Hai cercato:  prezzo min 100 --- Titoli trovati: : 434
 
Pag.: oggetti:
 
ordina per
aiuto su ricerche
Pag.: oggetti:
Cream Disraeli gears (first version: windfall / apple credits)
Lp [edizione] originale  mono  uk  1967  reaction 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  excellent rock 60-70
Prima molto rara stampa inglese in Mono, nella piu' rara versione esistente che presenta le seguenti caratteristiche: l' etichetta blu con scritte e logo argento in alto e' liscia con i crediti su sul lato A del brano 3 a "Windfall Music" e non "Immediate Music", mentre sul lato B i crediti sul brano 4 sono a "Apple Publishing" e non "Copyright Control'' , trail off matrix "A1" e "B1"; con la copertina pressata da "Ernest J. Day" che presenta anche la indicazione ''Patent Pending ''; la stessa copertina e' laminata fronte retro senza quadratino bianco sul retro, con la scritta Reaction sul logo nell' angolo in basso a sinistra in bianco (e non in nero) anche le scritte sul retro a destra dell' occhio sono in bianco e non in nero. Pubblicato in Inghilterra nel Novembre del 1967 dopo ''Fresh Cream'' e prima di ''Wheels of Fire'', giunto al quinto posto delle classifiche inglesi ed al quarto di quelle USA. Il secondo album. Dopo aver inventato l'hard rock nel 1966, prima di Hendrix e di chiunque altro, i Cream nel 1967 lo dipinsero di psychedelia, componendo questo indiscutibile capolavoro, un indimenticabile tempesta sonora tra rock blues, hard e psychedelia, in cui Jack Bruce, Ginger Baker ed Eric Clapton portano a limiti mai prima nemmeno intravisti la fusione tra jazz, blues, e psychedelia, il tutto interpretato con una furia, una perizia tecnica ma soprattutto una classe ed una urgenza artistica con pochi paragoni. Disraeli Gears, all'epoca della sua uscita, ebbe un riscontro artistico enorme, ed introdusse gli ascoltatori passo dopo passo verso l'alchimia del blues cosmico del futuro Wheels of Fire. Disraeli Gears e' carico di invenzioni e di effetti, mai banale, avanguardistico, carico di distorsioni e percussioni, il disco e' un caleidoscopio di stili musicali e tessiture in cui i colori si fondono alle trame, ognuno degli 11 brani del disco e' di qualita' assolutamente superlativa, ma "Sunshine of Your Love" e "Tales of Brave Ulysses" sono da inserirsi di diritto nella lista dei piu' grandi brani di sempre. Disraeli Gears e' uno dei dischi definitivi della scena dei '60 del British rock ed un lavoro che merita a tutti gli effetti l'inclusione tra i massimi vertici artistico-musicali di sempre. 10 e lode.
Euro
350,00
codice 236076
scheda
Creation best of the creation
Lp [edizione] originale  stereo  ger  1968  pop 
  [vinile]  Very good  [copertina]  Very good rock 60-70
prima davvero rarissima ed oramai introvabile stampa tedesca (il disco NON fu pubblicato all' epoca in Inghilterra ma solo in Germania, Danimarca e Svezia), copia con lievi segni di invecchiamento su copertina e vinile, copertina laminata sul fronte, con pubblicita' di altri sei albums sul retro su sfondo arancio, etichetta rosa con scritte nere e bianche e con logo ''Pop Schallplatten'' in bianco in alto e data ''1968'' alla sinistra del foro centrale, catalogo ZS10168. Uscito originariamente non in Inghilterra ma solo in Germania, Danimarca e Svezia, il secondo ed ultimo album dei Creation, uno dei massimi capolavori del freak beat inglese, contiene i seguenti brani: Bonney Moroney, Uncle Bert, Tom Tom, Life Is Just Beginning, Cool Jerk, How Does It Feel To Feel, Mercy Mercy Mercy, The Girls Are Naked, Painterman, For All That I Am, Making Time, Midway Down. Gli inglesi Creation si formarono nel 1966 sulle ceneri dei Mark Four, autori di alcuni singoli nel corso del biennio precedente; sebbene autori di una manciata di singoli e di due albums usciti in Germania nel 1967 e 1978, hanno lasciato una traccia indelebile nella storia del rock, in particolare per lo stile innovativo ed estremo del chitarrista Eddie Phillips, i cui assoli sconfinavano nel feedback e preannunciavano il noise. Phillips fu anche uno dei primi, se non il primo, ad usare l'archetto del violino sulle corde della sua chitarra, producendo nuovi suoni ed anticipando Jimmy Page, che rendera' celebre questa soluzione anni dopo con i Led Zeppelin. Il gruppo, che non ebbe mai grande successo in Gran Bretagna, si sciolse nel 1968, dopo una breve carriera segnata da frequenti cambiamenti nell'organico. Il nome del gruppo ispirera' decenni dopo Alan McGhee, fondatore della celebre label indipendente Creation, nonche' membro dei Biff Bang Pow negli anni '80.
Euro
190,00
codice 51415
scheda
Creation best of the creation
Lp [edizione] originale  stereo  ger  1968  pop 
  [vinile]  excellent  [copertina]  excellent rock 60-70
prima davvero rarissima ed oramai introvabile stampa tedesca (il disco NON fu pubblicato all' epoca in Inghilterra ma solo in Germania, Danimarca e Svezia), copertina laminata sul fronte, con pubblicita' di altri sei albums sul retro su sfondo arancio, etichetta rosa con scritte nere e bianche e con logo ''Pop Schallplatten'' in bianco in alto e data ''1968'' alla sinistra del foro centrale. Il secondo ed ultimo album dei Creation, uno dei massimi capolavori del freak beat inglese, contiene i seguenti brani: Bonney Moroney, Uncle Bert, Tom Tom, Life Is Just Beginning, Cool Jerk, How Does It Feel To Feel, Mercy Mercy Mercy, The Girls Are Naked, Painterman, For All That I Am, Making Time, Midway Down. Gli inglesi Creation si formarono nel 1966 sulle ceneri dei Mark Four, autori di alcuni singoli nel corso del biennio precedente; sebbene autori di una manciata di singoli e di due albums usciti in Germania nel 1967 e 1978, hanno lasciato una traccia indelebile nella storia del rock, in particolare per lo stile innovativo ed estremo del chitarrista Eddie Phillips, i cui assoli sconfinavano nel feedback e preannunciavano il noise. Phillips fu anche uno dei primi, se non il primo, ad usare l'archetto del violino sulle corde della sua chitarra, producendo nuovi suoni ed anticipando Jimmy Page, che rendera' celebre questa soluzione anni dopo con i Led Zeppelin. Il gruppo, che non ebbe mai grande successo in Gran Bretagna, si sciolse nel 1968, dopo una breve carriera segnata da frequenti cambiamenti nell'organico. Il nome del gruppo ispirera' decenni dopo Alan McGhee, fondatore della celebre label indipendente Creation, nonche' membro dei Biff Bang Pow negli anni '80.
Euro
375,00
codice 110497
scheda
Crickets (buddy holly) the chirping crickets
lp [edizione] originale  mono  usa  1957  brunswick 
  [vinile]  Very good  [copertina]  Excellent blues rnr coun
stupefacentemente rara prima stampa americana, copertina cartonata nella prima versione in rilievo "textured" sul fronte, etichetta nera ed argento, catalogo BL54038; la copia, complessivamente molto bella, presenta lievi segni di invecchiamento sul disco, davvero molto lievi segni di invecchiamento sulla copertina, ed an' abrasione di circa 4x2 cm sull' atichetta del lato A. Pubblicato in Usa dalla Brunswick nel novembre del 1957 ed in Inghilterra nel marzo del 1958, il primo storico album. Si tratta del primo ed unico lavoro di Buddy Holly con la sua band, i Crickets, uno degli albums piu' importanti di tutti i tempi, influenza a dir poco fondamentale per innumerevoli artisti e gruppi anche e soprattutto negli anni '60, iniziatore di una vera e propria scuola musicale che ha avuto come massimi rappresentanti i Beatles ed i Beach Boys, in contrapposizione ad un approccio piu' nero e blues che da Chuck Berry trovera' i suoi discepoli nei Rolling Stones e negli Animals. Uno stile ancora vivo e palpitante di una irrefrenabile carica energetica e di modernita', assolutamente incredibile oggi come oltre 50 anni fa. Uno dei punti fermi assoluti della musica rock, con brani divenuti dei classici quali ''Not fade away'', ''Maybe baby'', ''That'll be the day'', ''Rock me my baby''.
Euro
680,00
codice 42110
scheda
LP3 [edizione] originale  stereo  ger  1969  atlantic 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Triplo album, l' originale molto rara stampa vinilica, pressata solo in Germania e mai ristampata, copertina semilucida apribile in tre, con i dischi estraibili di lato dal pannello frontale e da quello laterale, dall'alto invece dal pannello centrale, barcode 07567-80487-15, label verde ed arancio con banda bianca centrale, scritte nere, logo Atlantic multicolore in lato, logo GEMA/BIEM riquadrato a sinistra, catalogo 7567-80487-1. Pubblicata sul finire del 1991 dalla Atlantic in Europa, non uscita negli Stati Uniti, la splendida antologia dedicata a Crosby, Stills & Nash (ma contenente un buon numero di brani in cui figura anche Neil Young), contenente ben trentasei brani, dei quali quattordici sono inediti, fra i quali "You don't have to cry", il primo brano registrato dal trio, o in versione inedita, fra cui la versione integrale di circa nove minuti di durata di "Almost cut my hair". Un compendio di grande valore alla discografia del trio e talora quartetto, fra i principali protagonisti della stagione rock pre e post Woodstock, e che peraltro non si limita ai loro primi anni di attività, ma arriva a coprire anche i decenni successivi, fino all'album "Live it up", pubblicato nel 1990; la scaletta contiene inoltre una manciata di brani tratti da progetti solisti di David Crosby, Stephen Stills (compresi i Manassas) e Graham Nash. Questa la scaletta completa: Crosby, Stills, Nash & Young, "Woodstock" (mixaggio alternativo inedito, 1969); Crosby, Stills, & Nash, "Marrakesh express" (dall'eponimo primo album, 5/69), "You don't have to cry" (la prima registrazione in assoluto del trio, inedita, 12/68); Crosby, Stills, Nash & Young, "Teach your children" (da "Deja vu", 3/70); Stephen Stills, "Love the one you're with" (da "Stephen Stills", 11/70); Crosby, Stills, Nash & Young, "Almost cut my hair" (versione integrale inedita, registrata il 9/1/70); Crosby, Stills & Nash, "Wooden ships" (dall'eponimo primo album, 5/69), "Dark star" (versione live del 1982, da "Allies", 6/83); Crosby, Stills, Nash & Young, "Helpless" (da "Deja vu", 3/70); Graham Nash, "Chicago / We can change the world" (da "Songs for beginners", 5/71); Crosby, Stills & Nash, "Cathedral" (da "CSN", 6/77); Crosby, Stills, Nash & Young, "4 + 20" (mixaggio alternativo inedito effettuato da Stephen Barncard nel 1991), "Our house" (da "Deja vu", 3/70); Crosby & Nash, "To the last whale..." (da "Wind on the water", 9/75); Stephen Stills, "Change partners" (da "Stephen Stills 2", 6/71); Crosby, Stills & Nash, "Just a song before I go" (da "CSN", 6/77); Crosby, Stills, Nash & Young, "Ohio" (singolo inedito su album, 6/70); Crosby, Stills & Nash, "Wasted on the way" (da "Daylight again", 6/82), "Southern cross" (da "Daylight again", 6/82), "Suite: Judy blue eyes" (mixaggio alternativo inedito); Crosby, Stills, Nash & Young, "Carry on / Questions" (da "Deja vu", 3/70), "Horses through a rainstorm" (brano inedito, inciso il 28/12/69); Stephen Stills / Manassas, "Johnny's garden" (da "Manassas", 4/72); David Crosby, "Guinnevere" (demo inedito, registrato il 26/6/68); Crosby, Stills, Nash & Young, "Helplessly hoping" (versione inedita registrata dal vivo in studio, 15/6/69), "The lee shore" (versione inedita registrata in casa di Stephen Stills a Laurel Canyon, 28/12/69); "Taken at all" (versione inedita, registrata il 1/4/76); Crosby, Stills & Nash, "Shadow captain" (da "CSN", 6/77), "As I come of age" (versione inedita, registrata nel gennaio del 1981); David Crosby, "Drive my car" (versione inedita, registrata nel 1978); Stephen Stills & Graham Nash, "Dear mr. Fantasy" (inedito registrato in studio a Los Angeles il 17/11/80); Crosby, Stills & Nash, "In my dreams" (da "CSN", 6/77), "Yours and mine" (da "Live it up", 6/90), "Haven't we lost enough" (da "Live it up", 6/90), "After the dolphin" (da "Live it up", 6/90); Crosby, Stills, Nash & Young, "Find the cost of freedom" (versione in studio, B-side del singolo "Ohio", 6/70).
Euro
140,00
codice 335002
scheda
lp2 [edizione] originale  stereo  ger  1999  reprise 
  [vinile]  excellent  [copertina]  excellent rock 60-70
Doppio album, l' originale molto rara stampa, pressata in germania, unica in vinile di questo disco, copia distribuita in Italia con adesivo siae metallizzato sul retro, completa di inner sleeves con testi, etichette bianche con scritte nere sul primo disco, nere con scritte bianche sul secondo, catalogo 9362-47436-1. Uscito su Reprise nell' ottobre 1999 e giunto al numero 26 delle classifiche americane ed al 54 di quelle inglesi, "Looking Forward" e' il terzo album di Crosby, Stills e Nash con Neil Young, dopo "Deja Vu" del 1970 ed "American Dream" del 1988. L' album e' il frutto di un lavoro iniziato dai soli Crosby, Stills e Nash appena dopo la risoluzione del contratto con la Atlantic, a cui solo in un secondo momento si aggiunse Neil Young, inizialmente con l' idea di partecipare solo alla registrazione di alcuni brani, ma presto pienamente coinvolto nel progetto, approdato non casualmente alla sua etichetta Reprise. Il lavoro recupera, almeno in buona parte dei brani, le atmosfere piu' autentiche della musica dei quattro, lontano dagli eccessi di produzione degli anni '80, e fu comprensibilmente ben accolto da gran parte della critica, tassello assolutamente da recuperare nella lunga storia artistica di questi musicisti. Tra i vari ispirati brani dell' opera, particolarmente bella la title track, scritta da Neil Young.
Euro
180,00
codice 260827
scheda
Cure pretty baby scream
lp3 [edizione] originale  stereo  ger  1985  private press 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Triplo album, nella versione in vinile nero, l' originale molto rara stampa del live non ufficiale realizzato nella seconda meta' degli anni '80, dalla fantomatica Dead Dodo Records, copertina laminata fronte e retro, etichetta custom in bianco e nero, catalogo TCH inciso sul trail off di ogni facciata (seguito dalla lettera corrispondente alla facciata stessa). Contiene la bella registrazione integrale (ivi compresi gli otto brani dei tre bis!) del concerto, trasmesso anche radiofonicamente, eseguito presso la Alsterdorfer Sporthalle di Amburgo, Germania, il 3 dicembre del 1985, durante il tour che segui' la pubblicazione dell' album "THe Head on the Door". Come sempre la scaletta non manca di attingere al lavoro piu' recente del disco, ma anche al gloriosissimo passato dello storico gruppo, con la sopresa finale di una cover da Gary Glitter (!!!), "Do You Wanna Touch Me". Questa la scaletta completa: A1 The Baby Screams A2 Play For Today A3 Kyoto Song A4 Primary A5 The Hanging Garden B1 Cold B2 A Night Like This B3 In Between Days B4 Let's Go To Bed B5 The Walk B6 Push C1 The World In My Eyes C2 One Hundred Years C3 A Forest D1 Sinking D2 Six Different Ways D3 Close To Me D4 Charlotte Sometimes D5 Three Imaginary Boys D6 Boys Don't Cry E1 10:15 Saturday Night E2 Killing An Arab E3 Do You Wanna Touch Me.
Euro
100,00
codice 256814
scheda
D.o.a. Something better change (1st mix!)
Lp [edizione] originale  stereo  can  1980  friends 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good punk new wave
La prima stampa canadese, nella introvabile e leggendaria PRIMISSIMA VERSIONE, una delle fantomatiche prime 1000 copie caratterizzate da un missaggio diverso da ogni altro pressaggio, e riconoscibili per le seguenti caratteristiche: sul trail off delle rispettive facciate e' inciso "Who gives a Fuckin' Shit!!!" e "This is your Last Warning!!!" e soprattutto il numero di serie di seguito inciso e' "3736 RE 1 R". Il missaggio di queste prime 1000 copie non convinse del tutto la band, e cosi' ogni altra versione di questo disco e' caratterizzata da un mix dell' album alquanto diverso, la prima di queste avra' ancora il "groove message" inciso sul trail off, ma "RE 2", e progressivamente la stessa numerazione andra' avanti, presto senza piu' il "groove message"; copia completa del raro inserto apribile con foto dei componenti, copertina (ovviamente senza barcode, con moderati segni di invecchiamento, nella originaria versione con l' interno completamente nero, etichetta e' nera e bianca da un lato e bianca e nera dall' altro, catalogo FR003. Il fondamentale primo album dei D.O.A, canadesi di Vancouver attivi dal '77, solo parzialmente contenuto nel "Bloodied But Unbowed" stampato e meta' anni '80. Uscito nel settembre del 1980, e' l' ideale sunto dei primi anni di attivita' della band, la piu' influente di tutta la ricca e vitale scena punk candese, con nuove versioni di alcuni dei brani che gia' arano comparsi in rari singoli o raccolte, come "Woke Up Screaming", "Thirteen", "The Prisoner" o "World War Three", quella "Whatcha Gonna Do?" che era da poco comparsa su singolo e nuovi imperdibili classici. Il suono della band era una sintesi perfetta, ma anche personale, di influenze inglesi ed un' attitudine inevitabilmente legata al punk rock americano, ma alcuni brani gia' rivelano una propensione a ritmi secchi e serratissimi inequivocabilmente "proto hardcore": mirabilmente significative in questa chiave la nuova versione dell' immortale "The Prisoner" (la prima versione risaliva addirittura al 1978!), che va' annoverata tra i classici dell' hardcore punk di tutti i tempi, o "World War 3". Enormi l' importanza storica ed il valore musicale di questa band.
Euro
140,00
codice 238655
scheda
Danzig (misfits) Danzig iii - how the gods kill
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1992  def american 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Prima rarissima stampa europea, pressata anche per il mercato inglese, con catalogo 512270-1, copertina lucida apribile con codice a barre, senza alcuna scritta lungo la costola, adesivo con nome gruppo e titolo applicato sul fronte, etichette nere con scritte bianche e scritte Def American in bianco lungo il bordo, nella versione con "Biem/Stemra" e label code "LC7181" a destra, trail off matrix sulle rispettive facciate "512 270 1 S1=1 670 07 1" e "512 270 1 S2=1 670 07 11". Pubblicato dalla Def American nel giugno del 1992 negli USA, dove giunse al 24esimo posto in classifica, ed un mese dopo in Gran Bretagna, dove non entro' in classifica, questo e' il terzo album dei Danzig, uscito dopo ''Danzig II - Lucifuge'' (1990) e prima di ''Danzig IV'' (1994). Corredato dalla disturbante cover art di H.R. Giger, questo lp prosegue sulla scia del suo predecessore, con un sulfureo e massiccio incrocio fra blues ed hard rock dalle tinte meno gotiche che in passato, alternando brani lenti alla Black Sabbath con pezzi piu' tirati, memori anche dei trascorsi punk di Danzig. Frontman dei leggendari e malefici Misfits, padrini dello horror hardcore, Glenn Danzig esce dal gruppo nei primi anni '80 e forma nel 1984 i Samhain, avvicinandosi al rock duro, tragitto completato con la formazione e l'opera dei Danzig, messi insieme nel 1987 ed artefici di un sulfureo incrocio fra blues, metal e rock gotico.
Euro
250,00
codice 259024
scheda
David another day another lifetime
lp [edizione] promozionale  stereo  usa  1968  vance music co. 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good rock 60-70
STRAORDINARIAMENTE RARA STAMPA PROMOZIONALE IN MONO! Copertina cartonata, con lievi segni di invecchiamento, con "Promotional Copy Not For Sale" stampato sul retro, etichetta senape e marrone anch' essa con "Promotional Copy Not For Sale", stampato in basso, catalogo V124. Uscito nel febbraio del 1968, l' unico molto raro album inciso dal gruppo californiano di Los Angeles. Il talentuoso Warren Hansen formo' i suoi David intorno alla meta' degli anni '60, pubblicando due singoli per la 20th Century Fox prima di approdare alla piu' piccola Vance Music Co. per la quale incise questo album, ambiziosa e brillante miscela di psichedelia, con influenze orientaleggianti che affiorano qua' e la', e pop barocco, con alcune incursioni in territori piu' aggressivi prossimi ad una sorta di garage psichedelico, con arrangiamenti ricchi e riuscitissimi, anche nei brani piu' orchestrali, splendide chitarre fuzz, deliziose tastiere, percussioni ed effetti vari, e molti brani davvero notevolissimi ed originali, come "Mirrors of Wood" o "Time", con micidiali chitarre fuzz, le magistralmente orchestrate "Now To You" e "So Much More". Uno dei dischi americani "minori" piu' validi dell' epoca.
Euro
160,00
codice 223702
scheda
Deacon george - marion ross sweet's william ghost
lp [edizione] originale  stereo  uk  1972  xtra 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
prima molto rara stampa inglese, copertina ruvida, completa dell' inserto/poster apribile in carta ruvida con testi e disegni su un lato e foto del duo sull' altro, etichetta bianca con scritte nere e logo rosso. L' unico album del duo inglese, formato nel novembre del 1969; la loro musica, completamente acustica, utilizza strumenti della tradizione celtica dell' isola quali harmonium, salterio, viola, affiancando a questi chitarre a 6 e 12 corde, mentre i brani prendono solo lo spunto dalla tradizione inglese per rivestirsi di un clima hippie folk progressivo con elementi magici ed esoterici, che possono ricordare sia Shirley e Dolly Collins nel periodo Harvest che i C.o.b, i momenti piu' mistici del John Renbourn piu' medioevaleggiante o il Martin Carthy solista. Album realmente rigoroso ma anche bellissimo, che nulla concede, come si coviene ad una vera opera d' arte, al facile ascolto, vede la collaborazione di membri dei Gryphon e Clive Woolf alla chitarra acustica.
Euro
100,00
codice 233557
scheda
Dee gees / foo fighters Hail satin (ltd. rsd 2021)
Lp [edizione] originale  stereo  eu  2021  roswell/rca 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent indie 90
Copia ancora incellophanata, prima molto rara stampa in edizione limitata a dodicimila copie a livello globale, qui nel pressaggio europeo, REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DEL 17 LUGLIO 2021, copertina lucida con effetto metallizzato che assume sfumature multicolori a seconda di come riflette la luce, con barcode 19439-88410-14, inserto con foto a colori e crediti, label custom bianca e nera su di una facciata, nera con bordo viola e scritte bianche e viola sull'altro, catalogo 19439-88410-1. Pubblicato nel luglio del 2021 dalla Roswell / RCA, questo album è frutto del progetto di covers dei Bee Gees da parte dei Foo Fighters di Dave Grohl, e si configura come un finto "split", con la prima facciata accreditata ai fantomatici Dee Gees (altri non sono che i Foo Fighters sotto mentite spoglie), che interpretano cinque fra le più celebri canzoni dei Bee Gees dei tardi anni '70, quelli di epoca disco music, mentre sulla seconda facciata i Foo Fighters si mostrano a viso aperto, proponendo cinque canzoni di propria composizione. Le cover dei Bee Gees rimangono fedeli al sinuoso e melodico stile disco funk delle versioni originali (magari con un approccio leggermente più muscolare), con tanto di cantato in falsetto da parte di Grohl; le canzoni sulla seconda facciata sono versioni dal vivo in studio, registrate al 606 di Northridge, California, di brani già apparsi sul decimo album dei Foo Fighters, "Medicine at midnight". Questa la scaletta: "You Should Be Dancing", "Night Fever", "Tragedy", "Shadow Dancing", "More Than A Woman", "Making A Fire", "Shame Shame", "Waiting On A War", "No Son Of Mine", "Cloudspotter". Formatisi nel 1994 dopo la scomparsa di Kurt Cobain ed il conseguente scioglimento dei Nirvana, i Foo Fighters sono guidati dall'ex batterista del gruppo di Seattle, Dave Grohl, che raccoglie intorno a se' Pat Smear (ex Germs e negli ultimi Nirvana), Nate Mandel e William Goldsmith, entrambi provenienti dai Sunny Day Real Estate; Grohl aveva cominciato a scrivere canzoni gia' durante la sua militanza nei Nirvana. Il primo album del gruppo esce nel 1995 ed ottiene subito un ottimo successo, con il suo crossover fra grunge e punk diretto e meno pesante di quello dei Nirvana. Il gruppo ammorbidisce progressivamente il proprio approccio, inserendo venature pop e mainstream, e nel 1999 firma con la RCA continuando a sfornare singoli ed album di successo all'inizio del nuovo millennio.
Euro
200,00
codice 334846
scheda
Deep purple in rock
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1970  harvest 
  [vinile]  excellent  [copertina]  excellent rock 60-70
prima assai rara stampa inglese, copertina apribile laminata fronte retro, etichetta verde chiaro e verde scuro con scritta lungo la circonferenza in alto che inizia con "The Gramophone Co", senza logo Emi sulla stessa label (questo subentro' pochi mesi dopo, intorno al '71), nella primissima versione con trail off matrix "A-2" / "B-1". Pubblicato in Inghilterra nel giugno del 1970 dopo ''Concert for group and orchestra'' e prima di ''Fireball'', giunto al numero 4 delle classsifiche Uk e non entrato in quelle americane. Il quinto album. Fu il primo ad essere registrato con la formazione classica, quella che vede all' opera Ian Gillan, Roger Glover, Ian Paice, Jon Lord e Ritchie Blackmore; "In Rock" e' un lavoro straordinariamente importante nella storia della musica del decennio, infatti qui per la prima volta l' hard rock che posizionera' il gruppo nella sacratrimurti dell' hard rock inglese con Led Zeppelin e Black Sabbath fa la sua comparsa. Il disco include brani magistrali e senza tempo, e' gia' dall' iniziale ''Speed King'' che si capisce il cambio di clima, che richiama ora deliranti cacofonie di chitarra elettrica in un clima di surreale potenza distruttiva; "Child in time'', pur se ispirata dagli It's a beautiful day, e' un crescendo da infarto in cui Ian Gillan da una delle sue piu' convincenti interpretazioni di sempre, ''Flight of the rat'' e' l'archetipo del nuovo hard, ''Into the fire'' e ''Living wreck'' sono esempi da manuale di energia creativa e potenza sonora. Un album estremamente riuscito, sia a livello compositivo che di esecuzione, con brani magnifici e suonato con uno stile per allora rivoluzionario che influenzera' la musica rock per molti decenni ancora, forse non maturo come ''Machine head'' ma di questo piu' fresco e creativo. Un caposaldo della musica del secolo passato.
Euro
250,00
codice 247307
scheda
Del vikings They sing... they swing
Lp [edizione] originale  mono  usa  1957  mercury 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good blues rnr coun
prima molto rara stampa americana, in mono, copertina (con moderati segni di invecchiamento) cartonata e laminata sul fronte, label nera con ''deep groove'' e scritte argento, logo Mercury argentato lungo il bordo in alto, scritta "Long Playing Microgroove" lungo il bordo in basso, catalogo MG20314. Pubblicato nel 1957 dalla Mercury negli USA, il secondo album, successivo a "Come go with the del vikings" (1957) e precedente "The swinging, singing del vikings" (1958). Inciso con Carl Stevens e la sua orchestra, il secondo lp dei Del Vikings non fruttò alcuna hit, al contrario del loro esordio di poco precedente, ma rimane un classico esempio del doo wop degli anni '50, frutto della maestria di uno dei gruppi più rappresentativi del genere, con splendide armonie corali e parti soliste delle voci, dalla tipica attrattiva pop e romantica acqua e sapone. Questa la scaletta: "Come along with me", "Summertime", "Yours", "Heart and soul", "A sunday kind of love", "Somewhere over the rainbow", "Is it any wonder", "My foolish heart", "(There'll be blue birds over) The white cliffs of dover", "Down in bermuda", "I'm sittin' on top of the world", "Now is the hour". Fondati intorno a metà anni '50 in una base dell'aviazione militare americana di Pittsburgh, i Del Vikings (noti anche come Dell-Vikings e Del-Vikings) sono stati uno dei più brillanti gruppi doo wop degli Stati Uniti nella seconda metà di quel decennio. Sono ricordati soprattutto per i loro due grandi successi nazionali, i singoli "Come go with me" e "Whispering bells" (entrambi usciti nel 1957), giunti rispettivamente alla quarta ed alla nona posizione nella classifica billboard hot 100; una formazione multietnica dotata di un non comune talento canoro, autori di pochi album e di alcune decine di singoli, molti dei quali forse sottovalutati. Il loro organico, anche per l'appartenenza alle forze armate dei suoi membri, fu soggetto a più avvicendamenti ed a un certo punto, proprio nel momento di maggior successo, il gruppo si divise in due fazioni rivali, i Del Vikings, su Mercury, ed i Dell-Vikings, su Dot, questi ultimi firmatari della seconda hit "Whispering bells": questa vicenda si intrecciò con dispute legali fra le rispettive case discografiche, e quando i membri dei due gruppi sembrarono aver trovato una nuova sintonia ed una riunione, il loro momento d'oro era ormai passato, molto velocemente.
Euro
100,00
codice 333649
scheda
Denny sandy it's Sandy Denny (1967 recordings)
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1970  saga 
  [vinile]  excellent  [copertina]  excellent rock 60-70
prima veramente molto rara stampa inglese, copertina laminata sul fronte, etichetta nera con scritte e logo argento (nella versione con "Made in England" in alto sopra il logo, catalogo 8153. Pubblicato in Inghilterra dalla Saga nel 1970, nello stesso anno dell' album accreditato ai Fotheringay, e dopo i lavori con i Fairport Convention, ma registrato nel 1967, contiene tutti i nove brani accreditati a Sandy Denny ed inclusi originariamente in due distinti dischi usciti nel 1967 per la stessa Saga: "Sandy & Johnny'' (coaccreditato a Johnny Silvo) e ''Alex Campbell and friends'' (pubblicato a nome Alex Campbell & His Friends); non entrato nelle classifiche Uk e non uscito in Usa, e' di fatto il primo album accreditato alla sola Sandy Denny che abbia visto la pubblicazione. Le prime sessions di registrazione della grande cantante, effettuate a Londra il 22 Marzo ed il 26 aprile del 1967, a costituire il suo lavoro piu' vicio al suono del seminale ''Soho movement'', con brani cantati con il solo accompagnamento della chitarra acustica, da lei stessa suonata, con quella di Alex Campbell come seconda chitarra. La voce della Denny e' gia' matura, potente e malinconica come nei migliori giorni a venire, il repertorio e' quello allora in voga nelle cantine di Londra, con la riscoperta dei traditionals, quali "This Train", "Make Me a Pallet on Your Floor" o "Pretty Polly", covers dei grandi della folk music americana, come "Ramblin' Boy" di Tom Paxton, ma e' l'inclusione di due brani, "Milk And Honey" e ''You Never Wanted Me'' di Jackson C. Frank, allora suo compagno, che rendono l' album straordinario; la seconda di esse sara' poi riproposta dai Fairport Convention, ma la versione che qui ne danno Sandy Denny e Alex Campbell con Danny Thompson e' eccezionale e superata solo da quella i Frank stesso sull' unico suo leggendario omonimo album. La Denny mostra gia' la straordinaria sicurezza vocale della futura cantante dei Fairport Convention (dopo anche una breve ma importante parentesi negli Strawbs) e, anche se in embrione, fa presagire la maturita' prossima a venire (nel 1968 entrera' nei Fairport Convention dopo una audizione di appena 4 minuti !!!). Il clima dell' album e' quello del ''Soho movement'', delle nottate di blues e folk al Troubador o al Kitchen, in compagnia di Al Stewart, Paul Simon, John Renbourn, Martin Carthy, Bert Jansch, Alex Campbell, Dave Cousins, nei giorni che precedono lo sbocciare del folk rock e la nascita dei gruppi che ne faranno la storia.
Euro
160,00
codice 232389
scheda
Denny sandy north star grassman and the ravens
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1971  Island 
  [vinile]  excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Prima sempre piu' rara stampa inglese, copertina apribile (con lievi segni di invecchiamento) pressata da "Howards Printers", con indicazione sul retro ''Island Records ltd basing street london w11'', etichetta "Island pink rim", multicolore con fascia esterna rosa, con la "S" di "Side" in maiuscolo e senza "Island Records Ltd", trail off matrix "A-1U" e "B-1U", con "Sterling" inciso su entrambi i lati, catalogo ILPS9165, copia ancora corredata dell originaria busta interna azzurra della Island. Pubblicato in Inghilterra dalla Island nel settembre del 1971 dopo ''Sandy Denny'' e prima di ''Sandy'', giunto al numero 31 delle classifiche Uk e non entrato in quelle Usa. Il secondo vero e proprio album solista. Un breve chiarimento sulla prima discografia della Denny, spesso immersa nella piu' totale confusione: in realta' e' questo il primo vero album solista; nel 1967 Sandy Denny, oltre a collaborare con gli Strawbs, fece uscire due lavori per la Saga, entrambi incisi nel, 1966, un primo album in cui si divideva la scena, una facciata a testa, con Johnny Silvo, '' Sandy and Johnny'', ed un secondo in cui collabora con Alex Campbell, a nome ''Alex Cambpell And Friends'' nel 1970 la Saga riuni' tra questi brani originariamente pubblicati nel 1967 quelli cantati da Sandy Danny in un solo album, ''Sandy Danny'' che pur figurando nella discografia come il primo lp, e' in realta' come visto qualcosa di altro). Registrato con Richard Thompson, Rrobin e Barry Dransfield, Trevor Lucas, Jerry Donahue, Pat Donaldson, Gerry Conway, Tony Reeves, Ian Whiteman, Roger Powell, Buddy Emmons. Considerato come uno dei massimi album del folk elettrico inglese ed osannato dalla critica ma poco venduto come tutti i suoi lavori solisti, esce nel suo periodo piu' intenso e creativo ed e' il primo dei tre albums solisti dopo l' abbandono dei Fairport Convention. Uscito dopo lo scioglimento dei Fotheringay, prodotto da Richard Thompson e John Wood, lo stesso ingegnere del suono e produttore che sara' con alla consolle con Richard e Linda Thompson, il disco e' composto da otto brani composti da Sandy Denny, un traditional ("Blackwaterside") ed un paio di covers: da Brenda Lee "Let's Jump the Broomstick" e con lo stesso Richard Thompson un duetto vocale sul brano di Bob Dylan "Down in the Flood''. L' atmosfera dell'album e' malinconica e nebbiosa, in risalto la chitarra acustica, il piano, l'elettrica di Thompson, il tutto su una base suonata dai vecchi membri dei Fotheringay. Tra i brani molti gli episodi oramai classici, come "Late November", "John the Gun", "Next Time Around", mentre in "Blackwaterside" Thompson fornisce una performance chitarristica che lo conferma come uno dei piu' grandi talenti mai espressi dal rock inglese in assoluto.
Euro
160,00
codice 259905
scheda
Denny sandy Sandy (Sterling pressing)
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1972  island 
  [vinile]  excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
prima molto rara stampa inglese, copertina apribile in cartoncino ruvido fronte retro ed all'interno stampata da "Mac Neill Press Ltd", come indicato sul retro, indirizzo sul retro ''Island Records Ltd Basing Street London W11", etichetta "Island Pink Rim" (multicolore con bordo rosa) nella sua terza variante, in uso tra il '72 ed il '73, con "(p) 1972 Island Records Ltd." a destra e trattino tra il prefisso ed il numero di catalogo, trail off matrix inciso a macchina "A-2U" e "B-2U" con "Sterling" su entrambi i lati (in questa variante inl vinile e' stampato in Usa ma per il mercato inglese). Pubblicato in Inghilterra nel settembre del 1972 dopo ''The north star grassman and the ravens'', e prima di ''Like an old fashioned waltz'', non entrato in classifica ne' in Uk ne' in Usa. Il terzo album solista. Registrato con Richard Thompson e Dave Swarbrick e prodotto da Trevor Lucas, suo futuro marito; il clima musicale e' quello della fusione tra vecchio e nuovo, tra il folk inglese ed il rock elettrico, ma il tutto totalmente funzionale alla voce di Sandy Danny, che qui davvero tocca punte di lirismo da brivido. ''Listen listen'', ''The lady'', ''Quiet joys of brotherhood'', sono splendidi affreschi in cui Dave Swarbrick con il suo violino da un lato e la band dall'altro creano atmosfere quasi perfette, ''Nobody to hear'', con gli arrangiamenti di Alain Toussaint e la chitarra di Richard Thompson e' magnifica ed un capolavoro di equilibrio, impreziosito dalla steel guitar di Pete Kleinow; inoltre, i brani originali sono tra i migliori del suo repertorio solista e la consueta cover di Dylan, questa volta ''Tomorrow is a long time'' e' resa in maniera superlativa anche grazie agli interventi di Linda Thompson. Un grande album sicuramente non inferiore a quelli con i Fairport Convention degli anni '70.
Euro
120,00
codice 234874
scheda
Denny sandy Sandy & johnny
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1967  saga 
  [vinile]  Very good  [copertina]  Excellent rock 60-70
prima davvero introvabile stampa inglese, copia con lievi segni di invecchiamento sul vinile, copertina laminata sul fronte (con adesivo "Stereo and Mono"), con il retro bianco e non laminato assolutamente intatto, etichetta nera con scritte e logo argento. Pubblicato in Inghilterra nel maggio del 1967 prima di ''Sandy Denny'', non entrato nelle classifiche Uk , non pubblicato all' epoca in Usa. Il primo album. Registrato a venti anni, il disco e' uno ''split'': contiene 12 brani, alternati, sei in cui Sandy Denny suona la chitarra acustica e canta ed altri sei in cui Johnny Silvo, cantante nero tra folk e jazz, propone i suoi pezzi. Il disco, di cui trattiamo qui la sola parte relativa alla Denny, la vede eseguire covers di classici blues e folk americani, tranne uno, lo straordinario ''Milk and honey'' del genio supremo Jackson C. Frank, suo compagno nel periodo. La Denny mostra gia' la straordinaria sicurezza vocale della futura cantante dei Fairport Convention (dopo anche una breve ma importante parentesi negli Strawbs) e, anche se in embrione, fa presagire la maturita' prossima a venire (nel 1968 entrera' nei Fairport Convention dopo una audizione di appena 4 minuti !!!). Il clima dell' album e' quello del ''Soho movement'', delle nottate di blues e folk al Troubador o al Kitchen, in compagnia di Al Stewart, Paul Simon, John Renbourn, Martin Carthy, Bert Jansch, Alex Campbell, Dave Cousins, nei giorni che precedono lo sbocciare del folk rock e la nascita dei gruppi che ne faranno la storia.
Euro
100,00
codice 230176
scheda
Denny sandy Sandy & johnny
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1967  saga 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
prima davvero introvabile stampa inglese, copertina laminata sul fronte con il retro bianco e non laminato assolutamente intatto, etichetta nera con scritte e logo argento. Pubblicato in Inghilterra nel maggio del 1967 prima di ''Sandy Denny'', non entrato nelle classifiche Uk , non pubblicato all' epoca in Usa. Il primo album. Registrato a venti anni, il disco e' uno ''split'': contiene 12 brani, alternati, sei in cui Sandy Denny suona la chitarra acustica e canta ed altri sei in cui Johnny Silvo, cantante nero tra folk e jazz, propone i suoi pezzi. Il disco, di cui trattiamo qui la sola parte relativa alla Denny, la vede eseguire covers di classici blues e folk americani, tranne uno, lo straordinario ''Milk and honey'' del genio supremo Jackson C. Frank, suo compagno nel periodo. La Denny mostra gia' la straordinaria sicurezza vocale della futura cantante dei Fairport Convention (dopo anche una breve ma importante parentesi negli Strawbs) e, anche se in embrione, fa presagire la maturita' prossima a venire (nel 1968 entrera' nei Fairport Convention dopo una audizione di appena 4 minuti !!!). Il clima dell' album e' quello del ''Soho movement'', delle nottate di blues e folk al Troubador o al Kitchen, in compagnia di Al Stewart, Paul Simon, John Renbourn, Martin Carthy, Bert Jansch, Alex Campbell, Dave Cousins, nei giorni che precedono lo sbocciare del folk rock e la nascita dei gruppi che ne faranno la storia.
Euro
150,00
codice 220402
scheda
Deviants disposable
lp [edizione] originale  stereo  uk  1968  stable 
  [vinile]  Very good  [copertina]  Very good rock 60-70
Prima davvero rara stampa inglese, copia con qualche segno di invecchiamento su copertina e vinile, copertina apribile e laminata esternamente, flipback all'interno, ''unipak'' con disco estraibile dal'interno, etichetta arancione ruvida con logo e scritte nere, matrice "SLP+7001+A" e "SLP+7001+B". Pubblicato in Inghilterra nel luglio del 1968 dopo ''Ptoof'' e prima di ''3'', non entrato nelle classifiche Uk ne' in quelle Usa, il secondo album del gruppo del compianto Mick Farren. Lavoro dall' impatto straordinario, rapresenta in pieno lo spirito dell'underground ''di strada'' inglese, equivalente nelle intenzioni agli americani Fugs e Mothers of Invention o MC5, ma qui direttamente discendente dal British R&B dei piu' potenti Yardbirds e Pretty Things della meta' degli anni '60, periodo nel quale la band affonda le proprie radici, evidenti in particolar modo in questo lavoro, insieme alle furiose invettive sociali ed ai commenti decisamente underground nei loro testi. Certamente una delle pietre miliari della musica britannica del decennio. I Deviants sono uno dei pilastri della psichedelia inglese dell' estate dell'amore, ne rappresentano pero' il lato oscuro e punk barricadero che prese corpo a Notthing Hill Gate (quartiere dove risiederanno anche Pink Faires, Edgar Broughton Band, Hawkwind), in opposizione a quello gentile e floreale di Pink Floyd, Tomorrow, July, Kaleidoscope, etc... Il gruppo nasce su impulso di Mick Farren, giornalista, agitatore sociale, organizzatore di eventi. Produrranno tre albums per poi trasformarsi nei Pink Faires dopo vari cambi di formazione. La loro musica era acidissima ed allo stesso tempo rock'n'roll, spesso improvvisata, e ricorda sia il r'n'b' britannico di scuola Yardbirds e Pretty Things, che i Rolling Stones di ''Aftermath'', ma le similitudini sono ancora piu' forti con la musica americana di bands quali i Fugs o le prime Mothers, ma anche dei 13th Floor Elevators ed il garage punk statunitense del 1966-1967, vi si avverte pero' anche una vena di sperimentazione alla Can, metropolitana e surreale, che fa di questo gruppo uno dei piu' originali e indimenticabili tra quelli della seconda meta' degli anni '60.
Euro
225,00
codice 239519
scheda
Dies irae First
Lp [edizione] originale  stereo  ger  1971  pilz 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
prima rarissima stampa tedesca, copertina apribile laminata fronte/retro ed anche all' interno, senza il marchio "Pop Import" che contraddistingue le stampe della Pilz di qualche tempo successive, etichetta con fungo rosso e giallo su campo azzurro, catalogo 20 20114-7 (l' etichetta riporta su un lato il timbro del glorioso negozio Diskemporium di Firenze). Pubblicato dalla Pilz in Germania, questo e' l'unico album del gruppo tedesco. Si tratta di un lavoro variegato, in cui i Dies Irae alternano brani di hard rock sporco e ruvido, episodi piu' complessi di marca progressive, incalzanti boogie blues rock, addirittura alcuni passaggi acustici e bucolici in contrasto con le dure sonorita' degli altri brani, ed atmosfere spaziali alla Pink Floyd nella lunga e narcotica ''Trip''. Questo gruppo del sud ovest della Germania venne scoperto nel 1970 dalla mitica etichetta Pilz, che ne pubblico' questo unico album; si sciolsero nel 1973, quindi gli ex membri Harald Thoma e Andreas Cornelius formarono i Lucy Gang.
Euro
380,00
codice 230663
scheda
Dire straits complete studio albums 1978-91 (8 lp box)
LPBOX [edizione] ristampa  stereo  eu  1978  vertigo / mercury / umc 
rock 60-70
box contenente otto lps, ristampa del 2020, in vinile 180 grammi, del box uscito per la prima volta nel novembre 2013, in cartone rigido, con apertura per i dischi laterale, codice a barre lungo la costola inferiore, contenente i sei albums in studio della band inglese, corredati delle rispettive copertine, fedeli a quelle originarie, e ciascuno di inner sleeve, pubblicati tra il 1978 ed il 1991, con i brani degli ultimi due distribuiti in due rispettivi doppi lps, per una migliore resa sonora. Questi gli albums contenuti: "Dire Straits" (1978), "Communiqué" (1979), "Making Movies" (1980), "Love over Gold" (1982), "Brothers in Arms" (1985), "On Every Street" (1991).
Euro
150,00
codice 260369
scheda
Donovan hms donovan (orange label!)
Lp2 [edizione] originale  stereo  uk  1971  dawn 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Good rock 60-70
davvero rarissima ed introvabile primissima stampa inglese (in tre anni ne vennero pubblicate tre diverse stampe ognuna pressata in poche migliaia di copie, questa prima edizione del 1971, particolarmente rara, con etichette arancioni con logo e scritte nere, una seconda nel 1972 con etichetta viola con scritte e logo neri ed infine una terza, publicata nel 1973, con etichette multicolore con sole in alto), copia come quasi sempre priva dell' originario poster apribile. Doppio album con copertina (con davvero lievi segni di invecchiamento ma una striscia di nastro adesivo trasparente lungo il bordo superiore della pagina frontale) apribile, etichetta arancione con scritte e logo neri, catalogo DNLD4001. Pubblicato in Uk nel giugno del 1971 dopo ''Open road'' e prima di ''Cosmic wheels'', non entrato in classifica in Uk e giunto al numero 87 delle charts Usa. Suo unico lavoro pubblicato dall' etichetta Dawn, e' sempre stato ammantatato da uno status leggendario dovuto sia alla sua bellezza che alla sua rarita'. Carico di un fascino strabiliante, si tratta sicuramente del migliore allbum di Donovan nel decennio, ed uno dei suoi massimi di sempre; unisce miracolosamente le atmosfere conturbanti di "Sunshine Superman" o "Mellow Yellow" con il lirismo di "Colours", "Turquoise" o "Hurdy Gurdy Man '' e li somma alla magia di ''Gift From a Flower to a Garden''. Lavoro miracolosamente originale e tra i suoi migliori in assoluto, rappresenta l' inizio di una nuova fase, poi purtroppo abbandonata, di cui questo lp rimane l' unica testimonianza, situata dopo il periodo naturalistico ed hippie di ''Gift From a Flower to a Garden'' e l'esperimento celtico di ''Open road''; qui Donovan racconta un mondo incantato traendo i testi dalle opere di William Butler Yeats, Lewis Carroll, Thora Stowell, Ffrida Wolfe, Agnes Grozier Herbertson, Lucy Diamond, Edward Lear, Eugene Field, Natalie Joan e Thomas Hood, tra gli altri, e li canta su meravigliose melodie dalle atmosfere incantate con accompagnamento di chitarra acustica e miriadi di effetti e suoni sperimentali, voci fuori campo, rumori, invenzioni, rese subito evidenti nell' eccezionale brano di apertura "The Walrus and the Carpenter" che appare come una continuazione distorta e surreale delle suggestioni dell' album acustico di ''Gift From a Flower to a Garden''. Gli strumenti utilizzati sono, oltre alla chitarra di Donovan e Chris Spedding ed agli effetti, il basso e l' organo di Richard Thompson e Mike Thomson, la batteria di John Carr e l' organo di John Bundrick, con saltuari interventi di sonorita' esotiche e voci femminili. ''HMS Donovan'' , concept album sul mondo incantato dell' infanzia, sorta di connubio tra ''Alice nel paese delle meraviglie'' e ''Dandelion Wine'' di Ray Bradbury, sara' l'ultimo episodio in cui lo scozzese si cimentera' in brani dalle atmosfere incantate. Il disco contiene un solo episodio propriamente rock, "Homesickness" che e' anche l' unico prodotto dallo storico collaboratore Mickie Most. "Lord of the Dance", "Queen Mab" e "Celia of the Seals" sono capolavori assoluti e da sole giustificano ampiamente la fama dell'opera. Un album dalla caratura ecezionale e asolutamente non inferiore ai capolavori del decennio precedente. Un vero peccato che sia cosi' raro e misconosciuto.
Euro
100,00
codice 260946
scheda
Donovan hurdy gurdy man (white label promo MONO !!!!)
Lp [edizione] promozionale  mono  usa  1969  epic 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
la prima stampa americana, NELLA IMPOSSIBILMENTE RARA VERSIONE MONO SOLO PROMOZIONALE, per la seconda volta nel nostro catalogo, versione di cui le fonti ufficiali non riportano neppure l' esistenza, copertina cartonata con adesivo rettangolare ''Epic mono'' in basso al centro e timbro sul retro in rosso ''demonstration not for sale'', etichetta bianca con scritte e logo nero ''radio station copy'', con numero identificativo del trail off che inizia con XEM: un mixaggio assolutamente diverso rispetto a quello stereo, nonostante il catalogo dell' etichetta sia quello della normale versione stereofonica (BN26420). Pubblicato nell' ottobre del 1968 dopo ''Donovan in concert'' e prima di ''Barabajagal'', giunto al numero 20 delle classifiche Usa, il settimo album, all' epoca non uscito in Inghilterra. Composto in massima parte durante il soggiorno in India con i Beatles, e' forse il suo massimo capolavoro, inarrivabile vetta creativa del menestrello inglese. La psichedelia diviene qui pretesto per una serie di gioielli affrescati con suprema maestria, le chitarre, elettriche e potenti a cura di Jimmy Page, si fanno acidissime, la strumentazione include flauti, harmonium, acustiche, tablas, sitar, in un mix di epocale splendore, che include brani del calibro di ''Hurdy gurdy man'', ''Peregrine'', ''West indian lady'', ''Jennifer Juniper'', ''The river song'', ''A sunny day'', ''The sun is a very magic fellow'' tra gli altri. E', insieme al "White album" dei Beatles ed a "Beggars Banquet" dei Rolling Stones il testamento ed insieme la fine della migliore stagione artistica del decennio. Capolavoro.
Euro
350,00
codice 238748
scheda
Doors soft parade (us gold label!)
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1969  Elektra 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good rock 60-70
incredibilmente rara prima stampa americana, tanto rara che in molti per anni hanno dubitato della sua esistenza, CON ETICHETTA ORO/MARRONCINA!!!, copertina (con moderati segni di invecchiamento, ancor piu' lievi sul vinile) apribile e cartonata, completa del raro inner sleeve con foto e testi in carta leggera sagomato in alto all'apertura, etichetta oro/marroncina con una grande "E" bianca in alto, trail off del lato 1 "EKS 75005-A AL- MMMD, A RC 7-25-69", del lato 2 "EKS-75005 B- AL- LMLL AR C 8-13-69". La stampa con etichetta oro/marroncina, che caratterizza alcune rare copie di questo disco, e' dovuta ad una anomalia, avendo la Elektra iniziato ad utilizzare le nuove etichette rosse gia' da qualche numero di catalogo. Le copie da noi riscontrate in questa rara versione sono state pressate nello stabilimento di Terre Haute, nell' Indiana (riconoscibili per la presenza delle lettere CTH (che sta per Columbia's Terre Haute) oppure (come questa copia) in quello Keystone Printed Specialties Co., a Scranton, Pennsylvania (MMMD ed LMLL sul trail off delle rispettive facciate). Pubblicato in Usa nel luglio del 1969 dopo ''Waiting for the sun '' e prima di ''Morrison hotel'', giunto al numero 6 delle classifiche Usa e non entrato in quelle Uk dove usci' nel settembre dello stesso anno. Il quarto album. Partorito nel periodo piu' tragico di Morrison, che minato da droghe ed alcool viene arrestato per comportamento osceno durante i concerti, assai sottovalutato, e poco amato per i suoi arrangiamenti fiatistici, e' da leggersi invece come un tentativo da parte del gruppo di andare oltre al classico suono che li rese celebri ed un avventura in territori per loro inesplorati, contiene alcuni brani oramai classici quali ''Touch me'', ''Wild child'', ''Runnin' blue'', ''Shaman's blues'', ''Tell all the people''.
Euro
280,00
codice 231482
scheda

Page: 5 of 18


Pag.: oggetti: