Hai cercato:  immessi ultimi 60 giorni --- Titoli trovati: : 1623
 
Pag.: oggetti:
 
ordina per
aiuto su ricerche
Pag.: oggetti:
Cock robin Cock robin
Lp [edizione] originale  stereo  hol  1985  cbs 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Prima stampa europea di pressaggio olandese, copertina semilucida senza barcode, con adesivo che indica la presenza di tre brani del disco, completa di inner sleeve con testi e crediti, label rossa con logo CBS bianco in alto, catalogo CBS-26448. Pubblicato nel 1985 dalla CBS nel Regno Unito e dalla Columbia negli USA, il primo album, precedente ''After here through midland'' (1987). Prodotto da Steve Hillage, musicista proveniente dalla psichedelia e dal progressive rock ma capace anche di eccellere come eclettico produttore di artisti più giovani ed attuali nel corso degli anni '80, ''Cock robin'' passò abbastanza inosservato in patria ma ebbe successo in Europa continentale, con il suo singolo ''The promise you made'' che arrivò in vetta alle classifiche nazionali di alcuni paesi, fra cui la Francia, e che giunse alla 28esima posizione nel Regno Unito. E' un elegante ma accessibile pop mainstream, espresso con toni misurati e con un sound avvolgente e rassicurante dominato dalle tastiere e con un sound chitarristico melodico che si amalgama con l'insieme invece di sovrastarlo con eccessi di solismo. Gruppo pop californiano formatosi a Los Angeles nel 1984, i Cock Robin furono artefici di un classicissimo pop rock melodico in stile anni '80, attraverso tre album usciti nel corso di quel decennio, il primo dei quali prodotto da Steve Hillage. Scioltisi nel 1990, si sono riformati nel 2006, realizzando due nuovi lp nel nuovo secolo, con i membri originari Anna LaCazio e Peter Kingsberry, gia' membri principali della formazione originaria.
Euro
20,00
codice 261134
scheda
Cocker joe Cocker
lp [edizione] originale  stereo  ita  1986  capitol 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good rock 60-70
Prima stampa italiana, copertina (con qualche segno di invecchiamento e sul retro un adesivo di un negozio di dischi) in cartoncino semilucido, etichetta nera con arcobaleno, trail off con data 25-2-86 su entrambi i lati, catalogo 642404241. Pubblicato in Inghilterra nell'aprile del 1986, giunto al numero 50 delle classifiche USA e non entrato in quelle Uk, l' undicesimo album. Registrato con una varieta' inconsueta di produttori, il disco ha un suono perfettamente calzante all' allora imperante soulful adult contemporary sound. I brani sono quelli classici di Cocker, appositamente scelti per far risaltare la sua potente voce, tra di essi "Shelter Me", "Inner City Blues" e soprattutto la celeberrima "You Can Leave Your Hat On", prodotta da Richie Zito e parte della colonna sonora del film "9 Settimane e Mezzo". L' ex benzinaio di Sheffield, dopo anni di gavetta, raggiunse il primo posto nelle classifiche inglesi con l' arcinota "With a little help from my friends", quindi incise due ottimi albums pieni di covers interpretate con voce potente ed espressiva. Il doppio live tratto dal Mad Dogs Tour, effettuato in America con molti musicisti d' eccezione, alcuni dei quali, tra cui Eric Clapton, appena fuoriusciti dai Friends di Delaney and Bonnie e poi nei Derek & the Dominoes, e' l' ideale sintesi di questo primo periodo; ma la faticosa tournee' da cui venne tratto, assieme agli abusi di droga ed alcool, contribui' a minare la condizione psico-fisica di Cocker, che torno' in patria e si concesse un periodo di pausa, tornando presto sulle scene con risultati molto discontinui nei decenni successivi. Morira' per un cancro ai polmoni il 22 dicembre del 2014.
Euro
14,00
codice 261327
scheda
Cocteau twins Four-calendar cafe'
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1993  fontana / universal 
punk new wave
Ristampa del 2024, copertina pressoche' identica a quella della prima rarissima tiratura uscita su Fontana, completa di inner sleeve. Pubblicato (rarissima l' edizione vinilica) nel marzo del 1993 dalla Fontana, dopo "Heaven Or Las Vegas" (1990) e prima di "Milk & Kisses" (1995), il settimo album dei Cocteau Twins. Un ritorno al sound etereo, talora impalpabile, del gruppo, nonostante la presenza di alcuni brani dagli accenti pop, come "Bluebeard", "Squeeze-wax" ed "Evangeline"; un sound come sempre contraddistinto dalla magica voce di Elizabeth Frazer e dalle circolari e sfumate melodie chitarristiche di Guthrie. I Cocteau Twins si formano nella fine del 1981 a Grangemouth, Scotland. La prima formazione era composta da tre elementi Elizabeth Fraser, Robin Guthrie e Will Heggie. I tre si recarono a Londra e consegnarono al dj John Peel un demo tape che conseguentemente guadagno' loro una live-session nel famoso programma di Radio One. Ivo Watt-Russell contatto' immediatamente il gruppo per averli nella propria scuderia 4AD. Il loro primo album riconobbe immediati consensi dalla critica e dal pubblico e valse al gruppo numerose proposte da parte delle major per sottoscrivere un nuovo esclusivo contratto. I Cocteau Twins rifiutarono le varie offerte e continuarono la loro collaborazione con l'etichetta di Ivo che gli permise di sviluppare e maturare il proprio sound, composto dal continuo intreccio delle melodie delle chitarre costruite su una base ritmica monocromatica con l'utilizzo di campionamenti. Su tutto prevale la voce di Elizabeth che nel corso degli anni subira' una continua crescita e maturazione artistica tanto che nel 1991 fu nominata come miglior voce femminile nell'assegnazione dei premi Brit Awards. Nel 1983 Heggie abbandonera' i compagni per tornare in Scozia e formare i Low Life e verra' sostituito da Simon Raymonde (ex-Drowning Craze) che riuscira' ad integrarsi perfettamente con le trame di Elizabeth e Robin diventando la terza colonna portante del gruppo. Nati dall'impeto post-punk dark wave, i Cocteau Twins riusciranno a sopravvivere alla inesorabile decadenza di quella scena, grazie ad una forte personalita' ed originalita' artistica che ha reso il progetto tra i piu' importanti ed affascinanti nati dalla prima wave anglosassone capace di melodie memorabili, eteree, impalpabili che ci accompagnano in un fantastico mondo di sogni o altresi' capaci, ai loro esordi, di trascinarci in cadute senza fine.
Euro
38,00
codice 2130220
scheda
Cocteau twins Heaven or las vegas
Lp [edizione] nuovo  stereo  uk  1990  4ad 
punk new wave
Ristampa rimasterizzata, in vinile 180 grammi per audiofili, copertina pressoche' identica a quella della molto rara prima tiratura, corredata di inner sleeve, coupon per download digitale. Pubblicato nel settembre del 1990 dalla 4AD in Gran Bretagna, dove giunse al settimo posto in classifica, e dalla Capitol negli USA, dove arrivo' alla 99esima posizione, il sesto album, uscito tra il capolavoro "Blue bell knoll" (1988) e "Four Calendar Cafe" (1993). Questo apprezzato lp del celebrato gruppo scozzese fu quello di maggior successo in patria, in un certo senso una consacrazione presso un piu' vasto pubblico, che l'anno successivo porto' alla cantante Elizabeth Fraser il premio come migliore voce femminile ai Brit Awards. ''Heaven or Las Vegas'' e' un disco che mostra ancora un suono avvolgente e sognante, caratterizzato qui da un'atmosfera serena e contemplativa, e da un approccio che sa essere accattivante senza snaturare la personalissima musica del gruppo. I Cocteau Twins si formano nella fine del 1981 a Grangemouth, Scozia. La prima formazione era composta da tre elementi Elizabeth Fraser, Robin Guthrie e Will Heggie. I tre si recarono a Londra e consegnarono al dj John Peel un demo tape che conseguentemente guadagno' loro una live-session nel famoso programma di Radio One. Ivo Watt-Russell contatto' immediatamente il gruppo per averli nella propria scuderia 4AD. Il loro primo album riconobbe immediati consensi dalla critica e dal pubblico e valse al gruppo numerose proposte da parte delle major per sottoscrivere un nuovo esclusivo contratto. I Cocteau Twins rifiutarono le varie offerte e continuarono la loro collaborazione con l'etichetta di Ivo che gli permise di sviluppare e maturare il proprio sound, composto dal continuo intreccio delle melodie delle chitarre costruite su una base ritmica monocromatica con l'utilizzo di campionamenti. Su tutto prevale la voce di Elizabeth che nel corso degli anni subira' una continua crescita e maturazione artistica tanto che nel 1991 fu nominata come miglior voce femminile nell'assegnazione dei premi Brit Awards. Nel 1983 Heggie abbandonera' i compagni per tornare in Scozia e formare i Low Life e verra' sostituito da Simon Raymonde (ex-Drowning Craze) che riuscira' ad integrarsi perfettamente con le trame di Elizabeth e Robin diventando la terza colonna portante del gruppo. Nati dall'impeto post-punk dark wave, i Cocteau Twins riusciranno a sopravvivere alla inesorabile decadenza di quella scena, grazie ad una forte personalita' ed originalita' artistica che ha reso il progetto tra i piu' importanti ed affascinanti nati dalla prima wave anglosassone capace di melodie memorabili, eteree, impalpabili che ci accompagnano in un fantastico mondo di sogni o altresi' capaci, ai loro esordi, di trascinarci in cadute senza fine.
Euro
30,00
codice 2130006
scheda
Cola (ought) The gloss (ltd)
Lp [edizione] nuovo  stereo  cze  2024  firetalk 
indie 2000
edizione limitata in vinile verde oliva, adesivo su cellophane. Il secondo album della band canadese dopo "Deep in View". L'espressivo post-punk del gruppo giunge a piena maturazione in questo bel lavoro, con brani a-melodici, poetici squarci luminosi su una base minimalista, tesa e nervosa. Gruppo canadese di Montreal formato dagli ex Ought Tim Darcy (voce, chitarra) e Ben Stidworthy (basso) insieme a Evan Cartwright (batteria già con US Girls), il nome è ripreso dal "Cost of Living Adjustment", una statistica utilizzata dai burocrati governativi per calcolare le variazioni nei pagamenti dei benefici rispetto all'inflazione. I Cola suonano un post punk metropolitano, spigoloso e narrativo, fra Television e Velvet Undergrond, con riferimenti anche a Sonic Youth, Strokes, i primi Cure e Wire o ai contemporanei Parquet courts e Shame. Altri elementi che emergono dall'ascolto, oltre le sopraindicate caratteristiche, sono le chitarre taglienti, talvolta jangle alla Feelies e una ritmica punk funk alla Fugazi. Rispetto agli Ought la band offre una scrittura più lineare alla forma canzone, mantenendo comunque vicinanze allo stile che presentava la vecchia formazione. Dalla presentazione della band a cura della label :... Si ha la sensazione che i membri dei Cola abbiano iniziato questo progetto perché amano creare canzoni insieme. Come un altro amato trio rock Acetone, la band suona come se ci fossero 3 persone in una stanza, vedendo che tipo di alchimia riescono a inventare. Sono uniti tanto dal loro amore per il gioco quanto dal loro apprezzamento per la letteratura e i film. Sono ragazzi riflessivi e referenziali e quindi creano canzoni punk riflessive e referenziali.
Euro
32,00
codice 2129689
scheda
Cold sun dark shadows (+ insert)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1969  guerssen 
rock 60-70
Ristampa del 2024, rimasterizzata, con copertina esclusiva, cartonata e senza barcode, con inserto con note, corredatadi di download card per il download digitale del disco. Il leggendario lp di psichedelia americana registrato nel 1969 negli altrettanto leggendari Sonobeat studios, gli stessi dove furono realizzati i primi lp di Mariani e Johnny Winter, ma uscito soltanto nel 1990 in una tiratura limitata di 300 copie a cura della Rockadelic Records di Dallas, Texas, e quindi tornato in circolazione grazie ad una edizione del 2014 su World in Sound, a cui questa ristampa si rifa relativamente all' ordine dei brani. Musicalmente si tratta di un lavoro di oscura psichedelia acidissima con tracce di sperimentazione che richiama i 13th Floor Elevators o i piu' oscuri Doors ed HP Lovecraft. Il gruppo proveniva dal Texas, Austin, ed incise vario materiale, tra cui queste leggendarie registrazioni all'epoca incise su di un acetato di enorme valore collezionistico, di cui si conosce una sola copia esistente. Il cantante Bill Miller ed il batterista Hugh Patton avrebbero fondato piu' tardi i Bleib Alien, che suonarono per anni con Rocky Erickson negli anni '80.
Euro
29,00
codice 3034749
scheda
Coldplay Ghost stories
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2014  Parlophone 
indie 2000
Copertina apribile con parte interna colorata, inner sleeve, adesivo di presentazione sul cellophane, etichetta custom con scritte oro, Lp pubblicato dalla Parlophone nel maggio 2014, dopo "Mylo xyloto" (11) e dopo il live "Coldplay live 2012", il sesto album della band inglese. Co-prodotto dalla band stessa insieme a Paul Epworth, DAniel Green e Rik Simpson, e' un'opera tendenzialmente percorsa da atmosfere dai toni intimi, lontane dalle super produzioni ed orchestrazioni del recente passato, in un suono che integra alle tipiche ballate delicate, un'elettronica sintetica. Un pop malinconico ed arioso, seducente, a tratti toccante, pare cosi' tormentato in quanto parzialmente ispirato dalla separazione del leader Chris Martin con l'attrice americana Gwyneth Paltrow; separazione che espande le tematiche trattate verso il dolore, l'amore, la perdita e la trascendenza. Formatisi a Londra nel 1998, i Coldplay si collocano su di un terreno di confine fra il brit pop ed il raffinato rock dei Radiohead, con alcuni tratti che rimandano al suono inglese degli anni '80 (Echo & The Bunnymen, Breathless). Il gruppo ottiene un grande riscontro di pubblico nel 2000 con il primo album "Parachutes" e si conferma nel 2002 con "A rusch of blood to the head"; Il pop delicato ed autunnale del gruppo e' in raro equilibrio fra fruibilita' e valore artistico. Seguono "X&Y" (05), "Viva la vida or death and all his friends" (08) e "Mylo xyloto" (11).
Euro
32,00
codice 2129292
scheda
Coldplay Mylo xyloto
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2011  parlophone 
indie 2000
Ristampa, copertina non apribile e senza piu' le originarie parti traforate "die cut" sul fronte e sul retro, corredata di inner sleeve. Pubblicato dalla Emi nell' ottobre 2011, dopo "Vida la vida or death and his alla friends" (2008) e prima di "Ghost Stories" (2014), il quinto album della band inglese, giunto in pochissimi giorni alla posizione n.1 delle charts Uk. Con la presenza di Bria Eno e la partecipazione di Rhianna in "Princess of China", e' un disco pop che si muove fra melodie, ritmiche sostenute e ballate malinconiche piu' semplici, tutte caratterizzate da quell'atmosfere epiche tipiche del loro suono, oltre che da inserimenti elettronici ed orchestrali; una sorta di pop contemporaneo che rimanda agli U2. Formatisi a Londra nel 1998, i Coldplay si collocano su di un terreno di confine fra il brit pop ed il raffinato rock dei Radiohead, con alcuni tratti che rimandano al suono inglese degli anni '80 (Echo & The Bunnymen, Breathless). Il gruppo ottiene un grande riscontro di pubblico nel 2000 con il primo album "Parachutes" e si conferma nel 2002 con "A rusch of blood to the head"; Il pop delicato ed autunnale del gruppo e' in raro equilibrio fra fruibilita' e valore artistico. Seguono "X&Y" (05), "Viva la vida or death and all his friends" (08) e "Mylo xyloto" (11).
Euro
32,00
codice 2130154
scheda
Coldplay Viva la vida or death & all his friends
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2008  parlophone 
indie 2000
Copertina ruvida apribile, libretto di dodici pagine in carta lucida spillata formato lp con disegni a colori e foto in bianco e nero, inner sleeve in cartoncino ruvido multicolore, label nera con scritte gialle in alto, in basso e lungo il bordo, adesivo rettangolare sulla copertina. Pubblicato nel giugno del 2008 dalla Parlophone in Gran Bretagna e dalla Capitol negli USA, ''Viva la vida...'' e' il quarto album dei Coldplay, uscito dopo ''X&Y'' (2005) e prima di "Mylo Xyloto", e giunto al primo posto delle classifiche sia in Uk che in Usa. Co-prodotto da Brian Eno, questo quarto lp del gruppo britannico prende il titolo da quello di un quadro della pittrice messicana Frida Kahlo. I Coldplay realizzano un lavoro dalle atmosfere malinconiche ed introspettive, alleggerite dalle melodie fluide in cui confluiscono indie pop, reminiscenze della new wave anni '80 ed accompagnamenti orchestrali che danno un tono romantico ad alcuni episodi. Echi di U2, Simple Minds ed Echo And the Bunnymen si fanno sentire fra i solchi. Formatisi a Londra nel 1998, i Coldplay si collocano su di un terreno di confine fra il brit pop ed il raffinato rock dei Radiohead, con alcuni tratti che rimandano al suono inglese degli anni '80 (Echo & The Bunnymen, Breathless). Il gruppo ottiene un grande riscontro di pubblico nel 2000 con il primo album "Parachutes" e si conferma nel 2002 con "A rush of blood to the head"; Il pop delicato ed autunnale del gruppo e' in raro equilibrio fra fruibilita' e valore artistico.
Euro
35,00
codice 2129106
scheda
Coleman ornette shape of jazz to come (+1 track)
Lp [edizione] nuovo  stereo  EU  1960  waxtime 
jazz
Ristampa in vinile 180 grammi, rimasterizzata con sistema DMM (Direct Metal Mastering), fronte della copertina pressoche' identico alla prima molto rara tiratura, con note originali e note esclusive sul retro; versione arricchita della presenza di una traccia aggiunta: "Just for you", registrata nelle stesse sessions dell' album. Lo storico terzo album di colui che ha "creato" il free jazz, il riformatore del jazz per antonomasia, il suo primo su Atlantic e con il grandissimo quartetto con Donald Cherry alla 'tromba tascabile', Charlie Haden al basso e Billy Higgins alla batteria, ritenuto come il successivo "Change of the Century" uno dei massimi capolavori del sassofonista di colore e della intera storia del jazz, migliore testimonianza possibile di una stagione straordinariamente e febbrilmente creativa della sua lunga storia artistica. Registrato ad Hollywood, California, il 22 maggio del 1959, il disco rappresento' un vero e proprio giro di boa nell' evoluzione del jazz, e sebbene ovviamente incompreso da buona parte della critica dell' epoca, ebbe una influenza immediata ed enorme: Coleman vi realizza il suo desiderio di estendere al suo strumento quella liberta' di improvvisazione fino ad allora riservata in parte al piano, ma senza venir meno al suo spiccatissimo ed innato senso melodico ed addirittura, coadiuvato dal suo splendido quartetto, estende questa liberta' agli altri strumenti, in una sorta di trance creativa che sara' tra i punti di riferimento imprescindibili del nascente free jazz. Tra i brani, certo la intensissima "Lonely Woman" restera' tra le sue pietre miliari, cosi' come "Peace" e "Congeniality". "Io sono interessato soltanto alla mia crescita musicale. E se a essa sono interessate anche altre persone del mondo del rock, ben vengano. Io voglio che gli altri mi apprezzino, e se tra coloro che mi apprezzano vi sono amanti del rock non vedo perche' li dovrei rifiutare. Ma d'altronde tutto cio' fa parte di un sistema di categorie: io non penso mai per categorie".
Euro
22,00
codice 3035036
scheda
Colle der fomento Scienza doppia h (+ poster)
LP2 [edizione] nuovo  stereo  ita  1999  irma / mandibola 
hip-hop
Ristampa in edizione limitata, doppio album, copertina apribile senza codice a barre, corredata di poster a colori. Originariamente pubblicato nel 1999 dalla Virgin / Mandibola in Italia, assai raro e ricercato nella sua prima tiratura, il secondo album, successivo a ''Odio pieno'' (1996) e precedente ''Anima e ghiaccio'' (2007). Prodotto quasi interamente da Ice One, con l'eccezione di ''Toro scatenato'', coprodotta da Danno, e di ''Outro'', coprodotta da Phella, l'album vede alternarsi ai microfoni Masito e lo stesso Danno, mentre Ice One dà un contributo vocale a sua volta in alcuni episodi. Il gruppo porta a maturazione il discorso hardcore rap dell'esordio con questo ''Scienza doppia h'', opera ancora calata in un'ambientazione romana, dai toni duri sia nelle basi musicali (magari meno estreme rispetto all'esordio) che nei testi diretti contro il mainstream musicale e non. Il Colle Der Fomento è uno storico gruppo hip hop romano fondato nel 1994, inizialmente formato dai rapper Danno, Masito e Piotta, fino al 1996, e dal disc jockey e produttore discografico Ice One, dal 1999 sostituito da DJ Baro. Il gruppo propone un rap accostato allo hardcore, duro e spigoloso sia nei suoni che nei testi, in particolare nei primi anni: debuttano su lp nel 1996 con ''Odio pieno'', seguito nel 1999 da ''Scienza doppia h'', nel 2007 da ''Anima e ghiaccio'' e nel 2018 da ''Adversus''.
Euro
29,00
codice 2129812
scheda
Collier graham Down another road at stockholm jazz days '69 (ltd.)
LP2 [edizione] nuovo  stereo  uk  1969  my only desire 
jazz
Edizione limitata a mille copie, vinile doppio, copertina apribile, label custom rosa ed arancio, catalogo MOD005. Pubblicato nel febbraio del 2023 dalla My Only Desire, questo album rende finalmente disponibili registrazioni dal vivo inedite effettuate durante il festival svedese Stockholm Jazz Days del 1969; la formazione è qui composta da Graham Collier (contrabbasso), Harry Beckett (tromba, flicorno), Nick Evans (trombone), Stan Sulzmann (sax alto, sax tenore), Karl Jenkins (oboe, pianoforte) e John Marshall (batteria). Alcuni dei migliori jazzisti britannici salirono insieme sul palco per questa performance data nello stesso anno in cui era uscito l'eccellente album di Collier "Down another road", inciso in studio nel mese di marzo dalla stessa formazione che suona in questo concerto; è interessante confrontare le versioni dal vivo con quelle in studio di "Down another road", in quanto nella scaletta di questo concerto sono presenti quasi tutti i brani di quel disco, eseguite in versioni meno rifinite e con assoli più lunghi, ma spinte dallo stesso irresistibile groove propulsivo, molto fisico; il lungo brano "Burblings for bob" viene per la prima volta pubblicato con questo disco. Questa la scaletta completa: "Burblings For Bob", "Burblings For Bob – Outro", "Molewrench – Intro", "Molewrench", "Lullaby For A Lonely Child – Intro", "Lullaby For A Lonely Child", "Down Another Road – Intro", "Down Another Road", "The Barley Mow – Intro", "The Barley Mow", "Aberdeen Angus – Intro", "Aberdeen Angus". Graham Collier (1937-2011) è stato uno stimato jazzista inglese, il primo studente britannico a diplomarsi presso il prestigioso Berklee College of Music statunitense; suonò in America nell'orchestra di Jimmy Dorsey, in qualità di contrabbassista, nel 1963, per poi tornare in patria e guidare la sua Graham Collier Ensemble, che nel corso dei decenni avrebbe visto militare fra le sue fila molti dei migliori jazzisti del Regno Unito, fra cui Kenny Wheeler, John Surman e Harry Becket; negli anni '80 Collier fondò anche un altra big band, gli Hoarded Dreams, e poco dopo i Loose Tubes. Fu poi attivo anche come insegnante di musica jazz a livello accademico, oltreché discografico (dirigendo la Mosaic inglese dal 1974) e pubbicista, contribuendo in queste dverse vesti alla promozione della musica jazz nel Regno Unito.
Euro
47,00
codice 2129107
scheda
Collins albert Ice pickin'
Lp [edizione] ristampa  stereo  eu  1978  alligator 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent blues rnr coun
Copia ancora incellophanata, ristampa del 2016, rimasterizzata ed in vinile 180 grammi, distribuita nel circuito delle edicole spagnole nell' ambito della serie di pubblicazioni "Blues en Vinilo", copertina senza barcode, pressoche' identica alla prima rara tiratura, etichetta Alligator bianca con scritte e logo in verde, catalogo AL4707. Pubblicato negli USA nel luglio del 1978, dopo ''There's gotta be a change'' e prima di ''With Barrelhouse live'', non entrato nelle classifiche USA ne in quelle UK. Il quinto album. "Ice Pickin'" e' l'opera che ha rivelato al mondo il talento di Albert Collins: il capitolo cattura straordinariamente il momento di grazia del chitarrista con un suono asciutto e senza compromessi, e questo suo primo album per la Alligator sara' anche il modello di riferimento di tutti suoi lavori successivi, sebbene se nessuno di essi riuscira' a catturarne appieno l'energia. ''Ice pickin''' e' considerato dalla critica come uno dei capolavori assoluti del bluesman elettrico afroamericano. Albert Collins (1932-1993), influente texano che ha ispirato, fra gli altri, Gary Moore, Steve Ray Vaughan e Robert Cray, e' riconosciuto come uno dei grandi della chitarra elettrica blues. Soprannominato ''The iceman'' e ''The master of Telecaster'', sviluppo' il suo originale stile asciutto ed essenziale che dava spessore a ciascuna nota, dopo essersi inizialmente cimentato con l'organo, abbandonato per la chitarra dopo l'incontro con grandi bluesman quali John Lee Hooker, T-Bone Walker e Lightnin' Hopkins (che era suo cugino). Suono' per decenni senza diventare una star, sebbene la sua influenza sia stata riconosciuta sia in ambito rock che blues: il suo primo grande successo fu il singolo ''Frosty'' (1962). La sua popolarita' crebbe di slancio dalla fine degli anni '70 e negli anni '80, ma un male incurabile lo porto' alla morte nel 1993.
Euro
19,00
codice 261717
scheda
Coltrane john a love supreme (gatefold)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1965  impulse! / verve / universal 
jazz
Ristampa del 2022, rimasterizzata, copertina apribile pressoche' identica a quella della prima molto rara tiratura. Il fondamentale capolavoro "A Love Supreme" del geniale sassofonista di colore nato ad Hamlet, Carolina del Nord, luminosissima meteora della storia del jazz, con la sua breve ma intensissima carriera, stroncata il 17 luglio del '67 da una assai prematura morte, ancora 40enne e nel pieno della sua maturita' artistica. Registrato in New Jersey il 9 dicembre del 1964, con un quartetto stellare che vede impegnati oltre a Coltrane McCoy Tyner al piano, Jimmy Garrison al contrabasso ed Elvin Jones alla batteria, "A Love Supreme" e' considerato da molti, inevitabilmente, come uno dei massimi capolavori dell' intera storia del jazz, opera di insuperabile bellezza che mette mirabilmente a frutto le innovazioni dei dischi con cui Coltrane aveva dato il suo irrinunciabile apporto, qualche anno prima, al free jazz ed a tutto il jazz moderno (dischi capitali quali "Giant Steps" o "My Favourite Things"), con uno slancio quasi spirituale, mistico, che definisce l' approccio quasi religioso alla musica che caratterizzo' quegli ultimi anni della sua storia artistica. Questo, e molto altro, in un equilibrio magico tra la vena sperimentale che caratterizzo' i suoi dischi dell' epoca ed una vena comunicativa straordinariamente lirica, che si dispiega qui in un unico brano che da' il titolo al disco, diviso in quattro parti ("Acknowledgement", "Resolution", "Pursuance" e "Psalm"), nelle quali il motivo centrale va e viene tra infinite variazioni, con l' ispiratissimo sax di Coltrane capace di raggiungere vette di espressivita' diffcilmente toccate da altri, anche grazie all' appoggio di musicisti strepitosi che lo coadiuvano in una sintonia perfetta. Uno dei dischi fondamentali nella storia della musica! Cos_ scrisse J.L. Comolli nel '65, dopo la presentazione di "A Love Supreme" al Festival di Antibes : "Senza dubbio il jazz non e' mai stato portato a un tal punto di esaltazione, l'improvvisazione cos_ vicino al delirio e la bellezza tanto vicino alla mostruosit., che e' la perfezione superumana. Musica non celeste, ma infernale, in cui l'amore di Dio e' la morte dell'uomo. In questo senso si deve parlare di vero misticismo a proposito di questo canto di gioia per mezzo della sofferenza, di serenita' attraverso la follia, e di bellezza per il tramite del terrore".
Euro
30,00
codice 2129405
scheda
Come Near life experience
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1996  fire 
indie 90
ristampa. Il terzo album, originariamente pubblicato nel maggio del 1996 dalla Domino in Gran Bretagna e dalla Matador negli Usa. Uscito dopo ''Don't ask, don't tell'' (1994) e prima di ''Gently down the stream'' (1998), ''Near life experience'' venne inciso dai due leader del gruppo, Thalia Zedek e Chris Brokaw, insieme a numerosi ospiti fra i quali John McEntire, Mac McNeilly (Jesus Lizard), Tara Jane O'Neil (Rodan) e Bundy Brown (ex Eleventh Dream Day). I Come realizzano un lavoro dalle tinte meno cupe e disperate rispetto agli esordi, mantenendo la malinconia ed il senso di solitudine e rendendo le sonorita' meno aspre. L'incrocio fra punk e blues si acquieta lievemente e si fa piu' introspettivo. Formatisi nel 1989 a Boston ad opera della cantante e chitarrista Thalia Zedek (ex Live Skull) e dal chitarrista Chris Brokaw (ex Codeine), i Come sonvolsero la scena indie nel 1992 con il loro primo album ''Eleven: eleven'', album di grande potenza emotiva e sonica, abbinate ad atmosfere cupe e disperate, quasi da incubo, in cui lo indie rock chitarristico piu' duro si incontrava con il blues all'ombra del dark. Il gruppo mantiene la sua attitudine nei successivi lp ''Don't ask, don't tell'' (1994) e ''Near life experience'' (1996), per poi addolcire leggermente le proprie sonorita' ed aprire piccoli squarci di luce nei loro lavori successivi. Il gruppo fa da supporto a Steve Wynn nel suo album solista ''Melting in the dark'' (1996), e Thalia Zedek si dedica anche alla carriera solista a partire dall'inizio del nuovo secolo.
Euro
28,00
codice 2129501
scheda
Conrad tony and jennifer walshe In the merry month of may
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  2024  blue chopsticks 
rock 60-70
Copertina senza codice a barre, label verde, catalogo BC33. Pubblicato nel maggio del 2024 dalla Blue Chopsticks, label affiliata alla Drag City, questo album contiene le ultime incisioni in studio effettuate da Rony Conrad prima della morte: il violinista era accompagnato dalla cantante irlandese Jennifer Walshe, attraverso nove brani in cui la sua voce cristallina si fa strumento al pari del violino, ed i due suoni si intrecciano in una trama minimalista e mistica di note dilatate ed ipnotizzanti; le parole divengono nel canto della Walshe un mezzo per esprimere suoni più che concetti, armonizzandosi con i droni del violino di Conrad. Questi i brani presenti: 1 In The Merry Month of May 2 Well You Would 3 He Only Had One Paw 4 Wake Up 5 He's Definitely Not The Type 6 O My God 7 Dance Dance 8 Day Of The Fair 9 People Need To Know. Tony Conrad, scomparso nell'aprile del 2016, e' stato un importante e visionario sperimentatore musicale e cinematografico a partire dagli anni '60, nonche' uno dei membri del seminale progetto minimalista Theatre of Eternal Music (noto anche come Dream Syndicate) insieme a Lamonte Young e ad John Cale, fra gli altri. Il suo album ''Outside the dream syndicate'', inciso con membri dei tedeschi Faust e pubblicato nel 1973, rimane un album di culto che sposa minimalismo estremo e rock; un'altra sua opera di grande pregio e' ''Four violins'', lavoro piu' addentro la pura sperimentazione minimalista, inciso nel 1964 ma pubblicato solo nel 1996.
Euro
37,00
codice 3515962
scheda
Conte paolo Concerti (amaranth vinyl + poster)
lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1985  nar / btf 
cantautori
Doppio album in vinile 180 grammi, ristampa in EDIZIONE LIMITATA IN VINILE AMARANTO, E CORREDATA DELL' ORIGINARIO POSTER APRIBILE, copertina apribile pressoche' identica alla prima rara tiratura. Pubblicato in Italia nell' ottobre del 1985 dopo "Paolo Conte'' e prima di ''Aguaplano'', registrato durante il tour del suo primo album per la CGD, che si intitola di nuovo semplicemente "Paolo Conte", e che suscita finalmente un grande interesse dei media e recensioni entusiastiche. Da qui Paolo Conte conquista la Francia, suonando al "Theatre de la ville" di Parigi nel corso di una tournee che, aperta all'estero, si conclude in Italia tra i "tutto esaurito" e viene documentata da questo doppio album, "Concerti", registrato dal vivo a parigi, lodi, perugia dal marzo al giugno del 1985 con antonio marangoni , ares tavolazzi, ellade baldini, jimmy villotti, mimmo turone contiene i seguenti brani- sono qui con te sempre piu' solo, come di, dal loggione, la ricostruzione del mocambo, via con me, la fisarmonica di stradella, la topolino amaranto, alle prese con la verde milonga, parigi, diavolo rosso, hemingway, bartali, un gelato al limon, una giornata al mare, il nostro amico angiolino, onda su onda, sotto le stelle del jazz, azzurro, boogie, genova per noi.
Euro
41,00
codice 2130283
scheda
Conte paolo il maestro e' nell' anima - paolo conte alla scala
lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2023  sugar / universal 
cantautori
doppio album, copertina apribile, poster allegato; pubblicato nel novembre 2023, questo doppio lp contiene la testimonianza del concerto effettuato dal grande cantautore astigiano al Teatro alla Scala di Milano, accompagnato da una piccola orchestra, il 19 febbraio 2023, concerto da cui e' stato anche tratto un film. Questa la lista dei brani contenuti, un viaggio nella lunga e straordinaria carriera di questo artista: Aguaplano / Sotto Le Stelle Del Jazz / Come Dì / Alle Prese Con Una Verde Milonga / Ratafià / Recitando / Uomo Camion / La Frase / Dal Loggione / Dancing / Gioco D'azzardo / Gli Impermeabili / Madeleine / Via Con Me / Max / Diavolo Rosso / Le Chic Et Le Charme / Il Maestro / Via Con Me (Reprise).
Euro
48,00
codice 3034801
scheda
Lp [edizione] originale  stereo  ita  1990  materiali sonori 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Prima stampa, realizzata in esclusiva dalla italiana Materiali Sonori, copertina lucida fronte retro senza barcode, inner sleeve in carta con note sui brani inclusi, label verde con scritte argento e logo Materiali Sonori a sinistra, catalogo MASO33054, data sul trail off 7/6/90. Pubblicato nel 1990 dalla Materiali Sonori, questo album e' una raccolta di brani editi dei Controlled Bleeding, ma qui presentati con nuovi o diversi mix rispetto alle versioni originariamente pubblicate. Incisi fra il 1984 ed il 1989, i brani testimoniano del periodo in cui i Controlled Bleeding lasciarono da parte il rumorismo radicale della loro prima fase artistica, a favore di una musica piu' atmosferica e tenue, con raffinate manipolazioni vocali ed elettroniche che in parte richiamano la musica cosmica tedesca (basti sentire ''Headcrack pt. 1 (music for 4 guitars)'', che sembra figlia delle sperimentazioni di Manuel Gottsching degli Ashra) e la ambient, ma anche le voci siderali che si ascoltano nei primi album dei Current 93. Industrial band americana attiva dal 1978 e capitanata da Paul Lemos, i Controlled Bleeding si formano a Boston ad opera di Paul Lemos e Chris Moriarty; successivamente il subentro di Joe Papa chiudera' l'organico della band che avra' base a New York. I Controlled Bleeding sono tra le prime band americane dedite alla nascente scena industrial, anche se le proprie radici vanno ricercate nell'accattivante scenario della no-wave; nel 1979 pubblicano il loro primo EP ''Wall Of China Love Letter''. L'anno successivo ,sotto le spoglie di Body Sink, verra' realizzato un omonimo lavoro. Con l'album ''Body Samples'' (1985) i Controlled Bleeding divennero primariamente il progetto di Paul Lemos, il quale lo uso' per sperimentare, attraverso il rumorismo piu' viscerale, la sua prima fase compositiva ricca di dissonanze, recitati ed urla graffianti. Dopo questo primo periodo venne abbandonato il rumorismo estremo, a vantaggio di sonorita' piu' rarefatte e siderali che caratterizzeranno il nuovo corso dei Controlled Bleeding imponendoli tra le formazioni piu' interessanti e capaci del movimento industrial americano.
Euro
28,00
codice 261413
scheda
Cooke sam Night beat
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1963  music on vinyl 
soul funky disco
Ristampa in vinile da 180 grammi per audiofili, copertina pressoche' identica alla prima tiratura del 1963. Originariamente pubblicato nel 1963 dalla RCA negli USA, dove giunse al 62esimo posto nella classifica billboard 200, questo apprezzato album usci' dopo ''Mr. Soul'' (1963) e prima di ''Ain't that good news'' (1964). Uno dei dischi piu' considerati di Cooke, questo ''Night beat'' lo vede insieme ad un gruppo ristretto di strumentisti, situazione che mette in risalto la sua grandissima voce attraverso un set di brani in cui la ballata viene intrisa ora di blues, ora di pop, ma sempre con buon gusto. Questa la scaletta: ''Nobody knows the trouble I've seen'', ''Lost and lookin''', ''Mean old world'', ''Please don't drive me away'', ''I lost everything'', ''Get yourself another fool'', ''Little red rooster'', ''Laughin' and clownin''', ''Trouble blues'', ''You gotta move'', ''Fool's paradise'', ''Shake rattle and roll''. Sam Cooke (1931-1964) fu ed e' ancora oggi uno dei piu' grandi cantanti di tutti i tempi, un uomo per cui il termine ''groove'' era un sottinteso fin dalla nascita, dopo la quale non ce ne fu piu' per nessuno; ancora bambino debutta a Chicago verso la meta' degli anni '30 con i fratelli in ambito gospel. Nel '50 il grande Robert H. Harris abbandona gli Stirrers e Sam lo sostituisce: la sua leadership trascina il gruppo ai confini tra sacro e profano. In seguito Art Rupe, proprietario della Specialty, si rifiuta di pubblicare "You send me" che, ceduta alla Keen, diviene una grande hit nel '57. Autore di alcuni dei capolavori assoluti del soul, la sua fama e' tale che persino al celeberrimo ''Tropical motel'' di Houston, Texas, e' possibile, ma solo in rare occasioni, vedere una copia dei suoi album orgogliosamente esposta a qualche finestra dei piani bassi, segno che chi occupa la stanza e', oltre che dotato di gusto inimitabile, personaggio di riguardo e degno di rispetto.
Euro
31,00
codice 2129886
scheda
Cooper Alice billion dollars babies (+ $ insert)
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1973  Warner Bros 
  [vinile]  excellent  [copertina]  excellent rock 60-70
prima assai rara stampa inglese, copertina apribile con due angoli stondati, parti in rilievo "embossed" sul fronte e sul retro, apertura per il disco all' interno, angoli sagomati, interno con composizione di foto traforate staccabili a sinistra, e "fermasoldi" a destra, per contenere l' inserto apribile facsimile di un dollaro, qui' ancora presente, inner sleeve con foto e testi, in cartoncino con angoli stondati e sagomatura per l' estrazione del disco, etichetta verde con logo "W B" a punta di freccia in alto, con "Made in Uk" a sinistra, catalogo K56013, "...A1" e "...B1" sul trail off dei rispettivi lati, nella versione senza "PN" sul trail off stesso. Pubblicato in Usa nel marzo del 1973 dopo ''School's out'' e prima di ''Muscle of love'', giunto al numero1 delle classifiche Usa ed al numero 1 di quelle Uk. Il sesto album. Prodotto da Bob Ezrin, fu un hit colossale e contiene una sequela di brani incredibile, "Hello Hooray," ''Billion Dollars Babies'', "Elected" (nuova versione di "Reflected" sul primo album), "No More Mr. Nice Guy" r"I Love the Dead", "Sick Things" e le meno conosciute ma eccezionali "Raped and Freezin'," "Unfinished Sweet," "Generation Landslide." ceratmente uno dei pilastri dell' hard-rock di sempre, con una band stellare e dal suono strepitoso, si sciolsero disgraziatamente dopo un solo ulteriore album, "Billion Dollar Babies" e' non solo un album tra i migliori di Alice Cooper ma anche uno dei grandi classici che hanno costruito l' idea stessa della musica rock.
Euro
150,00
codice 261264
scheda
Cooper Alice double dynamite - 2 originals (school's out + killer)
lp2 [edizione] ristampa  stereo  saf  1973  Warner Bros 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Doppio album, l' originale rara stampa della pubblicazione solo sudafricana realizzata nella meta' degli anni '70, che rendeva disponibili in una unica confezione gli albums "Killer" (1971) e "School's Out" (1972), si tratta in sostanza della terza stampa uscita in Sud Africa del primo e della seconda stampa del secondo, copertina apribile textured in rilievo all' esterno ed all' interno, flipback all' interno (con un adesivo si un negozio di dischi inglese sul retro), etichetta multicolore con viale alberato, catalogo WBD11606. Ecco le note relative ai due dischi: "KILLERS": Pubblicato in Usa nel novembre del 1971 prima di ''School's out '' e dopo ''Love it to the death'', giunto al numero 21 delle classifiche Usa ed al numero 27 di quelle Uk dove usci' nel dicembre dello stesso anno, il quarto album. Alice Cooper pubblica il seguito dell'acclamato "Love It to Death" dopo pochi mesi. Questo "Killer", ancora prodotto da Bob Ezrin, continua l' ascesa e la metaforfosi verso le lande del nascente heavy rock, il clima dei testi e' macabro e persino disturbante, la musica dura e tenebrosa, "Dead Babies" e "Killer'', ne sono esempi assai esemplificativi; tra i brani numerosi i capolavori assoluti ancora oggi in repertorio, come "Under My Wheels", "Be My Lover", "Desperado", "Halo of Flies", mentre le magnifiche ed evocative "You Drive Me Nervous" e "Yeah, Yeah, Yeah" sono episodi risalenti nella composizione ai giorni del garage-rock psichedelico dei primi due albums. La band con l'uscita di questo "Killer", diverra' una delle principali realta' dell' heavy rock del mondo e certamente una delle piu' influenti d'America, con un successo crescente e straordinario almeno, in questa fase, per tutta la prima parte del decennio. "SCHOOL'S OUT": Pubblicato in Usa nel giugno del 1972 dopo ''Killer'' e prima di ''Billion dollar babies'', giunto al numero 2 delle classifiche Usa ed la numero 4 di quelle inglesi dove usci' nel luglio dello stesso anno. Il quinto album. "School's Out" e' uno dei grandi classici della musica americana degli anni '70 e catapulto' Alice Cooper nel gotha dell' hard rock; ovviamente la leggendaria title track aiuto non poco il successo del disco, divenendo il suo piu' grande hit di sempre. Il disco unisce al glam hard portato alle estreme conseguenze il miglior spirito vintage del garage della meta' degli anni ''60 americani (Cooper aveva d'altro canto militato all' epoca negli Spiders producendo un paio di singoli splendidi), le composzioni sono ora complesse e strutturate, rendendo il lavoro assai diverso dai classici del passato, quali "Love It to Death" o "Killer", che erano costruiti piu' sui singoli brani che sul disco nel suo complesso, mentre "School's Out" ha le movenze del concept album, ed a parte la gia' menzionata ''School's out'', non vi sono altri brani di ''facile ascolto'', ma complesse trame dai risvolti originalissimi e talvolta rivoluzionari, quali "Gutter Cat vs. the Jets/Street Fight," "My Stars" e "Grande Finale", nei quali si puo' notare una assonanza e vicinanza di intenti con l'allora nascente classica onda del progressive inglese. Tuttavia Alice Cooper e' ancora figlio del selvaggio e devastato proto punk americano, e questa fusione di stili rende l'opera assolutamente originale e di spessore straordinario. Tra gli altri brani, doveroso citare almeno le epiche "Public Animal #9,", "Luney Tune," e la sinistra grandguignolesca "Blue Turk.". Ceratmente uno dei lavori simbolo dell'intera storia della musica rock.
Euro
40,00
codice 261144
scheda
Costa gal india
lp [edizione] nuovo  stereo  Uk  1973  mr. bongo 
rock 60-70
Ristampa rimasterizzata, copertina apribile senza barcode, pressoche' identica alla prima rara tiratura uscita in Brasile su Philips, nella sua prima versione non censurata, catalogo MRBLP149; pubblicato dopo il live "Fa-Tal- (Gal A Todo Vapor)" (1971) e prima di "Cantar" (1974), il quinto album solista (senza considerare l' album del 1967 coaccreditato a Caetano Veloso, "Domingo". Registrato con la partecipazione di Arthur Verocai e Gilberto Gil, contiene tra gli altri i brani "India", "Volta" e "Desafinado", ed e' uno dei capolavori della musica brasiliana della prima meta' degli anni '70, mirabile commistione di tradizione popolare brasiliana, tropicalia, folk, psichedelia, jazz, funk e rock. Maria de Graca Costa Pena Burgos (in arte Gal Costa) e' una delle principali voci del movimento tropicalia ed una delle piu' rilevanti cantanti brasiliane della seconda meta' del Novecento. Cresciuta con la musica di Joao Gilberto, incontro' nel 1963 Caetano Veloso; la sua musica nei dischi a cavallo fra gli anni '60 e '70 presentava fortissime commistioni con la psichedelia ed il rock in genere, oltre ad una struttura bossanovistica e assai dinamica. Dalla fine degli anni '60 la sua ascesa in Brasile fu irresistibile, e collaboro' con tutti i piu' grandi della musica brasiliana ed infine anche con Joao Gilberto; nel 1967 adotto' il nome di Gal Costa e registro' il suo primo lp ''Domingo'', in coppia con Veloso, oltre a contribuire con due tracce alla leggendaria compilation manifesto ''Tropicalia ou panis et circensis''. Questo le garanti' la firma di un contratto con la Philips che le dette grande esposizione internazionale.
Euro
33,00
codice 3035011
scheda
Costa gal Legal (original version)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1970  endless happiness 
rock 60-70
Ristampa del 2024, con copertina e contenuto che rispecchiano quelli della primissima versione del disco: sul fronte e' indicato il solo titolo senza il nome dell'artista senza l' indicazione del sottotitolo "Voce Nao Entende Nada", ed il disco contiene dieci brani, e non undici, senza la traccia "Voce Nao Entende Nada", aggiunta nella seconda tiratura. Pubblicato nel 1970 dalla Philips in Brasile, il terzo album solista, successivo a ''Gal'' (1969) e precedente il live ''-Fa-tal-'' (1971) ed il quarto in studio ''India'' (1973). Dopo le ardite sperimentazioni dell'acclamato ''Gal'', considerato uno dei capolavori del movimento tropicalia, Costa torno' con questo ''Legal'' a sonorita' piu' accessibili e piu' controllate, lontane dalla selvaggia liberta' espressiva di quell'album, ma ancora espressione di una visione musicale eclettica ed aperta all'integrazione fra le piu' diverse influenze stilistiche, dal garage rock al soul fino alle molteplici correnti della ricca cultura musicale brasiliana: si passa cosi' da brani energici e rockeggianti, dalle sonorita' che mettono insieme soul, garage ed anima carioca, come ''Hotel das estrelas'' e ''Eu sou terrivel'', ad episodi piu' intimisti e delicati e dalle sonorita' piu' vicine alla musica piu' strettamente brasiliana come ''Falsa baiana'' e ''Voce nao entende nada'', scritta da Caetano Veloso. Maria de Graca Costa Pena Burgos (in arte Gal Costa) e' una delle principali voci del movimento tropicalia ed una delle piu' rilevanti cantanti brasiliane della seconda meta' del Novecento. Cresciuta con la musica di Joao Gilberto, incontro' nel 1963 Caetano Veloso; la sua musica nei dischi a cavallo fra gli anni '60 e '70 presentava fortissime commistioni con la psichedelia ed il rock in genere, oltre ad una struttura bossanovistica e assai dinamica. Dalla fine degli anni '60 la sua ascesa in Brasile fu irresistibile, e collaboro' con tutti i piu' grandi della musica brasiliana ed infine anche con Joao Gilberto; nel 1967 adotto' il nome di Gal Costa e registro' il suo primo lp ''Domingo'', in coppia con Veloso, oltre a contribuire con due tracce alla leggendaria compilation manifesto ''Tropicalia ou panis et circensis''. Questo le garanti' la firma di un contratto con la Philips che le dette grande esposizione internazionale.
Euro
25,00
codice 3034979
scheda
LP2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2022  madfish 
rock 60-70
Vinile doppio, label custom bianca, grigia e verde, catalogo SMALP1214. Pubblicato nell'agosto del 2022 dalla Madfish, il primo album solista di Jeff Cotton, storica figura di chitarrista blues ed art rock della California degli anni '60 e '70. Dopo lunghi decenni di assenza dalle scene musicali professionali, Cotton si ripresenta con un lavoro contenente ben ventidue brani, il cui artwork è in parte opera di Cal Schenkel, artista che già aveva creato l'artwork del leggendario "Trout mask replica" di Captain Beefheart. I brani di "Fantasy of reality" si ricollegano in parte al visionario capolavoro di Beefheart, per la ricchezza di sfumature stilistiche ed i toni surreali, un po' bislacchi e vagamente psichedelici, oltre che per le venature blues e jazz, tuttavia l'atmosfera dell'album di Cotton è molto più rilassata e solare, apparentemente ispirata dal clima balneare delle Hawaii piuttosto che dalle tensioni di Los Angeles, e le partiture più lineari; il cantato di Cotton è poi radicalmente diverso da quello di Beefheart, rispetto al quale è molto più melodico ed accessibile, non privo di una vena zappiana / Mother Of Invention, ma senza toni pungenti. Il californiano Jeff Cotton non sarà uno dei nomi più conosciuti presso il pubblico, ma è senz'altro noto ai cultori del rock psichedelico degli anni '60 / '70: notato da Captain Beefheart nel 1967, sostituì poco dopo Ry Cooder nella Magic Band del signor Van Vliet, assumendo il bizzarro pseudonimo di Antennae Jimmy Semens, e suonò in alcuni dei più importanti dischi del Capitano, "Strictly pesonal", "Mirror man" e "Trout mask replica". Reduce dall'esperienza con Beefheart, Cotton si unì a Merrell Fankhauser, con il quale aveva già suonato negli Exiles intorno a metà anni '60, nel suo nuovo progetto Mu, formato nel 1970: insieme incisero il leggendario album "Mu", uscito nel1971, disco di grande bellezza, purtroppo misconosciuto, magicamente sospeso tra atmosfere sognanti e folk, acid blues e psichedelia. Alcuni anni dopo Cotton abbandonò la musica professionale e si stabilì nelle isole Hawaii, tuttavia a sorpresa il chitarrista ritorna sulla scena nel 2022, con il suo primo album solista "Fantasy of reality", lavoro che coniuga il blues, lo art rock ed echi psichedelici.
Euro
33,00
codice 3034970
scheda

Page: 13 of 65


Pag.: oggetti: