Hai cercato:  immessi ultimi 90 giorni --- Titoli trovati: : 2361
 
Pag.: oggetti:
 
ordina per
aiuto su ricerche
Pag.: oggetti:
lp [edizione] ristampa  stereo  usa  1984  dischord 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
copia ancora incellophanata, ristampa del 2007, rimasterizzata dai masters originali, IN VINILE VERDE, adesivo di presentazione sul cellophane, copertina senza barcode pressoche' identica alla prima rara tiratura, ma con prezzo indicato sul retro di $10 (era $5 nella prima stampa), corredata di inserto con foto e testi, e di coupon con codice per il download digitale del disco (non sappiamo se ancora utilizzabile), etichetta gialla e nera, catalogo DIS14V. Pubblicata originariamente nel 1984 dalla Dischord. la fondamentale raccolta che mette insieme in un colpo solo, i 36 brani (!!!) degli storici quattro ep di esordio di TEEN IDLES, S.O.A. (State of Alert), GOVERNMENT ISSUE e YOUTH BRIGADE, pubblicati dalla stessa etichetta tra il 1980 ed il 1981, punti fermi dell' evoluzione non solo della scena di Washington, ma di tutto l' hardcore punk americano, insieme ovviamente a quelli dei Minor Threat, che di questa scena furono i massimi esponenti e promotori (d'altro canto a loro la Dischord faceva capo). Si inizia con l' ep "Minor Disturbance" dei TEEN IDLES, primo numero di catalogo della Dischord, nel dicembre del 1980, secondo molti il vero e proprio atto di nascita dell' hardcore propriamente inteso (teen idles / sneakers / get up and go / deadhead / fleeting fury / fiorucci nightmare / getting in my way / too young to rock); si prosegue con l' unico ep "No POlicy" degli S.O.A. (ovvero State Of Alert), con un giovane Henry Rollins (qui ancora Henry Garfield) alla voce, poi nei Black Flag (lost in space / draw blank / girl problems / blackout / gate crashers / war zone / riot / gang fight / public defender / gonna have to fight); vita ben piu' lunga ebbero i grandi GOVERNMENT ISSUE, qui con l' ancora grezzo ma gia' notevolissimo ep "Legless Bull" (religious ripoff / fashionite / rock & roll bullshit / anarchy is dead / sheer terror / asshole / bored to death / no rights / i'm james dean / cowboy fashion); infine si chiude con i non meno importanti YOUTH BRIGADE con il loro "Possible ep", forse il migliore ep dei quattro qui contenuti, feroce, noisy ma anche assai articolato nelle strutture compositive, e dotato di grande forza espressiva (it's about that we had a change / full speed ahead / point of view / barbed wire / pay no attention / wrong decision / no song / no song II).
Euro
26,00
codice 260905
scheda
Aa.vv. (texas punk rock) deep in the throat of texas
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1978  existencial vacuum 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
L' originale stampa, nella versione in vinile nero, realizzata in 1800 copie, copertina senza barcode, completa di inner sleeve con note, di inserto ripiegato con note e foto, e di inserto che rileva alcune imprecisioni nella scaletta indicata, etichetta argento e rossa, catalogo EV14, "The Stars at Night..." e "... Are Big and Bright" incisi sul trail off delle rispettive facciate. La bellissima raccolta uscita nel 1997 per la americana Existencial Vacuum foto e note, inserto con catalogo della label e correzione sulla track list del retrocopertina, etichetta arancio ed argento, vinile nero, con tutti i 15 brani di 6 rarissimi e ricercatissimi singoli di 6 diverse punk bands del "Lone Star State", splendida testimonianza di una delle scene piu' fertili e personali di tutto il punk rock americano. Imperdibile. Si inizia con i tre brani del primo e migliore dei due 7" dei NEXT (presenti anche nella raccolta "Live at Raul's"), originari di San Antonio ma basati ad Austin, il favoloso "Make It Quick" ep, realizzato nel '79, con il teen punk di "Mr. Wonderful", la magnifica "Monotony" e l' abrasiva "Cheap Rewards"; a seguire troviamo i due brani del primo storico singolo del 1979 dei grandi REALLY RED di Houston, la punk band texana piu' nota ed importante, "Crowd Control" e "Corporate Settings" sono favolosamente acerbe, imprevedibili schegge impazzite di una scena che li vedra' protagonisti negli anni a venire; i DOT VAETH di Dallas realizzarono un unico singolo, tra le prime testimonianze della scena punk texana, nel 1978: "White collar worker" ed "Armed robbery" sono incredibilmente grezze e low-fi, cio' nondimeno splendide testimonianze, con il loro approccio viscerale, a base di magnifici riffs chitarristici ed un' attitudine vocale davero "cool" (nel gruppo James Flory che suono' anche con Nervebreakers e Barry Kooda Combo); cambiando facciata troviamo gli AK 47 di Houston, con i due brani dell' unico singolo del 1980 "The badge means you suck" e "Kiss my machine", attitudine splendidamente punk rock e ferocia quasi hardcore; i due brani dell' unico singolo, del 1979) degli UNCALLED 4 di Waco, una cover stravolta di "Cotton fields" di Leadbelly e l' originale "Grind her up", rielaborano con un' attitudine inequivocabilmente punk, visceralmente primitiva, le radici piu' profonde del r'n'roll, le stesse che anche i Cramps non hanno mai smesso di omaggiare; infine i VAST MAJORITY di Houston con i tre brani dell' unico 7"ep del 1980: "I wanna be a number", che presenta forti assonanze con il punk minimale e grezzissimo degli Urinals, e l' art punk di "God's groin" e "Throwdown".
Euro
36,00
codice 261233
scheda
Aa.vv.(gang, eh?) Punto zero n.16/17
Lp [edizione] originale  stereo  ita  1994  toast 
  [vinile]  Very good  [copertina]  Excellent punk new wave
N.16/17 della serie Punto Zero, edito dalla Toast nella primavera 94, audiorivista concepita da Giulio Tedeschi e diretta da Silvano Bini, copia con vinile che presenta una lieve opacizzazione, senza peraltro effetti sull' ascolto, copertina senza barcode, in cartoncino leggero e ripiegata in tre attorno al disco, con notizie, articoli, recensioni di dischi e concerti, etichetta nera con scritte argento. Lp compilation di musica underground italiana, che raccoglie e documenta gli impulsi e i suoni della scena italiana dei prima anni novanta, come sempre con brani in gran parte assolutamente inediti altrove. Ecco l'elenco dei brani e relativi gruppi contemplati: "Censurami" dei Fratelli gemelli - "Musica" di Rap master flash - "Fotti la testa pelata" di J & J (interessante esperimento noise punk metal rap) - "Dietro i miei occhi" dei Pussy rat (punk melodico)- la memorabile "Against the dollar power" dei The gang (tratto dal raro singolo omonimo del 1986) - una versione di "Let it be" con testo in siciliano dei Multihouse filter oblique - "D'un tratto" dei Gram (metal punk) - "Ballando, ballando" degli Eh? (davvero notevolissima traccia, assai originale, nevroticamente metropolitana, poi ripresa nel loro Cd "Falso falso, malvagio malvagio" qualche anno dopo) - l' evocativa "Les tisseus lunaires", dei modenesi Ataraxia. Una vera e propria fanzine sonora, punto di riferimento della 'resistenza' indipendente torinese ed italiana e maggior archivio della musica underground italiana a cavallo fra gli anni 80 e i 90, nasce nel 1990 e termina nel 1996 dopo 25 numeri e piu' di 200 gruppi presentati.
Euro
14,00
codice 260918
scheda
AC/DC Back in black
Lp [edizione] ristampa  stereo  eu  1980  columbia / albert / sony 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Ristampa del 2021, rimasterizzata ed in vinile 180 grammi, copertina (con giusto lievissimi segni di invecchiamento) senza barcode, con nome del gruppo e titolo in rilievo sul fronte, e bordi delle lettere del gruppo sul fronte e titoli sul retro in grigio, completa di inner sleeve con foto e crediti, etichetta nera con nome del gruppo in rosso, catalogo 5107651, con "www.columbiarecords.com" presente sia nel riquadro del barcode sul retro, sia sull' inner sleeve. Il loro ottavo album, uscito originariamente nel Luglio del 1980 su Albert in Australia e su Atlantic nel resto del mondo, pubblicato dopo "Highway To Hell" e prima di "For Those About To Rock", giunto al numero 1 delle classifiche UK ed al numero 4 di quelle USA. Il primo disco senza Bon Scott, fulminato da una scossa elettrica del microfono nel Febbraio del 1980, rimpiazzato da Brian Johnson gia' con i Geordie, vendera' sedici milioni di copie negli USA soltanto, il nuovo cantante, potente come Bon Scott ma piu' bluesy e pieno di entusismo, sara' ben accolto sia dalla critica che dal pubblico. Questo lp uscito solo 5 mesi dopo la morte di Scott, ed a lui ovviamente dedicato, e' certamente da annoverarsi tra i grandi classici dell' hard rock del decennio, lo stile e' quello classico, chitarre violente e distorte, voce in primo piano, con brani che fanno tutt'ora parte del repertorio live del gruppo, ''back in black'', ''hell's bells'', ''shoot to thrill'', ''rock and roll ain't noise pollution'', ''you shook me all night long''. Il disco e' stato inserito dalla critica europea, durante il referendum del 1999, nella sezione ''hard and heavy'' nella top 5 degli albums di tutti i tempi insieme a Led Zeppelin 2, l'omonimo Van Halen, "Are you experienced" di Jimi Hendrix e "Paranoid" dei Black Sabbath. Formatisi a Sidney in Australia, gli AC/DC sono uno dei piu' popolari ed influenti gruppi della storia del rock duro. Artefici di un brutale hard rock guidato dagli assalti chitarristici dei fratelli Angus e Malcolm Young, che abbina potenza e divertimento con un'attitudine selvaggia tipica di molto rock australiano, gli AC/DC esordiscono su lp in Australia con ''High voltage'' e ''T.N.T.'' nel 1975, poi compilati in parte nell'album d'esordio internazionale, anch'esso intitolato ''High voltage'' (1976). Seguono lp storici come ''Dirty deeds done dirty cheap'' (1976), ''Let there be rock'' (1977) e ''Highway to hell'' (1979), che fanno entrare il gruppo nella leggenda. La loro popolarita' resta ovviamente alta nei due decenni successivi, anche grazie agli infiammati live show del gruppo, guidati dall'istrionico Angus Young." 2128002;"Ristampa pressoche' identica alla prima tiratura del 1980, in vinile pesante, con copertina con nome del gruppo e titolo "embossed" in rilievo e note e foto sull'inner sleeve non presenti sull'originale. Il loro ottavo album, uscito originariamente nel Luglio del 1980 su Atlantic, pubblicato dopo "Highway To Hell" e prima di "For Those About To Rock", giunto al numero 1 delle classifiche UK ed al numero 4 di quelle USA. Il primo disco senza Bon Scott, fulminato da una scossa elettrica del microfono nel Febbraio del 1980, rimpiazzato da Brian Johnson gia' con i Geordie, vendera' sedici milioni di copie negli USA soltanto, il nuovo cantante, potente come Bon Scott ma piu' bluesy e pieno di entusismo, sara' ben accolto sia dalla critica che dal pubblico. Questo lp uscito solo 5 mesi dopo la morte di Scott, ed a lui ovviamente dedicato, e' certamente da annoverarsi tra i grandi classici dell' hard rock del decennio, lo stile e' quello classico, chitarre violente e distorte, voce in primo piano, con brani che fanno tutt'ora parte del repertorio live del gruppo, ''back in black'', ''hell's bells'', ''shoot to thrill'', ''rock and roll ain't noise pollution'', ''you shook me all night long''. Il disco e' stato inserito dalla critica europea, durante il referendum del 1999, nella sezione ''hard and heavy'' nella top 5 degli albums di tutti i tempi insieme a Led Zeppelin 2, l'omonimo Van Halen, "Are you experienced" di Jimi Hendrix e "Paranoid" dei Black Sabbath.
Euro
23,00
codice 260924
scheda
AC/DC Back in black
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1980  columbia 
rock 60-70
Ristampa pressoche' identica alla prima tiratura del 1980, in vinile pesante, con copertina con nome del gruppo e titolo "embossed" in rilievo e note e foto sull'inner sleeve non presenti sull'originale. Il loro ottavo album, uscito originariamente nel Luglio del 1980 su Atlantic, pubblicato dopo "Highway To Hell" e prima di "For Those About To Rock", giunto al numero 1 delle classifiche UK ed al numero 4 di quelle USA. Il primo disco senza Bon Scott, fulminato da una scossa elettrica del microfono nel Febbraio del 1980, rimpiazzato da Brian Johnson gia' con i Geordie, vendera' sedici milioni di copie negli USA soltanto, il nuovo cantante, potente come Bon Scott ma piu' bluesy e pieno di entusismo, sara' ben accolto sia dalla critica che dal pubblico. Questo lp uscito solo 5 mesi dopo la morte di Scott, ed a lui ovviamente dedicato, e' certamente da annoverarsi tra i grandi classici dell' hard rock del decennio, lo stile e' quello classico, chitarre violente e distorte, voce in primo piano, con brani che fanno tutt'ora parte del repertorio live del gruppo, ''back in black'', ''hell's bells'', ''shoot to thrill'', ''rock and roll ain't noise pollution'', ''you shook me all night long''. Il disco e' stato inserito dalla critica europea, durante il referendum del 1999, nella sezione ''hard and heavy'' nella top 5 degli albums di tutti i tempi insieme a Led Zeppelin 2, l'omonimo Van Halen, "Are you experienced" di Jimi Hendrix e "Paranoid" dei Black Sabbath.
Euro
27,00
codice 2128002
scheda
Ac/dc broadcast in nashville - august 8th, 1978 (clear vinyl)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1978  outsider 
rock 60-70
Edizione limitata, in vinile chiaro. Realizzato nel 2022, questo album private press contiene l' intera registrazione (gia' in passato contenuta in altri albums non ufficiali) del concerto del gruppo dato all' Atlantic Record Bar Convention di Nashville l'8 agosto del 1978, poco dopo l'ingresso in formazione del nuovo bassista Cliff Williams e durante il tour di promozione dell'album ''Powerage''. Il concerto fu trasmesso alla radio WKDF-FM, ed il gruppo era in grande forma, nella configurazione con Bon Scott alla voce, Angus e Malcolm Young alle chitarre, Williams al basso e Phil Rudd alla batteria. Questa la scaletta: ''Live wire'', ''Problem child'', ''Sin city'', ''Gone Shootin''', ''Whole lotta rosie'', ''Rocker''. Formatisi a Sidney in Australia, gli AC/DC sono uno dei piu' popolari ed influenti gruppi della storia del rock duro. Artefici di un brutale hard rock guidato dagli assalti chitarristici dei fratelli Angus e Malcolm Young, che abbina potenza e divertimento con un'attitudine selvaggia tipica di molto rock australiano, gli AC/DC esordiscono su lp in Australia con ''High voltage'' e ''T.N.T.'' nel 1975, poi compilati in parte nell'album d'esordio internazionale, anch'esso intitolato ''High voltage'' (1976). Seguono lp storici come ''Dirty deeds done dirty cheap'' (1976), ''Let there be rock'' (1977) e ''Highway to hell'' (1979), che fanno entrare il gruppo nella leggenda. La loro popolarita' resta ovviamente alta nei due decenni successivi, anche grazie agli infiammati live show del gruppo, guidati dall'istrionico Angus Young.
Euro
24,00
codice 2129207
scheda
Ac/Dc powerage
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1978  columbia / albert / sony 
rock 60-70
Ristampa pressoche' identica alla prima tiratura del 1978, in vinile pesante, copertina pressoche' identica a quella della prima tiratura, corredata di inner sleeve esclusiva in carta liscia con foto a colori ed in bianco e nero, non presente nell'edizione originale. Il quinto album, pubblicato nel maggio del 1978 dalla Atlantic in Gran Bretagna, dove giunse al 26ø posto in classifica, e negli USA, dove non entro' in classifica. Uscito dopo ''Let there be rock'' (1977) e prima del live ''If you want blood, you've got it'' (1978), ''Powerage'' segna l'ingresso in formazione del bassista Cliff Williams ed e' l'ultimo lp del gruppo prodotto dal duo Vanda & Young. Il gruppo australiano prosegue qui imperterrito con il suo potente e brutale hard rock, in cui i testi basati sugli eccessi e sulla dannazione del rock'n'roll fanno al solito contrappunto con una musica che sprizza divertimento e non scivola mai nella cupezza di molte band metal, ponendo il gruppo a meta' strada fra il primigenio spirito rock'n'roll ed il metal. Formatisi a Sidney in Australia, gli AC/DC sono uno dei piu' popolari ed influenti gruppi della storia del rock duro. Artefici di un brutale hard rock guidato dagli assalti chitarristici dei fratelli Angus e Malcolm Young, che abbina potenza e divertimento con un'attitudine selvaggia tipica di molto rock australiano, gli AC/DC esordiscono su lp in Australia con ''High voltage'' e ''T.N.T.'' nel 1975, poi compilati in parte nell'album d'esordio internazionale, anch'esso intitolato ''High voltage'' (1976). Seguono lp storici come ''Dirty deeds done dirty cheap'' (1976), ''Let there be rock'' (1977) e ''Highway to hell'' (1979), che fanno entrare il gruppo nella leggenda. La loro popolarita' resta ovviamente alta nei due decenni successivi, anche grazie agli infiammati live show del gruppo, guidati dall'istrionico Angus Young.
Euro
25,00
codice 2128311
scheda
Acetone York blvd. (reissue 2lp)
Lp2 [edizione] nuovo  stereo  usa  2000  vapor 
indie 90
Ristampa del 2023 espansa a doppio album e rimasterizzata agli Rca Studios e Abbey Road Studios. copertina apribile. il quinto ed ultimo album della band californiana, sospesi tra psychedelia, post grunge,acustiche,remoti panorami desertici ed introspettivi. tra i migliori esempi del suono tipico di bands quali verve, codeine, spiritualized, yo la tengo. Passati quasi inosservati nella affollata scena rock dei primi anni '90, gli Acetone hanno avuto il merito di trasportare nel mondo indie rock dell'epoca le influenze di due dei miti del sud della California, i Beach Boys e Gram Parsons, con echi dei Velvet Underground. La band si forma nel 1992 a Los Angeles, su impulso del chitarrista Mark Lightcap, del bassista Richie Lee e del batterista Steve Hadley. Dopo aver cercato invano un cantante, la band decide di adottare la soluzione interna e registra il primo demo; firmano per la Vernon Yard, sussidiaria della Virgin Records ed etichetta dei Low e dei Verve, e nel 1993 pubblicano il debutto "Cindy", un mix di aggressiva neo-psichedelia con armonie pastorali e reminiscenze dai Velvet Underground del terzo album. Segue un tour con i Verve e si assicurano l'attenzione della stampa Inglese; nel 1995 il gruppo affronta una nuova direzione artistica e accoglie nella propria musica forti suggestioni roots rock e country, che si rivelano nel mini album "I Guess I Would", che include cover dei Flying Burrito Brothers con "Juanita" e di Kris Kristofferson con "Border Lord". Non e' certo un approccio alla moda per quei tempi, e la difficile proposta del trio passa ancora una volta sotto silenzio; esce allora un secondo album, "If You Only Knew", sorta di via di mezzo tra il primo ed il secondo periodo, ma nel 1997 la Vernon Yard non rinnova loro il contratto. Firmano quindi per la piccola Vapor Records, che realizza il terzo album intitolato semplicemente "Acetone" (ottobre 1997). Finalmente la critica si accorge di loro e le recensioni sono questa volta entusiastiche, anche il pubblico sembra interessarsi alla loro musica, ma proprio alla vigilia del successo il 23 luglio del 2001, Lee muore suicida e questo pone fine bruscamente alla carriera di uno dei piu' interessanti ed innovativi gruppi ad emergere dalla scena del decennio.
Euro
49,00
codice 2129390
scheda
Acid mammoth Caravan (ltd quad)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2021  heavy psych sounds 
indie 2000
Ristampa di 150 copie su vinile quad nero/verde neon con nuova copertina.Note della label: il terzo album degli Acid Mammoth è stato concepito, registrato e prodotto durante uno stato di blocco totale dovuto al Covid-19, quindi riflette molto lo stato d'animo del duo durante questi tempi bui. È un viaggio pesante, sublime e nero come la pece nel vasto sconosciuto. Come tutti i loro lavori precedenti, "Caravan" è stato registrato, mixato e masterizzato con Dionysis Dimitrakos del Descent Studio di Atene, mentre la batteria è stata registrata all'Ignite Studio. L'artwork è stato realizzato ancora una volta da Branca Studio. È un album da strega per orecchie da strega, un'opera pesante che emerge direttamente dall'abisso più profondo. Ancora una volta il duo padre e figlio alle chitarre offre all'ascoltatore un'orda di riff schiaccianti e confusi di Iommi mentre il basso gigantesco abbatte tutto sul suo cammino con i suoi zoccoli acidi. I suoi tamburi risuonano ritmi ultraterreni di straziante rovina mentre la sua voce ipnotizzante ti stregherà con le loro parole di dolore. Più pesante e diversificato del suo predecessore, "Caravan" è qui per abbatterti con le sue zanne acide Quartetto di Atene, Grecia, La band è stata formata nel 2015 da Chris Babalis Jr. (voce e chitarra) e Dimosthenis Varikos (basso), buoni amici fin dal liceo, con un profondo amore per i Sabbath e altra musica pesante. A loro si unirono presto il loro ottimo amico Marios Louvaris (batteria) e Chris Babalis Sr. (chitarre), il padre di Jr. Il primo album è del 2017.
Euro
24,00
codice 2129376
scheda
Acid mammoth Supersonic megafauna collision
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2024  heavy psych sounds 
indie 2000
copertina apribile. Note a cura della label ""Supersonic Megafauna Collision" è una celebrazione empia di tutto ciò che è pesante, e man mano che l'album avanza continua a diventare sempre più doomi! È un album malvagio ed esplosivo, con il 666% di fuzz! Preparati a essere travolto da una tempesta di riff di chitarra pachidermici, bassi lanosi, batteria esplosiva e voci da strega! " Quartetto di Atene, Grecia, La band è stata formata nel 2015 da Chris Babalis Jr. (voce e chitarra) e Dimosthenis Varikos (basso), buoni amici fin dal liceo, con un profondo amore per i Sabbath e altra musica pesante. A loro si unirono presto il loro ottimo amico Marios Louvaris (batteria) e Chris Babalis Sr. (chitarre), il padre di Jr. Il primo album è del 2017.
Euro
20,00
codice 2129377
scheda
Acid mammoth Under acid hoof (reissue ltd)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2020  heavy psych sounds 
indie 2000
ristampa di 150 copie in edizione limitata in vinile rosso/oro, copertina apribile con nuovo artwork e due brani extra. Il secondo album, note della label : L'album è una continuazione diretta dell'omonimo album di debutto della band, ma più oscuro, più pesante e più confuso. Cinque tracce di doom, ognuna delle quali offre qualcosa di unico all'opera. Diventa sempre più pesante man mano che ti addentri più a fondo nell'album. Il duo padre e figlio alle chitarre offre all'ascoltatore un'orda di riff in stile Iommi con melodie fuzzy accompagnate da riff doomy, supportati da linee di basso malvagie e batteria pesante. La voce pulita e morbida si aggiunge al mix e i discorsi occasionali di stregoneria e mammut possono portare a un'esperienza sublime e pesante. Quartetto di Atene, Grecia, La band è stata formata nel 2015 da Chris Babalis Jr. (voce e chitarra) e Dimosthenis Varikos (basso), buoni amici fin dal liceo, con un profondo amore per i Sabbath e altra musica pesante. A loro si unirono presto il loro ottimo amico Marios Louvaris (batteria) e Chris Babalis Sr. (chitarre), il padre di Jr. Il primo album è del 2017.
Euro
29,00
codice 2129378
scheda
Acid rooster Acid rooster (ltd repress)
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2019  cardinal fuzz 
indie 2000
ristampa limitata di 300 copie in vinile blu con grafica virata blu-rosa, poster. Provenienti da Lipsia, in Germania, gli Acid Rooster pubblicano un grande album di debutto di rock psichedelico strumentale. Il full-length omonimo del trio è consigliato ai fan di tra cui Motorpsycho, Agitation Free, Hawkwind, Neu! et.
Euro
30,00
codice 2129182
scheda
LP2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2020  strut 
jazz
Vinile doppio, copertina apribile, label grigio/celeste con scritte nere, logo Strut a sinistra, catalogo STRUT214LP. Pubblicato nell'agosto del 2020 dalla Strut, il settimo album dei Pyramids, successivo ad ''An angel fell'' (2018) e come quello co-accreditato al leader Idris Ackamoor. Ancora una volta inciso ai Quatermass Studios di Londra e prodotto da Malcolm Catto degli Heliocentrics, ''Shaman!'' è stato inciso con una formazione rinnovata che però include anche un membro originale della formazione dei Pyramids degli anni '70, Margaux Simmons (flauto), oltre a Bobby Cobb (chitarra), Sandra Poindexter (violino), Ruben Ramos (basso), Gioele Pagliaccia (batteria) e Jack Yglesias (percussioni). E' un album dai temi più introspettivi e meno politici rispetto ad "An angel fell": qui Ackamoor si concentra su argomenti come la mortalità, la famiglia, la spiritualità, l'amore e la perdita. Il disco è costituito da nove lunghi brani, nei quali lo afro-funk più dilatato si fonde con il jazz dalle spinte spirituali, caratterizzato da ritmiche complesse ed eleganti, belle armonie vocali, elementi caratteristici di molta musica africana tradizionale e moderna, assoli di sassofono da parte di Ackamoor più morbidi rispetto al precedente lp, cullanti melodie di violino elettrificato e di flauto. Gruppo afroamericano dedito ad un incrocio fra il free jazz e la musica percussiva africana, i Pyramids prendono forma in Europa su impulso di alcuni musicisti originari dell' Ohio nel 1971; del gruppo fa parte il sassofonista Idris Ackamoor (alias Bruce Baker), autore di gran parte delle loro composizioni. Tornati in patria intorno al 1973, i Pyramids incidono e pubblicano in quello stesso anno il loro primo album ''Lalibela'', disco caratterizzato da una furiosa vena creativa che lo avvicina al free piu' esuberante. L'anno successivo pubblicano ''King of kings'', dai toni piu' spirituali e con i legami africani ancor piu' in evidenza, quindi tornano nel 1976 con ''Birth/Speed/Merging''. Si sciolsero nel 1977, per poi riformarsi circa trent'anni dopo, e pubblicare due nuovi lp: nel 2011 ''Otherworldly'', e nel 2016 ''We be all africans'', quest'ultimo a nome Idris Ackamoor & the Pyramids.
Euro
34,00
codice 2129132
scheda
Acklin barbara Love makes a woman (180 gr.)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1968  brunswick / demon 
soul funky disco
Ristampa in vinile 180 grammi, copertina pressoche' identica alla prima tiratura. Originariamente pubblicato nel 1968 dalla Brunswick, giunto al 146esimo posto nella classifica billboard 200 americana, il primo album solista, precedente ''Seven days of night'' (1969). Considerato uno dei suoi album migliori insieme a quello successivo, nonche' un classico del pop soul orchestrale, per quanto non premiato da grande successo di vendite all'epoca, ''Love makes a woman'' e' un disco elegante e di classe, del quale la critica ha elogiato anche la produzione di Carl Davis, della quale il brano che da' il titolo allo lp e' considerato uno dei punti piu' alti. Questa la scaletta: ''What the world needs now is love'', ''The look of love'', ''The old matchmaker'', ''Come and see me baby'', ''I've got you baby'', ''Love makes a woman'', ''Please sunrise, please'', ''Your sweet loving'', ''Yes I see the love (I missed)'', ''To sir, with love'', ''Be by my side''. cantante soul afroamericana nata a Oackland, California, ma cresciuta e vissuta a Chicago, Illinois, Barbara Acklin (1943-1998) sviluppo' le sue capacita' vocali nei cori da chiesa, poi inizio' ad esisibirsi nei nightclub, realizzando anche un singolo a nome Barbara Allen per l'etichetta del cugino Monk Higgins, sassofonista e produttore che la utilizzo' anche in quegli anni per varie incisioni da lui realizzate per la Chess. Nel 1966 inizio' a lavorare come receptionist per il produttore Carl Davis nella branca basata a Chicago della Brunswick Records, cercando di convincerlo nel frattempo a darle la possibilita' di incidere del materiale, ma incoraggiata piuttosto a scrivere canzoni. Dopo aver scritto un brano per Jackie Wilson che ebbe grande successo ''Whispers (Getting Louder)'', quest' ultimo convinse Davis a dare una possibilita' alla talentuosa ragazza, che incise per la solita Brunswick prima un singolo in duetto con Gene Chandler, di buon riscontro, poi per conto proprio quella ''Show Me The Way To Go'' che la lancio' nelle posizioni alte delle classifiche R&B e pop, inaugurando una felicissima stagione costellata di realizzazioni a proprio nome e di brani scitti per altri artisti o gruppi, con notevoli successi, soprattutto per i Chi-Lites. Nel '74 la Acklin firmo' un contratto per la Capitol, ma dopo una manciata di singoli ed un album scomparve sostanzialmente dalle scene.
Euro
18,00
codice 3034177
scheda
Action Rolled gold - lost recordings 1967/1968 (gold vinyl)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1967  guerssen 
rock 60-70
Ristampa del 2023, IN VINILE DORATO, copertina con parti dorate in rilievo sul fronte e senza codice a barre, pressoche' identica a quella della precedente edizione del 2018 sempre su Guerssen, grande adesivo di presentazione sul cellophane, inserto apribile con rare foto e note dettagliate a cura di Jason Barnard (Shindig!). Si tratta sostanzialmente di una nuova versione della interessante raccolta ''Rolled gold'' gia' pubblicata nel 1997 dalla Dig The Fuzz, ed a sua volta riedizione dell'album uscito nel 1995 sulla stessa label con il titolo di ''Brain (the lost recordings 1967/1968)''. Si tratta di una piacevole riscoperta della fase di transizione che dagli Action porto' ai Mighty Baby: gli Action incisero questi brani demo fra il 1967 ed il 1968 con l'obiettivo di ottenere un contratto per un album, purtroppo senza successo; i brani rimasero inediti per anni, venendo gradualmente pubblicati a partire dagli anni '80. Cio' che abbiamo e' una bella fotografia del passaggio fra la fase mod ad una piu' sfaccettata e complessa, fra pop barocco, psichedelia e freakbeat (l'ottima ''Brain''). Splendide armonie vocali squisitamente britanniche, atmosfere sottilmente autunnali, delicate melodie (come nell'elettroacustica ''Things you cannot see'') ma anche chitarre acide e distorte (si ascolti ad esempio la splendida ''Strange roads''). Questa la scaletta: ''Come around'', ''Something to say'', ''Love is all'', ''Icarus'', ''Strange roads'', ''Things you cannot see'', ''Brain'', ''Look at the view'', ''Climbing up the wall'', ''Really doesn't matter'', ''I'm a stranger'', ''Little boy'', ''Follow me'', ''In my dream''. Apprezzata formazione britannica fra soul/r'n'b e pop inglese, legata alla sottocultura mod, gli Action si formarono nel 1963 a Londra, inizialmente come The Boys. La formazione era composta, oltre che dal talentoso cantante Reggie King, considerato da molti come uno dei migliori cantanti soul bianchi, da Pete Watson e da tre futuri Mighty Baby. Il gruppo pubblico' in vita solo cinque singoli, prodotti da George Martin, il prestigioso collaboratore dei Beales: fra questi 45 giri, spicca la splendida ''I'll keep on holding on'', un classico degli anni '60 inglesi. Il chitarrista solista Martin Stone sostitui' Watson nel 1966, mentre l'anno dopo il tastierista Ian Whiteman si uni' al gruppo, mentre Reggie King se ne ando' per avviare la carriera solista; gli Action si trasformarono quindi nei Mighty Baby nel 1969.
Euro
29,00
codice 3034754
scheda
Ad nauseam Greatest show on earth
Lp [edizione] ristampa  stereo  eu  1987  noise not music 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Copia ancora incellophanata, ristampa private press europea del 2012 su Noise Not Music, con artwork pressoché identico a quello della a sua volta rara prima stampa, copertina semilucida senza barcode, completa di inserto con crediti ed artwork, label nera con scritte bianche, catalogo NNT19. Originariamente pubblicato nel 1987 dalla Crystal nel Regno Unito, il primo ed unico album vinilico degli Ad Nauseam, successivo alle loro pubblicazioni su cassetta ed all'unico 7"EP "Brainstorm" (1983). Inciso con una formazione modificata rispetto al loro primo periodo, questo lavoro finale della band inglese, "The greatest show on earth" è guidato da un cantato brutale e sguaiato, quasi ai limiti del gutturale, e spinto da un groove pestone e grezzo, trascinante ed anthemico, che emana un'aura rabbiosa ma non opprimente, complice anche l'andamento sferragliante e pogo-inducente dei brani. Gli Ad Nauseam sono stati un gruppo hardcore punk inglese di Portsmouth, formato nel 1982 sulle ceneri di due bands locali, i Birth Trauma e gli Anihilates; nella loro prima incarnazione, fra il 1982 ed il 1984, erano composti da Barry Coward (voce), Keith Salmon (chitarra), Steve Taylor (basso) e Mick Bonseir (batteria); questa prima formazione realizzò alcune cassette e l'unico 7"EP della band, "Brainstorm" (1983), che ottenne un relativo successo nello underground britannico, vendendo oltre tremila copie. Un organico modificato incise il loro unico album vinilico "The greatest show on earth", uscito nel 1987.
Euro
26,00
codice 336096
scheda
Adamson barry Back to the cat (ltd. clear)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2008  mute 
punk new wave
Ristampa del 2022, edzione limitata in vinile trasparente, corredata di codice per il download digitale, copertina con parti lucide presso la costola sul fronte e sul retro, pressoche' identica alla prima tiratura, e corredata di inner sleeve. Pubblicato nel marzo del 2008 dalla Central Control, ''Back to the cat'' e' l'ottavo album (escludendo la colona sonora di ''Delusion'', 1991) di Barry Adamson, uscito dopo ''Stranger on the sofa'' (2006) e prima di "I Will Set You Free" (2012). Il musicista inglese ritorna con un lavoro dalle forti tinte anni '70, ma che si mostra assai eclettico, svariando fra funk, soul, cabaret e pop dalle tinte noir che ricorda le colonne sonore da spy story degli anni '60, il tutto guidato dal suo sensuale e decadente canto da crooner ed immerso in un'atmosfera cinematica che ben adatterebbe il lavoro ad una colonna sonora. Veterano della scena musicale britannica, attivo in ambito post punk con i Magazine e poi con i Bad Seeds di Nick Cave, l'inglese Barry Adamson lascia questi ultimi nel 1987 e si dedica alla carriera solista, ispirato da compositori di colonne sonore come Ennio Morricone e John Barry, esordendo su lp con l'apprezzato ''Moss side story'' (1989), in cui emerge il suo approccio eclettico che fonde sonorita' post punk, funk, e colonne sonore da film di spionaggio. Nel decennio successivo realizza in effetti varie colonne sonore, oltre a pubblicare lavori solisti in cui l'atmosfera cinematica e' comunque un elemento costante.
Euro
21,00
codice 3034839
scheda
Adolescents bob ritter tapes - live at starwood 1980/81 (blue and red vinyl)
lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1980  concrete jungle 
punk new wave
Doppio album, con un vinile blu e l' altro rosso, e con inclusa anche la versione in doppio cd del disco, adesivo di presentazione sul cellophane. Pubblicato nel maggio del 2024, questo doppio lp contiene due concerti inediti registrati rispettivamente il 9 dicembre del 1980 ed il 24 marzo del 1981 dalla prima storica line up della grande hardcore band di Los Angeles, quella che nell' aprile del 1981 diede alle stampe l' epocale primo album "Adolescents". Si tratta di registrazioni ritrovate negli archivi di Bob Ritter, chitarrista e bassista originario di Detroit, Michigan, poi tra i protagonisti della scena di L.A. come bassista e/o chitarrista di gruppi come Bags, Gun Club e 45 Grave, morto per overdose nel 1990. Una testimonianza preziosissima della prima fase della storia della band e della straordinaria scena hardcore californiana piu' in generale. Il primo album, relativo al concerto del 9 dicembre 1980, contiene i brani: 1. NO WAY 2. SELF DESTRUCT 3. DO THE EDDY 4. NO FRIENDS 5. WORD ATTACK 6. LA GIRL 7. DEMOCRACY 8. I HATE CHILDREN 9. KIDS OF THE BLACK HOLE 10. WHO IS WHO 11. WRECKING CREW 12. RIP IT UP 13. CREATURES 14. AMOEBA. Il secondo album, relativo al concerto del 4 marzo 1981, contiene i brani 1. WORD ATTACK 2. I HATE CHILDREN 3. SELF-DESTRUCT 4. DEMOCRACY 5. AMOEBA 6. WHO IS WHO 7. NO FRIENDS 8. CREATURES 9. RIP IT UP 10. NO WAY 11. HOUSE OF THE RISING SUN (cover che il gruppo registrara' in studio solo molto piu' tardi).
Euro
38,00
codice 3034472
scheda
Aerosmith Rock in a hard place
Lp [edizione] originale  stereo  hol  1982  cbs 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Prima stampa europea di pressaggio olandese su CBS, copertina semilucida senza barcode e con price code "CB 261" sul retro, inner sleeve a colori con il testo di "Prelude to joanie", sagomatua sul lato di apertura, crediti e discografia illustrata del gruppo, label gialla ed arancio a sfumare, scritte nere, logo CBS bianco in alto, logo BIEM/STEMRA in riquadro a destra, catalogo CBS CX 85931. Pubblicato nell'agosto del 1982 dalla CBS nel Regno Unito, dove non entrò in classifica, e dalla Columbia negli USA, dove arrivò alla 32esima posizione, il settimo album in studio, successivo a "Night in the ruts" (1979) e precedente "Done with mirrors" (1985). Prodotto da Jack Douglas e Steven Tyler, "Rock in a hard place" fu l'unico album ad essere inciso senza nessuno dei due chitarristi originali degli Aerosmith: è infatti il solo lp in cui non figurano né Joe Perry, fuoriuscito dal gruppo fra il 1979 ed il 1984, né Brad Whitford, che partecipò alle registrazioni di un solo brano dell'album, il singolo "Lightning strikes", prima di lasciare a sua volta, tornando però alla base insieme a Perry nel 1984. Un periodo difficile per la band, che stava perdendo la presa sul pubblico e con Steven Tyler non al meglio delle condizioni; ciononostante, gli Aerosmith confezionano un disco pulsante e muscolare, genuinamente rock'n'roll ("Jailbait", "Lightning strikes"), e si aprono anche a qualche curiosa sperimentazione con la spaziale "Prelude to joanie / Joanie's butterfly", in cui viene fatto uso di vocoder e sintetizzatore, prima che il brano si sviluppi in una ballata acustica e decolli poi in un rocker dalle apparenti sfumature psichedeliche. Provenienti dal New Hampshire, gli Aersomith sono alfieri di uno hard-rock con profonde radici blues. Nacquero dall' incontro del cantante Steve Tallarico (attivo dalla meta' dei '60 a Boston e poi ribattezzatosi Steve Tyler) con la Jam Band del bassista Tom Hamilton e del chitarrista Joe Perry, band gia' autrice di un demo album nel '69, "ingaggiata" per registrare dei brani destinati ad essere ascoltati per un eventuale ingresso nel Jeff Beck Group, fortunatamente fallito. Il riscontro del gruppo, inizialmente modesto, crebbe progressivamente album dopo album, grazie anche alla grande presenza scenica di Steve Tyler e ad un sound che dal vivo rivelava tutto il suo potenziale, facendone ben più che dei meri cloni dei Rolling Stones, come vennero da qualcuno etichettati in un primo momento: sarebbero diventati una delle più grandi hard rock bands a stelle e strisce.
Euro
28,00
codice 335965
scheda
Aesop rock Daylight (ltd)
12' [edizione] nuovo  stereo  usa  2001  def jux 
hip-hop
ristampa in edizione limitata in vinile colorato arancio e blu. Ep con 7 brani, successore del bell'album 'Labour days'. Ian Bavitz (Aesop Rock), uno dei piu' talentuosi artisti hip-hop di New York, mai banale con arrangiamenti creativi e spesso eccentrici realizzati principalmente con dure linee di synths, e testi che spaziano da rime astratte ad argomenti inusuali quali mitologia e riferimenti storici, sino a toccare problematiche sociali. acclamato dalla critica americana come uno dei migliori poeti dell'underground rap.
Euro
29,00
codice 2128144
scheda
Afghan whigs Congregation (loser ed.)
Lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1992  sub pop 
punk new wave
Ristampa del 2017, rimasterizzata dai nastri originali, in doppio vinile rosso trasparente, pesante 180 grammi, che gira a 45 giri, coupon per download, copertina apribile. Lp pubblicato in Germania dalla Sub Pop nel gennaio 92, dopo "Up in it" (90) e prima "Gentlemen" (93), il terzo album della band americana; opera che attenua e smussa le sonorita' piu' impeuotuose a favore di una scrittura stilisticamente varia, con arrangiamenti piu' ricercati e che e' da considerarsi come il punto d'unione, ideale ponte fra l'aggressione sonora dei primi lavori e Il soul bianco di quelli seguenti. Un grunge psichedelico magnetico, romantico e decadente, molto ispirato e profondo, che tratta spesso di temi come il rapporto, idilliaco e perverso, fra i sessi o di peccatori incalliti senza possibilita' di redenzione. Gli Afghan Whigs furono fondati nel 1986 a Denver, Colorado, da Greg Dulli (voce, chitarra), Rick McCollum (chitarra), John Curley (basso) e Steve Earle (batteria). Accostati al coevo movimento grunge, con il quale senza dubbio avevano dei tratti in comune, ma fortemente contaminati dal soul e dal funk degli anni '70, gli Afghan Whigs erano autori di una musica cupa, contraddistinta dalle liriche amare di Greg Dulli e dal contrasto delle influenze soul con il suono spesso duro delle chitarre e con l'attitudine pessimistica espressa da molti dei loro brani.
Euro
38,00
codice 3034828
scheda
Against me! Reinventing axl rose
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  2002  fat wreck 
indie 2000
Ristampa del 2019, coupon per download. Pubblicato nel marzo del 2002 dalla No Idea negli USA, il primo album, successivo alle prime pubblicazioni su cassetta e precedente il secondo lp ''As the eternal cowboy'' (2003). Acclamato da critica e fan in patria, il loro esordio a 33 giri e' un lavoro che esemplifica ottimamente l'intensita' emotiva, il cantato anthemico, l'impegno politico e sociale e la musica punk ma fuori dagli schemi stessi del punk ormai canonizzato, per cui i primi Against Me! erano amati; un sound fresco e scarno, venato di folk punk, un cantato graffiante ma piu' emotivo che duro ed un'attitudine anarcoide che con il tempo si sarebbe ammorbidita. Punk rock band basata in Florida, attiva dal 1997 per merito della cantante/chitarrista Laura Jane Grace, nata Thomas James Gabel, gli Against Me! attraverso cinque album si sono fatti amare dai fan ed apprezzare dalla critica, soprattutto in patria, gia' con le loro prime realizzazioni. I primi lavori, soprattutto il debutto, "Against me! Is reinventing Axl Rose" del 2002 ed il successivo "Against me! As the eternal cowboy", sono caratterizzati da una spontaneita' selvaggia, successivamente scemata in favore di un punk/hardcore melodico, muscolare e piu' attento al gusto del mainstream, ma sempre con interessanti temi politici e sociali.
Euro
29,00
codice 2128457
scheda
Lp [edizione] originale  stereo  fin  2013  kamaset levyt 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Prima stampa, copertina ruvida fronte retro con vinile estraibile dall'alto e senza barcode, inner sleeve con testi in lingua finlandese, crediti ed artwork in bianco e nero, label custom in bianco e nero su di una facciata, con grande logo della Kamaset Levyt Records in bianco e nero sull'altra, catalogo UKK-059. Pubblicato nel febbraio del 2013 dalla finlandese Kamaset Levyt, il primo eponimo album degli Ahneus, gruppo hardcore punk finlandese da Tampere, un trio fondato nel 2011 e composto dal cantante principale e chitarrista Jake Marjamaki (ex Rattus, storica HC band finlandese, attiva dal 1978 al 1988, poi riformatasi nei primi anni 2000 per alcuni concerti), dal bassista e cantante Jeekki Katajamaki (attivo anche nei Kouristus) e dal batterista Markku Ollila (poi sostituito intorno al 2013). Il gruppo suona uno hardcore punk spinto da una scarrozzante vena rock'n'roll che fa emergere sullo sfondo reminiscenze motorheadiane; l'album è caratterizzato da un sound compatto, potente, propulsivo e tirato, da un cantato graffiante e rabbioso ma lontano dagli estremismi gutturali e strillati delle correnti più estreme dello hardcore, che lo rendono un lavoro relativamente "melodico" rispetto alle più feroci band scandinave, ma ben lungi da annacquamenti pop punk o da cucchiaiate di zucchero, di cui qui non c'è traccia. Il gruppo ha anche contribuito, nello stesso 2013, alla compilation "Hardcore '013" della Kamaset Levyt, con tre brani inediti, ma nei dieci anni successivi non ha dato un seguito al suo primo eponimo album.
Euro
16,00
codice 336094
scheda
Ainigma diluvium
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1973  long hair 
rock 60-70
ristampa del 2016, copertina pressoche' identica alla incredibilmente rara prima stampa tedesca, in bianco e nero, e corredata di inserto. Si tratta dell'unico album uscito come stampa privata, una delle piu' rare e ricercate di tutta la scena tedesca, nel 1973. Originariamente uscito in stampa privata nel 1973 in Germania, l' unico album di questo gruppo, una delle piu' rare e ricercate opere di tutta la scena tedesca. Questa leggendaria band germanica suona una musica che e' vicina all' hard progressive, con organo e chitarre distorte dal fuzz in primo piano ed influenze dalla psichedelia punk americana; il disco fu registrato in quattro giorni, tra aprile e maggio del 1973, ed e' cantato in inglese. Il gruppo era composto da tre elementi, operanti nel sud della Germania, a Garmish, ed il loro album e' considerato come una delle migliori prove del genere mai realizzate in Germania. Alcuni critici hanno accostato il loro sound e le loro atmosfere ai Necronomicon.
Euro
29,00
codice 2128428
scheda
Air Premiers symptomes (reissue)
Lp [edizione] nuovo  stereo  ger  1997  parlophone 
indie 90
Ristampa in vinile 180 grammi, inner sleeve. Originariamente pubblicata nel 1997 dalla Source sotto forma di mini lp con cinque brani, poi ristampata nel 1999 dalla stessa etichetta in questa versione con sette brani, la raccolta dedicata ai primi singoli del duo elettronico francese, usciti originariamente fra il 1995 ed il 1997, testimonianze di una elettronica da ascolto rarefatta ed atmosferica, languida e sensuale, con richiami a certo rock degli anni '70 (da Gainsbourg ai Pink Floyd) ed all'elettro rock minimale tedesco, filtrati attraverso la moderna elettronica. Questa la scaletta: ''Modular mix'' (11/95, dal singolo ''Modulor mix''), ''Casanova 70'' (7/96, dal singolo ''Casanova 70''), ''Les professionnels'' (7/96, dal singolo ''Casanova 70''), ''J'ai dormi sous l'eau'' (7/97, dal singolo ''Le soleil est pres de moi''), ''Le soleil est pres de moi'' (7/97, dal singolo ''Le soleil est pres de moi''), ''Californie'' (2/98, dal flexi ''Sexy boy''), ''Brakes on'' (12/97, dal singolo di Alex Gopher ''Gordini mix''). Gli Air, influente duo francese capostipite dell'easytronica, si formano nel 1995 a Parigi grazie a Nicolas Godin (voce filtrata, basso, chitarre elettriche, synth, organo, percussioni) e Jean-Benoit Dunckel (organo, piano, synth, voce filtrata). Tra il '96 e il '97 pubblicano una serie di singoli per la l'etichetta inglese Mo' Wax e per quella francese Source, raccolti poi in "Premiers Symptomes" del 1999, nel '98 firmano per la Virgin e pubblicano quello che e' divenuto un classico della fine del secolo, l'album "Moon Safari", in cui definiscono il loro stile, elettronica downbeat sotto forma di canzoni pop, basando le composizioni su bassi rotondi e pulsanti dalla groove soul-funk, imperniate di atmosfere languide e fughe ambient in stile floydiano, grazie all'inserimento di tappeti di synth (moog, Korg MS20, vocoder, casiotone), utilizzando inoltre campionamenti ed effetti dalle sonorita' retro' alla Jean Michel Jarre. Ma le influenze dei due francesi includono anche sonorita' electro pop anni '80, contaminate da influssi Kraftwerk, avvolte da una seducente atmosfera flou vaporosa e melliflua, ormai divenuta il marchio di fabbrica del duo.
Euro
25,00
codice 2129533
scheda

Page: 3 of 95


Pag.: oggetti: