume!.
Euro
19,00
codice 2072246
scheda
Aa.vv. (punk nuggets '77/'84) killed by death 3 (blue vinyl)
lp [edizione] ristampa  stereo  eu  1977  redrum 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Ristampa dei primi anni 2000, in vinile blu, con copertina lucida senza barcode, pressoche' identica alla prima tiratura, ma con ulteriori parti in azzurro sul fronte, ricca di note sul retro, etichetta bianca con scritte e disegni in nero, catalogo YNF003, del bellissimo terzo volume della imprescindibile serie a cui e' dovuta la riscoperta di un patrimonio straordinario di leggendari ed oscurissimi singoli del primo punk rock provenienti da ogni parte del globo, iniziata con il primo volume stampato nel 1989; contiene 17 gemme in molti casi davvero inestimabili, ben difficilmente reperibili altrove a causa della estrema rarita' dei singoli da cui sono tratti. Ecco i brani contenuti: la immensa "Kill Yourself" dal primo 7" ep del 1978 dei LEWD di Detroit (poi trasferitisi in California ed autori dell' album "American Wino"); l' ottima "51 Percent" dei DEFNICS di Cleveland, Ohio, dall' unico singolo del 1981, puro punk rock dall' attitudine molto "noisy"; il teen punk minimale di "Salted City" dei francesi 84 FLESH, dall' unico loro 7", del 1980, una piacevolissima sorpresa; la poco nota "Mindless Contentment" dei grandi PLUGZ di Tito Larriva, messicani basati a Los Angeles, dal loro primo singolo del 1978, con la voce di Exene Cervenka degli X riconoscibile sul finale; "Doctor TV" e "Kneecappin' " dal secondo 7" del 1980 degli EAT della Florida, caratterizzato da favolose influenze garagey; "This Generation Is On Vacation" dei californiani di Hollywood SHOCK e' semplicemente un inno, brano tra i piu' memorabili di tutto il primo punk americano, dal loro primo favoloso 7" del 1978; essenziale e deragliante "Television Sect" dei danesi SODS, dall' unico singolo, realizzato nel '78 prima di un album l' anno successivo e poi del cambiamento di nome in Sort Sol; "I Was There At The Texas Chainsaw Massacre", molto grezza e noisy, e' tratta dall' unico singolo degli americani, davvero misconosciuti, AMBIENT NOISE; "I Don't Wanna Work", "I'm Useless" e "At The Mall" sono invece tratte dal secondo 7"ep del 1984 dei bostoniani QUEERS, che giungeranno al primo album solo nel 1990, e godranno di un notevolissimo seguito durante tutti gli anni '90, qui molto piu' grezzi e punk, sebbene gia' capaci di quelle memorabili melodie che saranno il loro marchio di fabbrica; molto carina "Oh I Love This Weather" degli oscuri americani EBENEZER & THE BLUDGEONS, dall' unico 7" del 1978; "Headliner" e' il retro dell' unico misconosciuto singolo dei newyorkesi NY NIGGERS, del 1979, eccitante punk rock con influenze detroitiane; "Hot Sody" e' uno dei grezzissimi brani del primo 7" dei californiani SCREAMIN' MEE MEES, anno di grazia 1977, tra Velvet Underground, 60's garage ed attitudine genuinamente punk; bellissima la serrata "NY Ripper" dei newyorkesi VIOLATORS, dall' unico 7" del 1980; infine la magnifica, e davvero sorprendente "Vice Verses", dall' unico singolo, del 1978, del JOHN BERENZY GROUP, lungo brano accostabile per le atmosfere oscure e psicotiche a certi Wipers, comunque straordinariamente personale ed intrigante. Un altro immancabile volume!.
Euro
23,00
codice 257734
scheda
Aa.vv. (punk nuggets '77/'87) killed by death 6
lp [edizione] nuovo  stereo  nor  1977  redrum 
punk new wave
La ristampa, in vinile colorato, del sesto volume della imprescindibile serie iniziata con il primo volume stampato nel 1989; contiene 18 apisodi, autentiche "punk rock nuggets", ben difficilmente reperibili altrove a causa della pazzesca rarita' dei singoli da cui sono tratti. Ecco la lista completa dei brani di questo volume, forse il piu' "internazionale" della serie: grandi i belgi KIDS con "This Is Rock n Roll", dal loro primo bellissimo album del 1978, uno dei migliori frutti di sempre del punk rock europeo; sempre dal Belgio vengono i FUNERAL DRESS, ma la loro "Army Life" proviene da un singolo del 1987, e non del 1977 come supposto nelle note del retrocopertina, lo snotty punk grezzo ed istintivo del brano puo' trarre in inganno; austriaci i DIRT SHIT, che realizzarono un unico singolo nel '79, ca cui "Exit" e' tratta, episodio decisamente minore nella raccolta; ottima e' invece la grezzissima "Monotony" dei texani NEXT, dal primo di due 7"ep, del 1979; "Just A Doper" dei californiani INSULTS e' tratta da uno dei due 7" che la band realizzo' nel '79, non trascendentale ma neppure da trascurare; un piccolo anthem e' la grezza e minimale "You Sucker" dall' unico singolo di ED NASTY & THE DOPES del Mississippi, del 1978; il viaggio di questa raccolta fa un paio di tappe anche in Italia, il che ci permette di ascoltare due brani del leggendario, storico 7" split tra HITLER SS e TAMPAX, del 1979: i primi eseguono la grezza e viscerale "Slave", i secondi la devastata "UFO Dictator", che li propone come una sorta di Germs italiani; si torna in Belgio con i REVENGE 88 e la loro discreta "Neon Lights", dal primo singolo del 1981; dall' Ohio provengono gli americani SCREAMING URGE, la loro buona "Homework" e' tratta dall' unico loro singolo, prima di due albums, del 1980; interessantissima la potente "Schund" degli austriaci SCHUND, dall' unico 7" del 1980, arricchita dalla voce efficacemente "annoiata" della cantante, e da un buon cantato in lingua madre; sonorita' piu' "evolute" si riscontrano in "Exclamations" dei giapponesi GISM, dalla raccolta del 1983 "Great Punk Hits", tra punk e proto grind, con una bella chitarra noisy; uno dei brani migliori della raccolta e' il grezzo punk rock di "My Dad's A Fuckin' Alcoholic" dei FRANTIX, americani di Boulder, Colorado, che proviene dal loro secondo 7" del 1983 (ma suona come fosse il '78); ancora in Europa con l' ottima "Mental" dal secondo singolo, del 1979, degli svizzeri GLUEAMS, con l' aggressiva voce della cantante ed un' attima chitarra a trovare soluzioni atipichead un brano grezzo e minimale; assai particolare "Totally Useless" degli oscuri inglesi (dai dintorni di Leeds) PSYKYK VOLTS, dall' unico 7" del 1979, viscerale art punk non privo di punti di contatto con certi esperimenti di analoghe bands californiane dell' epoca; inglesi anche i FIRE EXIT, con la carina "Time Wall" dall' unico loro 7" del 1979, tra punk rock e mod; assolutamente misconosciuta l' ottima "Prisoners of Time" dall' unico singolo di MARK TRUTH & THE LIARS, del 1981, potente e grezzo punk rock con influenze 60's e 70's; si chiude la raccolta con "Meilla Voisi Tunaau Olla Hauska" dei finnici SE, dal loro sesto 7" del 1979, riuscita cover della velvettiana "WE're Gonna Have a Real Good Time Together".
Euro
29,00
codice 2114746
scheda
Aa.vv. (punk nuggets '78/'81) break the rules 8
lp [edizione] originale  stereo  ger  1977  insekten 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
l' originale ormai rara stampa, pressata in 1000 copie, copertina senza barcode, etichetta "custom" in bianco e nero, 2 inserti ed inner lseeve, della bella raccolta uscita nel 1997, con ben 21 brani di notevole livello medio, tratti da rarissimi dischi di punk rock usciti in vari paesi del mondo (Italia compresa!) tra il 1978 ed il 1981, molti dei quali qui presenti per la prima volta dai tempi della originaria pubblicazione. Ecco la lista completa dei brani: "Go Go Go" (PF Commando, Svezia, dal primo lp del 1979) "Suburban Kid" (PF Commando, Svezia, dal primo 7"ep del '78) "New Time" (Snuky Tate, USA, dal primo 7"ep "Who Cares" del '79) la bellissima "Blank Generation" (Xtraverts, UK, dal primo 7" del 1979) "No Desire" (Jack & The Rippers, Svizzera, dall' unico 7" del 1979) "Used To Be In Love" / "Suicide" / "1967" (Dayglo Abortions, Canada, grande noisy punk dal primo lp "Out Of The Womb" del 1981) "Kent Agent" (dal terzo 7" degli svedesi Mass Media, 1980) "I'm The Nightmare" (dall' unico 7" del 1980 dei tedeschi TV War) "Slave" (dall' storico, devastato e devastante 7" del 1979, split con i Tampax, degli italiani Hitler SS) "Occasional Lay" (dall' unico 7" del 1979 degli americani Xterminators) "Loven Slar" / "Ingen Visjoner" (dall' unico 7" del 1980 dei norvegesi Haerverk) "We Want It Legalised" (dal primo 7" degli inglesi Accident On The East Lancs, 1979) "Junked Up Judy" (dall' unico 7" del 1980 degli inglesi XPress) "Burning" (dal primo 7" del '79 degli australiani Just Urbain) "Vardad Kladsel" (dal primo 7" degli storici svedesi Kriminella Gitarrer) "Poliisi Pamputtaa Taas" (dal primo 7" dei finnici Eppu Normaali, 1978) "Dentist Blues" (dal primo 7" del 1981 degli olandesi Mirandas) "Kidz Next Door" (dall' unico 7" degli inglesi Kidz Next Door, 1979)
Euro
25,00
codice 215696
scheda
Aa.vv. (punk nuggets '78/'82) killed by death 5
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1977  redrum 
punk new wave
La ristamp, copertina senza barcode, del quinto volume della imprescindibile serie a cui e' dovuta la riscoperta di un patrimonio straordinario di leggendari ed oscurissimi singoli del primo punk rock provenienti da ogni parte del globo, iniziata con il primo volume stampato nel 1989; dopo i primi quattro fontamentali volumi gli originari compilatori abbandonarono la serie, che venne ripresa da nuovi collezionisti in Australia, autori dei volumi 5 e 6. Contiene 18 gemme in molti casi davvero inestimabili, ben difficilmente reperibili altrove a causa della estrema rarita' dei singoli da cui sono tratti. Ecco i brani contenuti: "What The Fuck" degli inglesi BLACK EASTER, dall' unico loro 7" del 1982; "Job" dei favolosi e misconosciuti NUBS di San Francisco, autori di un grande singolo di punk rock settantasettino nel 1980; l' art punk grezzo ed intrigante insieme di "Microwave Radiation" degli XTERMINATORS di San Diego, dal loro unico 7" del '79; la serrata ed affilatissima "White Stains" dei MOLLS di Boston, un' altra grande scoperta, dal loro unico 7" del '79; un brano dei giapponesi STALIN dal loro secondo album del 1982, che riecheggia il miglior punk europeo di fine anni '70; la favolosa "Cry For Fame" dello svizzero Dieter Meier, dal suo primo singolo del 1978, prima di formare gli Yello che lo porteranno alla fama con una musica distante mille miglia dal punk rock viscerale ed insieme imprevedibile dei suoi esordi punk; grandi anche i californiani Maggotts con la stupefacente "Tammy Wynette", tra influenze 60's, grezzissimo punk rock e uno slancio "arty", dal loro unico singolo del '79); "Teenage Life" dei COWBOYS di Columbus, Ohio, dal loro unico singolo del 1980, brano tra i "minori" di questo splendido volume, ma cionondimeno ottimo; "Look Around (I Was So Upset)" e "Sweet Rot" dei grandi belgi HUBBLE BUBBLE, una delle piu' grandi punk bands europpee di sempre, dal loro primo omonimo album del 1978, con Plastic Betrand alla batteria (!); grezza e minimale "If I Watch TV" degli olandesi NEO PUNKZ (un unico 7" nel 1980 per loro); splendida "Reborn", puro irresistibile punk r'n'r grezzo e low-fi, dal primo ep "Present The History Of Cheese" degli SHIT DOGS di New Orleans; cinica ed aggressiva "Shoot The Pope", tra punk ed hardcore, degli RPA di Seattle, dall' unico loro 7" del 1981; veramente strano e selvaggio il punk sperimentale ed abrasivo di "Clubnite" dall' unico singolo del 1980 degli SHEER SMEGMA, uscito anche come TEDDY & THE FRAT GIRLS; "Corporate Food" dall' unico singolo degli ANONYMUS di Washington uscito nel '79 e' ancora piu' folle ed imprevedibile, sorta di devo sotto acido ed anfetamina insieme; discreta "Drugs" dei canadesi RIOT 303, dal loro unico 7" del 1982; eccitante nella sua ingenuita' "Nazi School" dei newyorkesi CRACKED ACTOR, dall' unico singolo del 1981; "Afraid Of The Russians" degli STIPHNOYDS di Portland, Oregon, dal loro unico singolo del 1980, ricorda certi Angry Samoans ma risente anche di qualche influenza inglese; infine l' ottima "No Monarchy" dei belgi KIDS dal primo loro storico singolo del 1978, puro grezzo punk rock con influenze newyorkesi e qualche influsso 60's.
Euro
26,00
codice 2108732
scheda
Aa.vv. (punk nuggets '78/'83) killed by death 12 (purple sleeve)
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1978  redrum 
punk new wave
Ristampa in vinile colorato e con copertina senza barcode in tinta bianca e viola, anziche' in bianco e nero, altrimenti pressoche' identica alla prima tiratura, del dodicesimo volume della imprescindibile serie a cui e' dovuta la riscoperta di un patrimonio straordinario di leggendari ed oscurissimi singoli del primo punk rock provenienti da ogni parte del globo, iniziata con il primo volume stampato nel 1989. Contiene 19 gemme in molti casi davvero inestimabili, ben difficilmente reperibili altrove a causa della estrema rarita' dei singoli da cui sono tratti. Si tratta di un volume interamente dedicato alla scena americana, con molti nomi davvero oscurissimi ed un livello medio comunque assai elevato. Ecco la lista completa dei brani: Get Out (Cardiac Kidz, USA, 1979, dal primo 7"), Faggot In The Family (Aryan Disgrace, USA, 1983, dall' unico 7"), Context (Strike Under, USA, 1981, dall' unico 12"), Be So Funny (Genral Foodz, USA, 1980, dall' unico 7"), Weekend Nazi (Ebenezer & The Bludgeons, USA, 1978, dall' unico 7"), Amerikan Story (Cult Heroes, USA, 1981, dal secondo 7"), Is It Late? (Lizards, USA, 1981, dall' unico 7"), Activated Energy (Lubricants, USA, 1980, dall' unico 7"), Nothing (Ground Zero, USA, 1980, dal primo 7"), Lies (Injections, USA, 1980, dall' unico 7"), EEG / Barbed Wire Baby (Rejects, USA, 1980,dall' unico 7"), New Freedumb (Meaty Buys, USA, 1979, dall' unico 7"), Knife Manual (Silly Killers, USA, 1982, dall' unico 7"), I Don't Need You (Nubs, USA (NH), 1980, dall' unico 7"), Downtown (Legionaire's Disease Band, USA, 1979, dal primo 7"), Sound Of The 80s (Peer Pressure, USA, 1980, dall' unico 7"), Ice Man (Cheaters, USA, 1980, dall' unico 7"), Feel Guilty (Stains, USA, 1980, dall' unico 7"), Punk Rock Is Dead (Teenage PhDs, USA, 1982, dall' unico 7").
Euro
26,00
codice 3028269
scheda
Aa.vv. (punk nuggets '78/'83) killed by death 2
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1977  redrum 
punk new wave
Rristampa con copertina senza barcode, pressoche' identica alla prima tiratura, ma con ulteriori parti in rosso sul fronte, ricca di note sul retro, del magnifico secondo volume della imprescindibile serie iniziata con il primo volume stampato nel 1989; considerato da molti come il volume piu' bello dei "Killed By Death", contiene 16 gemme inestimabili del primo punk rock, ben difficilmente reperibili altrove a causa della pazzesca rarita' dei singoli da cui sono tratti. Ecco i brani contenuti: la mitica "Bummer Bitch" dall' unico 7" dei californiani FREESTONE, 1978 (travolgente ed impreziosita da un indiavolata tastiera che riporta alla mente i primi Nuns); la notevole "I Hate Tourists" dal primo 7" dei FREEZE di Boston, Massachussets, risalente al 1980 e lontanissimo dall' hardcore dei dischi successivi, puro grezzo punk rock per un brano che divenne un piccolo hit locale; ancora piu' grezza, devastata e minimale e' la grande "Son Of Sam" dei newyorkesi CHAIN GANG, dal loro primo storico singolo dell' anno di grazia 1977; si resta a New York per ascoltare "Disgusting" dei depravati MAD, dal secondo 7" del 1979, tra influenze inglesi ed un' attitudine estrema vicina a quella dei Germs; from 2.7"); "True Life" degli inglesi MACHINES, dell' Essex, proviene dal loro unico ep del 1978, e si segnala per le splendide chitarre che la caratterizzano; bellissima "The Loser" dei VAINS di Seattle, dal loro unico singolo del 1980, pun rock "evoluto", caratterizzato da una struttura assai articolata, ma grezzo ed animalesco al punto giusto; ancora da Seattle, una piccola gemma perduta: "So Long To The Sixties" dall' unico 7" degli S'NOTS, capaci nel 1977 di suonare come una versione punk rock dei DEVO, ma pure caratterizzati da forti influenza 60's; "Absolute Ruler" e' uno dei classici dei grandi svedesi RUDE KIDS, dal loro terzo 7" del '79, sostenutissimo punk rock con riffs mozzafiato che addirittura ricordano i migliori Motorhead; "Just Head" dei NERVOUS EATERS di Boston, dal loro secondo singolo del 1979, e' semplicemente uno dei brani di punk rock piu' belli di sempre, travolgente ed irresistibile, ideale incrocio tra i Flamin' Groovies sotto anfetamina e Iggy & The Stooges; favolosa anche, e davvero misconosciuta, "Dead Rock & Rollers" dei DETENTION, americani del New Jersey, che realizzarono solo un 7"ep nel 1983 ed un album l' anno dopo, mediocri se non fosse per questo pezzo davvero bellissimo, vicino ai primi Angry Samoans, tratto dal 7", davvero memorabile anche nel testo, che passa in rassegna i grandi "martiri" del rock, e si chiede poi perche' al loro posto non possa esserci Barry Manilow...; da Miami, Florida, un piccolo anthem come "Communist Radio" degli EAT, dal loro primo 7" del '79, grezzo e registrato dal vivo, ma splendidamente "catchy"; "Blues" dei californiani CHIEFS, dal loro leggendario unico 7" del 1980, e' uno dei brani piu' mitizzati del punk rock americano, l' ascolto spiega eloquentemente perche': attitudine favolosamente "rock'n'roll", un suono grezzo al punto giusto ed essenziale, splendite chitarre "gracchianti" ed una grande melodia, un vero imperdibile anthem; "Gacy's Place" dei grandi MENTALLY ILL dell' Illinois, dal loro primo ep del 1979, e' una scheggia impazzita di "art punk", incredibilmente grezza e minimale nei suoni, ricca di soluzioni originalissime e geniali, assolutamente devastata nell' attitudine; si ritorna al piu' classico punk rock anthemico con la grande "Crowd Control" dei texani REALLY RED, dal loro primo singolo del '79; ma il colpo del ko viene dalla stramitica "Horizontal Action" degli australiani PSYCHO SURGEONS, che nel '78 realizzarono un singolo che e' tra i piu' belli di sempre nella storia del punk rock, da cui e' tratto questo stramitico ed anfetaminico brano; si chiude con "Don't Worry Kyoko Mommy's Only Looking For Her Hand In The Snow", il devastato retro del mitico singolo "Hillside Strangler", loro primo 7" nel 1978. Imperdibile!
Euro
29,00
codice 2113262
scheda
Aa.vv. (punk nuggets '78/'83) killed by death 2 (red vinyl)
Lp [edizione] ristampa  stereo  eu  1977  redrum 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Ristampa dei primi anni 2000, in vinile rosso, con copertina lucida senza barcode, pressoche' identica alla prima tiratura, ma con ulteriori parti in rosso sul fronte, ricca di note sul retro, etichetta bianca con scritte e disegni in nero, catalogo YNF002, del magnifico secondo volume della imprescindibile serie iniziata con il primo volume stampato nel 1989; considerato da molti come il volume piu' bello dei "Killed By Death", contiene 16 gemme inestimabili del primo punk rock, ben difficilmente reperibili altrove a causa della pazzesca rarita' dei singoli da cui sono tratti. Ecco i brani contenuti: la mitica "Bummer Bitch" dall' unico 7" dei californiani FREESTONE, 1978 (travolgente ed impreziosita da un indiavolata tastiera che riporta alla mente i primi Nuns); la notevole "I Hate Tourists" dal primo 7" dei FREEZE di Boston, Massachussets, risalente al 1980 e lontanissimo dall' hardcore dei dischi successivi, puro grezzo punk rock per un brano che divenne un piccolo hit locale; ancora piu' grezza, devastata e minimale e' la grande "Son Of Sam" dei newyorkesi CHAIN GANG, dal loro primo storico singolo dell' anno di grazia 1977; si resta a New York per ascoltare "Disgusting" dei depravati MAD, dal secondo 7" del 1979, tra influenze inglesi ed un' attitudine estrema vicina a quella dei Germs; from 2.7"); "True Life" degli inglesi MACHINES, dell' Essex, proviene dal loro unico ep del 1978, e si segnala per le splendide chitarre che la caratterizzano; bellissima "The Loser" dei VAINS di Seattle, dal loro unico singolo del 1980, pun rock "evoluto", caratterizzato da una struttura assai articolata, ma grezzo ed animalesco al punto giusto; ancora da Seattle, una piccola gemma perduta: "So Long To The Sixties" dall' unico 7" degli S'NOTS, capaci nel 1977 di suonare come una versione punk rock dei DEVO, ma pure caratterizzati da forti influenza 60's; "Absolute Ruler" e' uno dei classici dei grandi svedesi RUDE KIDS, dal loro terzo 7" del '79, sostenutissimo punk rock con riffs mozzafiato che addirittura ricordano i migliori Motorhead; "Just Head" dei NERVOUS EATERS di Boston, dal loro secondo singolo del 1979, e' semplicemente uno dei brani di punk rock piu' belli di sempre, travolgente ed irresistibile, ideale incrocio tra i Flamin' Groovies sotto anfetamina e Iggy & The Stooges; favolosa anche, e davvero misconosciuta, "Dead Rock & Rollers" dei DETENTION, americani del New Jersey, che realizzarono solo un 7"ep nel 1983 ed un album l' anno dopo, mediocri se non fosse per questo pezzo davvero bellissimo, vicino ai primi Angry Samoans, tratto dal 7", davvero memorabile anche nel testo, che passa in rassegna i grandi "martiri" del rock, e si chiede poi perche' al loro posto non possa esserci Barry Manilow...; da Miami, Florida, un piccolo anthem come "Communist Radio" degli EAT, dal loro primo 7" del '79, grezzo e registrato dal vivo, ma splendidamente "catchy"; "Blues" dei californiani CHIEFS, dal loro leggendario unico 7" del 1980, e' uno dei brani piu' mitizzati del punk rock americano, l' ascolto spiega eloquentemente perche': attitudine favolosamente "rock'n'roll", un suono grezzo al punto giusto ed essenziale, splendite chitarre "gracchianti" ed una grande melodia, un vero imperdibile anthem; "Gacy's Place" dei grandi MENTALLY ILL dell' Illinois, dal loro primo ep del 1979, e' una scheggia impazzita di "art punk", incredibilmente grezza e minimale nei suoni, ricca di soluzioni originalissime e geniali, assolutamente devastata nell' attitudine; si ritorna al piu' classico punk rock anthemico con la grande "Crowd Control" dei texani REALLY RED, dal loro primo singolo del '79; ma il colpo del ko viene dalla stramitica "Horizontal Action" degli australiani PSYCHO SURGEONS, che nel '78 realizzarono un singolo che e' tra i piu' belli di sempre nella storia del punk rock, da cui e' tratto questo stramitico ed anfetaminico brano; si chiude con "Don't Worry Kyoko Mommy's Only Looking For Her Hand In The Snow", il devastato retro del mitico singolo "Hillside Strangler", loro primo 7" nel 1978. Imperdibile!
Euro
28,00
codice 257733
scheda

Page: 6 of 290


Pag.: oggetti: