Hai cercato:  immessi ultimi 30 giorni --- Titoli trovati: : 783
 
Pag.: oggetti:
 
ordina per
aiuto su ricerche
Pag.: oggetti:
Africa unite Non è fortuna
Lp [edizione] nuovo  stereo  ita  2022  africa unite 
reggae
Catalogo AU202201LP. Pubblicato nel maggio del 2022 in forma autoprodotta dal gruppo stesso, il nuovo album degli Africa Unite, successivo a "Il punto di partenza" (2015) ed alla collaborazione con gli Architorti "In tempo reale" (2019). Prodotto da Madaski, "Non è fortuna" celebra i quaranta + uno anni di attività degli Africa Unite, ed è stato inciso da un folto ensemble che include lo stesso Madaski (programmazione, pianoforte, voce), Bunna (voce, basso), Papa Nico (percussioni), Marco "Benz" Gentile (chitarre, violino), Marco "Pakko" Catania (basso), Matteo "Mammolo" Mammoliti (batteria), Paolo "De Angelo" Parpaglione (sassofono), Luigi "Mr T-Bone" De Gaspari (trombone), Gabriele "Pera" Peradotto (sassofono), Luigi "Giotto" Napolitano (tromba) e Patrick "Kikke" Benifei (cori). Una lunga carriera che non è continuata grazie alla fortuna ma con anni di duro lavoro ed impegno, a dispetto di crisi e lutti; la musica è ancora un classico reggae cantato in italiano, irrobustito da una sezione di ottoni e che raccoglie in sé venature roots, pop, dub, e l'album è uscito non casualmente l'11 maggio, giorno dell'anniversario della morte del grande Bob Marley. La title track, uscita anche su singolo, vede la presenza di David Hinds, veterano del reggae britannico con gli Steel Pulse. Questa la scaletta: 1. 7 Secondi 2. Non è Fortuna 3. Forty-One Bullets 4. La Grande Truffa del Millennio 5. Hard Times 6. Tuyo 7. Bilancio inutile 8. Amori Scarichi 9. Storia Autentica di un Sorriso 10. Shame Down Babylon 11. You Are The Only One 12. Non è Fortuna (Gaudi Dub). Gli Africa Unite sono un band attiva dal 1991 e guidata da Bunna e Madaski, entrambi musicisti di Pinerolo, con la passione per la musica raggae; dopo alcuni album e una lunga serie di concerti lungo lo stivale, la band assume una dimensione più personale, iniziando a cantare in italiano con l'album del 1993 "Babilonia e poesia", mantenendo le forti influenze reggae.
Euro
29,00
codice 2112080
scheda
Air moon safari
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1998  Parlophone 
indie 90
vinile 180 grammi, Inner sleeve con testi, etichetta custom con cielo stellato e scritte bianche. Il primo influente album del duo francese capostipite dell' "easytronica", formato da Nicolas Godin (voce filtrata, basso, chitarre elettriche, synth, organo, percussioni) e Jean-Benoit Dunckel (organo, piano, synth, voce filtrata). Pubblicato dalla Virgin nel Gennaio del 1998, il disco debuttera' al quinto posto delle classifiche inglesi, grazie al clamore suscitato dalla stampa ed al singolo "Sexy Boy". Considerato un classico del genere "Chill Out", l'album propone un' elettronica downbeat sottoforma di irresistibili canzoni pop basate su bassi rotondi e pulsanti dalla groove soul funk, imperniate di atmosfere languide e fughe ambient in stile floydiano, grazie all'ausilio di tappeti di synth (moog, Korg MS20, vocoder, casiotone), campionamenti ed effetti dalle sonorita' retro' alla Jean Michel Jarre, con alcune incursioni in territori elettro pop anni '80 contaminate da influssi Kraftwerk, il tutto in avvolto in una seducente atmosfera flou vaporosa e melliflua, ormai divenuta il marchio di fabbrica del duo. Alla realizzazione del disco hanno contribuito Beth Hirsch, voce in "All I Need" e "You Make It Easy", Eric Regert (organo), Marlon (batteria), P. Woodcock (chitarra acustica, tuba), con arrangiamenti d'archi di David Whitaker.
Euro
31,00
codice 2111704
scheda
Air Talkie walkie
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2004  parlophone 
indie 90
Ristampa in vinile 180 grammi per audiofili,, etichetta custom. Pubblicato in Europa (anche per il mercato inglese) dalla Source/Virgin alla fine del gennaio 2004, dopo "10.000 Hz legend" (01), prima di "Pocket symphony" (07), il quarto album del duo francese. Prodotto dalla band stessa e da Nigel Goldrich, "Talkie walkie" propone una serie di canzoni elettroniche dalle atmosfere languide e sensuali alla Gainsbourg, fughe ambient in stile floydiano, create con l'ausilio di tastiere vintage e campionatori, in un elettronica che ricorda anche i Kraftwerk e J.M. Jarre. Gli Air, influente duo francese capostipite dell'easytronica, si formano nel 1995 a Parigi grazie a Nicolas Godin (voce filtrata, basso, chitarre elettriche, synth, organo, percussioni) e Jean-Benoit Dunckel (organo, piano, synth, voce filtrata). Tra il '96 e il '97 pubblicano una serie di singoli per la l'etichetta inglese Mo' Wax e per quella francese Source, raccolti poi in "Premiers Symptomes" del 1999, nel '98 firmano per la Virgin e pubblicano quello che e' divenuto un classico della fine del secolo, l'album "Moon Safari", in cui definiscono il loro stile, elettronica downbeat, sottoforma di canzoni pop, basando le composizioni su bassi rotondi e pulsanti dalla groove soul-funk, imperniate di atmosfere languide e fughe ambient in stile floydiano, grazie all'inserimento di tappeti di synth (moog, Korg MS20, vocoder, casiotone), utilizzando inoltre campionamenti ed effetti dalle sonorita' retro' alla Jean Michel Jarre. Ma le influenze dei due francesi includono anche sonorita' electro pop anni '80, contaminate da influssi Kraftwerk, avvolte da una seducente atmosfera flou vaporosa e melliflua, ormai divenuta il marchio di fabbrica del duo.
Euro
29,00
codice 2111819
scheda
Akron/family Akron/family
lp2 [edizione] nuovo  stereo  usa  2005  young god 
indie 2000
Inserito dallo staff del Mucchio Selvaggio tra i 50 dischi piu' importanti del folk americano. Vinile doppio, copertina apribile, label custom color crema con bordo verde e disegno al centro, scritte bianche. Pubblicato nel 2005 dalla Young God, questo e' il primo eponimo album degli Akron/Family, precedente a ''Meek warrior'' (2006). Il gruppo newyorchese da' vita in questo sorprendente esordio ad un indie rock originale ed eclettico, in cui musica acustica dai toni talvolta low fi e con reminiscenze di Devendra Banhart si mescola con psichedelia, musica concreta, melodie pop e musica sperimentale. I brani hanno un impianto acustico e delicato, lasciandosi andare talvolta a cascate di rumore e ad acidi crescendo chitarristici, altre volte scivolando nella ambient piu' rareffatta, per poi ritornare verso l'acid folk. Formatisi a New York nel 2002 ad opera di quattro giovani musicisti provenienti da altre zone degli USA, gli Akron/Family si fanno notare da Michael Gira con alcuni demo: l'ex Swans apprezza e pubblica il primo eponimo album del gruppo sulla sua etichetta Young God nel 2005. Poco dopo vede la luce uno split album con gli Angels Of Light e nel 2006 esce il secondo lp ''Meek warrior''. La musica del gruppo, difficilmente definibile, si situa fra psichedelia rarefatta, pop, sperimentazione ed acid folk moderno: alcuni critici hanno fatto accostamenti con Devendra Banhart come con gli Spiritualized, per arrivare a Beatles e Beach Boys.
Euro
35,00
codice 2111612
scheda
Albarn damon (blur) The nearer the fountain, more pure the stream flows (deluxe)
Lp [edizione] originale  stereo  eu  2021  transgressive 
  [vinile]  excellent  [copertina]  Very good indie 90
edizione deluxe con copertina cartonata apribile in più parti, telata e con foto applicata sul fronte e retro, vinile bianco, 7" bonus con un brano esclusivo, booklet. A sette anni da "everyday robots" esce il nuovo album solista del frontman dei Blur oltre che voce e mente dei Gorillaz e the good the bad and the ugly. Disco ispirato dai silenzi e paesaggi dell'Islanda, dai suoi scogli e le sue acque, oltre ad alcuni viaggi in Uruguay, Iran, Devon. A detta dell'artista un disco con temi di fragilità, perdita, emergenza e rinascita. Musicalmente intimo, estroso e non immediato, costruito principalmente intorno ad un pianoforte con arrangiamenti elettronici (una minimale drum machine ed una string machine sopratutto) ed inserti di cold jazz.
Euro
70,00
codice 110607
scheda
Allman brothers band lost warehouse tapes - new orleans broadcast september 1971
lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1971  parachute 
rock 60-70
doppio album, copertina apribile; realizzato nel 2022, contiene dodici dei quattordici brani (bis inclusi) eseguiti dalla grande southern band americana il 16 settembre del 1971 al Warehouse di New Orleans, esibizione di discreta qualita' sonora e trasmessa all' epoca anche radiofonicamente. Questi i brani inclusi: "Statesboro Blues" (cover da Blind Willie McTell), "Trouble No More" (cover da Muddy Waters), "Don't Keep Me Wonderin' ", "Done Somebody Wrong" (cover da Elmore James), "One Way Out" (Sonny Boy Williamson), "In Memory of Elizabeth Reed", Call It Stormy Monday but Tuesday Is Just as Bad" (T-Bone Walker), "Hot 'Lanta", "Blue Sky", "Midnight Rider", "Whipping Post", "Revival". I fratelli Duane e Gregg Allman , nati a Nashville, dopo anni di esperienze in piccoli gruppi formarono gli Allman Joys nel '66, incidendo un 45 giri che passo' inosservato ed un album pubblicato solo nel '73 . A Los Angeles formarono gli Hour Glass , incidendo due lavori per la Liberty, per poi tornare in Florida, dove, con l' aiuto dei 31st of February, incisero un singolo e dell' altro materiale che vedra' la luce nel '71 ("Duane & Gregg"). Solo nel 1969, con la chitarra di Duane divenuta nel frattempo tra le piu' richieste dagli artisti piu' disparati (Aretha Franklin, Wilson Pickett, Otis Rush, Delaney & Bonnie, Laura Nyro, Derek and the Dominoes, tra gli altri) nacque la Allman Brothers Band, che impose presto il suo torrido southern blues-rock nelle classifiche americane, anche grazie al supporto di interminabili e straordinarie tournee in giro per gli States. Dopo la morte tra la fine del '71 e l' inizio del '72, in incidenti stradali tragicamente simili, di Duane Allman e del bassista Barry Oakley, sostituiti dal bassista Lamar Williams e dal tastierista ex Sundown Chuck Leavell, il suono del gruppo si ammorbidi' non poco, tanto da potersi ormai definire "country sudista" nell' ottimo "Brothers and Sisters" ed in "Win Loose or Draw", gia' sottotono ed ultimo album in studio prima di un burrascoso scioglimento e di una reunion parziale che produsse ancora dei modesti lavori tra il '79 e l' 81. Piu' interessanti e motivate alcune delle prove dei progetti "laterali" dei musicisti: il chitarrista Richard "Dickey" Betts ed i suoi Great Southern, i Sea Level di Chuck Leavell, di Lamar Williams e del batterista Johnny Lee Johanson e del bassista Lamar Williams, i dischi della Gregg Allman Band e quant' altro.
Euro
31,00
codice 2111471
scheda
Almamegretta Senghe (ltd autografato)
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2022  saifam group 
indie 90
edizione limitata con sovracopertina autografato. L'undicesimo album in studio, vede l'ingresso in formazione del bassista/producer reggae/dub Paolo Baldini, che ha curato anche la produzione artistica. Una delle migliori band dub italiane, gli Almamegretta si formano a Napoli nel 1988, evidenziando un mix di raggae, dub, canzone napolatana e litanie arabeggianti. Si impongono all'attenzione del pubblico con il miniLp "Figli di Annibale" del 1992, la cui 'title track' fara' parte della colonna sonora di "Sud" di Gabriele Salvadores. Il primo full lenght "Anima migrante" del 93, mantiene le promesse, ma e' con il secondo "Sanacore" del 95, che arriva il successo commerciale, mentre con il successivo "Lingo" arriva la consacrazione artistica.
Euro
28,00
codice 2111943
scheda
Alternative tv vibing up the senile man (part one)
Lp [edizione] ristampa  stereo  eu  1978  spittle 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Ristampa del 2021, copertina pressoche' identica alla prima rara tiratura, catalogo 110LP. Pubblicato nel marzo 1979 dalla Deptford Fun City in Gran Bretagna, questo e' il secondo album degli Alternative TV, successivo a ''The image has cracked'' (1978) e precedente ''Strange kicks'' (1981). Un disco gia' lontanissimo dal punk rock degli esordi, che approfondisce l' aspetto piu' sperimentale ed ostico della musica della band, con brani prossimi alle sperimentazioni industriali dei Throbbing Gristle, non a caso ne sara' significativa testimonianza la partecipazione di Genesis P.Orridge. Un disco difficile ed ostico, che non ammette ascolti distratti e superficiali che sicuramente non potra' deludere anche gli amanti della musica di ricerca e sperimentale. Mark Perry e' figura principe animatrice del punk anglosassone autore della prima, piu' influente e anche piu' venduta fanzines, la storica Sniffin' Glue, scritta, impaginata, stampata e distribuita artigianalmente a partire dall'estate del 1976 (grazie anche all'aiuto della Rough Trade e di altre strutture indipendenti) dal giovane e disoccupato londinese Mark Perry. A differenza della conformista stampa musicale ufficiale, dalle pagine della sua rivista Perry incensava o maltrattava senza peli sulla lingua i gruppi punk del momento, che aveva modo di seguire e studiare da vicino, promuovendo fra grezzi collages e montaggi neo-dadaisti efficaci slogan del tipo "eccovi tre accordi, ora formate un gruppo musicale", o incitando i lettori a fondare le loro fanzines (appello che in molti non si fecero ripetere due volte). Nel punk ogni scioccante "rivolta nello stile" si e' bruciata e consumata con enorme rapidita', dopo poco piu' di un anno Perry fondava egli stesso un gruppo rock, gli Alternative TV, il cui singolo di esordio era allegato all'ultimo numero di Sniffin' Glue. Le realizzazioni degli Alternative TV sono tra le piu' atipiche, se non seminali e fondamentali , di tutto il movimento punk e post-punk anglosassone.
Euro
20,00
codice 253058
scheda
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2005  noton 
indie 2000
La seconda collaborazione tra i due artisti dopo Vrioon del 2004. Uno dei musicisti pop giapponesi piu' celebri in occidente, Ryuichi Sakamoto emerge negli anni '80 con un raffinato ed accattivante amalgama di sonorita' occidentali e giapponesi, attraverso un pop elettronico guidato da tastiere e sintetizzatori; in quel periodo raggiunge il successo sia come membro del trio synth pop Yellow Magic Orchestra, influenzato dai Kraftwerk, che come solista. Lavora anche alla composizione di colonne sonore, fra cui quella de ''L'ultimo imperatore'' di Bertolucci; collabora nel corso degli anni con un gran numero di celebri musicisti di ogni continente, fra cui David Sylvian, Iggy Pop, Thomas Dolby, David Byrne e Youssou N'Dour. Alva Noto e' uno dei progetti musicali dell'artista audiovisivo tedesco Carsten Nicolai, cresciuto nella Germania dell'Est e poi trasferitosi a Berlino, dopo aver studiato architettura e design di paesaggi, appassionandosi al tema del rapporto fra suono e spazio. Nicolai fonda quindi un'etichetta discografica, la Noton.Archiv Fuer Ton Und Nichtton (che alla fine degli anni '90 diventera' Raster-Noton in seguito ad una fusione), e nella seconda meta' degli anni '90 comincia a pubblicare lavori dietro le sigle Noto e Signal, progetti a cui si sovrappongono nel decennio successivo Alva Noto ed Aleph-1. Nel corso degli anni ha sperimentato con varie concezioni sonore elettroniche, dalla musica collage al glitch, dalla techno al dubstep.
Euro
39,00
codice 2111807
scheda
America america (no ''A Horse With No Name'' on cover)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1972  music on vinyl 
rock 60-70
ristampa in vinile 180 grammi per audiofili, copertina pressoche' identica a quella della primissima rara tiratura su Warner Bros, SENZA l' indicazione stampata ''A Horse With No Name''. Pubblicato in Usa nel gennaio del 1972 prima di ''Homecoming'', giunto al numero 1 delle clasifiche Usa ed al numero 3 di quelle Uk. Il primo album, uno dei classici assoluti del folk-pop ed una collezione eccezionale di brani splendidi che sara' di enorme nfluenza su artisti del calibro degli Eagles e Dan Fogelberg. Costruito sulle coordinate di Crosby, Stills & Nash specialmente nelle armonie vocali, e nell'uso degli strumenti acustici negli arrangiamenti, prevede un suono intricatissimo e assai piu' compesso di quello dei loro illustri ispiratori; il disco include diversi momenti strumentali nei quali la grande perizia e creativita' del gruppo e' facilmente individuabile, con testi che sono al tempo oscuri ma carichi di riflessioni sul quotidiano, tutto il disco risente di una sorta di '' aura '' data dall' ispirazione e che lo stile, che di fatto reinventa il suono west coast donandogli quella anima pop e luminosa che lo rendera' celeberrimo nella seconda meta' del decennio, dopo i fasti della psychedelia degli anni ''60. tra i brani presenti molti quelli celeberrimi, da "A Horse with No Name" a "I Need You" o "Sandman", ma anche le meno note "Three Roses", "Rainy Day", "Clarice" sono splendide. Un grande album, purtroppo molto sottovalutato, e degnissimo di riscoperta.
Euro
29,00
codice 2111613
scheda
American gypsy Angel eyes (ltd. numbered 180 gr. coloured vinyl)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1974  music on vinyl 
soul funky disco
Edizione limitata a mille copie in vinile da 180 grammi color oro, numerate sul retro copertina in basso. Ristampa del 2021 ad opera della Music On Vinyl, la prima ufficiale in assoluto a replicare in modo pressoché esatto l'artwork della originaria prima stampa olandese. Originariamente pubblicato nel 1974 dalla Philips in Olanda, quindi nel 1975, con copertina cambiata, dalla BTM nel Regno Unito e dalla Chess negli USA, il primo dei due album usciti sotto la sigla American Gypsy, precedente "Love is a hazard" (1981). Gli American Gypsy erano un gruppo funk americano che cominciò la sua carriera a Los Angeles nei primi anni '70, per poi trasferirsi in Spagna e quindi stabilirsi ad Amsterdam in Olanda, dove trovarono il successo e riuscirono ad incidere due lp; questo loro apprezzato primo 33 giri contiene il singolo "Angel eyes", che giunse all'ottavo posto nella classifica olandese. La formazione di questo lp era un sestetto composto da Joe Skeete (basso, mellotron), Michael Hamame (chitarra), Dale Harrel Jr. (chitarra), Steve Clisby (voce solista, piano, sax alto), Richard James (batteria), Lorenzo Mills (voce, percussioni); la loro musica è un fluido funk con accenti ora romantici ed avvolgenti alla Barry White, ora accenni alla proto-disco, ora allo r'n'b aggiornato agli anni '70, condito da caldi accompagnamenti di ottoni e da ottime parti chitarristiche. Questa la scaletta: "Inside out", "10.000 miles", "Ooh why not", "Golden ring", "Lady eleanor", "Angel eyes", "While it's cold outside", "Stuck on you", "Let your life lead by love", "Tribute to american gypsy".
Euro
16,00
codice 3514555
scheda
Amon duul paradieswarts duul (+ 2 tracks)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1971  wah wah 
rock 60-70
Ristampa del 2008, con copertina pressoche' identica alla prima molto rara tiratura del 1972, ma arricchita della presenza di due tracce aggiunte, "Eternal Flow" e "Paramechanical World", da un raro singolo del 1970 uscito per la stessa etichetta Ohr che avrebbe pubblicato l' album. Si tratta del terzo ed ultimo album del gruppo tedesco, sicuramente il loro piu' raro, uscito nel 1971 prima di ''Disaster'' (che contiene pero' brani risalenti al 1969) e dopo ''Collapsing'', diversissimo da tutti gli altri lavori del gruppo, assai piu' simile al classico sound dell'underground germanico del periodo, e' un lavoro assolutamente lontano dal chaos anarcoide degli altri esperimenti della band, qui prevalgono arrangiamenti folk e psychedelici carichi di magia e suggestione. Tra i brani ''Love is peace'', inno degli hippies tedeschi. Gli Amon Duul facevano parte, come gli Amon Duul 2, della comune di Essen, i membri del gruppo si divisero in due tronconi diversi nel 1968, a causa delle differenze ideologiche, piu' interessati al lato politico e multimediale, gli Amon Duul 1 pubblicarono 3 albums dal 1969 al 1971, oltre ed uno postumo, la loro era una musica senza compromessi, molto rituale, a base di percussioni, chitarre, suoni e rumori, influenzatissima dalle droghe, che si svolgeva in un clima anarcoide e largamente improvvisato, i loro albums sono testimonianze spettacolari della cultura underground europea e, seppur di difficile ascolto, hanno lasciato una traccia indelebile nella musica tedesca degli anni '70.
Euro
27,00
codice 2111472
scheda
Amos tori Under the pink (ltd pink)
Lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1994  atlantic 
indie 90
Ristampa limitata, rimasterizzata, estesa a doppio vinile colorato rosa (nessun brano extra). Lp pubblicato in Usa dalla Atlantic (82567-1) nel gennaio 94, dopo "Little earthquakes" (92), prima di "Boys for pale" (98), il secondo album, giunto alla posizione n.12 in Usa e alla n.1 in Uk. Trainato dal singolo "Cornflakes girl", esempio di pop song dall'anima rock, basata prettamente sul pianoforte, "Under the pink" viene considerata l'opera della consacrazione dell'artista che abbina matrici classiche ad un rock sofisticato alla Kate Bush, con liriche intime che trattano anche di religione e sessualita'. si segnala la partecipazione di Trent Reznor. Famosa cantautrice americana accostata a Kate Bush ed a Joni Mitchell, Tori Amos lascia presto il Maryland per la California, con l'intento di dedicarsi alla musica; dopo un primo lavoro fra pop e metal, ''Y kant Tori read'' (1988), che si rivela un totale insuccesso, la cantante elabora uno stile piu' personale e vicino alla musica d'autore, in cui si incontrano rock anni '70, pop ed influenze delle classiche voci femminili del rock (Joni Mitchell e Kate Bush sono spesso citate come riferimenti). I successivi tre album, ''Litlle earthquakes'' (1992), ''Under the pink'' (1994) e ''Boys for pele'' (1996), ottengono successi sempre maggiori e la rendono una delle cantautrici piu' famose in ambito pop rock, grazie anche ad uno stile vocale fortemente emotivo e quasi catartico. La sua carriera prosegue oltre l'inizio del nuovo secolo.
Euro
43,00
codice 2111932
scheda
Anonima sound ltd red tape machine
lp [edizione] ristampa  stereo  ita  1972  akarma 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Ormai rara ristampa su Akarma, la seconda realizzata dall' etichetta italiana dopo la prima del 1999, copertina apribile cartonata, senza barcode e lucida all' esterno, pressoche' identica alla prima rarissima tiratura uscita nel 1972 su etichetta Arcobaleno, catalogo AK1006, etichetta a colori con logo con santone su un lato e in bianco e nero con titoli dall' altro, nella appunto seconda versione con catalogo indicato in alto a destra e non in basso. L' unico album della band progressive italiana di Urbino. Da bellissimo libro e sito internet "ItalianProg" di Augusto Croce: "Formata ad Urbino nel 1964, l'Anonima Sound era un trio beat-pop che realizzo' 4 singoli fino al 1970, quando il loro leader Ivan Graziani (di Teramo) li abbandono' per una carriera solistica di successo durata fino alla sua morte nel 1997. Il loro 45 giri d'esordio Fuori piove ebbe un grande successo. Gli altri riformarono il gruppo nel 1971, cambiando nome in Anonima Sound Ltd. e con il nuovo chitarrista Massimo Meloni, e realizzarono un buon singolo cantato in italiano nel 1971, Io prendo amore. Un anno più tardi un radicale cambiamento nella formazione la trasformo' in un gruppo di 7 elementi con due americani, il cantante/flautista Richard Ingersoll e la percussionista Claudine Reiner, e il chitarrista inglese Peter Dobson, ed uno stile musicale fortemente influenzato dalla scena rock e prog inglese del tempo. Il loro unico album, uscito sull'etichetta Arcobaleno, ha forti influenze di gruppi come i Jethro Tull, con un buon uso del flauto ed interamente cantato in inglese, ed e' scarsamente rappresentativo della musica italiana di quegli anni.
Euro
30,00
codice 253046
scheda
Antony and the johnsons i am a bird now
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2005  secretly canadian 
indie 2000
inner sleeve, inserto, adesivo sul cellophane, copertina senza codice a barre, etichette bianche con scritte rosse su un lato, nere sull'altro. il secondo atteso album dell'artista inglese trapiantato a New York, il cui esordio, dopo anni di oscurita' e grazie alla riscoperta da parte di David Tibet dei Current 93, aveva fatto gridare al capolavoro. tra i suoi estimatori Lou Reed, che lo ha voluto in "the raven" e nei suoi concerti, e che compare, insieme ad altri ospiti, tra cui Devendra Banhart e Boy George, nelle registrazioni di questo lavoro. le canzoni dell'album ruotano intorno alla struggente voce di Antony, in certi casi accompagnata solo dal pianoforte, in altri, a questo, vi si aggiungono lievi arrangiamenti di archi e cori, una musica molto intima ed elegante, dagli accenti bluesy e spirituals, con influenze Tim Buckley.
Euro
29,00
codice 2111947
scheda
Aphex twin Selected ambient works 85-92
lp2 [edizione] ristampa  stereo  uk  1992  apollo 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent indie 90
Doppio album, ristampa ufficiale degli anni 2000, rimasterizzata, copertina lucida, etichette custom in bianco e nero, catalogo AMBLP3922. Il primo album, uscito prima di "Selected Ambient Works vol. 2", pubblicato il 12 Febbraio del 1992, capolavoro "ambient techno" del grande genio dell'elettronica Richard D. James aka Aphex Twin. Si tratta di una raccolta di materiali registrati a partire dall'adolescenza che mostra il precoce talento del musicista, fanatico della tecnologia che ama modificare strumenti elettronici per ottenere sonorita' inedite. L'album, che appartiene al filone allora nascente della "intelligence techno", costituisce il piu' valido esempio della sua musica ed uno dei migliori esempi di elettronica d'ascolto. Irlandese di Limerick, inizia giovanissimo a comporre musica elettronica (a 14 anni) in solitudine, in Cornovaglia dove vive. La sua musica e' sempre stata caratterizzata da esperimenti a cavallo tra la sperimentazione 'noise' elettronica, la dance e l' ambient. I suoi singoli sono spesso accompagnati da video provocatori. Inizia ad incidere nel '91 dopo l'abbandono dell'amico Tom Middleton dell' iniziale progetto Aphex Twins; elimina il plurale ed incide il singolo "Analogue Bubblebath" (Mighty Force). Nel 1992 firma per l'etichetta belga R&S e pubblica il singolo "Digeridoo", un brano dalla ritmica esasperata che diventa un classico nei club dove si balla "hardcore techno". Poi esce il suo primo e celebre album "Selected Ambient Works 85-92". In seguito James dara' luogo a varii progetti con nomi diversi (AFX, Caustic Window, Poligon Window...) e, influenzato dal minimalismo e dalla "ambient music" incidera' nel '94 l'album dal titolo "Selected Ambient Works vol.2", che sara' di ispirazione per tutta l'elettronica isolazionista. Nel '95, dopo l'antologico "Classics" e l'eclettico "I Care Because You Do", si dedica alla raccolta di materiale registrato negli anni precedenti, destreggiandosi tra "industrial", "trip hop" e "pop"; inoltre e' da ricordare che Philip Glass remixera' il brano "Icct Hedral", contenuto nel singolo "Donkey Rhubarb. Nel '96 esce l'album "Richard D. James" che sperimenta inedite soluzioni ritmiche e pop, inglobando anche elementi tipici del classicismo e dell'avanguardia (Satie). Poi, tra il '97 ed il '99, soprattutto con l'ep "Come To Daddy" riscuote diversi consensi grazie anche al video del brano, opera di un giovane Chris Cunningham. Senza alcun dubbio uno dei musicisti piu' influenti della scena elettronica contemporanea.
Euro
32,00
codice 253035
scheda
Aphex twin Syro
Lp3 [edizione] nuovo  stereo  eu  2014  warp 
indie 90
Copertina apribile in 3 parti, e relative 3 inner sleeves, adesivo sul cellophane, etichette bianche con foto, triplo Lp pubblicato nel settembre 2014, dopo "Drukqs" (01), il sesto album. Registrato nel corso di un periodo di diversi anni in vari studi, fra cui il proprio in Scozia, si articola in 12 tracce che incorporano diversi sottogeneri della music a elettronica, fra cui techno sperimentale, glitch, jungle e ambient; il tutto in un assetto ormai tipico del producer, il quale riesce a coniugare melodia con architetture sonore che regalano sempre soluzioni interessanti e piacevoli. Richard D. James, meglio noto come Aphex Twin, inizia giovanissimo a comporre musica elettronica in solitudine, nella natia Cornovaglia. La sua musica e' sempre stata caratterizzata da esperimenti a cavallo tra la sperimentazione ''noise'' elettronica, la dance e l' ambient. I suoi singoli sono spesso accompagnati da video provocatori. Inizia ad incidere nel '91 dopo l'abbandono dell'amico Tom Middleton dell' iniziale progetto Aphex Twins; elimina il plurale ed incide il singolo "Analogue Bubblebath" (Mighty Force). Nel 1992 firma per l'etichetta belga R&S e pubblica il singolo "Digeridoo", un brano dalla ritmica esasperata che diventa un classico nei club dove si balla "hardcore techno". Poi esce il suo primo e celebre album "Selected Ambient Works 85-92", che mostra il precoce talento del musicista, fanatico della tecnologia che ama modificare strumenti elettronici per ottenere sonorita' inedite. L'album, che appartiene al filone allora nascente della "intelligent techno", e' seguito nel 1994 da "Selected ambient works, vol. 2", altrettanto apprezzato. James ha dato luogo anche ad ulteriori progetti con nomi diversi (AFX, Caustic Window, Poligon Window...).
Euro
40,00
codice 2111775
scheda
Aphex twin windowlicker
12" [edizione] nuovo  stereo  uk  1999  warp 
indie 90
ristampa pressoché identica all'originale. etichetta custom fotografica. Pubblicato nel marzo del 1999 dalla Warp in Gran Bretagna e dalla Sire negli USA, il celebrato ep ''Windowlicker'' usci' dopo il quarto album ''Richard D. James album'' (1996) e prima del quinto lp ''Drukqs'' (2001). Considerato da molti uno dei massimi vertici della musica del compositore elettronico inglese, questo ep contiene tre brani inediti su album, dai toni e dagli stili differenti: ''Windowlicker'', che venne accompagnata da un celebre video, inquietante, sensuale e comico al tempo stesso, e' un pezzo melodico e notturno, in cui gli interventi vocali hanno inequivocabili richiami erotici, sostenuti da un ritmo e da melodie languide e relativamente distese; ''Equation'' si colloca invece sul versante piu' astratto e spigoloso della musica di Aphex Twin, con i suoi ritmi irregolari in preminenza, mentre il brano di chiusura ''Nannou'' e' una delicata litania cerebrale, rarefatta fin quasi al silenzio. Richard D. James, meglio noto come Aphex Twin, inizia giovanissimo a comporre musica elettronica in solitudine, nella natia Cornovaglia. La sua musica e' sempre stata caratterizzata da esperimenti a cavallo tra la sperimentazione ''noise'' elettronica, la dance e la ambient. I suoi singoli sono spesso accompagnati da video provocatori. Inizia ad incidere nel '91 dopo l'abbandono dell'amico Tom Middleton dell' iniziale progetto Aphex Twins; elimina il plurale ed incide il singolo "Analogue Bubblebath" (Mighty Force). Nel 1992 firma per l'etichetta belga R&S e pubblica il singolo "Digeridoo", un brano dalla ritmica esasperata che diventa un classico nei club dove si balla "hardcore techno". Poi esce il suo primo e celebre album "Selected Ambient Works 85-92", che mostra il precoce talento del musicista, fanatico della tecnologia che ama modificare strumenti elettronici per ottenere sonorita' inedite. L'album, che appartiene al filone allora nascente della "intelligent techno", e' seguito nel 1994 da ''Selected ambient works, vol. 2'', altrettanto apprezzato. James ha dato luogo anche ad ulteriori progetti con nomi diversi (AFX, Caustic Window, Poligon Window...).
Euro
24,00
codice 2111958
scheda
Arab strap As days get dark
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2021  rock action 
indie 90
coupon per download, adesivo su cellophane, inner sleeve. copertina senza barcode (su adesivo). Dopo ben 16 anni da "the last romance", ed a cinque dalla reunion, tornano gli Arab Strap con un nuovo album in studio, un disco che cerca nuove strade sonore pur mantenendo ben chiara la via maestra. Prodotto da Paul Savage (già in tre precedenti albums del gruppo). note a seguire Formati a Falkirk nel 1995 da Aidan Moffat e Malcolm Middleton, gli Arab Strap sono stati uno dei piu' importanti e talentuosi gruppi della vivace scena indie rock scozzese di fine secolo. Caratterizzati da ritmi lenti, sonorita' sparse e crepuscolari in cui impiegavano scarne melodie chitarristiche come strumenti elettronici, atmosfere decadenti e testi cantati / narrati con un forte accento scozzese che parlano in modo diretto di sessualita', tradimenti, droghe ed alcol, gli Arab Strap divennero ben presto beniamini della critica britannica, che acclamo' il primo album ''The week never starts round here'' (1996), uscito come quasi tutte le loro pubblicazioni successive sulla cult label di Glasgow Chemikal Underground. Dopo una breve sequenza di album, il gruppo si sciolse nel 2006; Moffat ha portato avanti fra i tardi anni '90 ed i primi anni 2000 anche un altro progetto, Lucky Pierre.
Euro
26,00
codice 2111566
scheda
Arcade fire Arcade fire ep
12" [edizione] nuovo  stereo  eu  2003  arcade fire 
indie 2000
ristampa riamsterizzata con copertina esclusiva apribile. l'ep di debutto degli Arcade Fire, sette brani registrati nel 2002 e usciti in cd autoprodotto nel 2003, con una line-up diversa dai successivi lavori. Guidati dalla coppia Win Butler-Regine Chassagne, gli Arcade Fire propongono gia' dal primo album "Funeral", una musica intensa ed autunnale, in equilibrio tra indie-rock e post punk, contraddistinta da un pathos pervaso di romanticismo e da un suono pieno ed energico, con pianoforte e chitarre distorte in evidenza. Hanno ottenuto un forte consenso di critica e di pubblico e hanno condiviso le scene con personaggi del calibro di David Bowie e U2. La discografia si completa con "Neon bible" nel 2007, "The Suburbs" nel 2010 e "Reflektor" nel 2013.
Euro
23,00
codice 2111919
scheda
Arcade fire We (ltd bianco)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2022  sony 
indie 2000
edizione limitata in vinile bianco 180 grammi, copertina apribile con parti in rilievo e lucide, adesivo su cellophane. Il sesto album, l'ultimo con William Butler in formazione. Disco che dopo gli sperimentalismi del precedente "everything now" torna su sentieri ben conosciuti dalla band, pop rock energico e ballate folk moderne. note a seguire. Gruppo canadese formatosi a Montreal nel 2001. Guidati dalla coppia Win Butler-Regine Chassagne, gli Arcade Fire propongono gia' dal primo album "Funeral", una musica intensa ed autunnale, in equilibrio tra indie-rock e post punk, contraddistinta da un pathos pervaso di romanticismo e da un suono pieno ed energico, con pianoforte e chitarre distorte in evidenza. Hanno ottenuto un forte consenso di critica e di pubblico e hanno condiviso le scene con personaggi del calibro di David Bowie e U2.
Euro
36,00
codice 2111705
scheda
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2013  domino 
indie 2000
Vinile 180 gr., copertina apribile senza codice a barre con interno nero, corredata da coupon per il download digitale, da inserto con testi, adesivo di presentazione su cellophane, etichetta nera con scritte bianche sul primo lato, nera con disegno bianco sul secondo, Lp pubblicato dalla Domino nel settembre 2013, dopo "Suck and see" (11), il quinto album del gruppo inglese, giunto allaposizione n.1 delle charts britanniche. Prodotto, come altri, da James Ford (batterista dei Last Puppets Show, nonche' fondatore dei Simian) e da Ross Orton, "Am" si muove fra plurime derivazioni del rock: hard, blues, psichedelia, rock desertico, soul e hip hop, con piano e drum machine a supportare l'impianto sonico, in un rock elegante e magnetico, fondamentalmente inglese nel dna, (frequenti i rimandi a Smiths e Lennon, ma anche, come dichiarato dallo stesso Turner, Outcast e anche Black Sabbath), ma con suoni piu' cupi, moderni, carichi di tensione e disillusione. Partecipano come ospiti Josh Homme (QTSA), Pete Thomas (Elvis Costello, Tom Waits) e Bill Ryder-Jones (Coral). Gruppo inglese di Sheffield attivo dal 2002 e cresciuto di popolarita' grazie al passaparola nell'universo dei blog di internet, poi scritturati dalla Domino, gli Arctic Monkeys esplodono gia' con il primo singolo, "I bet you look good on the dancefloor", divenuto un successone, apparso su molte playlist. L'album ''Whatever people say I am, that's what I'm not'' (2006) ha raggiunto il primo posto delle classifiche inglesi, anche grazie all'espressivita' delle liriche, in cui si delineano personaggi e racconti di vita quotidiana di teenagers della working class, che gli estimatori del gruppo paragonano ai testi di Smiths, Felt, Specials e Streets. molto del fascino degli Arctic Monkeys risiede nello stile risoluto del cantante Alex Turner, supportato adeguatamente da una strumentazione ridotta all'osso dalle sonorita' scarne e dinamiche. la musica del gruppo, un indie pop chitarristico/melodico con influssi ska, e' pervasa da un'atmosfera immediata e fresca, come se fosse stata registrata in presa diretta e senza sovra incisioni. gli iniziali e naturali riferimenti a Coral, Strokes, si aprano, soprattutto in "Humbug" del 2009 e "Suck and see", del giugno 11, ad elementi rock piu' tirati, quasi stoner.
Euro
28,00
codice 2111778
scheda
Arctic monkeys Suck it and see
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2011  domino 
indie 2000
Vinile 180 grammi, copertina apribile con titolo album scritto in rilievo, completa di coupon per scaricare in formato Mp3 e di inserto lucido con testi e foto in bianco e nero, adesivo sul cellophane, etichetta bianca con scritte nere sul lato 1, bianca con scritte nere sul 2, Lp pubblicato nel giugno 2011 dalla Domino, dopo "Humbug", (09), il quarto album della band inglese. Lavoro prodotto da James Ford (Simian e Simiam Mobile Disco), che si colloca in un contesto di transizione per quanto riguarda il suono della band inglese, oltre che a segnare una sempre piu' leadership di Alex Turner: ai riffs e alle ritmiche dance si interpongono melodie con ritornelli catchy, mescolando le leggerezza pop rock dei primi due album con elementi piu rock tirati quasi stoner, cosi come apparivano nell'ultimo "Hunmug". Gruppo inglese di Sheffield attivo dal 2002 e cresciuto di popolarita' grazie al passaparola nell'universo dei blog di internet, poi scritturati dalla Domino, gli Arctic Monkeys esplodono gia' con il primo singolo, "I bet you look good on the dancefloor", divenuto un successone, apparso su molte playlist. L'album ''Whatever people say I am, that's what I'm not'' (2006) ha raggiunto il primo posto delle classifiche inglesi, anche grazie all'espressivita' delle liriche, in cui si delineano personaggi e racconti di vita quotidiana di teenagers della working class, che gli estimatori del gruppo paragonano ai testi di Smiths, Felt, Specials e Streets. molto del fascino degli Arctic Monkeys risiede nello stile risoluto del cantante Alex Turner, supportato adeguatamente da una strumentazione ridotta all'osso dalle sonorita' scarne e dinamiche. la musica del gruppo, un indie pop chitarristico/melodico con influssi ska, e' pervasa da un'atmosfera immediata e fresca, come se fosse stata registrata in presa diretta e senza sovra incisioni. Riferimenti a Coral, Strokes.
Euro
26,00
codice 2111560
scheda
Arp New pleasures
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  2022  mexican summer 
indie 2000
adesivo su cellophane, copertina ruvida. Se nel primo capitolo della trilogia Zebra sull'estate messicana i suoni erano impastati di jazz tropicale, in questa seconda puntata i panorami si fanno metropolitani e sintetici con uso di vecchi synths analogici e batterie elettroniche che si mischiano a percussioni acustiche. Il tutto immerso in arrangiamenti visionari ed alieni che riportano alla mente elettronica di confine degli anni 80. Alexis Georgopoulos, in arte Arp, è un artista newyorkese dalle mille sfaccettature : parte fondante del progetto Alps (pischedelia della West Coast) e Frkwys III (collaborazione con Anthony Moore degli Slapp Happy). Con il nome Arp ha pubblicato diverse produzioni discografiche, in bilico tra ambient, progressive e art pop.
Euro
33,00
codice 2111966
scheda
Art of lovin' Art of lovin'
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1968  audio clarity 
rock 60-70
Ristampa del 2021, copertina senza barcode pressoche' identica alla prima assai rara tiratura. Originariamente pubblicato dalla Mainstream in Usa nel 1968, l' unico album del gruppo americano del Massachussets guidato dal chitarrista Paul Applebaum, uscito per l' etichetta di culto Mainstream, autore anche di tutti i brani del disco a parte la cover di "(How Can We) Hang On To A Dream" di Tim Hardin. Segnato dall' influenza dei Jefferson Airplane, a cui rimanda anche la bella voce della cantante Gail Winnick, che ricorda talora quella della ben piu' famosa Grace Slick, paragonato ad albums di culto della psichedelia americana "minore" come quelli di Neighb'rhood Childr'n o Yenkee Dollar, questo album propone una brillante miscela di psichedelia e flower power, dalle efficaci venature pop e caratterizzato dalla solita, ottima produzione di Bob Shad (come gran parte dei dischi su Mainstream), che esalta le buone qualita' del suono del gruppo, ed in particolare la bella chitarra di Applebaum e l' organo. Dall' album fu tratto un singolo, poi il gruppo si disperse nel nulla.
Euro
17,00
codice 2111473
scheda

Page: 2 of 32


Pag.: oggetti: