Hai cercato:  Ultimi arrivi (lista aggiornata ogni giovedi' sera) --- Titoli trovati: : 308
 
Pag.: oggetti:
 
ordina per
aiuto su ricerche
Pag.: oggetti:
Widowspeak Plum (white)
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  2020  captured tracks 
indie 2000
edizione limitata in vinile bianco. adesivo su cellophane. Il quinto album della band americana di Brooklyn, indie-folk con la voce di Molly Hamilton e Michael Stasiak. note a seguire. rock sognante, ottenuto anche con elementi acustici, come le chitarre ed harmonium, caratterizzato dall'accattivante, delicata e languida voce della cantante Molly Hamilton, che spesso evoca Hope Sandoval dei Mazzy Star e da una chitarra effettata con delay e reverberi che contrappunta le melodie. Presenti anche derive psichedeliche, oltre ad un evidente attitudine melodica pop e rimandi all'indie d'oltreoceano come per esempio ai Built To Spill, oltre ai Cowboy Junkies. Duo newyorkese composto dalla cantante Molly Hamilton e dal chitarrista Robert Earl Thomas, attivi dal 2010, inizialmente come trio, con Michael Stasiak, poi come quartetto con l'inserimento della bassista Pamela Garabano-Coolbaug, (entrambi lasciano dopo il primo eponimo album del 2011, uscito sempre su Captured Tracks). la loro musica e' caratterizzata da una miscela di indie, shoegaze, folk e perfino atmosfere western morriconiane.
Euro
27,00
codice 2094817
scheda
Witch (zambia) lazy bones!! (colored vinyl)
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1975  now again 
rock 60-70
Ristampa del 2021, edizione limitata in vinile arancione, copertina senza barcode pressoche' identica alla stampa privata del 1973 pubblicata in Zambia su Teal e di enorme valore collezionistico. Uscito nel 1975 dopo "Introduction" ed "In the Past", e prima di "Lukomo Vibes", il terzo album, considerato dai piu' come il loro massimo capolavoro, ed uno dei piu' grandi dischi di rock underground mai pubblicati in Africa; un vero capolavoro, con dieci brani, tutti originali, dalla groove eccezionalmente interessante e inaspettata, potentissime e taglienti chitarre elettriche soliste, con largo uso di Wah Wah e Fuzz, una atmosfera inusuale, magica, oscura e totalmente caratteristica, un approccio visceralmente underground, e splendidamente grezzo, tutto pone i Witch di "Lazy Bones" su di un gradino superiore rispeto agli altri, pur grandiosi, gruppi Africani del periodo. La musica e' riflessiva e complessa con memorabili escursioni nella psichedelia voodoo su "October Night". Un album a dire poco eccezionale. Da notare anche la dirompente carica emotiva della musica proposta, di gran lunga superiore anche ai dischi del rock dell' Europa-Usa del periodo. Forse la piu' notevole e certamente una delle piu' considerate band uscite della scena Afro-rock, i WITCH (ovvero We Intend To Cause Havoc), operanti nella capitale dello Zambia, Lusaka, erano un gruppo di 5 elementi di puro underground elettrico Africano sullo stile dei pilastri dell' Afrorock quali Amanaz, Blackfoot (Zam), Blo, Ofege, Peace, Question Mark, Randy Pie, Taylor Ebo & the Pelikans, Zebby Chrissy Tembo & Ngozi family. I primi due albums del gruppo "Introduction" ed "In The Past" furono tra quelli che segnarono la nascita di una industria discografica nello Zambia, ma aldila' del loro enorme valore storico devono la loro straordinaria fama ad un efficacissimo e molto personale mix di garage e rock chitarristico, con elementi heavy rock, funky e psych, visceralmente underground. Il terzo album, "Lazy Bones!!" e' considerato dai piu' il loro capolavoro, gli ultimi due lps "Lukombo Vibes" ed "Including Janet", registrati dopo che la band fu in tour con gli Osibisa, si accostano anche alle radici musicali dello Zambia, eccellenti esempi di “afro-rock”.
Euro
32,00
codice 2113410
scheda
X More fun in the new world
LP [edizione] originale  stereo  usa  1983  elektra 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
COPIA ANCORA INCELLOPHANATA; copertina (con cut promozionale in alto a destra) con barcode, completa di inner sleeve con testi e sagomatura sul lato di apertura, etichetta rossa con logo bianco in alto, catalogo 60283-1. Il quarto album della grande punk rock band californiana di Los Angeles guidata da Exene Cervenka e John Doe. Uscito nel settembre del 1983, e giunto all' 86esimo posto della classifica americana, "More Fun in the New World" e' l' ultimo album della band che vede alla produzione l' ex Doors Ray Manzarek, quasi un membro aggiunto del gruppo sin dai tempi del primo epocale "Los Angeles", e soprattutto ne e' l' ultimo capolavoro, giacche' il successivo "Ain't Love Grand", due anni dopo, sebbene assai sottovalutato, esporra' al giudizio della critica e del pubblico una band ormai lontana dalla freschezza trascinante dei tempi migliori (benche' preceduto da "Poor Little Critter in the World", in cui Exene Cervenka, John Doe ed il batterista D.J. Donebrake, a nome Knitters, compirono un vero e pro
Euro
30,00
codice 241233
scheda
X-ray spex obsessed with demos (1977-1978)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1977  private 
punk new wave
Pubblicazione private press del 2022, in vinile rosa, copertina senza barcode, label nera con scritte bianche da un lato e custom fotografica dall' altro, catalogo TONY002. L' album contiene ben diciotto brani provenienti da demos registrati tra il 1977 ed il 1978, prima dell' uscita dell' unico album "Germfree Adolescents", tra di essi molti dei classici del gruppo in grezze ed imperdibili versioni, ed aepisodi meno noti od inediti, tra cui le conclusive "Prefabricated Icon", "Warrior in Woolworths" e "I Can't Do Anything", interessanti tracce strumentali che poi la band non completo' con la parte vocale di Poly Styrene, lasciandole inedite. Questa la lista completa dei brani: 1.Obsessed With You 2.Let's Submerge 3.Plastic Bag 4.I Live Off You 5.I Am A Cliche 6.I Can't Do Anything 7.The Day The World Turned Day-Glo 8.Oh Bondage! Up Yours! 9.Genetic Engineering 10.Art-I-Ficial 11.Germ Free Adolescents 12.Warrior In Woolworths 13.Obsessed With You 14.The Day The World Turned Day-Glo 15.I Can't Do Anything 16.Warrior In Woolworths 17.Prefabricated Icon. Guidati dalla poetessa della punk generation inglese Poly Styrene, sono stati un gruppo straordinario ed a tratti geniale, capace all' interno del movimento punk di intravederne la fine (e le cause della fine) e la consapevolezza di dover cercare strade nuove da percorrere, dando vita ad una musica originale come poche, ovviamente marchiato a fuoco dalla voce squillante della scatenata Poly-Styrene e dal tipico uso del sax, inizialmente suonato da Lora Logic, uscita presto dalla band per collaborazioni importanti come Red Crayola e This Heat, prima di formare un suo gruppo. Poly tornera' occasionalmente ad incidere per conto proprio dopo lo scioglimento del gruppo nel '79, molto lontana dal punk rock degli X Ray Spex.
Euro
23,00
codice 3028190
scheda
Yamashita yosuke Breathtake
Lp [edizione] ristampa  stereo  usa  1975  west 54 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good jazz
Prima stampa americana del 1980 su West 54, copertina cartonata senza barcode, label con dipinto di palazzi a colori sullo sfondo, logo West 54 bianco e nero in alto a sinistra, catalogo WLW8009. Originariamente pubblicato nel 1975 dalla Frasco solo in Giappone, uscito in Usa nel 1980, questo album fu inciso allo Union Studio di Monaco di Baviera, Germania, dal solo Yosuke Yamashita al pianoforte. Composto interamente da Yamashita, "Breathtake" è un lavoro dai toni complessivamente riflessivi, ma aperto anche a dinamiche e sfuggenti fughe ora verso il free jazz ora verso il post bop più sperimentale, lontano da melodie facili o canoniche. Questa la scaletta: "Roihani", "Echo", "Mina's second theme", "Breathtake", "Entlam", "It will be forever", "Turning point". Uno dei più stimati jazzisti giapponesi della sua generazione il pianista Yosuke Yamashita nacque a Tokyo del 1942; negli anni '60 suonò per un periodo con il famoso sassofonista Sadao Watanabe, quindi nel 1969 formò un proprio trio senza contrabbassista. L'influenza di un classico come Bill Evans si intrecciò progressivamente con quella di movimenti jazz più radicali come il free e, negli anni '70, Yamashita si fece apprezzare anche in Europa, per poi debuttare negli USA nel 1979, al festival jazz di Newport; in quel periodo incise anche con una fondamentale formazione sperimentale americana, gli Art Ensemble Of Chicago. In seguito, il pianista prese ad esibirsi con maggiore frequenza in concerti per solo pianoforte, ma approfondì anche la sintesti con le musiche dell'Asia orientale, impiegando percussioni giapponesi e coreane, ed integrando elementi di musica classica nella sua arte. Ha continuato la sua attività nei decenni, lavorando con illustri colleghi quali Elvin Jones, Max Roach, Bill Laswell, Lester Bowie e Cecil McBee.
Euro
18,00
codice 332465
scheda
Yardbirds live in france (1965-68)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1965  repertoire 
rock 60-70
copertina senza barcode, adesivo di presentazione sul cellophane, inserto apribile con note e foto, catalogo V323. Pubblicata dalla Repertroire nel 2020, questa bella raccolta include raro materiale registrato dal vivo in Francia tra il 1965 ed il 1968, in veri e propri concerti o durante apparizioni televisive. Solo parte di questo materiale era gia' apparso in altre pubblicazioni ufficiali, ed in partiolare "Dazed and confused: the Yardbirds in '68 – live at the Bbc and beyond" e "1966", entrambi usciti nel 2018. Questa la lista completa dei brani contenuti e l' occasione in cui vennero registrati: "For Your Love" e "I Wish You Would" sono registrate al Paleis des Sports di Parigi il 20 June 1965, ''Train kept a-rollin'', ''Shapes of things'' e "Over, Under, Sideways, Down" sono registrate alla Music Hall De France di Parigi il 27 giugno del 1966 durante un' apparizione televisiva, "Shapes Of Things", "Train Kep A-Rollin' ", "You're A Better Man Than I", "Heart Full Of Soul", "My Baby", "Most Likely You Go Your Way (And I'll Go Mine)" ed "Over Under Sideways Down" sono registrate il 30 aprile del 1967 al Grand Spectacle de Jeunes, Parigi, "Train Kept A-Rollin' ", "'Dazed And Confused'' e ''Goodnight Sweet Josephine'' sono registrate il 9 marzo del 1968 durante un' apparizione televisiva. Attivi fra il 1963 ed il 1968, gli Yardbirds sono stati un fondamentale e storico gruppo inglese, alfieri, nei loro primi anni, dell'ala piu' legata al blues ed allo r'n'b del beat inglese, con efficacissime cover di classici blues come ''Smokestack lightning'' e ''Good morning little school girl'', alle quali seppero dare un tocco personale e britannico, grazie anche al talento di una formazione di grande spessore (vi militarono in quegli anni chitarristi come Eric Clapton e Jeff Beck), che avrebbe poi influenzato il movimento rock blues inglese di fine anni '60; ma furono capaci anche di produrre con successo canzoni piu' vicine alla sensibilita' pop dell'epoca, come dimostra ad esempio ''For your love'', e poi nei loro ultimi anni della loro breve carriera si aprirono ad influssi psichedelici, prima di diventare il ''bozzolo'' dal quale sarebbero fuoriusciti i Led Zeppelin (nei loro ultimi concerti e sessioni radiofoniche, con Jimmy Page in formazione, gli Yardbirds suonavano alcuni brani che sarebbero poi entrati nel repertorio zeppeliniano). Il gruppo si e' poi riformato nei primi anni '90, sotto la guida di Jim McCarthy e di Chris Dreja, due membri della formazione originaria.
Euro
28,00
codice 3029493
scheda
Lp [edizione] nuovo  stereo  rus  1968  audio clarity 
rock 60-70
Vinile a 45 giri, copertina senza codice a barre. Ristampa del 2021 ad opera della Audio Clarity, pressoché identica alla rara prima tiratura. Originariamente pubblicato nel 1968 dalla Direction nel Regno Unito, il terzo album, successivo a "Zoot!" (1966) e precedente "Zoot money" (1970). Inciso da una formazione che, sebbene conservasse quello della Big Roll Band, era ormai quella dei Dantalion's Chariot, "Transition" è in effetti un'opera di transizione, nella quale Money ed i suoi collaboratori tentano diverse strade, da canzoni pop soul accostate a quelle di Georgie Fame, episodi con inflessioni jazzate e r'n'b, ma anche il groove dai richiami bossa nova della delicata "Just a passing phase", la cullante litania quasi psichedelia di "Coffee song", e soprattutto la brillante "Soma", in cui il sitar si intreccia con il flauto in un delizioso e fluttuante strumentale jazzy/psych, distante anni luce dal resto dell'album. Gli Zoot Money's Big Roll Band furono il primo gruppo importante del tastierista britannico Zoot Money (vero nome George Bruno): attivi dalla prima meta' degli anni '60, attraverso vari cambi di formazione elaborarono intono alla meta' del decennio un raffinato melange di r'n'b, soul e venature jazzate, che raccolse il plauso del pubblico dei locali londinesi e propizio' la pubblicazione di due album, usciti nel 1965 e nel 1966. Il nucleo del gruppo, guidato da Money, si trasformo' nel luglio del 1967 in uno dei piu' leggendari gruppi della psichedelia inglese, i Dantalian's Chariot, con in formazione anche un certo Andy Somers (aka Summers), a sua volta gia' membro della Big Roll band. Divennero nei mesi successivi uno dei piu' apprezzati gruppi dello underground londinese, e le loro esibizioni dal vivo ai club come il Middle Earth e l'UFO sono rimaste nella leggenda sia per il loro sound che per il loro light show, considerato generalmente il migliore in circolazione all'epoca. Scioltsi i Dantalion's Chariot, Money ando' negli USA, dove pochi mesi dopo si ritrovo' insieme a Summers nei New Animals di Eric Burdon, con i quali incisero l'album ''Love is'', che contiene fra l'altro una lunga versione di ''Madman running through the fields''.
Euro
26,00
codice 2113322
scheda
Zz top Tres hombres
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1973  warner bros 
rock 60-70
ristampa in vinile 180 grammi, ottenuta dai master tapes originali, copertina apribile senza barcode, pressocche' identica a quella della originaria tiratura, del terzo album del gruppo texano, pubblicato su etichetta London negli Stati Uniti nell'agosto del 1973 dopo ''Rio Grande Mud'' e prima di ''Fandango'', e giunto al numero 8 delle classifiche americane (non entrato in quelle inglesi dove usci' nel novembre dello stesso anno). L' album usci' dopo il tour con i Rolling Stones, nel quale gli ZZ Top si esibiscono con tanto di serpenti e cactus sul palco; mentre i concerti procedono il gruppo diviene una sorta di leggenda e inizia a rivaleggiare con gli Stones stessi, con il loro show puntualmente animato da risse, ed il gruppo che a fine concerto viene richiamato a gran voce sul palco dalla folla in delirio, il che irrita non poco la band di Mick Jagger. Non a caso il disco diverra' di platino, con il gruppo per la prima volta nella top 10 americana. Prodotto da Bill Ham con un suono asciutto, tagliente, energetico, modernissimo , "Tres Hombres" contiene la migliore selezione di brani che il gruppo avesse mai prodotto; il groove delle canzoni e' impressionante, la chitarra di Billy Gibbons e la base ritmica di Dusty Hill e Frank Beard sono eccezionalmente dinamiche ed appropriate, molti dei brani resteranno dei classici del repertorio del gruppo e del rock americano degli anni '70, come "Waitin' for the Bus", "Jesus Just Left Chicago", "Move Me on Down the Line", ed il maestoso boogie di "La Grange", che pubblicata su singolo otterra' un grandissimo successo. Quando nel 1983, ovvero 10 anni dopo, usci' "Eliminator" , la celebre rivista Rolling Stone cosi' descrisse il disco: ''Cosa e' Eliminator se non Tres Hombres con l'uso di sequencers e synthesizers?'' . Decisamente uno dei capolavori del southern rock ed uno dei piu' riusciti album di rock and roll di sempre. Praticamente perfetto.
Euro
29,00
codice 2113411
scheda

Page: 13 of 13


Pag.: oggetti: