Hai cercato:  dall'anno 50 all'anno 59 --- Titoli trovati: : 548
 
Pag.: oggetti:
 
ordina per
aiuto su ricerche
Pag.: oggetti:
Charles ray What'd i say (180 gr.)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1959  music on vinyl 
soul funky disco
Ristampa del 2022 in vinile 180 grammi per audiofili, copertina pressoche' identica alla prima tiratura. Originariamente pubblicato nel 1959 dalla Atlantic, giunto al ventesimo posto nella classifica billboard 200 statunitense, il quinto album (escludendo la collaborazione con Milt Jackson ''Soul brothers''), successivo a ''Ray charles at newport'' (1958) e precedente ''The genius of ray charles'' (1959). Come altri dei primi album di Charles, anche questo lp contiene brani incisi nell'arco di alcuni anni, in questo caso fra il 1952 ed il 1959; trainato dal successo del singolo che da' il titolo al 33 giri, quella ''What'd I say'' che nel 1959 arrivo' al primo posto nella classifica r'n'b ed alla sesta posizione della billboard hot 100, diventando il suo singolo di maggior successo fino ad allora, questo splendido album evidenzia il lato piu' pop soul del grande cantante della Georgia, attraverso un set scoppiettante e danzereccio. Questa la scaletta: ''What'd I say (parts 1 & 2)'', ''Jumpin' in the mornin''', ''You be my baby'', ''Tell me how do you feel'', ''What kind of man are you'', ''Rockhouse (parts 1 & 2)'', ''Roll with my baby'', ''Tell all the world about you'', ''My bonnie'', ''That's enough''. Proveniente dalla Georgia, nel profondo sud degli Stati Uniti, Ray Charles (1930-2004) e' considerato il piu' importante fra i musicisti che hanno dato vita al soul, grazie alla sua capacita' di amalgare il blues con il gospel e poi con il country ed il jazz. Cieco fin dall'infanzia, Charles riesce comunque a raggiungere una eccezionale padronanza del pianoforte, per non parlare delle sue capacita' vocali; gia' negli anni '50 e' portabandiera della nuova musica afroamericana che nel decennio successivo diventera' il soul; la sua carriera proseguira' di successo in successo nel corso della seconda meta' del XX secolo.
Euro
28,00
codice 3028245
scheda
Charles teddy Teddy charles tentet
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1956  jazz beat 
jazz
Edizione limitata in vinile da 180 grammi, copertina liscia a busta, label nera con scritte bianche e logo Jazz Beat verde e nero in alto. Ristampa del 2008 ad opera della Jazz Beat, dell'album originariamente pubblicato nel 1956 dalla Atlantic. Inciso ai Coastal Recording Studios di New York il 6, 11 e 17 gennaio del 1956, con formazione a dieci composta da Teddy Charles (vibrafono), Art Farmer (tromba), Gigi Gryce (sax alto), J.R. Monterose (sax tenore), George Barrow (sax baritono, sostituito da Sol Schlinger il 17 gennaio), Don Butterfield (tuba), Mal Waldron (pianoforte), Jimmy Raney (chitarra), Teddy Kotick (contrabbasso) e Joe Harris (batteria). Il vibrafonista americano, con l'apporto degli arrangiamenti del grande Gil Evans, si produce qui in un jazz per big band accostato al cool jazz/West Coast jazz, aperto a soluzioni innovative, alternando brani lenti e rilassati con altri piu' scattanti ed esuberanti ma senza eccedere. Questa la scaletta: ''Vibrations'', ''The quiet time'', ''The emperor'', ''Nature boy'', ''Green blues'', ''You go to my head'', ''Lydian M-1''. Proveniente dal Massachussets, Teddy Charles e' un vibrafonista e produttore jazz attivo dalla fine degli anni '40, noto anche per il suo approccio aperto all'innovazione. Vicino al jazz delle big band ed anche al cool/West Coast jazz negli anni '40 e '50, fece parte del Jazz Composers' Workshop fra il 1953 ed il 1955, insieme a Charles Mingus ed a Teo Macero. Le sue prime incisioni come band leader risalgono al 1951, mentre due anni dopo intraprese anche una significativa carriera come produttore.
Euro
15,00
codice 2010770
scheda
Chenier clifton Bayou blues
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1955  cornbread 
blues rnr coun
Vinile da 180 grammi, allegato codice per il download dell'album da internet. Ristampa del 2017 ad opera della Cornbread, pressoche' identica alla prima tiratura. Originariamente pubblicata nel 1971 dalla Specialty, questa bella raccolta compila dodici brani incisi a meta' anni '50 da Chenier per la leggendaria label r'n'b di Art Rupe, la Specialty; parte di essi e' tratta da rari 45 e 78 giri dell'epoca, mentre circa meta' dei brani era rimasta inedita fino alla pubblicazione su questa raccolta nei primi anni '70. ''Bayou blues'' fornisce un interessantissimo documento degli inizi della carriera discografica di Chenier, alle prese cui con un vibrante set di musica zydeco e cajun. Questa la scaletta: ''Boppin' the rock'', ''The things I did for you'', ''Yesterday'', ''Clifton's squeeze-box boogie'', ''I'm on my way – part 1'', ''Eh, petite fille'', ''All night long'', ''Opelousas hop'', ''I'm on my way – part 2'', ''Think it over'', ''Zodico stomp'', ''The cat's dreamin'''. Ricordato come il ''Re dello zydeco'', il fisarmonicista e cantante creolo della Louisiana Clifton Chenier (1925-1987) e' considerato uno dei massimi architetti ed esponenti del genere musicale zydeco, un tipo di musica nato dalla fusione di generi come il rock'n'roll, il blues e lo r'n'b con la cultura francofona cajun della Louisiana e di aree ad essa limitrofe. Le sue infiammate performance, durante le quali si esibiva con una vistosa corona sul capo, unite alla sua personalita' istrionica e carismatica, lo hanno reso una personalita' indimenticabile insieme al suo originale stile, che ha avuto una enorme influenza sui musicisti di generazioni piu' giovani che hanno intrapreso la via dello zydeco. La sua carriera musicale, avviata a meta' anni '40, raggiunse l'apice negli anni '80, quando ricevette anche un grammy award (1983) per l'album ''I'm here!''.
Euro
20,00
codice 3509943
scheda
Clark sonny Cool struttin
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1958  blue note / universal 
jazz
Ristampa per audiofili del 2021, in vinile 180 grammi e masterizzata dalle fonti analogiche originali, copertina pressoche' identica alla prima tiratura. Inciso al Rudy Van Gelder Studio di Hackensack, New Jersey, il 5 gennaio del 1958, con formazione composta da Sonny Clark (pianoforte), Art Farmer (tromba), Jackie McLean (sax alto), Paul Chambers (contrabbasso) e Philly Joe Jones (batteria). Accompagnato da un gruppo di prim'ordine, il pianista americano realizzo' con questo disco uno dei suoi lavori piu' apprezzati, considerato da alcuni critici il suo capolavoro. Un disco la cui anima e' fortemente influenzata dal blues, come esemplifica la title track, considerata un classico, e scandito da un approccio vicino allo hard bop. Questa la scaletta: ''Cool struttin''', ''Blue minor'', ''Sippin' at bells'', ''Deep night''. Considerato uno dei massimi pianisti della corrente hard bop, Sonny Clark (1931-1963) fu fortemente influenzato dal grande Bud Powell; il suo stile essenziale e senza fronzoli fece innamorare Alfred Lion, il fondatore della Blue Note, etichetta per la quale Clark incise la maggior parte dei suoi pochi album in studio, fra i quali ''Cool struttin'' (1958) e' considerato da alcuni critici il suo capolavoro, all'interno peraltro di una discografia generalmente apprezzata per l'alto livello artistico. Scompare poco piu' che trentenne dopo una vita di eccessi, lasciando pero' un importante contributo al cammino del jazz dell'epoca.
Euro
29,00
codice 2103428
scheda
Clayton buck Meets ruby braff
Lp [edizione] ristampa  stereo  ita  1954  family 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent jazz
copia ancora incellophanata, completa di un minuscolo inserto della Family Records con indicazione del prezzo di lire 1.000, ristampa italiana del 1973 su Family Records, in versione 12'', con copertina completamente diversa ed ordine dei brani cambiato, label bianca con scritte blu lungo il bordo e nere al centro, logo Family Records blu e rosso in alto, catalogo SFR-VN729, timbro Siae del primo tipo, in uso tra il 1970 ed il 1975, con diametro di circa 13/13,5 mm., piu' piccolo dei successivi. Originariamente pubblicato nel 1954 dalla Vanguard negli USA in formato 10'', inciso con formazione composta da Buck Clayton (tromba), Ruby Braff (trombettisti), Benny Morton (trombone), Buddy Tate (sax tenore), Jimmy Jones (pianoforte), Steve Jordan (chitarra), Aaron Bell (contrabbasso) e Bobby Donaldson (batteria). Una efficace sessione di jazz mainstream frutto dell'incontro fra due trombettisti ricordati per il loro individualismo artistico; particolarmente suggestivi gli undici minuti della lenta, notturna e blueseggiante intrerpretazione di ''I can't get started'' che fluisce come un lento fiume (di alcol?), mentre piu' vivaci sono gli altri episodi, comunque melodici ed accessibili. Questa la scaletta: ''I can't get started'', ''Love is just around the corner'', ''Kandee'', ''Just a groove''. Originario del Kansas, il trombettista Buck Clayton (1911-1991) e' ricordato come un eccellente bandleader ed accompagnatore di cantanti; rimpiazzo' Hot Lips Page nell'orchestra di Count Basie nel 1936, diventandone negli anni successivi uno dei membri piu' stimati, suonando nel corso degli anni '30 anche con altri grandissimi del jazz quali Lester Young e Billie Holiday. Lascio' l'orchestra di Basie nel 1943 per il servizio militare e qualche anno dopo la fine della guerra formo' un suo sestetto continuando una pregevole carriera fino a che problemi di salute non lo bloccarono alla fine degli anni '60; torno' poi alla fine del decennio successivo, continuando a suonare fino a tarda. Un pezzo di storia dello swing.
Euro
16,00
codice 324700
scheda
Clovers devil or angel / hey, doll baby
7" [edizione] originale  mono  usa  1956  atlantic 
  [vinile]  Very good soul funky disco
singolo in formato 7", prima rara stampa americana con etichetta gialla e nera (ristampato varie volte con etichetta rossa e nera, e negli anni '70 con etichetta gialla e nera ma con piccolo logo "W" in basso, qui ovviamente assente), catalogo 45-1083, copia con qualche segno di invecchiamento sul vinile ed alcune scritte a penna sulle etichette. Pubblicato nel 1956, contiene sul lato A "Devil Or Angel", inserita anche nell' album d' esordio "The Clovers" uscito nello stesso 1956, ed interpretata qualche anno dopo dagli Hollywood Flames, e sul retro la piu' ritmata, trascinante "Hey, Doll Baby", scritta da Titus Turner. Formati nel 1946 a Washington D.C., i Clovers sono stati uno dei gruppi piu' importanti e dotati del doo wop e dell'epoca del primo r'n'b; fra le primissime band del genere, se non la prima, a firmare per la Atlantic (1951), ottennero numerose hits con quella label nel corso degli anni '50 e contribuirono fortemente a plasmare la nuova musica popolare afroamericana, grazie anche alla guida del produttore e paroliere Jesse Stone (aka Charles Calhoun) e dell'intelligente discografico Ahmet Ertegun, sebbene sul lungo periodo la loro importanza sia stata spesso messa in secondo piano rispetto a quella dei Difters. Il gruppo attraverso', come spesso accade per questi complessi vocali degli anni '50 e '60, diversi cambiamenti nell'organico; il loro brano piu' celebre rimane forse ''Love potion no. 9'', il loro piu' grande hit, giunto al 23esimo posto nella classifica generale americana.
Euro
10,00
codice 300112
scheda
Clovers Love bug (uk version of dance party)
Lp [edizione] originale  mono  uk  1959  atlantic 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent soul funky disco
La prima rara stampa inglese del 1969, in mono, con titolo "Lovebug", prima uscita inglese per l' album che era gia' uscito in Usa dieci anni prima con il titolo di "Dance party", copertina laminata sul fronte e liscia sul retro, etichetta Atlantic "plum red", rossa in alto e porpora in basso, nella primissima variazione con la scritta "UNDER LICENCE FROM ATLANTIC RECORDING CORPN., U.S.A" in alto sopra la linea bianca centrale, catalogo 587 162. Originariamente pubblicato nel 1959 solo negli USA dalla Atlantic, "Dance party" fu il secondo album del gruppo ad uscire per la label dei fratelli Ertegun, dopo "The clovers" (1956), e dopo l'effettivo secondo lp della loro discografia, "In clover" (uscito nel 1958 su Poplar). In effetti, "Dance party" uscì quando i Clover avevano già lasciato la Atlantic, ed è composto essenzialmente da singoli e B-sides usciti negli anni precedenti; cionondimeno, il delizioso r'n'b melodico che il gruppo era capace di esprimere con le proprie splendide voci, e con qualche leggero tocco doo wop, è anche qui ottimamente esemplificato, grazie a brani come "Love bug", "If I could be loved by you", "Down in the alley" e "I, I, I love you". Formati nel 1946 a Washington D.C., i Clovers sono stati uno dei gruppi piu' importanti e dotati del doo wop e dell'epoca del primo r'n'b; fra le primissime band del genere, se non la prima, a firmare per la Atlantic (1951), ottennero numerose hits con quella label nel corso degli anni '50 e contribuirono fortemente a plasmare la nuova musica popolare afroamericana, grazie anche alla guida del produttore e paroliere Jesse Stone (aka Charles Calhoun) e dell'intelligente discografico Ahmet Ertegun, sebbene sul lungo periodo la loro importanza sia stata spesso messa in secondo piano rispetto a quella dei Difters. Il gruppo attraverso', come spesso accade per questi complessi vocali degli anni '50 e '60, diversi cambiamenti nell'organico; il loro brano piu' celebre rimane forse ''Love potion no. 9'', il loro piu' grande hit, giunto al 23esimo posto nella classifica generale americana.
Euro
50,00
codice 333521
scheda
Cochran eddie 16 Greatest hits
Lp [edizione] originale  stereo  ger  1956  companion 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good blues rnr coun
prima stampa tedesca, copertina (con giusto lievi segni di invecchiamento) con barcode, con indicazione ''original versions'' sul fronte in basso, label bianca con scritte rosse, logo Companion rosso in alto, MCPS a sinistra, scritta ''made in west-germany'' in basso, catalogo 6187271. Pubblicata negli anni '80 dalla Companion in Europa, questa raccolta contiene sedici classici brani del grandissimo e sfortunato interprete rockabilly, risalenti alla seconda meta' degli anni '50, e rappresenta una buona panoramica per chi volesse addentrarsi nella discografia di Cochran; non mancano ovviamente gli immortali hits ''Summertime blues'' e ''C'mon everybody''! Questa la scaletta: ''C'mon everybody'', ''Summertime blues'', ''Three steps to heaven'', ''Jeanie, jeanie, jeanie'', ''Twenty flight rock'', ''Hallelujah, I love her so'', ''Cut across shorty'', ''Drive in show'', ''Sittin' in the balcony'', ''Weekend'', ''Something else'', ''Skinny jim'', ''Completely sweet'', ''Teenage heaven'', ''Pretty girl'', ''Boll weevil song''. Eddie Cochran e' stato uno dei principali interpreti del rockabilly insieme a Buddy Holly, Ricky Nelson e Gene Vincent. La sua relativamente minore popolarita' e dovuta alla morte avvenuta in giovanissima eta' in un incidente d'auto durante il tour Inglese del 1960; la sua musica fu la perfetta colonna sonora della vita dei teenagers americani, e narrava delle loro feste, della loro musica, e soprattutto della ribellione giovanile degli anni '50. La sua carriera inizia nel 1955 quando incide con i Cochran Brothers, la svolta arriva pero' nel 1956, quando Cochran viene scritturato da Boris Petroff per il film ''The Girl Can't Help It'', nel quale interpreta "Twenty-Flight Rock". Il primo Top 20 hit arriva nel 1957 con "Sittin' in the Balcony", seguito da "Summertime Blues", considerato l'inno della sua generazione, brano che conta innumerevoli cover, celeberrime quelle dei Blue Cheer e degli Who, poi e' la volta di "C'mon Everybody". La sua carriera finira' pero' nel 1960, quando insieme a Sharon Sheeley ed a Gene Vincent avra' un incidente che per lui si rivelera' mortale uccidendolo all'eta' di ventun'anni. Rimane oggi una delle leggende assolute del rock and roll americano ed i suoi brani sono forse piu' conosciuti oggi che all'epoca della loro realizzazione; curiosamente il suo culto e' molto piu' forte in Inghilterra, dove la sua leggenda e' immensa e dove moltissimi gruppi hanno dichiarato di ispirarsi alla sua musica, che negli States dove invece la sua figura e' rimasta appannaggio di pochi eletti.
Euro
12,00
codice 249645
scheda
Cochran eddie Singin' to my baby (+2 tracks)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1957  waxtime 
blues rnr coun
Ristampa in vinile 180 grammi e corredata di codice per il download digitale, copertina pressocche' identica alla prima rarissima tiratura del 1957, ma due tracce in piu' presenti, aggiunte per l' occasione: "POcket Full of Hearts" e "Don't Ever Let Me Go" (quest' ultima registrata nel luglio del 1958). Pubblicato in Usa nel maggio del 1957 prima di ''Eddie Cochran'', non entrato nelle classifiche Usa ne' in quelle Uk. Il primo album. Eddie Cochran e' stato uno dei principali interpreti del rockabilly insieme a Buddy Holly, Ricky Nelson e Gene Vincent. La sua relativamente minore popolarita' e dovuta alla morte avvenuta in giovanissima eta' in un incidente d'auto durante il tour Inglese del 1960, la sua musica fu la perfetta colonna sonora della vita dei teenagers Americani, e narrava delle loro feste, della loro musica, e soprattutto della ribellione giovanile degli anni '50. La sua carriera inizia nel 1955 quando incide con i Cochran Brothers, la svolta arriva pero' nel 1956, quando Cochran viene scritturato da Boris Petroff per il film ''The Girl Can't Help It'', nel quale interpreta "Twenty-Flight Rock". Il primo Top 20 hit arriva nel 1957 con "Sittin' in the Balcony", seguito da "Summertime Blues", considerato l'inno generazionale della sua generazione, brano che conta innumerevoli covers, celeberrime quelle dei Blue Cheer, e degli Who, poi e' la volta di "C'mon Everybod". La sua carriera finira' pero' nel 1960, quando insieme a Sharon Sheeley ed a Gene Vincent avra' un incidente che per lui si rivelera' mortale uccidendolo all'eta' di 21 anni. Rimane oggi una delle leggende assolute del Rock And Roll Americano ed i suoi brani sono forse piu' conosciuti oggi che all'epoca della loro realizzazione, curiosamente il suo culto e' molto piu' forte in Inghilterra, dove la sua leggenda e' immensa e dove moltissimi gruppi hanno dichiarato di ispirarsi alla sua unica, che negli States dove invece la sua figura e' rimasta appannaggio di pochi eletti.
Euro
19,00
codice 2095760
scheda
Cochran eddie sittin' in the balcony/dark...
78 [edizione] originale  mono  usa  1957  liberty 
  [vinile]  Excellent blues rnr coun
rara ma rara prima stampa originale usa, etichetta verde petrolio con scritte argento e scritta "Lyberty"argento in alto con sopra la statua della libert… che spunta dalla scritta ed in basso il logo della liberty, numero di catalogo 55056, del primo singolo inciso per la Lyberty dal grande chitarrista. "Sittin' in the balcony" fu per Cochran il primo grande successo (Top 40 di Billboard). Nato in Oklahoma ma presto trasferitosi in Minnesota ed in seguito ad East Los Angeles. Influenzato dal country, country boogie, R&B e jazz, in seguito all' incontro con Elvis Presley, si dedica al Rock 'n' Roll. Uno dei primi musicisti ad utilizzare la tecnica dell' overdubbing. Dopo la prematura scomparsa nel '59 del grande amico Buddy Holly, trasurer… la routine dei tours e si dedicher… maggiormente all' attivit… di musicista sperimentatore e produttore—, apparendo sempre con un' altra serie di pseudonimi. Nel '60 suona insieme all' amico Gene Vincent a Londra. Le tracce del suo pioneristico lavoro alla chitarra sono presenti in tutto il rock, soprattutto quello inglese.
Euro
250,00
codice 300865
scheda
Cole nat king After midnight (+ 2 tracks - colored vinyl)
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1956  waxtime in color 
jazz
ristampa in vinile da 180 grammi, edizione limitata in vinile colorato, copertina pressoche' identica alla prima rara tiratura sul fronte, con note e foto supplementari sul retro, e con l' aggiunta di due brani (''I was a little too lonely'' e ''Candy'', tratti dalle stesse sessions dell' album). Lo storico album, originariamente pubblicato dalla Capitol nel 1956 negli USA, registrato a Hollywood nell'agosto e nel settembre del 1956. ''After midnight'' vide il ritorno di Cole al jazz, dopo la svolta ''pop'' precedente ed e' considerato il suo ultimo disco jazz; il leader canta e suona il piano nei diciotto brani qui presenti, usando la tastiera sia come accompagnamento che come strumento solista attraverso ballate a base di bop melodico e jazz vocale. Questa la scaletta originaria dell' album: ''Just you, just me'', ''Sweet Lorraine'', ''Sometimes I'm happy'', ''Caravan'', ''It's only a paper moon'', ''You're looking at me'', ''The lonely one'', ''Don't let it go to your head'', ''I know that you know'', ''Blame it on my youth'', ''When I grow to old to dream'', ''Route 66''. Originario di Montgomery, Alabama, il grande pianista e cantante Nat King Cole (1919-1965) ha avuto una carriera lunga e soggetta a controversie, in gran parte dovute alla sua svolta stilistica fra la fine degli anni '40 e l'inizio del decennio successivo. Dotato di una voce morbida e solare, che ben si adattava alle ballate, Cole inizio' giovanissimo a suonare in gruppi jazz, nella seconda meta' degli anni '30, aprendo la strada all'avvento delle piccole formazioni jazz (che avverra' negli anni '40, in particolare con il be bop) durante il tramonto dell'era swing, in particolare con il Nat King Cole Trio. Gli anni '40 lo vedono proseguire sulla via del jazz, anche con notevoli successi; nel 1951 il Trio si scioglie e Cole prosegue come solista, indirizzandosi verso il pop con ballate ed accompagnamenti orchestrali; i suo fan dei tempi del jazz non apprezzano la svolta, ma Cole cattura un largo seguito fra il pubblico pop dell'epoca. Scompare nel 1965 per un male incurabile.
Euro
17,00
codice 3027397
scheda
Cole nat king Unforgettable – songs by nat king cole
Lp [edizione] ristampa  stereo  eu  1952  capitol / universal / back to black 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent jazz
bella ristampa del 2017 in vinile 180 grammi, copertina laminata fronte e retro, pressoche' identica alla prima rara tiratura su Capitol in formato 12'' del 1954, a sua volta successiva alla originaria versione in formato 10" del 1952, rispetto alla quale, come questa, aveva quattro brani in piu', etichetta Capitol blu/verde ed argento, catalogo 00602557166156. Pubblicato nel 1952 dalla Capitol in formato 10'' e poi nel 1954 in versione 12'', questo storico album e' considerato uno dei massimi vertici della discografia del primo Cole, che qui da' una grande prova come interprete di romantiche ballate pop, fra le quali ne troviamo alcune delle sue piu' famose, come ''Portrait of jenny'', ''Mona lisa'' e ''(I love you) For sentimental reasons''. Questa la scaletta: ''Unforgettable'', ''Portrait of jenny'', ''What'll I do'', ''Lost april'', ''Answer me, my love'', ''Hajji baba'', ''Too young'', ''Mona lisa'', ''(I love you) For sentimental reasons'', ''Red sails in the sunset'', ''Pretend'', ''Make her mine''. Originario di Montgomery, Alabama, il grande pianista e cantante Nat King Cole (1919-1965) ha avuto una carriera lunga e soggetta a controversie, in gran parte dovute alla sua svolta stilistica fra la fine degli anni '40 e l'inizio del decennio successivo. Dotato di una voce morbida e solare, che ben si adattava alle ballate, Cole inizio' giovanissimo a suonare in gruppi jazz, nella seconda meta' degli anni '30, aprendo la strada all'avvento delle piccole formazioni jazz (che avverra' negli anni '40, in particolare con il be bop) durante il tramonto dell'era swing, in particolare con il Nat King Cole Trio. Gli anni '40 lo vedono proseguire sulla via del jazz, anche con notevoli successi; nel 1951 il Trio si scioglie e Cole prosegue come solista, indirizzandosi verso il pop con ballate ed accompagnamenti orchestrali; i suo fan dei tempi del jazz non apprezzano la svolta, ma Cole cattura un largo seguito fra il pubblico pop dell'epoca. Scompare nel 1965 per un male incurabile.
Euro
24,00
codice 251544
scheda
Coleman ornette Something else!!!!
Lp [edizione] ristampa  stereo  eu  1958  contemporary / de agostini 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent jazz
ristampa in vinile 180 grammi, originariamente allegata alla pubblicazione "Jazz 33 Giri" del 2011 distribuita nel circuito delle edicole, copertina (con adesivo Siae metallizzato sul retro) senza barcode che riprende non la versione originaria del disco, ma quella di gran parte delle riedizioni pubblicate dagli anni '60 in poi, con medesima impostazione grafica ma Coleman non seduto ma intento a suonare il suo sax, etichetta Contemporary gialla e nera, del celeberrimo album originariamente pubblicato nel 1958 dalla Contemporary, inciso a Los Angeles in tre sessioni, il 10 ed il 22 febbraio ed il 24 marzo del 1958, con formazione composta da Ornette Coleman (sax alto), Don Cherry (cornetta), Walter Norris (pianoforte), Don Payne (contrabbasso) e Billy Higgins (batteria). Il primo album come band leader di Ornette Coleman deve aver spiazzato piu' di un appassionato di jazz all'epoca della sua uscita; siamo ancora lontani dalle esplosioni del free del decennio successivo, ma gia' qui il sassofonista texano comincia ad esplorare inusuali soluzioni nell'ambito del bop, ora dentro ora fuori da un contesto melodico tradizionale in questo disco, e che progressivamente lo porteranno negli anni successivi ad essere uno degli originatori della ''new thing''. Questi i brani presenti: ''Invisible'', ''The blessing'', ''Jayne'', ''Chippie'', ''The disguise'', ''Angel voice'', ''Alpha'', ''When will the blues leave?'', ''The sphinx''. Il texano Ornette Coleman e' uno dei piu' importanti sperimentatori della storia del jazz. Dopo aver suonato a Los Angeles nel corso degli anni '50, in un ambiente che trovava difficolta' ad accettare il suo originale stile, Coleman si reco' a New York alla fine del decennio e comincio' ad incidere dischi che fecero la storia del free jazz, corrente musicale di cui Coleman e' uno dei padri nonche' uno dei principali interpreti. Nel corso degli anni Coleman continua a sperimentare nuove idee e contaminazioni musicali, ed e' ormai considerato uno dei decani del jazz alla fine del '900.
Euro
14,00
codice 240966
scheda
Collins shirley Bonny cuckoo (lost 1957 recordings)
7" ep [edizione] nuovo  stereo  uk  1957  fledg'ling 
rock 60-70
Copertina in cartoncino laminato sul fronte e liscio sul retro, flipback su due lati sul retro, inner sleeve in carta con foto, label bianca con foro centrale piccolo, scritte blu e nere, catalogo WING1003. Pubblicato nel 2015 dalla Fledg'ling Records, in occasione dell'ottantesimo compleanno di Shirley Collins, questo ep offre quattro splendide registrazioni finora rimaste inedite, rese disponibili dalla collezione di David Tibet (Current 93), della grandissima cantante. Si tratta di alcune fra le primissime incisioni di Shirley Collins (voce e banjo), effettuate il 20 ottobre del 1957 a Londra da Alan Lomax. Puro folk acustico britannico, con i brani ''Bonny cuckoo'' e ''Bonny labouring boy'' presentati in versioni a cappella su di una facciata e con accompagnamento di banjo sull'altra.
Euro
15,00
codice 2104367
scheda
Coltrane john Alternate takes (1959-60 recordings)
Lp [edizione] ristampa  stereo  usa  1959  atlantic 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent jazz
ristampa americana del 2000, limitata, in vinile 180 grammi e rimasterizzata, copertina lucida e senza barcode, pressoche' identica a quella della versione originaria, label arancio e verde con banda bianca centrale, catalogo SD1668. Originariamente pubblicato postumo nel 1974 dalla Atlantic, questo album contiene versioni alternative incise per la maggior parte poco prima e durante le sessioni newyorchesi dell'album ''Giant steps" (aprile / maggio 1959), uscito poi nel 1960, più un brano, "Body and soul", inciso durante le sessioni che fruttarono la versione del brano poi inserita nell'album ''Coltrane's sound" (uscito nel 1964 ma registrato nell'ottobre del 1960). Un complemento alle sessioni di un periodo di grande importanza per la carriera di Trane, che si stava distaccando sempre più dallo hard bop per sperimentare con nuove soluzioni che lo avrebbero condotto ai visionari capolavori dei primi anni '60. I brani "Giant steps (take 8)", "Naima (take 3)" e "Like sonny (take 7)" furono incisi il primo aprile del 1959 da John Coltrane (sax tenore), Cedar Walton (pianoforte), Paul Chambers (contrabbasso) e Lex Humphries (batteria); "Cousin mary (alternate take)" fu incisa il 4 maggio del 1959 da John Coltrane (sax tenore), Tommy Flanagan (pianoforte), Paul Chambers (contrabbasso) ed Art Taylor (batteria); "Countdown (alternate take)" e "Syeeda's song flute (alternate take)" furono incise dalla stessa formazione di cui sopra il 5 maggio del 1959; "I'll wait and pray (alternate take)" fu incisa il 24 novembre del 1959 da John Coltrane (sax tenore), Wynton Kelly (pianoforte), Paul Chambers (contrabbasso) e Jimmy Cobb (batteria); "Body and soul" fu incisa il 24 ottobre del 1960 da John Coltrane (sax soprano, sax tenore), McCoy Tyner (pianoforte), Steve Davis (contrabbasso) ed Elvin Jones (batteria). John Coltrane, grande sassofonista originario del North Carolina, è senza dubbio una delle figure principali della storia del jazz; dopo aver suonato negli anni '50 con Miles Davis e Thelonius Monk, durante i quali partecipa a dischi epocali come "Kind of blue" (1959) e realizza le sue prime importanti opere come band leader, Coltrane prosegue la sua straordinaria carriera negli anni '60, con un jazz votato alla ricerca di nuove possibilità che attraversa il free ed è pervaso da una forte spiritualità, realizzando dischi epocali come "A love supreme" ed "Ascension". Purtroppo un male incurabile lo uccide a soli 40 anni, nel 1967.
Euro
23,00
codice 331218
scheda
Coltrane john blue train
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1957  blue note / universal 
jazz
Ristampa in vinile 180 grammi, copertina pressoche' identica alla prima tiratura del 1957. Pubblicato dalla Blue Note nel 1957, inciso al Rudy Van Gelder Studio di Hackensack, New Jersey, il 15 settembre del 1957 con formazione a sei composta da John Coltrane (sax tenore), Lee Morgan (tromba), Curtis Fuller (trombone), Kenny Drew (pianoforte), Paul Chambers (contrabbasso) e "Philly" Joe Jones (batteria). "Blue train" e' considerato uno dei capolavori del grande sassofonista originario del North Carolina, senza dubbio una delle figure principali della storia del jazz; dopo aver suonato negli anni '50 con Miles Davis e Thelonius Monk, durante i quali partecipa a dischi epocali come "Kind of blue" (1959) e realizza le sue prime importanti opere come band leader, Coltrane prosegue la sua straordinaria carriera negli anni '60, con un jazz votato alla ricerca di nuove possibilita' che attraversa il free ed pervaso da una forte spiritualita', realizzando dischi epocali come "A love supreme" ed "Ascension". Purtroppo un male incurabile lo uccide a soli 40 anni, nel 1967. Realizzato insieme a musicisti di prim'ordine, fra cui Chambers e Jones, gia' con Miles Davis in quegli anni, "Blue train" e' considerato uno dei dischi piu' belli e significativi del jazz e dell'hard bop in particolare, con il sassofonista impegnato nella sua ricerca musicale che lo porta a suonare lunghi ed innovativi assoli, qui accompagnati dalla tromba di Lee Morgan e dal trombone di Curtis Fuller. La scaletta comprende cinque brani, la celeberrima "Blue train", "Moment's notice", "Locomotion", "I'm old fashioned" e "Lazy Bird".
Euro
29,00
codice 3028258
scheda
Coltrane john blue train
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1957  blue note / universal 
jazz
Ristampa in vinile 180 grammi, copertina pressoche' identica alla prima tiratura del 1957. Pubblicato dalla Blue Note nel 1957, inciso al Rudy Van Gelder Studio di Hackensack, New Jersey, il 15 settembre del 1957 con formazione a sei composta da John Coltrane (sax tenore), Lee Morgan (tromba), Curtis Fuller (trombone), Kenny Drew (pianoforte), Paul Chambers (contrabbasso) e "Philly" Joe Jones (batteria). "Blue train" e' considerato uno dei capolavori del grande sassofonista originario del North Carolina, senza dubbio una delle figure principali della storia del jazz; dopo aver suonato negli anni '50 con Miles Davis e Thelonius Monk, durante i quali partecipa a dischi epocali come "Kind of blue" (1959) e realizza le sue prime importanti opere come band leader, Coltrane prosegue la sua straordinaria carriera negli anni '60, con un jazz votato alla ricerca di nuove possibilita' che attraversa il free ed pervaso da una forte spiritualita', realizzando dischi epocali come "A love supreme" ed "Ascension". Purtroppo un male incurabile lo uccide a soli 40 anni, nel 1967. Realizzato insieme a musicisti di prim'ordine, fra cui Chambers e Jones, gia' con Miles Davis in quegli anni, "Blue train" e' considerato uno dei dischi piu' belli e significativi del jazz e dell'hard bop in particolare, con il sassofonista impegnato nella sua ricerca musicale che lo porta a suonare lunghi ed innovativi assoli, qui accompagnati dalla tromba di Lee Morgan e dal trombone di Curtis Fuller. La scaletta comprende cinque brani, la celeberrima "Blue train", "Moment's notice", "Locomotion", "I'm old fashioned" e "Lazy Bird".
Euro
29,00
codice 2108460
scheda
Coltrane john Coltrane (+1 track)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1957  waxtime 
jazz
ristampa limitata in vinile 180 grammi, rimasterizzata con sistema DMM (Direct MEtal Mastering), copertina pressoche' identica sul fronte a quella della prima rara tiratura, ed un brano aggiunto per l' occasione: "I Hear A Rhapsody", registrata nelle stesse sessions dell' album. Inciso al Rudy Van Gelder Studio di Hackensack, New Jersey, il 31 maggio del 1957, con formazione composta da John Coltrane (sax tenore), Johnny Splawn (tromba), Sahib Shihab (sax baritono), Mal Waldron e Red Garland (pianoforte), Paul Chambers (contrabbasso) ed Albert Heath (batteria). Il primo album di Coltrane su Prestige, ed uno dei suoi primi lavori in assoluto come band leader, questo lp lo vede cimentarsi con uno hard bop perlopiu' piuttosto classico e di ascolto agevole, forse ancora acerbo, alla luce degli sviluppi della musica di questo grande artista, ma gia' ricco di momenti di grande intensita' e di intuizioni che preludono alle esplosive escursioni degli anni successivi, con brani gia' peraltro in parte originali. Questa la scaletta: ''Bakai'', ''Violets for your furs'', ''Time was'', ''Straight street'', ''While my lady sleeps'', ''Chronic blues''. John Coltrane, grande sassofonista originario del North Carolina, e' senza dubbio una delle figure principali della storia del jazz; dopo aver suonato negli anni '50 con Miles Davis e Thelonius Monk, durante i quali partecipa a dischi epocali come "Kind of blue" (1959) e realizza le sue prime importanti opere come band leader, Coltrane prosegue la sua straordinaria carriera negli anni '60, con un jazz votato alla ricerca di nuove possibilita' che attraversa il free ed e' pervaso da una forte spiritualita', realizzando dischi epocali come "A love supreme" ed "Ascension". Purtroppo un male incurabile lo uccide a soli 40 anni, nel 1967.
Euro
18,00
codice 2105775
scheda
Coltrane john coltrane legacy
Lp [edizione] ristampa  stereo  usa  1959  atlantic 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent jazz
ristampa americana del 2000, limitata, rimasterizzata ed in vinile 180 grammi, copertina lucida senza barcode, pressoche' identica a quella della prima tiratura, etichetta Atlantic verde e rossa. Pubblicato nel 1971 dalla Atlantic, questo album postumo raccoglie incisioni rimaste fino ad allora inedite, ed effettuate fra il 1959 ed il 1961 dal John Coltrane Quartet, John Coltrane Sextet e dal Milt Jackson-John Cotrane Group. Si tratta di brani principalmente hard bop, in gran parte rilassate ballate ravvivate dall'esuberante sax di Coltrane e, nei pezzi con Milt Jackson, dal dialogo fra il suo vibrafono ed il sax di Trane. Questa la scaletta: ''26-2'' (New York, 26/10/60, John Coltrane – sax tenore, sax soprano, McCoy Tyner – pianoforte, Steve Davis – contrabbasso, Elvin Jones – batteria), ''Original untitled ballad'' (New York, 25/5/61, John Coltrane – sax soprano, sax tenore, Freddie Hubbard – tromba, Eric Dolphy – sax alto, flauto, McCoy Tyner – pianoforte, Art Davis – contrabbasso, Evin Jones – batteria), ''Untitled original'' (New York, 26/10/60, John Coltrane – sax tenore, sax soprano, McCoy Tyner – pianoforte, Steve Davis – contrabbasso, Elvin Jones – batteria), ''Centerpiece'', ''Stairway to the stars'', ''Blues legacy'' (questi ultimi tre brani, New York, 15/1/59, John Coltrane – sax tenore, Milt Jackson – vibrafono, Hank Jones – pianoforte, Paul Chambers – contrabbasso, Connie Kay – batteria). John Coltrane, grande sassofonista originario del North Carolina, e' senza dubbio una delle figure principali della storia del jazz; dopo aver suonato negli anni '50 con Miles Davis e Thelonius Monk, durante i quali partecipa a dischi epocali come "Kind of blue" (1959) e realizza le sue prime importanti opere come band leader, Coltrane prosegue la sua straordinaria carriera negli anni '60, con un jazz votato alla ricerca di nuove possibilita' che attraversa il free ed e' pervaso da una forte spiritualita', realizzando dischi epocali come "A love supreme" ed "Ascension". Purtroppo un male incurabile lo uccide a soli 40 anni, nel 1967.
Euro
23,00
codice 243161
scheda
Coltrane john soultrane (+1 track)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1958  jazz wax 
jazz
ristampa in vinile 180 grammi, rimasterizzata, arricchita della presenza di una traccia aggiunta per l' occasione, "Soft Lights and Sweet Music", registrata con la stessa formazione dell' album e nello stesso luogo, ma in data diversa (il 23 agosto 1957). Originariamente pubblicato su Prestige nel 1958. Inciso al Rudy Van Gelder Studio di Hackensack, New Jersey, il 7 febbraio del 1958, con formazione composta da John Coltrane (sax tenore), Red Garland (pianoforte), Paul Chambers (contrabbasso) ed Art Taylor (batteria). Accompagnato da Garland, gia' suo compagno nel primo grande quintetto di Miles Davis della seconda meta' degli anni '50. Coltrane si cimenta qui con un set di brani di ambito hard bop, alternando languide ballate con episodi piu' esuberanti caratterizzati dal suo stile impetuoso, quasi torrenziale. Questa la scaletta: ''Good bait'', ''I want to talk about you'', ''You say you care'', ''Theme for Ernie'', ''Russian lullaby''. John Coltrane, grande sassofonista originario del North Carolina, e' senza dubbio una delle figure principali della storia del jazz; dopo aver suonato negli anni '50 con Miles Davis e Thelonius Monk, durante i quali partecipa a dischi epocali come "Kind of blue" (1959) e realizza le sue prime importanti opere come band leader, Coltrane prosegue la sua straordinaria carriera negli anni '60, con un jazz votato alla ricerca di nuove possibilita' che attraversa il free ed pervaso da una forte spiritualita', realizzando dischi epocali come "A love supreme" ed "Ascension". Purtroppo un male incurabile lo uccide a soli 40 anni, nel 1967.
Euro
21,00
codice 2078775
scheda
Coltrane john Traneing in (+1 track) 180 r.
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1957  waxtime 
jazz
ristampa in vinile 180 grammi, contenente una traccia bonus, "Mating Call", registrata il 30 novembre del 1956 con Coltrane accompagnato da Todd Dameron al piano, John Simmons al basso e Philly Joe Jones alla batteria. Originariamente pubblicato con il titolo di ''John Coltrane and the Red Garland trio'' nel 1957, e poi ristampato nel 1964 come ''Traneing in'', inciso al Rudy Van Gelder Studio di Hackensack, New Jersey, il 23 agosto del 1957, con formazione composta da John Coltrane (sax tenore), Red Garland (pianoforte), Paul Chambers (contrabbasso) ed Art Taylor (batteria). Una delle storiche sessioni incise in compagnia del grande pianista Garland, questo lp vede Coltrane cimentarsi con un hard bop relativamente rilassato, anche se non mancano momenti dinamici con il suo sax che si fa particolarmente esuberante, ad esempio in ''Soft lights and sweet music''. Questa la scaletta: ''Traneing in'', ''Slow dance'', ''Bass blues'', ''You leave me breathless'', ''Soft lights and sweet music''. John Coltrane, grande sassofonista originario del North Carolina, e' senza dubbio una delle figure principali della storia del jazz; dopo aver suonato negli anni '50 con Miles Davis e Thelonius Monk, durante i quali partecipa a dischi epocali come "Kind of blue" (1959) e realizza le sue prime importanti opere come band leader, Coltrane prosegue la sua straordinaria carriera negli anni '60, con un jazz votato alla ricerca di nuove possibilita' che attraversa il free ed e' pervaso da una forte spiritualita', realizzando dischi epocali come "A love supreme" ed "Ascension". Purtroppo un male incurabile lo uccide a soli 40 anni, nel 1967.
Euro
20,00
codice 3800783
scheda
Coltrane john Wells fargo
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1958  dol 
jazz
Raccolta contentente contenente otto brani, frutto della collaborazione fra John Coltrane ed il trombettista e flicornista Wilbur Harden, tratti da vari album, alcuni dei quali a nome Coltrane/Harden, altri a nome di Harden o di Harden/Flanagan. La maggior parte dei brani venne incisa il 13 marzo del 1958 al Rudy Van Gelder Studio di Hackensack, New Jersey, con formazione composta da John Coltrane (sax tenore), Wilbur Harden (flicorno), Tommy Flanagan (pianoforte), Doug Watkins (contrabbasso) e Louis Hayes (batteria), mentre gli ultimi due in scaletta vennero registrati nella stessa locazione il 13 maggio del 1958 con formazione composta da John Coltrane (sax tenore), Wilbur Harden (flicorno, tromba), Curtis Fuller (trombone), Howard Williams (pianoforte), Ali Jackson (contrabbasso) e Arthur Taylor (batteria). Si tratta di composizioni di hard bop caratterizzate dal contrasto fra il posato stile di Harden e quello piu' esuberante di Coltrane. Questa la scaletta: ''Wells fargo'', ''E.F.F.P.H.'', ''Rhodamagnetics'', ''Count down'', ''West 42 street'', ''Snuffy'', ''Anedac'', ''B.J.''. John Coltrane, grande sassofonista originario del North Carolina, e' senza dubbio una delle figure principali della storia del jazz; dopo aver suonato negli anni '50 con Miles Davis e Thelonius Monk, durante i quali partecipa a dischi epocali come "Kind of blue" (1959) e realizza le sue prime importanti opere come band leader, Coltrane prosegue la sua straordinaria carriera negli anni '60, con un jazz votato alla ricerca di nuove possibilita' che attraversa il free ed e' pervaso da una forte spiritualita', realizzando dischi epocali come "A love supreme" ed "Ascension". Purtroppo un male incurabile lo uccide a soli 40 anni, nel 1967.
Euro
15,00
codice 2053314
scheda
Coltrane john / paul quinichette Cattin' with (ltd. 180 gr.)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1957  waxtime 
jazz
Edizione limitata in vinile da 180 grammi. Ristampa del 2016 ad opera della WaxTime, rimasterizzata per l'occasione e pressoché identica alla assai rara prima tiratura, ma con una bonus track, "Tea for two" (incisa nelle stesse sessioni dell'album, e qui posta alla fine della seconda facciata). Originariamente pubblicato nel 1958 dalla Prestige negli USA, inciso al Rudy Van Gelder Studio di Hackensack, New Jersey, il 17 maggio del 1957, da John Coltrane (sax tenore), Paul Quinichette (sax tenore), Mal Waldron (pianoforte), Julian Euell (contrabbasso) ed Ed Thigpen (batteria), questo album si caratterizza per la collaborazione fra i due grandi sassofonisti, presenti entrambi in quattro dei cinque brani in scaletta, che evidenzia l'interazione fra due differenti approcci al sassofono: già torrenziale quello di Coltrane, seppure ancora legato qui allo hard bop, più riflessivo e calmo quello di Quinichette, i due fanno qui alcuni memorabili scambi, complici anche le ottime composizioni firmate da Waldron, tre dei cinque originari brani. Questa la scaletta: "Cattin'", "Sunday", "Exactly like you", "Anatomy", "Vodka". John Coltrane, grande sassofonista originario del North Carolina, è senza dubbio una delle figure principali della storia del jazz; dopo aver suonato negli anni '50 con Miles Davis e Thelonius Monk, durante i quali partecipa a dischi epocali come "Kind of blue" (1959) e realizza le sue prime importanti opere come band leader, Coltrane prosegue la sua straordinaria carriera negli anni '60, con un jazz votato alla ricerca di nuove possibilità che attraversa il free ed è pervaso da una forte spiritualità, realizzando dischi epocali come "A love supreme" ed "Ascension". Purtroppo un male incurabile lo uccide a soli 40 anni, nel 1967.
Euro
22,00
codice 3514081
scheda
Cooke sam Encore
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1958  abkco / keen 
soul funky disco
Ristampa del 2020, copertina pressoche' identica alla prima rara tiratura. Originariamente pubblicato dalla Keen nel 1958, ''Encore'' e' il secondo album di Sam Cooke, uscito dopo il primo eponimo album dello stesso anno e prima di ''Tribute to the lady'' (1959). Dodici brani per questo eclettico album del grande cantante americano, che si fa apprezzare attraverso canzoni in cui si incrociano pop, soul, arrangiamenti orchestrali ed echi gospel. Questa la scaletta dei brani: ''Oh, look at me now'', ''Someday'', ''Along the navaho trail'', ''Running wild'', ''Accentuate the positive'', ''Mary, Mary Lou'', ''When I fall in love'', ''I cover the waterfront'', ''My foolish heart'', ''Today I sing the blues'', ''The gypsy'', ''It's the talk of the town''. Sam Cooke (1931-1964) fu ed e' ancora oggi uno dei piu' grandi cantanti di tutti i tempi, un uomo per cui il termine ''groove'' era un sottinteso fin dalla nascita, dopo la quale non ce ne fu piu' per nessuno; ancora bambino debutta a Chicago verso la meta' degli anni '30 con i fratelli in ambito gospel. Nel '50 il grande Robert H. Harris abbandona gli Stirrers e Sam lo sostituisce: la sua leadership trascina il gruppo ai confini tra sacro e profano. In seguito Art Rupe, proprietario della Specialty, si rifiuta di pubblicare "You send me" che, ceduta alla Keen, diviene una grande hit nel '57. Autore di alcuni dei capolavori assoluti del soul, la sua fama e' tale che persino al celeberrimo ''Tropical motel'' di Houston, Texas, e' possibile, ma solo in rare occasioni, vedere una copia dei suoi album orgogliosamente esposta a qualche finestra dei piani bassi, segno che chi occupa la stanza e', oltre che dotato di gusto inimitabile, personaggio di riguardo e degno di rispetto.
Euro
27,00
codice 3027698
scheda
Cooke sam Sam cooke
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1958  keen / abkco 
soul funky disco
Ristampa del 2020, copertina pressoche' identica alla prima rara tiratrura del 1958. Originariamente pubblicato dalla Keen, questo e' il primo raro e leggendario album di Sam Cooke. Tredici trascinanti brani di soul, fra cui la storica ''You send me'', in cui risplende la voce solare ed elegante, ma al tempo stesso sensuale del grande cantante, accompagnato da cori femminili e dall'orchestra condotta da ''Bumps'' Blackwell. Sam Cooke (1931-1964) fu ed e' ancora oggi uno dei piu' grandi cantanti di tutti i tempi, un uomo per cui il termine ''groove'' era un sottinteso fin dalla nascita, dopo la quale non ce ne fu piu' per nessuno; ancora bambino debutta a Chicago verso la meta' degli anni '30 con i fratelli in ambito gospel. Nel '50 il grande Robert H. Harris abbandona gli Stirrers e Sam lo sostituisce: la sua leadership trascina il gruppo ai confini tra sacro e profano. In seguito Art Rupe, proprietario della Specialty, si rifiuta di pubblicare "You send me" che, ceduta alla Keen, diviene una grande hit nel '57. Autore di alcuni dei capolavori assoluti del soul, la sua fama e' tale che persino al celeberrimo ''Tropical motel'' di Houston, Texas, e' possibile, ma solo in rare occasioni, vedere una copia dei suoi album orgogliosamente esposta a qualche finestra dei piani bassi, segno che chi occupa la stanza e', oltre che dotato di gusto inimitabile, personaggio di riguardo e degno di rispetto.
Euro
27,00
codice 2107688
scheda

Page: 6 of 22


Pag.: oggetti: