Hai cercato:  Aa.vv. (rock 60-70) --- Titoli trovati: : 141
 
Pag.: oggetti:
 
ordina per
aiuto su ricerche
Pag.: oggetti:
Aa.vv. (rock 60-70) Mod meeting vol. 7
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1960  style 
rock 60-70
Edizione limitata a 500 copie, copertina lucida a busta senza codice a barre, label nera con scritte bianche su di una facciata ed a colori invertiti sull'altra, catalogo MM07. Pubblicto nel 2012 dalla Style, il settimo volume delle compilation dedicate da questa etichetta alla musica mod. Questo volume ci presenta sedici brani ad opera di piu' o meno oscure band mod provenienti da diverse parti del globo, fra cui gruppi australiani, americani, svedesi, inglesi e perfino cecoslovacchi. Questa la scaletta, con nome gruppo seguito da titolo del brano e nazionalita' della band: Side A BEATNIKS I Feel Good (Norway) WEST FIVE She's Mine (UK) PHIL JONES & UNKNOWN BLUES If I Had A Ticket (AUS) DICK JORDAN Progress (UK) OLA & JANGLERS How Come (SWE) CHASERS She's Gone Away (UK) MR. LEE GRANT Love (NZ) GROOVE Cool Jerk (AUS) Side B GNOMES OF ZURICH Second Fiddle (UK) BEATINGS We'd Be Happy (CZ) JOHNNY RICHARD & HIS SPIKES It Was So Fine (Belgium) PROFILE I Got To Find A Way (UK) JOHN & ROBIN Love Me Baby (US) SHADES OF MORLEY BROWN Pretty Blue Bird (UK) SHEIKS Since She's Gone (Belgium) ROSS D. WYLLIE Uptight (AUS).
Euro
21,00
codice 3505258
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) Motor city's burnin'
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1968  alive total energy 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Prima stampa USA, ormai fuori catalogo, copertina senza barcode, label bianca con scritte nere su di una facciata, con grande logo Total Energy bianco e nero sull'altra, catalogo NER3014. Pubblicata nel 1998 dalla Alive/Total Energy negli USA, la compilation, che poi avra' un seguito in un volume 2, dedicata alle piu' incendiarie rock band dell'area detroitiana degli anni '60 e '70 (ma un paio di brani sono stati incisi negli anni '80 e '90); dieci brani in tutto, di cui ben cinque inediti fino a questa pubblicazione. Troviamo insieme a mostri sacri come MC5 e Stooges, i mitici Sonic Rendezvous Band con inedito del 1977/78, i Rationals con la leggendaria ''Guitar army'' (1969) ed i piu' giovani ma altrettanto devastanti e sferraglianti Dirtys, con un brano prodotto dal grande Mick Collins (ex Gories). Questa la scaletta: MC5, ''Looking at you'' (1968, singolo); Rationals, ''Guitar army'' (1969, dal primo eponimo album, con Scott Morgan poi nella Sonic's Rendezvous Band); The Up, ''Come on'' (inciso nel 1971, inedito gia' pero' incluso nel 10" ''Killer up!'' uscito nel 1995, per questa grande band autrice solo di un 7", con Gary Rasmussen poi nella Sonic's Rendezvous Band); Iggy And The Stooges, ''Death trip'' (inciso nel 1973 a Londra, dall'album ''Year of the iguana'' pubblicato nel 1997); Uprising, ''Long hard road'' (inciso nel maggio del 1973, inedito); Sonic's Rendezvous Band, ''Electrophonic tonic'' (inciso 12/77-1/78, inedito); Bootsey X & The Lovemasters, ''Pusherman of love'' (1987); Ramrods, ''I'm a ramrod'' (1/78, inedito); The Sillies, ''Break loose'' (1978, inedito); The Dirtys, ''Asshole boogie'' (1997, inedito).
Euro
24,00
codice 319007
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) Music minus music
lp2 [edizione] nuovo  stereo  uk  1970  fat city 
rock 60-70
Vinile doppio, copertina ruvida a busta, libretto di sedici pagine in formato cd con foto e note storiche sugli artisti ed i brani presenti, label verde su di un lato e custom con artwork di copertina sull'altro sul primo vinile, viola su di un lato e custom con popcorn sull'altro sul secondo vinile, catalogo FC104 sulla costola della copertina e FC105 sulla label. Pubblicata nel 2012 dalla Fat City, questa compilation mette insieme sedici brani di elettronica, alcuni inediti ed altri tratti da rare pubblicazioni, il tutto inciso fra gli anni '70 ed '80, da musicisti rinomati come Irmin Schmidt dei Can, lo svizzero Bruno Spoerri, Karl Jenkins con i Soft Machine, e la compositrice elettronica americana Suzanne Ciani (autrice di musiche per pubblicita' e videogiochi, fra l'altro), insieme a nomi meno noti, per lo meno in occidente, come il pakistano M. Ashraf ed il tamil Ilaiyaraaja, entrambi attivi nell'ambito delle colonne sonore per il cinema del subcontinente indiano, e le giovani gemelle argentine Las Trillizas de Oro, ragazze prodigio. Per chi si interessa dei piu' strani e nascosti reconditi della musica pop elettronica vintage. Questa la scaletta: 1. Sound Of Wetness - Suzanne Ciani 2. Evarella 2073 - Peter Thomas 3. Surf - Saratoga Surf Messengers 4. Endstation Freiheit - Irmin Schmidt 5. Baustellenmusik - Bruno Spoerri 6. Pochoclo - Las Trillizas De Oro 7. Atari Corporate Tag - Suzanne Ciani 8. Yaaro Sonnaangalaam - Ilaiyaraaja 9. Automute - Eskaton 10. Jumping Balls - Klaus Weiss 11. Les Scandales - Jacky Chalard & Dynastie Crisis 12. Gods Of Norse - Cybotron 13. Splot - Karl Jenkins & Soft Machine 14. Ann Data - M.Ashraf 15. Aventure Et Tambourin - Guy Boyer 16. Apache - Rod Hunter.
Euro
22,00
codice 3505414
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) Music people
lp3 [edizione] originale  stereo  uk  1972  cbs 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good rock 60-70
l' originale stampa americana, copertina (con lievi segni di invecchiamento ed una foratura promozionale in basso a destra) apribile in tre parti, etichetta rossa con logos arancio lungo la circonferenza, catalogo C3X31280. Pubblicata nel 1972, la mastodontica compilation su triplo vinile con ben quaranta brani editi, tratti da albums talora ancora non pubblicati ai tempi dell' uscita del disco, ad opera di altrettanti artisti, fra cui alcune stelle assolute del panorama rock di quegli anni: Bob Dylan (qui con una cover di ''Grand coulee dam'' di Woody Guthrie, tratta da una raccolta tributo del 1972, ''A tribute to woody guthrie part one''), Taj Mahal, Spirit, Blood Sweet & Tears, Kris Kistofferson, Al Stewart, Santana, Poco... Questa la scaletta: Johnny Winter And, ''Jumpin' jack flash'' (1971); Sweathog, ''Hallelujah'' (1972); Home, ''Tramp'' (1971); Arrival, ''Glory be'' (1972); Jeff Beck Group, ''Situation'' (1971); REO Speedwagon, ''157 riverside avenue'' (1972); Bob Dylan, ''Grand coulee dam'' (1972); Barry Mann, ''Too many mondays'' (1972); Jake Holmes, ''Silence'' (1972); Colin Blunstone, ''She loves the way they love her'' (1971); Jimmy Spheeris, ''The nest'' (1972); Lesley Duncan, ''Love song'' (1972); Blood Sweet and Tears, ''Go down gamblin''' (1971); Dreams, ''Calico baby'' (1972); Chase, ''Too many people'' (1971); Wayne Cochran and the CC Riders, ''Sleepless nights'' (1972); Boz Scaggs & his Band, ''Monkey time'' (1972); David Clayton Thomas, ''Magnificent sanctuary band'' (1972); Edgar Winter's White Trash, ''Cool fool'' (1972); Poco, ''How down'' (1971); New Riders of the Purple Sage, ''Hello mary lou'' (1972); Byrds, ''Burglar'' (dall' album "Farther Along" del 1971); Kenny Loggins with Jim Messina, ''To make a woman feel wanted'' (1972); Al Stewart, ''Amsterdam'' (1972); Kris Kistofferson, ''Little girl lost'' (1972); Tak Mahal, ''Stealin''' (1972); Mahavishnu Orchestra, ''Dawn'' (1972); Fields, ''While the sun still shines'' (1971); Santana, ''Para los rumberos'' (1971); Spirit, ''Chelsea girls'' (1972, dall' album "Feedback"); It's A Beautiful Day, ''No word for glad'', dall' album "Choice Quality Stuff" del 1971); Argent, ''Hold your head up'' (1971); Titanic, ''Underbird'' (1972); Fishbaugh, Fishbaugh & Zorn, ''Hint of a freeze'' (1972); Redbone, ''The sun never shines on the lonely'' (1971); Grin, ''White lies'' 1972); Dr. Hook & the Medicine Show, ''I call that true love'' (1972); Genya Ravan, ''What kinf of a man are you'' (1972); Niemen, ''Strange is this world'' (1972); Jonathan Swift, ''Just a thought'' (1972).
Euro
18,00
codice 233010
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) Music people
lp3 [edizione] originale  stereo  uk  1972  cbs 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
l' originale stampa inglese, copertina apribile in tre parti, con adesivo sul fronte "3 Records For The Price of One", etichetta arancio con logo nero centrale. Pubblicata nel 1972, la mastodontica compilation su triplo vinile con ben quaranta brani editi, ad opera di altrettanti artisti, fra cui alcune stelle assolute del panorama rock di quegli anni: Bob Dylan (qui con una cover di ''Grand coulee dam'' di Woody Guthrie, tratta da un album tributo ad egli tributato da Dylan ed altri artisti nel 1972, ''A tribute to woody guthrie part one''), Taj Mahal, Spirit, Blood Sweet & Tears, Kris Kistofferson, Al Stewart, Santana, Poco... Questa la scaletta: Johnny Winter And, ''Jumpin' jack flash'' (1971); Sweathog, ''Hallelujah'' (1972); Home, ''Tramp'' (1971); Arrival, ''Glory be'' (1972); Jeff Beck Group, ''Situation'' (1971); REO Speedwagon, ''157 riverside avenue'' (1972); Bob Dylan, ''Grand coulee dam'' (1972); Barry Mann, ''Too many mondays'' (1972); Jake Holmes, ''Silence'' (1972); Colin Blunstone, ''She loves the way they love her'' (1971); Jimmy Spheeris, ''The nest'' (1972); Lesley Duncan, ''Love song'' (1972); Blood Sweet and Tears, ''Go down gamblin''' (1971); Dreams, ''Calico baby'' (1972); Chase, ''Too many people'' (1971); Wayne Cochran and the CC Riders, ''Sleepless nights'' (1972); Boz Scaggs & his Band, ''Monkey time'' (1972); David Clayton Thomas, ''Magnificent sanctuary band'' (1972); Edgar Winter's White Trash, ''Cool fool'' (1972); Poco, ''How down'' (1971); New Riders of the Purple Sage, ''Hello mary lou'' (1972); Byrds, ''Burglar'' (dall' album "Farther Along" del 1971); Kenny Loggins with Jim Messina, ''To make a woman feel wanted'' (1972); Al Stewart, ''Amsterdam'' (1972); Kris Kistofferson, ''Little girl lost'' (1972); Tak Mahal, ''Stealin''' (1972); Mahavishnu Orchestra, ''Dawn'' (1972); Fields, ''While the sun still shines'' (1971); Santana, ''Para los rumberos'' (1971); Spirit, ''Chelsea girls'' (1972, dall' album "Feedback"); It's A Beautiful Day, ''No word for glad'', dall' album "Choice Quality Stuff" del 1971); Argent, ''Hold your head up'' (1971); Titanic, ''Underbird'' (1972); Fishbaugh, Fishbaugh & Zorn, ''Hint of a freeze'' (1972); Redbone, ''The sun never shines on the lonely'' (1971); Grin, ''White lies'' 1972); Dr. Hook & the Medicine Show, ''I call that true love'' (1972); Genya Ravan, ''What kinf of a man are you'' (1972); Niemen, ''Strange is this world'' (1972); Jonathan Swift, ''Just a thought'' (1972).
Euro
28,00
codice 319003
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) My generation – 16 original superhits of the 60's
Lp [edizione] originale  stereo  eec  1963  duchesse 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Prima stampa europea, copertina senza barcode, label rossa con scritte nere e logo Duchesse nero in alto, scritta ''made in EEC'' in basso, catalogo 152007. Pubblicata nel 1988 dalla Duchesse, questa raccolta compila sedici dei piu' celebri brani di quattro delle piu' importanti band del panorama pop britannico ed internazionale di meta' anni '60: gli Who, che non hanno bisogno di presentazioni; gli Herman's Hermits, che furono fra i principali protagonisti della cosidetta "British Invasion" che rivoluziono' la musica americana, e rimangono un gruppo di matrice puramente e deliziosamente pop, incredibilmente sottovalutato, anche se ebbero all' epoca numerosi hits negli Stati Uniti; Gerry & the Pacemakers, gruppo di Liverpool fra i piu' importanti in assoluto della fertile scena del Merseybeat, quindi concittadini dei Beatles e gestiti come loro da Brian Epstein; infine Lo Spencer Davis Group, uno dei migliori e piu' influenti gruppi di r'n'b' bianco degli anni '60, con la voce dell'allora sedicenne Steve Winwood, poi alla guida dei Traffic, che conferi' una magia inconfondibile ai loro primi lavori. Questa la scaletta: The Who, ''My generation'', ''I'm a boy'', ''Happy jack'', ''Pictures of lily''; Herman's Hermits, ''No milk today'', ''I'm into something good'', ''Silhouettes'', ''There's a kind of hush''; Spencer Davis Group, ''Keep on running'', ''Somebody help me'', ''Gimme some lovin''', ''I'm a man''; Gerry and the Pacemakers, ''How do you do it'', ''I like it'', ''You'll never walk alone'', ''I'm the one''.
Euro
15,00
codice 328124
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) Neder beat 63-69: beat, bluf & branie – 1
lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1963  concerto / universal music 
rock 60-70
Edizione limitata a 500 copie numerate sull'adesivo apposto sul cellophane, vinile doppio pesante color porpora, copertina apribile, label bianca e blu, catalogo 478 453-7. Per la prima volta disponibile in vinile grazie a questa edizione del 2016 ad opera della Concerto / Universal Music, la prima parte della raccolta originariamente pubblicata solo in doppio cd nel 2004 dalla Hunter Music (un secondo doppio vinile uscito contemporaneamente a questo ne contiene la seconda parte). Con ben ventincinque brani editi, un'eccellente e vasta panoramica sul vitale e per certi versi pionieristico fenomento del beat olandese, senza alcun dubbio espressione di una delle migliori scene beat, r'nb' e garage dell'Europa continentale durante gli anni '60: alfieri del movimento come i Q'65 e gli Outsiders di Wally Tax, qui rappresentati, nei loro momenti migliori non avevano niente da invidiare ad analoghi gruppi britannici come Pretty Things o Animals. Questa raccolta puo' rappresentare un efficace punto di accesso all'interessante mondo musicale dei Paesi Bassi, che includeva anche gruppi piu' vicini alla sensibilita' pop quali Shocking Blue e Cuby+The Blizzards, artisti ispirati dal nuovo cantautorato angloamericano come Boudewijn De Groot e sperimentatori psichedelici di prim'ordine quali i Groep 1850, tutti qui rappresentati insieme a molti altri protagonisti. Questa la scaletta: 01. Q65 - You're The Victor 02. The Outsiders - Lying All The Time 03. Ro-D-Ys - Just Fancy 04. Golden Earrings - Please Go 05. Les Baroques - Such A Cad 06. The Motions - Why Don't You Take It 07. Sandy Coast- I See Your Face Again 08. Phantoms - I'll Go Crazy 09. Rudy Bennett - I'm So Proud 10. Shocking Blue - Send Me A Postcard 11. The Shoes - Na Na Na 12. ZZ & De Maskers – Dracula 13. Cuby + The Blizzards - Another Day Another Road 14. The Dukes - Friday On My Mind 15. Groep 1850 - Mother No-Head 16. HET - Ik Heb Geen Zin Om Op Te Staan 17. Hu & The Hilltops - Cry Me A River 18. The Hunters - Russian Spy And I 19. Johnny Kendall & The Heralds - See See Rider 20. De Maskers - Brand New Cadillac 21. Q65 – Ann 22. George Baker Selection - Little Green Bag 23. The Outsiders - I've Been Loving You So Long 24. Boudewijn de Groot - Meester Prikkebeen 25. The Cats - Sure He's A Cat.
Euro
34,00
codice 3509149
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) Nice - an anthology of Peter Eden
Lp [edizione] nuovo  stereo  uk  1966  tenth planet 
rock 60-70
Edizione limitata a mille copie numerate sul retro, copertina senza barcode, vinile pesante, etichetta bianca con scritte nere con title track su un lato e disegno con cerchi concentrici sull'altro, inserto in carta lucida in bianco e nero. "Nice - An anthology of Peter Eden productions" contiene sedici brani di gruppi e musicisti prodotti negli anni '60 dall'inglese Peter Eden, noto anche per essere stato uno dei primi manager di Donovan, prima che il cantante scozzese iniziasse la collaborazione con il piu' famoso Mickey Most. I brani qui proposti, in buona parte di ispirazione folk acido o freakbeat, sono in larga parte inediti, con l'aggiunta di alcuni usciti su singolo e versioni alternative, con la presenza di Clive Palmer (Incredible String Band, C.O.B.) e Bill Fay. Questa la scaletta dei brani: The Crocheted Doughnut Ring, "Azalia & Rhododendron" (1967, A-side); The Fingers, "Just like loving you baby" (1967, inedito); Bill Fay, "Garden song" (1969, versione inedita); Clive Palmer, "Stories of Jesus" (1969, inedtio); The Fingers, "I go to sleep" (1966, A-side); Sadie's Expression, "Yesterday was such a lovely day" (1968, inedito); The Fingers, "Look away" (1966, inedito); The Crocheted Doughnut Ring, "Nice" (1967, B-side); Gerald Moore, "Pilgrim" (1973, inedito); River, "California here I come" (1969, inedito); Bill Fay, "The sun is bored" (1969, versione inedita); The Jubilee Lovelies, "I'll be your baby tonight" (1968, inedito); The Fingers, "I hear the sun" (1967, inedito); Bill Fay, "The room" (1969, versione inedita); The Fingers, "Oh" (1966, B-side); Barry Fantoni, "Sadie moonshine" (1967, inedito).
Euro
18,00
codice 2106175
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) Off II Hallucinations (Psychedelic Underground) picture
Lp [edizione] originale  stereo  ger  1967  metronome / Deutscher Schallplattenclub / elektra 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
l' originale stampa tedesca, nella versione picture disc pressata per il Record Club tedesco, con copertina laminata fronte e retro, non apribile (a differenza della versione non picture e di alcune copie picture), catalogo H895/5 sulla copertina e ST-KMLP310 sul vinile, che e' nella versione in cui non compare alcuna scritta in grigio a destra. Pubblicata nel 1969 dalla Metronome / Elektra in Germania, questa raccolta manifesto sparse nel paese teutonico il verbo del rock psichedelico e sperimentale dei gruppi americani promossi nella seconda metà degli anni '60 dalla brillante casa discografica guidata da Jac Holzman: in quel decennio la Elektra accolse nella sua scuderia giovani gruppi che proponevano una visione innovativa ed anticoformista del pop e del rock, come l'aggressivo proto punk degli MC5, la dionisiaca psichedelia dei Doors, le visioni psichedeliche acustiche della Incredible String Band, l'originalità ed il lirismo fra baroque pop, folk rock e psichedelia dei Love di Arthur Lee, l'iconoclasta e rivoluzionaria interpretazione delle radici folk da parte degli Holy Modal Rounders, l'eclettica musa dei Rhinoceros, autori di una riuscita miscela di rock, blues, jazz e soul. Questa la scaletta: MC5, "Kick out the jams" (dall'album "Kick out the jams", 1969); Holy Modal Rounders, "Werewolf" (dall'album "The Moray Eels Eat The Holy Modal Rounders", 1968); Rhinoceros, "Apricot brandy" (dall'album "Rhinoceros", 1968); The Doors, "Five to one" (dall'album "Waiting for the sun", 1968); Love, "The daily planet" (dall'album "Forever changes", 1967); Earth Opera, "The american eagle tragedy" (dall'album "The great american eagle tragedy", 1969); MC5, "I want you right now" (dall'album "Kick out the jams", 1969); The Holy Modal Rounders, "The pledge" (dall'album "The Moray Eels Eat The Holy Modal Rounders", 1968); Rhinoceros, "I need love" (dall'album "Rhinoceros", 1968); The Incredible String Band, "A very cellular song" (estratto del brano, dall'album "The hangman's beautiful daughter", 1968); Ars Nova, "And now am I to know" (dall'album "Ars nova", 1968); The Zodiac Cosmic Sounds (Mort Garson), "Cancer – the moon child" (dall'album "Cosmic sounds", 1967).
Euro
28,00
codice 244874
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) pebbles vol. 10
Lp [edizione] nuovo  stereo  aus  1979  bfd 
rock 60-70
il decimo volume della serie di compilations con grandi gemme perdute del garage punk provenienti da oscuri e rarissimi singoli, perlopiu' del favoloso periodo '65/'67, copertina senza codice a barre ed etichetta verde con scritte nere. Ecco i 16 brani di questo ennesimo imperdibile volume: 1. "Talk To Me Girl" dei Next Five; 2. "You'll Come Back" dei Moon Rakers (dal loro primo singolo del 1965; incisero anche un album ed alcuni di loro formarono piu' tardi gli Sugarloaf); 3. "Baby What's New" di Peter Wheat & The Breadmen; 4. "Since I Met You" dei Marauders; "Roller Coaster" degli Ides Of March (notevole ballata tra garage e folk rock, dal loro quinto singolo del 1966, anni prima rispetto all' esordio su album); 6. "Need A Little Lovin' " dei Foggy Notions; 7. la deragliante "Just In Case You're Wondering" dei grandissimi canadesi Ugly Ducklings (una fuzz guitar davvero killer); 8. "My Group And Me" dei Raga & The Talas; 9. "Tilt-A-Whirl" dei texani Leo & The Prophets, davvero folli ed acidi; 10. la micidiale e favolosa "Love At Psychedelic Velocity" dei californiani Human Expression (divenuta uno dei classici dei Fuzztones un paio di decenni dopo); 11. "I'm On My Way Down That Road" dei Wig/Wags; 12. una travolgente "The Train Kept A-Rollin' " di Steve Walker & The Bold dal loro secondo ed ultimo singolo, dal Massachussetts); 13. "I'm Not Talkin' " dei Things To Come di Chicago, cover deragliante e davvero punk del brano degli yardbirds, dal loro unico singolo del '66; 14. "Slippin' And Slidin' ", grande gemma dei Five Americans, texani di Dallas, dal loro secondo singolo del 1964 (!!!), due anni prima del loro esordio su album, incredibilmente aggressiva per l' epoca; 15. la grandissima "Primitive" dei Groupies, prototipo del garage punk piu' grezzo, cavernoso ed "annoiato", dal loro unico singolo del 1965 (!!!), tra i Rolling Stones ed i Cramps, che infatti riprenderanno il brano quasi un ventennio dopo; 16. la bellissima "Don't Shoot Me Down" degli storici Brogues, dal loro secondo ed ultimo singolo del 1965, californiani con membri dei futuri Quicksilver e dei Family Tree in formazione. Dopo un inizio buono ma non esaltante, il volume si rivela uno dei migliori della serie, splendido ed imperdibile.
Euro
17,00
codice 2024542
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) pebbles vol. 12
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1966  a.i.p. 
rock 60-70
il dodicesimo volume della serie di compilations, inaugurata nel 1979 con grandi gemme perdute della scena garage-psychedelia dei '60's. 14 brani di altrimenti ben ardua reperibilita' di oscure garage punk bands americane: iniziano i grandi NOMADS del North Carolina con la selvaggia "From Zero Down", dal loro secondo ed ultimo singolo; i newyorkesi TEDDY BOYS coverizzano splendidamente "Mona" di Bo Diddley, offrendone una versione molto punk psichedelica notevolissima, dal loro terzo di 4 singoli, del 1967; gli oscurissimi e molto grezzi COMING TIMES con "Keep The Music Playing", dal loro unico singolo; i notevoli BREAKERS da Memphis, Tennessee con il folk rock intinto nel piu' ruvido garage di "Don't Send Me No Flowers (I Ain't Dead Yet)", dal loro unico singolo, cosi' come un singolo realizzarono i concittadini PETER & THE RABBITS, di cui e' presente "Someone I've Got My Eyes Upon" (sempre del '66); il divertente bubblegum punk di "Ride" dei PAWNEE DRIVER, probabilmente dall' Ohio; grandi i MAD HATTERS del Maryland il cui batterista sara' nei Fallen Angels di Washington, con la travolgente"I'll Come Running", dal secondo ed ultimo loro singolo del '66; una leggenda della scena di San Francisco pre-psichedelica sono i VEJTABLES, qui con la bellissima "Feel The Music" dal loro terzo ed ultimo singolo del '66; eccellenti i CLOCKWORK ORANGE del Kentucky qui con i due brani del loro unico bellissimo singolo del '67: "Your Golden Touch" e "Do Me Right Now", tra melodia e ruvidezze garage punk; RICHARD & THE YOUNG LIONS, dal New Jersey, sono presenti con la piacevolissima "You Can Make It", dal terzo ed ultimo singolo del '67; grandi gli OUTCASTS di long island, New York, con "I Didn't Have To Love Her Anymore", notevole ballata tra folk rock e garage, dal loro secondo ed ultimo singolo del '67; delizioso il pop barocco dei JAM con "Something's Gone", dal loro unico singolo del 1972 (esatto!), prodotti da quel Seymour Stein che presto scoprira' i Ramones; si chiude con il riuscito garage pop dei FREE THINKERS, canadesi basati a New York, con "You Were Born For Me", dal loro primo di due singoli, del 1965. Copertina lucida senza codice a barre, etichetta verde con scitte nere.
Euro
17,00
codice 2028604
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) pebbles vol. 13
Lp [edizione] ristampa  stereo  usa  1979  a.i.p. 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
ristampa ancora incellophanata, copertina liscia senza codice a barre, etichetta verde con scritte nere, il tredicesimo volume della imperdibile serie di compilations che hanno riportato alla luce piccole e grandi grandi gemme perdute del garage degli anni '60, qui tutte provenienti dal continente americano. Favolosi i due brani dell' unico singolo degli SPIRIT di New York, del 1967, particolarmente l' acid punk di "Man Enough for You", ma comunque notevole anche il suo originario retro "No Time to Rhyme"; divertente e piacevolissimo il surf "aggiornato" dei CATS MEOW ("House of Kicks", da uno dei loro due singoli, cosi' come la dinamica "Super Stuff" dei ROCK GARDEN, dall' Arkansas, dal loro unico singolo del 1967, arricchita da una splendida chitarra fuzz; studenti di Yale, gli ORIGINAL SINNERS incisero un unico singolo nel '66, da cui e' tratta la assolutamente deliziosa "You'll Never Know", tra garage beat e folk rock; gli APOLLOS, dalla Virginia, incisero due singoli tra il '65 ed il '66, da cui sono tratti "That's The Breaks", la notevole "Target Love" e "It's a Monster"; micidiale "Nice Try" dei canadesi LES SINNERS, mai troppo valutati, tratta da uno dei due loro album dal titolo "Sinerisme"; imperdibile anche "I" dei californiani KNIGHT RIDERS, secca ed aggressiva gia' nel '65, purtroppo pubblicata per la prima volta solo nel '68 nella raccolta "San Francisco Roots"; i NEW LIFE sono presenti con la grintosa "Why Now Girl", proveniente non da uno dei tre singoli di questo gruppo di Minneapolis ma dalla rara compilation "San Francisco Pop Festival Vol.1"; COLE & THE EMBERS, da ST. Louis, incisero un solo singolo, da cui e' tratta la bella "Hey Girl", con tanto di bellissimo organo farfisa; riportati come provenienti dal confine tra Texas e New Mexico, ma probabilmente addirittura belgi, i PEBBLES con "Love Me Again", dal loro unico singolo del '65; canadesi i LES LUTINS, qui con la bella "Laissez-Nous Vivre", tra i loro brani migliori in assoluto; gli ONES furono uno dei migliori acts della scena di Boston, ed incisero un album oggi molto raro, da cui e' tratta la bella loro versione di "Didi-Wa-Didi"; infine i FIVE HUNGRY MEN, dalla Pennsylvania, con la notevole "Bustin' Rocks", dal loro unico singolo del 1967.
Euro
14,00
codice 226668
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) pebbles vol. 13
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1979  a.i.p. 
rock 60-70
copertina liscia senza codice a barre, etichetta verde con scritte nere, il tredicesimo volume della imperdibile serie di compilations che hanno riportato alla luce piccole e grandi grandi gemme perdute del garage degli anni '60, qui tutte provenienti dal continente americano. Favolosi i due brani dell' unico singolo degli SPIRIT di New York, del 1967, particolarmente l' acid punk di "Man Enough for You", ma comunque notevole anche il suo originario retro "No Time to Rhyme"; divertente e piacevolissimo il surf "aggiornato" dei CATS MEOW ("House of Kicks", da uno dei loro due singoli, cosi' come la dinamica "Super Stuff" dei ROCK GARDEN, dall' Arkansas, dal loro unico singolo del 1967, arricchita da una splendida chitarra fuzz; studenti di Yale, gli ORIGINAL SINNERS incisero un unico singolo nel '66, da cui e' tratta la assolutamente deliziosa "You'll Never Know", tra garage beat e folk rock; gli APOLLOS, dalla Virginia, incisero due singoli tra il '65 ed il '66, da cui sono tratti "That's The Breaks", la notevole "Target Love" e "It's a Monster"; micidiale "Nice Try" dei canadesi LES SINNERS, mai troppo valutati, tratta da uno dei due loro album dal titolo "Sinerisme"; imperdibile anche "I" dei californiani KNIGHT RIDERS, secca ed aggressiva gia' nel '65, purtroppo pubblicata per la prima volta solo nel '68 nella raccolta "San Francisco Roots"; i NEW LIFE sono presenti con la grintosa "Why Now Girl", proveniente non da uno dei tre singoli di questo gruppo di Minneapolis ma dalla rara compilation "San Francisco Pop Festival Vol.1"; COLE & THE EMBERS, da ST. Louis, incisero un solo singolo, da cui e' tratta la bella "Hey Girl", con tanto di bellissimo organo farfisa; riportati come provenienti dal confine tra Texas e New Mexico, ma probabilmente addirittura belgi, i PEBBLES con "Love Me Again", dal loro unico singolo del '65; canadesi i LES LUTINS, qui con la bella "Laissez-Nous Vivre", tra i loro brani migliori in assoluto; gli ONES furono uno dei migliori acts della scena di Boston, ed incisero un album oggi molto raro, da cui e' tratta la bella loro versione di "Didi-Wa-Didi"; infine i FIVE HUNGRY MEN, dalla Pennsylvania, con la notevole "Bustin' Rocks", dal loro unico singolo del 1967.
Euro
17,00
codice 2034319
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) pebbles vol. 3 - The acid gallery
Lp [edizione] ristampa  stereo  usa  1979  bdf 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Copia ancora incellophanata, ristampa americana degli anni 2000, con copertina senza barcode, pressoche' identica a quella della prima tiratura uscita su Bdf nel 1979, etichetta celeste con scritte nere e logo BFD Records con effetto puntinato, in nero, catalogo BFD-5020. Sottotitolo "A Mind Blowing Collection Of 18 Demented Classics From The Psychedelic Sixties" (in realta' i brani sono 17, una delle tracce indicate sul retro non fu poi inserita sul disco). Il terzo volume di una delle prime e piu' importanti serie raccolte di brani di oscure bands dei '60, con grandi gemme perdute di garage-psichedelia, tratte perlopiu' da rarissimi singoli, in questo caso relativi alla scena Californiana. Questa la lista dei gruppi e dei rispettivi brani, con numerose autentiche gemme qui riscoperte per la prima volta: A1 Dave Diamond & The Higher Elevation "The Diamond Mine" A2 Teddy & His Patches "Suzy Creamcheese" A3 Crystal Chandlier "Suicidal Flowers" A4 William Penn V "Swami" A5 The Jefferson Handkerchief "I'm Allergic To Flowers" A6 The Unfolding "Prana" (indicata sul retrocopertina come "Bonus Track") A7 The Calico Wall "Flight Reaction" A8 The Hogs "Loose Lip Sync Ship" A9 The Driving Stupid "The Reality Of (Air) Fried Borsk" B1 The Third Bardo "I'm Five Years Ahead Of My Time" B2 The Bees "Voices Green And Purple" B3 The Monocles "Spider And The Fly" B4 Godfrey "Let's Take A Trip" B5 T.C. Atlantic "Faces" B6 Mike Condello "Soggy Cereal" B7 The Lea Riders Group "Dom Kellar Os Mods" B8 Race Marbles "Like A Dribbling Fram"
Euro
18,00
codice 254883
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) pebbles vol. 4 - Summer means fun!
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1966  bfd 
rock 60-70
Sottotitolo "A Fun-Filled Collection Of Great Summer Sounds And Surf Music Rarites!" Ristampa con copertina senza barcode, pressoche' identica a quella della prima tiratura uscita su Bdf nel 1979. Il quarto volume di una delle prime e piu' importanti serie raccolte di brani di oscure bands dei '60, con grandi gemme perdute di garage-psichedelia, tratte perlopiu' da rarissimi singoli, in questo caso relativi alla scena Californiana, sovente di orientamento garage-surf. Questa la lista dei gruppi e dei rispettivi brani, con numerose autentiche gemme qui riscoperte per la prima volta: A1 –Bruce & Terry "Summer Means Fun" A2 –Fantastic Baggys "Anywhere The Girls Are" A3 –The Four Speeds "R.P.M." A4 –Jan & Dean (Bonus Track) A5 –The California Suns "Masked Grandma" A6 –The Dantes "Top Down Time" A7 –The Pyramids "Custom Caravan" A8 –The Rivieras "California Sun "65" A9 –The Trashmen "New Generation" B1 –The Survivors "Pamela Jean" B2 –Gary Usher "Sacramento" B3 –Sharon Marie "Thinkin' 'Bout You Baby" B4 –The Knights "Hot Rod High" B5 –The Wheel Men "School Is A Gas" B6 –Lloyd Thaxton "Image Of A Surfer" B7 –The City Surfers "Beach Ball" B8 –Dave Edmunds "London's A Lonely Town" B9 –The Ragamuffins "The Fun We Had"
Euro
19,00
codice 3020572
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) pebbles vol. 6
Lp [edizione] ristampa  stereo  usa  1965  bfd 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
copia ancora incellophanata, ristampa degli anni 2000, ormai fuori catalogo, copertina senza barcode, ricca di note sul retro, etichetta celeste e nera, con "BFD" e "Records", in alto, altrettanto larghi, a differenza della originaria tiratura, in cui l' indicazione "Records" e' molto piu' stretta, catalogo BFD5023. Pubblicato originariamente nel 1980, il sesto volume, sottotitolato The Roots of Mod", della serie di compilations con grandi gemme perdute dei 60's, stampata a partire dal 1979. Ben 19 brani altrimenti introvabili, incisi nella meta' dei 60's e provenienti da oscurissimi singoli questa volta di bands inglesi: dei selvaggi FAIRIES (che avevano in formazione il leggendario Twink) sono incluse la splendida "Get Yourself Home" , "I'll Dance" ed "Anytime at All" (provenienti dal secondo e dal terzo loro singolo del '64 e del '65); oscurissimi sono i JUNCO PARTNERS, di cui ascoltiamo "Take This Hammer"; piu' noti i CHEYNES, qui con la ottima cover di "Respectable" degli isley Brothers; i FIRST GEAR con l' eccitante "Leave My Kitten Alone", con splendido assolo chitarristico di un giovanissimo Jimmy Page (!!!); gli sconosciuti BETTERDAYS con una fantastica cover di "Here 'Tis" di Bo Diddley incisa probabilmente prima di quella degli Yardbirds; i potenti WILD ONES con "Bowie Man" (da un singolo del 1964); i due notevolissimi brani del primo viscerale singolo del 1965 di DAVID JOHN & THE MOOD "Bring It To Jerome" e "I Love to See You Strut"; i grandissimi e leggendari irlandesi di Belfast WHEELS con la deragliante "Road Block", da fare invidia ai Them; i RHYHTM & BLUES INC. con la travolgente "Honey Don't", b-side del loro unico singolo del '65; ERKEY GRANT & THE EERWIGS con la piacevolissima "I'm A Hog For You"; americani di Chicago sono BILL & WILL con "Goin' To The River", garage beat di ispirazione chiaramente anglofila; i BLUES BY FIVE sono presenti con una bella cover di "Boom Boom" di John Lee Hooker; inglese di liverpool e' STEVE ALDO (accompagnato dai Challengers), con "Baby What You Want Me To Do", originariamente di Jimmy Reed, dominata da una bellissima tastiera, da uno dei suoi due singoli; splendida la "Spoonful" dei RATS, con un giovane Mick Ronson alla chitarra, da uno dei due singoli di cui furono autori; bizzara e sperimentale la versione dello standard "Singing the Blues" di JASON EDDIE & THE CENTREMEN; sotto la sigla BO AND PEEP, di cui ascoltiamo una versione della classica "Young Love", registrata nel '64, si nascondono tra gli altri Gene Pitney, Kim Fowley e vari Rolling Stones. Copertina liscia senza codice a barre, etichetta celeste con scritte nere.
Euro
23,00
codice 253966
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) pebbles vol. 7
Lp [edizione] nuovo  stereo  aus  1979  bfd 
rock 60-70
il settimo volume della serie di compilations con grandi gemme perdute di garage-psychedelia. questa la lista degli autori e dei rispettivi brani: Something Wild 'trippin' out', Descendants 'lela', Denims 'white ship', Heard 'stop it baby', Hysterics 'everything's there', Silver Fleet 'look out world, Human Beings ''you're bad news', Chocolate Watchband 'sweet young thing', Craig 'i must be mad', Edge 'seen through the eyes', We the People 'when arrive', Survivors 'shakin' with linda', Four Fifths 'if you still want me', Dovers 'she's not just anybody', Sunday Funnies 'a pindaric ode', Painted Ship 'frustration', Live Wires 'love'.
Euro
19,00
codice 2023406
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) pebbles vol. 8
Lp [edizione] nuovo  stereo  aus  1966  BFD 
rock 60-70
ristampa pressocche' identica alla prima tiratura pubblicata nel 1980, copertina lucida senza barcode, con dettagliate note sul retro, senza barcode, etichetta celeste con scritte e logo neri. l' ottavo bellissimo volume della piu' celebre serie di raccolte di oscuri 45 di garage punk psych bands dei '60, originariamente pubblicato nel '79. In questo volume una serie di ben 18 brani di altrettante bands americane, piu' o meno oscure, perlopiu' introvabili altrimenti, registrati tra il 1965 ed il 1967. Immensa l' intensa e viscerale "You Must Be a Witch", dal primo singolo dei grandissimi LOLLIPOP SHOPPE di Fred Cole (ex Weeds, poi negli Zipper e nei Dead Moon); bellissima e misconosciuta "I Never Loved Her" degli STARFIRES, dal loro secondo singolo del 1965 (!!!); piacevolissime la ballata "I Wonder" dei prolifici Gants, ed il garage punk di "My Baby's Gone" dei Sound Barrier, ed anche "Hey Little Girl" dei Jujus che si segnala per la particolarissima voce del cantante, paragonata nientemeno che a quella di Dave Surkamp dei Pavolv's Dog; deliziosa "Do Like Me" degli UNCALLED FOUR dal loro unico singolo; travolgente e decisamente sopra le righe il frantic punk di "Bad Way To Go" dei BRUTHERS, dal loro purtroppo unico singolo; notevole anche "Bad Times" dei texani CLUE, caratterizzata da un approccio piuttosto aggressivo ma anche un delizioso organo, dal loro unico singolo; "It Ain't True" dei leggendari FAINE JADE di Boston e' un micidiale punk psichedelico, e proviene dal loro secondo singolo del 1966; trascinante "Lovin' Just My Style" dei CARAVELLES, caratterizzata da suoni davvero magnifici, dal loro unico singolo del '66; bella la versione di "My Generation" dei noti HUMAN BEINZ, dal loro terzo oscuro singolo; carina "Make You Mine" dei grandi ? & THE MYSTERIANS, non inclusa nei loro due albums; carina "I Can't Stand This Love, Goodbye" degli Others di Rhode Island; "Don't Do It Some More" dei CINDERMEN dal loro terzo singolo del '66 e' una delle scoperte del disco, davvero travolgente; bellissime "How Many times" dei ROVIN' FLAMES (splendidamente coverizzata un ventennio fa dai Plan 9), dal loro quinto ed ultimo singolo e "She Lied" dei ROCKIN' RAMRODS (quest' ultima incredibilmente registrata nel 1964, dal loro secondo singolo!!!); e poi ancora "Run Girl Run" dei Movin' Morfomen e soprattutto la bella e memorabile "I Live In The Springtime" della piccola leggenda LEMON DROPS, dal loro unico singolo. Uno dei volumi migliori della serie. Senza codice a barre
Euro
17,00
codice 2034320
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) pebbles vol. 9
Lp [edizione] nuovo  stereo  aus  1979  bfd 
rock 60-70
copertina senza barcode, etichetta verde con scritte nere. titolo completo ''Original Punk Rock From The Psychedelic Sixties !''. Il nono volume della leggendaruia serie che raccoglie oscuri 45 degli anni '60, copertina senza codice a barre, etichetta verde con scritte nere. Ecco la lista del materiale incluso, proveniente da singoli americani oggi rarissimi del periodo '65/'67: Free For All "Show Me the Way" (si tratta dei comunque oscuri Great Scots, tra New York ed il Canada, autori di un singolo con questa denominazione); Byron & the Mortals "Do You Believe Me"; Endd "Out Of My Hands"; Knaves "The Girl I Threw Away" (due di loro piu' tardi negli Yama and the Karma Dusters); Bugs "Pretty Girl" (dal lor secondo singolo del 1964, ottimo proto garage!); Bucaneers "You're Never Gonna Love me Anymore"; Beckett Quintet "No Corrispondance" (uno dei brani migliori della raccolta, dal loro unico singolo del 1965, caratterizzato da splendidi suoni ed un magnifico reverbero della chitarra, in particolare); Outsiders "I'm Not Trying to Hurt You" (retro del loro quinto singolo ed assolutamente tra i loro capolavori, davvero splendida), Gestures "Run, Run, Run" (perfetto esempio di un suono nato sulle orme della "British invasion" ma decisamente anticipatore del garage punk americano, dal loro primo singolo del 1964!); Bold "Gotta Get Some" (un vero piccolo grande classico del garage americano, dal loro primo singolo del '66, enormemente superiore all' unico album del gruppo di 3 anni dopo), Banshees "Project Blue" (incredibile acid punk, un vero assalto sonoro, per questa band di Chicago autrice solo di un 45 nel '66); New Colony Six "At the River's Edge" (dal loro secondo singolo, nel loro primo e migliore periodo, grezzo e viscerale); Beethoven's Fifth "Come Down"; It's All Meat "Feel It" (splendido brano, grezzo e potente, probabilmente registrato a fine decennio, per questa band canadese autrice anche di un album); infine due brani magnifici per i leggendari Bad Roads della Louisiana, entrambi originariamente nel loro primo di due singoli, l' acida ballata "Too Bad" e la travolgente "Blue Girl", quintessenza del garage punk americano, poi coverizzata da numerose bands negli anni '80, assolutamente imperdibile.
Euro
16,00
codice 2024541
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) Plato's trip
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1970  megaliu idea 
rock 60-70
Edizione limitata a 600 copie numerate sul retro copertina, copertina a busta senza codice a barre, inserto con note storiche sui gruppi rappresentati, label azzurra con parte bianca in alto e scritte nere, catalogo MEGA001. Pubblicata dalla Megaliu Idea nel 2011, questa compilation mette in luce varie esperienze del rock greco degli anni '70 attraverso quattordici brani tratti da singoli ed album del''epoca, ad opera di gruppi piu' o meno oscuri a livello internazionale, fra psichedelia, progressivo, influenze del mediterraneo orientale ed in qualche episodio influssi funk. Questa la scaletta: 2002 GR - O trellos, Mad - Kaliteri Zoi, ALLOY - Twra fevgeis, Thanassis Gaifilias - An eixa duo anases, Mariza Koch - Skepseis, Peloma Mpokiou - An thes ela kai esu Side B: Sounds - Parakseno Taksidi, Boomerang - The Automobile, Despina Glezou - Stis 12 Iuliu tha ginei eklipsi iliu, Elena - Poso thelo, Daltons - O trellos, Elpida - Koita to fos, V. Dimitriu - I omologia.
Euro
24,00
codice 3504420
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) Pointy feet beat
lp2 [edizione] originale  stereo  usa  1979  gds 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Prima stampa USA, vinile doppio blu semitrasparente, copertina lucida apribile senza barcode e con testi all'interno, libretto di trentadue pagine in carta liscia spillata con articoli sui gruppi coinvolti e foto in bianco e nero, labe nera con scritte argento e logo GDS nero ed argento in alto, catalogo GDS2021. Pubblicata dalla GDS nel 1979, questa compilation raccoglie ventidue brani ad opera di quindici gruppi americani del midwest degli anni '70; si tratta di formazioni attive per lo piu' a livello locale e poco note. L'album mostra una notevole varieta' stilistica, nell'ambito della musica americana pre-punk, fra hard rock, country rock, e boogie rock, con alcuni episodi di marca funk o pop, testimonianze del sottobosco musicale della provincia americana non ancora toccato dal ciclone punk/new wave. Questa la scaletta: Poker Flatts, ''Out of the fire''; Patrick Hazell & Mother Blues, ''Good evening, Mr. Blues''; Judd Group, ''More than enough''; Locust, ''Souvenirs''; Zippyr Band, ''Rock 'n' rollers never tell''; Swingers, ''No enemas please''; Slink Rand Group, ''Runaway''; Prana, ''I don't care anymore''; Street Wise, ''Never made my ove too soon''; Headstone Band, ''Dancin' shadow''; Dartanyan, ''Strenght & love''; New Watermelon Rhythm Band, ''I've never been out of love (in Denver before)''; Dan Young Band, ''Touching my life in Arizona''; Patrick Hazell & Mother Blues, ''Running wild''; Enterprise Band Of Pleasure, ''Move it over''; Poker Flatts, ''Heartsick blues''; Locust, ''The sky/the sea''; Slink Rand Group, ''All night long''; Dartanyan, ''Stompin' feet''; New Watermelon Rhythm Band, ''Lenghty conversation''; Dahcotah, ''Fragile man''; Headstone Band, ''This time around''.
Euro
25,00
codice 312707
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) Pop a la catalana
lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1963  vadim 
rock 60-70
Edizione limitata numera sul retro copertina in basso, vinile doppio, copertina a busta, label color sabbia e marrone (sabbia e blu su di una facciata) con scritte bianche, nere e marroni, catalogo VADo24LP. Pubblicata dalla Vadim nel 2010, questa compilation rispolvera una parte della scena musicale catalana degli anni '60, attraverso diciotto brani tratti da vari ep usciti originariamente fra il 1963 ed il 1971. Si tratta di una raccolta stilisticamente molto eclettica, con brani che vanno dal beat al soul, dal pop alla bossanova, che illustrano la vitalita' della scena della Catalogna sotto il tallone di Franco. Questa la scaletta: Eurogrup, ''Que' passa amb els duros?'' (1967); Nuri, ''Es una dona'' (1965); Tony, ''Yeh yeh'' (1965); Guillermina Motta, ''Cap a futbol'' (1971); Francesc Heredero, ''Nina de cera'' (1965); Lleo Segarra, ''No es res d'excepcional'' (1965); Jordi Tejion, ''Amor'' (1965); Jacinta, ''Soc molt poca cosa'' (1967); Grau Carol, ''Desafinat'' (1963); Joe Martin, ''Lluna blava'' (1965); Guillem D'Efak, ''Febre'' (1965); Nuria Feliu, ''Qualsevol hora va be''' (1965); Alicia Tomas, ''Ciao ciao'' (1965); Lita Torello', ''No tornare' a plorar per tu'' (1965); Jacinta, ''Es lluny el setembre'' (1967); Santi Sans, ''El meu trastet'' (1967); F. Burrull & J.M. Espinas, ''Canco del telefon'' (1969); Llorenc Torres, ''El cinemascop'' (1965).
Euro
25,00
codice 3504369
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) Pop sound 70 (orange vinyl)
Lp [edizione] originale  stereo  ger  1968  polydor 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Prima stampa tedesca, vinile arancione, copertina apribile laminata all'esterno e liscia all'interno, label custom con particolari dello artwork di copertina e scritte bianche, catalogo 2482 001. Pubblicata nel 1970 dalla Polydor in Germania ed in altri paesi europei ed extraeuropei (ma non risulta uscita in UK ne' negli USA), la raccolta che compila dodici brani tratti da album di gruppi prevalentemtente britannici, con qualche presenza europea continentale (vedi Golden Earring) e nordamericana, fra stelle confermate ed emergenti della scena rock internazionale dell'epoca, fra cui gli Who, l'ex bassista dei Cream Jack Bruce con un pezzo dal suo capolavoro solista ''Songs for a tailor'', i Taste del genio della slide guitar Rory Gallagher, John Mayall, i Cat Mother (qui coprodotti da Jimi Hendrix), i Fat Mattress dell'ex bassista degli Experience Noel Redding, ed uno dei piu' celebri gruppi europei del periodo, i Golden Earring(s). Questa la scaletta: Taste, ''Eat my words'' (da ''On the boards'', 1970); Ashton, Gardner & Dyke, ''Rolling home'' (da ''Ashton, gardner & dyke'', 1969); Area Code 615, ''Nashville 9 – New York'' (da ''Area code 615'', 1969); Jack Bruce, ''Never tell your mother she's out of tune'' (da ''Songs for a tailor, 1969); Savage Rose, ''Life's other side'' (da ''Travellin''', 1969); Golden Earring, ''One huge road'' (da ''Eight miles high'', 1969); Who, ''Tommy can you hear me?'' (da ''Tommy'', 1969); Ten Wheel Drive with Genya Ravan, ''Polar bear rug'' (da ''Construction no. 1'', 1969); Cat Mother and the All Night Newsboys, ''Can you dance to it?'' (da ''The street giveth... and the street taketh away'', 1968); Fat Mattress, ''Magic Forest'' (da ''Fat mattress'', 1969); John Mayall, ''Saw mill gulch road'' (da ''The turning point'', 1969); Euphoria, ''What a day'' (da ''Euphoria'', 1969).
Euro
25,00
codice 323588
scheda
lp [edizione] originale  stereo  usa  1968  sidewalk 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
prima davvero rara stampa usa, copertina cartonata, con microforatura promozionale in alto a destra, etichetta gialla con scritte e logo neri. La epocale colonna sonora del film del 1968 di Dick Clark per la american International motion picture sulla scena psychedelica americana della fine degli anni '60; "Psych Out" e' certamente una delle opere di culto che meglio ha colto lo spirito dei tempi. La colonna sonora e' ricchissima di gemme strepitose, i Seeds propongono una travolgente "Two Fingers Pointing on You", gli Storybook, band capitanata da Ronald Stein, che e' accreditato in questo film (che aveva come stars Dean Stockwell e Susan Strasberg) come responsabile dell' "Original Music and Adaptation" (il gruppo era composto probabilmente dagli stessi Strawbwerry Alarm Clock sotto mentite spoglie ) il primo brano che propongono , scritto da ''S.A.Clock'' (Strawberry Alarm Clock), suona esattamente come i migliori episodi del gruppo psychedelico, che compare a proprio nome con " "Rainy Day Mushroom People" e "The World's on Fire," in una versione prima di 3 minuti ed alla fine dell'lp di 8,22 . con un episodio appaiono anche i Boenzee Cryque che propongono un brano che ricorda da vicino il Jimi Hendrix di "Purple Haze" mischiato ai Vanilla Fudge di "You Keep Me Hanging On. ancora quattro tracce degli Storybook "Psych-Out Sanctorum," "Beads of Innocence," "The Love Children," e "Psych-Out", ( registrate in uno stile ''vicino'' a quello degli Strawberry Alarm Clock come detto potrebbero addirittura esere il gruppo stesso sotto falso nome ). il disco si chiude con la versione, bellissima, di oltre 8 minuti di "The World's on Fire" suonata dagli Strawberry Alarm Clock .
Euro
100,00
codice 214322
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) Radio 2 presents in concert
Lp [edizione] originale  stereo  ire  1985  rte 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Good rock 60-70
l' originale stampa, copertina (con diversi segni di usura) senza barcode, label gialla con scritte nere e rosse, logo Radio 2 bianco e rosso in alto, catalogo RTE92, vinile che assume colore ambrato se posto controluce. Pubblicato nel 1985 dalla RTE in Irlanda, questo album compila registrazioni dal vivo effettuate da sei differenti gruppi irlandesi presso il Radio Centre di Dublino fra il gennaio e l'aprile dello stesso anno, ed originariamente trasmessi nel programma radiofonico "In concert" di Radio 2 (nota anche come RTE 2fm), emittente irlandese. I gruppi partecipanti rappresentano un ampio spettro stilistico, dal soft rock della Freddie White Band al sanguigno pub rock della Brush Shiels Band", dall'avvolgente pop wave degli Auto Da Fé (che avevano in formazione la cantante Gay Woods, già con i gruppi folk rock Steeleye Span e Woods Band negli anni '70!) al puro ska dei Blades ed alle inclinazioni country e roots rock di Ray Lynam and the Hillbillies. Questa la scaletta completa: The Freddie White Band, "Tenderness On The Block"; Paul Cleary, "Show Some Concern"; Ray Lynam and the Hillbillies, "Home Away From Home"; Brush Shiels Band, "Naturally High"; Auto Da Fé, "November, November"; The Blades, "Young, Gifted And Black"; Ray Lynam and the Hillbillies, "Rainy Days And Stormy Nights"; Brush Shiels Band, "Summertime"; Auto Da Fé, "Credo, Credo"; The Freddie White Band, "Po-Jama People".
Euro
10,00
codice 336038
scheda

Page: 4 of 6


Pag.: oggetti: