Hai cercato:  Nuove uscite --- Titoli trovati: : 139
 
Pag.: oggetti:
 
ordina per
aiuto su ricerche
Pag.: oggetti:
Kings of leon Can we please have fun (ltd apple)
Lp [edizione] nuovo  stereo  cze  2024  capitol 
indie 2000
edizione limitata in vinile rosso mela opaco, copertina apribile adesivo su cellophane. Nono album in studio registrato ai Dark Horse studio di Nashville e prodotto con Kid Harpoon (Harry Styles, Florence + the Machine). Un disco che riprende l'identità della band, le sue origini, con brani tra rock americano 'sudista', post punk e pop d'autore, e, come si evince già dal titolo, libero da pressioni e compromessi. I Kings Of Leon si formano a Nashville in Tennessee nel 2000, ad opera dei fratelli Caleb, Nathan e Jared Followil insieme al cugino Matthew. I loro primi due albums, ''Youth & young manhood'' (2003) e ''Aha shake heartbreak'' (2005) sono spesso accostati al southern rock ed al garage, con un'attitudine pop ma sanguigna. Il successivo Lp ''Because of the times'' arricchisce questo impianto con influenze post punk, mentre con il quarto "Only by the night" del 2008, la band raggiunge, con successo, il grande pubblico. Il gruppo e' stato spesso accostato a Strokes ed Interpol.
Euro
42,00
codice 2128988
scheda
Kings of leon Can we please have fun (ltd brown)
Lp [edizione] nuovo  stereo  cze  2024  capitol 
indie 2000
edizione limitata in vinile marrone, copertina apribile. Nono album in studio registrato ai Dark Horse studio di Nashville e prodotto con Kid Harpoon (Harry Styles, Florence + the Machine). Un disco che riprende l'identità della band, le sue origini, con brani tra rock americano 'sudista', post punk e pop d'autore, e, come si evince già dal titolo, libero da pressioni e compromessi. I Kings Of Leon si formano a Nashville in Tennessee nel 2000, ad opera dei fratelli Caleb, Nathan e Jared Followil insieme al cugino Matthew. I loro primi due albums, ''Youth & young manhood'' (2003) e ''Aha shake heartbreak'' (2005) sono spesso accostati al southern rock ed al garage, con un'attitudine pop ma sanguigna. Il successivo Lp ''Because of the times'' arricchisce questo impianto con influenze post punk, mentre con il quarto "Only by the night" del 2008, la band raggiunge, con successo, il grande pubblico. Il gruppo e' stato spesso accostato a Strokes ed Interpol.
Euro
42,00
codice 2128987
scheda
Knopfler mark (dire straits) one deep river (ltd. colour vinyl)
LP2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2024  emi / british groove 
rock 60-70
Doppio album, EDIZIONE LIMITATA IN VINILE COLORATO, due inserti contenuti. Pubblicato nell' aprile del 2024, a distanza di sei anni dal precedente "Down the Road Wherever" (2018), il decimo album solista in studio. Descrizione completa a seguire. Leader dei celebri Dire Straits, Mark Knopfler scioglie il gruppo nel 1995 per dedicarsi alla carriera solista, gia' avviata nei primi anni '80 con la colonna sonora del film ''Local hero'' (1983). I suoi album solisti sono vicini a quelli dei Dire Straits ma generalmente piu' quieti ed introspettivi, con reminiscenze del classico rock americano degli anni '70, country rock e blues. ''All the roadrunning'', collaborazione con la cantante folk americana Emmylou Harris, esce nel 2006.
Euro
48,00
codice 2128677
scheda
Kula shaker Natural magick
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2024  strange 
indie 90
copertina senza barcode (su adesivo). Il ritorno della band anglosassone con il settimo album in studio, vede il rientro dell’organista Jay Darlington, membro fondatore che aveva plasmato il suono dei primi osannati lavori prima di abbandonare. Un disco che conferma lo stile della band, britpop anni 90 che fonde amore per il rock acido, il pop psichedelico anni 60 ed influenze indiane. ormatisi a Londra a meta' anni '90 sulle ceneri del gruppo psichedelico Kays, i Kula Shaker, guidati dal chitarrista e cantante Crispian Mills, hanno portato il brit pop sulle sponde della psichedelia, adottando l'approccio diretto di gruppi come gli Oasis ed inacidendolo con forti influenze anni '60 e '70, oltre che con sonorita' orientaleggianti ed in particolare indiane. Il gruppo ottiene un enorme successo in patria gia' con l'album d'esordio ''K'' (1996), che giunge al primo posto in classifica in Gran Bretagna; il successivo ''Peasants, pigs & astronauts'' (1999), sulla scia di ''K'', giunge ai piani alti delle classifiche ma ottiene un successo assai inferiore al precedente e subisce forti critiche, quindi il gruppo si scioglie alla fine dell'anno. Mills forma quindi i Jeevas, autori dell'album ''1 2 3 4'' nel 2002, per poi riformare ufficialmente i Kula Shaker nel 2006, che pubblicano il terzo album ''Strangefolk'' nel 2007.
Euro
30,00
codice 2126684
scheda
Lankum Live in dublin
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2024  rough trade 
indie 2000
note a cura dell'etichetta "Registrato in tre serate esaurite al Vicar Street di Dublino, dopo l'uscita del loro quarto album in studio False Lankum , Live in Dublin presenta Lankum che esegue brani provenienti da tutto il loro catalogo, tra cui "The Rocky Road To Dublin", che fino ad ora non è mai stato ufficialmente pubblicato. " Lankum, quartetto folk irlandese : Ian e Daragh Lynch, Cormac MacDiarmada (gran suonatore di violino) e la bravissima cantante Radie Peat, uniscono armonie vocali a strumenti tradizionali come le cornamuse, la concertina, la fisarmonica, il violino e la chitarra, affrontando argomenti come la povertà e la miseria, l’antifascismo e l’antimilitarismo, la paura, la disperazione e l’emigrazione. I loro arrangiamenti sono legati alla tradizione folk ma spesso contaminati da atmosfere drones ripetitive e distorte. Lankum, noti inizialmente come Lynched (in omaggio al cognome di due dei membri fondatori del gruppo, Ian e Daragh Lynch), sono una band folk irlandese di Dublino, particolarmente apprezzata. Con all'attivo quattro dischi -"Cold Old Fire" (2014) , "Between The Earth and Sky" (2017) "The Livelong Day"(2019) "False Lankum"(2023) - e un repertorio che va dalle filastrocche umoristiche alle canzoni di strada, dalle classiche ballate della tradizione Traveller alle le canzoni tradizionali irlandesi.
Euro
30,00
codice 2129687
scheda
Last dinner party Prelude to ecstasy
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2024  island 
indie 2000
poster, aadesivo su cellophane. note di presentazione a cura dell'etichetta "album di debutto de The Last Dinner Party, band londinese tutta al femminile e vincitrice del BRIT's Rising Star Award 2024.Con quattro singoli all'attivo, la band britannica ha già conquistato pubblico e critica grazie a un immaginario visivo potente, quasi gotico, che si fonde con delle sonorità pop-rock ipnotiche e coinvolgenti.Il disco è stato registrato in una chiesa sconsacrata a nord di Londra con la collaborazione del produttore James Ford (Arctic Monkeys, Gorillaz, Florence and the Machine, Depeche Mode, The Foals), e rappresenta sia la chiusura di un capitolo introduttivo, sia il primo vero tassello di un progetto che si preannuncia tra i più interessanti nel suo genere a livello globale." Band fondata a Londra nel 2021 da Abigail Morris (voce), Lizzie Mayland (voce, chitarra), Emily Roberts (chitarra solista, mandolino, flauto), Georgia Davies (basso) e Aurora Nishevci (tastiere, voce), combina indie rock ed art-pop barocco, con riferimenti a Sparks, Siouxsie, Kate Bush, Florence & the machine.
Euro
33,00
codice 2128600
scheda
Lenker adrianne (big thief) Bright future (ltd)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2024  4ad 
indie 2000
edizione limitata in vinile colorato riciclato, adesivo su cellophane. Registrato nell'autunno del 2022 in uno studio in mezzo alla foresta (il Double Infinity), in analogico-analogico-analogico al 100% (AAA), insieme a tre musicisti amici della cantautrice Nick Hakim (pianoforte, voce), Josefin Runsteen (violino, voce) e Mat Davidson (chitarra, pianoforte, violino, voce), ma che non si erano mai incontrati tra loro. Il risultato di queste sessions sono 12 brani che trattano argomenti quali amore, cambiamento climatico, gratitudine, sopraffazione, con il suo caratteristico approccio intimo. Adrianne Lenker, mente e anima dei Big Thief (indie folk band americana), è una songwriter dal forte impatto emotivo ed evocativo. Una scrittura, quella della musicista americana, intima, personale e vissuta da chiaroscuri.
Euro
30,00
codice 2127766
scheda
Libertines All quiet on the eastern esplanade
Lp [edizione] nuovo  stereo  ger  2024  emi 
indie 2000
adesivo su cellophane. Il quarto album, a ben nove anni di distanza dal precedente Anthems for Doomed Youth il nuovo album della band capitanata dai due frontman Pete Doherty e Carl Barat. Prodotto da Dimitri Tikovoï e Dan Grech-Marguerat, con diversi brani provenienti da sessions effettuate in Giamaica, il disco vede secondo Doherty il gruppo "davvero riunito in un momento di rara pace". note complete a seguire Formatisi a Londra nel 2001 ad opera di Carl Barat e Pete Doherty, i Libertines hanno fatto sensazione nel corso della loro breve esistenza sia per il loro garage punk decadente che per le agitate vicende all'interno del gruppo, originate in gran parte dall'atteggiamento incontrollabile e dalla tossicodipendenza di Doherty. Secondo molti la tensione ed il rapporto conflittuale ed al tempo solidale fra Barat e Doherty erano gli elementi che davano particolare forza al gruppo, uniti al talento compositivo dei due. I Libertines esordiscono con un paio di singoli nell'estate e nell'autunno del 2002, entrati in classifica in patria, e con il primo album "Up the bracket", uscito di li' a poco. Il gruppo viene accostato a gruppi come White Stripes e Strokes, per il proprio approccio garage punk energico ma al tempo stesso semplice ed accessibile, ma i Libertines non sono una mera copia dei cugini d'oltreoceano e suonano decisamente inglesi, con chiare influenze Kinks che emergono dal loro sound abrasivo. I problemi di droga di Doherty creano continue tensioni con Barat, abbandoni temporanei del gruppo e successive riunioni, ciononostante il gruppo riesce ad incidere un secondo album, "The libertines" (2004), che giunge al primo posto in classifica in Gran Bretagna, ma di li' a poco il gruppo si sfalda definitivamente, per riunirsi negli anni '10.
Euro
36,00
codice 2128197
scheda
Lunar effect Sounds of green & blue
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2024  svart 
indie 2000
copertina apribile, note di etichetta "I Lunar Effect sollevano gli spiriti cosmici con l'album 'Sounds Of Green & Blue'. The Lunar Effect, architetti sonori noti per la loro attrazione gravitazionale di riff confusi e ringhianti e visioni psichedeliche, presentano l'uscita del loro viaggio galattico attraverso il suono che mostra l'evoluzione dei The Lunar Effect e segna un capitolo cruciale nella loro odissea musicale. Formati nel 2016, i The Lunar Effect hanno fatto irruzione sulla scena con una miscela distinta di grunge e hard rock retrò. Con un talento per i capelli e una predilezione per i riff taglienti e ringhianti, il gruppo londinese ha rapidamente attirato l'attenzione per il loro suono dinamico e la riverenza del blues rock psichedelico." Hanno prodotto 3 lps: il debutto, autoprodotto "strange lands" del 2016, "calm before the calm" del 2019 e "sounds of green & blue" del 2024 Riferimenti a Soundgarden, Led Zeppelin, Radio Moscow.
Euro
29,00
codice 2128990
scheda
Mario lalli & the rubber snake charmers Folklore from the other desert cities
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2024  heavy psych sounds 
indie 90
vinile nero. note a cura della label "Super band leggende del desert rock Mario Lalli, Brant Bjork, Sean Wheeler e Ryan Güt! La prima uscita di questa band di musicisti pionieristici del desert rock cattura la band e la sua forma più pura che esercita l'etica nata nel deserto e l'approccio dell'improvvisazione rock, psichedelica e fluida, pesante ed esplorativa. Le fondamenta delle linee di basso pesanti e groove di Mario Lalli e i temi meditativi con un lavoro intuitivo di chitarra con Brant Bjork e le percussioni di Ryan Güt creano le basi per le poesie e le canzoni di Sean Wheeler che catturano le storie e le immagini oscure e belle della vita nel deserto del Mojave nel sud. California. Questa è una rappresentazione della roccia del deserto nella sua forma più pura. Una performance dal vivo davvero speciale nella Gold Coast australiana"
Euro
20,00
codice 2127781
scheda
Mario lalli & the rubber snake charmers Folklore from the other desert cities (ltd)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2024  heavy psych sounds 
indie 90
edizione limitata in vinile colorato viola di 400 copie. note a cura della label "Super band leggende del desert rock Mario Lalli, Brant Bjork, Sean Wheeler e Ryan Güt! La prima uscita di questa band di musicisti pionieristici del desert rock cattura la band e la sua forma più pura che esercita l'etica nata nel deserto e l'approccio dell'improvvisazione rock, psichedelica e fluida, pesante ed esplorativa. Le fondamenta delle linee di basso pesanti e groove di Mario Lalli e i temi meditativi con un lavoro intuitivo di chitarra con Brant Bjork e le percussioni di Ryan Güt creano le basi per le poesie e le canzoni di Sean Wheeler che catturano le storie e le immagini oscure e belle della vita nel deserto del Mojave nel sud. California. Questa è una rappresentazione della roccia del deserto nella sua forma più pura. Una performance dal vivo davvero speciale nella Gold Coast australiana"
Euro
24,00
codice 2128052
scheda
Mascis j. (dinosaur jr) What Do We Do Now
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2024  sub pop 
punk new wave
Versione in vinile nero, corredata di inner sleeve. Pubblicato dalla Sub Pop nel febbraio del 2024, a sei anni dal precedente lavoro solista "Elastic Days" (2018), il quinto album a nome semplicemente J Mascis (senza contare quindi quelli con i Fog) per il chitarrista e cantante dei Dinosaur Jr.. Descrizione completa a seguire. Nato nel 1965 ad Amherst nel Massachusetts, J Mascis è stato uno dei più importanti ed influenti musicisti dello indie rock e soprattutto del noise rock degli anni '80 e '90, in particolare come cantante e chitarrista del suo gruppo più famoso, i Dinosaur Jr.; cantando con una voce definita da alcuni critici come ''apatica'', e produdendo sonorità chitarristiche dense, stordenti e rumoriste, ha creato un caratteristico contrasto di grande impatto nelle migliori opere della band. Nel 1996 pubblica il suo primo album solista, ''Martin + me'', e nel 1997 i Dinosaur Jr si sciolgono; l'inizio del nuovo secolo ha così assistito ad una maggiore attività solista del musicista, che ha esplorato anche sonorità più melodiche ed elettroacustiche, ma nel 2007 ha anche riportato in vita la sua storica band, realizzando con essa nuovi lp a partire dal 2007.
Euro
31,00
codice 2128411
scheda
Mascis j. (dinosaur jr) What Do We Do Now (ltd. colored)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2024  sub pop 
punk new wave
Edizione limitata in VINILE COLORATO, "Loser Edition", come da adesivo sul cellophane, corredata di inner sleeve. Pubblicato dalla Sub Pop nel febbraio del 2024, a sei anni dal precedente lavoro solista "Elastic Days" (2018), il quinto album a nome semplicemente J Mascis (senza contare quindi quelli con i Fog) per il chitarrista e cantante dei Dinosaur Jr.. Descrizione completa a seguire. Nato nel 1965 ad Amherst nel Massachusetts, J Mascis è stato uno dei più importanti ed influenti musicisti dello indie rock e soprattutto del noise rock degli anni '80 e '90, in particolare come cantante e chitarrista del suo gruppo più famoso, i Dinosaur Jr.; cantando con una voce definita da alcuni critici come ''apatica'', e produdendo sonorità chitarristiche dense, stordenti e rumoriste, ha creato un caratteristico contrasto di grande impatto nelle migliori opere della band. Nel 1996 pubblica il suo primo album solista, ''Martin + me'', e nel 1997 i Dinosaur Jr si sciolgono; l'inizio del nuovo secolo ha così assistito ad una maggiore attività solista del musicista, che ha esplorato anche sonorità più melodiche ed elettroacustiche, ma nel 2007 ha anche riportato in vita la sua storica band, realizzando con essa nuovi lp a partire dal 2007.
Euro
34,00
codice 2128165
scheda
Mdou moctar Funeral for justice
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2024  matador 
world
copertina apribile. Presentazione a cure dell'etichetta : Registrato al termine di due anni trascorsi in tournée in tutto il mondo dopo l'uscita di "Afrique Victime" del 2021, cattura il quartetto nigeriano in forma feroce. La musica è più forte, più veloce e più selvaggia. Gli assoli di chitarra sono bruciati dal feedback e i testi sono appassionatamente politici. Nulla è trattenuto o attenuato. Musicista e compositore tuareg basato ad Agadez in Niger, Mahamadou "Mdou Moctar" Souleymane è autore di una originale musica che sposa le sonorità elettriche di generi come il rock con la musica tradizionale tuareg. Moctar si fa conoscere in Africa occidentale quando le sue prime registrazioni circolano in modo virale attraverso una rete di telefoni cellulari; il suo primo album, ''Anar'', esce nel 2008, poi entra in contatto con la label americana Sahel Sounds di Christopher Kirkley, che pubblica i suoi due lavori successivi ''Afelan'' (2013) ed ''Akounak tedalat taha tazoughal'' (2015), quest'ultima colonna sonora dell'omonimo film che lo vede anche in veste di attore. Nel 2017 esce il quarto lp ''Sousoume tamachek'', seguito nel 2019 da ''Ilana: the creator''. La loro musica trae ispirazione dal folklore dei Tuareg, dai canti polifonici dei nomadi sahariani e dalla tradizione dei griot e della musica takamba, e parimenti dallo heavy rock, dal blues e dallo acid rock. Producono dischi dai toni duri ed impegnati anche nei testi, che non parlano solo d'amore ma anche di religione, disuguaglianze e sfruttamento dell'Africa occidentale.
Euro
31,00
codice 2128883
scheda
Lp [edizione] nuovo  stereo  uk  2024  cold spring 
indie 90
Edizione normale in vinile nero (è stato pressato anche in una versione in vinile di colore rosso, in edizione limitata a 300 copie vendute direttamente dall'etichetta), label custom marrone con particolari dello artwork di copertina, catalogo CSR330LP. Pubblicato nell'aprile del 2024 dalla Cold Spring, il primo album in collaborazione fra Jack Dangers (Meat Beat Manifesto) e Masami Akita (Merzbow). Lo "industrial breakbeat" di MBM incontra il noise lancinante ed ossessivo di Merzbow, in due lunghissimi brani, "!FLAKKA!" e "Burner", dove struttura ed anarchia sonora si dilaniano in una tensione decostruzionista che sfocia in rumorismo stratificato, loops in feedback e ritmiche pulsanti. "!FLAKKA!" si evolve costantemente fra breakbeats sull'orlo della distruzione, harsh noise in un dinamismo dai toni aspri e distorti; "Burner" inizia in modo più lento ed ipnotico, per poi svilupparsi come una sequenza di interferenze, pulsazioni lente ed increspate, sfigurate da un inesorabile processo rumorista. Duo londinese formato nel 1987 da Jack Dangers e Johnny Stephens, entrambi ex Perennial Divide, i Meat Beat Manifesto si sono caratterizzati per una musica che integra le abrasive e sperimentali sonorita' industrial con elementi musicali mutuati dallo hip hop e dal dub, integrando talvolta rumorismo e ritmi ballabili. Dopo che i nastri del loro progettato primo lp vennero danneggiati, tornarono in studio per realizzare ''Storm the studio'' (1989), che resta il loro primo vero album, primo di una serie di lavori che continuano ad uscire anche all'inizio del nuovo secolo. Nei primi anni '90 il gruppo integro' elementi di dance elettronica nel suo gia' eclettico sound. Il musicista giapponese Masami Akita, meglio noto come Merzbow, è considerato uno dei massimi esponenti della musica noise. Influenzato dal dadaismo e dal surrealismo come dall'arte spazzatura, ascolta in gioventù rock psichedelico e progressivo, ed in seguito il free jazz. Il nome del progetto deriva dal titolo dell'opera ''Merzbau'' dell'artista tedesco Kurt Schwitters (1887-1948); con questa sigla, Masami Akita produce centinaia di incisioni dai primi anni ottanta in poi, all'insegna di un noise estremo ma al tempo stesso cerebrale e privo del lato rabbioso di musicisti occidentali affini.
Euro
30,00
codice 3515878
scheda
Melvins tarantula heart (silver streak vinyl)
lp [edizione] nuovo  stereo  usa  2024  ipecac 
punk new wave
Edizione in vinile argento, copertina apribile senza barcode, adesivo con barcode e artwork sul cellophane, booklet di 12 pagine formato 7". Pubblicato nell' aprile 2024, dopo "Bad Mood Rising" (2022), il ventisettesimo album in studio della band americana di Montesano, Washington. Descrizione completa a seguire. Formatisi ad Aberdeen nello stato di Washington nel 1985, gli americani Melvins sono uno dei gruppi piu' influenti sullo indie rock degli anni '90: la loro musica dura e senza compromessi ma anche ironica, ispirata dai Black Sabbath, ebbe molto fascino su futuri pezzi da novanta della scena di Seattle, come i Nirvana (Cobain era un loro grande estimatore), Mudhoney (dove suono' Matt Lukin dopo aver lasciato i Melvins) e Soundgarden, che ripresero la lezione dei Melvins incrociandola con strutture pop e rock piu' accessibili. Guidati da Buzz Osbourne (noto come King Buzzo), esordirono su lp con ''Gluey porch treatments'' nel 1987, seguito nel 1990 da Ozma, primi capitoli di una lunga storia discografica, che attraverso' anche un breve periodo su major (la Atlantic) fra il 1993 ed il 1994, prima del benvenuto ritorno in ambito indie; nonostante il sostegno di Cobain, il gruppo e' sempre rimasto a livello di culto, anche per la sua musica piuttosto ostica per le orecchie delle masse.
Euro
26,00
codice 2129007
scheda
Melvins tarantula heart (silver streak vinyl)
lp [edizione] nuovo  stereo  usa  2024  ipecac 
punk new wave
Edizione in vinile argento, copertina apribile senza barcode, adesivo con barcode e artwork sul cellophane, booklet di 12 pagine formato 7". Pubblicato nell' aprile 2024, dopo "Bad Mood Rising" (2022), il ventisettesimo album in studio della band americana di Montesano, Washington. Descrizione completa a seguire. Formatisi ad Aberdeen nello stato di Washington nel 1985, gli americani Melvins sono uno dei gruppi piu' influenti sullo indie rock degli anni '90: la loro musica dura e senza compromessi ma anche ironica, ispirata dai Black Sabbath, ebbe molto fascino su futuri pezzi da novanta della scena di Seattle, come i Nirvana (Cobain era un loro grande estimatore), Mudhoney (dove suono' Matt Lukin dopo aver lasciato i Melvins) e Soundgarden, che ripresero la lezione dei Melvins incrociandola con strutture pop e rock piu' accessibili. Guidati da Buzz Osbourne (noto come King Buzzo), esordirono su lp con ''Gluey porch treatments'' nel 1987, seguito nel 1990 da Ozma, primi capitoli di una lunga storia discografica, che attraverso' anche un breve periodo su major (la Atlantic) fra il 1993 ed il 1994, prima del benvenuto ritorno in ambito indie; nonostante il sostegno di Cobain, il gruppo e' sempre rimasto a livello di culto, anche per la sua musica piuttosto ostica per le orecchie delle masse.
Euro
26,00
codice 3034614
scheda
Mgmt Loss of life (ltd)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2024  mgmt 
indie 2000
edizione limitata in vinile blu opaco per i negozi indipendenti, copertina apribile, adesivo su cellophane. Note di presentazione del disco a cura della label "MGMT sono stati descritti tra l’altro come: audaci, saporiti,giocosi, sinceri, ottimisti, perspicaci. Loss Of Life è stato prodotto dagli MGMT e da Patrick Wimberly (Solange, Lil Yachty, MGMT), con il missaggio e la produzione aggiuntiva di Dave Fridmann (Flaming Lips, Interpol, Spoon). L'album include la prima canzone degli MGMT con un featuring, per gentile concessione di Christine and the Queens. L'artwork dell'album è stato concesso in licenza dall’estate di John Baldessari ed è intitolato Noses & Ears, Etc. (Part Two)." Provenienti dal Connecticut, gli americani MGMT sono un duo, inizialmente attivo dal 2002 come The Management (un album ed un ep all'attivo nel 2004/05); nel 2005 si ribattezzano come MGMT e pubblicano un primo Ep ''Time to pretend''. Il gruppo comincia a farsi conoscere ed apprezzare e, dopo aver ottenuto un contratto con la Columbia, realizza con la produzione di Dave Fridmann il proprio primo Lp, ''Oracular spectacular'', dal suono piu' pieno ed elaborato, ma molto eterogeneo, tanto da essere definito dalla band stessa 'il classico lavoro di cui si scaricano solo i singoli', album che sarà amato sia dalla critica che dal grande pubblico e divenuto un classico degli anni 00. Apprezzati perfino da Sir Paul McCartney, realizzano "Congratulations" nel 2010, proseguono la carriera fino ai decenni successivi . La loro musica è un intreccio di pop, rock e psichedelia.
Euro
36,00
codice 2127294
scheda
Moby Always centered at night (ltd yellow)
Lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2024  always centered 
indie 90
edizione limitata di 4500 copie in doppio vinile giallo, numerata sul retro a mano. note a cura della label: "Con il suo nuovo album Always Centered at Night, Moby ha ancora una volta trasformato in realtà una raccolta di canzoni di struggente bellezza, tenere e allo stesso tempo provocatorie, realizzate in collaborazione con vocalist di talento unico, dall'anima consapevole e ultraterrena. Tutte le canzoni sono lettere d'amore alla scena musicale libera e incantevole della New York di fine anni '70 e inizio anni '80, che ha plasmato Moby come musicista. "L'obiettivo di Always Centered at Night è fare qualcosa senza compromessi", dice Moby. "Fare musica che sia emotiva, atmosferica e potenzialmente bella. E quale miglior uso di questo strano privilegio che ho se non quello di cercare di promuovere un'espressione creativa che abbia un'integrità senza compromessi."
Euro
45,00
codice 2129690
scheda
Montagna roberto (book) u.k. punk '76-'80: italian editions - a collector's guide
BOOK [edizione] nuovo    ita  2024   
libro/riviste
Libro di 112 pagine, in formato 15x23 cm. Pubblicato nel 2024, contiene una selezione delle piu' interessanti uscite italiane avvenute tra il 1976 ed il 1980 nell' ambito di dischi inglesi (sia 7" che albums) delle scene punk, mod, power-pop, Oi!, New Wave of British Heavy Metal e New Wave, con ricchissimo apparato fotografico a color, particolarmente importante poiche' si tratta spesso di copertine esclusive, diverse da quelle degli altri paesi.
Euro
20,00
codice 3034902
scheda
Mooon Iii
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2024  excelsior 
indie 2000
stampa ultra limitata di 150 copie in vinile marrone, note a cura della label: Entrare nel mondo MOOON è come entrare in una macchina del tempo. Il giovane power trio del Brabante, composto dai fratelli Tom e Gijs de Jong e dal cugino Timo van Lierop, trasporta l'ascoltatore nel periodo d'oro della psichedelia negli anni '60 e '70. Nel loro terzo album "III" la band scava un po' più a fondo nella propria borsa di trucchi con suoni trippy. Gli accattivanti garage rocker sono ancora rappresentati, ma accompagnati anche da brani più complessi. I membri della band hanno scelto di registrare l'album da soli. Con dodici nuove canzoni non hanno risparmiato sforzi e hanno trascorso innumerevoli ore affinché questo album suonasse come è adesso. Utilizzando effetti di claviolina, violoncello ed effetti reverse tape accanto al loro consueto arsenale di chitarre, batteria, basso e occasionalmente tastiere, hanno portato il loro suono ad un altro livello.
Euro
38,00
codice 2129604
scheda
Moor mother Great bailout
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2024  anti 
indie 2000
Label custom, catalogo 7980-1. Pubblicato nel marzo del 2024 dalla Anti, il settimo album solista (collaborazioni escluse), successivo a "Jazz code" (2022). "The great bailout" nasce dallo studio condotto da Moor Mother sul colonialismo britannico e sulle sue conseguenze, in particolare riflettendo sui costi degli atti di abolizione della schiavitù emanati dal parlamento britannico nel 1833 e nel 1835, i quali posero ufficialmente fine alla pratica della schiavitù nell'impero britannico, dietro un enorme compenso erogato agli ex proprietari di schiavi a risarcimento della loro "perdita": per sostenere il peso di tale enorme somma, il governo britannico ottenne uno dei più grandi prestiti della storia, il cui pagamento è terminato addirittura nel 2015, effettuato nel corso dei secoli con il denaro dei contribuenti, inclusi i discendenti degli ex-schiavi liberati. Adottando un aprroccio artistico molto sperimentale, in cui sonorità ipnotiche, sommerse da effetti eco, influssi jazz, dilatazioni ambient, astrattismo e spoken word, Moor Mother racconta e mette in discussione i principi e certi dati culturali della società britannica nella fase storica dello schiavismo e della sua abolizione con un approccio polemico, quasi letterario ma al tempo stesso potentemente emotivo. La cantante e poetessa afroamericana Camae Ayewa, in arte Moor Mother, originaria del Maryland e basata a Philadelphia, propone un'arte sonica urticante e molto originale, in cui l'impiego di elettronica che tende al rumorismo, a fianco di lenti ed ipnotizzanti grooves hip hop underground, spunti free jazz e campionamenti anticonvenzionali, generano tappeti sonori su cui si animano le proprie parole, espresse con un approccio ibrido fra declamazione, narrazione hip hop e graffiante rabbia punk, e contenenti istanze via via più politicizzate. Ispirata sia dalla scena punk che dal rap, Ayewa avviò il progetto Moor Mother nel 2012, dopo aver fatto parte del gruppo hip hop The Mighty Paradocs, integrando poesia e musica sperimentale: nel 2015 pubblicò una cassetta, "Moor mother goddess", alla quale fecero seguito nel resto del decennio una serie di album su Don Giovanni e su Vinyl Factory, sempre più ricchi di sfumature stilistiche; nel frattempo, ha partecipato come cantante ed autrice al collettivo free jazz di Chicago Irreversible Entanglements.
Euro
29,00
codice 3515845
scheda
Mr. bison Echoes from the universe (violet)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2024  heavy psych sounds 
indie 2000
edizione limitata in vinile viola di 400 copie. Presentazione a cura della band "Il tema di questo album, intitolato 'Echoes From The Universe', è il tentativo, in quanto esseri umani e temporali, di sfuggire all'idea di una presunta predeterminazione del destino riuscendo a costruire un proprio percorso di vita individuale attraverso la forza di volontà. Il 'concept album' è basato sul mito delle Norne norrene, che tessono i fili del destino universale su un arazzo, in cui tutte le esistenze, in un continuo mix di passato, presente e futuro, si intersecano e si influenzano a vicenda, generando così un vortice caleidoscopico di infinite e imprevedibili possibilità. Per questo li abbiamo utilizzati come simbolo della libertà di scelta, che non esclude mai, ma anzi implica, l'elemento del caso. L'artwork, interpretato dall'artista Django Nokes, rispecchia perfettamente il concept. E' un viaggio evocativo di paesaggi sonori e una fresca brezza di ritmi groovy e psichedelia che ondeggiano tra dolci momenti e massicci deliri progressivi." trio di Cecina (Italy). Il gruppo si conferma come una delle migliori realtà del nostro paese nell'ambito stoner con un disco che respira aria desertica e polvere di hard rock anni 70, con brani diretti e mai orpellosi, compatti, tirati con ottima competenza tecnica. Riferimenti ad i migliori Motorpsycho, Qotsa.
Euro
25,00
codice 2127132
scheda
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2024  sub pop 
indie 2000
edizione limitata in vinile colorato "loser edition" per i negozi indipendenti. Il quarto album del gruppo con il nuovo batterista Chris Yonker che affianca gli storici membri, il bassista/cantante Philip Frobos (ex carnivores) ed il chitarrista Frankie Broyles (ex deerhunter). Prodotto dell'ingegnere Kristofer Sampson che riesce a focalizzare il sound del gruppo in maniera pulita e dimensionale, vede la collaborazione del cantante degli Automatic Izzy Glaudini , che aggiunge alcune voci in contrasto con il modo di cantare di Frobos. Un disco di piacevole e accattivante moderno rock-post-punk con punti di riferimento alla contorta e fantasiosa scena americana anni 70-80 di bands quali Devo, Television e B-52s.
Euro
29,00
codice 2127554
scheda
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  2024  big scary 
indie 2000
undicesimo album del progetto di Mike Kinsella (american football, joan of arc, cap'n'jazz tra gli altri gruppi del nostro), prodotto da S. Carey, rispetto ai precedenti lavori include esperimenti con l'incorporazione di elettronica variegata pur mantenendo le caratteristiche del cantautore. Il progetto Owen nasce da un idea di Mike Kinsella, polistrumentista di Chicago, batterista dei Cap'n Jazz, Joan Of Arc, Owls e chitarrista-compositore con il fratello maggiore Tim, degli American Football, il quale, dopo lo scioglimento di quest'ultimi, inizia nel 2001 a registrare come Owen suonando tutti gli strumenti; esce l'omonimo album del debutto su Polyvynil, che viene accolto positivamente dalla critica, nel 2002 esce "No good for no one now", al quale succede, dopo l'uscita di due Ep's "Rutabega/Owen (split con i Rutabega) e "Owen the ep", "I do perceive" nel 2004. Nel 2006 esce il quarto album "At home with Owen", a cui seguono "New leaves" nel 2009, "Ghost town" nel 2011, "L'ami du peuple" nell'estate 2013.
Euro
33,00
codice 2129383
scheda

Page: 4 of 6


Pag.: oggetti: