Hai cercato:  Santana and john mclaughlin --- Titoli trovati: : 0
cercando tra gli autori separatamente le parole:  Santana and john mclaughlin --- Titoli trovati:  587
 
Pag.: oggetti:
 
ordina per
aiuto su ricerche
Pag.: oggetti:
Winter johnny Roots (brown vinyl)
Lp [edizione] originale  stereo  usa  2011  megaforce 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good rock 60-70
l' originale stampa, nella versione in vinile marrone, vinile pesante, copertina apribile (con piccola piegatura nell' angolo in basso a destra), label custom fotografica con particolari dell' artwork di copertina, catalogo MEGA1603 inciso sul trail off. Pubblicato nel settembre del 2011 dalla Megaforce, il ventiduesimo album in studio, uscito dopo ''I'm a bluesman'' (2004) e prima del purtroppo gia' postumo "Step Back" (2014). Il primo album in studio di Winter in sette anni, questo ''Roots'' vede il bluesman cimentarsi con undici brani di classico blues delle ''radici'', tutte cover di canzoni immortali di autori quali Jimmy Reed (''Bright lights, bright city''), Elmore James (''Dust my broom'') e T-Bone Walker (''T-bone shuffle''), interpretati insieme ad un vasto stuolo di ospiti, dal fratello minore Edgar Winter a John Medeski, Derek Trucks, Sonny Landreth, Jimmy Vivino, Frank Latorre, per citarne alcuni. I brani sono interpretati da Winter con un approccio sanguigno ed un suono denso ed elettrico, fedele allo spirito blues e senza concessioni al pop. Questi i brani proposti: ''T-bone shuffle'', ''Further on up the road'', ''Done somebody wrong'', ''Got my mojo workin''', ''Last night'', ''Maybellene'', ''Bright lights, bright city'', ''Honky tonk'', ''Dust my broom'', ''Short fat fannie'', ''Come back baby''.
Euro
17,00
codice 2067527
scheda
Winter johnny saints & sinners
Lp [edizione] seconda stampa  stereo  usa  1974  Columbia 
  [vinile]  Very good  [copertina]  Excellent rock 60-70
seconda stampa americana, di poco successiva alla prima tiratura, copia con lieve difetto di pressaggio che causa alcuni tic nel primo brano delle due facciate, etichetta rossa con scritto Columbia 6 volte lungo la circonferenza, catalogo PC32715 su copertina e vinile, retrocopertina con timbro "For Military Sale Only". Pubblicato in USA nel febbraio del 1974 dopo ''Still alive and well'' e prima di ''John Dawson Winter III '', giunto al numero 42 delle classifiche USA e non entrato in quelle UK dove usci' nel marzo dello stesso anno. Il settimo album. Il secondo lavoro dopo la disintossicazione dalle droghe, esce dopo che il precedente "Still Alive and Well" era stato il suo maggior risultato commerciale in assoluto. Il disco vede materiale eterogeneo: rock and roll degli anni '50, da Chuck Berry "Thirty Days" da Larry Williams "Bony Moronie" e da Leiber & Stoller "Riot in Cell Block #9", brani piu' recenti, come "Stray Cat Blues" dei Rolling Stones, oltre a diversi brani originali da lui scritti, ed anche l' inedito di Van Morrison "Feedback on Highway 101", registrata ma non incisa da Morrison nel 1973 per "Hard Nose the Highway". Nell' album suonano i vecchi membri della Johnny Winter Band: Rick Derringer, Randy Jo Hobbs e Richard Hughes, oltre al fratello Edgar Winter e Dan Hartman.
Euro
16,00
codice 252702
scheda
Winter johnny Serious business
Lp [edizione] originale  stereo  ita  1985  sonet 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
prima stampa italiana su Sonet, copertina senza barcode, label color marrone sfumato con parti blu, scritte nere, logo Sonet marroncino chiaro in alto, catalogo SNTL2948. Pubblicato nel 1985 dalla Sonet nel Regno Unito e dalla Alligator negli USA, dove giunse al 156esimo posto in classifica, il dodicesimo album in studio, secondo dei tre album di Johnny Winter pubblicati da questa label americana negli anni '80: il precedente era ''Guitar slinger'' (1984) ed il successivo sarebbe stato ''3rd degree'' (1986). Dopo una pausa discografica quadriennale, Johnny Winter torno' con questi tre album proponendo un blues elettrico molto radicato nella tradizione chicagoana, in particolare influenzato da Muddy Waters, senza fronzoli e senza concessioni pop o ricerca di hit da classifica, risultando in lavori genuini che, pur non inventando niente di nuovo, offrivano un solido blues elettrico suonato da un grande chitarrista; in questo "Serious business", Winter (voce, chitarra) si fa accompagnare da Ken Saydak (piano), Johnny B. Gayden (basso), Casey Jones (batteria) e Jon Paris (armonica in alcuni brani). Winter è energizzato in questo lp, e forse anche più rilassato per le minori pressioni, rispetto ai lavori di inizio anni '70, il suo rock blues è solido ed espressivo. Questa la scaletta: "Master mechanic", "Sound the bell", "Murdering blues", "It ain't your business", "Good time woman", "Unseen eye", "My time after awhile", "Serious as a heart attack", "Give it back", "Route 90".
Euro
20,00
codice 333587
scheda
Winter johnny Step back
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2014  megaforce 
rock 60-70
label custom fotografica a colori con particolari dello artwork di copertina, catalogo MEGA2167LP inciso sul trail off. Pubblicato nel settembre del 2014 dalla Megaforce, il ventireesimo album in studio, successivo a ''Roots'' (2011). Uscito gia' postumo, dopo la morte del grande chitarrista texano avvenuta il 16 luglio del 2014, e' un lavoro basato principalmente sull'interpretazione di brani standard di grandi bluesmen del passato, cosi' come era stato per il precedente ''Roots''. Winter torna alle radici, pur suonando un potente e sanguigno blues elettrico, insieme ad un cast di ospiti stellari che suonano con lui (in genere in un brano ciascuno), fra cui Eric Clapton, Dr. John, Joe Bonamassa, Ben Harper e Brian Setzer. Questa la scaletta: ''Unchain my heart'', ''Can't hold out (talk to me baby)'', ''Don't want no woman'', ''Killing floor'', ''Who do you love'', ''Okie dokie stomp'', ''Where can you be'', ''Sweet sixteen'', ''Death letter'', ''My babe'', ''Long tall sally'', ''Mojo hand'', ''Blue monday''.
Euro
19,00
codice 2071851
scheda
Winter johnny still alive and well (180 gr.)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1973  music on vinyl 
rock 60-70
ristampa in vinile 180 grammi per audiofili, copertina pressoche' identica a quella della originaria tiratura uscita in Usa su Columbia, corredata di inserto fotografico. Pubblicato in Usa nell'aprile del 1973 dopo ''Live - Johnny Winter And'' e prima di ''Saints And Sinners'', giunto al numero 22 delle classifiche Usa e non entrato in quelle Uk, il sesto album, quinto in studio, del grande chitarrista rock blues texano. "Still Alive and Well" e' certamente uno dei migliori momenti dell'intera carri￾era di Johnny Winter, opera composta da grandissimi brani, suonati in maniera squisita, vede tra di essi la versione dai Rolling Stones di "Silver Train", a detta degli Stones stessi enormemente superiore a quella da loro pubblicata, ed una grintosissima "Let it bleed" sempre dei Rolling Stones. Registrato con Rick Derringer, Randy Jo Hobbs, Jeremy Steig, Todd Rundgren, Mark Klingman.
Euro
25,00
codice 2085311
scheda
Winter johnny Winter of '88
Lp [edizione] originale  stereo  ger  1988  mca 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Prima stampa europea di pressaggio tedesco, copertina lucida fronte retro con barcode, label con sullo sfondo cielo azzurro, nuvole ed arcobaleno, scritte nere, logo MCA Records blu/viola sopra il foro centrale, logo GEMA/BIEM a sinistra, catalogo 255 932-1. Pubblicato nel 1988 dalla MCA, il quattordicesimo album in studio, successivo a "Third degree" (1986) e precedente "Let me in" (1991). Dopo la sua trilogia di album per la Alligator usciti fra il 1984 ed il 1986, che lo avevano visto proporre un blues elettrico molto radicato nella tradizione chicagoana, in particolare influenzato da Muddy Waters, senza fronzoli e senza concessioni pop o ricerca di hit da classifica, risultando in lavori genuini che, pur non inventando niente di nuovo, offrivano un solido blues elettrico suonato da un grande chitarrista, Johnny Winter con questo "Winter of '88" ritorna su una major dopo otto anni, affidandosi alla produzione di Terry Manning (che suona anche le tastiere), e propone un sound più prodotto e forse più indirizzato ad un pubblico generalista che ad uno strettamente blues. Lo stile tuttavia è ancora saldamente ancorato al classico rock blues, muscolare, pulsante, e soprattutto con eccellenti parti di chitarra elettrica; la scaletta è composta in gran parte da cover e da alcuni pezzi scritti per Winter da Jerry Lynn Williams, il quale collaborò in questa veste anche con Eric Clapton. Questa la scaletta: "Close to me", "Rain", "Stranger blues", "Ain't that just like a woman", "World of contradictions", "Lightning", "Looking for trouble", "Show me", "Anything for your love", "Look away".
Euro
18,00
codice 333446
scheda
Winter Johnny woodstock experience (woodstock sunday august 17,1969)
lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1969  music on vinyl 
rock 60-70
doppio album in vinile 180 grammi per audiofili, etichetta crema e celeste custom, inserto in cartoncino con note e foto. Pubblicato per la prima volta ufficialmente in vinile in questa edizione, nel maggio 2018, gia' uscito in cd nel 2009, presenta l' intero set suonato durante il celeberrimo festival di Woodstock, il 17 agosto del 1969, dal grande chitarrista e bluesman texano (r.i.p.), a poche settimane dall' uscita del suo primo album ufficiale "Johnny Winter" (maggio 1969). Un torrido set di heavy blues chitarristico, con il fratello Edgar presente in buona parte dei brani, ed una scaletta che vede versioni (non di rado protratte per oltre 10 minuti) di: A1 Mama, Talk To Your Daughter A2 Leland Mississippi Blues A3 Mean Town Blues B You Done Lost Your Good Thing Now C1 I Can't Stand It (con Edgar Winter) C2 Tobacco Road (con Edgar Winter) D1 Tell The Truth (con Edgar Winter) D2 Johnny B. Goode.
Euro
31,00
codice 2105799
scheda
Young john paul J.p.y. (italian version)
Lp [edizione] originale  stereo  ita  1976  derby 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Copia ancora incellophanata, prima stampa italiana, realizzata nel 1978, con scaletta dei brani diversa da quella australiana (solo sei dei dieci brani originari sono qui presenti, mentre altri sei provengono da diversi periodi della sua carriera solista, fra cui il primo singolo ''Pasadena'' del 1972, le hits ''Yesterday's hero'' del 1975 e ''Love is in the air'' del 1977, i brani ''Birmingham'', ''The love game'' e ''St. Louis'' tratti dal primo album ''Hero'' del 1975) e da quella USA (in quest'ultimo paese usci' con il titolo di ''John paul young'' e con scaletta a sua volta diversa dall'edizione australiana), copertina flipback su due lati sul retro, label marroncina con scritte nere e logo Derby nero in basso, catalogo DBR20039, date sul trail off 8/3/78 e 23/2/78 timbro Siae del secondo tipo, in uso tra il 1975 ed il 1978/79, con marchio Siae che ne occupa ancora l' intero cerchio centrale. Pubblicato in Australia nell'agosto del 1976 dalla Albert Productions e negli USA su Midsong International con il titolo di ''John Paul Young'', il secondo album, successivo a ''Hero'' (1975) e precedente ''Green'' (1977). Prodotto dalla premiata ditta Vanda & Young, l'album confermo' il successo in patria per il cantante, che ancora pero' non sfondava a livello internazionale. La sincopata ''Standing in the rain'', che sembra muoversi fra ritmiche afrocaraibiche e proto disco music, e che preannuncia i fasti dell' hit del 1977 ''Love is in the air'', e' uno dei brani piu' conosciuti dell'album, un lavoro in cui si spazia anche fra pop e white soul. Nato nei primi anni '50 in Scozia ma trasferitosi in Australia con la famiglia durante l'infanzia, John Paul Young e' uno dei cantanti pop piu' importanti dell'Oceania, anche se a livello internazionale e' famoso solo per una hit, la celeberrima ''Love is in the air'' (1977), giunta al quinto posto nella classifica britannica ed alla settima posizione nella billboard hot 100 statunitense; un successo dovuto anche alla collaborazione di George Young, del celebre duo di produttori Vanda & Young. La sua carriera prese il volo nei primi anni '70, come cantante del gruppo Elm Tree e con la partecipazione alla versione australiana del musical ''Jesus christ superstar''. Il suo primo singolo solista ''Pasadena'' usci' nel 1972, ma fu solo nella seconda meta' degli anni '70 che divenne realmente famoso, in particolare in Australia ed in Sud Africa, e poi anche in Gran Bretagna e negli USA, sebbene grazie solo al singolo ''Love is in the air'', il cui successo non riusci' mai a bissare. Dopo i primi anni '80 la sua carriera di cantante si fermo' e lavoro' principalmente come DJ, poi nei decenni successivi ha pubblicato qualche nuovo disco.
Euro
18,00
codice 330404
scheda
Young john paul Love is in the air (us version)
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1978  scotti brothers 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Copia ancora incellophanata, e con piccolo cut promozionale sulla costola della copertina, prima stampa USA, con copertina identica a quella australiana e diversa da quella inglese, ma con scaletta dei brani radicalmente diversa rispetto ad entrambe (peraltro a loro volta non del tutto identiche fra loro), copertina lucida fronte retro, label nera con scritte bianche lungo il bordo in basso ed argento al centro, logo Scotti Brothers bianco con disegno di felino a colori in alto, catalogo SB7101. Pubblicato nell'ottobre del 1978 dalla Albert Productions in Australia, dove giunse al 32esimo posto in classifica, uscito su Ariola nel Regno Unito e su Scotti Brothers negli USA, il quarto album, successivo a "Green" (1977) e precedente "Heaven sent" (1979). Sebbene contenga la celeberrima title track, il cui singolo ebbe un grandissimo successo sia in patria che sulla scena internazionale, "Love is in the air" come album segnò l'inizio del declino delle fortune commerciali di Young, che da qui in poi non avrebbe più raggiunto le vette di successo degli anni 1975-77. Prodotto ed in gran parte composto dalla premiata ditta Vanda & Young, l'album offre un'accessibile pop music di matrice MOR e AOR, su cui inevitabilmente torreggia la title track, un grande classico del pop romantico ballabile della seconda metà degli anni '70, venato di disco rilassata, avvolto in splendidi arrangiamenti di archi. Questa la scaletta della versione americana dell'album: "Love is in the air", "Fool in love", "Open doors", "The day my heart caught fire", "Lost in your love", "Lazy days", "Things to do", "12 degrees celsius", "Lovin' in your soul". Pubblicato in Australia nell'agosto del 1976 dalla Albert Productions e negli USA su Midsong International con il titolo di ''John Paul Young'', il secondo album, successivo a ''Hero'' (1975) e precedente ''Green'' (1977). Prodotto dalla premiata ditta Vanda & Young, l'album confermo' il successo in patria per il cantante, che ancora pero' non sfondava a livello internazionale. La sincopata ''Standing in the rain'', che sembra muoversi fra ritmiche afrocaraibiche e proto disco music, e che preannuncia i fasti dell' hit del 1977 ''Love is in the air'', e' uno dei brani piu' conosciuti dell'album, un lavoro in cui si spazia anche fra pop e white soul. Nato nei primi anni '50 in Scozia ma trasferitosi in Australia con la famiglia durante l'infanzia, John Paul Young è uno dei cantanti pop piu' importanti dell'Oceania, anche se a livello internazionale è famoso solo per una hit, la celeberrima ''Love is in the air'' (1977), giunta al quinto posto nella classifica britannica ed alla settima posizione nella billboard hot 100 statunitense; un successo dovuto anche alla collaborazione di George Young, del celebre duo di produttori Vanda & Young. La sua carriera prese il volo nei primi anni '70, come cantante del gruppo Elm Tree e con la partecipazione alla versione australiana del musical ''Jesus christ superstar''. Il suo primo singolo solista ''Pasadena'' uscì nel 1972, ma fu solo nella seconda metà degli anni '70 che divenne realmente famoso, in particolare in Australia ed in Sud Africa, e poi anche in Gran Bretagna e negli USA, sebbene grazie solo al singolo ''Love is in the air'', il cui successo non riuscì mai a bissare. Dopo i primi anni '80 la sua carriera di cantante si fermò e lavorò principalmente come DJ, poi nei decenni successivi ha pubblicato qualche nuovo disco.
Euro
19,00
codice 331249
scheda
Zorn john Naked city
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1989  elektra nonesuch 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
prima rarissima e ricercata stampa USA, copertina (con giusto lievi segni di invecchiamento) con barcode, label grigia chiara che sfuma in bianco, scritte nere, logo Elektra Nonesuch rosso e nero in alto, catalogo 979238-1. Pubblicato nel 1989 dalla Elektra Nonesuch negli USA ed in Europa, questo album accreditato a John Zorn è strettamente collegato al primo album dei Naked City, sigla dietro la quale si cela lo stesso Zorn, compositore, sassofonista e multi-strumentista che ha dato anima alle proprie improvvisazioni fondendo musica classica, moderna, jazz e grindcore, tra gli autori dei progetti più estremi della musica di ricerca e d'avanguardia; tutti i brani di questo album dalla durata inferiore ad un minuto vennero inseriti anche nell'album dei Naked City ''Torture garden''. Ventitré brevi o brevissimi brani, eclettici ed esplosivi, fra free jazz ed art rock, ma anche con saltuarie divagazioni pop e r'n'b in una manciata di episodi: un disco che come ''Torture garden'' spiazza l'ascoltatore ed irride convenzioni e cliches. In questa formazione dei Naked City partecipano: Bill Frisell, affermato chitarrista jazz considerato dalla critica specializzata tra le avanguardie più propositive ed innovative del genere, alle tastiere Wayne Horvitz con alle spalle oltre venti anni di attività e dedizione alla musica contemporanea, tra i protagonisti all'interno della scena creativa off-jazz, grazie alla sua passione per la musica rock jazz elettronica che gli permetteranno di crearsi un proprio timbro distintivo dove risalta un gusto per la melodia sottile e per la sua trasgressione, timbri oscuri, ripetizione ed minimalismo, ma anche per lo swing e per la velocità esecutiva. Chiudono infine la formazione la sezione ritmica formata dalla batteria di Joey Baron, soprannominato Killer Joey, altra figura principe della scena jazz di New York capace di dosare e modulare la propria irruenza adattandosi agli accompagnamenti più delicati, ed infine in qualità di special guest il cantante Yamatsuka Eye, leader dei giapponesi Boredoms, trio di ispirazione anarchica alla testa dell'onda punk nel paese del sol levante capaci di spericolate fusioni tra metal, jazz e rhytm and blues, un caos strumentale frastornante sul quale si innesta un egocentrico vocalismo, fatto di urla e dissonanze.
Euro
110,00
codice 331416
scheda
Zorn john Spy vs spy: the music of ornette coleman
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1989  music on vinyl 
punk new wave
Vinile da 180 grammi, copertina lucida, inserto, busta di plastica trasparente con chiusura adesiva. Ristampa del 2017 ad opera della Music On Vinyl, pressoche' identica alla prima tiratura. Originariamente pubblicato nel 1989 dalla Elektra negli USA e dalla Elektra Musician in Europa, dopo ''Spillane'' (1987) e prima di ''Naked city'' (1990), questo album e' un tour de force interpretativo del repertorio del grande sassofonista texano Ornette Coleman, uno dei pionieri del free jazz. Inciso il 18 ed il 19 agosto del 1988 alla Power Station di New York da John Zorn (sax alto) con Tim Berne (sax alto), Mark Dresser (basso), Joey Baron (batteria) e Michael Vatcher (batteria), ''Spy vs spy'' e' un'opera dalle sonorita' lancinanti e disturbanti, nella quale Zorn e compagni si cimentano in brevi e violente interpetazioni di diciassette brani di Coleman, composti da quest'ultimo nell'arco di un trentennio, dal 1958 al 1987. Un ascolto difficile, a tratti scioccante, nel quale il jazz assume un'aggressivita' quasi punk. Talentoso ed anticonvenzionale sassofonista, compositore ed arrangiatore, il newyorchese John Zorn e' uno dei nomi di spicco dell'avanguardia musicale americana ed internazionale, che si e' cimentato con i piu' diversificati stili musicali, dal rock estremo al jazz, dallo easy listening alla musica etnica. Numerosi sono i suoi dischi come i suoi progetti, fra cui Masada e Naked City.
Euro
25,00
codice 2084986
scheda
LPBOX [edizione] nuovo  stereo  eu  1977  song cycle 
punk new wave
Edizione limitata, cofanetto senza codice a barre contenente un album vinilico a 33 giri ed un libretto, piccolo inserto all'esterno con note di presentazione, catalogo CY986. Pubblicato nel 2017 dalla Song Cycle, questo cofanetto rende disponibile in vinile per la prima volta in assoluto la raccolta di rarita' ed inediti originariamente pubblicata nel 1998 dall'italiana Materiali Sonori, e contiene anche una riproduzione dell'originario libro ''Sonora: John Zorn'' con il quale fu pubblicata la versione in cd; il libro contiene foto, interviste e saggi relativi alla carriera di John Zorn fino al 1988. Dal punto di vista musicale, si tratta di incisioni effettuate fra il 1977 ed il 1981 da John Zorn con Eugene Chadbourne, alcune delle quali pubblicate su di una rara cassetta e su di un doppio album, altre rimaste inedite fino al 1998, quando la versione cd di ''1977-1981'' venne pubblicata. Sono ardite sperimentazioni fra free jazz ed avanguardia, alle quali prendono parte, oltre a Zorn (sax alto, sax soprano, clarinetto) e Chadbourne (chitarra acustica, chitarra elettrica, dobro, chitarra preparata, remixaggio), anche altri esponenti di spicco della scena sperimentale dell'epoca come Tom Cora, Fred Frith, David Licht ed altri ancora. Questi i brani presenti: ''The viaduct'' (registrato presso la radio KDVS di Davis, California, inverno 1977/78, tratto dalla cassetta ''The great duo live'', uscita nel 1984), ''Welcome west'' (registrato presso la WKCR di New York, il 20 marzo del 1978, tratto dall'album ''School'' del 1978, co-accreditato a Zorn e Chadbourne), ''The double AA'' (registrato al Pangea Club, inverno 1977/78, inedito fino al 1998), ''The english channel (new mix)'' (registrato al Dick Charles Recording di New York nel giugno del 1979 ed allo Aycock Auditorium di Greensboro nell'aprile del 1987, inedito fino al 1998), ''W va spec (newly done version)'' (registrato alla Kent State, Ohio, nel 1981, e poi editato con ulteriori registrazioni di Zorn in possesso di Chadbourne nel corso del 1997, inedito fino al 1998). Talentoso ed anticonvenzionale sassofonista, compositore ed arrangiatore, il newyorchese John Zorn e' uno dei nomi di spicco dell'avanguardia musicale americana ed internazionale, che si e' cimentato con i piu' diversificati stili musicali, dal rock estremo al jazz, dallo easy listening alla musica etnica. Numerosi sono i suoi dischi come i suoi progetti, fra cui Masada e Naked City. Prolificissimo e geniale artista newyorchese, Eugene Chadbourne formo' gli Shockabilly all' inizio degli anni '80 dopo una serie di dischi e nastri autoprodotti a partire dalla meta' degli anni '70, e vanta collaborazioni con altri protagonisti dell' avanguardia newyorkese come Henry Kaiser o John Zorn, oltre che con i Camper Van Beethoven; il suo stile musicale e' estremamente eclettico, con influenze del free jazz, della musica d'avanguardia e di protesta, e culture musicali di ogni angolo del pianeta.
Euro
35,00
codice 3510461
scheda

Page: 24 of 24


Pag.: oggetti:
Indice autori contenenti "Santana and john mclaughlin":
mclaughlin john - 

altri autori contnenti le parole cercate: