Hai cercato:  immessi ultimi 30 giorni --- Titoli trovati: : 751
 
Pag.: oggetti:
 
ordina per
aiuto su ricerche
Pag.: oggetti:
Things Coloured heaven (+ 3 tracks)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1984  teen sound 
punk new wave
Ristampa del 2024, rimasterizzata, limitata in sole 300 copie, con grafica di copertina completamente rinnovata, inner sleeve ed inserto esclusivi e con tre tracce aggiunte per l'occasione, tutte inedite: "Oh Yeah", "Wait and See" e "You Are the One". Pubblicato nel 1984 dalla Voxx, il primo album, precedente ''Outside my window'' (1986). Il gruppo americano debutto' su lp con questo disco piacevolmente acerbo che rivelava appieno le forti influenze dei Love di Arthur Lee, con un asciutto e lievemente malinconico ''jangle sound'' molto stile anni '60 (come ad esempio nell' unica cover, ''Out of time'' degli Stones, che sembra filtrata attraverso i Byrds o i primissimi Love), ma anche suggestioni di un piu' vasto spettro del panorama musicale garage e proto-psichedelico americano del decennio d'oro, sempre con un occhio di riguardo al filone piu' vicino al folk rock (appunto Byrds e primi Love). Band di La Habra, California, i Things furono autori negli anni '80 di alcuni album fra neopsichedelia, paisley e folk rock, dando alle stampe alcuni dei dischi piu' considerati di tutto il 60's revival del decennio, in particolare il secondo ''Outside my window'' (1986). Amatissimi dal compianto Greg "Voxx" Shaw, che li volle alla sua etichetta, arrivarono con giusto un paio di anni di ritardo per essere considerati uno dei migliori gruppi del paisley underground; pubblicarono un terzo album un paio di anni dopo, ancora ottimo. Il batterista Roy McDonald suonera' piu' avanti con Redd Kross e Muffs.
Euro
27,00
codice 2130091
scheda
Titus groan Open the door homer
12" [edizione] nuovo  stereo  eu  1970  trading places 
rock 60-70
EP in formato 12" a 45 giri, copertina senza codice a barre. Ristampa del 2023 ad opera della Trading Places, in formato 12" e non più 7", con artwork che riprende quello originario ma con diversa composizione di colori. Originariamente pubblicato nel 1970 dalla Dawn nel Regno Unito sotto forma di 7", non uscito negli USA, questo è l'unico raro EP dei Titus Groan, contenente tre brani, tutti inediti su album: una cover molto rockeggiante di "Open the door homer" di Bob Dylan, e due canzoni proprie, "Woman of the world", ballata dai risvolti proto-progressive e blues rock, arricchita dagli arrangiamenti di fiati, non lontana dai Traffic di fine anni '60, e "Liverpool", un lungo e dinamico episodio supportato da un groove sostenuto e con uno stile soul rock intrecciato a filamenti prog. I Titus Groan sono stati una cult band britannica fondata a Londra nel 1969, che prese il nome da un personaggio della saga letteraria Gormenghast di Mervyn Peake: il batterista Jim Toomey veniva dal jazz, così come il bassista John Lee, che aveva suonato con il sassofonista Dick Morrissey, mentre il chitarrista, tastierista e cantante Stuart Cowell era appassionato di blues. Pubblicarono solo due rari dischi, usciti entrambi su Dawn nel 1970, un eponomo lp e l'EP "Open the door homer", proponendo uno stile proto-progressive dalle sfumature jazzate e blues che aveva qualche punto di contatto con i Traffic ed i primi East Of Eden. Cowell fu poi con i Pink Fairies e con The Tourists.
Euro
10,00
codice 2130216
scheda
Titus groan titus groan (+2 tracks)
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1970  long hair 
rock 60-70
Ristampa del 2021, copertina apribile pressoche' identica a quella della prima molto rara tiratura uscita in Inghilterra su Dawn, arricchita della presenza delle due tracce (aggiunte per l' occasione), tratte dall' unico 7"ep del gruppo ("Open The Door Homer" e "Woman Of The World"), realizzato dalla stessa Dawn sempre nel 1970. Pubblicato su Dawn in Inghilterra nel novembre del 1970, l' unico leggendario lavoro ad opera del gruppo che trasse il nome dall' opera letteraria di culto dell' inglese Mervyn Peake; una vera primigenia delizia del giardino incantato del progressive d' albione, che musicalmente si dipana in lunghi brani suonati con una ricca strumentazione che vede l' impiego di flauto, oboe, sax ed organo, con una verve potente e sognante al tempo e che vede in risalto le chitarre con partiture complesse magistralmente suonate. Tutti i brani sono lunghi oltre 5 minuti, tra di essi la splendida ''Hall Of Bright Carvings'' (titolo tratto da un altro racconto di Peake). Tra i componenti, Jim Toomey era stato con i Jon, scrisse "What Did We Miss for Still Life" con Stuart Cowell e sara' poi nei Tourists prima di unirsi agli Uriah Heep di Ken Hensley alla fine dei '70.
Euro
29,00
codice 2129739
scheda
Tomcats (july) A tu vera
LP2 [edizione] nuovo  mono  eu  1964  munster 
rock 60-70
Vinile doppio, inserto con foto e note, label nera con scritte bianche sul primo vinile e bianca con scritte nere sul secondo, catalogo MR393. Pubblicata nel 2015 dalla Munster, questa benemerita antologia compila tutti i singoli ed ep dei Tomcats, oltre a quattro brani demo del 1964 registrati dai Second Thoughts, loro precedente incarnazione. Questo gruppo inglese di Ealing, Londra, iniziò nella prima metà degli anni '60 come Dreamers, ispirati dall'emergente scena blues britannica di Alexis Korner e Cyril Davies, che si animava al leggendario Ealing Club, terreno di coltura di tante grandi band londinesi degli anni '60; si trasformarono presto in Tomcats, ma si fusero con un altro gruppo dalla stessa ispirazione ruvidamente r'n'b, i Second Thoughts, assumendo quest'ultimo nome e registrando qualche demo, prima di tornare alla denominazione The Tomcats, con la quale si avventurarono in Spagna, a Madrid, dove giunsero nel 1965, trascorrendovi alcuni fervidi anni. Nella capitale spagnola i Tomcats suonavano dal vivo e pubblicarono un discreto numero di singoli e di EP, fra il 1965 ed il 1966, suonando soprattuto covers di successi rock del periodo, fra cui le hits dei Rolling Stones, con un approccio garagistico e graffiante, degno dei primi Pretty Things in alcuni casi; interpretarono anche alcuni brani in spagnolo, come la devastante "A tu vera", canzone associata famosamente alla cantante ed attrice Lola Flores, che i Tomcats trasformarono in uno scoppiettante assalto garage punk carico di fuzz. Il gruppo prese anche parte ad un film spagnolo, "Operacion secretaria", interpretandovi il ruvido r'n'b "Two minds in tune", compilato per la prima volta su vinile in questa raccolta della Munster, così come debuttano su vinile qui anche la cover di "Cocaine" di Reverend Gary Daivs ed un brano originale, "Don't let go". Il gruppo lasciò la Spagna nell'estate del 1966; dalle ceneri dei Tomcats si formarono poi nel 1968 gli psichedelici July, sempre ad Ealing in Inghilterra, grande gruppo di culto dei tardi anni '60 inglesi. Questa la scaletta (tutti i brani intepretati dai Tomcats, salvo ove altrimenti indicato): "A Tu Vera", "Macarenas", "Que Familia Mas Original", "Pena, Penita, Pena", "La Neurastenia (19th Nervous Breakdown)", "Yesterday", "Get Off My Cloud", "Satisfaction", "Running At Shadows", "It Ain't Right", "For Your Love", "Road Runner", "Paint It Black", "Monday, Monday", "Somebody Help Me", "Don't Ask For Me", "Two Minds In Tune", "Seventh Son" (demo dei Second Thoughts), "Walking" (demo dei Second Thoughts), "You Gotta Help (Help Me)" (demo dei Second Thoughts), "Looking For My Baby" (demo dei Second Thoughts), "Don't Let It Go", "Cocaine".
Euro
16,00
codice 3516000
scheda
Tool Fear inoculum
lp3 [edizione] nuovo  stereo  eu  2019  rca 
indie 90
Ristampa ufficiale uscita nel 2022 in versione limitata triplo vinile con il sesto lato etched (scolpito senza musica), poster, inner sleeves . Il quinto album in studio dei Tool, uscito solo in cd nel 2019 ed in vinile nel 2022 (sebbene esistano versioni non ufficiali in circolazione dal 2020). Album dalla lunga gestazione, uscito solo dopo 13 anni il precedente "10000 days", conferma l'abilità del gruppo nel fondere metal, rock progressive, psichedelia ed art-rock. Formatisi nel 1990 a Los Angeles, i Tool sono considerati uno dei gruppi piu' originali del metal degli anni '90. La musica del gruppo e' caratterizzata dalla fusione fra la potenza e la rabbia del metal con la complessita' del rock progressivo, che li ha fatti accostare ai Jane's Addiction; anche i King Crimson sono considerati un'influenza importante. I Tool aggiungono inoltre atmosfere particolarmente cupe e dal sentore dark, rendendo la loro musica ancora piu' personale. Dopo un mini lp pubblicato nel 1992, il gruppo ottiene il primo grande successo con il primo album ''Undertow'' (1993), bissato tre anni dopo con ''Aenima'' (1996) e nel 2001 con ''Lateralus''. Il gruppo e' apprezzato anche per l'elaborato artwork delle copertine dei propri dischi.
Euro
54,00
codice 2130213
scheda
Tool Lateralus (different artwork)
lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2001  volcano / private 
indie 90
Doppio Lp in vinile colorato, ristampa "private press" con copertina (con artwork esclusivo) apribile lucida, senza barcode. Il terzo album, pubblicato originariamente nel maggio 2001 prima di "10000 days" e dopo "Aenima", giunto al n.1 delle classifiche americane. Considerato fra le opere piu'mature e creative della band, prodotto da David Bottril "Lateralus" si orienta verso un suono prog rock, con reminescenze pinkfloydiane e King Crimson, caratterizzato dal consueto assalto sonico, ma arricchito da complessi cambi ritmici e dinamici. Quartetto di Los Angeles, formato da Adam Jones, Maynard James Keenan, Paul D'Amour (poi sostituito da Justin Chancellor) e Danny Carey, artefice di un metal oscuro con influenze grunge e alternative rock, definiti dalla critica una versione dark e violenta dei Jane's Addiction, ai quali la band si ispira.Beghe legali ritardano l'uscita dell'album, e ci vogliono cinque anni per ascoltare il nuovo dei Tool, ma l'attesa non è tradita. Lateralus (2001) è un album tanto perfetto quanto profondo. I ragazzi sono all'apice della forma e la scintillante produzione di David Bottril riesce a far risaltare il suono di tutti gli strumenti, anche nelle fasi più caotiche. Lateralus è un album di puro progressive rock; è l'album che porta il progressive rock nel 2000, che tenta di svecchiarlo, donandogli una nuova veste, quella del metal alternativo. Pensate alle suite dei King Crimson trasfigurate da suoni metallici, ritmi devastanti, accordi dissonanti; quello che ne risulta è la fine del modo, e Keenan ne è il profeta. Ciò rende la filosofia dei Tool più vicina al pessimismo esistenziale dei Van Der Graaf Generator che al romanticismo esotico dei King Crimson. L'album si apre con l'imponente "The Grudge", che cresce lentamente per per poi esplodere. Gli strumenti producono una ritmica tribale su cui si innesta la voce di Keenan, prima calma, poi arrabbiata, poi feroce. "The Patient" e "Schism" hanno la stessa struttura: inizio calmo, costante crescita, esplosione e cambi repentini di ritmo, catarsi finale. Sembra che Keenan voglia penetrare nell'animo umano per poi rivoltarlo dall'interno. "Parabol" è il lamento di un monaco tibetano, e prepara il terreno a "Parabola", che invece martella dall'inizio alla fine. "Disposition", è la più calma del lotto, ma allo stesso tempo la più minacciosa; Keenan biascica parole su un tappeto melodico tessuto dall'intreccio dei vari strumenti, che sembrano dialogare tra loro. Nonostante la lunghezza complessiva e la non facile assimilazione dei brani, il disco si lascia ascoltare, in quanto ogni composizione prepara il terreno alla successiva, destando curiosità per ciò che verrà dopo. Lateralus è il capolavoro dei Tool, un album distante anni luce dalle premesse iniziali, il disco che dimostra il talento e la creatività dei musicisti.
Euro
45,00
codice 2130264
scheda
Torrini emiliana fisherman's woman
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2005  rough trade 
indie 2000
ristampa, copertina ruvida apribile. "Fisherman's Woman", originariamente pubblicato nel 2005, è uno degli album migliori della cantante, songwriter italo-islandese : un tuffo profondo in atmosfere acustiche rispetto ai beat trip-hop di "Love in the Time of Science" (1999). Emiliana Torrini, nata in Islanda nel 1977 da madre Islandese e padre Italiano, è una cantante, songwriter attiva dal 1995 e che nel corso degli anni ha abbracciato folk, elettronica, pop/rock e trip-hop. Ha pubblicato sette album registrati in studio, tuttavia i primi tre sono usciti solo nel suo paese di nascita, il primo disco immesso anche sul mercato Europeo e Statunitense è stato "Love In The Time Of Science" del 1999. È stata in tour con Moby, Sting, Dido, Travis, e Tricky.
Euro
32,00
codice 2129879
scheda
Torrini emiliana Love in the time of science
Lp [edizione] nuovo  stereo  Uk  1999  one little indian 
indie 2000
Ristampa. Il terzo album, pubblicato (in cd) nell'ottobre 1999, prima di "Fisherman's woman" e dopo "Merman". Lavoro che presenta collaborazioni con artisti tra i quali Roland Orzabal (Tears for fears), Alan Griffiths, il produttore Eg white, Mark Abis e Siggi Baldrusson (Sugurcubes) e si ispira al romanzo di Marquez del 1985, "L'amore ai tempi del colera". Opera, che ha suscitato interesse facendo conoscere la cantante al di fuori dell'islanda, in cui compaiono elementi pop, elettronica e folk approcciati con frequenti sonorità trip hop, che la fa accostare ai Portishead e Morcheeba, con atmosfere notturne; l'album, comunque, è da collocarsi più in un ambiente genericamente pop, dove la voce, candida e fresca, della Torrini è in netta evidenza per la bellezza e nitidezza, che l'ha fatta spesso paragonare alla connazionale Bjork, e anche per il modo con cui viene modulata. Cantautrice italo-islandese, cresciuta a Reykjavik, dove, fin da giovane, inizia a realizzare albums, "Spoon", "Croucie d'où La" e "Merman", usciti solo in Islanda; con "Love in the time of science", la Torrini si fa apprezzare per la voce suadente e per il gusto nel dosare sonorità elettroniche trip hop con il folk. Ha cantato anche The Gollum's song, tema musicale finale de "Il signore degli anelli", ha composto il pezzo "Slow" per Kylie Minogue ed è stata in tour con Moby, Sting, Dido, Travis e Tricky.
Euro
34,00
codice 2129867
scheda
Tosh peter bush doctor
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1978  music on vinyl 
reggae
ristampa in vinile 180 grammi per audiofili, pessocche' identica alla prima tiratura. Pubblicato in Inghilterra nel novembre del 1978 dopo '' equal rights'' e prima di '' mystic man'', non entrato in classifica. il terzo album. il primo per la Rolling Stones , con la partecipazione di Jagger e Richards, e naturalmente con la Word Sound & Power band , con Sly & Robbie , Mikey "Mao" Chung e Donald Kinsey. il piu' famoso brano di questo lp e' certamente la cover dei Temptations' "(You Gotta Walk) Don't Look Back" che vede il duetto Jagger- Tosh , ma moltissimi sono invece quelli entrati nella sua storia, "I'm the Toughest," "Stand Firm," , la rilettura del brano dei Wailers "Dem Ha Fe Get a Beatin," mentre bizzarra e' la chiusura, con una rilettura di Handel, "Messiah," . album storico e certamente entrato di diritto nella storia del reggae ed in quella del rock.
Euro
31,00
codice 2129902
scheda
Tozzi umberto Royal albert hall
LP2 [edizione] originale  stereo  ita  1988  fonit cetra 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good cantautori
Prima stampa italiana, vinile doppio, copertina (con leggeri segni di invecchiamento e con tracce di solco di scritte a penna visibili sul fronte, controluce) apribile e SENZA barcode, inner sleeve con testi, label blu con parte nera in alto a destra, scritte nere, logo Fonit Cetra blu e nero in alto a destra, catalogo CGD22227 (poi cambiato), data sul trail off del lato A e B 12/5/88. Pubblicato nel 1988 dalla Fonit Cetra in Italia, il secondo album dal vivo del cantautore torinese, uscito fra gli album in studio "Invisibile" (1987) e "Gli altri siamo noi" (1991). Fu registrato dal vivo al Royal Albert Hall di Londra il 21 febbraio del 1988, con formazione composta, accanto a Tozzi (voce), da Gianfranco Segato (chitarra, cori), Joe Vescovi (tastiere, cori), Fortu Sackà (basso, cori), Maurizio "Mao" Granata (batteria), Marco Masini (tastiera, cori, arrangiamenti), Tom Sheret (sassofono, cori), Claudio Orsini (sassofono, tastiera, percussioni, cori), Lorenza Kucic (cori) e Viviana Tenzi (cori); in tre brani Tozzi duetta con il cantante Raf ("Self control", "Gente di mare" e "Si può dare di più"). "Royal Albert Hall" rimane uno dei live più famosi di Umberto Tozzi, e solo nel 2009 sarà seguito da un terzo album dal vivo, "Non solo live". Questa la scaletta: "Se Non Avessi Te", "Dimmi Di No", "Ti Amo", "Immensamente (Remix Dance)", "Medley: Qualcosa Qualcuno / Donna Amante Mia / Dimentica Dimentica / Io Camminerò / Eva / Tu Sei Di Me", "Notte Rosa", "Stella Stai", "Tu", "Self Control", "Gente Di Mare", "Si Può Dare Di Più", "Gloria".
Euro
15,00
codice 336204
scheda
Tracks (boston punk) brakes on you
lp [edizione] originale  stereo  ita  1977  rave up / breakout 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good punk new wave
copia ancora incellophanata, ma con piegatura nell' angolo in alto a sinistra, l' originale stampa, copertina senza barcode, etichetta nera con scritte bianche da un lato e custom in bianco e nero dall' altro; pubblicato nel 2021, questo 89esimo volume della serie di uscite della Rave Up "American Lost Punk Rock Nuggets" e' dedicato ad una misconosciuta punk rock band di Boston, i Tracks, formati nel 1976 dal chitarrista Jeff Rey e dalla cantante Lorry Doll e scioltisi nel gennaio del 1979. Furono quindi tra i prime movers della seminale scena del Rat di Boston, insieme con, tra gli altri, Dmz e Real Kids, votati pero' ad un punk rock meno legato al garage degli anni '60, serrato ed assenziale, non distante da quello di tanti gruppi della contemporanea scena di New York, dove in effetti i Tracks si spostarono poco dopo la pubblicazione, nel 1977 su Blue Door Records, del loro unico rarissimo singolo, le cui due eccellenti e trascinanti facciate, "Brakes on You" e "Boms Away", sono qui ovviamente presenti, insieme ad altre nove tracce, precedentemente inedite, marchiate dalla voce arrabbiata e quasi mascolina della cantante. A New York i Tracks condivisero il palco del Gbgb's e del Max's Kansas City con molti dei migliori gruppi della scena locale, oltre ad aprire per gruppi inglesi come Police o Jam, prima di tornare a Boston e sciogliersi poco tempo dopo. Jeff Ray e Lorry Doll rimettaranno in piedi una band qualche tempo dopo, pubblicando nel 1984 due ottimi singoli a nome Doll Reys.
Euro
15,00
codice 261538
scheda
Trapeze medusa
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1971  ethelion 
rock 60-70
Ristampa del 2022, copertina apribile senza barcode, pressoche' identica alla prima rara tiratura, catalogo ET1031. Pubblicato in Inghilterra su Treshold nel maggio 1971 prima di "You are the music ...we're just the band'' e dopo ''Trapeze'', non entrato nelle classifiche Uk ne' in quelle Usa. Il secondo album. Non solo "Medusa" e' il primo lavoro del nuovo decennio per i Trapeze, ma anche uno dei piu' riusciti e straordinari albums di hard rock di sempre. registrato con una formazione che includeva futuri membri di Deep Purple, Judas Priest e Black Sabbath , nell' anno della sua pubblicazione, il 1971, non ottenne il riscontro che avrebbe meritato. La voce di Glenn Hughes e' qui al suo massimo ed in brani quali "Black Cloud"e "Your Love Is Alright'', sfiora la perfezione, Mel Galley presenta uno stile chitarristico originale e carico di tensione e la musica nel suo insieme predata significativamente molti lavori considerati fondamentali nell'ambito del rock classico britannico ed americano, inclusi i primi episodi di Bad Company, Nazareth e Foreigner,. un lavoro dal contenuto artistico eccezionale che avrebbe meritato ben altra considerazione.
Euro
23,00
codice 2130266
scheda
Triumph Thunder seven
Lp [edizione] originale  stereo  ger  1984  mca 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent heavy metal
Prima stampa europea di pressaggio tedesco, copertina semilucida senza barcode, inner sleeve (nella versione con il lato con i crediti che ha lo sfondo di colore grigio e le scritte nere) con angoli superiori sagomati, artwork e testi, label con cielo, arcobaleno e nuvole sullo sfondo, marchio GEMA/BIEM in riquadro a sinistra, catalogo 251 631-1. Pubblicato dalla MCA nel novembre del 1984 nel Regno Unito, dove non entrò in classifica, e negli USA, dove giunse al 35esimo posto in classifica, il settimo album in studio, successivo a "Never surrender" (1982) e precedente "The sport of kings" (1986). I Triumph optano per un approccio più melodico ed aperto al gusto del pubblico generalista, con pezzi anthemici quali "Spellbound" e "Rock out, roll on", con epiche chitarrone dai riff sospesi fra il buon vecchio hard rock ed il metal melodico, a cui fanno da contorno pomposi bordoni di tastiere dal tipicissimo sound anni '80, ed armonie vocali di scuola Queen. Il singolo "Follow you heart" fu una modesta hit negli Stati Uniti, arrivando all'88esima posizione nella billboard hot 100. Autori di un metal molto tecnico e dai chiari riferimenti al progressive, i canadesi Triumph sono stati spesso accostati ai compatrioti Rush, senza però raggiungere il loro livello di popolarità, nonostante un notevole successo commerciale ottenuto negli Stati Uniti. Formati nel 1975 a Toronto, con un organico a tre composto a Rik Emmett (voce, chitarra), Mike Levine (basso, tastiere) e Gil Moore (batteria, voce), pubblicarono i loro primi due lp solo in Canada (1976 e 1977), per poi scalare progressivamente le classifiche americane con i loro dischi successivi, toccando l'apice del successo con ''Allied forces'' (1981) e ''Never surrender'' (1983). Emmett usci' dal gruppo nel 1988 per intraprendere la carriera solista, ed i Triumph si sciolsero nel 1993, riformandosi poi intorno al 2008.
Euro
20,00
codice 336191
scheda
Turbonegro ass cobra
Lp [edizione] ristampa  stereo  eu  1996  boomba / private 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent indie 90
Ristampa private press del 2012, copertina pressoché identica alla prima tiratura, con tanto dell' originario indirizzo sul retro "Seilerst. 36A", ed anche le etichette originarie, bianca con scritte nere su un lato, che presenta erroneamente (come appunto nelle copie originali) i dati della facciata A di un disco della Ngozi Family Band, e bianca con disegni in nero sull' altro lato, catalogo BOOMBA001-1, ma senza le incisioni sul trail off "BOOMBA - 001" ne' "DMM G.P.". Pubblicato nel maggio 1996 dopo ''Never is forever'' (1994) e prima di ''Apocalypse dudes'' (1998), il quarto album. Registrato tra il 1995 ed il 1996, "Ass Cobra" fu il disco che vide i Turbonegro entrare di prepotenza tra i nomi ''caldi'' dell' underground Americano, lavoro sinistro, con chitarre potentissime dai riffs articolati e brani notevolissimi, l'opera vede una sorta di crossover tra Poison Idea e Alice Cooper. E' anche il disco che vede la nascita del peculiare look del gruppo con chiari riferimenti sessuali e temi decisamente poco ''politically correct'' chiari gia' dalla copertina che richiama una macabra parodia dei Beach Boys di "Pet Sounds"; tra i brani "The Midnight NAMBLA," "I Got Erection," e "Young Boys Feet" . Uno dei piu' considerati gruppi della scena scandinava influenzata dal punk, dal proto punk e dallo hard rock degli anni '70, insieme ad Hellacopters e Gluecifer, i norvegesi Turbonegro si formano ad Oslo nel 1988. Il gruppo sara' contraddistinto da vari cambi di formazione di difficile ricostruzione, anche per l'utilizzo di diversi pseudonimi da parte dei membri. Artefici di una esplosiva miscela di hard rock e punk con sporadici accenti pop e testi crudi e diretti, i Turbonegro esordiscono nel 1989 con alcuni rari singoli, seguiti nel 1990 dal 12" "Turboloid", uscito in poche centinaia di copie, e dal primo Lp "Hot cars & spent contraceptives" (1992). Il gruppo si scioglie momentaneamente nel 1998, dopo l'uscita dell'apprezzato "Apocalypse dudes" (1998), per poi riformarsi nel 2002 e ritornare ad esibirsi ed a pubblicare dischi con "Scandinavian leather" (2003), seguito da "Party animals" (2005) e "Retox" (2007).
Euro
20,00
codice 261517
scheda
Turner ike and tina 'Nuff said (180 gr.)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1971  music on vinyl 
soul funky disco
Vinile da 180 grammi, copertina apribile. Ristampa del 2024 ad opera della Music On Vinyl, pressoché identica alla prima tiratura. Originariamente pubblicato nel novembre del 1971 dalla United Artists nel Regno Unito, dove non entrò in classifica, e negli USA, dove giunse alla 21esima posizione nella classifica r'n'b ed al 108esimo posto nella billboard 200, " 'Nuff said" uscì dopo "Workin' together" (1970) e prima di "Feel good" (1972). I coniugi Turner avevano già pubblicato due album dal vivo nel corso del 1971, "What You Hear Is What You Get – Live at Carnegie Hall" e "Live in Paris – Olympia 1971", ma questo " 'Nuff said" fu inciso completamente in studio, presso i Bolic Sound di Inglewood, Los Angeles. Un caratteristico lavoro di vulcanico soul intriso di funk che la coppia proponeva nei primi anni '70 (si ascolti la rauca "What you don't see is better yet"), l'album non fruttò questa volta alcuna hit a 45 giri, nonostante contenesse una trascinante "Baby (what you want me to do)", un rifacimento di "Tell the truth" e lo stuzzicante funk strumentale della title track, divisa in due parti, a chiusura di ciascuna delle due facciate del vinile. Tina Turner, nome di battesimo Annie Mae Bullock (1939-2023), originaria del Tennessee, incontra nel '57 Ike Turner, ex dj alla WROX, leader dei Kings Of Rhythm e session man per la Modern e la Chess. Insieme a lui per tutti gli anni '60 e fino alla meta' dei '70 raggiungera' una grandissima popolarita' con brani come, ad esempio, "A fool in love" (1960), "It's gonna work out fine" (1961), la cover di "Proud Mary" dei Creedence Clearwater Revival ('71) e l'autobiografica "Nutbush City Limits". Quindi, verso la meta' dei '70, l'unione tra i due artisti si rompe definitivamente e Tina, dopo un buon successo nel ruolo di "Acid Queen" nel film "Tommy", tratto dall'opera rock degli Who, affronta qualche anno difficile ma, in seguito, rientra prepotentemente dalla porta della musica rock, con nuovi dischi, tre Grammy Awards ed un ruolo cinematografico nel terzo film della seria Mad Max. Poi, la pubblicazione del disco "Tina Live in Europe", l'uscita di una autobiografia e del film a questa ispirato e la ripresa della attivita' concertistica, rilanciano la cantante a livello internazionale in qualita' di regina di un genere a meta' tra il rock e il R&B. Personaggio dipinto spesso a tinte scure a causa della sua personalita' incandescente ed autoritaria, in particolare riguardo alla sua relazione con la talentuosa moglie Tina, Ike Turner (1931-2007) e' ciononostante ricordato anche come un importante strumentista, al pianoforte ma soprattutto alla chitarra, strumento con il quale dai primi anni '50 sviluppo' uno stile sanguigno e vibrante, pionieristico per il rock'n'roll; ed anche come un efficace leader di gruppi soul/r'n'b. Cresciuto in un difficile ambiente del profondo sud degli Stati Uniti della segregazione razziale, sviluppo' un forte carattere che nei momenti migliori avrebbe contribuito a temprare uno show soul e r'n'b trascinante e di successo; quando incontro' Tina, la futura moglie, verso la fine degli anni '50, era gia' un veterano della scena musicale afroamericana. Insieme alla consorte raggiunse l'apice del successo nei primi anni '60, ma problemi personali e le manifestazioni meno simpatiche del suo bellicoso carattere portarono progressivamente a minori successi e poi al divorzio dalla moglie negli anni '70, destinata a diventare una star anche come solista. Turner si riprese nel corso degli anni '90, tornando anche a pubblicare dischi e ricevendo riconoscimenti dalla critica.
Euro
31,00
codice 2129852
scheda
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2019  columbia / sony 
hip-hop
Ristampa. Pubblicato nel maggio del 2019 dalla Columbia, giunto al quarto posto in classifica nel Regno Unito ed alla prima posizione negli USA, il quinto album, successivo a "Flower boy" (2017) e precedente "Call me if you get lost" (2021). Prodotto da Tyler stesso, inciso con contributi di ospiti quali Kanye West, Solange, Jerrod Carmichael (un comico, voce negli interventi narrativi), Lil Uzi Vert e Playboi Carti, "IGOR" sembra a tratti un disco dall'anima soul rinchiusa dentro un corpo hip hop: un sound elaborato ed accuratamente prodotto, in cui l'elettronica va a braccetto con il soul / r'n'b melodico, un groove cullante, atmosfere dolceamare che rivelano vulnerabilità e note dolenti; l'album è percorso da un filo concettuale riguardante le problematiche di un triangolo amoroso, ed è stato accolto in modo entusiastico da buona parte della critica. Originario di Ladera Heights, sobborgo di Los Angeles, Tyler, the Creator (al secolo Tyler Gregory Okonma) e' il principale motore creativo del collettivo hip hop underground losangelino Odd Future, formatosi nel 2007 e paragonato ai newyorchesi Wu-Tang Clan, sebbene i loro temi siano diversi (sono piu' appassionati di skateboard che di scacchi...); il rap bizzarro e l'umorismo sboccato degli Odd Future raccolgono presto un pubblico di culto e Tyler, che gia' aveva pubblicato il suo primo mixtape ''Bastard'' nel 2010 solo in formato MP3, avvia una carriera solista che prosegue nel 2011 con ''Goblin'', considerato il suo vero lp di debutto, ''Wolf'' (2013) e ''Cherry bomb'' (2015): tutti e tre gli album entrano nella top 5 di billboard, lanciando il giovane rapper nell'olimpo hip hop americano.
Euro
28,00
codice 2130214
scheda
U2 three (40th anniversary edition) rsd 2019
12" [edizione] ristampa  stereo  eu  2019  island / universal 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good punk new wave
Ep in formato 12", copia ancora incellophanata, e con adesivo di presentazione sul cellophane, ma con piegatura nell' angolo in alto a destra, EDIZIONE LIMITATA, REALIZZATA IN OCCASIONE DEL BLACK FRIDAY RECORD STORE DAY DEL NOVEMBRE 2019, copertina con parte sagomata die cut sul fronte e sul retro in corrispondenza delle etichetta, etichetta rossa e verde a sfumare, catalogo 0803080. Ecco la ristampa rimasterizzata di quel singolo che, originariamente pubblicato solo in Irlanda per la CBS nel settembre del 1979, fu il leggendario esordio del gruppo irlandese, con tre brani tanto acerbi quanto chiaramente già testimonianze di un carisma ed un talento non comuni, che in breve tempo faranno della band guidata da Bono Vox delle star, con un successo dilagante e duratuto. Le versioni qui contenute di "Out Of Control" e "Stories For Boys" sono certamente ben più grezze di quelle che poi compariranno nel primo album "Boy", ma già irresistibili e bellissime; "Boy/Girl", invece, è un episodio assai meno noto, e comparirà soltanto in una versione live come retro del singolo "I Will Follow", qualche tempo dopo. L' inizio di una delle storie più belle del rock degli anni '80, poi prosegita con successo nei decenni a venire. Formatisi a Dublino nel 1976, inizialmente con il nome di Feedback e poi The Hype, prima di assumere nel 1978 la loro sigla definitiva, gli U2 sono stati il principale fenomeno rock degli anni ottanta; i loro esordi furono caratterizzati da personalissime ed affascinanti sonorità post-punk, poi nel corso della inarrestabile carriera del gruppo, gli U2 sono riusciti a convogliare emanazioni punk-rock, folk, blues e gospel, coniando un inconfondibile e personalissimo sound che ancora oggi continua ad avere nuovi estimatori, consegnando così il gruppo tra le formazioni più importanti nella storia del rock.
Euro
20,00
codice 261570
scheda
U2 Zooropa (2lp expanded version, ltd blue vinyl)
lp2 [edizione] ristampa  stereo  eu  1993  island / universal 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good punk new wave
copia ancora incellophanata, e con adesivo di presentazione sul cellophane, ma con una piegatura nell' angolo in basso a destra, ristampa del 2018, rimasterizzata, doppio album in vinile 180 grammi, NELLA VERSIONE LIMITATA IN VINILE BLU, ormai rara, corredata di inner sleeves, copertina pressoche' identica alla prima rara tiratura, ma con i brani del disco distribuiti su due vinili per una migliore qualita' di ascolto e due tracce aggiunte: "Lemon (The Perfecto Mix)" e "Numb (Gimme Some More Dignity Mix)", catalogo U2292018. "Zooropa" e' stato il successore di "Achtung Baby"; pubblicato nel luglio del 1993, fu l' ennesimo numero uno delle classifiche di almeno mezzo mondo conosciuto per la band irlandese di Dublino. Realizzato ancora una volta con la coproduzione di Brian Eno, l'album segue in parte le sonorita' del suo predecessore, con riferimenti psichedelici, shoegazer e baggy, atmosfere notturne e spesso decadenti. Ne vennero tratti i singoli "Lemon", "Numb" e "Stay (Faraway, so close!)". Ospite il grande Johhny Cash in "The Wonderer", uno dei brani migliori di un disco che si caratterizza anche per la novita' delle sua marcate influenze dance.
Euro
45,00
codice 261571
scheda
Lp [edizione] originale  stereo  ita  1978  polydor 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good rock 60-70
l' originale stampa italiana, copertina con lievi segni di invecchiamento, completa di inner sleeve con foto e crediti, etichetta rossa con logo nero e bianco Polydor, catalogo 2310602, timbro Siae del terzo tipo, in uso dal 1978/79, con marchio Siae che non ne occupa piu' l' intero cerchio centrale, data "7/6/78" sul trail off del lato A. Il primo dei tre albums, pubblicato prima di ''Danger money''. Lavoro di debutto del supergruppo formato dai King Crimson John Wetton e Bill Bruford, con Eddie Jobson e Allan Holdsworth, e' considerato ua pietra miliare del movimento che prendera' il nome di ''power progressive'' ed anche superiore ai pur ottimi "Danger Money" e "Night After Night" , con un suono piu' percussivo e meno indulgente rispetto agli Asia ( band formata dallo stesso Bruford negli '80 e che molto deve a questa esperienza). Contiene molti riferimenti al progressive classico, resi ancor piu' interessanti dall'uso della tastiera e della batteria che ''dialogano'' tra di loro in ogni traccia, il violino elettrico di Jobson dona al disco un atmosfera surreale e Wetton. e Bill Bruford conducono la ritmica da pari loro, brani quali "Thirty Years" o"Nevermore." "By the Light of Day" o "Alaska" stanno alla base del power progressive che sboccera' peoprio in questo periodo e di cui gli uk sono giustamente considerati i precursori. nonostante tutti e tre i dischi pubblicati siano davvero eccellenti, questo, il primo, e' da considerarsi a tutti gli effetti il piu' interessante ed innovativo. Gli Uk , ultimo dei supergruppi del rock inglese classico, videro in formazione membri di Yes, King Crimson, Roxy Music e Soft Machine. I lavori del gruppo sono considerati capolavori di tecnica strumentale e pietre d' angolo nella storia del power progressive.
Euro
18,00
codice 261566
scheda
Ultravox live at the rainbow 1977 (rsd 2022)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1978  island / universal 
punk new wave
EDIZIONE LIMITATA, REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DELL' APRILE 2022; copertina apribile, adesivo di presentazione sul cellophane. Per la prima volta in vinile, la testimonianza dello storico concerto effettuato dalla grande band inglese al Rainbow di Londra nel febbraio del 1977, poche settimane prima dell' uscita del primo album "Ultravox!" (marzo 1977). Questa la lista dei brani eseguiti: "I Came Back Here To Meet You", "Modern Love", "Slip Away", "TV Orphans", "I Won't Play Your Game", "Wide Boys", "Satday Night In The City Of The Dead", "The Wild, The Beautiful & The Damned", "Dangerous Rhythm". Tra i brani, "Modern Love"; che sara' registrata per il secondo album "Ha! Ha! Ha!", e le altrimenti inedite "I Came Back Here To Meet You", "Tv Orphans" e "I Won't PLay Your Games".
Euro
36,00
codice 2129935
scheda
Ultravox live in concert 1981 - at the paris theatre london
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1980  room on fire 
punk new wave
Edizione limitata in vinile bianco; realizzato nel 2024, questo album contiene l' intera esibizione della band inglese effettuata il 14 gennaio del 1981 al Paris Theatre di Londra, durante il tour che segui' l' acclamato album "Vienna" (ottobre 1980), il primo disco del nuovo corso del gruppo, dopo la fuoriuscita del cantante John Foxx e del chitarrista Robin Simon, sostituiti dall' ex Rich Kids Midge Ure. L' esibizione, di ottima qualita' sonora e trasmessa all' epoca anche radiofonicamente, contiene sette brani dell' album, ed esprime come meglio non potrebbe il nuovo corso artistico del gruppo, sempre piu' orientato verso una musica decadente e dai sapori "mittleuropei", con forti influenze Bowie e Roxy Music, ma anche Kraftwerk, come gia' nei primi lavori con Foxx, ma carica ora di elementi quasi glam, raffinata e magniloquente insieme, dove un peso fondamentale ha l' uso del synth di Billy Currie, e naturalmente la voce lirica ed enfatica di Ure, vero marchio di fabbrica per la band negli anni a venire. Questa la lista dei brani eseguiti: "New Europeans", "Passing Strangers", "Mr.X", "All Stood Still", "Sleepwalk", "Vienna" e "Astradyne". Negli anni a venire la band ripetera' sostanzialmente la stessa formula di "Vienna", ma mai piu' con i medesimi risultati.
Euro
14,00
codice 2130031
scheda
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  2010  Rise above 
indie 2000
ristampa, inserto, etichette custom. “Vol. 1” (2010), disco d’esordio di Uncle Acid (Kevin Starrs) originariamente pubblicato in pochissime copie, viene ristampato nell’ottobre 2017. Si tratta di un disco autofinanziato e autoprodotto : un album davvero grezzo, distorto ma potente. È l’inizio di un percorso musicale all’insegna di una psichedelia dalle tinte heavy, venata di garage e hard rock e doom metal. Gli Uncle Acid & the Deadbeats, sono un quartetto proveniente da Cambridge, la cui musica è un hard rock trascinante, misterioso e suggestivo, fondamentalmente sabbathiano, mutuato attraverso elementi psichedelici oscuri, ma anche armonici, e altri più vicini al garage. Hanno all’attivo quattro album : “Vol. 1” (2010), “Blood Lust” (2011), “Mind Control”(2013) e “The Night Creeper” (2015).
Euro
32,00
codice 2129743
scheda
Undertones undertones (original sleeve, 16 tracks)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1979  bmg / ardeck 
punk new wave
Ristampa del 2024, rimasteizzata dai master tapes originali, copertina pressoche' identica a quella della prima rara tiratura inglese, con foto del gruppo in bianco e nero su sfondo bianco, ma scaletta che include sia il brano "Casbah Rock"presente nella prima versione (per quanto non accreditato, e non lo e' neppure in questa ristampa, ma chiude la seconda facciata) sia i due brani aggiunti in sua sostituzione nella seconda versione del disco: "Get Over You" e soprattutto quella "Teenage Kicks" che li ha consegnati alla storia, per un totale di 16 brani. Il primo magnifico album della punk band irlandese attiva dalla fine del '75 e guidata dai fratelli O' Neill, futuri That Petrol Emotion. Avevano esordito con un 7"ep autoprodotto nel settembre del 1978, che subito li aveva proposti come la versione irlandese dei Ramones, con le sue deliziose melodie di stampo 60's innestate in un suono grezzo ed essenziale, inequivocabilmente punk; in quel primo vinile, un brano in particolare catturo' le attenzioni di vari dj, ed in particolare del compianto John Peel (conduttore di una storica trasmissione radiofonica su Radio One per la BBC), che si innamoro' della band ed elesse il brano a suo favorito di sempre. Presto la Sire li mise sotto contratto, e dopo la ristampa dello stesso ep ed un paio di altri 7", pubblico' nel maggio del '79 questo primo album, che giunse fino al 13esimo posto delle classifiche inglesi, mettendo d' accordo critica e pubblico con i suoi irresistibili brani di punk pop, imperdibile marsterpiece da affiancare assolutamente ai primi dischi dei Buzzcocks, con memorabili episodi come le deliziose "Girls Don't Like It", "I Gotta Getta", "Jump Boys", "Billy's Third", "She's A Run Around" e "Jimmy Jimmy" (che su singolo aveva anticipato l' album), o le anfetaminiche "Family Entertainment", "Male Model" ed "Here Comes the Summer" (che ne fu il successivo singolo estratto). Dopo l' ancora bellissimo e sottovalutato "Hypnotised" la band perse gradualmente verve ed ispirazione, sciogliendosi dopo il quarto album del 1983: il cantante Feargal Sharkey ottenne un immediato ma effimero successo solista, i fratelli O'Neill diedero vita ai magnifici That Petrol Emotion!
Euro
23,00
codice 3035016
scheda
Undertones undertones (original sleeve, 16 tracks)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1979  bmg / ardeck 
punk new wave
Ristampa del 2024, rimasteizzata dai master tapes originali, copertina pressoche' identica a quella della prima rara tiratura inglese, con foto del gruppo in bianco e nero su sfondo bianco, ma scaletta che include sia il brano "Casbah Rock"presente nella prima versione (per quanto non accreditato, e non lo e' neppure in questa ristampa, ma chiude la seconda facciata) sia i due brani aggiunti in sua sostituzione nella seconda versione del disco: "Get Over You" e soprattutto quella "Teenage Kicks" che li ha consegnati alla storia, per un totale di 16 brani. Il primo magnifico album della punk band irlandese attiva dalla fine del '75 e guidata dai fratelli O' Neill, futuri That Petrol Emotion. Avevano esordito con un 7"ep autoprodotto nel settembre del 1978, che subito li aveva proposti come la versione irlandese dei Ramones, con le sue deliziose melodie di stampo 60's innestate in un suono grezzo ed essenziale, inequivocabilmente punk; in quel primo vinile, un brano in particolare catturo' le attenzioni di vari dj, ed in particolare del compianto John Peel (conduttore di una storica trasmissione radiofonica su Radio One per la BBC), che si innamoro' della band ed elesse il brano a suo favorito di sempre. Presto la Sire li mise sotto contratto, e dopo la ristampa dello stesso ep ed un paio di altri 7", pubblico' nel maggio del '79 questo primo album, che giunse fino al 13esimo posto delle classifiche inglesi, mettendo d' accordo critica e pubblico con i suoi irresistibili brani di punk pop, imperdibile marsterpiece da affiancare assolutamente ai primi dischi dei Buzzcocks, con memorabili episodi come le deliziose "Girls Don't Like It", "I Gotta Getta", "Jump Boys", "Billy's Third", "She's A Run Around" e "Jimmy Jimmy" (che su singolo aveva anticipato l' album), o le anfetaminiche "Family Entertainment", "Male Model" ed "Here Comes the Summer" (che ne fu il successivo singolo estratto). Dopo l' ancora bellissimo e sottovalutato "Hypnotised" la band perse gradualmente verve ed ispirazione, sciogliendosi dopo il quarto album del 1983: il cantante Feargal Sharkey ottenne un immediato ma effimero successo solista, i fratelli O'Neill diedero vita ai magnifici That Petrol Emotion!
Euro
23,00
codice 2129697
scheda
Units digital stimulation (+cd and booklet, blue pulse vinyl)
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1980  futurismo 
punk new wave
Ristampa del 2022, rimasterizzata, edizione limitata in vinile blu, contenente la versione in cd dell' album, remixata nel 2020, ed un booklet di 12 pagine con note ed artwork, copertina senza codice a barre, pressoche' identica sul fronte a quella della prim arara tiratura. Pubblicato dalla 415 Records in Usa nel 1980, l' unico album del gruppo californiano di San Francisco, autore tre anni dopo di un secondo lavoro rimasto purtroppo inedito. Con due sintetizzatori ed una batteria, erano autori di una musica elettronica che presentava forti affinita' con quella che certi gruppi iniziavano a proporre contemporaneamente in Inghilterra, tra post punk ed elettronica, spesso paragonati agli Human League di "Reproduction" e "Travelogue", ma con un approccio piu' grezzo ed un tocco di follia "alla Devo" che affiora qua' e la'. Tra gli 11 episodi del disco, 4 dei sei brani editi dal gruppo nel '79 in due rari 7", tra cui la magnifica "Warm Moving Bodies", che ricorda molto da vicino i primi Wall Of Voodoo. Un album di notevole interesse storico e musicale, misconosciuto ma certamente da scoprire.
Euro
32,00
codice 3035023
scheda

Page: 28 of 31


Pag.: oggetti: