Hai cercato:  Ultimi arrivi (lista aggiornata ogni giovedi' sera) --- Titoli trovati: : 353
 
Pag.: oggetti:
 
ordina per
aiuto su ricerche
Pag.: oggetti:
Pravo patty pensiero stupendo / bello
7" [edizione] originale  stereo  ita  1978  rca italiana 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good musica italiana
Singolo in formato 7", quarta stampa italiana, copertina (con lievi segni di invecchiamento) con data "4-78" stampata sul retro, etichetta azzurra, che sul lato A riporta come coautore del brano Oscar Prudente (a differenza delle prime due tirature), catalogo PB6138, timbro Siae del secondo tipo, in uso tra il 1975 ed il 1978/79, con marchio Siae che ne occupa ancora l' intero cerchio centrale. Pubblicato nel gennaio 1978, il celeberrimo singolo che anticipo' il tredicesimo album "Miss Italia". Dopo la breve parentesi con la Dischi Ricordi, che aveva fruttato il buon album eponimo del 1976, rivelatosi pero' il suo primo insuccesso commerciale, Patty Pravo ritorna alla RCA e ritorna ai piani alti delle classifiche con questo singolo, con la sensuale ''Pensiero Stupendo", scritta da Ivano Fossati e da Oscar Prudente, che portera' il singolo al secondo posto nella classifica, e sul retro la curiosa "Bello", cover, abbondantemente trasfigurata, di ''Love (goes to) building on fire'' dei Talking Heads.
Euro
5,00
codice 260565
scheda
Pretty Things parachute
Lp [edizione] nuovo  stereo  ger  1970  madfish 
rock 60-70
bella ristampa in vinile 180 grammi, ottenuta dai master tapes originali, copertina apribile senza barcode, pressoche' identica alla prima molto rara tiratura uscita in Inghilterra su Harvest. Pubblicato in Inghilterra nel Giugno del 1970 dopo ''S.F. Sorrow'' e prima di ''Freeway Madness'', giunto al 43esimo posto delle classifiche UK e non entrato in quelle USA. Il quinto album, distante dal suono psichedelico del suo predecessore, fu registrato agli Abbey Road studios a Londra, con Norman Smith alla consolle, da Phil May, John Povey e Wally Allen e dai nuovi membri Skip Alan (ex Sunshine) e Victor Unitt (ex Edgar Broughton Band), il disco e' stato definito in molti modi nel corso del tempo, ''hard rock'', ''progressive'', ''una via di mezzo tra il White Album ed Abbey Eoad'', e' stato incoronato, retrospettivamente, ''miglior album assoluto del 1970'' dalla prestigiosa rivista Rolling Stone. In realta' si tratta di un lavoro dalla altissima caratura artistica e tecnica che riunisce in se', come tipico del biennio 1968-1970 tutte le componenti di cui sopra, ma le rielebora in uno stile senza compromessi e carico di energia che e' quello a cui il gruppo ha abituato i propri (pochi) fans fin dagli esordi. Album misteriosamente sottovalutato dagli ascoltatori, e' degno della loro produzione migliore e vale la pena di riscoprirlo approfonditamente. Tra i brani ''the good mr square'', ''sickle clowns'', ''parachute''. Anche questo lp, tra l'altro l'unico della carriera insieme all'esordio ad entrare in classifica in inghilterra (49ø posto), vendera' poche migliaia di copie (si stima intorno alle 3.000).
Euro
31,00
codice 2128296
scheda
Pretty Things s.f. sorrow (uk sleeve)
Lp [edizione] nuovo  stereo  ger  1968  madfish 
rock 60-70
Ristampa in vinile 180 grammi, copertina apribile pressoche' identica alla rarissima edizione inglese su Columbia (con copertina diversa ma stessi brani rispetto a quella americana su Rare Earth del 1969). Pubblicato in Inghilterra nel Dicembre del 1968 dopo ''Emotions'' e prima di ''Parachute'', non entrato nelle classifiche inglesi ne' in quelle USA dove usci' nel Febbraio del 1970. Il quarto album. Uno dei capolavori assoluti e riconosciuti della psychedelia britannica, registrato da Phil May, Wally Allen, Dick Taylor, John Povey e Twink, prodotto da Norman Smith. Passato alla storia come la prima rock opera della storia, Pete Townshend si ispirera' proprio a questo lp per Tommy degli Who che uscira' nel Maggio del 1969, narra la vicenda di Sebastian F Sorrow, dalla sua nascita alla maturita' dalla vecchiaia ed infine alla morte. Taylor e May effettuarono drastici cambi di formazione per questo lp, arrivarono Wally Allen e John Povey gia' nei Bern Elliott and The Fenmen e soprattutto il batterista Twink (vero nome John Alder) dai Fairies. Fu questa nuova formazione a registrare S.F. Sorrow, concept basato su un racconto di Phil May, il disco e' riconosciuto come uno degli autentici capolavori del decennio e propone un suono immaginifico ed innovativo che trattiene il feeling della psychedelia e lo coniuga con le migliori intuizioni del nascente progressive, sara' un' influenza enorme per molti musicisti inglesi, per esempio, il brano ''Private Sorrow'' ricorda molto da vicino i Jethro Tull di Aqualung. Nonostante il riconoscimento e gli onori tributati da parte di critica e musicisti (Roger Waters dei Pink Floyd racconta di averlo mantenuto sul piatto per oltre tre mesi senza ascoltare altro), il disco passo' del tutto inosservato e le copie vendute si calcolano nella misura di 1.000 (mille) tra mono e stereo, il che da' un'idea del perche' abbia raggiunto alte quotazioni. In questo periodo il gruppo, sempre attanagliato da problemi economici, registro' anche un lp in Francia, conosciuto come ''The Philippe De Barge album'', fu finanziato dal miliardario francese Philippe De Barge che innamoratosi del suono swinging London del gruppo, li persuase a recarsi nel suo Chateau per registrare un LP. Il risultato fu trasferito su di un acetato e mai stampato a causa della morte del finanziatore avvenuta subito dopo le registrazioni. Alcuni dei brani registrati in questo lp sono gli stessi che poi appariranno in Electric Banana. Dick Taylor, disilluso dalle scarsissime vendite e dalla sfortuna da sempre accanitissima contro il gruppo, lascio' la band proprio dopo S.F. Sorrow e divenne un produttore per la Clearwater Productions. Il gruppo sopravvisse anche a questo ed incise il notevolissimo ''Parachute'', un disco tra progressive ed hard rock, come al solito incensato da critici e addetti ai lavori ma dalle vendite, anche in questo caso, irrisorie.
Euro
31,00
codice 2128295
scheda
Private dicks homelife - 1979/1980 recordings
lp [edizione] originale  stereo  ita  1979  rave up 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
L' originale ormai rara stampa, copertina in cartoncino lucido senza barcode, etichetta nera con scritte bianche da un lato e custom fotografica dall' altro. Pubblicato dalla italiana Rave Up nel 2007, questo album percorre nello spazio dei suoi 16 brani il breve percorso della mod-punk band inglese di Bristol, contenendo il brano "Green Is In The Red" con cui esordirono nella raccolta di gruppi di Bristol "Avon Calling - The Bristol Compilation", i brani "She Said Go" e "Private Dicks" dal loro primo singolo del 1979 e "Don't Follow My Lead" e "You Want It You Got It" dal secondo ed ultimo 7" del 1980, oggi rari e ricercati nei circuiti collezionistici benche' sconosciuti ai piu' a causa appunto della loro irreperibilita', ed aggiunge al gia' invitante piatto ben otto brani registrati in studio precedentemente inediti e tre brani registrati dal vivo. In bilico tra punk rock, influenze 60's vicine a quelle della scena mod di cui non furono pero' mai propriamente parte, ed una spiccata attitudine power pop, questi brani ci danno il quadro di una band forse minore, ma meritevole di non essere dimenticata. Memorabili in particolare "She Said Go" e "You Want it You Got It", veri e propri "minor hit".
Euro
28,00
codice 260512
scheda
Pulp Different class
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1995  island 
indie 90
Ristampa con copertina non die-cut, corredata di inner sleeve. Il quinto album, pubblicato originariamente nell'ottobre 95 sempre su Island, prima di "This is hardcore" (98) e dopo "His 'n' hers" (94), giunto alla posizione n.1 delle classifiche inglesi. Opera brit pop con liriche incentrate su sessualita' e classi sociali, con suoni dal gusto glam e romantico mischiati a ritmi ballabili e a brani pop con riferimenti al Bowie di "Young americans" e a Brian Ferry. Band con base a Sheffield, formatasi verso la fine dei settanta, per opera dell'istrionico cantante Jarvis Cocker, all'epoca appena quindicenne. I primi anni di vita del gruppo sono contraddistinti da continui cambi di formazione e sporadici concerti, una Peel session nel 1981 e sonorita' fra pop, new wave e folk. Il resto del decennio prosegue attraverso ulteriori cambiamenti di organico e momentanei scioglimenti dovuti anche allo scarso successo commerciale, ma vede comunque l'uscita dei primi due album, ''It'' (1983) e ''Freaks'' (1987). L'influenza della dance e della house si fanno sentire su Cocker, che con una nuova formazione incide ''Separations'' (1991), seguito nel 1994 dal primo grande successo ''His 'n' hers''. Le pose istrioniche e l'umorismo di Cocker, che canta spesso di personaggi della working class inglese e della rigida divisione in classi della societa' britannica, lo rendono negli anni '90 un personaggio assai popolare in patria, situazione da cui trae giovamento anche il gruppo, che ha ormai trovato una propria strada dopo lunghi anni di gavetta. Il successivo album ''Different class'' (1995) e' il loro primo lavoro a raggiungere la vetta della classifica in Gran Bretagna.
Euro
31,00
codice 2128333
scheda
Pylon chomp (die-cut sleeve)
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1980  new west 
punk new wave
Ristampa rimasterizzata dai master tapes originali, copertina pressoche' identica alla prima rara tiratura americana del disco su Db, con tanto di sagomatura lungo tutto il lato dell' apertura per il disco, in alto. Uscito nel 1983 solo in Usa per la Db, dopo il primo album "Gyrate" (1980) e prima di "Chain" (1990), il secondo lp della band di Athens, Georgia, registrato tra il 1981 ed il 1982 (con parte dei brani prodotti da Mitch Easter, ex Rittenhouse Square e Sneakers, in procinto di formare i Let's Active e giusto all' inizio di una carriera da produttore che lo vedra' sin da subito, e per diversi anni, lavorare, tra gli altri, con i R.e.m., e parte dei brani prodotti da Chris Stamey e Gene Holder dei Db's, ma il primo gia' con Rittenhouse Square, Little Diesel e Sneakers), e comprendente tra gli altri i quattro brani dei due singoli pubblicati dalla stessa Db nel 1981 ("Crazy", poi coverizzata dai concittadini R.e.m., e "M-Train") e nel 1982 ("Beep" e "Altitude"). L' album e' la logica prosecuzione dell' interessantissimo esordio, proponendo un sound appena piu' levigato e vicino a contemporanee pulsioni wave, con un ruolo ancora piu' importante riservato alla voce della cantante Vanessa Briscoe Hay (anni dopo nei Supercluster), ed una verve compositiva estremamente felice e varia, oltre che intrigante ed imprevedibile. Il loro era un sound atipico e leggero ma tutt' altro che inconsistente, insinuante ed assai personale, tanto che saranno gruppo consideratissimo dalla critica specializzata e soprattutto amato ed omaggiato dai colleghi musicisti, tanto che i REM eseguirono la cover del brano ''Crazy'' nell'album "Dead letter office". Fautori di un ibrido incrocio tra sonorita' divise tra B52's e Gang of 4, negli anni i Pylon sono riusciti ad acquisire nuovi consensi, imponendosi dolcemente e meritatamente come presenza silenziosa tra i protagonisti delle fasce piu' nascoste dell'underground degli anni ottanta; per molti saranno una gradita scoperta.
Euro
31,00
codice 2128334
scheda
Quatermass quatermass (ltd. crystal clear)
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1970  music on vinyl 
rock 60-70
ristampa del 2024 in vinile 180 grammi per audiofili, EDIZIONE LIMITATA IN 750 COPIE, NUMERATE SUL RETRO, IN VINILE TRASPARENTE, copertina apribile pressoche' identica a quella della prima molto rara tiratura su Harvest. Pubblicato in Inghilterra nel giugno del 1970, l' unico album del gruppo inglese, uno dei monumenti dell' underground britannico degli inizi del decennio. Trio composto da John Gustafson, Peter Robinson e Mick Underwood, si formano nel settembre del 1969 in inghilterra, i tre avevano avuto esperienze diverse, Mick Underwood era stato con Jet Harris and The Jet Blacks, negli Outlaws, in una prima formazioe degli Herd e negli Episode Six, John Gustafson nei Big Three e nei Merseybeats. Dopo la pubblicazione di questo lp si imbarcarono in un tour americano, ma le precarie condizioni economiche li costrinsero allo scioglimento. Il disco, registrato ai prestigiosi abbey road studios di londra con paul buckmaster che dirige una intera orchestra di violini, violoncelli e viole, e' passato alla storia, oltre che per la copertina, davvero impressionante realizzata dallo studio Hipgnosis, anche per le partiture d'organo di Pete Robinson che ricordano, ma per molti le sono addirittura superiori, quelle dei Nice e dei primi Deep Purple. Il brano ''Black Sheep Of The Family'' e' stato coverizzato dai Rainbow nel loro primo album del 1975. Come molti altri gruppi di progressive furono piu' popolari nell'europa continentale, Germania ed Italia, che in Inghilterra, proprio in germania usci' il loro unico 45, Three Blind Mice, inedito su lp ed ora molto raro. si sciolsero alla fine del 1970, Mick Underwood si uni' ai Peace (con Paul Rodgers dei Free). John Gustafson formo' gli Hard Stuff con gli ex Atomic Rooster John Cann e Paul Hammond, poi fu con Bryan Ferry, con i Roxy Music e con la Ian Gillan Band. Pete Robinson divenne uno dei componenti della jazz-rock band Brand X. il loro brano piu' celebre, ''Black Sheep Of The Family'', fu pubblicato anche sulle compilations della Harvest, Picnic ed Harvest Heritage.
Euro
31,00
codice 2128335
scheda
Queen in nuce (smile, larry lurex and queen, 1969-73)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1969  milestone 
rock 60-70
Edizione limitata, ristampa con copertina per l' ennesima volta rinnovata (qui con sfondo bianco), catalogo MR10070, della raccolta originariamente pubblicata nel 1995 dalla stessa etichetta Milestone, qui con gli otto brani della primissima versione su 10". ''In nuce'' contiene cinque brani registrati alla fine degli anni '60 dagli Smile, gruppo che includeva i futuri Queen Brian May e Roger Taylor e che vantava fra i suoi fan un giovane Freddie Mercury; solo due di quei brani vennero pubblicati all'epoca in un singolo, ''Earth / Step on me'' (1969), prima che il gruppo si sciogliesse nel 1970, ma in seguito con questi anche "April Lady", "Polar Bear" e "Blag" videro la luce sul mini lp della Mercury ''Gettin' smile'', uscito nel 1982 solo in Giappone. ''Mad the swine'' e' invece un brano che i Queen registrarono per il loro primo eponimo album del 1973, ma che rimase all' epoca inedito. Troviamo infine i brani dell' unico singolo uscito a nome Larry Lurex, pseudonimo dietro il quale si celava Freddie Mercury in collaborazione con l'ingegnere del suono Robin Cable: le cover ''I can hear music'' e ''Going back'', che uscirono su 7'' nel 1973.
Euro
23,00
codice 3034293
scheda
Radio birdman live in texas
lp [edizione] originale  stereo  fra  2011  crying sun 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
COPIA ANCORA INCELLOPHANATA, e con adesivo "Includes Free Download Card" sul cellophane (il coupon e' ancora incluso, non sappiamo se utilizzabile), l' originale ormai molto rara stampa, pressata in Francia dalla australiana Crying Sun, in vinile pesante, completa di inner sleeve fotografica, etichetta custom, catalogo CSRLP05. Pubblicato nel 2011, registrato dal vivo in Texas il 24 giugno 2007 ad Austin, ed il 26 giugno ad Houston, durante la tournee che segui' la pubblicazione del terzo album in studio "Zeno Beach" della leggendaria band australiana di Sydney, che ne segno' il ritorno a distanza di oltre un quarto di secolo dai due storici albums "Radio's Appear" e "Living Eyes". Tredici serratissimi e travolgenti brani, tra vecchi immortali classici della band, nuovi brani e qualche cover, registrati con Rob Younger (sua la sempre inconfondibile voce, momentaneamente accantonati i grandi New Christs) e le magnifiche chitarre di Chris Masuak e Deniz Tek, vero marchio di fabbrica non solo del gruppo ma di un sound che ha avuto innumerevoli imitatori, in una splendida formazione completata dal basso pulsante di Jim Dickson (gia' nei Barracudas e nei citati New Christs, tra gli altri) e dalla batteria potente di Russell Hopkinson (innumerevoli i gruppi nei quali ha militato, tra cui Bamboos, Kryptonics, Nursery Crimes e You am I...), che riescono nel non facile compito di non deludere le piu' ottimistiche previsioni. Ecco la lista dei brani: 1. Murder City Nights (D.Tek) 2. Weve Come So Far (To Be Here Today) ( D.Tek/R.Younger) 3. You Just Make It Worse( R.Younger/J Dickson/D.Tek) 4. Anglo Girl Desire (D.Tek), 5. More Fun ( D.Tek ) 6. Circles (P Townsend) 7. Locked Up ( Tek) 8.Subterfuge (R Younger/D.Tek) 9.Die Like April (D.Tek) 10. Smith and Wesson Blues (D.Tek) 11. What Gives (D.Tek/Gilbert) 12. Til The End Of The Day (R.Davies) 13.Hand Of Law (D.Tek)
Euro
60,00
codice 260519
scheda
Radiohead A moon shaped pool
Lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2016  xl recordings 
indie 90
doppio vinile pesante, copertina apribile con parti lucide in rilievo, adesivo su cellophane, inners, etichette custom. “A Moon Shaped Pool” è il nono album in studio dei Radiohead, a cinque anni da “The King of Limbs” (2011). L’uscita del disco è anticipata da abili strategie comunicative: cancellare i contenuti del gruppo da tutti i social network, pubblicare due video - Burn The Witch e Daydreaming- fortemente evocativi. Il primo, diretto da Chris Hopewell, è un cortometraggio animato in stop-motion ispirato al film horror The Wicker Man (1973, diretto da Robin Hardy). Il secondo è diretto dal regista Paul Thomas Anderson. Ancora una volta i Radiohead hanno lavorato con Nigel Godrich, già produttore della quasi totalità dei dischi del gruppo, “Ok Computer, “Kid A” “Amnesiac”, “Hail to Thief”, “In Rainbows”, “The King of Limbs”. Le registrazioni del lavoro cominciano nel dicembre 2014 allo studio La Fabrique Saint-Rémy-de-Provence (Francia) e nel novembre 2015 la London Contemporary Orchestra ai RAK studio di Londra suonano le parti di archi, arrangiate da Jonny Greenwood (già al lavoro con l’orchestra per la colonna sonora di “The Master”). A registrazioni terminate, due elementi caratterizzano quest’ultimo capitolo della band inglese: molti dei brani finiti su disco erano già stati presentati dal gruppo in sede live ( “Identikit”, “Ful Stop” , “Present Tense”, “True Love Waits”) ; i Radiohead lavorano per sottrazione, ossia la sezione ritmica è ridotta all’essenziale per lasciare spazio alle tessiture sintetiche ed alle parti d’archi (“Burn the witch”, “Tinker Tailor Soldier Sailor Rich Man Poor Man Beggar Man Thief”). Fondati ad Oxford nel 1988 dal cantante Tom Yorke con Ed O'Brien, Colin Greenwood e Phil Selway, inizialmente con il nome di On A Friday, si ribattezzano Radiohead nel 1991 e danno inizio ad una fulgida carriera che li portera' a dominare le classifiche discografiche negli anni successivi, attraverso una musica sofisticata, frutto di un mix tra sperimentazione e post punk, con elementi indie ed elettronici, che riesce, con atmosfere surreali, ad intercettare lo spirito oscuro e secolare della fine del millennio.
Euro
34,00
codice 2128364
scheda
Radiohead in rainbows
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2007  xl/xurbia xendless 
indie 90
Vinile pesante, inner in cartoncino a colori con i testi, etichette custom in bianco e nero; il rovescio del cartone della copertina e dell'inner e' di colore nero. Finalmente pubblicato nel dicembre del 2007 dall'etichetta XL per la grande distribuzione, esce in vinile "In Rainbows". Il primo ottobre del 2007 il gruppo ha annunciato il completamento dell'album, che sarebbe uscito nell'arco di 10 giorni, dando la possibilita' a coloro che volessero scaricare il file zippato dell' MP3 dal sito internet di pagare una somma a piacere; disponibile tramite prenotazione anche la versione "solida" di "In Rainbows", consistente in un box contenente un doppio vinile, la copia in CD con l'aggiunta di un bonus disc con 6 tracce, un libro con i testi, e foto. Tutta l'operazione effettuata senza il tramite di una casa discografica, ma autonomamente dalla band. Il settimo album della band inglese, uscito dopo "Hail To The Thief". Registrato in gran parte in analogico, il disco e' orientato sulla forma canzone e sulla complessita' degli arrangiamenti, la parte elettronica diviene qui meno preponderante ma piu' di contorno, e conseguentemente il batterista Phil Selway torna ad avere un ruolo consistente. Molti dei brani erano gia' circolati in rete e su bootleg, dopo che il gruppo li aveva eseguiti durante i concerti, "Nude", ballata malinconica con arrangiamenti di archi e cori, uno dei pezzi piu' belli del disco, risale addirittura all'epoca di "OK Computer", e solo con questa versione dopo vari tentativi il gruppo è riuscito a dargli una forma compiuta e pienamente soddisfacente. I Radiohead, sono uno dei piu' importanti complessi rock degli anni '90. Fondati ad Oxford nel 1988 dal cantante Tom Yorke con Ed O'Brien, Colin Greenwood e Phil Selway, inizialmente con il nome di On A Friday, si ribattezzano Radiohead nel 1991 e danno inizio ad una fulgida carriera che li portera' a dominare le classifiche discografiche negli anni successivi.
Euro
34,00
codice 2128363
scheda
Radiohead Ok computer oknotok 1997 2017
Lp3 [edizione] nuovo  stereo  eu  1997  xl recordings 
indie 90
In occasione del ventennale dall'uscita ristampa in triplo vinile pesante, contentente oltre al disco, tre brani inediti, otto b-sides, il tutto rimasterizzato per l'occasione dai masters originali, coupon per download, copertina apribile, inner sleeves. Pubblicato in Inghilterra nel Giugno del 1997 dopo ''The Bends'' e prima di ''Kid A'', giunto al numero 1 delle classifiche inglesi ed al numero 27 di quelle USA. Il terzo album. Costruito approfondendo le tessiture sonore del precedente The Bends, i Radiohead rivoluzionano il rock chitarristico della fine del millennio con questo OK Computer. Le chitarre presenti sia in Pablo Honey che nello stesso The Bends sono trasfigurate in apocalittici luccicanti tappeti sonori, che negli episodi piu' complessi e stratificati quali "Paranoid Android" riescono ad unire energia e sogno attraverso il tramite sciamanico della voce di Thom Yorke, qui la band incorpora la lezione del post My bloody Valentine, del Punk e della Wave, dell' Elettronica, riunendo il tutto e trasfigurandolo su una base di ritmi alieni e sincopati che dipingono surreali ed originalissimi bozzetti sonori che catturano alla perfezione lo spirito oscuro e secolare della fine del millennio, inoltre le composizioni sono eccezionalmente riuscite, piu' di uno i brani che rimarranno nella storia della musica rock "Subterranean Homesick Alien", "Karma Police", la gotica "Exit Music (For a Film)". OK Computer e' l'album che non solo fara' si che i Radiohead vengono riconosciuti come la band piu' artisticamente rilevante del decennio, ma che posizionera' questo doppio album nell' olimpo dei piu' importanti e considerati lavori della storia del rock e non solo di quella dei '90.
Euro
39,00
codice 2128367
scheda
Lp [edizione] originale  stereo  usa  2000  rip off 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent indie 2000
Copia acora incellophanata, prima ormai rara stampa americana, nella versione in vinile nero, copertina lucida fronte retro senza barcode, label custom, catalogo 044. Pubblicato nel luglio del 2000 dalla solita, infallibile Rip Off, il primo imperdibile album dei due realizzati dalla punk band texana composta da Jeff Burke (ex Vomit Punx, autori di un ep nel 1994), Mike Throneberry, Mark Ryan e Chris Pulliam (questi ultimi tre gia' insieme negli Oddfellows, autori di un 7''ep nel 1995). Un piccolo capolavoro in pieno stile "Killed By Death", ovvero vicino a quello (grezzo, minimale e potente) del miglior punk rock americano di fine anni '70, sorretto da una efficacissima vena compositiva, quasi "pop" in alcuni brani. Bellissima ed encomiabile la cover di "Ack Ack Ack Ack" degli immensi Urinals. Nel 2001 arrivera' il secondo lp ''It's about time'', ma presto l'esperienza della band arrivera' al termine e nel 2002 Throneberry, Ryan e Burke formeranno i Marked Men. Numerosi saranno poi i progetti che vedranno partecipi gli ex membri dei Reds: ad esempio Throneberry e Ryan saranno ancora insieme nei Mind Spiders, autori di alcuni album dal 2011, mentre Burke e Ryan si ritroveranno nei Radioactivity (due album, nel 2013 e nel 2015).
Euro
30,00
codice 260517
scheda
Rev martin (suicide) Clouds of glory (red vinyl!)
Lp [edizione] originale  stereo  fra  1985  new rose 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
l' originale rara stampa dell' album pubblicato in esclusiva dalla francese New Rose, IN VINILE ROSSO, etichetta rosa e nera con scritta New Rose in alto in lettere nere dentro riquadro bianco, catalogo ROSE52, copertina LAMINATA senza codice a barre; il secondo album solista, pubblicato nel marzo del 1985, a distanza di circa cinque anni dall' esordio "Martin Rev" (1980), del newyorkese Martin Rev, geniale e allucinato tastierista alfiere della rivoluzione intellettuale della new wave urbana che insieme al rocker maledetto Alan Vega diede vita ad uno dei progetti piu' importanti e seminali di fine anni settanta, i Suicide autori di un sound che riusciva a innestare le elettroniche modulazioni infinite dei minimalisti su una solida base rockabilly, sound caratterizzato da un canto spettrale figlio di quell'angoscia metropolitana che aveva gia' contaminato i Velvet Underground. Finita peraltro solo momentaneamente la parabola artistica del progetto Suicide, Martin Rev e Alan Vega continuarono seguendo distinte carriere soliste. "Clouds Of Glory" e' il secondo ottimo album, sei brani completamente dominati dalle tastiere e dai campionatori, completamente strumentali eseguiti all'insegna della ripetitivita' fluttuante dei minimalisti, avvalendosi del ritmo sintetizzato tipico dei Suicide; sei ballate atmosferiche ed ipnotiche talora prossime all'ossessivita' del gruppo madre, talora intrise di un esotismo mantrico nato dalla poetica della disumanizzazione. Altri sei anni bisognera' attendere per il successivo "Cheyenne", pubblicato nel 1991.
Euro
34,00
codice 260555
scheda
lp [edizione] originale  stereo  usa  1980  infidelity 
  [vinile]  excellent  [copertina]  excellent punk new wave
COPIA ANCORA INCELLOPHANATA, la prima rara stampa americana, copertina cartonata senza barcode, etichetta celeste con scritte viola e logo Infidelity in alto, catalogo JMB 228, groove messages "free Roman Polanski" sul lato A. Il primo album solista di Martin Rev, registrato nel 1979 e pubblicato nel 1980, all'indomani dalla separazione dal compagno Alan Vega e dal progetto Suicide. Questo primo omonimo album segue le orme del progetto madre, con sei lunghi brani, cinque dei quali strumentali, eseguiti all'insegna della ripetitivita' fluttuante dei minimalisti e del ritmo sintetizzato tipico dei Suicide; la nevrosi urbana dei primi suicide non e' distante, anche se come gia' nel secondo album dei Suicide stessi la musica e' caratterizzata da ipnotiche ballate ricche di un esotismo mantrico nato dalla poetica della disumanizzazione, in cui l' inquietudine e' palpabile, accresciuta dalla ripoetitivita' ossessiva della musica. Un disco ancora una volta bellissimo e purtroppo misconosciuto, che sara' seguito circa ben cinque anni dopo dal successivo "Clouds of Glory". Il newyorkese Martin Rev e' stato geniale e allucinato tastierista alfiere della rivoluzione intellettuale della new wave urbana che insieme al rocker maledetto Alan Vega diede vita ad uno dei progetti piu' importanti e seminali di fine anni settanta, i Suicide, autori di un sound che riusciva a innestare le elettroniche modulazioni infinite dei minimalisti su una solida base rockabilly, sound caratterizzato da un canto spettrale figlio di quell'angoscia metropolitana che aveva gia' contaminato i Velvet Underground. Finita la parabola artistica del progetto Suicide, Martin Rev e Alan Vega continuarono seguendo distinte carriere soliste.
Euro
45,00
codice 260554
scheda
Richenel L'esclave endormi
12'' [edizione] originale  stereo  uk  1986  4ad 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good punk new wave
Prima stampa inglese, copertina (con lievi segni di invecchiamento) senza barcode, label custom, catalogo BAD601, scritte ''townhouse kev'' e ''MPO'' incise sul trail off di entrambi i lati, vinile pressato come d' abitudine della etichetta 4AD in Francia presso gli stabilimenti di fiducia della MPO (come indicato sul trail off). L'edizione inglese del 12'' d'esordio di Richenel, pubblicata nel gennaio 1986 dalla 4AD, che presto chiamera' Richenel anche per collaborare al progetto This Mortal Coil. Contiene due versioni della evocativa title track, la prima delle quali e' un remix operato da John Fryer e Ivo Watts-Russell, assai diversa da quella del lato B, gia' presente nell' edizione olandese su Megadisc del suo primo album "Statue of Desire", pubblicato nel 1985. Un atmosferico e raffinato intreccio fra pop d'ascolto e new wave sognante e melodica, con ritmi lenti e melodie eteree che sostengono il canto androgino di Richenel. Musicista olandese (vero nome Hubertus Richenel Baars), purtroppo morto prematuramente nel marzo 2020, noto inizialmente per le sue performance visive oltre che per la sua musica, nelle quali interpretava una sessualita' ambigua ed in mutamento (comparendo in costumi femminili, che gradualmente si trasformavano in androgini ed infine in maschili), Richenel e' ricordato in particolare per la sua voce androgina e per il suo stile vocale molto apprezzato, che impressiono' a tal punto Ivo Watts-Russell della 4AD da pubblicare il suo primo singolo ''L'esclave endormi'' in Gran Bretagna nel 1986. In precedenza Richenel aveva fatto parte del gruppo funk rock Luxor (1979) e poi negli Spargo, quindi nel 1981 aveva pubblicato la sua prima opera solista, la musicassetta ''La diferencia''. Nella seconda meta' degli anni '80 passo' su major (Epic/CBS), principalmente all'insegna del pop e della dance, mentre dalla fine degli anni '90 si e' accostato maggiormente al jazz.
Euro
12,00
codice 700271
scheda
Ride (ita) masturbazione mentale
lp [edizione] originale  stereo  ita  1985  rave up 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
L' originale stampa, copertina senza senza barcode, etichetta custom fotografica in bianco e nero da un lato, e nera con scritte bianche dall' altro. Uscito nel febbraio del 2014, questo album riporta alle cronache musicali il nome di uno dei piu' eccitanti gruppi italiani degli interi anni '80, i Ride di Milano, attivi sin dal 1982 come Dark Ride, autori con quel nome di un demo nel marzo del 1983 devoto al dark punk di gruppi californiani come T.s.o.l. e Flesh Eaters, ancora con testi in inglese, e con la successiva denominazione Ride di un nastro nel 1985 dal titolo "Masturbazione Mentale", gia' con il passaggio a testi in italiano, di un minialbum autoprodotto nel gennaio del 1986 dal titolo "Elettroshock" ed un ultimo demo "Psicosi", nel 1987. Questo imperdibile omaggio postumo realizzato dalla Rave Up contiene tutti i cinque brani di "Elettroshock" (uno dei migliori dischi di punk rock mai pubblicati in Italia), due episodi dal demo del 1985 e sette brani dall' ultimo demo del 1987. La prima facciata evidenzia attraverso le due splendide covers in italiano di due anthems dei grandi Nuns ("Mental Masturbation" che diventa "Masturbazione Mentale" e "21st Century" che diventa "Elettroshock") la devozione del gruppo al miglior punk rock californiano 77ino, con il modello appunto dei Nuns di San Francisco particolarmente presente, ed evidenziato dalla presenza (non comune in questo contesto) di una tastiera spesso utilizzata come un martellante piano, in un diabolico punk rock a base di chitarre sferzanti e violentissime, nella splendida alternanza di brani potenti e serratissimi ed atmosfere talora oscure e conturbanti. I brani del secondo demo, tra cui una nuova versione di "Masturbazione Mentale", furono registrati dopo l' uscita del tastierista e l' inserimento al suo posto di un secondo chitarrista, a vantaggio forse di un sound piu' corposo, che pero' perse una sua importante peculiarita', avvicinandosi ad un comunque efficace punk rock venato di influenze 70's.
Euro
23,00
codice 260507
scheda
Rise and shine Flowerpowermetal (limited 400 copies)
Lp [edizione] originale  stereo  ita  1998  black widow 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent heavy metal
Prima rara stampa, pressata solo dalla italiana Black Widow in una edizione limitata a 400 copie (come indicato sull'etichetta), copertina apribile con testi all'interno e senza barcode, label nera con scritte bianche e nome gruppo in grigio su di una facciata, bianca e nera con grande logo Black Widow Records sull'altra, catalogo BWR023. Pubblicato nel 1998 dalla Black Widow, il primo album, precedente ''Roadflower'' (1999). Il debutto del gruppo svedese e' un potente lavoro che assorbe influenze molteplici fra quelle classiche dello hard rock, dalle potenti ed inesorabili partiture dei Black Sabbath alle epiche cavalcate alla Deep Purple, con sopra una spruzzatina di epici heavy metal da stadio degli anni '80, il tutto in armonia con la voce del cantante, che sembra un incrocio fra Ian Gillan ed un frontman metallaro degli eighties. I Rise and Shine sono un gruppo svedese formato a Stoccolma nel 1993; autori di un solido stoner / hard rock dai richiami inevitabilmente vintage, hanno attraversato numerosi cambiamenti nel loro organico ma sono ancora in attivita' nella seconda decade del nuovo secolo. Dopo un paio di ep usciti nel 1996/97, hanno pubblicato quattro album fra il 1998 ed il 2011, i primi due dei quali usciti sulla label italiana Black Widow.
Euro
23,00
codice 325976
scheda
Rise and shine Roadflower (limuted 500 copies)
Lp [edizione] originale  stereo  ita  1999  black widow 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent heavy metal
Prima rara stampa, pressata solo dalla italiana Black Widow in una edizione limitata a 500 copie (come indicato sull'etichetta), copertina apribile senza barcode, inner sleeve in cartoncino pesante con testi, foto e crediti, label custom fotografica con scritte bianche e nome gruppo in grigio su di una facciata, grigia con logo Black Widow Records bianco sull'altra, catalogo BWR037. Pubblicato nel 1999 dalla Black Widow, il secondo album, successivo a ''Flowerpowermetal'' (1998) e precedente ''Ghosts of the past'' (2006). ''Roadflower'' e' un lavoro molto simile al loro primo lp dell'anno precedente, uno stoner metal dalle influenze classiche che vanno dalle potenti ed inesorabili partiture dei Black Sabbath alle epiche cavalcate alla Deep Purple, con sopra una spruzzatina di epici heavy metal da stadio degli anni '80, il tutto in armonia con la voce del cantante, che sembra un incrocio fra Ian Gillan ed un frontman metallaro degli eighties; il sound dell'album e' in ogni caso piu' brillante rispetto al primo album. I Rise and Shine sono un gruppo svedese formato a Stoccolma nel 1993; autori di un solido stoner / hard rock dai richiami inevitabilmente vintage, hanno attraversato numerosi cambiamenti nel loro organico ma sono ancora in attivita' nella seconda decade del nuovo secolo. Dopo un paio di ep usciti nel 1996/97, hanno pubblicato quattro album fra il 1998 ed il 2011, i primi due dei quali usciti sulla label italiana Black Widow.
Euro
23,00
codice 325977
scheda
Ro ro Meet at the water
Lp [edizione] nuovo  stereo  aus  1972  survival research 
rock 60-70
Copertina senza codice a barre. Ristampa del 2023 ad opera della Survival Research, con copertina non più apribile, del rarissimo unico album dei Ro Ro, originariamente pubblicato nel 1972 dalla Regal Zonophone nel Regno Unito. I Ro Ro erano un gruppo inglese composto da esperti musicisti: furono fondati dal bassista Warwick Rose, ex Tangerine Peel. Con il cantante Alan Ross, l'ex chitarrista dei New Animals John Wider, il batterista Rod Coombes (già con Jeff Beck e Juicy Lucy) ed il tastierista Neil Sheppard. Pubblicarono una manciata di singoli fra il 1971 ed il 1973, e questo unico album "Meet at the water", prodotto da Keith West, già collaboratore dei Tomorrow qualche anno prima. L'album è un lavoro eclettico, in cui confluiscono elementi blues rock, tocchi progressive molto leggeri e folk rock rurale dai richiami americani, accostato da alcuni critici alla Band, ma con un tocco chiaramente britannico, nelle atmosfere autunnali e spesso introspettive. Il disco non ebbe successo e divenne col tempo un rarissimo oggetto di ricerca collezionistica; Ross e Sheppard collaborarono poi con il bassista degli Who John Entwistle (Ross poi fonderà un suo gruppo, i Ross, autori di due album a metà anni '70), mentre Coombes si unì agli Stealers Wheel.
Euro
20,00
codice 2128271
scheda
Rokurokubi Iris, flower of violence
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2021  time spun 
indie 2000
edizione limitata in vinile nero di 300 copie. Il secondo album della band a due anni di distanza da "saturn in pisces", risultato di tre anni di lavoro con il produttore Wyndham Earl che ha ampliato il sound del gruppo. L'album è una raccolta di fiabe cantate da sirene, raccontate su un paesaggio musicale di profondo folk-acid e rock psichedelico. Band inglese di Brighton guidato dalla cantautrice Rose Io (Rose Dutton) Suonano un folk-rock-acido con riferimenti al grande folk britannico degli anni 60-70, con uso di strumentazione elettrica ed acustica, intervallato da aperture noise-rock psichedelico.
Euro
25,00
codice 2110049
scheda
Room pre-flight
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1970  akarma 
rock 60-70
Ristampa in vinile 180 grammi, copertina cartonata pressoche' identica alla prima rarissima tiratura del 1970. Originariamente pubblicato dalla Deram nel 1970 in Gran Bretagna, "Pre-flight" e' l' unico album del gruppo rock blues progressivo inglese. Il gruppo, proveniente dal Dorset, riusci' ad ottenere un contratto con la Deram alla fine del 1969, per la quale incise questo album, consistente in un rock progressivo con inserimenti orchestrali e forti influenze blues, con la bella voce di Jane Kevern in evidenza ed energiche chitarre elettriche che ricordano il primo album degli Steamhammer; non mancano contaminazioni con il jazz come nel brano "No warmth in my life", mentre particolarmente degne di nota sono l' atmosfera oscura di "War" e le cavalcate hard rock blues di "Andromeda" e "Cemetery junction", quest'ultima condita con una sezione orchestrale. Il disco ottenne uno scarsissimo riscontro commerciale ed il gruppo, deluso, si sciolse; l' album, nella sua edizione originale, e' secondo alcune fonti ancora piu' raro di quello dei Mellow Candle.
Euro
24,00
codice 2110050
scheda
Rovescio Della Medaglia la bibbia (with book)
lp [edizione] ristampa  stereo  eu  1971  rca italiana / de agostini 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good rock 60-70
Copia ancora incellophanata, ma con qualche piegatura presso gli angoli superiori della copertina, ristampa del 2020, in vinile 180 grammi e rimasterizzata, distribuita nelle edicole italiana nell' ambito della serie di pubblicazioni "Prog Rock Italiano", COMPLETA DELL' ORIGINARIO BOOKLET DI OTTO PAGINE A COLORI (non piu' tondo), copertina pressoche' identica alla prima rarissima tiratura su Rca Italiana, senza barcode, con adesivo Siae metallizzato sul retro, catalogo PSL10521. Uscito prima di "Io come Io", il primo dei tre storici albums degli anni '70 del gruppo italiano. Riportiamo relativamente a questo disco le note a cura di Augusto Croce presente nel suo bellissimo libro e sito "Italianprog": Il primo album "La Bibbia", uscito nel 1971, e' fondamentalmente un ottimo album di hard-rock con leggere influenze progressive, registrato dal vivo in studio. Il Rovescio della Medaglia si formo' a Roma verso la fine del 1970 dallo scioglimento del gruppo beat I Lombrichi. Enzo Vita, Stefano Urso e Gino Campoli crearono il gruppo che ebbe nel ruolo di cantante prima Gianni Mereu (omonimo del chitarrista dei Logan Dwight), poi Sandro Falbo (da Le Rivelazioni) e infine Pino Ballarini, venuto a Roma da Pescara, dove aveva suonato con i Poema. Il loro primo successo fu al Festival Pop di Viareggio nel 1971, e il gruppo divenne presto uno dei più famosi dal vivo in Italia nei primi anni '70....Nessun altro in Italia aveva un equipaggiamento live così potente! Ma... nel dicembre 1973 il furto di quel grande e costoso impianto porto' il gruppo vicino alla fine, Pino Ballarini parti' per la Svizzera (sostituito per un breve periodo da Michele Zarrillo dei Semiramis) e gli altri continuarono come gruppo solo strumentale. L'album dal vivo Giudizio avrai, pubblicato privatamente dal gruppo negli anni '80, contiene una registrazione relativa a questo periodo, con il suono del gruppo dominato dalle tastiere. L'ultima uscita è un singolo nel 1975 (sulla sua copertina viene citato un nuovo album, che non usci' mai), poi il gruppo ebbe diversi cambi di formazione fino al 1977. Il bassista Stefano Urso ha fondato gli Europe, autori nei primi anni '80 di un album (Bubble BLU-19609) e di alcuni singoli in stile pop/rock. All'inizio degli anni '90 il chitarrista Enzo Vita ha riformato il gruppo con una formazione totalmente nuova pubblicando un nuovo CD intitolato Il ritorno, molto diverso dalla passata produzione e più commerciale, come i successivi Vitae (registrato prima) e Microstorie, uscito nel 2011.
Euro
20,00
codice 260542
scheda
Rowan peter Peter rowan and the wild stallions
Lp [edizione] originale  stereo  ita  1982  appaloosa 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Prima stampa, realizzata solo in Italia, copertina lucida fronte retro senza barcode, label marrone con disegno di cavalli sullo sfondo, scritte marroni lungo il bordo e nere al centro, logo Appaloosa marrone in alto, catalogo AP016. Pubblicato nel 1982 dalla italiana Appaloosa, il sesto album solista (includendo l'oscuro disco solo giapponese "Hiroshima mon amour" del 1979), successivo a "The walls of time" (1982) e precedente "The first whippoorwill" (1985). Inciso ai Blue Marble Studios di New York; parteciparono alle registrazioni, accanto a Rowan (voce, chitarra, mandola), Jon Sholle (chitarre acustiche ed elettriche), Roger Mason (basso, voce) e Barry Lazarowitz (batteria, percussioni). La musica, quasi tutta composta da Rowan con i suoi collaboratori (tranne la cover di "Baby, let's play house" di Arthur Gunter, resa celebre da Elvis Presley, e "Sheila" di Tommy Roe), oscilla fra pezzi rock blues, canzoni country rock ed episodi più inclini al rock'n'roll ed al rockabilly, con un sound tendenzialmente aggiornato agli anni '80. Peter Rowan, nativo di Boston, principalmente cantante e chitarrista, è una figura di grande importanza nell'ambito del progressive bluegrass. Fra le sue prime esperienze di rilievo, va citata la militanza nei leggendari Blue Grass Boys di Bill Monroe, ai quali si unì nel 1964 come cantante e chitarrista, quindi fu importante membro di gruppi che abbinavano il folk ed il bluegrass con il nuovo idioma rock degli anni '60 e '70: prima gli Earth Opera, poi per un periodo i Seatrain, quindi l'esperienza degli Old & In The Way con Jerry Garcia dei Grateful Dead ed i Muleskinner, e nel 1975 la formazione dei Rowans con i fratelli Lorin e Chris, altra formazione annoverata nel genere progressive bluegrass ed autrice di alcuni pregiati ed acclamati album. A fine anni '70 pubblica quindi i suoi primi album solisti, portando avanti una prolifica e lunga carriera.
Euro
18,00
codice 334140
scheda
Run-dmc Run dmc (red)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1984  profile / legacy / sony 
hip-hop
Ristampa in vinile rosso, copertina pressoche' identica alla prima tiratura. Pubblicato nel marzo del 1984 dalla Profile negli USA, dove giunse al 53esimo posto in classifica, e dalla 4th & Broadway in Gran Bretagna, il primo epocale album dei Run DMC, precedente ''King of rock'' (1985). Un disco di enorme importanza nello sviluppo della musica hip hop, ''Run dmc'' introdusse un sound minimale e robusto, distante dal morbido funk preminente nello hip hop all'epoca, ed un canto piu' aggressivo e stradaiolo, incentrato su temi metropolitani. Formazione di grande importanza nella storia dello hip hop, i Run DMC sono stati fra i principali interpreti del genere negli anni '80, dopo i pionieri come Grandmaster Flash e prima dell'avvento dello hip hop poiticizzato dei Public Enemy e del gangsta. Formati a New York nel 1982 da Joseph Simmons (Run), fratello del noto discografico Russell, e da Darryl McDaniels (DMC), ai quali si uni' il dj Jason Mizell (Jam Master Jay), i Run DMC svilupparono uno hip hop basato sulla batteria e su campionamenti rock e metal, che sostenevano un rap scattante e frenetico. I loro primi tre album riscossero un crescente consenso, in particolare il terzo ''Raising hell'' (1986), che conteneva la cover di ''Walk this way'' degli Aerosmith, il primo crossover fra rock e hip hop a sfondare in classifica; gli anni successivi portarono ad un progressivo declino, in parte per problemi personali, in parte per l'avvento di nuove correnti nello hip hop, come il gangsta ed il rap politicizzato. Si sciolsero infine nel 2002.
Euro
28,00
codice 3034275
scheda

Page: 11 of 15


Pag.: oggetti: