Hai cercato:  prezzo min 100 --- Titoli trovati: : 426
 
Pag.: oggetti:
 
ordina per
aiuto su ricerche
Pag.: oggetti:
Spooky tooth spooky two (purple sleeve version)
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1969  Island 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
prima veramente rarissima stampa inglese, copertina apribile nella versione con tinta virata in porpora (esiste in cinque diverse e contemporanee varianti di colore), con piccolissima foratura promozionale in basso a destra, pressata da "Ernest J.Day & Co." come indicato all' interno, dove l' indirizzo e' "Island Records Limited 155 157 Oxford Street London....", etichetta ''Island orange black circle'', rosa e ruvida con logo nero e arancione a sinistra, "Made in England" in basso lungo la circonferenza, nella versione che correttamente riporta sull' etichetta del primo lato indicati quattro brani e non cinque, trail off matrix "...+A" e "...+B". Pubblicato in Inghilterra nell' ottobre del 1969 dopo ''It's all about'' e prima di ''Ceremony'', giunto al numero 75 delle classifiche Uk e non entrato in quelle Usa, il secondo lp. L' ultimo lavoro registrato con Greg Ridley che lascia per gli Humble Pie; considerato il capolavoro della loro fase "British blues-rock". Il disco si compone di otto brani, tutti splendidi, con uno stile che partendo dal blues propone splendide immagini di puro free-styled rock e chitarre dirompenti ed originalissime, che danno all' opera un timbro insieme innovativo e selvaggio. Gli impasti vocali e strumentali della tastiera e voce di Gary Wright e della voce di Mike Harrison ricordano i migliori Savoy Brown ed a volte gli ultimi Yardbirds. Brani quali "Lost in My Dream" o il capolavoro di 9 minuti "Evil Woman" sono perfetti sia dal punto di vista esecutivo che da quello artistico, "I've Got Enough Heartache" e' degna di nota per l' incredibile basso suonato da Greg Ridley, mentre "Better By You, Better By Me" e' un esempio di come il gruppo potesse, volendo, scrivere ritornelli indimenticabili, "Hangman Hang My Shell on a Tree,"e' stata definita ''la colonna sonora perfetta per una giornata malinconica''. Il gruppo sara' attivo per oltre sette anni, producendo albums anche bellissimi ("Ceremony", per esempio), ma l' equilibrio e la sostanza di questo secondo lp non saranno mai piu' eguagliate.
Euro
160,00
codice 239746
scheda
Spring 2
Lp [edizione] seconda stampa  stereo  eu  1972  neon / private 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Copertina lucida apribile senza barcode, label nera con grande logo Neon a colori su di una facciata, nera con scritte bianche (SENZA logo RCA) e scaletta dei brani sull'altra, catalogo NE12. Per la prima volta disponibile in vinile grazie ad una pubblicazione privata uscita intorno al 2015, e qui nella seconda stampa, sempre "private press", del 2017, ecco il leggendario album perduto dei britannici Spring, inciso nel 1972 ma rimasto inedito. Inciso nel 1972 ai Rockfield Studios di Monmouth, Galles, da Peter Decindis (basso, sostituito da Adrian Maloney nel brano "Fool's gold"), Pick Withers (batteria, percussioni), Ray Martinez (chitarra elettrica, chitarra acustica, tastiere), Kipps Brown (organo, piano, mellotron, flauto) e Pat Moran (voce, tastiere), l'album mostra una inclinazione verso il progressive pop, con la maggior parte dei brani di durata medio / breve, caratterizzati dalle dominanti posizioni di organo o mellotron, e dal cantato melodico di Moran; nei due episodi di lunga durata il gruppo fa emergere con più decisione la sua vena prog rock: "Fool's gold" si avvicina agli Yes con i suoi toni solenni e con gli assoli di organo e chitarra dal sound pulito, mentre la versione più estesa di "Hendre mews" ha un sound più duro ed un andamento più idiosincratico, che si avvicina ai King Crimson ma con un tocco blues rock. Questa la scaletta: "Jack and Jim", "Hendre Mews", "A Painted Ship", "Helping the Helpless", "A World Full Of Whispers #2", "Fool`s Gold", "Get My Share", "Fernley Avenue", "High Horse", "Losers", "Hendre Mews #1", "A World Full Of Whispers #1". Autori di unico raro album uscito su Neon nel 1971, gli Spring erano un leggendario gruppo inglese, ed il loro eponimo lp è considerato uno dei massimi capolavori del rock progressivo. Una delle formazioni minori piu' apprezzate del rock progressivo britannico, gli Spring si formarono a Leichester nel 1970. Il gruppo basava il proprio suono sul mellotron e venne paragonato ai Moody Blues ed ai King Crimson piu' melodici; dopo aver aperto i concerti dei Velvet Underground nel loro tour inglese del 1971, gli Spring entrarono in studio per incidere il loro primo eponimo album, assai considerato fra gli appassionati. Il gruppo si sciolse poco dopo, in seguito all'incisione di alcuni brani per un secondo album mai uscito all'epoca (1972). Il batterista Pick Withers suonera' poi nei Dire Straits.
Euro
100,00
codice 335416
scheda
Springsteen bruce In Concert / MTV Unplugged
lp2 [edizione] originale  stereo  hol  1993  columbia 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Doppio album, l' originale molto rara stampa europea, pressata in Olanda (anche per l' Inghilterra), unico paese oltre la Spagna che pubblico' in vinile il disco, copertina lucida con adesivo sul fronte "Limited Edition 1993 European Tour Double Album" e date del tour europeo sul fronte, completo di inner sleeves con testi, etichetta rossa con logo Columbia in baicno in alto, catalogo 473860 1. Pubblicato nell' aprile del 1993, giunto al quarto posto delle classifiche inglesi, ed al 189esimo di quelle americane, contiene la eccellente registrazione del set dal vivo (solo il primo brano, l' inedita "Red Headed Woman", in effetti "unplugged") eseguito il 22 settembre del 1992 presso i Warner Hollywood Studios di Los Angeles, e trasmesso televisivamente da Mtv, alla vigilia dell' inizio del tour per gli albums "Human Touch" e "Lucky Town". Con una ottima band, sebbene certo non all' altezza delle E-Street Band per il momento accantonata, Springsteen esegue molti classici della sua lunga storia artistica. Questa la lista dei brani: A1 Red Headed Woman A2 Better Days A3 Atlantic City A4 Darkness On The Edge Of Town B1 Man's Job B2 Human Touch B3 Lucky Town C1 I Wish I Were Blind C2 Thunder Road C3 Light Of Day (episodio non molto noto, dalla colonna sonora del film "Light of Day") D1 If I Should Fall Behind D2 Living ProoF D3 My Beautiful Reward.
Euro
140,00
codice 246470
scheda
St. john bridget thank you for
lp [edizione] originale  stereo  uk  1972  dandelion / polydor 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good rock 60-70
prima davvero rara stampa inglese, copertina apribile (con giusto lievi segni di invecchiamento) stampata da E.J.Day Group, con logo Polydor sul fronte e sul retro, etichetta bianca con logo con fiore e foglie a sinistra e con "Marketed by Polydor" in basso, catalogo 2310-193, trail off matrix "...A-1" e "...B-1". Il terzo album, uscito dopo ''Songs for a gentle man'' e prima di ''Jumble queen''. Pubblicato per la etichetta Dandelion di John Peel (che la fondo', proprio per avere la possibilita' di pubblicare i dischi di Bridget...), registrato con John Martyn alla chitarra, Rick Kemp al basso (all' epoca con gli Steeleye Span, e gia' con Michael Chapman), Pyp Pyle alla batteria (all' epoca nei Gong, poi con Hatfield & the North e National Healt, tra gli altri), Rick Sanders alla chitarra, Gordon Hunley (Matthews' Southern Comfort), Ian Whiteman (Mighty Baby), Dave Mattacks (Fairport Convention), Tim Renwick (gia' con Bowie e Ian Matthews, tra gli altri), ed infine Willie John Wilson e Bruce Thomas dei Quiver, nel periodo in cui la St. John poteva contare su una legione di fans che la fecero divenire una delle principali attrazioni del circuito folk-rock , include molti brani originali e reinterpretazioni di Bob Dylan e Buddy Holly, ma soprattutto il suo brano piu' celebre, "Lazarus". Cantautrice inglese di culto fra la fine degli anni '60 ed i primi anni '70, Bridget St. John esordì suonando circuito folk ed in quello dei college. Il suo primo album uscì per la Dandelion di John Peel, che fu anche il produttore del disco. Seguirono altri tre lavori, fra cui ''Thank you for'' (1972), in cui era accompagnata da John Martyn e da membri dei Quiver e dei Mighty Baby. St. John cantò anche nell'album ''Shooting at the moon'' (1970) di Kevin Ayers; trasferitasi negli Stati Uniti a metà anni '70, abbandonò le scene musicali per oltre vent'anni, quindi riprese ad esibirsi nel 1999 e pubblicò alcuni nuovi album dal vivo nel primo scorcio del XXI secolo.
Euro
160,00
codice 258270
scheda
Stevens sufjan Mystery of love ep (numbered clear vinyl - rsd 2018)
10" [edizione] originale  stereo  eu  2018  music on vinyl 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent indie 2000
copia ancora incellophanata, con adesivo di presentazione ed adesivo del Record Store Day sul cellophane, 10 " in edizione limitata di 10000 copie in vinile trasparente, numerate sul retro (questa la copia 7547), l' originale ormai rarissima stampa, realizzata in occasione del RECORD STORE DAY DELL' APRILE 2018, etichetta custom a colori fotografica, catalogo MOV10023; contiene i tre brani di Sufjan Stevens facenti parte della colonna sonora del film del film di Guadagnino "Call me by your name": "Mystery of Love", "Visions of Gideon" e "Futile Devices (Doveman Remix)". Cantante, musicista e compositore, nativo di Detroit, Sufjan Stevens propone una musica che abbraccia diversi generi e stili: l'elettronica, indie folk-rock, il pop barocco, il mimimalismo e il lo-fi. Nel 2005 si è fatto notevolmente apprezzare con l'album "Illinois", n.1 per il Billboard top heatseekers. Il suo eclettismo musicale, unito ad una notevole prolificita', porta ad una difficile collocazione estetica del compositore.
Euro
130,00
codice 250924
scheda
Stewart al bedsitter images (1st cover/1st mix
Lp [edizione] originale  mono  uk  1967  cbs 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Prima davvero introvabile stampa inglese, mono, catalogo BGP63087, copertina laminata sul fronte e liscia sul retro, etichetta CBS arancione con logo centrale, con "(P) 1967" sulla destra, ''33 1/3'' a sinistra in basso, primissima tiratura con mixaggio e copertina originari (il disco fu ristampato nel 1970 con copertina diversa e brani remixati). Pubblicato in Inghilterra nell' ottobre del 1967 prima di ''Love chronicles'', non entrato nelle classifiche Uk e non pubblicato all' epoca in Usa. Il primo album. "Bedsitter Images" e' da ritenersi uno dei classici del ''Soho Movement'' e di tutta la new acustic scene inglese in generale; l' opera presenta un mix tra folk-rock e feeling cantautoriale, il tutto macchiato di psychedelia e preprogresive, con un tono malinconico e sognante, bellissimi e rivooluzionari i testi, di stampo letterario, tra i primi in assoluto a mettere in primo piano osservazioni popolari tra il metafisico ed il quotidiano, che forniscono un estto e poetico quadro storico della vita di tutti i giorni in Inghilterra, non mancano gli episodi di sapore storico, questa diverra' in futuro una sua caratteristica, gli arrangiamenti utilizzano un orchestra, e i brani sono pregni di una sensibilita' folk-barocca che sara' in seguito ripudiata da Stewart stesso che remixera' l'intero album nel 1970. Tra i brani "Beleeka Doodle Day." straordianrio affresco dall'intensita' paragonabile a quella trasmessa da Jackson C. Frank o Nick Drake. Un capolavoro sottovalutatissimo e che impone assolutamente un riascolto.
Euro
250,00
codice 51746
scheda
Stewart al Love chronicles
Lp [edizione] originale  mono  uk  1969  cbs 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
La prima molto rara stampa inglese IN MONO, copertina apribile "unipak" con apertura per il disco all' interno, con testi stampati all' interno, etichetta arancio con logo nero centrale, con "Mono" e frecce a sinistra, catalogo 63460 senza alcun prefisso (a differenza della versione stereo che ha prefisso "S"), trail off matrix "A1" e "B1". Pubblicato nel gennaio 1969 dalla CBS in Gran Bretagna, non entrato nelle classifiche inglesi, pubblicato in America nel gennaio del 1970, il secondo bellissimo album, votato dal Melody Maker come miglior album folk del 1969, uscito dopo ''Bedsitter images'' (1967) e prima di ''Zero she flies'' (1970). Disco il cui esito commerciale fu drammaticamente penalizzato dall presenza della lunga title track, che ne occupa quasi per intero la seconda facciata, storia di un amore perduto in cui l' amarezza di Stewart si traduce anche in qualche "fuck" di troppo che impedi' la trasmissione radiofonica, "Love Chronicles" e' una perla assoluta, frutto di una ispirazione straordinaria splendidamente supportata da un cast stellare di musicisti: JIMMY PAGE alla chitarra (ex Yardbirds, all' epoca gia' con i Led Zeppelin), ed i FAIRPORT CONVENTION quasi al completo con Mervyn Prestwick" (Richard Thompson) alla chitarra, "Simon Breckenridge" (Simon Nicol) alla chitarra, Ashley Hutchings al basso, "Martyn Francis" (Martin Lamble) alla batteria. Album pertinente alla prima fase della carriera di Stewart, quella legata allo underground ed al folk ''alternativo'', i disco vede l'autore lasciarsi alle spalle gli arrangiamenti orchestrali presenti nel debutto, in favore di sonorita' vicine al folk rock come al folk progressivo, evidenti in particolare nel lungo brano che da' il titolo all'album e che occupa quasi tutta la seconda facciata, racconto autobiografico sentimentale che fece scalpore all'epoca perche' il suo testo contiene la parola ''fuck''; gli altri brani, piu' succinti, mantengono le stesse atmosfere e sonorita' elettroacustiche dilatate e contemplative, decisamente hippie. Nato in scozia nel 1945, Al Stewart si rasferisce a Londra nei primi anni ''60; la sua carriera si divide in due fasi, la prima underground, dal 1967 al 1974 nella quale pubblica cinque album di delicato folk sognante elettroacustico con forti influenze psichedeliche e progressive e nella quale, specialmente nel primissimo periodo, e' uno dei ''nomi'' del Soho movement londinese, suonando e vivendo insieme a Jackson C. Frank, (nell'unico album del quale fa il suo debutto su disco), Paul Simon, Bert Jansh, John Renbourn, Sandy Danny, Roy Harper, solo per citarne alcuni; la seconda fase dal 1975 in poi, lo vede virare su brani piu' marcatamente pop e gli frutta enorme successo.
Euro
110,00
codice 239884
scheda
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1963  impulse! 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent jazz
Prima molto rara stampa americana, in mono, copia con giusto assai lievi segni di invecchiamento, copertina cartonata laminata all' esterno, etichetta arancio e nera con "A Product of Abc-Paramount Records, inc." in basso, nella prima versione, con il catalogo A-43 non seguito da una lettera (presente ad indicare la facciata nella seconda tiratura). Originariamente pubblicato dalla Impulse nel 1963, il primo dei due album incisi da Stitt per questa etichetta. Inciso al Rudy Van Gelder Studio di Englewood Cliffs, New Jersey, il 10 giugno del 1963, con formazione composta da Sonny Stitt (sax alto, sax tenore), Hank Jones (pianoforte), Al Lucas (contrabbasso) ed Osie Johnson (batteria). ''Now!'' e' uno dei lavori in cui Stitt passa dall'uso del sax alto, strumento che fino ad allora lo aveva caratterizzato ma che aveva anche contribuito a relegarlo nell'ambito dei ''cloni'' di Charlie Parker, a quello del sax soprano; solo un brano infatti vede la presenza del sax alto, a vantaggio del tenore che viene imbracciato dal leader in tutti gli altri, e di pari passo anche le tendenze piu' frenetiche degli assolo dello Stitt di tempi passati vengono qui imbrigliate. Questa la scaletta: ''Surfin''', ''Lester leaps in'', ''Estralita'', ''Please don't talk about me when I'm gone'', ''Touchy'', ''Never----sh!'', ''My mother's eyes'', ''I'm getting sentimental over you''. Uno dei piu' grandi emuli di Charlie Parker, ma anche di Lester Young, Sonny Stitt (1924-1982) fu alto sassofonista nella band di Tiny Bradshaw durante i '40, entra nel '45 nella band di Billy Eckstine e suona be-bop con Gene Ammons e Dexter Gordon. In seguito suona nell'orchestra e nel sestetto di Gillespie. Passa al tenore ed al baritono nel '49, ed incide una serie di album per la Prestige, la Argo e la Verve nei '50 e nei '60, formando diversi "combos" e reincontrando per un breve periodo anche Gillespie. Dopo una parentesi collaborativa con Miles Davis, si riunisce ad Ammons e costituisce, insieme a quest'ultimo e a James Moody una "lineup" di tre tenori. Durante i '60 registra anche per l'Atlantic, registrando il famoso "Stitt Plays Bird". Entra poi a far parte dei Giants of Jazz, gruppo che comprende Gillespie, Blakey, Kai Winding, Monk e Al McKibbon.
Euro
120,00
codice 255551
scheda
Storyteller storyteller (wrong track list on sleeve)
lp [edizione] originale  stereo  uk  1970  Transatlantic 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
prima rara stampa inglese, nella versione in cui la copertina riporta ancora all' interno nella lista dei brani, erroneamente, come quarto e quinto brano della seconda side rispettivamente "Ballad of Old-Three-Laps" e "Morning Glow" invece che viceversa, errore che fu presto corretto dalla Transatlantic, e che in questa copia e' stato gia' corretto sull' etichetta, copertina apribile pressata da "MacNeill press", come indicato all' interno, etichetta bianca con logo viola centrale, catalogo TRA220; il primo album della band inglese, prima del secondo ed ultimo "More Pages" (1971). I due albums che il gruppo produsse sono dei veri classici minori del progressive folk inglese, con brani elettroacustici sognanti ed autunnali nella tradizione di bands quali Mr Fox, Trees, Forest o Dando Shaft. Questo, prodotto da Peter Frampton ed Andy Bown (Andy Bown produrra' anche il secondo lavoro, vero membro aggiunto del gruppo, autore anche di alcuni brani nei due dischi), vede accanto ai cantanti Caroline Attard (in precedenza nel duo The Other Two) e Terry Durham (gia' autore di un album solista per la Deram nel 1969), Rodney Clark al basso (assente nel secondo lavoro), e Roger Moon (poi autore di due albums solisti) e Mike Rogers alle chitarre (acustiche). I due album che il gruppo produsse, ''Storyteller'' (1970) e ''More pages'' (1971), sono dei veri classici minori del progressive folk inglese, con brani elettroacustici sognanti ed autunnali nella tradizione di bands quali Mr Fox, Trees, Forest, Dando Shaft.
Euro
100,00
codice 256451
scheda
Strawberry alarm clock Incense and peppermints
Lp [edizione] originale  mono  uk  1967  pye international 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
prima rarissima stampa inglese in mono, copertina laminata sul fronte, flipback su tre lati sul retro, pressata da Garrod & Lofthouse, etichetta azzyrra con scritte e logo neri, catalogo NPL.28106. Pubblicato in Usa nel 1967 prima di ''Wake up it's tomorrow'', il primo album del gruppo psichedelico americano originario di Glendale, California, nato dalle ceneri dei Sixpence, autori di vari notevoli singoli tra il '66 ed il '67 (ma le radici della band risalgono agli Irridescents, gruppo surf autore di un singolo nel '63). Il simbolo stesso del ''flower power'', uscito in piena estate del 1967, coglie nelle atmosfere e nei testi piu' che in ogni altro album lo spirito pacifista e volto ad oriente degli hippies californiani, con organo e flauto in primo piano ed atmosfere che stano tra Country Joe and the Fish, i Jefferson Airplane ed i Doors passando per i Mamas and Papas di "California dremin' '', ma con un deciso piglio originale e a volte lievemente jazzato. La title track, presente anche in ''Psych Out'', film di culto del periodo, e' un vero capolavoro, e la seconda facciata del disco e' splendidamente lIsergica opposta alla prima piu' pop psychedelica. Un grande album, che consigliamo di riascoltare.
Euro
250,00
codice 243077
scheda
Stud (taste) September
Lp [edizione] originale  stereo  ger  1972  basf 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
prima rara stampa francese (il disco fu originariamente realizzato dalla Basf solo in Germania e Francia), copertina apribile laminata all' esterno, etichetta rossa con logo nero, rosso e bianco in alto, catalogo 29.054. Pubblicato nel 1972 dalla Basf in Germania ed in Francia, non uscito in Gran Bretagna, il secondo album, successivo a ''Stud'' (1971) e precedente ''Goodbye – live at command'' (1973). E' un lavoro dalle atmosfere altamente evocative e pastorali in brani come ''Good things'', ''Good knows'', ''Five to mid day'' o ''Corner'', con i loro ritmi lenti, gli arrangiamenti che includono sognanti voli di violino ed il cantato contemplativo e leggermente malinconico; fanno eccezione la lunga ''Life without music'', in cui il gruppo si lascia andare a jam strumentali fra progressive e jazz rock molto fluide e sostenute da un groove che ricorda i Traffic, ed il brano di chiusura ''Red wine'', scanzonato e countreggiante. Fondati a Londra nel 1970 da Richard McCracken e John Wilson, gia' con i Taste (e Wilson anche con i Them), Jim Cregan dei Blossom Toes, Julian Covey e The Machine, ed infine da John Weider dei Family, gli inglesi Stud ebbero piu' successo nell'Europa continentale che nella natia Inghilterra. Musicalmente erano fortemente influenzati dal jazz, ma anche vicini al progressive ed all' art rock dei primi '70; il loro primo eponimo album del 1971 fu recensito in termini entusiastici dalla critica inglese, ma il pubblico ignoro' di fatto l'opera, cosa che non avvenne invece in Germania, dove la band si stabili' poco dopo. Il loro manager Eddie Kennedy ruppe cosi' il contrato con la Deram per firmare con la Tedesca BASF, che pubblico' il lavoro successivo, ''September'', nel 1972, seguito poi da un terzo ed ultimo lp nel 1973, ''Goodbye – live at Command''. Frizioni all'interno della formazione portarono quindi ad un prematuro scioglimento; Cregan lascio' per i Family, Weider si uni' a Keith West nei Moonrider e McCracken allo Spencer Davis Group. Il solo Wilson cerco' di lasciare la band in vita, ma la formazione messa in piedi, che includeva l'ex East Of Eden Andrew Sneddon, non funziono' e la loro avventura ebbe fine.
Euro
100,00
codice 254045
scheda
Sunnyland slim midnight jump
lp [edizione] originale  mono  uk  1969  blue horizon 
  [vinile]  excellent  [copertina]  Very good blues rnr coun
molto rara prima stampa inglese, in mono, etichetta azzurra con scritte blu, copertina (con moderati segni di invecchiamento) laminata fronte e retro, catalogo M7-63213, del celebre album su Blue Horizon del bluesman di colore basato a Chicago, veterano della scena elettrica con centinaia di sessions ed appaizioni live. Questo album uscito in esclusiva per la Blue Horizon inglese, fu registrato in una session del maggio 1968 prodotta a Chicago da Mike Vernon, con la voce ed il piano in evidenza e fomazione elettrica a quattro, che include Walter Shakey Horton, Johnny Shines,Willie Dixon e Clifton James. Nato nel Mississippi nel 1907, a Lambert, inizia come pianista che accompagna i films muti, poi e' a Memphis, infine a Chicago, suona con Muddy Waters nelle registrazioni per la Tempo, con J.B.Lenoir, Floyd Jones, Snooky Prior, Willie Nix, Baby Face e Leroy Foster.
Euro
110,00
codice 109409
scheda
Sunnyland slim midnight jump
lp [edizione] originale  mono  uk  1969  blue horizon 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent blues rnr coun
molto rara prima stampa inglese, in mono, etichetta azzurra con scritte blu, copertina laminata fronte e retro (con lievi segni di invecchiamento), del celebre album su Blue Horizon del bluesman di colore basato a Chicago, veterano della scena elettrica con centinaia di sessions ed appaizioni live. Questo album uscito in esclusiva per la Blue Horizon inglese, fu registrato in una session del maggio 1968 prodotta a Chicago da Mike Vernon, con la voce ed il piano in evidenza e fomazione elettrica a quattro, che include Walter Shakey Horton, Johnny Shines,Willie Dixon e Clifton James. Nato nel Mississippi nel 1907, a Lambert, inizia come pianista che accompagna i films muti, poi e' a Memphis, infine a Chicago, suona con Muddy Waters nelle registrazioni per la Tempo, con J.B.Lenoir, Floyd Jones, Snooky Prior, Willie Nix, Baby Face e Leroy Foster.
Euro
150,00
codice 217833
scheda
Tangerine zoo tangerine zoo
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1968  mainstream 
  [vinile]  excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
prima rara stampa americana, copertina cartonata, etichetta blu argentato con logo bianco e nero, catalogo S/6107. Il primo album della band americana, uscito nel marzo del 1968, prima del secondo ed ultimo ''Outside Looking In''. Un album davvero notevole che rappresenta un punto fermo della musica underground della fine del decennio Usa. Tra i brani una unica cover, l' immancabile "Gloria", in una versione distorta e intinta nella psichedelia, ed una serie di eccellenti episodi originali, tra cui "One More Heartache", pubblicata anche su singolo.I Tangerine Zoo furono la principale garage psychedelic band di Newport, le prime tracce dei musicisti che diedero vita alla band sono rintracciabili in oscure bands come gli Ebb Tides e i Kidds; questo loro primo lavoro e' divenuto da molto tempo un oggetto di culto. La loro musica era un potentissimo garage dalle fortisime tinte psichedeliche sullo stile dei migliori Shadows Of Knight, ma con partiture piu' liquide e mantriche, con organo e chitarra fuzz in primo piano. Il chitarrista Wayne Gagnon suonera' piu' tardi nei Wadsworth Mansion, il bassista Tony Tavares nei Tavares, in piena scena disco.
Euro
220,00
codice 238341
scheda
Tavener john the whale
lp [edizione] originale  stereo  uk  1970  apple 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good rock 60-70
prima assolutamente rara stampa inglese, copertina apribile (con lievi segni di invecchiamento), etichetta con mela verde da un lato e mela tagliata dall' altro, con "Mfd. In Uk" su una riga a sinistra, catalogo SAPCOR15. Si tratta del primo album dello sperimentatore inglese, uscito prima di ''Celtic requiem'', anche quello su Apple. Il disco, composto nel 1966, e suonato per John Lennon che, nel pieno del suo periodo sperimentale, ne rimase completamente affascinato, e' stato registrato nella chiesa di St. John a Londra il 22, 23 e 24 luglio del 1970; si tratta di un album molto estremo, che ricorda per la sua eccentricita' altre opere del catalogo della Apple, in particolare ''Electronic sounds'' di George Harrison nelle atmosfere, ma con un' ottica molto vicina alla musica contemporanea della fine dello scorso millennio, Nono in testa ma anche Berio e Stockausen, con orchestrazioni dissonanti, voci fuori sincrono, suoni lacinanti ed esperimenti atonali. Un' opera che dimostra una volta di piu' come i Beatles fossero dei veri mecenati (la parola ''commerciale'' davvero non si adatta a questo lp) ed il catalogo della Apple un vero monumento al termine ''indipendente''. Giusto per curiosita' riportiamo il fatto che il grande Ringo Starr ha incredibilmente ristampato questo disco sulla sua etichetta nel 1977.
Euro
100,00
codice 216997
scheda
Tea and symphony an asylum for the musically insane
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1969  Harvest 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
prima davvero rarissima stampa inglese (i loro due albums hanno venduto poche centinaia di copie all' epoca dell' originaria uscita), copertina apribile laminata fronte retro, etichetta verde chiaro e verde scuro senza piccolo logo Emi, e con scritta lungo la circonferenza che inizia con "The Gramophone co.", trail off matrix sui rispettivi lati "...A-3U" e "...B-3U". Pubblicato in Inghilterra su Harvest nel 1969 prima di "Jo Sago'', non entrato nelle classifiche Uk ne' in quelle Usa. Formati a Birmingham nel 1968, tra gli altri con membri di Bakerloo e Locomotive, sullo stile del Principal Edward Magic Theatre, erano una sorta di circo itinerante che metteva insieme elementi teatrali e di mimo; la loro musica era suonata con una grande quantita' di strumenti, a dar vita ad un caleidoscopio di psichedelia, folk, esoterismo, progressive e sperimentazione, con brani che sono affreschi originalissimi che hanno elementi della Incredible string band e dei Dr. Strangely strange, ma anche la follia anarcoide della controcultura dei '60. I loro due unici lavori sono a ragione considerati tra i capolavori assoluti dell' acid folk di tutti i tempi. Dopo lo scioglimento avvenuto nel 1971, il solo cantante James Langston riapparira', con i Mean Street Dealer, autori di un album nel 1979.
Euro
650,00
codice 233421
scheda
Ten Years After Ssssh (mono!)
Lp [edizione] originale  mono  uk  1969  deram 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Prima molto rara stampa inglese in mono (uno degli ultimi dischi mono pubblicati in Inghilterra), copertina apribile laminata fronte retro e liscia all' interno con buco ''stereo mono'' sul retro in alto a destra, etichetta (che presenta un nome scritto a penna biro sul lato 1) bianca e marrone con scritte in alto lungo la circonferenza, SENZA il marchio"R" dopo il logo stesso, completa di inner sleeve bianca e rossa "mono". Pubblicato in Inghilterra nell' agosto del 1969 dopo ''Stonedhenge'' e prima di ''Cricklewood green'', giunto al quarto posto delle classifiche inglesi ed al 20esimo di quelle Usa. Il terzo album in studio. Presenta un mix travolgente di blues, boogie, country e hard, fu inoltre il lavoro presentato a Woodstock dove la band si esibi' in una memorbile performance nell' agosto del 1969. Opera tra le fondamenteli del British blues, cattura la chitarra di Alvin Lee nel suo massimo splendore, inoltre la band dmostra ora una potenza propulsive incredbile incentrata sulla colossale base ritmica , contiene alcuni classici, la cover di Sonny Boy Williamson "Good Morning Little Schoolgirl,", "I Woke Up This Morning.".Ssssh '' sara' l'album che dara' al gruppo la grande popolarita' soprattutto negli usa e che li fara' divenire nei due anni successivi tra le piu' passate bands nelle radio "underground" FM.
Euro
190,00
codice 217465
scheda
Ten Years After stonedhenge
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1969  deram 
  [vinile]  excellent  [copertina]  excellent rock 60-70
Prima molto rara stampa inglese, copertina apribile laminata fronte e retro con foro sul retro mono/stereo, etichetta bianca e rossa con scritte sia in basso che in alto lungo la circonferenza (e non solo in alto come nella seconda tiratura del 1969, mentre solo la terza tiratura avra' il marchio "R" accanto al logo "Deram"). Pubblicato in Inghilterra nel Febbraio del 1969 dopo ''Undead'' e prima di ''Sssh'', giunto al numero 6 delle classifiche Uk ed al numero 20 di quelle Usa. Il terzo album. Lavoro leggendario, presenta una inimitabile miscela di rock blues boogie e psichedelia, con brani potenti e dalla groove lenta e progressiva, assai diversa dai suoni dei primi lavori; Melody Maker proclamo' l'album '' One of the best LP of the 1969, magnificent music '' e Record Mirror '' They are more than just a blues group- they represent the current situation in contemporary pop music'', tra i brani doveroso menzionare almeno la spaziale '' No Title'', ''hear me Calling', l' oscura ''A Sad Song'', e ''Going To Try'', mentre l'outtake '' Boogie On'', registrato durante queste sessions sara' incluso piu' tardi in '' Alvin Lee & Company'', Stonedhenge sara' il primo lavoro del gruppo ad entrare nelle classifiche, e tale sara' la sua popolarita' che tutti e 4 i membri della band figureranno nella top 10 degli strumentisti Inglesi nel referendum del 1969 con , rispettivamente, Alvin lee al numero 5, Ric Lee al numero 18, Leo Lyons al numero 3, Chick Churchill al numero 9.
Euro
190,00
codice 108656
scheda
Lp [edizione] originale  mono  uk  1968  deram 
  [vinile]  excellent  [copertina]  Very good rock 60-70
prima davvero molto rara stampa inglese in mono, copertina (con lievi segni di invecchiamento) laminata sul fronte, con catalogo DML1023 ed indicazione "MONO" sul retro e sulla costola, con costola che va a restringersi presso le estremita', etichetta bianca e marrone con scritte sia in alto che in basso lungo la circonferenza, con "Mono" in un rettangolo nero, nella originaria versione in cui il brano "Spider in Your Web" e' indicato sull' etichetta come "Spider in My Web". Pubblicato in Inghilterra nell' agosto del 1968 dopo ''Ten years after'' e prima di ''Stonedhenge'', giunto al numero 26 delle charts Uk e non entrato in quelle Usa. Il secondo album. Registrato live al leggendario Klooks Kleek di Londra il 14 maggio 1968 dalla formazione classica, con Alvin Lee, Leo Lyons, Chuck Churcill e Ric Lee, prodotto da Mike Vernon, "Undead" contiene l' originale versione di "I'm Going Home," il brano che dono' la popolarita' ai Ten Years After dopo il festival di Woodstock; il disco vede una prima facciata che contiene due lunghe jams tra jazz, blues e hard, "I May Be Wrong But I Won't Be Wrong Always" e la cover di Woody Herman "Woodchopper's Ball," entrambe con la chitarra di Alvin Lee al centro dell'attenzione, mentre sulla facciata 2 la band e' alle prese con due lenti e ipnotici blues tipici della seconda meta' del decennio britannico dei ''60, un solo di batteria ed il rock & roll acido di "I'm Going Home." ecco la lista dei brani contenuti- I May Be Wrong, But I Won't Be Wrong Always, At the Woodchopper's Ball , Spider in My Web, Summertime (Into Shantung Cabbage), I'm Going Home .
Euro
170,00
codice 109046
scheda
Lp [edizione] originale  mono  uk  1968  deram 
  [vinile]  Very good  [copertina]  Very good rock 60-70
copia con qualche segno di invecchiamento sul vinile e sul retrocopertina, prima davvero molto rara stampa inglese, con disco mono e copertina stereo (cosa non comune in quegli anni), copertina laminata sul fronte, con catalogo SML1023 ed indicazione "Stereo" sul retro e sulla costola, con costola che va a restringersi presso le estremita', etichetta bianca e marrone con scritte sia in alto che in basso lungo la circonferenza, con "Mono" in un rettangolo nero, nella originaria versione in cui il brano "Spider in Your Web" e' indicato sull' etichetta come "Spider in My Web". Pubblicato in Inghilterra nell' agosto del 1968 dopo ''Ten years after'' e prima di ''Stonedhenge'', giunto al numero 26 delle charts Uk e non entrato in quelle Usa. Il secondo album. Registrato live al leggendario Klooks Kleek di Londra il 14 maggio 1968 dalla formazione classica, con Alvin Lee, Leo Lyons, Chuck Churcill e Ric Lee, prodotto da Mike Vernon, "Undead" contiene l' originale versione di "I'm Going Home," il brano che dono' la popolarita' ai Ten Years After dopo il festival di Woodstock; il disco vede una prima facciata che contiene due lunghe jams tra jazz, blues e hard, "I May Be Wrong But I Won't Be Wrong Always" e la cover di Woody Herman "Woodchopper's Ball," entrambe con la chitarra di Alvin Lee al centro dell'attenzione, mentre sulla facciata 2 la band e' alle prese con due lenti e ipnotici blues tipici della seconda meta' del decennio britannico dei ''60, un solo di batteria ed il rock & roll acido di "I'm Going Home." ecco la lista dei brani contenuti- I May Be Wrong, But I Won't Be Wrong Always, At the Woodchopper's Ball , Spider in My Web, Summertime (Into Shantung Cabbage), I'm Going Home .
Euro
120,00
codice 231290
scheda
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1968  deram 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
prima davvero rara stampa inglese, copertina laminata, etichetta bianca e rossa con logo ''Deram'' grande e scritte sia in basso che in alto lungo la circonferenza, ovviamente senza marchio ''r'' accanto al logo, nella originaria versione in cui il brano "Spider in Your Web" e' indicato sull' etichetta come "Spider in My Web". Pubblicato in Inghilterra nell' agosto del 1968 dopo ''Ten years after'' e prima di ''Stonedhenge'', giunto al numero 26 delle charts Uk e non entrato in quelle Usa. Il secondo album. Registrato live al leggendario Klooks Kleek di Londra dalla formazione classica, con Alvin Lee, Leo Lyons, Chuck Churcill e Ric Lee, prodotto da Mike Vernon, "Undead" contiene l' originale versione di "I'm Going Home," il brano che dono' la popolarita' ai Ten Years After dopo il festival di Woodstock; il disco vede una prima facciata che contiene due lunghe jams tra jazz, blues e hard, "I May Be Wrong But I Won't Be Wrong Always" e la cover di Woody Herman "Woodchopper's Ball," entrambe con la chitarra di Alvin Lee al centro dell'attenzione, mentre sulla facciata 2 la band e' alle prese con due lenti e ipnotici blues tipici della seconda meta' del decennio britannico dei ''60, un solo di batteria ed il rock & roll acido di "I'm Going Home." ecco la lista dei brani contenuti- I May Be Wrong, But I Won't Be Wrong Always , At the Woodchopper's Ball , Spider in My Web, Summertime (Into Shantung Cabbage), I'm Going Home .
Euro
210,00
codice 34722
scheda
Them in reality
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1971  happy tiger 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
prima davvero molto rara stampa americana, copertina cartonata (con giusto lievi segni di invecchiamento sul retro), etichetta gialla con scritte e logo neri, catalogo HT1012. L' ultimo album dei Them "americani", ovvero la seconda versione del gruppo inglese, ormai basato in America, senza Van Morrison. Uscito dopo due albums su Tower e "Them" del 1969 (sempre su Happy Tiger), l' album rappresenta la miglior chiusura possibile per questa seconda fase (assai meno conosciuta di quanto meriterebbe) della vita artistica della storica band. Dopo l' abbandono nel 1966 di Van Morrison i rimanenti membri del gruppo decidono di rimanere negli USA e si trasferiscono in Texas, qui, capitanati dal bassista Alan Henderson, producono quattro albums purtroppo criminalmente ignorati da pubblico e critica, e demoralizzati dalla mancanza di riscontro nonostante la superba musica prodotta, si scioglieranno nel 1971 dopo un ultimo sempre notevolissimo lavoro. Musicalmente questi "Them" sono molto piu' acidi e psichedelici dei precedenti, presentano semmai molte similitudini con gli ultimi Yardbirds, o i piu' acidi Creation, il tutto in un clima distorto ed acidissimo che risente anche non poco della contemporanea scena "acid rock" americana, con notevolissime fuzz guitars, che qui ridonano nuova magnifica vita ai vecchi classici del gruppo "Gloria" e "Baby Please Don't Go", oltre a nuovi originali notevolissimi brani, la cui impronta e' assai piu' viscerale e meno pop rispetto all' album precedente, nonostante la line up sia qui la medesima, con il chitarrista Jim Parker ed il batterista John Stark (gia' entrambi insieme nei Kitchen Cinq e negli Armageddon) accanto ad Henderson.
Euro
200,00
codice 230801
scheda
Them them
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1969  happy tiger 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
COPIA ANCORA INCELLOPHANATA, la prima molto rara stampa, uscita esclusivamente in Usa su Happy Tyger, copertina cartonata, etichetta gialla con scritte e logo neri, catalogo HT1004. Uscito nel 1969, dopo "Time Out! Time In For Them" e prima di "In Reality", il penultimo lp dei Them "americani", ovvero la seconda versione del gruppo inglese, ormai basato in America, senza Van Morrison. Registrato pare con la partecipazione di Ry Cooder e Jack Nitzsche, non accreditati, questo album e' una valida testimonianza della seconda fase (assai meno conosciuta di quanto meriterebbe) della vita artistica della storica band. Dopo l' abbandono nel 1966 di Van Morrison i rimanenti membri del gruppo decidono di rimanere negli USA e si trasferiscono in Texas, qui, capitanati dal bassista Alan Henderson, producono quattro albums purtroppo criminalmente ignorati da pubblico e critica, e demoralizzati dalla mancanza di riscontro nonostante la superba musica prodotta, si scioglieranno nel 1971 dopo un ultimo sempre notevolissimo lavoro. Musicalmente questi "Them" sono molto piu' acidi e psichedelici dei precedenti, presentano semmai molte similitudini con gli ultimi Yardbirds, o i piu' acidi Creation, il tutto in un clima distorto ed acidissimo che risente anche non poco della contemporanea scena "acid rock" americana, con notevolissime fuzz guitars, tra originali notevolissimi brani e qualche cover, come quella di "In The Midnight Hour" di Wilson Pickett. L' approccio e' in bilico tra una viscerale psichedelia "garagey" e qualche accenno pop; con la medesima line up che vede il chitarrista Jim Parker ed il batterista John Stark (gia' entrambi insieme nei Kitchen Cinq e negli Armageddon) accanto ad Henderson, registreranno presto il loro ultimo "In Reality", ancora piu' acidamente chitarristico.
Euro
140,00
codice 232210
scheda
Third ear band macbeth
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1972  harvest 
  [vinile]  excellent  [copertina]  excellent rock 60-70
Prima molto rara stampa inglese, copertina in cartoncino "textured" in rilievo fronte e retro, pressata da "Garrod & Lofthouse", etichetta verde chiaro e verde scuro con piccolo logo Emi e scritta lungo la circonferenza che inizia con "The gramophone co.", trail off matrix "...A-1" e "...B-1" sulle rispettive facciate. Pubblicato in Inghilterra nel febbraio del 1972 dopo ''Third ear band (Elements)'' e non entrato nelle classifiche inglesi. Il terzo ed ultimo album. Realizzato come colonna sonora dell'omonimo film di Roman Polanski ,oscuro e tenebroso come la musica che la Third Ear Band vi costruisce sopra. il disco contiene 16 tracce, immerse in un clima gotico e metafisico, per la prima volta vengono utilizzati dal gruppo, insieme a quelli consueti acustici, strumenti elettrici, e quindi il suono di questo album e' assai piu' ''progressive'' rispetto ai primi due lavori, completamente acustici. la formazione del gruppo include ora paul minns all'oboe, glen sweney alla batteria e percussioni, paul buckmaster al violoncello, chitarra e basso, simon house al violino e al synth v.c.s.3 e denim bridges alla chitarra. la musica della band rappresenta qui certamente il punto piu' estremo della sperimentazione mistico psychedelica degli anni ''60 inglesi, dopo gli anni dei concerti all'ufo club dove per solito il gruppo chiudeva le serate con lunghe sessions improvvisate, polansky li chiama per questa colonna sonora, purtroppo nonostante il discreto successo del film la musica passa inosservata ed il gruppo si sciogliera' di li a poco. si riformeranno con una formazione leggermente diversa, alla fine degli anni '80.
Euro
130,00
codice 104720
scheda
Tippett keith group dedicated to you but you weren't listening
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1971  vertigo 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good rock 60-70
la prima rarissima stampa inglese, copertina apribile (con lievi segni di invecchiamento) pressata da "Howards Printers" (come indicato sul retro), etichetta con spirale, scritta Vertigo non sopra il foro ma in basso, sul lato B, trail off matrix "...1Y//1" (lato A) e "...2Y//1" (lato B), copia ancora corredata di inner sleeve Vertigo con spirale. Pubblicato nel 1971 dalla Vertigo, il secondo album della band del pianista jazz rock inglese, uscito dopo ''You are here, I am there'' (1970) e prima di ''Blue print'' (1972). Il titolo di questo lp è stato preso da una canzone dei Soft Machine; il disco e' considerato uno dei capolavori del jazz progressive inglese, con Robert Wyatt alla batteria ed Elton Dean al sax, e presenta una musica sicuramente di ascolto impegnativo, in cui convivono in modo talvolta stridente jazz melodico e free jazz, il tutto amalgamato con elementi rock, in un susseguirsi di passaggi melodici e dissonanti, che talvolta si intrecciano. Keith Tippett e' certamente il maggiore pianista jazz Inglese, ma nonostante questo la sua storia e' altrettanto' legata a quella del rock progressive: partecipa infatti agli album di Blossom Toes, King Crimson e Soft Machine, tra gli altri, prima del suo album d'esordio su Polydor ''You are here... I am there'' (1970) a nome Keith Tippett Group, mix tra jazz, progressive ed avanguardia. Il progetto, dopo un'ulteriore album su Vertigo ed il matrimonio con Julie Driscoll, si trasformera' in Centipede; a questo segue l'album ''Blue print'' (1972), prodotto da Robert Fripp e poi la formazione degli Ovary Lodge, prodotti anch'essi da Fripp. Nei suoi album suonano regolarmente Marc Charig, Elton Dean, Robert Wyatt, Giorgio Gomelski e Julie Driscoll.
Euro
210,00
codice 238694
scheda

Page: 15 of 18


Pag.: oggetti: